www.eventinews24.com :Aggregatore di News sull'Italia città,Regioni,Spettacoli,eventi,proloco e se vuoi mandare i tuoi comunicati che ti inseriremo gratis scrivi a iaphet@hotmail.com
  Condividi le nostre emozioni original feed
Condividi Follow EventiSpeciali on Twitter  
Link Sponsorizzati
Bologna Ferrara Forlì Modena
Parma Piacenza Ravenna ReggioEmila
Rimini Ravenna Eventi    
  Italia Concerti  
  Tickets Italia  
Link Sponsorizzati
Acquista i tuoi biglietti qui!
T1_Generic_300x250
Stradivariusconcerti.com è aperta a una qualsiasi forma di collaborazione nella vendita di biglietti per qualsiasi Evento,Mostre...
Per richieste scrivete a info@stradivariusconcerti,com
Siamo anche sui Principali Social Networks!
17/giu/2011 , ore 22:30 Ash Rock Planet, Pinarella di Cervia (RA) Tickets

09/set/2011 , ore 21:30 Subsonica Area Esterna Pala De Andre , Ravenna 

Thanks to http://www.world66.com/
*********************The content is published under a creative commons licence :
http://creativecommons.org/licenses/by-sa/1.0 / ).
Ravenna Travel Guide
Edit This The best resource for sights, hotels, restaurants, bars, what to do and see
Ceiling of Basilica

Ceiling of Basilica

Hector Ezelhaar
Located on the Adriatic midway between Venice and Florence, Ravenna (pop. 136 000) is best known for the wonderful mosaic decoration of its churches and tombs relics from its Byzantine past.
The international heritage of Ravenna, city of mosaics, has been recognised by UNESCO. Eight monuments built over a period of 1500 years have been added to the UNESCO World Heritage List. What makes Ravenna's monuments a treasure for all humanity is described as follows: "The grouping of early Christian and Byzantine religious buildings in Ravenna is of extraordinary significance due to the supreme artistic mastery of the art of mosaics. The buildings are furthermore testimony of the artistic and religious relationship and contacts of an important period in the history of European culture".

But of course it is not just mosaics that bring you here. The city itself is very charming, there are many good restaurants and at night the city is very lively. Close to Ravenna you will also find good beaches.

Courtesy of: Ravenna Tourism Editorial Department

Si ringrazia la Redazione Turistica Locale di Ravenna per il materiale messo a disposizione.

_______Sights
Edit This
Ceiling of Mausoleum

Ceiling of Mausoleum

Hector Ezelhaar
Mausoleum of Theodoric

It was built by Theodoric himself in 520 as his tomb. Its structure, which is divided in two decagonal orders one above the other, is completely made of Istria stone. It is roofed with a single block of Istria stone of 10 metres diameter weighing 300 tons. A niche leads down to a room which was probably a chapel for funeral liturgies. A stair leads to the upper floor where there is a circular porphyry tub in which it is supposed that Theodoric was buried. His remains were removed during Byzantine rule.

National Museum

Housed in the cloisters of the ex-Benedictine Monastery, in the monumental complex of San Vitale, the National Museum includes important collections of minor arts among which some funeral steles and epigraphs, various archaeological fragments, a collection of textiles (from Coptic to Renaissance), an important collection of ivories, a rich collection of icons, a coins and medals section and a fascinating collection of ancient weapons. It also houses the 14th century cycle of frescoes of Santa Chiara which decorated the church of the Poor Clare Sisters in Ravenna, today the Rasi Theatre. There are also floor mosaics from the archaeological complex in Via D'Azeglio, found in 1993 during reconstruction work on a building. After careful restoration work they were put on show in 1995.

[Add Sight]
Church of San Vitale and Mausoleum of Galla Placidia
Edit This
Ceiling of Mausoleum
Ceiling of Mausoleum
photo by: Hector Ezelhaar

Both San Vitale and Galla Placidia are top monuments in Ravenna. The Basilica of San Vitale is among the most important monuments of early Christian art in Italy. The octogenal design of the Basilica is clearly inspired by Byzantine churches. The mosaics inside are top quality.

On the other side of a well kept lawn you find the mausoleo. It is small but very beautiful.
type: Churches and Cathedrals
World66 rating: [rate it]
address: Via Fiandrini Benedetto
Mausoleum of Theodoric
Edit This

I t was built by Theodoric himself in 520 as his tomb. Its structure, which is divided in two decagonal orders one above the other, is completely made of Istria stone. It is roofed with a single block of Istria stone of 10 metres diameter weighing 300 tons. A niche leads down to a room which was probably a chapel for funeral liturgies. A stair leads to the upper floor where there is a circular porphyry tub in which it is supposed that Theodoric was buried. His remains were removed during Byzantine rule.
type: Graves and Cemeteries
World66 rating: [rate it]
address: Via Delle Industrie
Basilica of Sant'Apollinare in Classe
Edit This

Sant'Apollinare in Classe is situated about 5 kilometres from the centre of Ravenna. It was built in the first half of 6th century, financed by Giuliano Argentario for Bishop Ursicinus; it was consecrated in 549 by the Archbishop Maximian and was dedicated to Sant'Apollinare, the first Bishop of Ravenna. The façade presents a portico under which there are marbles and inscriptions from the church. The door jambs and architraves of the main door are in Greek marble. Above the portico there is an elegant three-mullioned window. Along the left side of the church the tall bell-tower more..
World66 rating: [rate it]

_________Museums
Edit This


[Add Museum]
National Museum
Edit This

Housed in the cloisters of the ex-Benedictine Monastery, in the monumental complex of San Vitale, the National Museum includes important collections of minor arts among which some funeral steles and epigraphs, various archaeological fragments, a collection of textiles (from Coptic to Renaissance), an important collection of ivories, a rich collection of icons, a coins and medals section and a fascinating collection of ancient weapons. It also houses the 14th century cycle of frescoes of Santa Chiara which decorated the church of the Poor Clare Sisters in Ravenna, more..
World66 rating: [rate it]
Questo articolo è rilasciato sotto i termini della GNU Free Documentation License
Esso utilizza materiale tratto da   http://it.wikipedia.org/wiki/Ravenna
Cronologia/Autori:  http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Ravenna&action=history

Ravenna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

 
 Ravenna
Stato:  Italia
Regione:  Emilia-Romagna
Provincia:  Ravenna
Coordinate:
Latitudine: 44° 25′ 4′′ N
Longitudine: 12° 11′ 58′′ E
Altitudine: 4 m s.l.m.
Superficie: 652,83 km²
Abitanti:
149.084 2005
Densità: 228,36 ab./km²
Frazioni: Vedi elenco 
Comuni contigui: Alfonsine, Argenta (FE), Bagnacavallo, Bertinoro (FC), Cervia, Cesena (FC), Comacchio (FE), Forlì (FC), Russi
CAP: 48100
Pref. tel: 0544
Codice ISTAT: 039014
Codice catasto: H199 
Nome abitanti: ravennati 
Santo patrono: Sant'Apollinare 
Giorno festivo: 23 luglio 
Piazza del Popolo

 

Ravenna (Ravêna in romagnolo) è una città dell'Emilia-Romagna di 149.084 abitanti circa, capoluogo della provincia omonima, centro più popolato e storicamente importante della Romagna.

La città è situata nell'entroterra ma è collegata al Mare Adriatico dal canale navigabile Candiano. I collegamenti sono garantiti, oltre che dal porto, dalla ferrovia e dall'autostrada. L'aeroporto più vicino è quello di Forlì.

Ravenna è la città che fu capitale tre volte: prima dell'Impero Romano d'Occidente, successivamente del Regno degli Ostrogoti e dell'Impero Bizantino. Attualmente è il capoluogo dell'omonima provincia. Insediamento di epoca remota, il toponimo deriva da un prelatino "rava", che designa un dirupo prodotto da acqua che scorre, unito ad un suffisso "-enna", di origine etrusca.

Indice

[nascondi]

[modifica] Storia

  Per approfondire, vedi la voce Storia di Ravenna.

Le origini di Ravenna sono incerte. I primi insediamenti della zona erano insediamenti Tirreni, Tessali o Umbri. La città consisteva in case costruite su palafitte in una serie di piccole isole in una palude - una situazione simile alla Venezia di secoli dopo.

Ai tempi dell'Impero Romano la città era un importante porto marittimo adriatico e una delle città d'Europa più importanti dell'età romana e del Medioevo. Nel 402 l'imperatore dell'Impero Romano d'Occidente Onorio trasferì a Ravenna la residenza imperiale da Milano, per sfuggire alle minacce di Alarico. A Ravenna si giocarono le sorti dell'Impero d'Occidente allorché nel 476 venne deposto l'ultimo imperatore, Romolo Augustolo, per mano di Odoacre, re degli Eruli. Il regno di Odoacre ebbe vita brevissima e il re dei Goti Teodorico, nel 493, rivendicò il controllo della città, dopo un lungo assedio. Il sovrano goto, che morì nel 526, si distinse per una politica di distensione soprattutto dal punto di vista religioso.

Divenuto imperatore d'Oriente Giustiniano, egli avviò un programma politico mirato alla riconquista di quei territori dell'Impero Romano d'Occidente occupati da regni barbarici (Ostrogoti in Italia, Visigoti in Africa e Spagna). Per fare ciò diede l'avvio ad una offensiva militare nota come Guerra Greco-Gotica. Anche l'Italia rientrò ben presto sotto il controllo dell'impero d'Oriente. Giustiniano stabilì nella penisola un protettorato che ebbe sede a Ravenna, successivamente controllato da esarchi. Giustiniano, inoltre, si preoccupò di fare occupare il soglio vescovile ravennate da Massimiano, suo uomo di fiducia, che assunse, per volontà dell'imperatore e per la prima volta nella storia della chiesa, il ruolo di arcivescovo. Nel 751 l'Esarcato cadde sotto l'offesiva dei Longobardi. Per volontà del re dei Franchi Pipino il Breve, la città passò sotto il controllo del papa e vi rimase per diversi secoli.

Nel 1512, in occasione della guerra della Lega Santa, Ravenna fu teatro di scempio e sangue per la prima grande guerra con armeria moderna mai subita prima.

Dopo il momentaneo dominio napoleonico Ravenna torna nuovamente allo Stato Pontificio finché, nel 1859, in seguito a continue ribellioni, non verrà annessa al Piemonte e nel 1861 gode dell'Unità d'Italia.

Ravenna è tra le Città decorate al Valor Militare per la Guerra di Liberazione perché è stata insignita della Medaglia d'Oro al Valor Militare per i sacrifici delle sue popolazioni e per la sua attività nella lotta partigiana durante la seconda guerra mondiale.

 

[modifica] Amministrazione comunale

Sindaco: Fabrizio Matteucci dal 28/05/2006
Centralino del comune: 0544 482111
Email del comune:
urp@comune.ra.it

 

[modifica] Evoluzione demografica

Abitanti censiti

[modifica] Monumenti

Otto monumenti presenti a Ravenna sono presenti all'interno della lista dei Patrimoni dell'Umanità dell'UNESCO:

Altre attrazioni turistiche sono:

Dai documenti d'epoca, sappiamo che Ravenna fu dotata nei secoli VI e VII e nell'Alto e Basso Medioevo di molti edifici di culto. Quanto resta a noi è solo una minima parte di ciò. Molti edifici sono andati distrutti, altri sono stati ristrutturati e hanno perso la loro originaria struttura. Anche l'edilizia privata e di rappresentanza, soprattutto nei secoli VI e VII, fu di rilevante qualità, ma difficilmente documentabile, visto che ne sopravvivono scarsissime tracce. In particolare poco sappiamo della residenza imperiale, costruita per volontà dell'imperatore Onorio, e poi successivamente rimaneggiata sino a raggiungere l'entità di un quartiere interamente occupato da strutture legate alla presenza a Ravenna della corte imperiale.

Sono degni di nozione anche altri edifici non di culto quali il Palazzo dei Rasponi del Sale, attuale sede della banca Unicredit in Piazza del Popolo, di recente ristrutturazione la facciata è stata riportata al nuovo riqualificando notevolmente l'estetica della piazza. Nella medesima piazza è inoltre presente il Palazzo Merlato, residenza del Comune di Ravenna. Si tratta del rifacimento di un antico palazzo attribuito all'imperatore Teodorico durante la dominazione dei veneziani. Del palazzo originale restano le colonne mentre sotto le volte è possibile ammirare degli affreschi di notevole pregio risalenti alla prima metà del sedicesimo secolo. Sempre in Piazza del Popolo è presente il palazzo ex sede della Banca Nazionale del Lavoro, costruito dall'architetto Camillo Morigia il quale è collegato al palazzo della prefettura da un voltone dal quale è possibile scorgere la tomba di Dante, opera dello stesso architetto.

Sono interessanti anche gli edifici siti in piazza Andrea Costa quali la casa di Francesca da Polenta (meglio nota come Francesca da Rimini) attuale sede dell'albergo Cappello nonché i resti della chiesa di S.Michele in Africisco, una chiesa con la tipica struttura ravennate risalente all'anno 1000 circa, di cui restano solamente l'abside (all'interno di un negozio di abbigliamento) e il campanile (postumo) che si può ancora vedere dalla piazza.

Della cinta muraria rimangono quasi tutte le porte costruite in epoche diverse e i resti di qualche torre. Ricordiamo di queste la più antica Port'aurea, realizzata inizialmente in epoca romana di cui oggi rimangono solo le fondamenta, porta San Mamante, porta Sisi, Porta Gaza, Porta Pamphilia meglio nota come Porta Nuova, Port'aurea nuova meglio nota come Porta Adriana, Porta Anastasia meglio nota come porta Serrata nonché l'ultima costruita di fronte a Porta Sisi detta "il portonaccio", eretta dall'architetto Morigia nel 1785 a seguito dell'annessione del borgo S.Rocco alla città.

Resti della cinta muraria sono visibili partendo da Porta Gaza; proseguendo verso Port'aurea si può arrivare fino alla Madonna del Torrione, torre demolita durante la seconda guerra mondiale sui cui resti è attualmente edificata l'omonima chiesa. Proseguendo lungo le mura è possibile seguire l'antico percorso dietro lo stabilimento Callegari recentemente demolito per poi interrompersi nei pressi di Via Oberdan. La cinta muraria riprende tuttavia a Porta Adriana e prosegue dietro alla basilica di San Vitale per qualche decina di metri per poi interrompersi. Altri resti sono ancora visibili più avanti percorrendo Via Sabbionara fino al piazzale di Torre Umbratica dove le mura si ricongiungono a Porta Serrata. Del tratto tra porta serrata e la Rocca Brancaleone rimane solo qualche pietra visibile lungo Via Rocca Brancaleone. Saltando la stazione FS i resti visibili rimangono in tutto il tratto lungo la linea ferroviaria che conduce a Rimini seguendo il viale dei giardini giungendo fino a Porta Nuova. Infine, partendo da Porta Sisi rimane qualche resto verso Porta Nuova mentre tra Porta Sisi, Porta San Mamante e Porta Gaza non si trovano ulteriori resti visibili.

Altri edifici appartenuti alla famiglia Rasponi da segnalare sono il Palazzo dei Rasponi dalle Teste, attuale sede dell'università in piazza J.F.Kennedy e il palazzo sede della Provincia di Ravenna attiguo alla Basilica di San Francesco di cui è fortemente consigliata una visita ai bellissimi giardini.

Della Ravenna più antica rimangono invece il campanile della Chiesa di San Giovanni Battista, il più antico campanile di pianta circolare della città, nonché i mosaici pavimentali di recente ritrovamento che è possibile ammirare visitando la Domus dei Tappeti di Pietra. Durante lo scavo per costruire delle autorimesse sotterranee sono stati trovati i resti della città come si presentava in epoca romana e sono stati riportati alla luce i mosaici pavimentali di una casa di epoca romana ed è ben visibile la strada che prosegue sotto gli edifici attigui.

 

[modifica] Musei

[modifica] Sport

Il 16 maggio 2005 la 9^ tappa del Giro d'Italia 2005 si è conclusa a Ravenna con la vittoria di Alessandro Petacchi.

Ravenna Calcio

 

[modifica] Personaggi illustri

 

[modifica] Cittadini illustri

 

[modifica] Legati a Ravenna

  • Gino Piva, sindacalista, socialista, giornalista, poeta

 

[modifica] Frazioni

  • Ammonite
  • Borgo Masotti
  • Borgo Faina
  • Camerlona
  • Casal Borsetti-Primaro
  • Casemurate
  • Castiglione di Ravenna
  • Classe
  • Coccolia
  • Conventello
  • Filetto
  • Fornace Zarattini
  • Fosso Ghiaia
  • Gambellara
  • Ghibullo
  • Grattacoppa
  • Lido di Magnavacca
  • Lido Adriano
  • Lido di Classe
  • Lido di Dante
  • Lido di Savio
  • Madonna dell'Albero
  • Mandriole
  • Marina di Ravenna
  • Marina Romea
  • Mezzano
  • Osteria
  • Pialassa Baiona
  • Pialassa Piombone
  • Piangipane
  • Pilastro
  • Pineta San Vitale
  • Porto Corsini
  • Porto Fuori
  • Punta Marina Terme
  • Ragone
  • Roncalceci
  • San Michele
  • San Pietro in Campiano
  • San Pietro in Trento
  • San Pietro in Vincoli
  • San Romualdo
  • Sant'Alberto
  • Sant'Antonio
  • Santerno
  • San Zaccaria
  • Santo Stefano
  • Savarna
  • Savio
  • Torri

 

[modifica] Altri progetti

 

[modifica] Collegamenti esterni

http://www.paesionline.it/ravenna/ristoranti_pizzerie_pub_ravenna.asp
Ristorante AL CAMINETTO Milano Marittima Viale Matteotti
Ristorante AL PALAZZO TESORIERI Bagnacavallo via Garibaldi
Ristorante AL PORTO Marina di Ravenna Viale delle Nazioni
Ristorante ANTICA OSTERIA DEL GALLO 1909 RAVENNA via maggiore
Ristorante ANTICA TRATTORIA DEL TEATRO Lugo vicolo del Teatro
Ristorante BELLA VENEZIA RAVENNA via IV Novembre
Ristorante CHILO' RAVENNA via Maggiore
Ristorante CUCOMA Russi loc. San Pancrazio km 4, via Molinaccio
Ristorante ENOTECA ASTORRE Faenza Piazza della Libertà
Ristorante FLORA RAVENNA loc. Ragone km 13
Ristorante LìINFINITO Casola Valsenio via Monte Fortino
Ristorante OSTERIA LA GROTTA Brisighella via Metelli
Ristorante RISTORANTE GIGIOLE' Brisighella Piazza Carducci
Ristorante RISTORANTE RELAIS TORRE PRATESI Brisighella via Cavina
Nome Ristoranti
Indirizzo Ristoranti Telefono Ristoranti
Antica Trattoria al Gallo 1909 Via Maggiore, 87
0544.213775
Rist. Tre Spade
Via Faentina, 136 0544.500522

http://www.paesionline.it/ravenna/hotel_alberghi_ravenna.asp

Hotel MAN RAVENNA LIDO DI SAVIO. ***
Hotel MOSAICO RAVENNA. **
Hotel Bisanzio **** Ravenna - Via Salara, 30
0544 - 217111
Hotel Jolly H. Mameli ****
Ravenna -Piazza Mameli, 1 0544 - 35762
Hotel Argentario *** Ravenna -Via di Roma 45 0544 - 35555
Hotel Adriatico *** Ravenna 0544 - 560506
Hotel Byron Centrale *** Ravenna -Via IV Novembre 14 0544 - 33479
Hotel Diana *** Ravenna - Via G. Rossi 47 0544 - 39164
Hotel Bermuda *** Ravenna 0544 - 530560
Hotel Cappello *** Ravenna - Via IV Novembre 41 0544 - 219813
Hotel Astoria *** Ravenna - C.ne Rotonda 26 0544 - 453960
Hotel Classhotel Ravenna *** Ravenna - Via della Lirica 141 0544 - 270290
Hotel Minerva *** Ravenna - Via Maroncelli 1/A 0544 - 213711
Hotel Italia *** Ravenna - V.le Pallavicini 4/6 0544 - 212363
Hotel Moosaico *** Ravenna - Via Darsena 9 0544 - 456665
Hotel Mocadoro *** Ravenna - Via Baiona 18 0544 - 455002
Hotel Romea *** Ravenna - Via Romea Sud, 1 0544 - 61247
Hotel San Marco ** Ravenna - Via Tieste 403 0544 - 436125
Hotel Mocadoro ** Ravenna - Via Baiona 18 0544 - 450272
Hotel Ravenna ** Ravenna - Via Maroncelli 12 0544 - 212204
Hotel Piccolo ** Ravenna - Via Baiona 59 0544 - 450792
Hotel Roma ** Ravenna - Via Candiano 26 0544 - 421515
Hotel Casa Amica ** Ravenna 0544 - 421566
Hotel Al Giaciglio * Ravenna - Via R. Brancaleone 42 0544 - 39403

http://www.paesionline.it/ravenna/dicoteche_e_locali_ravenna.asp
Lista discoteche Ravenna
Discoteca Cotton Club Cervia RA 0544.71619
Discoteca Burrocacao Brisighella RA
www.burrocacao.net 0546.85102
Discoteca BB King Punta Marina Terme RA
www.bbking.it 0544.438494
Discoteca Fedex Lugo RA 0546.26120
Discoteca Glamour Faenza RA
Discoteca Hemingway Cafè Marina di Ravenna RA
www.hemingwaycafe.com 0544.530681
Discoteca Indie Cervia RA
www.indieclub.it 0544.988895
Discoteca Sonora Blu Milano Marittima RA 0544.991699
Discoteca Rock Planet Cervia RA
Discoteca Stork Milano Marittima RA 0544.949012
Discoteca Pineta Milano Marittima RA
www.pinetadisco.com 0544.994728
Discoteca Shaky Makaky Cervia RA
www.shakymakaky.it 0544.71944
Discoteca Santa Fe Marina di Ravenna RA
www.santafeclub.it 333.3101393
Discoteca Tistrofino Milano Marittima RA
www.saurom.com 335.5205557
Discoteca Thai Club Milano Marittima RA
www.thaiclub.it 0544.995333
Discoteca Zapping Clou Club Pinarella di Cervia RA

http://www.paesionline.it/ravenna/teatri_ravenna.asp
Ravenna: Teatri

Teatro RASI
Indirizzo: via di Roma, 39 - 48100 Ravenna RA.
Tel: 0544/30227
Fax: 0544/33303
E-Mail:
info@ravennateatro.com
Sito Web:
www.ravennateatro.com

Teatro Palazzo MAURO DE ANDRE'
Indirizzo: v.le Europa, 1 - 48100 Ravenna RA.
Tel: 0544/213895

Teatro DANTE ALIGHIERI
Indirizzo: via Mariani, 2 - 0 Ravenna RA.
Tel: 0544/36121 - 0544/32577
Fax: 051/261697
E-Mail:
info@teatroalighieri.org
Sito Web:
www.teatroalighieri.org

Teatro RAVENNA FESTIVAL
Indirizzo: Via Dante Alighieri, 1 - 48100 Ravenna RA.
Tel: 0544/249211
Fax: 0544/36303
E-Mail:
info@ravennafestival.org
Sito Web:
www.ravennafestival.org

Teatro ARDIS HALL
Indirizzo: Via bondi, 3 - 0 Ravenna Ra.
Tel: 0544/271536