www.eventinews24.com :Aggregatore di News Spettacoli,eventi,proloco e se vuoi mandare i tuoi comunicati che ti inseriremo gratis scrivi a iaphet@hotmail.com
  Condividi le nostre emozioni original feed
Condividi Follow EventiSpeciali on Twitter Blog Stradivariusconcerti
Link Sponsorizzati
Muoversi a Milano Milano News Milano Expo 2015
MilanoBirrerie    MilanoEnoteche MusicadalVivo MilanoBrunch MilanoLatino
Americano
MilanoDiscoPub MilanoCigarcafe Milano Musei MilanoDisco  
Milano Cultura MilanoRisto Milano
Ristorantie
Etnici
MilanoPizzerie MilanoTrattorie
MilanoAssociazioni MilanoParchi
Acquatici
MilanoaTeatro MilanoCinema Milano Mobilità
Milano Sociale Milano Spettacolo Milano Turismo    
Link Sponsorizzati
Grazie a  www.comune.milano.it 
MILANO 2015 CITY OPERATIONS, 18 PROGETTI PER EXPO
Giunta approva il programma per la preparazione all’Esposizione Universale

Milano, 15 giugno 2012 – Undici azioni “obbligatorie” e sette “qualificanti e strategiche”: sono i progetti di “Milano 2015 City Operations”, il cui Master Programme è stato approvato all'unanimità oggi dalla Giunta comunale.

E’ pronto dunque il piano delle attività integrate fra il Comune di Milano e la società Expo 2015 Spa per la preparazione della città all’accoglienza dell’Esposizione universale. Un strumento di pianificazione integrata che passerà subito alla fase operativa in quanto strumento principe del coordinamento dei progetti/attività che il Comune di Milano intende realizzare per offrire un’immagine della città coerente con la visione del Comune stesso, attrattiva per i turisti, efficiente nei servizi, vicina ai cittadini e capace di porre le basi per massimizzare i benefici derivanti dall’eredità di Expo 2015.

Il successo dell’Expo di Milano 2015, infatti, non sarà solo determinato dall’attrattività del sito espositivo per i visitatori, ma da tutta l’atmosfera che pervaderà la città durante i sei mesi della manifestazione, e dal livello di accoglienza e servizi che i visitatori troveranno sul territorio. La città deve quindi sviluppare una sua visione circa la propria identità, la propria immagine e il proprio posizionamento complessivo rispetto all’evento: una visione che andrà progressivamente tradotta e implementata in un “Piano di Sviluppo di Milano per l’Expo”, che assicuri piena integrazione fra l’“esperienza del visitatore” sul sito Expo e l’esperienza più generale sul territorio milanese.

Sulla base del lavoro svolto fino ad oggi sono state mappate le esigenze del Comune in termini di progetti da realizzare e si è arrivati così alla definizione di un Master Programme costituito da:

· 11 progetti “obbligatori”, vale a dire progetti fondamentali per la riuscita della manifestazione, che l’Amministrazione intende realizzare in quanto considerati necessari perché la città possa accogliere i milioni di visitatori previsti in maniera adeguata sotto il profilo di sicurezza, mobilità, turismo, eventi culturali ecc.
· 7 progetti “qualificanti” che rivestono un’importanza strategica per la promozione della città e/o per i perseguimento del piano generale di sviluppo e che l’Amministrazione realizzerà compatibilmente con le risorse disponibili.
Per quanto riguarda il Comune, per una puntuale ed efficace realizzazione dei progetti sarà effettuata un’attività di coordinamento e di raccordo interassessorile. Le Direzioni Centrali svilupperanno il piano, con il supporto della Direzione Specialistica di coordinamento Expo, la supervisione della Direzione Generale e in sinergia con la società Expo 2015 Spa.
I progetti contenuti nel Master Programme confluiranno nella Relazione Previsionale e Programmatica 2012-2014, nel Piano Esecutivo di Gestione e nel Piano Triennale degli obiettivi. Saranno quindi obiettivi primari del Comune nel triennio 2012-2014.
Per la condivisione del Master Programme, due i momenti principali: la presentazione del progetto “City Operations” ai direttori centrali del Comune di Milano nell’ambito del Comitato di direzione, presieduto dal Direttore Generale, e un Seminario che coinvolgerà tutta la struttura dirigenziale del Comune che dovrà essere coinvolta nei progetti.

"Milano si prepara a Expo 2015 e il progetto City Operations testimonia l'impegno di tutta l’Amministrazione e mio personale come Sindaco – voglio ribadirlo con forza - per fare dell'Esposizione Universale un successo. Un successo che dovrà essere anche della città non solo perché tornerà a rivestire una dimensione internazionale che la collocherà al livello delle grandi capitali del resto del mondo, a maggior ragione se saprà trasformarsi in centro di dibattito sui garndi temi cui è dedicata Expo 2015, ma anche perché sarà più attrattiva per chi ci vivrà e per quanti arriveranno per affari, studio o turismo. Ed è proprio questa una delle grandi eredità che Expo lascerà a Milano”, ha dichiarato il Sindaco di Milano Giuliano Pisapia.


"I progetti per Milano ai quali stiamo lavorando con il Comune - ha spiegato Giuseppe Sala, Amministratore Delegato di Expo 2015 SpA - sono interventi necessari non solo in vista dell'Expo. Ma serviranno a migliorare la qualità di vita in città e a potenziare i servizi a disposizione del cittadino. Sono qualcosa che rimarrà oltre Expo. In questo senso, abbiamo molto da imparare dalla visita del Papa. Il recente incontro mondiale delle famiglie ci ha infatti mostrato come sia fondamentale il lavoro di squadra nel fornire piccoli e grandi servizi. Consapevoli di cio', l'impegno di Expo 2015 spa sara' su più fronti: dalla diffusione del wi-fi alla mobilita', dall'organizzazione dei volontari alla valorizzazione del contributo dei dipendenti comunali, allo studio dell'inglese. Nel collaborare a definire questo piano di interventi, abbiamo tenuto presente l'analisi del visitatore che abbiamo elaborato, le cui caratteristiche principali sono curiosita' e voglia di partecipare in modo attivo".

Progetti “obbligatori”
· Accessibilità, mobilità, trasporti, percorribilità
· Accoglienza e turismo
· Ambiente, gestione rifiuti, igiene del suolo
· Autorizzazioni amministrative e gestione operativa dei siti di servizio per Expo 2015 Spa
· Centro di coordinamento cittadino – City Commander Center · Formazione operatori sul territorio, programmi educativi e promozione sociale
· Eventi culturali, sportivi e di intrattenimento
· Giovani e Programma volontari
· Immagine, comunicazione e supporto delle attività di marketing · Sicurezza e protezione civile
· Servizi medici Progetti “qualificanti”
· Brand Milano
· Darsena e Vie d’Acqua
· Distretto Agricolo Milano, Cascine , Orti Urbani
· Scuole di Milano per Expo
· Nuove imprese per i giovani
· Forum Città Mondo
· Progetti tecnologici
COMMERCIO. IL COMUNE AVVIA IL PROGRAMMA DI COORDINAMENTO DEL ‘BRAND MILANO’ IN VISTA DI EXPO 2015

Milano, 30 maggio 2012 – “Al via due nuovi tavoli di coordinamento per il Brand Milano che coinvolgeranno Comune, Provincia, Regione, operatori economici e società civile per la promozione della città in vista di Expo 2015”. Ad annunciarlo l’assessore al Commercio, Attività produttive, Turismo e Marketing territoriale del Comune di Milano, Franco D’Alfonso, intervenendo questa mattina alla conferenza promossa dal Reputation Institute, presso l’Hotel Marriott, sul tema “Going global in the reputation economy”. La conferenza ha visto la partecipazione di oltre duecento operatori d’impresa provenienti da tutto il mondo per discutere l’importanza del management della reputazione nei processi economici, sociali e istituzionali.

“Chi pensa che l’economia sia la realtà e che l’immagine sia cipria sbaglia approccio – ha dichiarato l’assessore D’Alfonso - economia e immagine sono benzina e forma dello sviluppo. Si governa l’una e l’altra. Entrambe subiscono attacchi, entrambe possono essere corrette, entrambe si sono abituate a influenzarsi a vicenda. Le aziende lo sanno da sempre. Le istituzioni tornano a scoprirlo modernamente”.

“Un programma di coordinamento del Brand Milano - ha proseguito l’assessore - nasce dalla collaborazione tra i principali soggetti pubblici e privati con la partecipazione della Provincia di Milano e di Regione Lombardia, poiché il territorio che nel mondo viene comunemente definito ‘Milano’ è in realtà più ampio del perimetro urbano. Vi partecipano anche Camera di Commercio, il sistema fieristico, quello aeroportuale e naturalmente Expo. Questo coordinamento sarà un luogo di analisi, di strategie e di comunicazione”. “Abbiamo chiamato a presiedere i comitati - continua D’Alfonso - due figure di comprovata esperienza, entrambi con competenze importanti nel campo della comunicazione: Stefano Rolando, a lungo direttore generale dell’informazione alla Presidenza del Consiglio dei Ministri e ora docente nelle università della nostra città e Franco Iseppi, ex direttore generale della Rai e oggi Presidente del Touring Club Italiano”.

“L’appuntamento di Expo 2015 - ha concluso l’assessore - è una grande opportunità per rappresentare in termini planetari questo incontro percettivo. Ma è anche la possibilità di misurarci su un settore, che riguarda la nutrizione e l’alimentazione, che non è considerato un'eccellenza specifica della città, mentre lo è certamente del Paese Italia”.
EXPO DAYS. DOMANI A PALAZZO MARINO LE COMUNITÀ INTERNAZIONALI PRESENTANO I MENU DELLA TAVOLA PLANETARIA
Sabato 5 maggio in piazza del Duomo Milano mette il mondo a tavola

Milano, 3 maggio 2012 – Domani, venerdì 4 maggio, alle ore 14.30, presso la Sala Stampa “Franco Brigida” a Palazzo Marino, l’assessore alla Cultura Stefano Boeri e l’ad di Expo Spa Giuseppe Sala, insieme con i rappresentanti delle dodici comunità internazionali che daranno vita alla “Tavola planetaria”, presenteranno alla stampa i menu che saranno proposti in piazza del Duomo il 5 maggio.

Sabato 5, infatti, dalle 11 alle 18, piazza del Duomo ospiterà l’evento conclusivo e più emblematico della settimana degli “Expo Days”: una “Tavola Planetaria” in cui migliaia di persone siederanno l’una accanto all’altra attorno a due tavolate, di circa 100 metri ciascuna, allestite per l’occasione nel cuore della città per condividere i diversi piatti preparati da 12 delle comunità straniere che abitano Milano: Sudafrica, Benin, Albania, Cuba, Cina, Etiopia, Russia, Marocco, Palestina, Filippine, Bangladesh, Cile.
Per poter gustare le specialità preparate, basterà ritirare i tre coupon gratuiti che saranno distribuiti in piazza del Duomo, dalle 11 alle 18, e comporre il proprio menu scegliendo tre ricette tipiche proposte dai dodici stand gastronomici delle differenti aree geografiche. La partecipazione sarà libera e gratuita fino a esaurimento dei pasti. Non è possibile prenotare né riservare posti.
EXPO. IL SINDACO DI MILANO INCONTRA IL SEGRETARIO DI STATO SVIZZERO
MARIE-GABRIELLE INEICHEN
Milano, 23 settembre 2011 – Il Sindaco di Milano ha incontrato oggi a
Palazzo Marino il Segretario di Stato svizzero e direttore della Segreteria
di Stato per l'Economia Marie-Gabrielle Ineichen-Fleisch accompagnata da
una delegazione in visita a Milano in occasione dei 150° anniversario delle
relazioni diplomatiche tra Italia e Svizzera. Per la nuova amministrazione
è stata l’occasione per ribadire la volontà di proseguire sulla strada di
una collaborazione già oggi molto attiva, mentre il Governo di Berna ha
sottolineato il legame privilegiato della Svizzera nei confronti del Comune
di Milano, soprattutto in campo economico e culturale.

Expo 2015 è stato al centro dei colloqui. La Svizzera è stato il primo
Paese a dare al sua adesione all’Esposizione universale di Milano e il 27
ottobre sarà il primo Paese a firmare il contratto di partecipazione in
occasione del Meeting dei partecipanti internazionali in programma a
Cernobbio. A conferma del grande interesse di Berna per il tema di Expo
2015 è venuta la proposta di partecipare all’organizzazione mettendo a
disposizione, come è già avvenuto per l’Expo di Shanghai, l’esperienza
innovativa di una piattaforma svizzera per lo sviluppo sostenibile fondata
sulle partnership pubbliche e private. Grande disponibilità anche sul
fronte delle infrastrutture per fare della Svizzera una interessante porta
d’accesso per i futuri flussi di visitatori dell’esposizione.

“Tra vicini si può lavorare ancor meglio per un tema importante quale
quello di Expo 2015: la sicurezza alimentare e la riduzione della fame nel
mondo sono sfide strategiche nel mondo di oggi. Si può e si deve trovare
una sinergia tra sviluppo economico e sostenibilità. Ed è rassicurante
constatare che il numero delle adesioni all’esposizione di Milano è oggi
già più alto di quello che era stato preventivato per quest’anno”, ha
affermato il Sindaco Pisapia.
EXPO, TAVOLO PERMANENTE SINDACATI, COMUNE, SOCIETÀ. TAJANI: “IMPEGNO PER RISPETTARE I PROTOCOLLI. MAI PIÙ GARE AL MASSIMO RIBASSO”
Milano, 8 settembre 2011 - Questo pomeriggio presso l'Assessorato alle Politiche per il Lavoro, lo Sviluppo economico, l'Università e la Ricerca si sono riuniti CGIL, CISL, UIL territoriali, l'Amministratore delegato della società EXPO, Giuseppe Sala e l'Assessore Cristina Tajani. I temi all'ordine del giorno della riunione sono stati quelli legati al lavoro e alle sue tutele in relazione all'evento mondiale del 2015. Numerosi i temi trattati ad incominciare dal rispetto dei Protocolli sulle tematiche della sicurezza del lavoro firmati nei mesi passati.

La società EXPO nella persona dell'amministratore delegato Sala ha garantito che le future gare di aggiudicazione degli appalti legati ad Expo non saranno indette con il criterio del "massimo ribasso". L'Assessore Tajani ha confermato l'intenzione dell'Amministrazione di procedere in questa direzione.

L'assessore Tajani ha garantito alle parti sociali un'interlocuzione continua ed un monitoraggio costante per garantire il rispetto degli impegni assunti dei protocolli.

L'assessore Cristina Tajani ha dichiarato: “Mi farò portavoce presso il sindaco Pisapia, commissario straordinario di Expo, affinché convochi il Tavolo nazionale Expo per rimuovere gli ostacoli in ordine all'insufficienza di personale sanitario presso le ASL di competenza che serviranno come presidio sanitario durante i lavori di Expo. Ho chiesto ai sindacati di investire la loro esperienza nella costruzione dei contenuti di cui Expo vivrà: alimentazione, energia. Il Comune sarà partner insieme ai sindacati nel dar vita ad un importante convegno internazionale sui temi del Lavoro, dell'Alimentazione e dell'Energia perché è evidente che il paese ed il mondo hanno bisogno di un surplus di iniziativa politica e progettuale. Expo – ha continuato Tajani - sarà una grande occasione internazionale in cui tutti crediamo, amministrazione, sindacati e azienda. Le adesioni crescenti dei paese ne sono la testimonianza. lavoreremo da subito e per i prossimi anni insieme alle parti sociali per presidiare i contenuti sanciti nei protocolli. Expo dovrà lasciare dietro di sé lavoro di qualità e la formazione di nuove figure professionali. Per questo progetteremo sostegni formativi alle aziende che investiranno in prevenzione e salute sul lavoro. Uno dei temi che ci sta a cuore – ha concluso l’assessore - è che, superato l'ostacolo delle aree, Milano ed Expo possano avere un presidio medico di eccellenza sulle malattie del lavoro che rimanga oltre l'evento”.
EXPO. PISAPIA: “SPLENDIDA NOTIZIA IL TRAGUARDO DELLE 50 ADESIONI. UN MOTIVO ULTERIORE PER FARE DI EXPO UNA GRANDE OCCASIONE DI SVILUPPO"

Milano, 6 settembre 2011 – “Il raggiungimento di quota 50 Stati presenti a Expo, dopo l’adesione di Belgio e Dominica, è una splendida notizia per il futuro della manifestazione. La fiducia che i Paesi stranieri ripongono nell’Esposizione universale del 2015 è per noi motivo di orgoglio e uno stimolo ulteriore per fare di Expo una grande occasione di sviluppo economico, sociale e culturale non solo per Milano e per l’Italia ma per tutta la comunità internazionale. La presenza di così tanti Stati, oltre alle Nazioni Unite, e tutti gli altri Paesi che si aggiungeranno nei prossimi mesi, è la conferma che finalmente noi istituzioni, insieme alla Società Expo 2015, abbiamo intrapreso la strada giusta per la realizzazione e la riuscita dell’evento”.
Lo ha dichiarato il Sindaco di Milano Giuliano Pisapia, dopo aver incontrato, questa mattina, l’Amministratore delegato di Expo 2015 Giuseppe Sala.
EXPO. PISAPIA: “ACCORDO DI PROGRAMMA PROFONDAMENTE CAMBIATO. SCELTE CORAGGIOSE PER RISPETTARE NOSTRE ASPIRAZIONI”

Milano, 21 luglio 2011 – “L’accordo di programma che abbiamo firmato è un documento profondamente cambiato grazie a vincoli precisi, ai paletti e alle regole che abbiamo posto e che saranno ulteriormente rafforzati. Era una firma necessaria per non perdere questa straordinaria opportunità, quale è Expo 2015, per i cittadini, per Milano, per il Paese e per tutti i Paesi del mondo. Ci siamo assunti l’impegno di governare anche attraverso scelte difficili e saremo in grado di farlo anche ora, senza venire meno alle nostre aspirazioni, con decisioni coraggiose”.

Lo ha dichiarato il Sindaco di Milano Giuliano Pisapia intervenendo in aula per la discussione sull’accordo di programma che riguarda Expo 2015.

“Il nostro impegno – ha proseguito il Sindaco Pisapia - è rivolto a fare di Expo un evento successo e di rilancio del territorio a livello sociale, economico e culturale. Un impegno rivolto anche al dopo Esposizione, con l’obiettivo di preservare il futuro delle aree, affinché si trasformino in un territorio vivo, destinato all’interesse pubblico, dove sorgerà uno dei parchi più grandi d’Europa e con uno sviluppo abitativo che vada nella direzione di un vero housing sociale.

Siamo e saremo capaci di rispettare gli impegni presi nei confronti dei milanesi e non solo. Inoltre le scelte urbanistiche rimarranno in capo al Comune di Milano”.

“Intendiamo – ha concluso Giuliano Pisapia - agire attraverso nuovi rapporti istituzionali. E’ il momento di dire basta ai litigi, ma di lavorare insieme”.
EXPO. GIUNTA APPROVA ALL’UNANIMITÀ ACCORDO DI PROGRAMMA

Milano, 13 luglio 2011 – La Giunta di Palazzo Marino ha approvato all’unanimità l’Accordo di Programma per le aree di Expo 2015, sottoscritto ieri da Comune e Provincia di Milano, Regione Lombardia, Comune di Rho e Poste Italiane. Il documento arriverà in Consiglio comunale il prossimo 25 luglio.

“Questa decisione – ha spiegato il Sindaco Giuliano Pisapia – ci permetterà di far partire i lavori entro ottobre. La sottoscrizione di questo atto segna una netta discontinuità con il passato, sia nel metodo sia nella definizione degli obiettivi concreti di questa lunga vicenda. Abbiamo assistito in questi anni a un conflitto costante tra le istituzioni locali, che ha ritardato clamorosamente le decisioni necessarie e ci ha messi a rischio di una figuraccia internazionale. Oggi sono state poste le condizioni per avviare finalmente le azioni indispensabili per promuovere, far conoscere e far crescere la fiducia dei cittadini milanesi e lombardi nei confronti di questo grande appuntamento. Abbiamo compiuto un passo importante per il successo nazionale e internazionale di Expo e per la grande eredità che vogliamo lasciare a Milano e al Paese”.

La Giunta ha invitato l’Assessore alla Cultura, Expo, Moda e Design Stefano Boeri a predisporre, in coordinamento con i Capigruppo della maggioranza, il testo di un ordine del giorno e di un documento di indirizzo che accompagnerà la ratifica dell’Accordo di programma e che descriverà le azioni da compiere nei prossimi anni per rendere Expo una grande manifestazione partecipata e popolare, e per prefigurare il lascito futuro che questo evento dovrà consegnare alla città e al Paese. Nei prossimi giorni la Giunta affronterà anche il tema del rafforzamento delle deleghe operative che riguarderanno Expo.

L’Accordo prevede che sull’area Expo sorga il più grande parco d’Europa, con almeno il 56% dei terreni destinati a verde, e saranno prese tutte le iniziative necessarie per dare seguito alla volontà espressa dai cittadini con il voto sul quesito referendario su Expo 2015.
PARCHI. APPROVATE LE LINEE GUIDA PER LA CONCESSIONE DEL “BOSCOINCITTÀ” A
ITALIA NOSTRA FINO AL 2020

Milano, 1° luglio 2011 – Il "Boscoincittà" continuerà a essere gestito da
Italia Nostra. Lo ha deciso oggi la Giunta comunale che ha approvato le
linee guida della convenzione per la concessione d’area all’associazione
ambientalista, fino al 2020, del parco cittadino di via Novara. La
convenzione, che sarà sottoscritta nelle prossime settimane, prevede che
per il 2011 il Comune versi a Italia Nostra un contributo massimo di circa
290.000 euro, pari a un importo annuo di circa 580.000 euro e che ci sia
una condivisione annuale dei principali interventi.

“Con la decisione presa oggi – ha spiegato l’assessore alla Mobilità,
Ambiente, Arredo urbano e Verde, Pierfrancesco Maran – abbiamo dato
continuità e riconoscimento al lavoro effettuato da Italia Nostra sull’area
del Boscoincittà, che è nata ed è cresciuta grazie al prezioso contributo
di questa associazione. La concessione a Italia Nostra rappresenta non solo
la miglior scelta da un punto di vista economico, ma anche dal punto di
vista delle competenze e del legame che Boscoincittà e Italia Nostra
avranno con l’Expo 2015".

Al centro della convenzione la realizzazione del progetto, contenuto nella
documento di programmazione 2011 – 2020 presentato da Italia Nostra al
Comune, che garantisce il completamento degli interventi in corso e la
realizzazione di nuovi, con particolare attenzione al sistema delle acque,
alla biodiversità e ai contenuti di Expo 2015.
EXPO. SINDACO PISAPIA INCONTRA SEGRETARIO BIE LOSCERTALES: “PERCORSO
CONDIVISO, LAVORI AL VIA IN OTTOBRE”

Milano, 29 giugno 2011 – “L’incontro con il Segretario del Bie è stato
molto proficuo, con la condivisione dei prossimi passaggi necessari perché
Expo sia uno straordinario successo nazionale e internazionale I lavori
dovranno partire a ottobre, e ci siamo impegnati perché questo avvenga. Ci
siamo anche trovati d’accordo sul futuro di Expo, che dovrà lasciare in
eredità a Milano molti progetti culturali, sociali, legati allo sviluppo
economico della città”.

Lo ha detto il Sindaco di Milano Giuliano Pisapia, dopo aver incontrato a
Palazzo Marino il Segretario generale del Bureau International des
Expositions Vicente Gonzalez Loscertales per fare il punto sullo stato
dell’organizzazione di Expo 2015. All’incontro erano presenti anche il
Direttore generale di Expo 2015 SpA Giuseppe Sala e l’assessore con delega
all’Expo Stefano Boeri.

Quanto alla Newco, il Sindaco ha precisato: “Non è importante avere il 51%
ma essere determinanti nella governance, nelle decisioni presenti e future
della società, perché è evidente che ogni scelta dovrà essere condivisa
anche dal Comune”.

“Anche il nome del prossimo Commissario straordinario dovrà essere
condiviso tra i soggetti istituzionali che partecipano a Expo. È
fondamentale che sia al di sopra delle parti e che lavori per il successo
della città e dell’evento”, ha concluso il Sindaco
EXPO. BOERI: "PARCO AGROALIMENTARE PROGETTO DI INTERESSE COLLETTIVO"

Milano, 29 giugno 2011 - L'assessore alla Cultura con delega all'Expo Stefano Boeri, a seguito dell'incontro con il segretario generale del BIE Vicente Loscertales, ha dichiarato: "Come ha detto il segretario generale del Bie Loscertales, il parco agroalimentare contenuto nel Masterplan di Expo 2015 è un grande progetto di interesse collettivo, che deve restare sul sito anche dopo la conclusione dell'evento. Come ha ben chiarito il Sindaco Pisapia, il parco non è un paesaggio bucolico, ma un grande sistema di campi coltivati, serre ad alta tecnologia, orti botanici, padiglioni e servizi ricettivi ed espositivi che ha come scopo la valorizzazione delle filiere agroalimentari dei Paesi del mondo e di quella italiana in particolare".
EXPO 2015. MARTEDÌ 17 MAGGIO IL COMITATO INTERNAZIONALE E ITALIANO "2015:
WOMEN AND EXPO" INCONTRA LA STAMPA


Milano, 13 maggio 2011- Martedì 17 maggio, a Palazzo Marino, si svolgerà
il secondo Operative Meeting “2015: Women and Expo” Advisory Board, il
gruppo di donne nato per promuovere la creatività imprenditoriale
femminile, nelle varie aree del mondo, sugli argomenti legati al tema di
Expo “Nutrire il pianeta, energia per la vita”.

Alle ore 15.30, in Sala dell’Orologio, si terrà un incontro stampa con il
Sindaco e Commissario straordinario del Governo per Expo 2015 Letizia
Moratti; Diana Bracco, presidente Expo 2015 Spa; personalità
internazionali come Cherie Blair, presidente della Fondazione delle donne
Cherie Blair; Irina Bokova, Direttore Generale dell’Unesco; Margarita
Cedeno de Fernandez, Primera Dama della Repubblica Dominicana; Rhoda Peace
Tumusiime, Commissario africano dell’economia rurale e dell’agricoltura;
Arzuhan Dogan Yalcindag, editore di Dogan Holding.