xxx
 


Link Sponsorizzati***

Cerca nel Sito
Ricerca personalizzata

Eventi News 24

↑ Grab this Headline Animator

LA CASA 139 - Via Ripamonti, 139 - Milano
www.myspace.com/lacasa139
www.lacasa139.com
Link Sponsorizzati
- AVVISO -

Vi ricordiamo che La Casa 139 è un circolo ARCI e l'ingresso è riservato ai Soci possessori della tessera Arci 2010.
Per quanti ancora non fossero Soci e volessero diventarlo, segnaliamo che è possibile compilare il MODULO DI AMMISSIONE CHE TROVATE NEL SITO ARCIMILANO, prima della data dell'evento a cui volete partecipare. Vi preghiamo poi di inviarlo alla mail: crybrezza@hotmail.com per poter ritirare la tessera all'ingresso dopo approvazione del Direttivo e dopo aver versato la quota associativa annuale.
Per il semplice rinnovo della tessera, è sufficiante esibire all'ingresso la tessera precedente e versare la quota associativa per il 2010, senza dover compilare il modulo di ammissione.

Vi preghiamo di aiutarci a seguire questi piccoli passaggi e Vi ringraziamo per la collaborazione.
Pubblicità
Pubblicità
CIRCOLO ARCI LA CASA 139

PROGRAMMA DELLA SETTIMANA



- AVVISO -

Vi ricordiamo che La Casa 139 è un circolo ARCI e l'ingresso è riservato ai Soci possessori della tessera Arci 2011. Per quanti ancora non fossero Soci e volessero diventarlo, segnaliamo che è necessario compilare il MODULO DI AMMISSIONE CHE TROVATE NEL SITO ARCIMILANO, almeno 24 ore prima della data dell'evento a cui volete partecipare, Vi preghiamo di stamparlo e presentarlo all'ingresso del circolo per poter ritirare la tessera dopo approvazione del Direttivo e dopo aver versato la quota associativa annuale.
Per il semplice rinnovo della tessera, è sufficiente esibire all'ingresso la tessera dell'anno precedente e versare la quota associativa, senza dover compilare il modulo
Grazie per la collaborazione!



LUN. 14 02 2011 LA BLANCHE ALCHIMIE

Il nuovo disco di Jessica Einaudi e Federico Albanese in uscita per gennaio 2011 su etichetta Ponderosa / Universal
Un “progetto di fuga” attraverso la musica. Questa la filosofia dietro il secondo,ambizioso album targato La Blanche Alchimie: “Galactic Boredom”, 10 brani, tutti in
inglese in uscita il 20 gennaio 2011 su etichetta discografica Ponderosa Music & Art
(distribuzione Universal), con la produzione artistica di Ludovico Einaudi.
«Senza voler essere pretenziosi, né andare troppo sull’intellettuale, attraverso la metafora della “noia galattica” abbiamo deciso di esasperare quel concetto di alienazione già affrontato nel disco d’esordio. Da una parte, c’è la presa d’atto di una quotidianità nella
quale non ci riconosciamo e della quale abbiamo per certi versi anche un po’ paura; dall’altra, la voglia di fuga dal presente per rifugiarsi nel passato e nel futuro. La nostra salvezza? Passa tramite i ricordi, il viaggio con la mente, la bellezza, la speranza».
Il dualismo alla base del nuovo lavoro si riverbera anche sul racconto sonoro, raffinato ed elegante, un vero e proprio risveglio per il pop italiano. Perché è di canzoni che si tratta.
Canzoni cesellate con perizia artigianale dove il pop ad alto tasso d’intimismo è declinato in chiave romantico-decadente, complice il pianismo di Federico Albanese (che suona moltissimi strumenti: dal glockenspiel alle percussioni), le incursioni vocali intense e sensuali di Jessica Einaudi e il rigoroso violoncello di Marco Decimo (già guest sul precedente album “La Blanche Alchimie”), sebbene qua e là non manchino increspature sottolineate da momenti più rock e dark.
Rispetto agli esordi, sono stati introdotti alcuni elementi di novità con la lavorazione di “Galactic Boredom”. Per esempio, per la prima volta compare la chitarra elettrica e, sempre per la prima volta, Federico e Jessica duettano insieme.
L’album è stato pensato e composto tra Milano, Berlino e le Langhe, dove è stato inciso in un casolare durante cinque giorni intensissimi ai primi di giugno del 2010.
A presiedere le registrazioni Ludovico Einaudi, alla sua “prima volta” nelle vesti di produttore artistico, e per di più di un progetto di canzoni.
Come singolo apripista la scelta è caduta su “Fireflies”, dal mood ipnotico e coinvolgente, il cui video è stato girato a Londra per la regia di Malina De Carlo.
La copertina, in carta riciclata, riproduce il quadro del pittore milanese Matteo Bergamasco dal titolo “Lost Way”.

Ore 21.30 Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci



MAR. 15 02 2011 VIA AUDIO NIGHT: MUSICA PER BAMBINI

Musica Per Bambini (a volte chiamato MusicaPerBambini o MxB) ha pubblicato tre album: Nascondino coll’assassino (1998), Del Superuovo (2002), M__sica (2005).
Nel 2006 ha dato alle stampe un disco col suo vero nome (Manuel Bongiorni) intitolato Storie per un Re, sponsorizzato dal Parco delle Fiabe del Castello di Gropparello (PC).
Ha collaborato con Radio Deejay producendo la sigla finale del programma B-Side di Alessio Bertallot (stagione 2006 - 2007).
Fra il 2007 e il 2008 ha collaborato con Dispenser, programma di Radio Due, fornendo alcuni brani e sigle di servizi.
I concerti di MxB sono caratterizzati da originali performance teatrali, una sorta di teatrino punk che si avvale di attori, mimi e giocolieri. Questo tipo di esibizioni è stato portato, in forma ridotta, anche in radio (a B-Side su Radio Deejay) e in televisione (Your Noise su MTV). Dal vivo il gruppo è costituito dallo stesso Manuel con i fidi Andrea Mansi, Diego Parenti e Mirko Montesissa. A La Casa 139 presentano in esclusiva il nuovo, attesissimo album.

www.myspace.com/musicaperbambini

Ore 21.30 Sottoscrizione 6 euro con tessera Arci


MER 16 02 2011 EUGENE

Eugene è un nome nuovo alla Casa139: un artista eclettico, un talento tutto da scoprire ed ammirare dal vivo il 16 febbraio 2011.Ma non è di certo l’ultimo arrivato Eugene, che dal 2001 può vantare oltre al suo progetto una carriera parallela come autore di colonne sonore ed un numero impressionante di collaborazioni sia in studio che live in Italia e all’estero (Inghilterra, Olanda, Austria, Belgio, Isole Cayman, Messico).
Dopo la vittoria nel 2005 al festival trevigiano RITMI GLOBALI EUROPEI, con Morgan dei Bluvertigo presidente di giuria, realizza il CD singolo “Dior DNA” prodotto dal maestro della new-wave italiana Garbo, ricevendo un ottimo riscontro di pubblico e critica non solo in Italia ma anche e soprattutto in Inghilterra, Germania e USA: sono molte infatti le radio (sia web che in FM) di base in questi tre paesi che programmano regolarmente la musica di Eugene.
Sempre nel 2005 inizia la collaborazione con il cantautore livornese Luca Faggella, documentata dal CD “Questa notte suona forte, tutto bene!” (DDF): Eugene prende parte con Luca anche allo spettacolo “Hiva Oa” dedicato a Jacques Brel.
Nel 2006 suona al RomaRock Festival tenutosi all’Ippodromo di Capannelle.
Nel 2008 con il brano “HR Diagram” raggiunge la fase finale sia dell’Heineken Jammin’ Festival Contest che del Coca-Cola Soundwave.
Nell’aprile dello stesso anno suona al leggendario Piper Club in Roma.
Nel mese di novembre 2008 Eugene riceve un inatteso quanto piacevole riconoscimento: è tra i “Top24 MySpace Artists”.
Nello stesso periodo lavora come produttore e arrangiatore al cd “My EPness”, esordio discografico della cantautrice Elettra.
Nel febbraio 2009 è tra i protagonisti di una importante uscita discografica, al fianco di autentici pionieri dell’elettronica quali Jean-Jacques Perrey, Dan Lacksman (Telex), Giorgio Li Calzi + Wolfgang Flur (Kraftwerk) nella compilation “Switched on Bob - a tribute to Bob Moog” per l’etichetta britannica Cherry Red/Bella Casa.
Dal 1° dicembre 2009 il CD-singolo “Dior DNA” è disponibile anche su iTunes.
Nel 2010 viene pubblicato l’EP degli Ottodix “Strananotte”, nel quale Eugene remixa il brano “Insonnia” con alla voce Georgeanne Kalweit (ex voce dei Delta V).
Il 6 e il 7 maggio 2010 Eugene organizza insieme al Maestro Cristiano Becherucci un doppio evento al Conservatorio di Latina: il primo (Noi siamo i robot) è un emozionante live multimediale, il secondo (Strategie Elettroniche) un seminario interattivo sulla musica elettronica al confine tra pop e sperimentazione.
Nello stesso anno registra con la band italiana All My Valentines nei prestigiosi studi Britannia Row di Londra (studi appartenuti per lungo tempo ai Pink Floyd), suona il piano con Simona Molinari a “La notte dei sospiri” (RAI1) e i synth con l’emergente Tiziano Toniutti a “Parla con me” (RAI3).

Il concerto alla Casa 139 sarà un occasione per apprezzare Eugene e la sua band e per ascoltare i brani del suo nuovo disco, impreziosito dalla partecipazione di Garbo ed Andy (Bluvertigo).

Ore 21.30 Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci



GIO. 17 02 2011 FLAVIO PIRINI ANNI 10 - Ospiti della serata: DOMENICO FINIGUERRA – ODEMA’ –SERGIO COCCHI

Anni ‘10 , cioè gli anni correnti, è il nome dell’appuntamento settimanale ideato e interpretato da Flavio Pirini a LaCasa139 di Milano.
Pirini propone il suo “circa intorno quasi teatro canzone”, cioè un concerto spettacolo dove si alternano canzone d’autore, monologhi, letture e umorismo, sempre secondo la formula che Pirini coltiva da qualche anno e che mescola poesia e ironia.
Le serate sono arricchite, oltre che dagli interventi del comico Pasqualino Conti, dalla presenza di moltissimi ospiti, scelti tra musicisti, attori, comici, scrittori e poeti.
Anni ‘10 è quindi un progetto particolare, underground e popolare, ambizioso e leggero, divertente e profondo, che si rivolge ad un pubblico che ama spettacoli con molteplici sfaccettature.
Questa settimana l’incontro è con Domenico Finiguerra, Odemà e Sergio Cocchi.

Ore 21.30 Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci



VEN. 18 02 2011 VALENTINA LUPI

Nel 2000 Valentina Lupi inizia il suo percorso live; frequenti i suoi concerti a IL LOCALE, memorabile club romano e al CIRCOLO DEGLI ARTISTI.
Nel 2002 suona al ROMA LIVE FESTIVAL e all’HEINEKEN JAMMIN FESTIVAL nello spazio Giovani emergenti.Nel 2006 il suo primo lavoro discografico e’ una raccolta di dodici brani intitolata “NON VOGLIO RESTARE CAPPUCCETTO ROSSO” (Altipiani/GDM/EDEL). L’album entra nella rosa dei cinque progetti finalisti in lizza per l’assegnazione del PREMIO TENCO 2006 come “Miglior album d’esordio” e in nomination per il premio FUORI DAL MUCCHIO.

Dopo l’uscita del disco,Valentina si e’ esibita in numerosi concerti volti alla promozione del proprio lavoro, partecipando anche ad importanti manifestazioni come la finale del concorso per la nuova canzone d’autore italiana “L’artista che non c’era” organizzato dalla rivista musicale “L’isola che non c’era” e la prima edizione del DEMO FEST a Lamezia Terme promosso dal M.E.I.

A maggio 2007 arriva la vittoria nella terza edizione della rassegna PRIMO MAGGIO TUTTO L’ANNO che le consente di entrare a far parte del concertone romano in Piazza San Giovanni.
Insieme alla sua band è ospite al “Festival delle Culture Giovani” organizzato dal comune di Salerno e in occasione della manifestazione “Venti di Erasmus” di Rimini apre il concerto dei Tiromancino,Afterhours e BandaBardo’.

Si esibisce nuovamente a Roma; a Villa Celimontana, a La Palma Club insieme a Nicky Nicolai, al “Festival Internazionale della Poesia” di Genova, al “Festival della Musica” di Pinerolo, al “Novara Summer Festival”, al M.E.I. Festival FI-ESTA ROCK di Firenze e all’Auditorium Parco Della Musica insieme a Stefano Di Battista.

Nell’ inverno 2008,ha intrapreso un tour che ha toccato diverse città, alternando ai set elettrici quelli in formazione acustica. Collabora come cantautrice e compositrice con diversi Artisti della scena musicale Italiana. A Febbraio 2011 uscirà il nuovo album di Valentina Lupi, ‘Atto Terzo’.

www.myspace.com/valentinalupi
www.facebook.com/pages/Ali-Buma-Ye-Records

Ore 21.30 Sottoscrizione n.p. con tessera Arci


SAB. 19 02 2011 – SERATA DANZANTE

Ore 23.30 Ingresso gratuito con tessera Arci





DOM. 20 02 2011 – CHIUSURA



Chiusura
CIRCOLO ARCI LA CASA 139

Via Ripamonti 139 – 20141 Milano

Caro socio cara socia

come certamente sai il circolo che frequenti, al pari di tante altre strutture, è uno spazio che vive grazie al lavoro e all’impegno volontario di molte persone. Dietro la miriade di iniziative, momenti per il tempo libero, campagne di solidarietà che conosci, c’è una associazione di promozione sociale associata all’Arci e un gruppo dirigente composto da vo­lontari e volontarie.(all’entrata troverai le indicazioni dei membri del Consiglio direttivo)

Con questa informativa vogliamo metterti a conoscenza del fatto che il mondo dell’associazionismo attraverserà nei prossimi mesi una fase di importanti verifiche e controlli da parte dell’Agenzia dell’Entrate, della Siae o della Guardia di Finanza e della Polizia Annonaria. Si tratta di controlli che avranno l’obiettivo di verificare se nel corso della gestione sociale è stata compiuta qualche ir­regolarità o di individuare quei falsi circoli che sfruttano impro­priamente le agevolazioni fiscali previste per il no-profit.

Noi che da sempre ci impegniamo a rispettare le normative di riferimento salutiamo con favore questo rinnovato impegno nel contrastare il finto associazionismo, contro ogni forma di evasione fiscale. A questo proposito però ci permettiamo di os­servare che le priorità di intervento dello Stato dovrebbero met­tere al centro la lotta alle mafie, il contrasto al lavoro irregolare, allo spaccio di droghe, contro ogni forma prostituzione e tratta di esseri umani e non l’associazionismo dei circoli!

Non possiamo in alcun modo accettare che il mondo dell’associazionismo sia assimilato all’illegalità o al malaffare: l’associazionismo è partecipazione, socialità, volontariato, pro­mozione dei diritti. Provate ad immaginare cosa succederebbe se tutti i volontari impegnati nel sociale abbandonassero il proprio impegno? Tutto il territorio provinciale sare­bbe una realtà del tutto diversa da quella che conosciamo!

E’ dunque importante che questa fase di controlli non as­suma le caratteristiche della persecuzione, che non si faccia di tutta l’erba un fascio, spingendo così le persone ad abbandonare il proprio impegno di volontari e di dirigenti perché spaventati dalle responsabilità! Sentiamo fortemente il bisogno che le is­tituzioni tutte sostengano l’associazionismo sano e le migliaia di attivisti impegnati nelle più svariate attività sociali!

Per questo, caro socio e cara socia, chiediamo anche a te di fare uno sforzo in più nel collaborare alla vita sociale del tuo circolo e di comprendere che le richieste o le indicazioni del gruppo dirigente sono finalizzate a migliorare l’organizzazione delle attività nel rispetto delle normative di riferimento.

Presta attenzione alle convocazioni dell’assemblea dei soci: la tua partecipazione è il modo più importante di manifestare condivisione e vicinanza al gruppo dirigente del tuo circolo.

Ricordati che un circolo non è un bar, né un ristorante o un locale da ballo ! Le tante attività proposte hanno una finalità as­sociativa di promozione dell’aggregazione, per la crescita cul­turale delle persone e del valore della solidarietà attiva. Il tuo contributo come volontario è importante e necessario: metti a disposizione un po’ del tuo tempo libero!

Se assisterai o verrai a sapere di un controllo/ispezione nel tuo circolo, sappi che anche tu potresti essere in­terpellato in prima persona per fornire informazioni o per com­provare con la tessera il tuo essere in regola come socio. Ti potranno chiedere se sei socio, da che anno, per quale motivo sei lì e ti sei associato, se conosci le persone che dirigono il Circolo , il presidente, se sei a conoscenza che vengono svolte assemblee, se sei stato convocato e in che modo, se hai mai partecipato, quali sono i servizi che eroga l’associazione e cosa paghi per questi servizi? Rispondi tranquillamente non abbiamo niente da nascondere, se da poco sei associato e non conosci tutte le regole dello statuto chiedi di qualcuno del Consiglio Direttivo e verrai aiutato, potrai trovare un elenco dei membri del Direttivo vicino all’entrata con i riferimenti.



Quindi, quando nelle prossime settimane ti chiederemo di procedere al rinnovo della tessera Arci 2011 e della quota sociale del circolo, ricordati che si tratta di un atto fondamentale per sostenere il tuo circolo e per potere frequentare in regolarità tutti i cir­coli Arci, porta con te la vecchia tessera ci faciliterai per il rinnovo ed anche per i controlli .

Porta sempre la tua tessera Arci con te perché nel corso dell’anno ci saranno verifiche per attestare che tutti i frequen­tanti siano in regola con il tesseramento.

Se hai dubbi o domande su questi argomenti puoi contattare l’Arci allo 02/54178238

Grazie per la tua attenzione!
CIRCOLO ARCI LA CASA 139

PROGRAMMA DELLA SETTIMANA



- AVVISO -

Vi ricordiamo che La Casa 139 è un circolo ARCI e l'ingresso è riservato ai Soci possessori della tessera Arci 2010. Per quanti ancora non fossero Soci e volessero diventarlo, segnaliamo che è necessario compilare il MODULO DI AMMISSIONE CHE TROVATE NEL SITO ARCIMILANO, almeno 24 ore prima della data dell'evento a cui volete partecipare, Vi preghiamo di stamparlo e presentarlo all'ingresso del circolo per poter ritirare la tessera dopo approvazione del Direttivo e dopo aver versato la quota associativa annuale.
Per il semplice rinnovo della tessera, è sufficiente esibire all'ingresso la tessera dell'anno precedente e versare la quota associativa, senza dover compilare il modulo
Grazie per la collaborazione!



LUN. 24 01 2011 G-FAST – Opening Act: ANDREA LABANCA

G-Fast: Tre corde e molte idee.

Una vecchia chitarra acustica con sole tre corde, una pedal board equipaggiata con vari pedali per creare, incastrare e sovrapporre geniali ed insistenti loop ritmici, un pizzico di elettronica e grande bravura alla slide. Sono queste le armi di G-Fast, apprezzato chitarrista e produttore della scena musicale milanese che presenta questo nuovo ed originale progetto solista. Per presentarsi da soli in scena con queste poche armi ci vuole audacia, fantasia e bravura, tutti elementi che evidentemente non gli mancano: il groove e le sonorità che ne vengono fuori sono sorprendenti per quanto riescono a richiamare in egual misura la più antica tradizione blues, che va da John Lee Hooker a R.L. Burnside e Seasick Steve, le intuizioni rock dei Rage against the machine e Jimi Hendrix e le atmosfere ipnotiche più moderne e rarefatte che richiamano alla mente Moby e Kruder&Dorfmeister sopratutto nei groove ritmici.Tutto questo emerge chiaramente sia dai brani originali che dalle rivisitazioni di brani celebri, come ad esempio Shout (Tears or Fears), che nell’ingegnoso trattamento di G-Fast è letteralmente reinventata in una sorta di ossimoro industrial-acoustic. Un progetto coraggioso che nell’attuale scena musicale live, spesso appiattita su prevedibili ed ormai incanutite cover-band, spicca per l’originalità e la voglia di creare qualcosa di nuovo.Il 18 dicembre e’ uscito il suo primo disco come prova solista “Dancing with the freaks” (el mariachi studios production) che presenta live immerso in una scenografia da circo itinerante con effetti speciali.Spettacolo da ascoltare e guardare.

http://www.gfast.net
http://www.myspace.com/gfast

Ore 21:30 sottoscrizione 5 euro con tessera Arci



MAR. 25 01 2011 DONNE DI CASA PER EMERGENCY

Tre donne, tre modi diversi di fare musica e di creare emozioni, tre mondi apparentemente lontani che si fondono diventando un tutt’uno.
Tre musiciste, un unico palco, una sola serata: Donne di casa, il concerto organizzato per Emergency a sostegno delle attivita’ dell’Associazione ed a favore della diffusione di una cultura di Pace e di Uguaglianza. Emergency è un’associazione italiana indipendente e neutrale, nata per offrire cure medico-chirurgiche gratuite e di elevata qualità alle vittime delle guerre, delle mine antiuomo e della povertà.

La serata si terrà alle 21.30 in uno dei luoghi chiave della musica live milanese: la Casa 139 di via Ripamonti 139 sul cui palco potremo vedere per la prima volta insieme Roberta Cartisano, Sedna ed Emyl.
Le tre “Donne di casa” non si limiteranno ad eseguire i loro brani, ma li riarrangeranno per l’occasione cantandoli tutte e tre insieme.
Ospiti della serata saranno Raffaella De Stefano e Jolanda.
Ingresso: 5 euro con tessera Arci
L’intero incasso della serata sarà destinato all’Ospedale e centro chirurgico per le vittime di guerra “Tiziano Terzani” di Lashkar-gah in Afghanistan.

Roberta Cartisano
Musicista calabrese ha da poco ultimato il suo disco d’esordio Autentiche Voci curandone personalmente gli arrangiamenti in qualità di polistrumentista. Nasce come bassista e pianista e collabora da sempre con diversi artisti sia in studio che live . Il suo disco è stato registrato nello studio di Lele Battista con ospiti Cesare Basile e Giorgio Mastrocola. Una personalità ricca di curiosità, amante della lingua di Dante e della storia dell’uomo ma anche ironica e agrodolce come la commedia all’italiana.

www.robertacartisano.it

Sedna

Stefania Fasoli in arte Sedna, è una cantautrice lodigiana al suo primo cd in uscita intitolato Baci di Dama, registrato tra Lodi e Bologna al Magazzeno dei Mariposa.. Ha collaborato con Amaury Cambuzat degli Ulan Bator, nel suo progetto Acid cobra e ha condiviso il palco con Raffaella De Stefano. Le tradizionali melodie folk rock si mescolano al jazz e alla musica contemporanea, creando un elegante fluire di armonia e parole che danno una personale impronta di femminile sensibilità musicale

www.myspace.com/stefaniafasoli

Emyl

Partita dalla Sicilia con le note dei Beatles e di Janis Joplin nelle orecchie, Emyl a 18 anni approda a Galway dove inizia la vita da busker. Rientrata in Italia, nel 2005 vince il Cornetto Free Music Festival, dove divide il palco con artisti quali Jamiroquai e Morcheeba Nel 2010 ha aperto i concerti di Cristina Donà e Marta sui Tubi. Sapori di Sicilia ma anche richiami anglosassoni caratterizzano la sua musica grazie ad arrangiamenti e cambi di ritmo che solo lei riesce a creare.

www.emyl.com

Ore 21.30 Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci


MER 26 01 2011 NUMER06

Mercoledì 26 gennaio I Numero6 saliranno sul palco della Casa 139 di Via Ripamonti per presentare il nuovo album “I love you fortissimo”.
Il disco, uscito a novembre su etichetta Supermota/Audioglobe, sta riscuotendo importanti consensi dalla stampa e ha confermato la band genovese come una delle più interessanti realtà del panorama indipendente italiano.
Nel corso del concerto milanese i Numero6 suoneranno i brani dell’ultimo lavoro e canzoni dai precedenti 3 dischi, oltre a qualche gustosa sorpresa.”I love you fortissimo” arriva a ridosso dell’importante collaborazione con lo scrittore Enrico Brizzi e a due anni di distanza dal fortunato ep “Quando arriva la gente si sente meglio” che ha ottenuto un’interessante visibilita` internazionale grazie anche al featuring di Bonnie “Prince”Billy e a quattro da quel Dovessi mai svegliarmi che ha permesso al gruppo di imporsi come una delle realta` piu` interessanti del panorama indie-rock italiano consolidando e ampliando i consensi scaturiti da “Iononsono” primo lavoro datato 2004.

Tra quaranta nuove canzoni a disposizione i Numero6 ne hanno scelte tredicie le hanno “vestite” con arrangiamenti scarni e diretti, puntando a un suono live, viscerale, il piu` possibile sincero e senza troppi fronzoli. La realizzazione di “I love you fortissimo” e` coincisa con un riassetto della line up che ha accolto la rimpatriata di Andrea Calcagno “Tarick 1″ al basso e la novita` dell’eclettico polistrumentista Tristan Martinelli, che firma la produzione artistica insieme a Michele Mezzala Bitossi.

www.myspace.com/numero6

Ore 21.30 Sottiscrizione 5 euro con tessera Arci



GIO. 27 01 2011 FLAVIO PIRINI ANNI 10 - Ospiti della serata: Alberto Patrucco e Vincenzo Chinaski

Anni ‘10 , cioè gli anni correnti, è il nome dell’appuntamento settimanale ideato e interpretato da Flavio Pirini a LaCasa139 di Milano.
Pirini propone il suo “circa intorno quasi teatro canzone”, cioè un concerto spettacolo dove si alternano canzone d’autore, monologhi, letture e umorismo, sempre secondo la formula che Pirini coltiva da qualche anno e che mescola poesia e ironia.
Le serate sono arricchite, oltre che dagli interventi del comico Pasqualino Conti, dalla presenza di moltissimi ospiti, scelti tra musicisti, attori, comici, scrittori e poeti.
Anni ‘10 è quindi un progetto particolare, underground e popolare, ambizioso e leggero, divertente e profondo, che si rivolge ad un pubblico che ama spettacoli con molteplici sfaccettature.
Questa settimana l’incontro è con Alberto Patrucco e Vincenzo Costantino Cinaski.

Ore 21.30 Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci



VEN. 28 01 2011 EVA MON AMOUR

Tornano sul palco de La Casa 139 gli Eva Mon Amour, con l’energia del loro live ed un nuovo singolo, “Prometto” il secondo tratto da “La doccia non è gratis”, girato proprio a Milano, all’inizio della nostra Via Ripamonti, per la regia di Stefano Poletti (già autore per Baustelle, Tre Allegri Ragazzi Morti, Pan del Diavolo ecc.).
PROMETTO è una sorta di esercizio, anzi tre:

esercizio numero 1 ____promettere
esercizio numero 2 ____mantenere le promesse fatte
esercizio numero 3 ____mantenersi per continuare a promettere ripetere da capo.

“La doccia non è gratis” (29RECORDS/CNI/BELIEVE) è il titolo del nuovo album degli Eva Mon Amour. Questo secondo disco voluto e realizzato in tempi brevi, dopo appena pochi mesi dalla precedente pubblicazione, è nato durante alcuni viaggi e le numerose tappe di un lungo tour. ”La doccia non è gratis” è uscito a giugno 2010 in un’edizione ristampa arricchita dall’inserimento nella tracklist di due brani inediti. Al centro de “La doccia non è gratis” rimane sempre la canzone,con testi che fotografano la crudezza della realtà dove convivono la fatica del quotidiano e l’accettazione dell’assurdo. Il risultato è un disco essenziale e immediato.

http://www.evamonamour.com
http://www.myspace.com/evamonamour

“Prometto” on YouTube http://www.youtube.com/watch?v=wQBx5gkYPeI

Ore 21.30 Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci.


SAB. 29 01 2011 – SERATA DANZANTE

Ore 23.30 Ingresso gratuito con tessera Arci





DOM. 30 01 2011 – CHIUSURA
CIRCOLO ARCI LA CASA 139

PROGRAMMA DELLA SETTIMANA



- AVVISO -

Vi ricordiamo che La Casa 139 è un circolo ARCI e l'ingresso è riservato ai Soci possessori della tessera Arci 2011. Per quanti ancora non fossero Soci e volessero diventarlo, segnaliamo che è necessario compilare il MODULO DI AMMISSIONE CHE TROVATE NEL SITO ARCIMILANO, almeno 24 ore prima della data dell'evento a cui volete partecipare, Vi preghiamo di stamparlo e presentarlo all'ingresso del circolo per poter ritirare la tessera dopo approvazione del Direttivo e dopo aver versato la quota associativa annuale.
Per il semplice rinnovo della tessera, è sufficiente esibire all'ingresso la tessera dell'anno precedente e versare la quota associativa, senza dover compilare il modulo
Grazie per la collaborazione!



LUN. 17 01 2011 PARK AVENUE

I Park Avenue nascono a Novara nel gennaio 2006 e cominciano subito la loro esperienza live proponendo il proprio repertorio inedito. Si esibiscono nei più importanti locali nazionali e partecipano a numerosi concorsi, vincendo l’Emergenza Rock Festival.
Suonano in Germania al Tahuberthal Open Air Festival, allo Sziget Festival di Budapest e a Praga al Rock For People, esibendosi prima di grandi artisti internazionali tra cui Gogol Bordello,The Killers, Massive Attack, Pink e The Offspring.
Nel 2008, l’incontro con il produttore Fabio Gargiulo della Bkm Production che, immediatamente interessato al progetto, decide di produrre il primo album della band dal titolo ‘Time To’ (Bkm/Time/Venus).Il disco è stato registrato a Milano presso i Bach Studios e poi mixato in parte da John Paterno (Robbie Williams, Pearl Jam, Suzanne Vega) a Los Angeles.
Dal disco sono stati estratti i singoli ‘Golden Mind’ e ‘I Play’ entrambi ‘adottati’ da Virgin Radio che ha fortemente voluto il primo nella sua compilation ‘Style Rock 3′ accanto a nomi prestigiosi del panorama musicale internazionale come Depeche Mode, Franz Ferdinand, Oasis.
Di ‘I Play’ è stato girato un videoclip con la collaborazione di Andrea Basile e Fabio Jensen alla regia. Il video è tuttora onair su Deejay Tv, Rock Tv, Match Music e sulla web tv di Virgin Radio presso la quale è stata registrata un’esibizione unplugged con intervista alla band.
La scelta di scrivere in inglese denota determinazione e ‘apertura’ da parte della band che aspira a raggiungere il mercato internazionale pur non escludendo in futuro un progetto in lingua madre.
La produzione del disco valorizza il carattere propriamente ‘live’ della band e il risultato è un sound convincente che racchiude in sé toni forti e originali, alternati agli spunti intimisti delle ballad.
La tracklist racconta come ognuno affronta le vicende della vita alle prese con emozioni e problematiche: l’amore, la delusione, la sensazione di cadere e un attimo dopo la voglia di ricominciare.

Tra i brani della tracklist vale la pena citare ‘Automatic’, aggrssivo e frenetico come la società che ci rende ‘automatici’ piuttosto che liberi di godere la vita; ‘Lady Truth’, ricercato nell’arrangiamento, invita l’ascoltatore a ‘vedere’ anche le sottigliezze; ‘Runaway Boy’, deciso e adrenalinico e ‘Time To’, da cui prende nome il disco, che in qualche modo rappresenta lo slogan del progetto: Tempo di.. sognare, agire, esistere.
Tempo dei Park Avenue.

Ore 21.30 Ingresso gratuito con tessera Arci



MAR. 18 01 2011 THE IAN FAYS – Opening act: THE CALORIFER IS VERY HOT!

Le sorelle gemelle Lizz e Sara Fay, chitarrista la prima, bassista la seconda ed entrambe cantanti, provengono dalla contea di Arcata, California e ora vivono a San Francisco.
Ispirate dalla scena indie-folk e lo-fi femminile (Azure Ray e Mirah), dagli sperimentalismi synth-pop dei Magnetic Fields, e con una passione per il cantautorato classico a stelle e strisce (da Dylan a Elliot Smith), iniziano a scrivere canzoni assieme, mescolando voci delicate, chitarre acustiche, basi elettroniche e tastiere giocattolo Casio ritrovate in soffitta.
Il loro amore per l’Italia è di vecchia data: l’album di debutto delle Ian Fays infatti uscì per la storica Homesleep nel 2005. Ora ritornano con questo Jensen’s Camera, lavoro registrato in gran parte all’Us Random Calculator Studio di Ghedi (Brescia) da Alessandro Paderno dei Le Man Avec Les Lunettes, mentre il resto delle canzoni proviene dalle session realizzate insieme a Eli Crews (già collaboratore di Deerhoof e Why?).
Il nuovo album gioca con i suoni e gli strumenti tipici della band (le armonie vocali, la fusione di elementi acustici con synth e drum machine), ma durante la produzione si è deciso di privilegiare l’eterogeneità delle canzoni, composte in periodi e luoghi molto differenti.
Alcune erano già in valigia dall’America, altre sono nate proprio in Italia, grazie all’ispirazione di una casa magica in mezzo alla pianura che le ha ospitate per diverse settimane all’inizio dell’estate.
Il collettivo W e W ere Never Being Boring (www.wwnbb.net) pubblicherà Jensen’s Camera il 25 dicembre e le Ian Fays saranno in tour in Europa all’inizio del 2011.

http://www.myspace.com/theianfays

Ore 21.30 Sottoscrizione 8 euro con tessera Arci


MER 19 01 2011 SELTON

Un gruppo beat che sbarca in prima serata nel varietà del sabato sera, pronto a provare gli ingranaggi del pop italiano e ad affrontarne la metrica linguistica. Una cartolina in elegante bianco e nero, proveniente magari dagli anni sessanta del boom economico. I Selton sono però una realtà dei giorni nostri e arrivano per di più dal Sud America: sono infatti nati in una grande città brasiliana come Porto Alegre, ma la loro residenza attuale è a Milano.
Dopo aver fatto la cosiddetta gavetta in Catalogna - Barcellona è stata la loro seconda patria - ed essere stati scoperti da Fabio Volo (che li scelse come band di studio del suo “Italo-Spagnolo” su
MTV), si aprì per questi quattro ragazzi la prospettiva di trovare nuovi stimoli e domicilio in Italia, dove arrivarono iniziando subito a suonare live, mettendo in carnet negli ultimi anni centinaia di
concerti e diventando un piccolo fenomeno di culto. Chi li ha visti sul palco non li dimentica. La critica italiana li ha scoperti nel 2008, sperticandosi in lodi inizialmente per una fortunata rivisitazione di “Vengo Anch’io No Tu No”, del nostro medico preferito Enzo Jannacci. Questo non placò certo le ambizioni dei quattro, che decisero di rivedere secondo il proprio idioma alcune celebri interpretazioni di Dario Fo e Cochi e Renato. Come dire, folklore italiano che diviene
materia di studio, in una reale concezione di musica dal mondo. Dopo il debutto “Banana A Milanesa” (edito da Barlumen Records, alla cui registrazione gli stessi Jannacci e Cochi e Renato diedero il loro contributo, quasi a consacrarli come propri cosmopoliti eredi) ora i nostri si concedono il salto, in lungo. Registrato da Tommaso Colliva (il quinto uomo dei Calibro 35, nonché produttore di fama internazionale che ha curato dischi per Franz Ferdinand e Muse, tra gli altri) e Massimo Martellotta (chitarrista di Calibro 35), il nuovo disco è la logica evoluzione di un gruppo
che ha compiuto la metamorfosi ultima, abbracciando infine l’italiano come lingua madre. Uno dei nostri migliori cantautori - Dente - li ha assistiti nell’adattamento dei testi in italiano (concepiti nell’idioma originale portoghese), dando così un impatto superlativo agli incastri vocali che hanno fatto ad oggi la fortuna della band.
Ci sono i colori del sixties sound, la coralità tipica della west coast americana e le ovvie reminiscenze samba e tropicaliste nella musica dei Selton, una delle più avvincenti realtà del pop internazionale, non fosse altro per la loro spiccata capacità di confrontarsi con materiali altrui. Nel nuovo - omonimo - album le 13 canzoni sono autografe; istantanee di vita vissuta, scampoli di modernità che si ritrovano in un sound fresco, avvincente, dove i rigogliosi arrangiamenti si arricchiscono di strumenti ‘altri’ come il sitar - dello stesso Massimo Martellotta in “Be Water” - o
il clarinetto di Enrico Gabrielli e il violino di Rodrigo d’Erasmo (Afterhours) in “Testa Quadrata”. Per il resto sono Daniel (voce, batteria, percussioni, Ricardo (voce, chitarra elettrica, tastiere, fender rhodes), Eduardo (basso e voce) e Ramiro (voce, chitarra classica ed elettrica) a menar le danze. E’ una musica affascinante nella sua leggerezza, sofisticata nella scrittura, puntuale nel mettere in circolo le più disparate influenze.
E’ un’estate perenne, sottile.

http://myspace.com/seltonselton

Ore 21.30 Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci



GIO. 20 01 2011 FLAVIO PIRINI ANNI 10 - Ospiti della serata: RENATO SARTI – INES FAIL

Anni ‘10 , cioè gli anni correnti, è il nome dell’appuntamento settimanale ideato e interpretato da Flavio Pirini a LaCasa139 di Milano.
Pirini propone il suo “circa intorno quasi teatro canzone”, cioè un concerto spettacolo dove si alternano canzone d’autore, monologhi, letture e umorismo, sempre secondo la formula che Pirini coltiva da qualche anno e che mescola poesia e ironia.
Le serate sono arricchite, oltre che dagli interventi del comico Pasqualino Conti, dalla presenza di moltissimi ospiti.
Questa settimana l’incontro è con: Renato Sarti, attore drammaturgo e Inis Fail, affiatatissima band di musica irlandese.

“RENATO SARTI è attore, autore, drammaturgo nonché direttore dell’attivissimo Teatro della Cooperativa di Milano. In più è un amico, cosa che gli ha impedito di rifiutare il mio invito. Il suo curriculum è uno di quelli che fa una certa impressione, ma Renato non è affatto il tipo di artista distaccato e un po’ tronfio, anzi è amabile e cordiale. Di lui ammiro l’impegno nel promuovere un teatro attuale e “politico”, nonché la sua predisposizione all’umorismo, suo primo vero amore. Vi consiglio di non perdere un incontro con un personaggio di questo calibro.

Gli INIS FAIL suonano irish music made in Italy, cioè uniscono la tradizione irlandese con arrangiamenti personali. Sono stati in grado di rappacificarmi col genere folk irlandese, che per un breve periodo è stato molto di moda un po’ come negli ultimi tempi la pizzica e che, di conseguenza, io non ho amato essendo uno snob. Ma la moda non c’entra niente con la passione di questo gruppo di elevato livello tecnico, che suona da quasi tre lustri senza perdere mai smalto ed energia. Sarà un piacere averli sul palco della Casa.”

Flavio

Ore 21.30 Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci



VEN. 21 01 2011 LEITMOTIV

I Leitmotiv riuniscono cinque elementi dalle personalità forti e diverse, originando una miscela dinamica ed esplosiva che copre e riscopre generi, sonorità e lingue. “Vengono dalla Puglia e ne trasportano calore e poesia, ma sembrano avere la cittadinanza in tutta Europa per la straordinaria vitalità con cui intrecciano stili e culture. in una formula musicale eccentrica. Rock, folk, pop. Canzoni teatrali, schizofreniche e cariche di un’espressività assolutamente imprevedibile.”

Durante l’Audace Bianco Sporca in Tour, i Leitmotiv hanno percorso migliaia e migliaia di chilometri, da Siviglia per il Monkey Week Festival a Skopje in Macedonia, per la Biennale degli Artisti dell’Europa e del Mediterraneo. Più di cento concerti in un anno che hanno dato alla band una consapevolezza e maturità importante. Così, dopo aver fatto parlare di sé con il loro debutto “L’AUDACE BIANCO SPORCA IL RESTO”, sono pronti a stupire tutti con il nuovo “PSYCHOBABELE”. Per la velocità di stesura, e per una precisa volontà, le nuove canzoni hanno un’omogeneità naturale, un piglio unico e in faccia. La musica dei Leitmotiv ha preso colori ancora più netti, piazzandosi all’incrocio tra l’art rock, il folk alternativo, il post-punk con un’evidente e personalissima matrice mediterranea. Signore e signori, benvenuti a..
PSYCHOBABELE

Ogni città riceve la sua forma dal deserto a cui si oppone; e così il cammelliere e il marinaio vedono Despina, città di confine tra due deserti. da ‘Le città invisibili’, Italo Calvino

In questo gioco di scatole cinesi, matrioske immaginarie, di città in preda all’oblio, cangianti, distrutte, resistenti, deserte e affollate, senza orizzonti, la sfida è trovare le chiavi di accesso. La ricerca delle albe (intese anche come rinascite) è una costante, e l’uomo che lotta e prova a cambiare la realtà circostante o a non assuefarsi è a suo modo un Ulisse o un Galileo, circondato da corvi e sirene e miraggi, in vendita o meno.

È un album di azione, d’impatto. La parola sfida è dentro le sue corde. E anche se gli elementi naturali sono così presenti, questo è un album urbano, di città in qualche modo nevrotiche, perché dimentiche di sé e del loro ruolo di comunità. Città i cui abitanti non si incontrano o lo fanno con incomprensione: col tempo essi sono diventati trasparenti, invisibili ai luoghi della propria quotidianità. Psychobabele può essere infatti una società iper-mediatica, con (tele)visioni e network che mandano in diretta “cartomanzia” in nuove e più invasive forme.. Una Babele così diversa dai modelli del passato, ma composta anche in questo caso da persone che non sanno più parlarsi, non sanno più costruire insieme. E il navigatore che apre le vele o il naufrago che nuota al largo sono personaggi con un doppio valore: possono essere migranti o chiunque venga attirato, quanto qualcuno che ne fugge o al contrario accetta la sfida, cercando di portarsi oltre le mura di Psychobabele.

Nel deserto è il miraggio che spinge ad andare oltre. Senza miraggio, si attende solo passivamente il proprio
destino. È una illusione, forse, ma talvolta produce nell’uomo riverberi di una realtà più grande.

http://www.myspace.com/leitmotivonline

Ore 21.30 Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci


SAB. 22 01 2011 – SERATA DANZANTE

Ore 23.30 Ingresso gratuito con tessera Arci



DOM. 23 01 2011 – CHIUSURA

Chiusura
CIRCOLO ARCI LA CASA 139

PROGRAMMA DELLA SETTIMANA



- AVVISO -

Vi ricordiamo che La Casa 139 è un circolo ARCI e l'ingresso è riservato ai Soci possessori della tessera Arci 2010. Per quanti ancora non fossero Soci e volessero diventarlo, segnaliamo che è necessario compilare il MODULO DI AMMISSIONE CHE TROVATE NEL SITO ARCIMILANO, almeno 24 ore prima della data dell'evento a cui volete partecipare, Vi preghiamo di stamparlo e presentarlo all'ingresso del circolo per poter ritirare la tessera dopo approvazione del Direttivo e dopo aver versato la quota associativa annuale.
Per il semplice rinnovo della tessera, è sufficiente esibire all'ingresso la tessera dell'anno precedente e versare la quota associativa, senza dover compilare il modulo
Grazie per la collaborazione!



LUN. 10 01 2011 MARCO FABI

Rumore Amore, il secondo attesissimo album di Marco Fabi, uscirà ufficialmente nei negozi il 14 settembre 2010 (Wing/Edel)
10 Brani, un unico grande grido di ribellione contro lo stato attuale delle cose, composti dal raffinato cantautore Romano, già premio Ciampi nel 2006.
Tutto in questo disco è minuziosamente curato, elegante, perfetto: dagli arrangiamenti studiati con la sua inseparabile live band, composta da musicisti di altissimo livello, alle prestigiose collaborazioni (QUINTORIGO, SERGIO CAMMARIERE), fino ad arrivare alla copertina di Emiliano Ponzi, giovane ma già affermato illustratore.
Un concerto intenso e di gran classe, per un cantautore ed una band perfettamente rodati che dal vivo sanno stupire e soddisfare il pubblico.

www.myspace.com/marcofabi

Ore 21.30 Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci



MAR. 11 01 2011 Via Audio Night – LOVE WILL TEAR US APART: GIORGIO CANALI, ANGELA BARALDI & STEVE DAL COL PLAY JOY DIVISION – Guest: PARADISI NOIR

Love will tear us apart (again). L’amore ci farà a pezzi, di nuovo, come ha già fatto ripetutamente, più volte. E’ un omaggio ai Joy Division nel trentesimo anniversario della scomparsa di Ian Curtis, leader del gruppo. Joy Division è parte della nostra vita, colonna sonora della nostra età più verde e mai dimenticata in un cassetto della memoria. Erano gli anni del punk e della sua forma più scura, la new wave, dilettanti in trincea ad esprimere non tecnica e maestria, ma emozioni autentiche, flash abbaglianti di un futuro improbabile ammalato di autodistruzionismo. Con chitarre e voci Angela Baraldi, Steve Dal Col e Giorgio Canali cercano di ricreare questa sensazione in un acquerello sonoro dalle tinte più che fosche illuminato da qualche lampo al neon, in un contesto espositivo che fa risaltare la “rarità” dell’essere “sopravvissuti” a molto e a molti.

Ore 21.30 Sottoscrizione 8 euro con tessera Arci


MER 12 01 2011 NICCOLO’ BOSSINI

Stasera sarà di scena alla Casa 139 Niccolò Bossini. Chitarrista, cantante e song-writer, attualmente in forza nella band di Luciano Ligabue con il quale collabora sin dal 2005. Dopo lo scioglimento della sua band storica (The Teachers), dal 2009 Niccolò comincia a lavorare al suo primo progetto solista che lo vede impegnato come cantante assieme al bassista Marco Massarenti, al chitarrista Matteo Tagliavini ed al batterista Cesare Barbi. Niccolò Bossini è un cantautore ma il suono è quello di una band, canta testi dalle rime baciate ma non è un poeta, guarda semplicemente fuori dalla finestra raccontando quel che vede. L’immaginario lirico è perfettamente rappresentato da una giusta miscela di Dylan, Mc Carthy e Rino Gaetano, del quale ha personalizzato la profonda e ricercata “Tu forse non essenzialmente tu”. Parafrasando un noto cantante milanese, la sua musica non è lenta (come la “musica” di Mc Carthy). La sua musica è rock.

http://www.facebook.com/pages/Niccolo-Bossini-official-page/113200938695669

Ore 21.30 Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci



GIO. 13 01 2011 FLAVIO PIRINI ANNI 10 - Ospiti della serata: CLAUDIO BATTA – ANTONELLO TAURINO – RAFFAELE CASARANO

Anni ‘10 , cioè gli anni correnti, è il nome dell’appuntamento settimanale ideato e interpretato da Flavio Pirini a LaCasa139 di Milano.
Pirini propone il suo “circa intorno quasi teatro canzone”, cioè un concerto spettacolo dove si alternano canzone d’autore, monologhi, letture e umorismo, sempre secondo la formula che Pirini coltiva da qualche anno e che mescola poesia e ironia.
Le serate sono arricchite, oltre che dagli interventi del comico Pasqualino Conti, dalla presenza di moltissimi ospiti.
Questa settimana l’incontro è con Claudio Batta, attore autore, Raffaele Casarano, jazzista salentino e Antonello Taurino comico del gruppo Democomica.

“CLAUDIO BATTA lo conosco da diversi anni e ho imparato le sue diverse “angolazioni”. Perchè Claudio è conosciuto come cabarettista ma è anche attore di teatro e in più, non contento, scrive. Non ho mai avuto modo di condividere con lui il palco, ma in virtù di questa lunga conoscenza non ha potuto negarmi questa ospitata che, naturalmente gli aprirà le porte del successo internazionale!

RAFFAELE CASARANO è un giovane, ha meno di trent’anni, sassofonista salentino. Giovane, ma non artisticamente giovane perchè ha moltissima esperienza, anche a fianco di molti “maestri”. Trova anche il tempo per curare la direzione artistica di un festival jazz e di incidere dischi, ma, dalle stelle alle stalle, lo obbligherò ad accompagnarmi in una delle mie canzoncine, anche se lui ancora non lo sa. Sarà un piacere sentirlo suonare.

Di ANTONELLO TAURINO so che è stato il comico più giovane mai salito sul palco di Zelig. Lo ripete spesso anche se poi non ce l’hanno più voluto. Non è vero: in realtà ha collezionato molte apparizioni ma nessuno le ricorda. Possiede un curriculum di tutto rispetto che però nessuno legge e di conseguenza gli rimangono solo gli amici di Democomica. Ȓ sicuro che sia comico, autore e anche musicista. E anche che ha senso dell’umorismo per cui tollererà queste poche righe irrispettose.”

Flavio

http://www.raffaelecasarano.com
http://www.myspace.com/antonellotaurino
http://www.claudiobatta.it

Ore 21.30 Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci



VEN. 14 01 2011 ELTON JUNK



Formazione senese attiva dal 2001, si è guadagnata nel tempo una solida reputazione nel panorama indipendente italiano. Autori di colonne sonore per cinema, teatro ed installazioni, sono una band dall’impatto live di assoluta qualità, in qualsiasi contesto, acustico o elettrico; forti del loro suono europeo, hanno riscosso consensi a Berlino, dove sono stati invitati in più occasioni.
Con tre album all’attivo [Moods, 2002 - Piss On a Dead Tree and Watch It Grows, 2005 - Because Of Terrible Tiger, 2007], gli Elton Junk sono stati sempre accolti con entusiasmo e interesse dalla critica specializzata, per la quale il terzetto senese rappresenta una delle realtà più interessanti
dell’ underground musicale italiano.
Loophole è un disco che si muove tra rock indolente, melodie dissonanti, canzone d’autore e giocattoli ipnotici. Un tono lascivo e suadente avvolge chi ascolta e porta per mano in un cammino di 11 tracce.
Nel cuore Nick Cave, Tom Waits, torbido blues, Jim Morrison e asimmetrie wave. Negli occhi psichedelia e Bagdad Café. In mente giochi elettronici. I testi e gli arrangiamenti caratterizzano ancor di più il quadro: quando si dominano le parole e le armonie a prescindere dall’idioma, sia esso italiano o anglosassone. Quando le influenze si sentono ma non dominano né condizionano. Quando di musica se n’è macinata talmente tanta da non intaccare il carattere. Questo è un po’. Il resto lo lasciamo decidere a voi.
Buon Ascolto!

www.myspace.com/eltonjunk

Ore 21.30 - Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci.


SAB. 15 01 2011 – SERATA DANZANTE

Ore 23.30 Ingresso gratuito con tessera Arci





DOM. 16 01 2011 – CHIUSURA



ChiusuraCIRCOLO ARCI LA CASA 139

PROGRAMMA DELLA SETTIMANA



- AVVISO -

Vi ricordiamo che La Casa 139 è un circolo ARCI e l'ingresso è riservato ai Soci possessori della tessera Arci 2010. Per quanti ancora non fossero Soci e volessero diventarlo, segnaliamo che è necessario compilare il MODULO DI AMMISSIONE CHE TROVATE NEL SITO ARCIMILANO, almeno 24 ore prima della data dell'evento a cui volete partecipare, Vi preghiamo di stamparlo e presentarlo all'ingresso del circolo per poter ritirare la tessera dopo approvazione del Direttivo e dopo aver versato la quota associativa annuale.
Per il semplice rinnovo della tessera, è sufficiente esibire all'ingresso la tessera dell'anno precedente e versare la quota associativa, senza dover compilare il modulo
Grazie per la collaborazione!



LUN. 10 01 2011 MARCO FABI

Rumore Amore, il secondo attesissimo album di Marco Fabi, uscirà ufficialmente nei negozi il 14 settembre 2010 (Wing/Edel)
10 Brani, un unico grande grido di ribellione contro lo stato attuale delle cose, composti dal raffinato cantautore Romano, già premio Ciampi nel 2006.
Tutto in questo disco è minuziosamente curato, elegante, perfetto: dagli arrangiamenti studiati con la sua inseparabile live band, composta da musicisti di altissimo livello, alle prestigiose collaborazioni (QUINTORIGO, SERGIO CAMMARIERE), fino ad arrivare alla copertina di Emiliano Ponzi, giovane ma già affermato illustratore.
Un concerto intenso e di gran classe, per un cantautore ed una band perfettamente rodati che dal vivo sanno stupire e soddisfare il pubblico.

www.myspace.com/marcofabi

Ore 21.30 Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci



MAR. 11 01 2011 Via Audio Night – LOVE WILL TEAR US APART: GIORGIO CANALI, ANGELA BARALDI & STEVE DAL COL PLAY JOY DIVISION – Guest: PARADISI NOIR

Love will tear us apart (again). L’amore ci farà a pezzi, di nuovo, come ha già fatto ripetutamente, più volte. E’ un omaggio ai Joy Division nel trentesimo anniversario della scomparsa di Ian Curtis, leader del gruppo. Joy Division è parte della nostra vita, colonna sonora della nostra età più verde e mai dimenticata in un cassetto della memoria. Erano gli anni del punk e della sua forma più scura, la new wave, dilettanti in trincea ad esprimere non tecnica e maestria, ma emozioni autentiche, flash abbaglianti di un futuro improbabile ammalato di autodistruzionismo. Con chitarre e voci Angela Baraldi, Steve Dal Col e Giorgio Canali cercano di ricreare questa sensazione in un acquerello sonoro dalle tinte più che fosche illuminato da qualche lampo al neon, in un contesto espositivo che fa risaltare la “rarità” dell’essere “sopravvissuti” a molto e a molti.

Ore 21.30 Sottoscrizione 8 euro con tessera Arci


MER 12 01 2011 NICCOLO’ BOSSINI

Stasera sarà di scena alla Casa 139 Niccolò Bossini. Chitarrista, cantante e song-writer, attualmente in forza nella band di Luciano Ligabue con il quale collabora sin dal 2005. Dopo lo scioglimento della sua band storica (The Teachers), dal 2009 Niccolò comincia a lavorare al suo primo progetto solista che lo vede impegnato come cantante assieme al bassista Marco Massarenti, al chitarrista Matteo Tagliavini ed al batterista Cesare Barbi. Niccolò Bossini è un cantautore ma il suono è quello di una band, canta testi dalle rime baciate ma non è un poeta, guarda semplicemente fuori dalla finestra raccontando quel che vede. L’immaginario lirico è perfettamente rappresentato da una giusta miscela di Dylan, Mc Carthy e Rino Gaetano, del quale ha personalizzato la profonda e ricercata “Tu forse non essenzialmente tu”. Parafrasando un noto cantante milanese, la sua musica non è lenta (come la “musica” di Mc Carthy). La sua musica è rock.

http://www.facebook.com/pages/Niccolo-Bossini-official-page/113200938695669

Ore 21.30 Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci



GIO. 13 01 2011 FLAVIO PIRINI ANNI 10 - Ospiti della serata: CLAUDIO BATTA – ANTONELLO TAURINO – RAFFAELE CASARANO

Anni ‘10 , cioè gli anni correnti, è il nome dell’appuntamento settimanale ideato e interpretato da Flavio Pirini a LaCasa139 di Milano.
Pirini propone il suo “circa intorno quasi teatro canzone”, cioè un concerto spettacolo dove si alternano canzone d’autore, monologhi, letture e umorismo, sempre secondo la formula che Pirini coltiva da qualche anno e che mescola poesia e ironia.
Le serate sono arricchite, oltre che dagli interventi del comico Pasqualino Conti, dalla presenza di moltissimi ospiti.
Questa settimana l’incontro è con Claudio Batta, attore autore, Raffaele Casarano, jazzista salentino e Antonello Taurino comico del gruppo Democomica.

“CLAUDIO BATTA lo conosco da diversi anni e ho imparato le sue diverse “angolazioni”. Perchè Claudio è conosciuto come cabarettista ma è anche attore di teatro e in più, non contento, scrive. Non ho mai avuto modo di condividere con lui il palco, ma in virtù di questa lunga conoscenza non ha potuto negarmi questa ospitata che, naturalmente gli aprirà le porte del successo internazionale!

RAFFAELE CASARANO è un giovane, ha meno di trent’anni, sassofonista salentino. Giovane, ma non artisticamente giovane perchè ha moltissima esperienza, anche a fianco di molti “maestri”. Trova anche il tempo per curare la direzione artistica di un festival jazz e di incidere dischi, ma, dalle stelle alle stalle, lo obbligherò ad accompagnarmi in una delle mie canzoncine, anche se lui ancora non lo sa. Sarà un piacere sentirlo suonare.

Di ANTONELLO TAURINO so che è stato il comico più giovane mai salito sul palco di Zelig. Lo ripete spesso anche se poi non ce l’hanno più voluto. Non è vero: in realtà ha collezionato molte apparizioni ma nessuno le ricorda. Possiede un curriculum di tutto rispetto che però nessuno legge e di conseguenza gli rimangono solo gli amici di Democomica. Ȓ sicuro che sia comico, autore e anche musicista. E anche che ha senso dell’umorismo per cui tollererà queste poche righe irrispettose.”

Flavio

http://www.raffaelecasarano.com
http://www.myspace.com/antonellotaurino
http://www.claudiobatta.it

Ore 21.30 Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci



VEN. 14 01 2011 ELTON JUNK



Formazione senese attiva dal 2001, si è guadagnata nel tempo una solida reputazione nel panorama indipendente italiano. Autori di colonne sonore per cinema, teatro ed installazioni, sono una band dall’impatto live di assoluta qualità, in qualsiasi contesto, acustico o elettrico; forti del loro suono europeo, hanno riscosso consensi a Berlino, dove sono stati invitati in più occasioni.
Con tre album all’attivo [Moods, 2002 - Piss On a Dead Tree and Watch It Grows, 2005 - Because Of Terrible Tiger, 2007], gli Elton Junk sono stati sempre accolti con entusiasmo e interesse dalla critica specializzata, per la quale il terzetto senese rappresenta una delle realtà più interessanti
dell’ underground musicale italiano.
Loophole è un disco che si muove tra rock indolente, melodie dissonanti, canzone d’autore e giocattoli ipnotici. Un tono lascivo e suadente avvolge chi ascolta e porta per mano in un cammino di 11 tracce.
Nel cuore Nick Cave, Tom Waits, torbido blues, Jim Morrison e asimmetrie wave. Negli occhi psichedelia e Bagdad Café. In mente giochi elettronici. I testi e gli arrangiamenti caratterizzano ancor di più il quadro: quando si dominano le parole e le armonie a prescindere dall’idioma, sia esso italiano o anglosassone. Quando le influenze si sentono ma non dominano né condizionano. Quando di musica se n’è macinata talmente tanta da non intaccare il carattere. Questo è un po’. Il resto lo lasciamo decidere a voi.
Buon Ascolto!

www.myspace.com/eltonjunk

Ore 21.30 - Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci.


SAB. 15 01 2011 – SERATA DANZANTE

Ore 23.30 Ingresso gratuito con tessera Arci





DOM. 16 01 2011 – CHIUSURA



Chiusura
CIRCOLO ARCI LA CASA 139

PROGRAMMA DELLA SETTIMANA



- AVVISO -

Vi ricordiamo che La Casa 139 è un circolo ARCI e l'ingresso è riservato ai Soci possessori della tessera Arci 2010. Per quanti ancora non fossero Soci e volessero diventarlo, segnaliamo che è necessario compilare il MODULO DI AMMISSIONE CHE TROVATE NEL SITO ARCIMILANO, almeno 24 ore prima della data dell'evento a cui volete partecipare, Vi preghiamo di stamparlo e presentarlo all'ingresso del circolo per poter ritirare la tessera dopo approvazione del Direttivo e dopo aver versato la quota associativa annuale.
Per il semplice rinnovo della tessera, è sufficiente esibire all'ingresso la tessera dell'anno precedente e versare la quota associativa, senza dover compilare il modulo
Grazie per la collaborazione!



LUN. 03 01 2011 CHIUSURA

Chiusura



MAR. 04 01 2011

Chiusura


MER 05 01 2011 NYLO Opening act: INSOONER

Nylo è un trio ma anche uno dei più promettenti progetti della scena musicale alternative. Anche se di casa a Londra, il nome della band deriva dall’imponente fiume circondato dai deserti dell’Egitto che con le sue esondazioni annuali porta la vita, intorno a sé.

E’ così che la musica dei Nylo s’immerge completamente in influenze ed atmosfere che oscillano tra la scena musicale britannica degli anni 80/90 e i maggiori riferimenti classici europei. L’eccitante miscela di rock contemporaneo ed elementi elettronici della band non è passata affatto inosservata sin dalla loro formazione, nel 2009. Oggi stanno riscuotendo un grande successo nel panorama londinese, esibendosi nel circuito dei maggiori Club e supportando in tour mostri sacri del rock mondiale, quali il leader dei Led Zeppelin Robert Plant. L’album di debutto dei Nylo è stato registrato presso i Real World Studios di Peter Gabriel ed è prodotto da Howie B (U2, Bjork). Il 5 gennaio a La Casa 139, scorre musica nuova.

www.nylo.co.uk
www.myspace.com/nylomusic

Gli INSOONER nascono nel 2003. Ma è dal 2006 con un nuovo ingresso nella band che avviene un radicale cambiamento sia nella musica che nell’attitudine: testi in italiano che lasciano spazio a suoni sperimentali e a una buona dose di rock, con riferimenti a Dredg e Verdena. Dopo 2 demo e un ottimo riscontro, aprono i concerti di Ministri, Io?Drama, Minnie’s, amplificando esperienza e visibilità. Nell’estate del 2009 iniziano le registrazioni di “Assemblando oceani per annegare in pace”, intenso alternative rock sperimentale rigorosamente in italiano.

Ore 21.30 Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci



GIO. 06 01 2011 LA LEVA CANTAUTORALE DEGLI ANNI ZERO

“La Leva Cantautorale degli Anni Zero” è la prima collaborazione tra Club Tenco e MEI (Meeting Etichette Indipendenti) per valorizzare la nuova canzone d’autore Italiana. Il disco è stato pubblicato per Ala Bianca Group, distribuito da Warner e supportato da Radio2, Raiser e Rockol.it.
Questi gli artisti inclusi nella doppia compilation: Amour Fou , Andhira, Beatrice Antolini, Banda Elastica Pellizza, Bastian Contrario, Giovanni Block, Brunori Sas, Roberta Carrieri, Matteo Castellano, Cordepazze, Giorgia Del Mese, Denise, Dente, Roberta Di Lorenzo, Farabrutto, Giancarlo Frigieri, Dino Fumaretto, Giua, Ettore Giuradei, Granturismo, Alessandro Orlando Graziano, Simona Gretchen, Jang Senato, Samuel Katarro, Patrizia Laquidara, Alessio Lega, Maler, Mannarino, Mariposa, Erica Mou, Nobraino, Petrina, Piji, Giuseppe Righini, Paolo Simoni, Zibba.

ALESSIO LEGA
Alessio Lega è entrato a far parte della storia della canzone: inserito in ogni dizionario dei grandi editori (Garzanti, Giunti, Rizzoli) e citato da Gianni Mura su Repubblica fra i 100 nomi del 2007, ha vinto i riconoscimenti più ambiti (Targa Tenco, Premio Lunezia, ecc.). Tra i suoi maestri dichiarati, oltre a Ferré, Brel e Brassens c’è Fabrizio de André, cui dedica la canzone I funerali del pirata.
www.alessiolega.it

ROBERTA DI LORENZO
L’acclamato album d’esordio “L’occhio Della Luna”, presentato a Musicultura e al Premio Bindi 2010, vincitore al premio “Lunezia” e finalista al Premio Tenco come miglior opera prima, è il fulcro di set-live intenso e raffinato. Un viaggio tra i colori e i suoni dello sguardo femminile, un talento scoperto e prodotto da Eugenio Finardi.
www.robertadilorenzo.it

DINO FUMARETTO
Lo spettacolo di Elia Billoni è una performance musicale/teatrale (pianoforte e voce) che prende spunto dagli scritti di Dino Fumaretto.
Dino Fumaretto scrive canzoni, Elia Billoni le canta.
Dino Fumaretto ha nominato Elia Billoni suo unico e fedele interprete.
Elia Billoni è pertanto il portavoce riconosciuto del pensiero fumarettiano.
Con Fumaretto si racconta la solitudine, la perdita, l’assurdità e il cinismo della vita attuale.
Si ride, ma con ansia.
www.dinofumaretto.com

Ore 21.30 Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci



VEN. 07 01 2011 BRIGANTI

I Briganti gruppo attivo a Milano dal ‘99 musicisti appassionati della musica e delle danze del Sud Italia si esibiscono con un repertorio musicale, legato alla tradizione popolare e in chiave rivisitate moderne.. Energia, passione, carica coinvolgente, sono le caratteristiche che fanno di loro uno dei gruppi più apprezzati dell’ambiente folk di Milano.

www.simmbriganti.it/

Ore 21.30 Sottoscrizione 6 euro con tessera Arci


SAB. 08 01 2011 – SERATA DANZANTE

Ore 23.30 Ingresso gratuito con tessera Arci





DOM. 02 01 2011 – CHIUSURA



Chiusura
CIRCOLO ARCI LA CASA 139

PROGRAMMA DELLA SETTIMANA



- AVVISO -

Vi ricordiamo che La Casa 139 è un circolo ARCI e l'ingresso è riservato ai Soci possessori della tessera Arci 2010. Per quanti ancora non fossero Soci e volessero diventarlo, segnaliamo che è necessario compilare il MODULO DI AMMISSIONE CHE TROVATE NEL SITO ARCIMILANO, almeno 24 ore prima della data dell'evento a cui volete partecipare, Vi preghiamo di stamparlo e presentarlo all'ingresso del circolo per poter ritirare la tessera dopo approvazione del Direttivo e dopo aver versato la quota associativa annuale.
Per il semplice rinnovo della tessera, è sufficiente esibire all'ingresso la tessera dell'anno precedente e versare la quota associativa, senza dover compilare il modulo
Grazie per la collaborazione!



LUN. 20 12 2010 CHRISTMAS ROCK n ROLL PARTY

Celebrando il Natale nel vero spirito e libertà di espressione del Rock n Roll, La Casa 139 e la Punch-Drunk Promotions presenta “A Christmas Rock n Roll Party”, lunedì 20 Dicembre presso il Circolo Arci “la Casa 139″.
Come ospite il cantante australiano Pete Ross accompagnato dai suoi “Italian Paesanos”, ospiti speciali Roberto Dell’Era, Alessandra Contini, Gianluca De Rubertis, Dario Ciffo e Agostino Nascimbeni.
Sarete I benvenuti per festeggiare il Natale cantando le canzoni Natalizie più amate in versione Rock n Roll.

www.peterosslive.com

Ore 21.30 Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci



MAR. 21 12 2010 INDI(E)AVOLATO NIGHT – VENUA – Opening Act: Margherita Pirri

Martedì 21 Dicembre ritorna Indi(e)Avolato a La Casa 139 di Milano, la serata avrà come ospiti i Venua. La band bergamasca presenterà l’album d’esordio “Gli Abitudinari”, uscito il 29 ottobre per Libellula / Audioglobe. Il disco vanta la prestigiosa produzione artistica di Marco Fasolo (leader dei Jennifer Gentle e già al lavoro con Massimo Volume, Il Genio e molti altri).

Registrato da Marco Fasolo e Paolo Pischedda (Marta Sui Tubi) e mixato dallo stesso Fasolo, “Gli Abitudinari” è un disco che sarebbe riduttivo descrivere con una sola parola che ne definisca lo stile. Ogni canzone è un film, un concentrato di immagini mentali difficili da racchiudere nello stesso cassetto. A partire da “Mare”, il brano più squisitamente pop del disco, fino ad arrivare al rock‘n roll alla Chuck Berry di “Barrie” ed all’intimità psichedelica di brani come “La precisione” e “Viaggio Spesso”. Influenze che vanno dai gloriosi ‘60 sino agli anni ‘90 contribuendo a creare il sound caratteristico dei Venua, costruito intorno a testi immediati e descrittivi, dinamiche del basso elettrico create da un synth analogico, chitarre crude, vere e visionarie, tempi e suoni di batteria molto intensi. Il tutto arricchito da quel “calore” vintage che solo l’uso di strumenti analogici regala.

“Gli abitudinari racchiude in sé la nostra essenza ironica ed autoironica - dichiara Samuele Ghidotti, cantante della band -. Filo conduttore è l’abitudine, la metodicità nella vita di tutti i giorni che ci rende schiavi di noi stessi, ci fa vivere la vita senza entusiasmo, ci fa vedere i giorni sempre uguali tra loro. Quest’album è il nostro modo per cercare di sfuggire a questa ovvietà, a questa mancanza di stimoli: è la nostra lotta contro questa visione, questo appiattimento del pensiero che ci circonda, mettendone a nudo le contraddizioni con l’arma dell’ironia. I testi di quest’album rappresentano uno spaccato di vita ordinaria, mettono nero su bianco pensieri, opinioni e valutazioni su situazioni reali e anche mentali, che ogni persona può avere vissuto. Ci piacerebbe che ogni ascoltatore provasse a immaginare se stesso o una persona a lui nota come protagonista. Dieci brani, dieci protagonisti, dieci attori nella vita di tutti e nessuno. Abbiamo cercato di rappresentare questa ricerca di non “abitudinarietà” anche a livello sonoro: Marco Fasolo è stato maestro nel portare su nastro ciò che avevamo in testa, creando un “colore” ed un “calore” di altri tempi.”

L’uscita del disco è accompagnata dal secondo singolo “Funziona bene”, per il quale è stato realizzato inoltre un visionario videoclip in stop motion dal giovane e promettente regista Martino Pompili.

http://www.myspace.com/venuaband

In apertura di concerto Margherita Pirri. La cantautrice milanese si esibirà chitarra acustica e voce, proponendo canzoni inedite in francese, inglese e italiano, ispirate al grande cantautorato americano degli anni ‘70. Ha seguito studi musicali classici di pianoforte, chitarra e canto lirico.

http://www.myspace.com/marghepirri

Ore 21.30 Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci


MER 22 12 2010 MONICA P AND THE B-SIDE – Opening Act: Thomas Hertz

Si dice che il talento vero si manifesti precocemente. Se è così Monica dava sin da piccola chiari segni di quale fosse la sua qualità. I suoni della la chitarra e del piano la attraggono irresistibilmente ed è su questi strumenti che comincia a scrivere le sue prime canzoni.
Una irresistibile voglia di viaggiare complice una laurea in lingue la porta dall’ Italia all’ Inghilterra alla West Coast degli Stati Uniti.
Il vivere nei luoghi dove è nata la musica che ha sempre ascoltato, sarà elemento fondamentale nella sua maturazione di artista e di donna indipendente.
Il ritorno in Italia la vede alla ricerca di una sua identità e a collaborare con molti nomi della scena torinese. Capisce subito che c’è un limite da superare, qualcosa che la liberi dai clichet di certa musica italiana e del ruolo femminile in essa.
Quel qualcosa è l’incontro con Daniele Grasso (Afterhours, Diego Mancino, Cesare Basile, Greg Dulli, John Parish, Hugo Race) che le fa da produttore spingendola un po’ più in là, ad esser se stessa come donna e musicista innanzitutto.
Chitarra acustica efficace, voce sporca quanto basta, storie schiette e sincere. Folk’n Roll disturbato. Questo è ciò che c’è dentro a questo suo disco d’esordio per Dcave records, distribuito CNI.
Un live act intenso dove Monica P, con la sua band The B-Side, porta in scena un nuovo sound, internazionale e assolutamente all’avanguardia, che pur mantiene la semplicità al centro delle storie raccontate nei suoi brani.

DICONO DI LEI

Monica P e l’album d’esordio “A volte capita”: nuova scommessa del Folk italiano. Un grido che esprime il bisogno di combattere il conformismo di una società che ci fa sentire estranei…LO SPETTACOLO

Poetry-songs destrutturate strumentalmente, essenziali [...] Per me esordio femminile italiano dell’anno…BEATBOPALULA

Aggressivo ma non crudele, aggressivo ma non cattivo… qualcosa che funziona e sa restarti dentro. Il ritmo sa martellare, sa far spingere col piede e con il collo e la testa alla ricerca del battere… sale l’adrenalina e arriva alle stelle il volume di questo disco… mestiere ma non troppo…MUSICOPOLIS

Otto pezzi che scorrono via veloci e fanno venire voglia di premere repeat… MUSIC REVIEWS

Un mix azzeccato di femminilità e di rabbia che colpisce, suadente e percussivo, durante gli otto brani che compongono “A volte capita”, edito Dcave e CNI… NEW MEDIA MAGAZINE

Un esordio a dir poco sorprendente. Dolce e sensibile, sensuale e malinconico. Dal folk statunitense al rock inglese. Ma soprattutto sospeso tra sogno e realtà, o meglio ancora tra ciò che siamo e ciò che dovremmo tornare a essere… SOUND CONTEST

Monica P con la sua voce tratteggia emozioni contrastanti, dinamiche sorprendenti e scenari imprevedibili… SPETTACOLINEWS

http://www.myspace.com/monicapostiglione

THOMAS HERTZ

Sound di velluto, mood impegnato, già classico e a tratti inatteso. Le influenze elettroniche-new wave in stile anni ‘80 scivolano all’interno dell’esperienza jazz maturata nel tempo, che apporta eleganza e sapienza alla miscela musicale acida e “organica”.
L’evoluzione dell’uomo è attualmente caratterizzata da un abbondanza di informazioni e di possibilità che proiettano l’individuo in una realtà estrema, instabile. Le stesse scienze, nella stessa misura in cui hanno contribuito ad agevolare l’esistenza dell’essere umano, lo rendono ora vacillante, disarmato al confronto della molteplicità di stimoli cui è sottoposto. In disequilibrio con la realtà viene spinto ad assumere identità diverse per agevolare i propri passi nel futuro.
Illusioni Organiche E.P. racconta il cammino dell’uomo inteso come essere, uomo alla ricerca di nuovi pianeti, di nuove forme, di nuovi orizzonti dove l’amore reincarna forse l’unico sentimento per far sentire l’essere-uomo un essere-umano. Thomas Hertz Bit after Bit, looking for the future Illusioni Organiche E.P. è stato registrato a CasaMedusa tra giugno ed agosto 2010 sotto la direzione artistica di Paolo Perego (Amor Fou).
Componenti: Paolo Cassani: Voce - Synth - programmazioni, Giovanni Cinque: Synth - Programmazioni, Andrea Martino: Chitarre - Synth - Programmazioni.

Ore 21.30 Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci



GIO. 23 12 2010 FLAVIO PIRINI ANNI 10 – Ospiti della serata: DEMOCOMICA

Anni ‘10, cioè gli anni correnti, è il nome dell’appuntamento settimanale ideato e interpretato da Flavio Pirini a LaCasa139 di Milano.
Pirini propone il suo “circa intorno quasi teatro canzone”, cioè un concerto spettacolo dove si alternano canzone d’autore, monologhi, letture e umorismo, sempre secondo la formula che Pirini coltiva da qualche anno e che mescola poesia e ironia. Le serate sono arricchite, oltre che dagli interventi del comico Pasqualino Conti, dalla presenza di moltissimi ospiti, scelti tra musicisti, attori, comici, scrittori e poeti.
Anni ‘10 è quindi un progetto particolare, underground e popolare, ambizioso e leggero, divertente e profondo, che si rivolge ad un pubblico che ama spettacoli con molteplici sfaccettature.
Questa settimana l’incontro è con Democomica

Democomica è, a mio parere, il più interessante gruppo di comici che ci sia in questo momento a Milano. Interessante perchè è quello più vicino al cabaret più “acido”, quello notturno, quello senza limiti deontologici o tematici. Possiamo immaginare questi sperimentatori in sale fumose e sotterranee, popolate da pipistrelli anarchici, carbonari dediti all’alcolismo e ragazze fatali da film noir. Camerini con bottiglie di vino e odore di piedi, monologhi inadatti per qualsiasi mercato televisivo e canzoni da osteria prima degli spettacoli. Ma non preoccupatevi. E’ solo apparenza. La verità è che ognuno di loro aspira al danaro, a partecipazioni in quiz TV da preserata e sicuramente qualcuno finirà a fare televendite di materassi.
Non è vero neanche questo. In realtà sono professionisti che ammiro e con i quali condivido un certo modo di pensare questo lavoro. Ma sono cose nostre. A voi basti sapere questo: fanno ridere.

Ore 21.30 Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci



VEN. 24 12 2010 CHIUSURA

E’ la notte di Natale e noi chiudiamo il portone! Buon Natale a tutti!!!!


SAB. 25 12 2010 – SERATA DANZANTE

Ore 23.30 Ingresso gratuito con tessera Arci





DOM. 26 12 2010 – CHIUSURA



Chiusura
CIRCOLO ARCI LA CASA 139

PROGRAMMA DELLA SETTIMANA



- AVVISO -

Vi ricordiamo che La Casa 139 è un circolo ARCI e l'ingresso è riservato ai Soci possessori della tessera Arci 2010. Per quanti ancora non fossero Soci e volessero diventarlo, segnaliamo che è necessario compilare il MODULO DI AMMISSIONE CHE TROVATE NEL SITO ARCIMILANO, almeno 24 ore prima della data dell'evento a cui volete partecipare, Vi preghiamo di stamparlo e presentarlo all'ingresso del circolo per poter ritirare la tessera dopo approvazione del Direttivo e dopo aver versato la quota associativa annuale.
Per il semplice rinnovo della tessera, è sufficiente esibire all'ingresso la tessera dell'anno precedente e versare la quota associativa, senza dover compilare il modulo
Grazie per la collaborazione!



LUN. 13 12 2010 CAROVANA TOUR

Spettacolo itinerante di cantautori e musicisti italiani dal mondo Indie – Rock – Folk – Pop – Jazz! Un progetto che nasce dall’esigenza di creare un approccio musicale un pò differente: più genuino, comunicativo, un palco dove possa ancora avvenire uno scambio sia artistico che umano senza pre-confezionamento. Condividere musica e parole. Unire più artisti in un unico nucleo interattivo; creare al momento, unire e fondere l’esperienza musicale partendo dal singolo artista per arrivare ad una creatività condivisibile!
Gli artisti in gioco? Damiano Fiorella & Silver, ma anche Emenuele Garro, Veronica Marchi, Stefano Marelli Folco Fedele, Eros Cristiani e Ginaluca Massaroni!



MAR. 14 12 2010 LUCA Via Audio Night – MARIPOSA + ARTURO FIESTA CIRCO IN CONCERTO

Arriva sul palco de La Casa 139 la “musica componibile” dei geniali e ormai storici MARIPOSA. Attivi dal 1999,
i Mariposa sono stati sempre considerati un’anomalia all’interno della scena musicale italiana.
Sono un settimino multietnico (Alessandro Fiori, Gianluca Giusti, Enrico Gabrielli, etc…), con elementi provenienti dal Veneto, dall’Emilia,
dalla Toscana e dalla Sicilia: Bologna è il loro punto d’incontro, sede del quartier generale della loro etichetta Trovarobato.
Il loro studio, il Magazzeno, ha sede in Bologna.
Lì dentro hanno prodotto molti più dischi di quanto il mercato indipendente riesca a contenere e di quanti essi
stessi potevano permettersene. Forse non sono un gruppo indipendente tout-court. Partiti ibridando forma-canzone,
psichedelia, free-form, avant-jazz, elettronica e teatro surreale, sono arrivati, 6 anni dopo, a definire ciò che fanno
con l’unico termine possibile:musica componibile. Autarchici, surreali, provocatori, fieramente indipendenti,
hanno all’attivo nove album. Spesso richiesti come session man, i singoli componenti dei Mariposa vantano collaborazioni
con Vinicio Capossela, Morgan, Marco Parente, Alessio Lega, Afterhours, Lorenzo Brusci, Beatrice Antolini, Amore e molti altri.
Venite, per esempio, ad ascoltare gli sgargianti arrangiamenti orchestrali di Enrico Gabrielli, le cui doti di compositore sono
state messe in luce recentemente in “Da solo” di Vinicio Capossela e nelle orchestrazioni de “I milanesi ammazzano il sabato” degli Afterhours.
E venite ad ascoltare l’Arturo Fiesta Circo, perchè apertura non poteva essere migliore.

www.myspace.com/mariposamusicagruppo

Ore 21.30 - Sottoscrizione 10 euro con tessera Arci.


MER 15 12 2010 RAGAZZO SEMPLICE

“Costretti” a venire.
Ha già suonato in un bagno, e adesso si prende tutta La Casa. Il 15 Dicembre, in via Ripamonti 139 a Milano, il lo-fi da scantinato metropolitano di Ragazzo Semplice, in una dimensione semi-acustica e completamente unica.
Un racconto fatto di liriche umane e ispirate, sole e pioggia, da Forlì a Londra, in una mappa che unisce con tratto delicato l’Europa e per una sera ci porta a Milano dopo kilometri, traversate sul web e un’infinità di contatti sui social network: dal clip acclamato su youtube (oltre 70.000 visualizzazioni e attualmente in alta rotazione su Mtv) al successo ottenuto tramite myspace.L’opportunità di ascoltare i brani del suo primo album “Ragazzo Semplice & il suo Complesso”, scoprire “La pillola della felicità” e intonare l’Inno d’Italia, riscritto a modo suo. Senza dimenticare il suo primo singolo “Costretto a Venire”.
Del suo primo videoclip dice: “Il mio primo videoclip sembra una cazzata ma non lo è”.
On stage, la delicata attitudine pop, l’ironia amara e le sonorità acustiche di Raffaello Gentili, 29 anni e una live performance esclusiva, anzi no. Una serata semplice.

www.ragazzosemplice.com
www.myspace.com/ragazzosemplice

Ore 21.30 Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci



GIO. 16 12 2010 FLAVIO PIRINI ANNI 10 – Ospiti della serata: PALI E DISPARI – LA FAMIGLIA ROSSI

Anni ‘10, cioè gli anni correnti, è il nome dell’appuntamento settimanale ideato e interpretato da Flavio Pirini a LaCasa139 di Milano.
Pirini propone il suo “circa intorno quasi teatro canzone”, cioè un concerto spettacolo dove si alternano canzone d’autore, monologhi, letture e umorismo, sempre secondo la formula che Pirini coltiva da qualche anno e che mescola poesia e ironia. Le serate sono arricchite, oltre che dagli interventi del comico Pasqualino Conti, dalla presenza di moltissimi ospiti, scelti tra musicisti, attori, comici, scrittori e poeti.
Anni ‘10 è quindi un progetto particolare, underground e popolare, ambizioso e leggero, divertente e profondo, che si rivolge ad un pubblico che ama spettacoli con molteplici sfaccettature.
Questa settimana l’incontro è con Angelo Pisani e Marco Silvestri (Pali e Dispari), nota coppia di attori comici e La Famiglia Rossi, band di divertimento militante.

Angelo Pisani e Marco Silvestri (Pali e Dispari) posso vantarmi di averli visti all’esordio, quando cioè buttavano la loro grande energia sperimentale sul palco del Laboratorio Scaldasole, fabbrica di talenti che sul finire degli anni ‘90 formava e sfornava comici ora noti come Pozzoli e De Angelis, Leonardi, Katia e Valeria, Fontana, Geppi Cucciari, Debora Villa e altri ancora. Da allora hanno fatto molto live, molta televisione e poi cinema, doppiaggio e teatro, fino a dare consistenza anche alle carriere individuali. Sarà quindi un incontro con vecchi amici, ma vi giuro che non diremo neanche una volta “ti ricordi?”.
Con La Famiglia Rossi ho condiviso una serata di qualche anno fa a Lampugnano, nel “pala” che cambia nome ogni cinque anni, di fronte a migliaia di persone. Conservo un paio di foto in cui sembro quasi un chitarrista. L’attrazione erano loro, ma non poterono impedirmi di suonare un paio di brani insieme, cosa di cui penso si pentano ancora oggi. Nonostante questo brutto ricordo hanno accettato di venire ad Anni ‘10, cosa che denota la loro predisposizione all’autolesionismo, ma anche all’adesione ai progetti “alternativi”. Come “alternativi” sono loro stessi, divertenti e impegnati, sinceri ed energici. Arrivano dalle parti di Bergamo e suonano raramente a Milano per cui non perdeteveli!

Ore 21.30 Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci



VEN. 17 12 2010 Golden Stage - Night – VIRGINIANA MILLER

Non c’è bisogno di presentazioni per il gruppo toscano che ha alle spalle una storia che ci porta fino al quinto lavoro in studio “Il Primo Lunedì del Mondo”, uscito quest’anno…autentico capolavoro.Livorno si conferma città cantautoriale per eccellenza dopo aver fatto da culla a Piero Ciampi. I Virginiana Miller ne incarnano tutto il genio e la malinconia.

I Virginiana Miller nascono a Livorno nel 1990.
Dopo alcuni concorsi (Premio Ciampi e Indipendenti di Fare Musica tra i più importanti) nel 1996 la band entra in contatto con Baracca e Burattini, etichetta discografica e management che negli anni precedenti si era occupata di C.S.I., Marlene Kuntz ed altri importanti gruppi della scena rock italiana.
E’ proprio con B&B che nel 1997 esce GELATERIE SCONSACRATE (B&B/Sony), il primo CD dei Virginiana Miller, prodotto artisticamente da Marc Simon - leader dei Corman e Tuscadu - coadiuvato da Giorgio Canali dei C.S.I. Entrambi suonano in alcuni brani del disco che vede anche la partecipazione degli Yo Yo Mundi e di Massimo Fantoni
Gelaterie Sconsacrate riscuote grande entusiasmo da parte della critica e vale al gruppo numerosi riconoscimenti e tanta visibilità: (la band sarà tra l’altro supporters dei Simple Minds nel concerto del Foro Italico a Roma). Nel frattempo i Virginiana Miller sono ospiti in numerosi programmi televisivi (Magazzini Einstein su RAI 3, condotto da Sandro Veronesi; Supergiovani su RAI 2, Help e Hit it su TMC2, Il Muro su Odeon tv) e radiofonici (Quelli che la radio su Radio 2 RAI, condotto da Giorgio Conte e Giorgio Comaschi; live set a Suoni e Ultrasuoni su Radio 2 RAI e Patchanka su Radio Popolare).
Nel 1999 esce il secondo lavoro, ITALIAMOBILE (B&B/Sony).
Il disco è interamente registrato nella fattoria di Scacciapolli, nella campagna pisana, sfruttando gli ambienti naturali per ottenere un’ottima amalgama sonora. Responsabile del progetto tecnico è Tony Soddu. A nobilitare le 11 tracce del disco, oltre alle chitarre di Massimo Fantoni, c’è la presenza di Vittorio Nocenzi del Banco. La produzione artistica è, come nel precedente, di Marc Simon.
Nello stesso anno viene pubblicato il libro di Giampaolo Simi “Direttissimi Altrove”, un noir dichiaratamente ispirato alle atmosfere di Gelaterie Sconsacrate. I Virginiana Miller seguono così l’autore in una serie di reading di presentazione, allestendo per l’occasione un set acustico.
Nel 2002 l’esperienza acustica viene suggellata in SALVA CON NOME (B&B/Edel), un live acustico registrato al Banale di Padova. Su questo disco suona il basso Valerio Fantozzi degli Snaporaz, dopo che il vecchio bassista Andrea Fusario - membro fondatore dei Virginiana Miller - ha lasciato il gruppo.
Salva con nome è l’ultimo disco dei Virginiana Miller per Baracca&Burattini, dopo 5 anni di collaborazione.
Il gruppo lavora così per proprio conto al terzo disco in studio. Entra a far parte dei Virginiana Miller nel ruolo di bassista Daniele Catalucci. La band gira il videoclip del brano “Malvivente” (regia di Simone Manetti) che arriva in finale al concorso della Fandango. Protagonista del video è un sorprendente Giorgio Canali.
Nel 2003 i Virginiana Miller presentano TERRAROSSA , singolo che anticipa l’uscita del nuovo album “La verità sul tennis”. Il singolo contiene, oltre al brano “La verità sul Tennis”, anche il videoclip di “Malvivente” e due cover: i Virginiana Miller interpretano infatti”Pesci nell’acqua” di Giorgio Canali (tratto dall’ album Rossofuoco), mentre Canali rivisita “Venere Nettuno Belvedere”, tratta da Gelaterie Sconsacrate.
LA VERITA’ SUL TENNIS esce nel febbraio 2003 su etichetta Sciopero Records con distribuzione Mescal/Sony. Realizzato con la produzione artistica di Amerigo Verardi, con la partecipazione di Francesco Bianconi e Rachele Bastreghi dei Baustelle come coristi in “Malvivente”, “La Verità Sul Tennis” si presenta come un atto d’amore per quello che Clerici definisce lo sport dei ‘gesti bianchi’.
Dopo l’uscita di La verità sul tennis i Virginiana Miller cominciano ad allestire il loro Hanimo Studio spinti dall’esigenza di lavorare con calma ai nuovi progetti.
Nel settembre 2006, siglato l’accordo con Radiofandango (costola musicale della nota casa di produzione cinematografica di Domenico Procacci) esce il quinto lavoro FUOCHI FATUI D’ARTIFICIO. A curare la produzione artistica è chiamato Marco Lenzi e il fonico è Rino Sassi.
Nel 2009 i Virginiana Miller sono di nuovo in studio per la realizzazione di un nuovo album. Durante una breve pausa registrano, con la produzione di Ale Bavo, una versione di “E’ la pioggia che va” dei Rokes per il film “Cosmonauta” di Susanna Nicchiarelli, vincitore del Premio Controcampo Italiano alla 66 Mostra del Cinema di Venezia.
Marco Casini lascia il gruppo. Matteo Pastorelli è il nuovo chitarrista dei Virginiana Miller.
Nel 2010 esce per ZAHR/Edel “Il Primo Lunedì del Mondo”, quinto album di inediti dei Virginiana Miller. Fra le 11 nuove tracce,”L’ Angelo Necessario” compare nella colonna sonora del film di Paolo Virzì “La Prima Cosa Bella”. Da alcune scene inedite del capolavoro del regista livornese è tratto anche il video di “Acque Sicure”.
il videoclip di “La carezza del papa” è girato da Paolo e Marco Bruciati ed interpretato da Simone Lenzi nelle insolite vesti di un prete.

http://www.virginianamiller.it
http://www.myspace.com/virginianamiller

Ore 21.30 Sottoscrizione 10 euro con tessera Arci


SAB. 18 12 2010 – BUZZ WITH THE FUZZ live: MIKE PAINTER QUINTET + VIOLA ROAD - Resident djs: HENRY - FREAKCARLOS - BRIAN - Guest dj: PEPPE - Doppio dj set MANUEL STARDOG - NESTY

Storica band milanese di soul jazz, capitanata da Michele Pingitore all’organo hammond e dalla voce soul di Viola Road
www.myspace.com/mikepainterband

Resident djs:

HENRY (MilanoMods) www.myspace.com/milanomods

FREAKCARLOS (Genova Mod) www.myspace.com/45sixtiesclub

BRIAN (Northernmods Varese) www.myspace.com/northernmods

Guest dj: PEPPE (URMC-Milano) grande collezionista di r&b
www.myspace.com/peppimod

Ore 21.30 Sottoscrizione 10 euro con tessera Arci





DOM. 19 12 2010 – CHIUSURA



Chiusura
CIRCOLO ARCI LA CASA 139

PROGRAMMA DELLA SETTIMANA



- AVVISO -

Vi ricordiamo che La Casa 139 è un circolo ARCI e l'ingresso è riservato ai Soci possessori della tessera Arci 2010. Per quanti ancora non fossero Soci e volessero diventarlo, segnaliamo che è necessario compilare il MODULO DI AMMISSIONE CHE TROVATE NEL SITO ARCIMILANO, almeno 24 ore prima della data dell'evento a cui volete partecipare, Vi preghiamo di stamparlo e presentarlo all'ingresso del circolo per poter ritirare la tessera dopo approvazione del Direttivo e dopo aver versato la quota associativa annuale.
Per il semplice rinnovo della tessera, è sufficiente esibire all'ingresso la tessera dell'anno precedente e versare la quota associativa, senza dover compilare il modulo
Grazie per la collaborazione!



LUN. 06 12 2010 THE DIVINE COMEDY opening act: CATHY DAVEY

‘An evening with Neil Hannon’

…Dal 1990 il nome THE DIVINE COMEDY è associato alla figura di Neil Hannon, leader e ideatore di questo progetto così ambizioso che nel corso degli anni ha ottenuto sempre più consensi tra il pubblico e apprezzamenti dalla critica divenendo un punto di riferimento per molte band.
Dopo venti anni dal primo mini album e ben nove album alle spalle, The Divine Comedy presenta il suo ultimo attesissimo lavoro intitolato ‘Bang Goes the Knighthood’, anticipato dal travolgente singolo: ‘At The Indie Disco’. Dodici brani che confermano il talento e lo spessore di un artista a tutto tondo.
Ad aprire il concerto, l’affascinante Cathy Davey.

www.thedivinecomedy.com
www.cathydavey.ie

Le prevendite saranno attive da Martedì 21 Settembre sul circuito www.vivaticket.it

Ore 21.30 Sottoscrizione 15 euro + diritti di prevendita con tessera Arci



MAR. 07 12 2010 LUCA LEONI – Presentazione del libro + cd “Armonico – dodici canzoni per dodici storie”

Questa sera Luca Leoni presenterà sul palco de La Casa 139 il suo progetto, con un’anima musicale e una letteraria: il libro/cd Armonico - Dodici canzoni per dodici storie.
“Armonico” è il nuovo album nel quale spicca, tra gli altri, “Chi non ha più niente” un brano dal sapore bossanova, che Luca duetta con Alessandro Haber.
Grazie alla sua profonda convinzione che, nonostante le apparenze Televisive, la musica sia ancora da considerare un bene “culturale”, decide di percorrere una strada innovativa, legata all’uscita del nuovo album, per coniugare due forme d’arte, la musica e la letteratura.
Nascono così le dodici storie, una per ogni scrittore/artista che ha abbracciato il progetto: Trio Medusa, Nicolai Lilin, Elena Di Cioccio, Vauro, Paolo Grugni, Angelo Pannofino, Alessandra Carnevali, Franco Zanetti, Elisa Mauro, Domenico Cocozza, Florindo Fago, Mimmo de Musso, ognuno dei quali è stato chiamato a scrivere un racconto ispirato ad una canzone del disco.
“Armonico, dodici canzoni per dodici storie“, è il libro/cd frutto di queste collaborazioni, in uscita dal 30 novembre 2010 in tutte le librerie e negozi di dischi, dedicato alla vita. I ricavati, infatti, saranno donati ad “Altamarea”,un’associazione che da che da anni combatte per comunicare i danni che le industrie di Taranto stanno causando alle persone ed in particolare ai bambini (La sola acciaieria di Taranto immette nel cielo più diossine cancerogene di tutte le industrie di: Spagna, Svezia, Regno Unito e Austria - fonte: Registro europeo).
Per questa speciale presentazione, alternati ai brani del disco eseguiti dal vivo, questa verranno letti alcuni brani tratti dai racconti degli autori.
www.lucaleoni.it
Ore 21.30
Sottoscrizione 5 euro con tessera arci.


MER 08 12 2010 OWEN PALLETT

Reduce dal grande successo ottenuto con l’ultimo e atteso album Heartland, Owen Pallett, meglio noto con il moniker di Final Fantasy, arriva in Italia per tre date fresco dell’uscita del nuovo EP A Swedish Love Story, trionfo di melodie pop ed emozioni gioios, uscito per la Domino /Spingo il 28 settembre.Dopo l’ottimo ‘He Pous Clouds’ (2006), ancora presentato con il il moniker di Final Fantasy, Owen Pallett, prolifico polistrumentista canadese, ha pubblicato dopo 4 anni di annunci e rinvii il primo album con il suo vero nome: Heartland’. Nella realizzazione del disco Pallett, che già nei live ha dimostrato di poter fare cose grandiose con un solo violino, si è avvalso della collaborazione dell’Orchestra Nazionale Ceca dando vita ad un lavoro visionario e affascinante.
L’album, registrato in un arco di tempo di 9 mesi in parte negli Usa, in parte a Praga e a Reykjavik negli studi dei SIGUR ROS, si avvale della collaborazione di Jeremy Gara batterista degli Arcade Fire ed è stato missato da Rusty Santos, già al lavoro con Panda Bear.

Heartland è un’opera musicale assolutamente unica e originale, la cui composizione oscilla tra la musica militare del diciannovesimo secolo, il synth-pop analogico anni 70 e il futurismo russo; un album composto da 12 brani densi e concisi, influenzati dalle tradizioni del pop, basati su un un unico concept narrativo e suonati da un’orchestra. IL risultato è uno straordinario lavoro che esprime tutta l’emozione, il calore e l’ambizione artistica di Owen Pallet.

Pallett si è occupato anche degli arrangiamenti per orchestra di numerosi album fondamentali degli ultimi anni tra cui Neon Bible degli Arcade Fire, Yellow House dei Grizzly Bear, The Flying Club Cup di Beirut, The Age of the Understatement dei The Last Shadow Puppets ed è stato impegnato nella scrittura di parti orchestrali per l’album Yes dei Pet Shop Boys e per The Boy Who Knew Too Much di Mika.

http://www.owenpalletteternal.com/
www.myspace.com/owenpallettmusic

Prevendite aperte dal 22 ottobre su www.ticketone.it

Ore 21.30 Sottoscrizione 12 euro + diritti di prevendita



GIO. 09 12 2010 FLAVIO PIRINI ANNI 10 – Ospiti della serata GIULIO CAVALLI – 7 GRANI

Anni ‘10, cioè gli anni correnti, è il nome dell’appuntamento settimanale ideato e interpretato da Flavio Pirini a LaCasa139 di Milano.
Pirini propone il suo “circa intorno quasi teatro canzone”, cioè un concerto spettacolo dove si alternano canzone d’autore, monologhi, letture e umorismo, sempre secondo la formula che Pirini coltiva da qualche anno e che mescola poesia e ironia. Le serate sono arricchite, oltre che dagli interventi del comico Pasqualino Conti, dalla presenza di moltissimi ospiti, scelti tra musicisti, attori, comici, scrittori e poeti.
Anni ‘10 è quindi un progetto particolare, underground e popolare, ambizioso e leggero, divertente e profondo, che si rivolge ad un pubblico che ama spettacoli con molteplici sfaccettature.
Questa settimana l’incontro è con Giulio Cavalli, attore e autore di testi teatrali nell’ambito del teatro civile e I 7grani, gruppo molto interessante dalle sonorità folk-rock.

Giulio Cavalli è un attore, un autore, uno scrittore e un politico. Mi è difficile parlare di lui, perchè Giulio vive sotto scorta per il suo impegno contro la mafia e per me, uomo medio e pavido, la condizione che lui affronta quotidianamente è inconcepibile. Ma Giulio invece sceglie di ribaltare la paura: “Mi avete minacciato? E io vi accerchio con le mie azioni.” Così va in lungo e in largo per il paese recitando, scrivendo e partecipando ad iniziative e convegni, ben sapendo che l’informazione, la diffusione delle notizie, il confronto, la consapevolezza, sono armi fortissime contro i criminali. Ecco perchè sono doppiamente contento della sua presenza ad Anni ‘10. Perchè al piacere di ospitare l’artista si aggiunge quello di condividere un pezzettino di questo “accerchiamento”, di contribuire seppur minimamente al suo lavoro, di caricarsi, anche se solo idealmente, un po’ del suo fardello.

http://www.giuliocavalli.net

I 7grani sono un’ottima band, che fa una musica accattivante e coinvolgente, ma anche precisa e curata negli arrangiamenti. Sono anche un esempio, al quale attribuire un doveroso “chapeau”, di amore e impegno per la musica. Per niente succubi del muro di gomma della discografia nazionale, si sono costruiti un consenso trasversale e internazionale, frutto di lunga e instancabile attività live oltre che di un saggio utilizzo della rete. Da scoprire poi anche il lavoro espresso con il video e il documentario sull’olocausto, segno di una sensibilità sincera e non ostentata.
Se aggiungiamo poi che i tre fratelli Settegrani sono molto simpatici, la serata è fatta.

http://www.7grani.it

Ore 21.30 Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci



VEN. 10 12 2010 BLASTEMA

Pensieri Illuminati è il primo album ufficiale dei Blastema.
Un riuscitissimo incastro di melodie che fanno pensare a una delle voci più creative
degli ultimi anni (Jeff Buckley), repentini cambi di atmosfere musicali che ci
traghettano verso una nuova forma di prog rock, incastonato all’interno di un flusso
sonoro che sintetizza in maniera lucida il rock degli ultimi anni, con una
predilezione chiara per quel rock targato indie/alt. Questo e molto altro ancora è il disco d’esordio di Blastema. Chi li ha visti dal vivo non esita a dichiarare che quanto si sente su disco (che già è molto, visto che ogni brano ha la capacità di essere
imprevedibile) viene amplificato (e non solo in termini di watt, ma soprattutto di sensazioni) al 1000%. Scritto, suonato, prodotto e mixato dalla band, masterizzato da Andrea Picciolo, come dicono Blastema, è un disco in cui “non ci sono eroi, ma ubriaconi senza gloria e senza ricordi, un tessuto di storie normali indegne d’un racconto perchè non dev’essere quella del musicista vocazione che mistifica la propria esistenza, bensì esercizio di devozione: si è in musica e basta.”
NOTA BENE
Pensieri Illuminati, dopo una prima release primaverile, viene ripubblicato da Halidon con due nuove tracce (non presenti sul cd promo). Le puoi ascoltare quihttp://www.lunatik-ftp.it/dati/BLASTEMA/Brani_aggiuntivi.rar

BREVI NOTE BIOGRAFICHE

Tra il 2005 e il 2007 il gruppo è stato presenza attiva e riconosciuta nei più importanti eventi nazionali dedicati alla musica emergente. Finalisti al TIM tour festival, vincitori di San Remo Rock, gruppo rivelazione del MEI e, non in ultimo, testimonial della campagna Siae-Mei, a sensibilizzazione dell’ascolto di musica legale, con il pezzo THC, colonna sonora dello spot “La pirateria cancella il mondo che ami”. Nel 2008, i Blastema si aggiudicano il primo premio alla finale del Rock4Peace SummerEnd Festival. Nel 2009 i Blastema vengono scelti da Radio Popolare come portabandiera ufficiale del network e si esibiscono sul palco del Italia Wave Love Festival di Livorno. Nel 2010 da segnalare la partecipazione all’Heineken Jamming Festival nel second stage di Rock TV in qualità di vincitori del contest (settimi su 3600 gruppi), un’esibizione alla Triennale Bovisa di Milano, ospiti per la mostra IT’S NOT ONLYROCK’NROLL, BABY! in cartellone al fianco di artisti internazionali come Patty Smith e la partecipazione a Woodstock 5 Stelle di Beppe Grillo, a Cesena. Evento mediatico straordinario che lega per la prima volta il movimento politico di Grillo alla musica libera!

LEGGI LA BIOGRAFIA COMPLETA QUI
http://www.blastema.it/home/index.php?/biografia/sinopsi/

LINE UP:
Matteo Casadei - Voce
Alberto Nanni - Chitarra, Cori
Michele Gavelli - Pianoforte, Synth, Hammond
Luca Agostini - Basso
Daniele Gambi - Batteria

Ore 21.30 Sottoscrizione 8 euro con tessera Arci



SAB. 04 12 2010 – Serata danzante



Ore 23.30 - Ingresso gratuito con tessera Arci





DOM. 05 12 2010 – CHIUSURA



Chiusura
CIRCOLO ARCI LA CASA 139

PROGRAMMA DELLA SETTIMANA



- AVVISO -

Vi ricordiamo che La Casa 139 è un circolo ARCI e l'ingresso è riservato ai Soci possessori della tessera Arci 2010. Per quanti ancora non fossero Soci e volessero diventarlo, segnaliamo che è necessario compilare il MODULO DI AMMISSIONE CHE TROVATE NEL SITO ARCIMILANO, almeno 24 ore prima della data dell'evento a cui volete partecipare, Vi preghiamo di stamparlo e presentarlo all'ingresso del circolo per poter ritirare la tessera dopo approvazione del Direttivo e dopo aver versato la quota associativa annuale.
Per il semplice rinnovo della tessera, è sufficiente esibire all'ingresso la tessera dell'anno precedente e versare la quota associativa, senza dover compilare il modulo
Grazie per la collaborazione!



LUN. 29 11 2010 PETER PIEK - JOLANDA

Peter Piek nasce il 3 Aprile 1981 con il nome di Peter Piechaczyk a Karl Marx Stadt, oggi Chemnitz. Attualmente risiede a Lipsia dove ha fondato la comunità artistica del PPZK che annovera elementi di grande spessore della scena culturale mondiale. Polistrumentista, cantautore e pittore eccezionale, dal 2007 ad oggi il suo girovagare lo ha portato a conquistare ogni angolo della Germania, dell’Europa e degli Stati Uniti d’America. Un tour perseverante all’interno del quale il gioiellino di Lipsia non ha mancato di dare a vita a due magici capitoli discografici. “Say Hello to Peter Piek” è stato un esordio istintivo, incalzante, viscerale e gioioso. Un’eruzione compatta dalla quale sono emerse gemme di grande intimità. Indimenticabile People we aren’t free enough, ancora oggi vorremmo potesse essere su ognuno dei dischi che andiamo ad ascoltare. Ora “Paint it on the wall” regala una visione piu’ matura. Impossibile per Peter abbandonare l’esplosività degli esordi, ma questo disco presenta una struttura sviluppata con incredibile drammaturgia e cura. Un mix imprevedibile di semplicità e destrezza. Una maggiore indole narrativa, quella del nuovo Piek, che accompagna la toccante malinconia di parole che trattengono a fatica la sua innata indole euforica. Queste le fondamenta sulle quali poggia le basi il nuovo capitolo artistico di Peter. “Racconti di esperienze personali avvincenti che alternano le più suggestive storie di sconfitta, evidenziando le meravigliose potenzialità cantautorati del suo artefice”.

http://www.peterpiek.com/
http://www.myspace.com/peterpiek

Jolanda presenta in apertura AUBADE, suo secondo lavoro discografico. Aubade è il canto per l’alba. Un momento pericoloso, di sotterfugi, di incontro tra innamorati che cantano. Urgenza di vivere e tristezza dell’abbandono che arrivano col salire del sole. È un istantaneo percorso surreale, inteso come realtà portata all’estremo. Non c’è nulla di vero eppure lo è estremamente. Sette personaggi afflitti dall’insonnia. Ogni canzone è dedicata ad uno di loro. I loro pensieri sono quelli di Jolanda e finiscono sui tasti bianchi e neri del piano, battono contro il nastro invisibile della macchina da scrivere, si scontrano con le consonanti che canta.”

www.myspace.com/jolandaenid

Ore 21.30 Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci



MAR. 30 11 2010 MEDUSE

Le Meduse sono una band Alternative Indie Rock di sole ragazze che nasce a Milano nel marzo 2009 da un’idea di Rage (Laura Antonangeli, bassista) che propone alle proprie compagne di scuola Grudge (Roberta Scifo, batterista) , Gloom (Roberta Marino, chitarrista) ed Ecstasy (Frency Foresti, cantante) di far parte del progetto. Le tre ragazze accettano con entusiasmo di partecipare e già, dopo qualche mese, passato a divertirsi realizzando cover di gruppi come Cranberries e White Stripes, cominciano a rivelarsi le forti doti di songwriter della chitarrista Gloom, sostenute dagli ottimi arrangiamenti di basso di Rage e dalle ritmiche incalzanti di Grudge. Nascono così le prime canzoni: “Illusion’s Ballad” (di cui Rage scrive il testo) e una prima bozza di Rise.L’iniziale nome della band, il provocante e scherzoso”Fury Pussy”, diventa “Meduse”, sia per aggirare la censura di Myspace sia per dare un tono più serio al gruppo. Il nome Meduse si ispira all’animale, bello e pericoloso allo stesso tempo, ma anche al personaggio mitologico, la intrigante ma fatale Gorgone dai capelli serpentini.

A inizio estate Ecstasy è incinta; resta nel gruppo per alcuni mesi ma, ad inizio autunno 2009, suo malgrado decide di lasciare la band per pensare alla sua futura bimba, Samantha nata il 29/03/2010.
Il vuoto dietro al microfono viene subito riempito dalla preparatissima Delirium (Micol Piovosi, cantante) e già nella seconda settimana di ottobre la band, nella nuova, solida formazione, riparte alla grande e arricchisce rapidamente il proprio repertorio con una decina di pezzi nuovi.
A partire da febbraio 2010 le Meduse partecipano a diverse serate live nei locali milanesi come il LEGEND 54, il barrio’s cafè, il rock n’ roll, il S.Vittore lounge&restaurant, il Black Hole e il centro sociale ‘il cantiere’. La band suona anche all’aperto alla festa del 1 maggio dei lavoratori dell’Italtel di Settimo Milanese e alla Cattedrale di Cusano Milanino.

http://meduse.altervista.org/
http://www.facebook.com/meduseband

Ore 21.30 Sottoscrizione 2 euro con tessera Arci


MER 01 12 2010 ELIZABETH

Gli Elizabeth sono una band cresciuta a rock, nebbia, zanzare, tra orizzonti che si perdono nella piana emiliana, ascoltando Who, Paul Weller e Radiohead. Hanno modellato la loro muscolatura sonora suonando sempre e ovunque ci fosse la possibilità di farlo, proponendo in un primo tempo i classici che hanno definito il loro olfatto sonoro, per poi scrivere di proprio pugno una serie di canzoni che hanno saputo catturare l’attenzione, non solo del pubblico ma anche di coloro che vengono classificati come “addetti ai lavori”.
Le canzoni degli Elizabeth sono la cronaca di eventi emozionali; sfumature caratteriali che influenzano la vita nel quotidiano e sfociano in una sorta di autoritratto emotivo, scritto con l’intento di trasformare i pochi minuti che compongono ogni brano, in una sana catarsi che vive il suo apice durante le varie live session. Una forma talmente particolare e convincente di comporre musica, che un colosso come la Edison li ha scelti per impreziosire la campagna legata ai maggiori eventi sportivi del 2010 come Il Torneo Sei Nazioni di Rugby, le Olimpiadi Invernali disputatesi a Vancouver, i Mondiali di Calcio. Il brano, originariamente vergato con l’italico linguaggio - come avviene normalmente nei pezzi degli Elizabeth - ed intitolato Piove su Milano, è stato realizzato anche in lingua inglese, proprio per sottolineare l’internazionalità del progetto. You are my light è così diventato la colonna sonora degli spot Edison, che mostravano gli incontri ravvicinati tra Gerry Scotti ed una serie di eccellenze sportive; da Francesca Piccinini (Pallavolo) a Pietro Aradori (Basket), da Enrico Fabris (Pattinaggio) a Martin Castrogiovanni (Rugby):
http://www.youtube.com/user/ediblog.
Sia il doppio singolo che l’album sono stati registrati e mixati da Carloenrico Pinna e Daniele Bagni (ben noto come bassista dei riuniti Litfiba) allo Studio Esagono di Rubiera (RE) e nelle due versioni affiancati dai rispettivi clip (identici nelle immagini / differenti nella lingua) realizzati da Sergio Mastronardi: http://www.youtube.com/watch?v=bpqxD29lnRU
Un Mondo per Me, il singolo abbinato alla pubblicazione di Ruggine (Mescal, 19/10/2010) ha avuto l’onore di essere masterizzato al Masterdisk di New York da Howie Weinberg (Ramones, Clash, Nirvana, Smashing Pumpkins, Red Hot Chili Peppers, U2, etc…) mentre il videoclip è stato girato nella città più R’n'R d’Europa, ovvero nella cara e vecchia Londra!
Un Mondo Per Me è stato consegnato alle radio nell’edit & acoustic, mentre la versione contenuta in Ruggine diveniva il brano consigliato della settimana su Itunes (dal 29/10 al 05/11).

Gli Elizabeth sono:
- Marco Montanari - Chitarra e Voce
- Matteo Montanari - Tastiere
- Michele Smiraglio - Basso
- Francesco Micalizzi - Batteria

Ruggine è il CD d’esordio degli Elizabeth, la band di You are my light, il brano che ha accompagnato i maggiori eventi sportivi attraverso la campagna spot di Edison, la quale non si è limitata a questa collaborazione ma gli ha fornito i Certificati RECS ovvero l’acquisizione di un controvalore tale da compensare l’energia usata in un determinato arco temporale, incentivando in tal modo la produzione di energia pulita (come spiega in dettaglio l’allegato), in questo caso messo al servizio della registrazione dell’album Ruggine avvenuta all’Esagono Recording di Rubiera (RE), sempre in quella terra di nebbia, zanzare dalla quale provengono gli Elizabeth. Un territorio caratterizzato da sempre dal genere musicale più diffuso al mondo: quel rock sanguigno, semplice e diretto, che è l’ingrediente principale di questo grintoso esordio che percorre un fertile terreno musicale con la fedeltà e la semplicità che si conviene a chi sposa il concetto più diffuso: It’s only rock’n'roll (But I Like It), giusto per citare i più citati!

12 brani diretti, pieni, corposi e vivi; chitarre e tastiere bene accordati e basso & batteria che fanno il loro “sporco lavoro” nella sezione ritmica.

Testi che non scavano nel passato né strizzano l’occhio al futuro, ma guardano esclusivamente al presente, con una voce che non teme di osare e simbologie che non camuffano le origini ma le rendono ben palesi (vedi cover allegata)!

Tutto questo e molto, molto altro in Ruggine, il 1° album degli Elizabeth.

www.myspace.com/elizabethdisinfettante

Ore 21.30 Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci



GIO. 02 12 2010 FLAVIO PIRINI ANNI 10 – Ospiti della serata ROBERTO BRIVIO – PIETRO NOBILE

Anni ‘10 , cioè gli anni correnti, è il nome dell’appuntamento settimanale ideato e interpretato da Flavio Pirini a LaCasa139 di Milano.
Pirini propone il suo “circa intorno quasi teatro canzone”, cioè un concerto spettacolo dove si alternano canzone d’autore, monologhi, letture e umorismo, sempre secondo la formula che Pirini coltiva da qualche anno e che mescola poesia e ironia.
Le serate sono arricchite, oltre che dagli interventi del comico Pasqualino Conti, dalla presenza di moltissimi ospiti, scelti tra musicisti, attori, comici, scrittori e poeti.
Anni ‘10 è quindi un progetto particolare, underground e popolare, ambizioso e leggero, divertente e profondo, che si rivolge ad un pubblico che ama spettacoli con molteplici sfaccettature.
Questa settimana l’incontro è con Roberto Brivio, attore, autore e fondatore de “I Gufi” e Pietro Nobile, chitarrista e compositore.

Roberto Brivio, che qui mi verrebbe di chiamare “maestro”, è attore e autore, cantante e cabarettista. Con Svampa, Patruno e Magni fondò “I Gufi”, un gruppo che portò al successo il cabaret musicale e satirico prima di tutti, antesignano di quello che poi sarà definito il teatro-canzone. Ma i Gufi sono solo l’inizio della carriera di Brivio, che arriva fino ad oggi passando per molte trasmissioni televisive, per una ricchissima attività teatrale anche come direttore artistico e per quella di scrittore e paroliere, disciplina nella quale è un vero fuoriclasse. Sarà per me, e non lo dico retoricamente, un onore e un piacere averlo sul palco de LaCasa139.
Pietro Nobile è chitarrista e compositore, che ho incrociato in alcune serate. L’ho fatto ridere, ma non so se per i miei testi o per le mie qualità di chitarrista. Ha accettato così di venire ospite ad Anni ‘10 lui che invece come chitarrista è un fenomeno. Ma non immaginatevi un supervirtuoso senz’anima. Al contrario Pietro è un musicista pieno d’emozione, raffinato, capace di creare atmosfere dilatate e oniriche come ritmiche ed incalzanti, anche grazie alla sua padronanaza del fingerstyle. Ha anche lunga esperienza a fianco di comici e giullari vari, per cui s’inserisce perfettamente nel mio spettacolo del giovedì. Sarà un’altra bella serata.
Flavio

Roberto Brivio
Diplomato all’Accademia dei Filodrammatici nel 1959, chansonnier e cabarettista di fama, barzellettista e aneddotista, artista brillante, comico di parola, è uno dei famosi Gufi - gruppo storico del cabaret italiano che dal ‘64 è stato ai vertici della popolarità producendo spettacoli dal grande contenuto satirico e sociale, talmente innovativi da procurare al gruppo e ai singoli componenti un posto nelle enciclopedie dello spettacolo e una fama di “maestri” del genere.
Il ruolo di scrittore di testi originali, a sfondo noir, crearono per Brivio il soprannome di “cantamacabro”.
Ha collaborato come giornalista non iscritto all’albo con La Notte, Il Giorno, Orizzonti Italiani, Travaso, con articoli, interviste, punti di vista, battute, sketc.
Paroliere con più di 250 canzoni depositate, oltre 250 incise come voce solista e in coppia con Grazia Maria Raimondi - sua partner artistica da circa 15 anni - e con I Gufi.
Autore di 7 libri pubblicati, recensiti e venduti. Edit. Williams, Il Cortile, GI.Ra, Campironi, Stemec. Regista e allestitore di Spettacoli: prosa, musical, operette, opera in circa 60 spettacoli. Autore radiotelevisivo e teatrale con oltre 30 programmi complessivi.
Roberto Brivio fu anche proprietario e gestore di numerosi teatri e locali milanesi tra cui si ricordano “Il Refettorio” - dove ebbero la possibilità di muovere i primi passi artisti quali Marco Messeri - e il “Teatro Ariberto”. Assieme alla moglie Grazia Maria Raimondi è stato per anni la maschera di Milano Meneghino.
Brivio è stato anche attivissimo protagonista di numerose operette.

Pietro Nobile
Milanese di nascita, dopo un primo periodo di concerti da solista incontra a Parigi nel 1981 Marcel Dadi, grazie al comune amico Herbert Pagani. Dopo un intensa attivita’ concertistica, nel1986 comincia a scrivere per la rivista “Guitar Club” e nel 1987 Emi pubblica il suo primo disco “Waiting” prodotto da Alberto Radius.
Nel 1988 inizia ad insegnare al CPM di Milano, tenendo un corso monografico sul fingerstyle. Numerosi gli stages e i seminari che tiene in giro per l’Europa. Dal 1991 e per i tre anni seguenti, partecipa alla Rassegna Mondiale della Chitarra di Issoudun, in Francia.
La rivista “Guitar Club” lo elegge miglior chitarrista acustico italiano nel 1991, 1992 e 1994.
Nel 1996 viene invitato a suonare all’Olympia di Parigi con altri chitarristi di fama mondiale in un concerto commemorativo per la scomparsa di Marcel Dadi, a cui seguirà a breve il disco “Marcel Dadi-Hommage”, distribuito in tutto il mondo.
Nel 2000 esce il CD “La città dei sogni”, che contiene un brano utilizzato per la compilation di grande successo (solo in Italia 90.000 copie vendute) “Eterea” pubblicata da Emi. Nel 2001 esce il CD “Volo libero” ancora per Emi, pubblicato in Italia e Svizzera.
Nel 2002 e nel 2003 partecipa al Montreux Jazz Festival, in due memorabili concerti solisti.
Nel 2002 riprende la collaborazione con Flavio Oreglio, producendo uno spettacolo per Zelig dal titolo Musicomedians, a cui partecipano anche Leonardo Manera, Sergio Sgrilli. Alberto Patrucco.
Dal 2003 ad oggi intensifica l’attività concertistica in Europa e partecipa a numerose trasmissioni radiofoniche e televisive, oltre a proseguire l’attività didattica che lo porta a diventare padrino della sezione di chitarra acustica per la Fondazione “Little Dream” di Phil e Oriane Collins a Ginevra.
Nel novembre 2006 partecipa al Galà Telethon di Ginevra e in Dicembre a quello per il Telefono Azzurro a Bologna. Nel 2007, partecipa nuovamente al festival mondiale della chitarra di Issoudun e al Milano meets New-York Guitar Festival. Nel 2008 fa una tournè in Canada, e in Italia con lo spettacolo “Riflessioni Sonore”.
Pietro si occupa da dieci anni anche di produzioni discografiche, di jingle pubblicitari e colonne sonore, nel suo studio di registrazione a Milano. E’ da poco uscito il suo nuovo album.

Ore 21.30 Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci



VEN. 03 12 2010 SIKITIKIS

Ritornano alla Casa 139 con il nuovo singolo Tiffany tratto da Dischi Fuori Moda.Un rinnovato e sempre più coinvolgente e accattivante sound: ancora più pop, ancora più elettronico ancora piu rock ! La “nuova musica italliana”passa anche da loro : indipendenti,appassionati,energici e assolutamente …cinematici !

DISCHI FUORI MODA - Le tracce

TU SEI MUTA, IO SONO SORDO: sbandare, piangere e urlare da in mezzo a una strada. Un amore consumato, un tradimento scoperto, una strada buia, un incidente… non c’è più nulla da recuperare. L’incomunicabilità vista da sotto il mare in un cortometraggio r’n'r senza un attimo di respiro.

TSUNAMI: niente po’ fare più male di così. Una riflessione sulla transitorietà del dolore umano, sull’attaccamento e sull’amicizia, si appoggia sull’indolenza del tempo giamaicano e sulla purezza del pianoforte.

VOGLIO DORMIRE CON TE: il nostro divano non vuol più parlare di te. Il primo passo verso la pace e l’abbattimento del muro dell’orgoglio, nella vita di coppia, come nella società. Il pop tradizionale rivisto e interpretato dai Sikitikis, senza paura e senza vergogna.

SALVATECI DAGLI ITALIANI: il paese è reale? Non me ne ero accorto… I peggiori luoghi comuni sugli extracomunitari, invocati in una richiesta di aiuto, in una preghiera di salvezza, citando i Fab4 e Beastie Boys!

AMORE SUL MAC: l’amore è: lasciamo stare. I meccanismi ancestrali e profondi dell’amore ai tempi di skype. Tempi hip-hop e voci battistiane per una produzione raffinatissima dal respiro internazionale.

TIFFANY: fammi sentire un bambino di fronte a un giocattolo. Una caramello in mezzo a dieci canzoni. Il gusto zuccherino dei preset farfisa e una melodia che accompagna il risveglio. Tre donne un po’ bambine, un uomo che vuole entrare nel loro mondo…

UCCIDERE COMPAGNI DI SCUOLA: io non ho problemi, io gestisco. La decadenza di un sistema analizzata dal caos del sistema stesso. Dietro la disillusione del crollo, si nasconde la speranza di una rinascita.

WILLSON: se è già morto Willson, morirò anch’io. Una bravata, una fuga. Storia ingombrante e tristemente attuale sull’antica storia delle forze dell’ordine dal grilletto facile. Un groove raschiato dal genio di Timbaland accompagna un riff blues dal sapore desertico.

L’ULTIMO DEI SUPERSTITI: non c’è più posto per noi. Nasce dal pensiero delle scelte di vita di Gigi Riva, dalla nostalgia di cose che non esistono più o che dimentichiamo. Riflessione su una società refrattaria alla purezza d’animo e all’amore per la giustizia. Un drumming brasiliano a ricordare il calcio d’altri tempi.

AVERE TRENT’ANNI: che casso importa avere trent’anni. Un natale uscito male, l’acquisto incauto di merce illegale mal tagliata e il traumatico domino di pensieri del day-after. La musica tradizionale italiana incontra la lucida follia dei Sikitikis e si trasforma in electro-beat dal gusto hard-core.

www.myspace.com/sikitikis

Ore 21.30 Sottoscrizione 7 euro con tessera Arci



SAB. 04 12 2010 – Serata danzante



Ore 23.30 - Ingresso gratuito con tessera Arci





DOM. 05 12 2010 – CHIUSURA



Chiusura
CIRCOLO ARCI LA CASA 139

PROGRAMMA DELLA SETTIMANA



- AVVISO -

Vi ricordiamo che La Casa 139 è un circolo ARCI e l'ingresso è riservato ai Soci possessori della tessera Arci 2010. Per quanti ancora non fossero Soci e volessero diventarlo, segnaliamo che è necessario compilare il MODULO DI AMMISSIONE CHE TROVATE NEL SITO ARCIMILANO, almeno 24 ore prima della data dell'evento a cui volete partecipare, Vi preghiamo di stamparlo e presentarlo all'ingresso del circolo per poter ritirare la tessera dopo approvazione del Direttivo e dopo aver versato la quota associativa annuale.
Per il semplice rinnovo della tessera, è sufficiente esibire all'ingresso la tessera dell'anno precedente e versare la quota associativa, senza dover compilare il modulo
Grazie per la collaborazione!



LUN. 01 11 2010 WILD SIDE FAMILY

C’è una strada. Una lunga strada che sa di polvere, rabbia ed alcool. Una strada costruita con la passione, il sudore ed un’attitudine unica. E’ la strada che band del calibro dei Rolling Stones hanno tracciato, ed è la stessa strada che Wild Side Family si propone di percorrere, facendola propria.
Il ritorno alla musica “suonata”, senza fronzoli o ammiccamenti al trend musicale odierno, troppo di plastica per il modo con cui Wild Side Family intende proporre il proprio progetto fatto di brani inediti saturi di emozione, istintività ed intuito, miscelati all’esperienza ed alla professionalità dei musicisti che compongono questo ensemble.
Riffs diretti e di impatto ma anche intime ballad e blues, momenti lisergici e note che scavano alla radice di quello che è il percorso intrapreso dalla band ed il suo sound.
La voce graffiante, la caratteristica accordatura open G tuning, il sapiente intreccio delle melodie che le due chitarre intessono, il suono vivo e pulsante del basso ed il drumming potente ed incalzante, gli arrangiamenti coadiuvati da strumenti come sax, piano, hammond, percussioni sono le prerogative che distinguono il sound Wild Side Family già da un primo ascolto.
Un progetto che, pur guardando al passato, in un genere che non conosce tempo come il rock’n'roll, risulta sempre eccitante, fresco ed attuale.
Dopo tutto…it’s only rock and roll…but we like it!La Family fonde in essa l’esperienza più che decennale di musicisti che hanno militato in due delle più importanti cover band del panorama nazionale: AT e MISTER NO, con all’attivo più di 2000 concerti nei più noti locali della Penisola.
Vantando inoltre collaborazioni con artisti di fama (tra i quali Tricarico, Paola & Chiara, Paco De Lucia, Prozac +, Dolcenera ed altri) ed artisti della scena underground (Serranò Concetto, Tiempo Mancante, Niccolò Agliardi.).
Nel 2010 arriva la svolta e con essa la voglia di dedicare il proprio talento e la propria passione al progetto WILD SIDE FAMILY.
Uno show intenso ed adrenalinico che, grazie all’originalità del repertorio proposto, ed alle cover delle più grandi band del panorama internazionale, convoglia in se la capacità di coinvolgere un pubblico eterogeneo.

www.myspace.com/wildsidefamilyband

www.facebook.com/wildsidefamily

Ore 21.30 Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci



MAR. 02 11 2010 THE CINEMATICS

I Cinematics sono quattro ragazzi scozzesi che, ad un certo punto della loro vita (più o meno intorno alla fine dell’adolescenza) si sono trovati davanti ad un bivio: ordinare un altro giro di pinte ed entrare ufficialmente nel club degli alcolizzati delle Highlands, oppure rimediare qualche strumento di seconda mano ed iniziare a suonare. Nel primo album, “A Strange Education”, che risale ormai al 2007, i quattro - che, nel frattempo, si sono trasferiti a Glasgow - non fanno mistero di aver passato gli ultimi anni a sentire e risentire i vecchi lp dei loro genitori, parenti, amici, macellai di fiducia, ecc. e a provare e riprovare svariate cover nel garage di quell’amico lì (con buona pace dei vicini di casa, che si sentivano schitarrare London Calling alle tre di notte). Quello che viene fuori è però una straordinaria compilation, in cui campeggiano le influenze britanniche più disparate: in pratica un bignami degli ultimi 10 (e forse pure venti) anni di brit-music, in cui - davvero! - non manca proprio nessuno. Il filo conduttore di questo intelligente e ragionato riassunto musicale è una “musica melodica ed emotiva” al tempo stesso, che poggia sul connubio chitarra-basso (come a dire: Bloc Party + Editors) e sui ritmi wave danzerecci che danno al disco un intenso senso di Eighties (e che hanno fatto la fortuna di band quali i Franz Ferdinand). Non è un peccato dunque se questi ragazzi partono con un saluto agli Hard-Fi - il tessuto sociale da cui provengono è quello - si fanno un giro dalle parti dei New Order e poi si cimentino in una specie di post punk ed il vocalist si prenda pure la licenza di un falsetto . Dopo aver suonato in giro per il mondo ed aver assistito al crollo dell’etichetta TVT Records, i The Cinematics non mollano il colpo, pubblicano un secondo album autoprodotto e poi si sportano in Germania per mirare al cuore dell’Europa, terra dove il loro sound sembra andare per la maggiore, facendo un percorso spiritualmente inverso rispetto a quello effettuato dagli Editors anni or sono. Tornano così in studio alla ricerca di un sound più evoluto, maturo, che li riporti ad interessare il grande pubblico. Questo lavoro sta per vedere la luce con un EP che uscirà a Giugno 2010 in Italia e che sarà seguito a Settembre dal nuovo LP. La band sarà poi in Italia per cinque date, dove aver percorso durante l’estate il resto d’Europa!

www.thecinematics.com
www.myspace.com/thecinematics

Ore 21.30 Sottoscrizione 12 euro con tessera Arci


MER 03 11 2010 MALEGO

La proposta musicale del trio romano formato da Paolo Mulè (chitarra e voce), Andrea Palmeri (batteria) e Pietro Casadei (basso) è una miscela posizionabile a metà strada fra il rock inglese di fine anni ‘60 - primi ‘70 (Led Zeppelin, Pink Floyd, Jimi Hendrix, di cui dal vivo i
Malego propongono talvolta alcune cover) e un certo cantautorato di tradizione italica (”cantautorali” sono infatti l’approccio e l’ambizione con cui i testi vengono scritti, in lingua italiana, da Paolo).
Poco dopo aver calcato, nel giugno del 2008, il palco dell’Heineken Jammin’ Festival, i Malego entrano in studio di registrazione.
“Resta la polvere”, raccolta di 11 brani inediti, vede la luce nell’ottobre del 2009.
I Malego sono fra gli ideatori e fondatori del collettivo indipendente di musicisti romani “RomAlternativa”.
Rock. Sudore. Adrenalina allo stato puro.
Bastano queste poche parole per descrivere il live “In Polvere” dei Malego, combo romano che, con uno show energico e coinvolgente, porta sul palco le canzoni
dell’album d’esordio “Resta la polvere”, assieme ad alcuni brani inediti e a una selezione di cover che spaziano dai Led Zeppelin a Jimi Hendrix.
Uno spettacolo da non perdere, soprattutto per gli amanti del rock ruvido, schietto, diretto e senza fronzoli che spesso, al giorno d’oggi, trova spazio solo nelle nostre
polverose collezioni di vinili.

www.myspace.com/malego

Ore 21.30 Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci



GIO. 04 11 2010 ILARIA PASTORE QUINTET

Ilaria Pastore è una cantastorie: le sue canzoni hanno infatti la capacità di incantare il pubblico, di rapirlo e di accompagnarlo in luoghi meravigliosi, pieni di invenzioni e di verità. Ilaria disegna questo percorso narrativo nel suo album di debutto - “Nel mio disordine” - in uscita il 9 Aprile per l’indipendente Totally Unnecessary Records (distribuzioneAudioglobe).
Ogni traccia che forma l’album è un gentile invito ad entrare nella sua casa caotica, piena di storie vere, di riflessioni, vestiti da riordinare, calzini spaiati, perplessità ma anche parole di conforto.
Tanti e diversi soni i temi trattati in “Nel mio disordine”: si parla di amore, di femminilità, delle difficoltà della vita quotidiana, disagio, ma anche di equilibrio e di gioia di vivere.
Filo conduttore in tutti e dieci i brani è sicuramente il tempo: l’album è infatti il racconto di una vita attraverso le sue diverse fasi.
I brani complessivamente vanno a delineare questa sua filosofia musicale condivisa fino ad ora insieme ai suoi musicisti e alle persone che seguono e ascoltano le sue canzoni.
L’album arriva da una lunghissima attività live e racchiude dieci brani scritti, arrangiati e prodotti dalla stessa Ilaria Pastore in collaborazione con i musicisti Lucio Fasino e Antonio Fusco (con la quale formano un trio) e il chitarrista e produttore Gipo Gurrado (con cui Ilaria firma anche la produzione artistica del disco).
“Nel mio Disordine” è un disco personale e introspettivo, movimentato da un pizzico di sfacciataggine, dando vita così ad una forma canzone ricca di dettagli nel linguaggio e nelle sonorità e costruendo spontaneamente una musica dall’identità forte ed emotiva.

Benvenuti in questo luogo di personaggi inventati ed oscillanti, non abbiate timore di accomodarvi in questa casa caotica, piena di storie vere, riflessioni, vestiti da riordinare, perplessità, parole di conforto e calzini spaiati. Ilaria Pastore debutta così: “NEL MIO DISORDINE” è il titolo della prima opera che racchiude dieci brani scritti, arrangiati e prodotti da Ilaria Pastore in collaborazione con i musicisti del trio (Lucio Fasino e Antonio Fusco) e con il chitarrista e produttore Gipo Gurrado .
Dieci brani che disegnano il percorso da “cantastorie” assaporato fin’ora e condiviso insieme ai suoi musicisti e alle tante persone che seguono e ascoltano le sue canzoni.
Un disco molto personale, introspettivo e anche sfacciato.
Una nudità gentile, all’apparenza.

www.myspace.com/ilariapastore

Ore 21.30 - Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci



VEN. 05 11 2010 DUEMINUTIEMEZZO

Dopo aver conquistato il pubblico della Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia e Lombardia, i Dueminutiemezzo ripartono con la stagione autunnale del loro VACANZE SEPARATE TOUR 2010 con uno strepitoso concerto…ma se l’estate sta finendo le vacanze non finiscono mai…da non perdere!

Ore 21.30 - Sottoscrizione 3 euro con tessera Arci



SAB. 06 11 2010 – Serata danzante



Ore 23.30 - Ingresso gratuito con tessera Arci





DOM. 07 11 2010 – CHIUSURA



Chiusura
LUN. 18 01 2010 - AIDORU

Aidoru: così in Giappone si pronuncia la parola inglese "idol" ed è nella terra del Sol Levante il modo di chiamare le star che, giunte giovanissime all'apice del successo, sono poi dimenticate subito dopo. Nati nei primi anni Novanta a Cesena con il nome di Konfettura, gli Aidoru sono Dario Giovannini, Diego Sapignoli, Michele Bertoni e Mirko Abbondanza.
Inizialmente band di influenza punk-rock, nel tempo il gruppo ha sviluppato uno stile proprio nel quale approdano echi di generi molto diversi tra loro, dal post-rock al jazz, dalla classica al pop. Nel 1998 esce il primo disco delle band: un minialbum in vinile, il 7 pollici prodotto dalla Freak out!Records al quale segue il demotape autoprodotto "S - She dressed blue".
Nel tempo l'ambito di ricerca degli Aidoru si allarga portando il gruppo a confrontarsi con diverse forme artistiche, dal teatro alla performance, dalla poesia alla video-arte.
Questa apertura li porta a fondare nel 2001 Aidoru Associazione, realtà che si occupa di produzioni musicali, di teatro e di organizzazione di eventi.
Il 2001 segna una svolta per la vita della band: esce l'album "ââ?¬¦cinque piccoli pezzi per gruppo con titoloââ?¬¦" che cattura l'attenzione del pubblico e della critica. Nello stesso anno comincia la prolifica collaborazione con il Teatro Valdoca che continua a tutt'oggi: è questo un incontro che caratterizza fortemente il percorso della band che compone ed esegue in scena le musiche per molti spettacoli. Frutto di questo rapporto, nel 2004 nasce il nuovo lavoro "ââ?¬¦13 piccoli singoli radiofoniciââ?¬¦" salutato dalla critica con estremo entusiasmo. Il 2007 vede nuove importanti collaborazioni per gli Aidoru, invitati alle registrazioni del primo album solista di John de Leo e in qualità di arrangiatori e musicisti alla registrazione dell'album di Barbara Munoz, una produzione di Loris Ceroni (Sony Mexico). Nello stesso anno il gruppo realizza il nuovo album "Nove buone nuove", pubblicato esclusivamente on line. Negli anni la band è invitata ad esibirsi in rock club e palchi di tutta Italia ma anche in teatri e in contesti performativi trasversali. "Songs canzoni - Landscapes paesaggi" è il quarto album ufficiale realizzato in studio dagli Aidoru, coprodotto da Trovarobato e distribuito nei negozi da Audioglobe.
L'album raccoglie 5 anni di lavoro e suggestioni che arrivano da esperienze diverse dei membri del gruppo, dalle collaborazioni teatrali al rapporto con musicisti internazionali, da progetti paralleli in altri ambiti musicali fino alla rielaborazione di passaggi sonori creati per il movimento e per la parola. Un suono scarno, rarefatto, che segna un punto di passaggio importante nella ricerca di un sound per questo album che ha una cifra stilistica del tutto innovativa.
"Songs canzoni - Landscapes Paesaggi" è un album che ne contiene altri due.
Il primo, "Songs canzoni", comprende undici tracce che sono canzoni alla maniera degli Aidoru, fuori da uno schema classico e nelle quali c'è uno stravolgimento del principio strofa - ritornello - strofa.
Gli ultimi sei pezzi compongono "Landscapes Paesaggi", luogo dove si sperimentano nuove strutture e si va alla ricerca di un suono in grado di rievocare musicalmente le progressioni dei paesaggi naturali o urbani, una sorta di sonorizzazione di spazi, ambienti sonori e luoghi.
Lontano dal tecnicismo e dalla pura ricerca formale, l'album va dritto al cuore, tocca le corde emotive, trasuda emozione e autenticità vere. Uno stile originale nel quale convivono il rock e la musica contemporanea, il punk e il jazz, l'improvvisazione e la composizione, in una modalità compositiva che non vuole rispettare il tempo radiofonico e il tempo percettivo medio.
http://www.aidoru.org
http://www.myspace.com/urodia
Ore 21.30
Sottoscrizione 6 euro con tessera arci.


MAR. 19 01 2010 - PAOLO BALTARO


Musea presenta "Low Fare Flight to the Earth", il debutto solista del cantante di Arcansiel: Paolo Baltaro. "Low Fare Flight to the Earth" è un po' il risveglio della sua coscienza pop-rock, sinora appena accennata ma ancora mai espressa a pieno. Nel cuore e nello stomaco Beatles e psichedelia ma pure rumore e surreale intimismo. Un percorso biologico-sonoro che mai dimentica i parametri popular: una passeggiata di brani accattivanti ma non per scelta e mai per durata. Così, vuoi per caso vuoi per attitudine, scorrono le 9 tracce (più una ghost) che compongono il quadro. Con quella spontanea e semplice necessità che emoziona o diverte o fa pensare o culla, secondo la circostanza. Semplicemente ma necessariamente spontaneo è questo disco perchè semplicemente ma necessariamente spontaneo è Paolo Baltaro. In questo modo sono nate le canzoni, in questo modo sono state da lui suonate e cantate, in questo modo, forse, si possono ascoltare. Nulla di più, nulla di meno. Tutto e niente. E' semplice!
Al disco hanno anche collaborato alcuni amici musici: Pier Michelatti, Gianni Opezzo, Alo Sogno, Barbara Rubin, Davide Trevisio, Diego Marzi, Emanuele Polato e Kristian Mellergaard Hansen. "Low Fare Flight to the Earth" è fondamentalmente un disco pop-rock.
E' stato prodotto, arrangiato e cantato dallo stesso Paolo Baltaro (che peraltro suona tutti gli strumenti) presso il KMP Castle Studio di Vercelli, avvalendosi in alcuni brani di eccellenti collaborazioni di amici (molti dei quali vercellesi) come Pier Michelatti, Gianni Opezzo, Alo Sogno, Barbara Rubin, Davide Trevisio, Diego Marzi, Emanuele Polato e Kristian Mellergaard Hansen.
Diverse le particolarità sonore, fra le quali la presenza della sezione di archi, cornamuse bretoni e campioni registrati all'interno della metropolitana londinese. Largo spazio alle chitarre elettriche di gusto britannico affidate in gran parte a Vox, Telecaster e Rickenbacker. A differenza dei lavori pubblicati da Paolo negli ultimi tempi (Arcansiel, S.A.D.O. e Mhmm) questo disco è difficilmente etichettabile e spazia fra il rock psichedelico di scuola floydiana, il pop beatlesiano fino ad aggressivi richiami emo-core nonché surrealismi alla Sigur Ròs. Dieci brani originali scritti fra il 2006 e il 2008 per i quali sono stati impiegati circa due anni per le registrazioni.
"Low Fare Flight to the Earth" esce in formato REWAVE, lo stesso procedimento utilizzato per il disco già pubblicato da Paolo quest'anno con gli Mhmm, Do not Disturb.
Il sistema Rewave consiste nel pubblicare una confezione formata da un LP di 150 grammi ad alta qualità con un CD, al prezzo speciale del semplice supporto ottico. Il CD, sigillato con il disco e non vendibile singolarmente, contiene copia esatta del master utilizzato durante il transfer su lacca, senza ulteriori ottimizzazioni per il supporto digitale. Ne consegue la possibilità di effettuare un ascolto fedele al vinile creando, in aggiunta al valore artistico dellââ?¬â?¢opera, materiale che potrà suscitare interesse fra gli audiofili. Il discoè stato successivamente masterizzato e ottimizzato per il vinile da Mauro Andreolli del Das Ende Der Dinge studio.
"Low Fare Flight to the Earth" è pubblicato da Musea ed edito da Universal Music Italia.
La distribuzione internazionale è affidata a Musea, che demanda a Frontiers per l'Italia.
http://www.myspace.com/paolobaltaro
http://www.paolobaltaro.com
Ore 21.30
Sottoscrizione 5 euro con tessera arci.


MER. 20 01 2010 - SARA LOV


Sara Lov è l'altra metà dei Devics, una delle più raffinate band indie-pop americane che conta nelle proprie fila la carismatica figura di Dustin O'Halloran. Con il suo primo album solista "Seasoned Eyes Were Beaming" (in uscita il 3 Aprile per Nettwerk/Self) ed il primo singolo estratto "New York", potrebbe tranquillamente fare da concorrente alle più importanti folk singers di ultima data come Cat Power, Feist, Neko Case e Joan As A Police Woman.
I Devics sono in pausa, Dustin O'Halloran sta dando libero sfogo alle sue composizioni per piano e Sara Lov ha colto al volo l'occasione per registrare il suo esordio solista.
A tratti sembra di ascoltare delle perle nascoste della discografia della coppia voce/piano Lov/O'Halloran, ed il risultato è il lato più femminile e nascosto dei Devics ovvero la versione di Sara Lov.
"Seasoned Eyes Were Beaming" è stato prodotto da Zac Rae (noto per il suo lavoro con Fiona Apple e My Brightest Diamond), mixato da Darrell Thorp (già in studio di registrazione con Radiohead e Beck) e conta featuring di livello da parte di Alex Brown Church dei Sea Wolf e Solon Bixler dei Great Northern. L'esordio di Sara ha tutti i numeri per sfondare e per far parlare di se com'è stato per le incursioni soliste di Dustin O'Halloran.
Sara Lov disegna un album perfetto, dai toni chiaro/scuri dove a farla da padrone e la voce della cantante, contrariamente a quanto succedeva nei Devics in cui la voce di Sara era uno strumento al servizio delle note di Dustin.
http://www.myspace.com/saralov
http://www.saralov.com
Ore 21.30
Sottoscrizione 10 euro con tessera arci.


GIO. 21 01 2010 - FLAVIO PIRINI - ospiti della serata: TEKA P - a seguire dj set MICOL MARTINEZ

Settimo appuntamento con Anni'10, lo show di "circa intorno quasi teatro canzone" che Flavio Pirini interpreta alla Casa 139 di Milano.
Pirini mette in scena un concerto spettacolo dove si alternano canzone d'autore, monologhi, letture e umorismo, sempre secondo la formula che Pirini coltiva da qualche anno e che mescola poesia e ironia. Oltre alla presenza fissa del comico "guastatore" Pasqualino Conti, ad ogni serata partecipano ospiti diversi. Comici, monologhisti, musicisti e attori, artisti che utilizzano linguaggi differenti, ma affini per ispirazione e per contenuti. L'intenzione è quella di incontrare diverse anime, diverse sfaccettature di una forma di spettacolo, tipicamente milanese, normalmente associata al cabaret o alla canzone d'autore, che unisce musica, poesia e comicità.
L'appuntamento del 21 gennaio 2010 ospiterà gli amici TekaP.
I Teka P hanno vinto il primo Miglior Progetto al Mantova music Festival 2006. Si sono esibiti in spettacoli con Enzo Jannacci e Paolo Rossi. Nascono nel 2000 da un'idea di Andrea Rodini e Ivo Maghini, affascinati dalle possibilità musicali del dialetto milanese, cifra espressiva adottata come forma esclusivamente stilistica, priva di qualsiasi venatura ideologica. I Teka P sono uno dei gruppi meno etichettabili attualmente in circolazione, protagonisti di un nuovo filone musicale: le "Nuove Suonerie Milanesi". Storie raccontate con ironia e poesia su di un impianto musicale di impronta blues, latin e funky, capace di proiettare la lingua di Milano in una dimensione internazionale.
In questa serata si presentano in quartetto, rivisitando il loro repertorio in un'inedita chiave acustica, capace di esaltare la forza narrativa dei testi e l'esecuzione sempre impeccabile dei brani: una miscela di musica e teatro di grande suggestione.
http://www.myspace.com/flaviopirini
http://www.myspace.com/tekap
http://www.facebook.com/TekaPi
Ore 21.30
Sottoscrizione 5 euro con tessera arci.

VEN. 22 01 2010 - TECNOSOSPIRI + Dj set Blixa - The Bad & The Ugly

I Tecnosospiri presentano al pubblico de La Casa 139 il nuovo album "I Lupi", terzo album pubblicato dall'etichetta romana Cinicodisincanto.
"I Lupi"è un disco composto da dieci affreschi musicali, ispirati al cinema di Kieslowsky, alle poesie di Pasolini, agli scritti di Roland Barthes, ad un mondo culturale che va molto oltre le influenze musicali e di cui i Tecnosospiri si servono, per descrivere l'attuale "Stato in Crisi" dei nostri tempi.
"I Lupi" sono i manipolatori mediatici, i turisti ipocriti che godono sulle macerie di Sarajevo, le multinazionali che "sporcano" le periferie di Varsavia, i palazzinari delle metropoli.
Amerigo Verardi e Maurice Andiloro, già collaboratori di Baustelle e Virginiana Miller, hanno contribuito ad avvicinare il gruppo ad un'estetica matura e consapevole.
La band, originaria di Formia ( Latina ) e romana di adozione, ha da pochi giorni lanciato il nuovo videoclip,"Lo stato in crisi", con la regia di Francesco Lagi, totalmente ambientato sott'acqua,primo in classifica su Music Box ed in regolare rotazione su All Music ed altre emittenti del settore.
I Tecnosospiri hanno condiviso il palco con alcuni tra gli artisti più rappresentativi della scena italiana, tra cui Dente, Amari, Il Genio e Virginiana Miller.
Diverse riviste, tra cui Mucchio Selvaggio, Rockerilla, Blow Up, ritengono che "I Lupi" sia uno dei migliori dischi di pop indipendenti del 2009.
http://www.myspace.com/tecnosospiriband
http://www.youtube.com/user/TecnosospiriOfficial
Ore 21.30
Sottoscrizione 5 euro con tessera arci.

SAB. 23 01 2010 - Doppio dj set MICOL MARTINEZ - GIANGO
Ore 21.30
Ingresso libero con tessera arci.

DOM. 24 01 2010 - Chiusura
Chiusura.


LA CASA 139 - Via Ripamonti, 139 - Milano
www.myspace.com/lacasa139
www.lacasa139.com
- AVVISO -
Vi ricordiamo che La Casa 139 è un circolo ARCI e l'ingresso è riservato ai Soci possessori della tessera Arci 2010.
Per quanti ancora non fossero Soci e volessero diventarlo, segnaliamo che è possibile compilare il MODULO DI AMMISSIONE CHE TROVATE NEL SITO ARCIMILANO, prima della data dell'evento a cui volete partecipare. Vi preghiamo poi di inviarlo alla mail: crybrezza@hotmail.com per poter ritirare la tessera all'ingresso dopo approvazione del Direttivo e dopo aver versato la quota associativa annuale.
Per il semplice rinnovo della tessera, è sufficiante esibire all'ingresso la tessera precedente e versare la quota associativa per il 2010, senza dover compilare il modulo di ammissione.

Vi preghiamo di aiutarci a seguire questi piccoli passaggi e Vi ringraziamo per la collaborazione.


LUN. 11 01 2010 - BURN ON THE GOLDE STAGE - NEWS FOR LULU + guest
Golden Stage nasce lo stesso giorno del suo fondatore e quella del loro compleanno è la miglior occasione quindi per festeggiare assieme a un gruppo che sembra nato per stare su uno dei palchi che contano di più nella scena musicale milanese, ovvero quello de "La Casa 139".
I News For Lulu sono un gruppo composto da sei ragazzi di Pavia che cominciano a suonare assieme nel 2003, ognuno col proprio apporto di background. Già dal nome scelto per la band (Album dell'88 di John Zorn, George Lewis e Bill Frisell) dovrebbe far intuire che questi ragazzi masticano e ne capiscono di musica e i risultati del loro primo lavoro Ten Little White Monsters ne è la conferma. Il disco, uscito nel 2006 per Zahr Records, convince subito tutti per l'originalità della musica espressa. A una prima matrice post-rock infatti, presente nel loro primo demo, hanno unito la concretezza e l'incisività della forma canzone, facendone scaturire un pop un po' trasversale e obliquo, fatto di chitarre sognanti e melodie che portano dritte verso i paragoni più disparati coi gruppi più alti, quali Mogwai o Radiohead. Ma la realtà è che la musica dei News For Lulu è loro e, dopo un periodo d'assenza, stanno per tornare e farcene assaggiare di nuova, dal momento che attualmente sono in sala d'incisione per registrare i nuovi pezzi.
www.myspace.com/newsforlulu
www.newsforlulu.com
Ore 21.30
Ingresso libero con tessera arci.


MAR. 12 01 2010 - DANIELE TENCA - BLUES FOR THE WORKING CLASS -


Il nuovo progetto discografico di Daniele Tenca, in uscita l'11 Gennaio 2010, si intitola "Blues for the Working Class" (Ultratempo/Family Affair), tema dominante la sicurezza sul lavoro e il lavoro in generale. Che non c'è, e che quando c'è aliena, o per il quale rischi la pelle. Registrato alle Officine Meccaniche di Milano, il disco contiene 11 brani in inglese, ovviamente blues, 9 dei quali inediti, una cover di Bruce Springsteen, "Factory", e una versione del tradizionale USA "Eyes on the Prize", con la voce e le chitarre di Cesare Basile e Marino Severini dei Gang. La bandè italiana e formata dai musicisti che accompagnano l'armonicista americano Andy J. Forest nelle date europee, e che hanno registrato a New Orleans il suo ultimo disco, vincendo il Best Blues Award della Louisiana nel 2008, ovvero Pablo Leoni, Heggy Vezzano, Luca Tonani. Il primo singolo "He's working" è stato reso disponibile dal 1° maggio 2009 con la collaborazione di ANMIL (Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi sulLavoro). Il 6 Novembre 2009 il disco è stato presentato a New York City, nell'ambito del LIGHT OF DAY BENEFIT NYC, un concerto per raccogliere fondi per la LIGHT OF DAY FOUNDATION, che combatte il Morbo di Parkinson, con il patrocinio di artisti come Willie Nile, Marah, Jesse Malin, Michael J. Fox, e Bruce Springsteen (www.lightofday.org).
www.danieletenca.com
www.myspace.com/danieletenca
Ore 21.30
Sottoscrizione 5 euro con tessera arci.


MER. 13 01 2010 - NOLAN -


Nolan è un modo diverso di scrivere, produrre e ascoltare canzoni. Il progetto nasce da Gipo Gurrado, autore, compositore e produttore, già leader del gruppo "Aldilàdidalì". Il disco di esordio di Nolan, intitolato "Secondi fini per fare le ore piccole" (in uscita il 29 Gennaio 2010 per l'etichetta Totally Unnecessary Records) è stato registrato in un modo innovativo che stravolge tutti i processi produttivi con cui vengono registrati i dischi al giorno d'oggi. La registrazione dell'album ha coinvolto numerosi musicisti provenienti da ambiti diversi: Attila Faravelli (soundesigner, elettroacustica), Mell Morcone (jazz), Lucio sagone (rock, pop), Stefano Risso (jazz), Mauro Sansone (world, indie) e altri come Marco Ricci, Lorenzo Mondinari, Alessandro Sicardi, rendendo il lavoro molto vario ma compatto. Dopo i due dischi di canzoni pubblicati col quintetto Aldilàdidalì, Gipo Gurrado dal 2003 a oggi si è dedicato principalmente alla composizione di musiche per spettacoli teatrali firmando la colonna sonora originale di oltre venticinque spettacoli per compagnie come Quelli di Grock (di cui è il direttore musicale), Comteatro, Cerchio di Gesso, Macro Maudit, Odateatro, Accademia della Voce, Emanat e altre ancora. Nel 2008 firma le musiche originali del film "Diari" di Attilio Azzola che si aggiudica il Grand Prix Ecran Junior al Festival di Cannes 2008. Dal 2008 collabora con la compagnia di danza Eventi Verticali per cui scrive le musiche originali accompagnando dal vivo le performance verticali in varie tourneè che lo hanno portato a esibirsi in Corea del Sud, Norvegia, Germania, Belgio, Spagna. Nelle canzoni contenute in "Secondi fini per fare le ore piccole" confluiscono tutte le svariate esperienze musicali di questi anni. Si tratta di un disco solitario, invernale: le ore piccole del titolo sono quei momenti notturni in cui si sta già tornando a casa o non si è mai usciti, e mentre tutti dormono, ci si accorge di stare bene, ci si accorge - con un pizzico di vergogna - di essere quasi felici. L'album nasce dall'urgenza di raccontare un attesa, uno sbaglio, uno stupore, un non ritorno, una bugia, tanti piccoli particolari e stati d'animo che caratterizzano la vita di tutti i giorni di ognuno di noi. Sono questi i temi principali raccontati nei 9 brani contenuti in "Secondi fini per fare le ore piccole".
www.waitingfornolan.co.uk
Ore 21.30
Sottoscrizione 5 euro con tessera arci.


GIO. 14 01 2010 - FLAVIO PIRINI - ospiti della serata: ARTURO FIESTA CIRCO + FATTI COSIâ?? - a seguire dj set MICOL MARTINEZ
Sesto appuntamento con Anni '10, lo show di "circa intorno quasi teatro canzone" che Flavio Pirini interpreta alla Casa 139 di Milano. Pirini mette in scena un concerto spettacolo dove si alternano canzone d'autore, monologhi, letture e umorismo, sempre secondo la formula che Pirini coltiva da qualche anno e che mescola poesia e ironia. Oltre alla presenza fissa del comico "guastatore" Pasqualino Conti, ad ogni serata partecipano ospiti diversi. Comici, monologhisti, musicisti e attori, artisti che utilizzano linguaggi differenti, ma affini per ispirazione e per contenuti. L'intenzione è quella di incontrare diverse anime, diverse sfaccettature di una forma di spettacolo, tipicamente milanese, normalmente associata al cabaret o alla canzone d'autore, che unisce musica, poesia e comicità. L'appuntamento di stasera ospiterà ARTURO FIESTA CIRCO (cantautore) e i FATTI COSI' (comici), personaggi particolari e interessanti. Arturo Fiesta Circo si presenta così: "Io non so esattamente cos'è l'Arturo Fiesta Circo. Sono stato spettatore dell'avvenimento e lo sono tutt'ora. Più che altro suonavo in bagno. L'unica cosa, musicalmente parlando, che mi sento di dire è che per me il bluesmanè sempre stato un cantastorie. Un giorno a qualche suonatore di blues le cinque note della pentatonica non sono più bastate ed ha inventato il jazz. Personalmente credo di non fare niente di innovativo. Continuo una tradizione. Del bluesman mi ha sempre affascinato la vocazione al racconto di una storia, di una giornata particolare. Del jazz mi ha sempre affascinato la visione surreale dei colori che, spesso, mi fanno pensare ad un bicchiere vuoto e ad un portacenere pieno. Trovo che alcuni chansonniers francesi ed alcuni italiani abbiano saputo fare una buona sintesi di queste due fotografie. Suonavo in bagno quando il Ciaina (Fabio Giussani, batteria) mi ha detto che voleva provare a musicare alcuni brani che avevo scritto. Avevo i miei bei temporali nella testa in quel momento. Ho accettato per educazione e per stima verso questo giovane uomo così educato e per bene. Mi è sembrato subito un uomo d'altri tempi ed io amo il cuore antico delle cose. Con lui c'era anche Davide (Borin), giovanissimo bassista e in seguito si sono aggiunti Giuseppe (Magnelli, chitarra), Sara (Denova, pianoforte) e Armando (Illario, fisarmonica). Il Circo è nato così. I dettagli poi sono cose che spesso mi perdo. Il ricordo è una bestia strana, cambia colore e tonalità in ragione del tempo trascorso. Quelli del Circo mi chiamano Zio. Perchè sono più grande di loro. Non sono tanto vecchio. Certe volte mi sembra di avere sei anni, certe volte mi sembra di averne cento. Ma questo con il Circo non c'entra. Considero il Circo la mia personalissima orchestra portatile per cui quando non ho voglia di suonare da solo questi ragazzi mi tengono compagnia. Nel 2008 è uscito il nostro primo disco "Distratto a Sud" registrato live in un'unica ripresa. A questo punto una presentazione come si deve dovrebbe sfociare con un qualcosa di pratico, che ne so, la definizione di una cultura musicale, una direzione, un programma. Ecco, secondo me invece, la presentazioneè finita." Lo Zio (Sergio Arturo Calonego, voce e chitarra). I Fatti Così manifestano in giovane età una predisposizione naturale per la musica che li porta a circolare tra il cortile di casa e i locali sparsi sul territorio italiano, fino alla composizione del primo cd "Fatti Così". Nel corso degli anni 90 avviene lââ?¬â?¢incontro con Luca, il terzo squinternato elemento, e fu subito fratellanza, e fu subito musica. E fu subito secondo cd! Durante i primi anni del 2000 svariegate peregrinazioni in lungo e largo per il territorio milanese e interland portarono all'incontro con il famoso comico Max Pisu, grazie al quale i tre fattoni si trasformarono da musicisti in cabamusicisti. Cominciano a partecipare a diversi laboratori, da "Lumache scio" al "Circolone", dal "Caffè Teatro" al "Rosa antico" di Milano fino all'importante e decisivo incontro con un discografico, cotal "Franco" dai baffi neri, che si degnò di produrre un nuovo inaspettato cd.
www.myspace.com/flaviopirini
www.myspace.com/arturofiestacirco
www.myspace.com/fatticosi
Ore 21.30
Sottoscrizione 5 euro con tessera arci.

VEN. 15 01 2010 - THE HACIENDA + doppio dj set SAVE THE DJ - MAX+NIKY
The Hacienda è un progetto che nasce nel Dicembre 2003 quasi tra i banchi di scuola sulle ceneri di un'altra band precedente di cui nessuno riesce o vuole ricordare il nome. La line-up è composta da Alessandro Gianferrara (voce & chitarra) Francesco Perini(Basso) William Cavalzani (voce & chitarra) Leonardo Innocenti (Batteria). Consolidata la formazione con un intenso lavoro in sala prove,i The Hacienda entrano in studio per registrare il loro primo demo di 5 pezzi,"About This Way" con cui si fanno luce con alcune recensioni web molto positive, su tutte. Il sound che la band sviluppa è notevolmente influenzato dal pop dââ?¬â?¢oltremanica di The Smiths, Elastica, Blur, ma anche da sonorità più garage di bands quali Black Rebel Motorcycle Club, Super Furry Animals e Ride. Nell'Aprile 2005 i The Hacienda vincono il "Controradio Rockcontest" che li porta a suonare alla Volkshaus di Zurigo per il "Real Live Music Festival" e a fare da supporter per Tiromancino e Planet Funk nonchè da protagonisti a "Station to Station". Nel Maggio 2006 la band introduce al basso Andrea Palombi. Nel 2007 continua a girare l'Italia vincendo moltissimi prestigiosi concorsi, avendo così la possibilità di suonare a numerosi festival quali "Italia Wave","Arezzo Play","Pistoia Blues","Metarock" e "Marea Festival" riscontrando ancora maggior successo di pubblico aiutato anche dal buon lavoro svolto tra Blog e Web. Nei mesi successivi sviluppano maggiormente la loro già consolidata attività live dividendo il palco per i Tour italiani di Blondelle, The Others, Kill The Young, The Wombats e 1990's e ricevono consensi anche da Webzine UK e radio d'oltremanica come XFM Manchester che li rende protagonisti del famoso show "The Music Response" condotto da Clint Boon. Sul finire del 2008 terminano le registrazioni della loro prima release discografica "Conversation Less", un EP di 6 pezzi registrato e mixato agli studi Savonarola 69 e masterizzato da Shawn Joseph agli studios "Optimum Mastering" di Bristol, lavoro che ha visto la luce per Black Candy Records nell'Aprile 2009. In supporto al nuovo lavoro la band ha percorso un tour di numerose date in Italia ma anche un tour in UK che ha toccato Manchester, Oldham e Accrington per 4 concerti memorabili e alcuni showcase radiofonici per alcuni network come Manchester Radio Online e ALL FM di Andy Rourke degli Smiths. La band è stata scelta dagli Oasis come supporter dell'I DAY Urban Festival il 30 agosto 2009 a Milano insieme a Kasabian,The Kooks,Twisted Wheel e Deep Purple.
www.myspace.com/thehaciendaband
Ore 21.30
Sottoscrizione 5 euro con tessera arci.

SAB. 16 01 2010 - Doppio dj set: DJ BLIXA + DJ PRECISO
Ore 21.30
Ingresso libero con tessera arci.

DOM. 17 01 2010 - Chiusura
Chiusura.
- AVVISO -
Vi ricordiamo che La Casa 139 è un circolo ARCI e l'ingresso è riservato ai Soci possessori della tessera Arci 2009.
Per quanti ancora non fossero Soci e volessero diventarlo, segnaliamo che è possibile compilare il MODULO DI AMMISSIONE CHE TROVATE NEL SITO ARCIMILANO, prima della data dell'evento a cui volete partecipare. Vi preghiamo poi di inviarlo alla mail: crybrezza@hotmail.com per poter ritirare la tessera all'ingresso dopo approvazione del Direttivo e dopo aver versato la quota associativa annuale.
Per il semplice rinnovo della tessera, è sufficiante esibire all'ingresso la tessera precedente e versare la quota associativa per il 2009, senza dover compilare il modulo di ammissione.

Vi preghiamo di aiutarci a seguire questi piccoli passaggi e Vi ringraziamo per la collaborazione.


LUN. 04 01 2010 - chiusura
Questa sera restiamo chiusi, a domani!


MAR. 05 01 2010 - MURIEL- a seguire dj set THE BAD & THE THE UGLY


I MURIèL affrontano con passione strutture compositive in bilico tra una innata propensione melodica ed una ricerca concettuale che li porta ad affrontare le vie più difficili e stimolanti del pop indipendente. Una forma di pop privata dei soliti cliché che guarda ai contenuti come alle forme, che si preoccupa di dire qualcosa senza essere per questo forzatamente e sterilmente intellettualizzante, che si preoccupa di esprimere concetti senza rinunciare alla melodia, alla freschezza compositiva.
Nascono nel dicembre del 2000 a Prato.
Partecipano al concorso "Rock Contest" organizzato da Controradio giungendo in finale alla XIV edizione, dove allacciano i contatti con Paolo Benvegnù. Partecipano per due volte consecutive al M.E.I. e a concorsi Nazionali come Arezzo Wave, dove sono inclusi nella compilation "Magic Bus 2006" che raccoglie le migliori 10 Bands del concorso "aspettando Arezzo Wave".
Registrano al DDR studio di Prato il loro primo album "Il movimento necessario" per l'etichetta Jato Music, sotto la produzione artistica di Paolo Benvegnù (ex Scisma, Proiettili Buoni), ed il supporto tecnico di Andrea Franchi (Marco Parente, Proiettili Buoni). Il disco si pone in equilibrio tra due sensazioni: la contemplazione malinconica del trascorrere delle stagioni e la sensazione pulsante, positiva, travolgente di trovarsi davanti un oceano di desideri, tutto in un continuo faccia a faccia tra passato e presente. Dopo il successo dalla critica è seguita un'intensa attività live che li ha visti raggiungere anche la diretta nazionale su Radio Rai.
I MURIèL investono inoltre le loro energie in un progetto di più ampio respiro: Trydog lab, un laboratorio musicale ed un network di band di cui sono fondatori assieme a Soloincasa e Dilatazione ed in cui confluiscono progetti come Baby Blue e Samuel Katarro, diverse identità legate da una comune volontà comunicativa.
Nel giugno del 2009 esce la raccolta intitolata "Neppure un Volto" che introduce nuovi elementi nel sound: la presenza dell'elettronica, le articolate melodie della voce, fino alla radice delle parole, elementi che possono dare una prima idea dei contenuti del secondo disco, "Cosa Decide?", senza svelarne tutta la naturalezza e varietà.
www.murielmusic.it
www.myspace.com/muriel29
Ore 21.30.
Sottoscrizione 4 euro con tessera Arci.


MER. 06 01 2010 - CHIARA CANZIAN


Inizia a studiare giovanissima con un'insegnante jazz e a soli 14 anni comincia a comporre le sue canzoni, principalmente con la chitarra e alcune ballate al pianoforte. Dopo anni di concerti nei club di tutta Italia, Chiara pubblica il suo primo disco "Prova a dire il mio nome", che segue la partecipazione all'edizione 2009 del Festival di Sanremo in cui presenta il brano omonimo e il buon successo radiofonico del singolo "Novembre '96". In questo periodo Chiara è in tournée con un set acustico che comprende Valerio de Paola alla chitarra, Andrea Lombardi al basso e Phil Mer al piano e presenta i suoi brani accanto a pezzi inediti, una rivisitazione di "Se stasera" di Tenco e cover di grandissimi autori come Jeff Buckley, Alanis Morisette, Battisti, Sting, che esaltano le sue grandi doti di cantante e di interprete.
www.myspace.com/chiaracanzian
Ore 21.30
Sottoscrizione 5 euro con tessera arci.


GIO. 07 01 2010 - FLAVIO PIRINI - ospiti della serata: LE SORELLE MARINETTI - a seguire dj set MICOL MARTINEZ
Quinto appuntamento con Anni '10, lo show di "circa intorno quasi teatro canzone" che Flavio Pirini interpreta alla Casa 139 di Milano.
Pirini mette in scena un concerto spettacolo dove si alternano canzone d'autore, monologhi, letture e umorismo, sempre secondo la formula che Pirini coltiva da qualche anno e che mescola poesia e ironia. Oltre alla presenza fissa del comico "guastatore" Pasqualino Conti, ad ogni serata partecipano ospiti diversi. Comici, monologhisti, musicisti e attori, artisti che utilizzano linguaggi differenti, ma affini per ispirazione e per contenuti. L'intenzione è quella di incontrare diverse anime, diverse sfaccettature di una forma di spettacolo, tipicamente milanese, normalmente associata al cabaret o alla canzone d'autore, che unisce musica, poesia e comicità.
Ospiti di questa sera LE SORELLE MARINETTI, un trio maschile di vocalist che si esibisce en travesti. I loro nomi d'arte sono Turbina, la maggiore, la più saggia e posata; Mercuria, la mediana, più ingenua e sognatrice; Scintilla la minore, più sfacciata e birichina.
A furia di improvvisazioni di fronte allo specchio della loro cameretta, con tanto di spazzola a mo' di microfono in mano, Le Sorelle Marinetti hanno trovato spontaneamente la fusione e l'amalgama di timbri tipiche del canto armonico a tre.
Notate da Giorgio Bozzo in un ruspante concorso per voci nuove, dopo un primo periodo di ambientazione, hanno saputo prendere confidenza con inaspettata celerità con gli ambiti e le regole dello show business professionale.
Le Sorelle Marinetti hanno basato il loro progetto artistico su un recupero filologico, sia pure in chiave di cover, del suono di standard musicali degli anni trenta e quaranta, all'epoca eseguito da solisti e gruppi vocali di grande notorietà come, ad esempio, Silvana Fioresi, Delia Lodi e il Trio Lescano.
Il primo disco "Non ce ne importa niente" è uscito nel febbraio 2008 per la P-NUTS di Giorgio Bozzo, che ha segnato anche il debutto dell'omonimo spettacolo teatrale.
www.myspace.com/flaviopirini
www.myspace.com/sorellemarinetti
Ore 21.30
Sottoscrizione 5 euro con tessera arci.

VEN. 08 01 2010 - EVA MON AMOUR - a seguire doppio dj set
Eva Mon Amour, un nome che evoca l'amore in senso totale, l'amore per la prima donna che è stata oggetto d'amore per un uomo. L'amore per la prima persona che ha preso una decisione indipendente. Un amore in tutte le sue sfaccettature.
Il disco d'esordio "Senza Niente Addosso" (29Records/Self), era uscito a gennaio del 2009, accompagnato dall'uscita del loro primo singolo "Indi", descritto dalla stessa band come "Tre minuti e mezzo di sound elettrico, istintività e sudore".
Iniziato da poco un nuovo tour, gli Eva Mon Amour arrivano sul palco de La Casa 139 per la presentazione dell'atteso album "La doccia non è gratis" (29Records/CNI/Believe).
Un secondo disco voluto e realizzato in tempi brevi, dopo appena pochi mesi dall'ultima pubblicazione, che propone 11 nuove canzoni nate durante alcuni viaggi e durante i faticosi spostamenti fatti per i concerti. Prima tra tutte "Randagi", il graffiante singolo scelto per il lancio dell'album che uscirà il 22 gennaio in tutti i negozi, mentre è già disponibile negli store digitali in esclusiva per Believe dallo scorso novembre 2009. Al centro de "La doccia non è gratis" rimane la canzone, con testi che fotografano la crudezza della realtà dove convivono la fatica del quotidiano e l'accettazione dell'assurdo. Il risultato è un disco essenziale e immediato.
www.evamonamour.com
www.myspace.com/evamonamour
Ore 21.30
Sottoscrizione 5 euro con tessera arci.

SAB. 09 01 2010 - Doppio dj set SAVE THE DJ + BLESS PARTY!
Ore 22.30.
Ingresso libero con tessera Arci.

DOM. 10 01 2010 - Chiusura
Chiusura.


LA CASA 139 - Via Ripamonti, 139 - Milano
www.myspace.com/lacasa139
www.lacasa139.com
LUN. 14 12 2009 - LOMBROSO + GRENOUILLE
Molto orecchiabili e di splendido ascolto, approdano a La Casa 139 i LOMBROSO. Il duo meneghino dal sound molto anni Settanta composto da Dario Ciffo (ex violinista degli Afterhours) ed Agostino Nascimbeni (ex batterista di Morgan e Bugo) ci regala canzoni d'amore e non solo, pronte a farci sognare e riflettere. La batteria perfetta e potente anima i brani di euforia e la voce armonica e melodiosa crea un connubio assoluto anche con un'impeccabile chitarra.
In apertura i Grenouille, tra le band rivelazione dell'anno: i ragazzi che cantano il rogo di Milano.
www.myspace.com/duolombroso
www.myspace.com/grenouillemusic
Ore 21.30.
Sottoscrizione 8 euro con tessera Arci.


MAR. 15 12 2009 - BRIGHTBLACK MORNING LIGHT + RIO EN MEDIO


I Brightblack Morning Light, guidati dal chitarrista e cantante dell'Alabama Nathan Shineywater, hanno debuttato col nebbioso slo-core di Ala.Cali.Tucky (Galaxia, 2004).
"Morning Light" (Matador, 2006) svela un viaggio psicomusicale non diverso da quelli in cui si cimentò il trombettista avanguardista Jon Hassell: il suono evoca luoghi ed epoche senza citare uno stile in particolare, ma raggiunge un livello di magico realismo che è anche più potente del realismo puro. Lo swamp-rock al rallentatore di "Everybody Daylight" (arricchito con flauto jazz e ritmo funky) conia una forma di musica psichedelica di facile ascolto che parla bene la lingua dei Cowboy Junkies quanto quella dei Creedence Clearwater Revival. Altri sei minuti a passo strascicato con "Friend of Time", che mette insieme un accento di funk-jazz più pesante con un canto pre-blues ed un triste solo di trombone. Queste due prime canzoni esauriscono praticamente il repertorio di tecniche impiegate nell'album. Il ritmo funky prende velocità nei dieci minuti di "Star Blanket River Child", un pezzo che termina con una lunga jamming-session. L'elemento psichedelico prevale nel blues dilatato di "All We Have Broken Shines", che vanta forse la migliore amalgama di blues, jazz, funk e jamming Caraibico di tutto l'album. L'aspetto sognante è apprezzabile al massimo nella cullante ninnananna "A River Could Be Loved", accompagnata solo da piano ed organo. Il blues permea la deriva sonnolenta di "Black Feather Wishes Rise".
Ciascuna canzone è soprattutto un lavoro di ipnosi, ma l'effetto più forte è ottenuto dall'unica canzone che rompe il modello. I ritmi sincopati di "Amber Canyon Magik", contrastano con un sussurro fragile e spettrale, evocando molto più che un paesaggio o un umore o uno stile di vita. Sembra più che altro che Shineywater arrivi ad un'esperienza sciamanica.
www.thebrightblackmorninglight.com
www.myspace.com/brightblackmorninglight
Opening: RIO EN MEDIO
www.myspace.com/daniellestechhomsy
Ore 21.30.
Sottoscrizione 7 euro con tessera Arci.


MER. 16 12 2009 - FEDERICO AUBELE


L'ipnotizzante miscela di tango, elettronica e suoni latini creata dall'argentino Federico Aubele irromperà a La Casa 139 di Milano per ricreare l'atmosfera intima dei dischi del cantautore in versione acustica, supportato dall'ammaliante voce di Natalia Clavier.
Federico Aubele è un cantautore e chitarrista di Buenos Aires portato alla ribalta dai Thievery Corporation, duo elettronico americano che gli ha prodotto il debut-album "Buonos Aires Grand Hotel" nel 2004.
La successiva fatica discografica "Panamericana", pubblicata tre anni più tardi con l'etichetta ELS, ha confermato le doti e l'originalità di Aubele e ne ha accresciuto la fama sia tra il pubblico sia tra i colleghi e la stampa. Il cantautore e chitarrista si è così imposto con un electro-tango dalle sfumature multietniche, dovute anche al fatto che la label per la quale incide ha sede a Washington e frequenti sono gli spostamenti di Federico tra Barcellona e Berlino. Questa pluriterritorialità ha contaminato la sua musica, con suoni tipicamente latini e spagnoli, influssi elettronici tipici dei dj-set berlinesi, ma anche con influenze dub, reggae e cantautoriali.
Il terzo disco "Amatoria" è il più personale e intimo, in esso le diverse miscele musicali e culturali sono giunte alla quasi perfetta amalgamazione, tanto da poter includere collaborazioni di tutto rispetto, come quella con la conterranea Natalia Clavier, quella con Sabina Sciubba dei Brazilian Girls e con Miho Hatori dei Cibo Matto. La chitarra e la voce di Aubele si fondono magistralmente supportate dal beat elettronico e da suoni ambient e lounge, in un album interamente dedicato all'amore, come suggerisce già il titolo, che fa riferimento proprio all' "Ars Amatoria".
www.federicoaubele.com
Ore 21.30.
Sottoscrizione 12 euro con tessera Arci.


GIO. 17 12 2009 - FLAVIO PIRINI - ospiti della serata: LA FONOMECCANICA - a seguire dj set ZURDA
Quarto appuntamento con "Anni '10", lo show di "circa intorno quasi teatro canzone" che Flavio Pirini interpreta alla Casa 139 di Milano.
Pirini mette in scena un concerto spettacolo dove si alternano canzone d'autore, monologhi, letture e umorismo, sempre secondo la formula che Pirini coltiva da qualche anno e che mescola poesia e ironia. Oltre alla presenza fissa del comico "guastatore" Pasqualino Conti, ad ogni serata partecipano ospiti diversi. Comici, monologhisti, musicisti e attori, artisti che utilizzano linguaggi differenti, ma affini per ispirazione e per contenuti. L'intenzione è quella di incontrare diverse anime, diverse sfaccettature di una forma di spettacolo, tipicamente milanese, normalmente associata al cabaret o alla canzone d'autore, che unisce musica, poesia e comicità.
L'appuntamento di oggi ospiterà il gruppo de LA FONOMECCANICA, talentuosi e originali musicisti milanesi. La Fonomeccanica nasce a Milano nel 2007 in un tinello, in un'epoca storica regressiva, ricca di nulla e povera di tutto. La piccola orchestra suona uno swing popolare e deciso che parte dagli anni trenta ma puzza di 2009, con strumenti disoccupati d'ogni sorta e fattura: fisarmoniche scampate alla strage del liscio, tamburi rubati alla banda del paese, violini evasi dal conservatorio, chitarre turche e hawaiane senza permesso di soggiorno, contrabbassi in fuga dal jazz, voci di corridoio. Dopo una serie di piccoli concerti nell'interland milanese la banda approda al Bloom di Mezzago come gruppo spalla dei californiani Listing Ship. Dopo le registrazioni dei primi sei brani (rigorosamente fatte in casa), si suona anche in città, alle Scimmie, al Go-Ganga , al Pentesilea, ai circoli arci Cicco Simonetta, Bellezza, Scighera, Casa 139 ecc.
Oltre ai club e i locali la piccola orchestra, data la sua caratteristica artigianalità ricca di strumenti acustici si confronta con la strada, in giro per le vie del sud di Francia e Spagna, al Busker festival di Ferrara, all'"Onda su Onda Music Festival" di Livorno, alla "Festa dei popoli" e "Cantine aperte" a Morbegno; con il teatro nello spettacolo "Radio, ovvero l'adunata dei refrattari" con Massimiliano Loizzi. Segnaliamo le collaborazioni con Mercanti di storie, Paolo Rossi, Vincenzo Costantino Cinaski, Folco Orselli. Le loro musiche sono state usate per lo spettacolo teatrale "Gianna", una produzione Manifattura scalza.
www.myspace.com/flaviopirini
www.myspace.com/fonomeccanica
Ore 21.30.
Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci.

VEN. 18 12 2009 - GARBO + dj set BLIXA + NESTY&VIOLET
Renato Abate, in arte Garbo, è stato uno dei "new waver" di culto degli anni Ottanta, grazie soprattutto al successo di "A Berlino va bene". Nel 1984 ha partecipato al Festival di Sanremo con il brano "Radioclima", aggiudicandosi il Premio della Critica; un anno dopo, ha bissato l'esperienza con "Cose veloci". Quindi, per tutti gli anni Novanta, ha lavorato "sottotraccia" con etichette minori, senza mai rinunciare alla sua vena sperimentale.
L'album "Blu" (2002), prodotto dalla Mescal, lo ha riportato all'attenzione delle cronache musicali. Arriviamo così ai giorni nostri per chiudere in bellezza il trittico di colori che compone la parte più recente di quest'affascinante percorso creativo.
Con Discipline, oggi rinnovata e rinfrescata anche grazie al sodalizio societario creato con Luca Urbani (già Soerba) e Alberto Styloo, che ricopre anche una parte importante di natura artistica - essendo il prezioso complice d'idee di Garbo in questa recente avventura - nasce "Come il vetro".
www.myspace.com/regarbo
Ore 21.30.
Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci.

SAB. 19 12 2009 - Doppio dj set MICOL MARTINEZ + DJ MADAR
Doppio dj set MICOL MARTINEZ + dj MADAR
Ore 22.30.
Ingresso libero con tessera Arci.

DOM. 20 12 2009 - Chiusura
Chiusura.


LA CASA 139 - Via Ripamonti, 139 - Milano
www.myspace.com/lacasa139
www.lacasa139.com
LUN. 23 11 2009 - EAST RODEO
East Rodeo è una band multietnica padovana di nascita, fondata nel 2002 e oggi una delle realtàÌâ?¬ piùÌâ?¬ interessanti ed emergenti di questo genere musicale: un incontro tra culture e suoni, tra un est e un ovest geograficamente non troppo lontani, profondamente differenti ma al tempo stesso capaci di coesistere. La musica degli East Rodeo infatti è prevalentemente strumentale e spazia tra sonorità jazz e ritmiche balcaniche in un contesto psichedelico. E' una musica in continua metamorfosi che, lasciando spazio all'improvvisazione, tocca vari generi musicali. Brani che passano dal jazz al rock ai suoni psichedelici che si amalgamo con ritmiche slave con cambi di tempo improvvisi e intense evoluzioni strumentali. La loro musica nasce anche da un incontro tra arti diverse (molti sono i riferimenti al teatro, soprattutto nella modo di utilizzare la voce) e travolge ogni schema ritmico e melodico convenzionale.
www.myspace.com/eastrodeo
Ore 21.30.
Sottoscrizione 6 euro con tessera Arci.


MAR. 24 11 2009 - VIA AUDIO NIGHT: GIORGIO CANALI & ROSSOFUOCO + Guest: John Sbranza & Alessio Caccavale


Dopo il sold out coi Diaframma, tornano le notti targate Via Audio con un mostro sacro del mondo indipendente italiano: GIORGIO CANALI, fondatore di formazioni che hanno fatto la storia dell'underground come i CCCP e i CSI, produttore fra i più ricercati nel mercato nostrano (sua la produzione e la scoperta del fenomeno "LE LUCI DELLA CENTRALE ELETTRICA"), sarà a Milano con la band per presentare il suo ultimo e fortunatissimo album "Nostra Signora della Dinamite".
In apertura cantautorato e reading poetico col duo "John Sbranza & Alessio Caccavale".
www.myspace.com/giorgiocanali
Ore 21.30.
Sottoscrizione 10 euro con tessera Arci.


MER. 25 11 2009 - GIULIANO DOTTORI


Nato a Montreal, vive da sempre a Milano. Musicista professionista (è l'attuale chitarrista degli Amor Fou), ha esordito come cantautore nel 2007 con l'album Lucida (Ilrenonsidiverte/Audioglobe), che ha ottenuto un eccellente riscontro di critica e pubblico (Rolling Stone lo ha definito "Un esordio toccante") e lo ha portato in tour per oltre cinquanta date.
Temporali e Rivoluzioni è il suo secondo disco da solista. Registrato alle Officine Meccaniche di Mauro Pagani, vede la produzione artistica di Giovanni Ferrario (musicista e produttore che vanta collaborazioni con artisti del calibro di John Parish, P.J. Harvey e Morgan). Il disco segna definitivamente l'eleganza quale marchio di fabbrica di questo cantautore e stupisce accarezzando, con il calore di un canto sommesso e ineludibile.
Temporali e Rivoluzioni è infatti un piccolo scrigno fatto di ballate tiepide e brani più rabbiosi, arpeggi preziosi ma anche virate psichedeliche, atmosfere come brezze morbide, arrangiamenti magistralmente cuciti addosso a dieci tracce che colpiscono ognuna per la propria soffice aristocrazia sonora. Ma al centro rimane sempre la canzone, con testi amari e a tratti disincantati che toccano l'Io e il sempre più difficile mondo che sta fuori. Temporali e Rivoluzioni è un disco morbido e reattivo al tempo stesso, decisamente più aperto e maturo dell'esordio, un disco sulle crisi contemporanee, interiori e intimiste (Chiudi l'emergenza nello specchio) ma anche sociali (Inno nazionale del mio isolato) e sulla ricerca di un rinnovamento che sembra impossibile trovare.
Questo disco è fatto di poesia, amara e delicata, ospitale e sempre coraggiosa.
Temporali e rivoluzioni (Via Audio Records/Venus Distruzione) uscirà il 6 novembre ed è anticipato dal singolo Chiudi l'emergenza nello specchio (video di Valentina Villa), in free download dal sito dell'etichetta a partire dal 6 ottobre.
www.myspace.com/giulianodottori
Ore 21.30.
Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci.


GIO. 26 11 2009 - FLAVIO PIRINI - ospite della serata: COCHI PONZONI - a seguire dj set ZURDA
Flavio Pirini (Festival teatro canzone Giorgio Gaber 2008) porta il suo "quasi" teatro canzone a La Casa 139 di Milano. Da novembre, con cadenza settimanale, fino a maggio, Pirini metterà in scena un concerto spettacolo dove si alterneranno canzone d'autore, monologhi, letture e umorismo, sempre secondo la formula che Pirini coltiva da qualche anno e che mescola poesia e ironia.
Oltre alla presenza fissa del comico "guastatore" Pasqualino Conti, ad ogni serata parteciperanno ospiti diversi.
Si comincerà con la presenza d'eccezione di Cochi Ponzoni, per proseguire con artisti come la Banda Osiris, le Sorelle Marinetti, Flavio Oreglio, Debora Villa, Witz Orchestra, Arm on Stage e moltissimi altri. Comici, monologhisti, musicisti e attori, artisti che utilizzano linguaggi differenti, ma affini per ispirazione e per contenuti. L'intenzione è quella di incontrare diverse anime, diverse sfaccettature di una forma di spettacolo, tipicamente milanese, normalmente associata al cabaret o alla canzone d'autore, che unisce musica, poesia e comicità.
Si rinnova, quindi, la collaborazione di Pirini con LaCasa139 (iniziata già nel 2001 con il "Caravanserraglio") che ha ospitato "Anni '10" nella scorsa stagione e che per il 2009/10 pone l'appuntamento tra i fiori all'occhiello della propria programmazione di spettacoli.
Da questa sera, 26 novembre 2009 - succede il giovedì:
FLAVIO PIRINI in ANNI '10
Con la partecipazione di PASQUALINO CONTI ed i musicisti Mell Morcone, Alfredo Aliffi, Alessio Russo, La Banda di Crescenzago.
Ospite di questa speciale serata inaugurale, COCHI PONZONI, uno dei nostri più grandi comici che, sin dagli anni '60 in coppia con Renato Pozzetto, portò in scena il cabaret milanese, fatto di gag fulminanti, canzoni esilaranti.
www.myspace.com/flaviopirini
Ore 21.30.
Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci.

VEN. 27 11 2009 - LELECOMPLICI + doppio dj set BLIXA + DJ GIANGO
Nato a Como nel 1977, Gabriele Gambardella (in arte Lelecomplici) è chitarrista e cantatutore autodidatta.
Il 2 ottobre del 2008 è uscito ufficialmente il suo disco d'esordio dal titolo "Sotto gli occhi di nessuno" che racchiude in sé una decina di canzoni scritte dallo stesso Lelecomplici a partire dalla fine del 2003, quando è nato in lui il desiderio di scrivere canzoni.
E' davvero difficile racchiudere la sua musica in un genere musicale ben preciso, sebbene attratto fin da ragazzo dalla musica jazz, Lelecomplici ha saputo spaziare in questo suo progetto dallo swing allo slow, dal blues al folk irlandese, dal cantautorato alle sonorità balcaniche.
La voce potente e graffiante e i suoi testi pieni d'ironia e sarcasmo, capaci di disegnare stupende situazioni naif oppure scattare magiche immagini virate seppia, completano un perfetto quadro d'insieme.
Il disco, che ha visto la partecipazione di ospiti prestigiosi come Paolo Tomelleri al sax, Alfredo Ferrario al clarinetto, Massimo Caracca alla batteria oltre alla valida presenza dei suoi fidati "complici", è stato poi ben accolto da pubblico e critica ed è stato portato in giro per molti locali del Nord Italia, tra le date si segnalano alcune aperture di concerti del cantautore genovese Max Manfredi e della Banda Elastica Pellizza. Il 4 ottobre 2009, al Teatro Sociale di Brescia, Lelecomplici ha partecipato alla serata finale del Festival della Canzone Umoristica "Dallo Sciamano allo Showman" in gara per la Targa Bigi Barbieri "La proposta del festival", serata che ha avuto come ospiti Vinicio Capossela e Vincenzo Costantino "Cinaski" che hanno portato in scena "In clandestinità - Mr Pall incontra Mr Mall".
E' reduce da un breve tour in Sicilia dove è stato tra l'altro tra i protagonisti della rassegna di canzone d'autore "Scutàmmia", organizzata dal cantautore palermitano Guido Politi.
www.myspace.com/lelecomplici
Ore 21.30.
Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci.

SAB. 28 11 2009 - Doppio dj set SAVE THE DJ + MICOL MARTINEZ
Ore 22.30.
Ingresso libero con tessera Arci.

DOM. 29 11 2009 - Chiusura
Chiusura.
LUN. 16 11 2009 - MIURA
Ad un anno e mezzo di distanza dall'ultimo lavoro discografico "Croci", esce ad ottobre il nuovo album di inediti dei Miura.
Presentato come un album di svolta nel percorso della band, "3" contiene 11 brani inediti registrati e Mixati tra Maggio e Giugno 2009 con la produzione artistica di Giacomo Fiorenza (Yuppi Flu, Paolo Benvegnù, Giardini di Mirò...).
Il disco è stato registrato tra le colline della lunigiana a il Borgo Studio di Cattognano (MS) un affascinante borgo del 500 che conta 8 abitanti. Con questo nuovo lavoro i Miura si presentano in una versione del tutto inedita. Il disco ha molti elementi nuovi rispetto agli album precedenti, alcune linee vocali sono parlate, gli arrangiamenti e il suono sono caratterizzati da notevole componente psichedelica, fuzz e tastiere (perlopiù organi e sinth) sono miscelati a suoni di chitarra inediti per la band e le tracce di batteria sono molto più essenziali/lineari.
"Rimettersi in discussione è necessario per sfamare la creatività e mai come oggi proviamo il gusto di sperimentare" racconta Diego Galeri "non a caso l'approccio compositivo è stato molto più libero rispetto al passato, e non ci siamo preoccupati di quale sarebbe stato il risultato dal punto di vista stilistico. In fase di composizione abbiamo suonato registrando qualsiasi cosa. Poi in studio ogni canzone ha trovato la propria dimensione."
Continua Diego Galeri "Già dalle prime fasi ho intuito che sarebbe stato un disco importante. La cura del suono prima delle riprese è stata maniacale così come il lavoro sulle strutture dei brani, l'interazione con Giacomo è stata assoluta e il risultato è un disco di rinnovamento artistico per la band."
L'album esce per Prismopaco Records l'etichetta di Diego Galeri nata a fine 2007.
www.miuramusic.com
Ore 21.30.
Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci.


MAR. 17 11 2009 - BOMBAY BYCICLE CLUB


'I Had The Blues But I Shook Them Loose' è l'album di debutto di Jack, Jamie, Suren and Ed, quattro compagni di scuola del nord di Londra, conosciuti insieme come Bombay Bicycle Club. Un debutto giovane, romantico, delicato ed emozionante. Come il suo timido creatore Jack, 'I Had The Blues But I Shook Them Loose' non sente la necessità di urla, strilli e baccano, al contrario i suoi accordi di chitarra e le sospiranti melodie ardono orgogliosamente come guance arrossate in una fredda giornata.
I Fans di Bloc Party, Broken Social Scene e Bon Iver li apprezzeranno sicuramente.
www.myspace.com/bombaybicycleclub
Ore 21.30.
Sottoscrizione 10 euro con tessera Arci.


MER. 18 11 2009 - NeMa PrObLeMa! ORKESTAR


Sette musicisti, a volte cinque, a volte dieci, comunque vada:
La NeMa PrObLeMa! Orkestar è una formazione originale che propone un repertorio variegato, un'energetica turbo-miscela sonora che mescola musiche dell'Europa dell'Est - della tradizione gitana, dei balcani e della musica klezmer - con sincopate iniezioni di jazz.
www.myspace.com/nemaproblemaorkestar
Ore 21.30.
Sottoscrizione 6 euro con tessera Arci.


GIO. 19 11 2009 - DAKOTA SUITE - opening act: Brown & The Leaves + dj set MICOL MARTINEZ
Un ritorno inatteso, quello di Chris Hooson, voce e anima dei Dakota Suite: assente per molti anni dai palchi italiani, Hooson torna per un concerto esclusivo, per solo voce e chitarra, alla Casa 139 di Milano per presentare l'ultimo album, "The end of trying".
In apertura il folk autunnale di Brown And The Leaves, che presenta in esclusiva su Milano il suo debutto discografico "Landscapes", che fa del cantante e autore Mattia Del Moro il più degno autore italiano sulla scia di Kings Of Convenience ed Andrew Bird.
Uscito a gennaio per Karaoke Kalk e Glitterhouse, "The end of trying" è l'ottavo album su lunga distanza di DAKOTA SUITE: un nuovo viaggio intimo e molto personale tra melodie melanconiche di pianoforte e violoncello, al quale ha contribuito anche David Darling, il violoncellista autore di colonne sonore per Wim Wenders, da anni una delle punte di diamante della ECM... "The end of trying" sposta l'arte di Dakota Suite dal songwriting più ombroso agli ambienti sonori cari a Fennesz, pur mantenendo viva l'anima sadcore che lo avvicina a grandi autori come Mark Eitzel degli American Music Club e a Mark Kozelek dei Red House Painters.
Un disco bellissimo, tenero, danneggiato e senza amore.
www.dakotasuite.com
www.myspace.com/dakotasuite
www.myspace.com/brownandtheleaves
Ore 21.30.
Sottoscrizione 6 euro con tessera Arci.

VEN. 20 11 2009 - MAMMOOTH + doppio dj set CANNONAU + DJ SERGIO
MAMMOOTH sono un collettivo aperto di musicisti con base a Roma: una fabbrica di suoni che dal 1997 lavora per il cinema (avendo già partecipato a numerose colonne sonore) e per la tv, nutrendosi della collaborazione di decine di artisti tra cui anche il celebre attore Claudio Santamaria, che spesso si esibisce con la band anche dal vivo.
I Mammooth presenteranno l'attesissimo album di debutto "Back in Gum Palace" (Forward Music/Goodfellas) sul palco de LaCasa139 di Milano: eccezionale sintesi di elettronica, psichedelia e derive post-rock.
Un progetto unico in Italia, tutto da scoprire.
www.mammooth.net
www.myspace.com/mammooth
Ore 21.30.
Sottoscrizione 8 euro con tessera Arci.

SAB. 21 11 2009 - Doppio dj set DJ PRECISO + MICOL MARTINEZ
Ore 22.30.
Ingresso libero con tessera Arci.

DOM. 22 11 2009 - THE CAVE SINGERS - opening: Jack Jaselli
UNICA DATA IN ITALIA - La band, nata dalle ceneri dei Pretty Girls Make Graves, ha trovato il giusto compromesso fra l'indie-rock ed il folk. 'Welcome Joy', il secondo album della formazione, è portatore di atmosfere seducenti ed intimiste...
Se amate un certo tipo di sonorità, non potrete mancare!
www.myspace.com/thecavesingers
Ore 21.30.
Sottoscrizione 12 euro con tessera Arci.
LUN. 26 10 2009 - VITTORIA
Se in un ipotetico dizionario della musica ci fosse il termine "pop trasversale" allora sarebbero d'obbligo una sua fotografia e il suo nome in bella vista: Vittoria. Ventiquattro anni, tedesca di sangue ma italiana di cuore, ha nel suo edulcorato bagaglio una toccata e fuga dalla prima edizione di X-Factor e un repertorio che viaggia dalle vibrazioni black e soul di Alicia Keys ed Amy Winehouse fino ad arrivare alle matrone delle sette note nostrane come Giuni Russo, Loredana Berté e Carmen Consoli. Il suo esordio risale al 2005 con il singolo "Sunny People", ma il grande salto lo ha fatto quest'anno con "E' con te", piccolo tormentone web ad opera dell'autore Mariano Soriente e del produttore/musicista Franco Cristaldi (già con De Gregori, Grignani, Pezzali...). Grazie a quest'ultimo è nato l'incontro con l'artista Faust'O (Fausto Rossi) nell'album "Becoming Visible", dove Vittoria è protag onista di un fascinoso duetto nella perla acustica "Paradise". Entro il 2009 è prevista l'uscita del primo Ep di Vittoria, un lavoro di forte matrice internazionale che convincerà anche i melodici più accaniti. Solo per il Circolo Arci La Casa 139 Vittoria presenterà alcuni brani in anteprima.
www.myspace.com/vittoriahyde
Ore 21.30.
Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci.


MAR. 27 10 2009 - VIA AUDIO NIGHT: DIAFRAMMA + guests: AIM


Dopo il successo della scorsa stagione, tornano al prestigioso Circolo Arci La Casa 139 di Milano le notti targate ViaAudio.it.
L'agency ViaAudio propone per la prima delle sue serate una stella che dagli anni Ottanta ad oggi non si è mai spenta: la poesia ed il furore degli storici DIAFRAMMA, la band di Federico Fiumani, a Milano per presentare "Difficile da Trovare", l'ultimo album acclamato dalla critica come l'ennesimo capolavoro dell'artista toscano. E in apertura dei guest d'eccezione, gli AIM, band post rock la cui patria d'elezione, come dimostrano le decine di date sparse fra Italia, Germania e Repubblica Ceca, è il Palcoscenico.
www.myspace.com/federicofiumani
www.myspace.com/aimitaly
Ore 21.30.
Sottoscrizione 8 euro con tessera Arci.


MER. 28 10 2009 - AMERIGO VERARDI E MARCO ANCONA


Amerigo Verardi e Marco Ancona, danno vita, nel dicembre 2008, ad un nuovo progetto che li vede, per la prima volta, in studio di registrazione. A seguito del loro primo concerto, realizzano il singolo intitolato "Mano nella mano", brano suonato dal vivo anche dagli stessi Afterhours e che viene inserito ne "Il Paese è Reale", compilation curata da Manuel Agnelli leader degli Afterhours e pubblicata nel febbraio 2009 contestualmente all'inizio di un tour che, partendo da Milano, riscuote successo e consensi su tutto il territorio nazionale.
Durante le loro date sono spesso soliti farsi accompagnare da Gianluca De Rubertis de Il Genio.
Nel novembre 2009 è attesa l'uscita del loro album "live" che anticiperà l'uscita nel nuovo anno di un album in studio.
www.myspace.com/verardiancona
Ore 21.30.
Sottoscrizione 6 euro con tessera Arci.


GIO. 29 10 2009 - THE GENTLEMEN - a seguire dj set MICOL MARTINEZ
Gruppo rock, nato anni fa dall'incontro di diverse menti della scena rock più interessante a Milano. Un progetto dedicato agli amanti degli anni '60, che ci farà ripercorrere le magiche atmosfere beatlesiane ballando sulla musica rock di quegli anni.
Silvio (Dancing Julien): chitarra e voce
Agostino (Lombroso): chitarra elettrica e cori
Marco Ferrari: basso
Lino: batteria - drum guest: Lupon
www.myspace.com/gentlemenrockband
Ore 21.30.
Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci.

VEN. 30 10 2009 - MUZIKANTI + doppio dj set DJ CANNONAU + GIANGO
MUZIKANTI: Violino, fisarmonica, voce, chitarra, contrabbasso, batteria Una piccola orkestra balcanica, eterogenea, multiforme ed in continua evoluzione, che raccoglie in sé musicisti di diverse origini e bagagli culturali di lontane provenienze. Fonte d'ispirazione primaria del loro genere è la musica Rom, espressione artistica di un popolo che sa riunire in una voce sola i diversi caratteri dell'Europa balcanica. I Muzikanti sono la realizzazione di un autentico incontro di culture, che si esprime in un linguaggio musicale originale, fantasioso, libero, vitale. Ritmi incalzanti, intervalli orientaleggianti e virtuosismi si alternano a melodie struggenti dal potere evocativo, in una combinazione di esotismo ed energia che emoziona ogni tipo di pubblico. Per carattere nomade e spirito libero amano le esibizioni a stretto contatto col pubblico, e sanno animare manifestazioni ed occasioni di festa. Hanno viaggiato in Italia e all'estero, si sono esibiti in numeros i festival di artisti di strada; svolgono regolare attività concertistica in locali pubblici, circoli culturali, centri sociali. Hanno collaborato con il gruppo teatrale "Poetica" insieme al quale hanno scritto e realizzato uno spettacolo sul tema del commercio equo & solidale, dal titolo "Caffè Corretto", già presentato in diverse città italiane. Di particolare interesse ricordiamo la partecipazione al festival Cento popoli un mondo alla Cascina Monluè, la Notte Bianca 2006 di Bergamo, la mostra d'arte-concerto Dintorni Rhom a Rho, il capodanno serbo 2007 allo Cheval di Milano e la collaborazione con l'attrice rom Dijana Pavlovic insieme alla quale hanno realizzato lo spettacolo Rom Cabaret.
www.myspace.com/muzikanti
www.sanarecords.it
Ore 21.30.
Sottoscrizione 6 euro con tessera Arci.

SAB. 31 10 2009 - Tutti in maschera! Doppio dj set: DJ BLIXA + BLESS PARTY!
Ore 22.30.
Ingresso libero con tessera Arci.

DOM. 01 11 2009 - Chiusura
Chiusura.
LUN. 12 10 2009 - ETEREA aka POSTBONG BAND
Nata da un errore di progetto, irrompe sul mercato una vettura ad alimentazione ibrida, ideale per sfondare gli spartitraffico tra i generi con melodie da ritiro patente. Tamburi in pelle, plettri in lega e tastiere a disco, grazie alle quattro teste motrici Eterea Postbong Band garantisce una forte tenuta su palco. Se ne possono trovare sgommate sulla colonna sonora di un videogame di Discovery Channel, su un paio di edizioni dell'Arezzo Wave Love Festival e della Street Parade di Bologna, su qualche goa-party e soprattutto sulle strade che hanno ospitato ignare le corse notturne della fantomatica Operazione Salsa Bianca. Il loro unico album ufficiale, pubblicato dalla concessionaria Wallace, è parcheggiato tra i migliori venti dischi indipendenti del 2007. Macchine da scrivere amplificate, chitarre laser, timbro digitale ed impatto analogico uniti in una futuristica carrozzeria multicolore e pensata per le alte velocità. Se il rock è clinicamente morto, Eterea Postbong Band è la macchina per tenerlo in vita.
www.myspace.com/eterea
Ore 21.30.
Sottoscrizione 6 euro con tessera Arci.


MAR. 13 10 2009 - DANY GREGGIO


Dany Greggio, innovativo cantautore-attore, propone un concerto ricco di elementi visionari e sperimentazioni. Nelle sue interpretazioni testo e musica vengono coinvolti in un gioco di destrutturazione e ricostruzione della forma canzone. Nello spettacolo di Dany Greggio & the Gentlemen, si alternano brani originali, brevi monologhi "radiofonici", e brani di autori importanti come Piero Ciampi, Fabrizio De André, Nick Drake, Leonard Cohen, Nick Cave... interpretati in modo raffinato e sempre personale.
Il concerto si avvale del supporto di due musicisti quali Andrea Atto Alessi al contrabbasso, e Cesare Malfatti (già La Crus, Dining Rooms, Noorda, Amor Fu e Sembro) alla chitarra e tastiere, capaci di mescolare con naturalezza sonorità acustiche ed elettroniche e di introdurre elementi sonori di vario genere e stile. L'ascoltatore si trova così coinvolto nell'esplorazione di "territori" musicali indefiniti e di originali ambientazioni sonore per ogni singolo brano.
www.myspace.com/danygreggioandthegentlemen
Ore 21.30.
Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci.


MER. 14 10 2009 - CAMERA OBSCURA - Unica data in Italia!


Da Glasgow Tracyanne Campbell e compagni, ovvero CAMERA OBSCURA, tornano finalmente in Italia per una data unica speciale a Milano e presentranno l'ultimo album "My Maudlin Career" su etichetta 4AD, ennesimo capolavoro indie pop, assolutamente da non perdere.
www.myspace.com/cameraobscuraband
Ore 21.30.
Sottoscrizione 15 euro con tessera Arci.


GIO. 15 10 2009 - MELODY NELSON - direttamente da Londra una delle rivelazioni indierock dell'ultimo anno! + dj set MICOL MARTINEZ
Rock! Basso serrato, chitarre taglienti e percussioni groove, fanno muovere il gruppo più binari, spaziando dal puro rock fino a scelte melodiche di grande intensità.
Provengono da Londra i cacofonici monelli del Rhythm'n'Blues, Melody Nelson. Il trio si è presto aggiudicato un ruolo di spicco aprendo i concerti della Indie-Band RAZORLIGHT e del controverso gruppo dei BABYSHAMBLES capitanato da PETE DOHERTY.
La stampa li definisce come "... Iggy Pop ai tempi dei Temple of the Dog".
www.myspace.com/melodynelsonuk
Ore 21.30.
Sottoscrizione 8 euro con tessera Arci.

VEN. 16 10 2009 - SPIRITUAL COMPROMISE + doppio dj set MICOL MARTINEZ + MADAR DJ
Gli Spiritual Compromise nascono nel 2005 grazie alla partnership tra il duo di djs/producers Dallas et Major e il vocalist The Huge. L'intento del gruppo è quello di produrre musica che unisca le sonorità della club culture con quelle della pop music.
Al momento la band è tra le realta più interessanti del panoroma soul e deep italiano e può vantare diverse collaborazioni illustri (Fabio Genito, Anto Vitale, ecc...).
Gli Spiritual Compromise sono attivi anche in esperienze non prettamente musicali (sonorizzazzioni - colonne sonore - visual - art concept).
La band sta raccogliendo consensi anche dal vivo grazie ai live set in giro per i club italiani.
Discografia:
"Spiritual Compromise" - Demo ep 2005 - AutoProd
"Closer/Believers" - Album 2008 - Perfectgroovevision
"Something For Your Mind" - Feat Fabio Genito 2007 - Papeete Beach Lounge
www.myspace.com/spiritualcompromise
Ore 21.30.
Sottoscrizione 3 euro con tessera Arci.

SAB. 17 10 2009 - Doppio dj set: DJ BLIXA + BLESS PARTY!
Ore 22.30.
Ingresso libero con tessera Arci.

DOM. 18 10 2009 - THE XX - apertura straordinaria del Circolo per un concerto imperdibile!
Da Londra arrivano THE XX, una delle giovani band più chiacchierate in Inghilterra e sicura rivelazione di fine 2009, in procinto di pubblicare l'omonimo debutto su Rough Trade/XL. Un'originale miscela di new wave, oscure melodie su ritmiche di drum-machine. Da non perdere. www.myspace.com/thexx
Ore 21.30.
Sottoscrizione 13 euro con tessera Arci.
LUN. 05 10 2009 - WILLARD GRANT CONSPIRACY - Presentazione nuovo album "Paper Covers Stone"
I Willard Grant Conspiracy nascono nel 1994 nell'area di Boston, per poi spostarsi in California negli anni successivi. Fondamentalmente la band ha avuto musicisti provenienti da diversi continenti, ma fa capo ad un solo ed unico rappresentante: ROBERT FISHER.
Tra album e tour, il gruppo si fa conoscere molto bene non solo negli States; anche in Europa ottiene un ottimo riscontro di pubblico, grazie anche alla tedesca Glitterhouse Records che mette sotto contratto la band dopo gli anni passati con la Rykodisc. E' la voce di Robert Fisher, definita come un incontro tra Johnny Cash, Leonard Cohen e Cale, che rappresenta principalmente il sound della band, accompagnata da atmosfere a volte delicate e trasognanti, a volte in pieno stile 'americana', a volte folkeggianti e rock, ma sempre di gran classe ed eleganza; dal vivo i Willard Grant Conspiracy si sono esibiti sia come big band di oltre dieci elementi, sia in situazioni molto più intimiste, con solo tre musicisti.
Nel 2008 Robert Fisher e David Curry, due membri originali della band, decidono di lavorare ad un nuovo album basato sulle rispettive attitudini al songwriting, alla canzone d'autore che ha contraddistinto il repertorio della carriera di entrambi.
Tornato dal lungo tour che lo ha visto impegnato nella promozione del precedente album 'Pilgrim Road', Robert Fisher contatta David Curry per riprendere in mano il discorso relativo ad un nuovo album con la sua collaborazione che avevano già in mente di fare da parecchio tempo. Con la collaborazione di Sean O'Brien (il primo chitarrista della band), Pete Weiss (il produttore del secondo, terzo e quarto album della band) e Steve Wynn, che negli ultimi anni ha condiviso il palco e collaborato più di una volta con i Willard, 'Paper Covers Stone' prende vita tra session di brani nuovi ed estratti dal repertorio della band, rivisitati e riarrangiati per questo nuovo outfit.
Sullo stesso banco di registrazione usato per i primi tre album della discografia dei WGC (un Neve degli anni Settanta), circondati dalla visione della neve che si scioglie intorno allo studio e tra i raggi del sole che iniziano a far capolino e 'toccano' il legno che ricopre le mura dello studio, le sessions di 'Paper Covers Stones' si chiudono in soli due giorni, accompagnate dal profumo del caffè, dei sigari e dalle delizie gastronomiche procurate dalle fattorie nelle vicinanze.
www.myspace.com/willardgrantconspiracy
Ore 21.30.
Sottoscrizione 10 euro con tessera Arci.


MAR. 06 10 2009 - IL DISORDINE DELLE COSE


Il disordine delle cose è una band piemontese presente sulla scena indipendente italiana dal 2008 e composta, nella sua formazione base, da cinque elementi con diverse e variegate esperienze musicali nel panorama indie. Nel corso del primo anno di attività vanta più di trenta esibizioni dal vivo in cui ha avuto la possibilità di dividere il palcoscenico con artisti del calibro di Daniele Silvestri, Marlene Kuntz, Syria, Marta sui Tubi, Perturbazione, Bugo, Amor Fou, Ministri, Giuliano Dottori e molti altri. All'inizio di quest'anno entra in studio a Torino con la produzione artistica di Gigi Giancursi e Cristiano Lo Mele (Perturbazione) realizzando un lavoro d'esordio molto curato nei testi - rigorosamente in italiano - e negli arrangiamenti musicali, con le preziose partecipazioni di artisti come Carmelo Pipitone (Marta sui Tubi), Syria, Paolo Benvegnù, Elena Diana e Tommaso Cerasuolo (Perturbazione), Marco Notari, Enrico Allavena (Blubeaters), Naif, Marcello Testa (La Crus), Luigi Giotto Napolitano, Carlo Zanetta (fratelli rigoni) e Max Gilli. L'album d'esordio omonimo, in uscita il 6 ottobre con distribuzione Venus, è il secondo progetto musicale - dopo i Marta sui Tubi - ad uscire per l'etichetta Tamburi Usati.
Il disordine delle cose è: Marco Manzella (voce, chitarra), Alessandro Marchetti (basso), Emanuele Sarri (chitarre), Luca Schiuma (pianoforte, tastiere), Vinicio Vinago (batterie).
www.myspace.com/marcomanzella
Ore 21.30.
Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci.


MER. 07 10 2009 - LA FAME DI CAMILLA


La fame come insaziabile inquietudine, come inesausta ricerca di se stessi, cammino sulle tracce di brevi barlumi e bagliori di felicità. Questo e molto altro ancora è La Fame di Camilla, il disco d'esordio omonimo composto da 12 tracce, che verrà presentato questa sera sul palco del Circolo Arci La Casa 139.
Arriva nei negozi di dischi venerdì 11 settembre il disco che segna il debutto discografico ufficiale della Fame di Camilla. In tale data, infatti, l'indie-pop-rock band di stanza a Bari pubblica l'album "La Fame di Camilla" (Universal Music/Emi Music Publishing), lanciato lo scorso maggio dal singolo "Storia di una favola".
Il disco è stato registrato presso gli Stone Room Studios e gli Itaca Recording Studios di Bari, missato presso Itaca Recording Studios da Mirko Patella e Roberto Matarrese e poi masterizzato a Londra da John Davis (R.E.M., U2, New Order, Damon Albarn, Snow Patrol, Bloc Party, ecc.). L'album d'esordio della Fame di Camilla scorre come una linea retta infinita tra qualità, stile e tocchi sapienti, immediato e diretto come un pugno nello stomaco. L'attenzione per i dettagli del tessuto musicale, che parte dalla costruzione "artigianale" del disco, è combinata con una voce di estensione notevole, che si sublima in falsetti lucidi di commozione e discende sensuale negli abissi senza luce dei pensieri fondi.
Il gruppo, composto da Ermal Meta (voce, chitarra, piano e campionamenti), Giovanni Colatorti (chitarre), Lele Diana (batteria) e Dino Rubini (basso), è nato nel 2007 e si è conquistato tantissimi fan in tutt'Italia grazie alle qualità ed intensità dei live e al passaparola sul web. E' reduce in particolare da un tour estivo di successo, in cui ha condiviso il palco con artisti come Afterhours, Caparezza, Morgan, Pacifico, Boosta, Malika Ayane. La band mette insieme lunghi studi di musica, esperienze professionali molteplici ad alti livelli e gli ascolti eclettici dei componenti, che spaziano dall'indie-pop cantautorale all'alternative, dalla psichedelia al pop e all'indie-rock, dai Radiohead ai Coldplay.
www.myspace.com/lafamedicamilla
Ore 21.30.
Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci.


GIO. 08 10 2009 - KIDDYCAR - opening act: PLANTS & ANIMALS + dj set ZURDA
L'8 ottobre sarà la data in cui i Kiddycar presenteranno ufficialmente dal vivo Sunlit silence, il loro secondo album, pubblicato a fine settembre per Rai Trade, l'etichetta della Rai. In apertura i canadesi Plants and Animals, rivelazioni all'ultimo "Primavera sound" festival di Barcellona, presentano il loro debutto Parc avenue.
KIDDYCAR. Dodici brani per un viaggio intimo e solenne attraverso un disco ombroso e policromo al tempo stesso, in cui muoversi con leggerezza tra composizioni e testi che evocano dimensioni estatiche e contemplative, piccole ossessioni sempre sul punto di sfuggire dalle labbra e sogni che incantano e si dissolvono attraverso lo sguardo di un bambino. Un disco che è sostenuto da ritmiche sofisticate, prodotte da un utilizzo dell'elettronica minimo e attento, incentrato sull'uso di sequenze frutto di un'accurata ricerca che spazia tra il sound degli anni '70 e '80. Riferimenti e citazioni che fluttuano nello spazio e nel tempo con sorprendente disinvoltura, là dove sequencers à la Kraftwerk incontrano e avvolgono chitarre à la Morricone, intrecci di violoncello e pianoforte di matrice classica scivolano verso cembali e chitarre seventy pop mentre la voce di Valentina Cidda è il fil rouge che attraversa tutto il disco con un cantato evocativo, sussurrato, che traccia con leggerezza confini e con uguale delicatezza li infrange. Particolare attenzione è stata rivolta anche per la scelta dell'artwork di copertina, un'immagine dell'incredibile pittore iperrealista Gottfried Helnwein (www.helnwein.com) che ha concesso gratuitamente l'utilizzo della sua opera dopo aver ascoltato la musica dei Kiddycar. Risultato di un intero anno di lavoro, questo album nasce sotto "un cielo famelico che dondola sopra l'abisso", in un "soleggiato silenzio" interrotto e attraversato da queste dodici tracce per poi risolversi col suono della pioggia che resta, leggera e insinuante, alla fine del viaggio.
La voce della band, Valentina Cidda, è anche attrice e regista della compagnia di teatro sperimentale Dulcamara. Da settembre conduce "Effetto notte" su Radio 2 Rai.
www.kiddycar.it
www.myspace.com/kiddycar
in apertura: PLANTS & ANIMALS. Arrivano per la prima volta in Italia, sorpresa dell'ultimo "Primavera festival" di Barcellona! Arrangiamenti maestosi, folk da camera e psichedelia: Parc Avenue, il loro debutto, è l'ennesimo prodotto della meravigliosa scena canadese di questi anni. Valga per tutti il commento di Time Out New York, che ne scrive così: "Usano orchestrazioni epiche e climax potenti come un'altra band di Montreal, gli Arcade Fire. Solo, lo fanno meglio di loro..."
www.plantsandanimals.ca
www.myspace.com/plantsandanimals
Ore 21.30.
Sottoscrizione 7 euro con tessera Arci.

VEN. 09 10 2009 - VERSUS + doppio dj set THE BAD & THE UGLY + dj BLIXA
Versus: dall'estro di Daniele 'Megahertz' Dupuis, una band nata dalla passione comune per i Pink Floyd.
Cimentazioni sperimentali, intrise di collaborazioni alla ricerca di sonorità eleganti e accurate, mescolate con minimali interventi elettronici, mantenendo un'impronta pop e easy listening a chi ascolta. Attualmente stanno finendo il disco d'esordio.
Alla Casa 139 l'esecuzione di un album integrale dei Pink Floyd ovvero THE DARK SIDE OF THE MOON, seguito da brani originali dei Versus per poi chiudere con altri brani dei Pink Floyd con ospiti a sorpresa.
www.myspace.com/megahertzspace
Ore 21.30.
Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci.

SAB. 10 10 2009 - Doppio dj set: SAVE THE DJ + BLESS PARTY!
Ore 22.30.
Ingresso libero con tessera Arci.

DOM. 11 10 2009 - Chiusura
Chiusura.
LUN. 21 09 2009 - DESMODUS - esordio discografico di ELISABETTA FADINI - Soggetto & Musica di GARBO
Desmodus è un CD che non si può classificare nel pop, nel rock, nel jazz, nel blues... Non è un disco di musica classica ne' operistica, ne' reading . Forse è l'evoluzione di tutto questo insieme, che sfocia dalla voce e diventa la sintesi di tutto questo o forse di altro.
Voce: quella di Elisabetta Fadini che ri-vive il vampiro Desmodus.
Testi e musica di Garbo, o meglio "lettere" inviate dal protagonista a uomini come Nureyev, Shakespeare, Von Kleist... solo per citarne alcuni. Elisabetta Fadini è un'attrice che non si limita ad essere tale, ma che vaga attraverso gli infiniti percorsi dell'arte dedita alla ricerca vocale. Questo suo viaggio si è incrociato spesso con il percorso artistico di personaggi come Paolo Fresu, John De Leo, Il Parto Delle Nuvole Pesanti, Stefano Bollani, Mauro Ermanno Giovanardi, Alessandro Bergonzoni, Enrico Brizzi, Cristiano Godano, Gianni Maroccolo, Gianmaria Testa... senza elencarveli tutti!
www.myspace.com/elisabettafadini
Ore 21.30.
Ingresso libero con tessera Arci.


MAR. 22 09 2009 - PAOLO SAPORITI


Cantautore dalla formula folk classica (chitarra acustica e voce), Paolo Saporiti compone intrecci raffinati e dalle geometrie mai banali, disegnando atmosfere intime e piene di fascino.
Forte di uno stile prezioso ed elegante e di una voce profonda ed enfatica, traduce le proprie inquietudini e melanconie in composizioni all'apparenza scarne ed essenziali ma che, dietro ogni nota e ogni silenzio, nascondono infiniti scorci e sfumature.
www.paolosaporiti.com
www.myspace.com/paolosaporiti
Ore 21.30.
Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci.


MER. 23 09 2009 - MALCOLM MIDDLETON - Unica data in Italia! - Presentazione del nuovo album "Waxing Gibbous"


Malcolm Middleton è noto ai più come anima degli Arab Strap.
Sia come metà della band prima, che come solista ora, l'artista scozzese si dimostra abilissimo nel creare piccoli gioielli a cavallo tra folk e indie. Non fa eccezione il nuovo album "Waxing Gibbous" (Full Time Hobby / SpinGo).
Dopo i precedenti A Brighter Beat e Sleight Of Heart arriva Waxing Gibbous, quinto album in studio di Middleton, registrato con la collaborazione di Geoff Allan e con la partecipazione di Barry Burns, Jenny Reeve, King Creosote e The Pictish Trail della Fence Records.
Rispetto al precedente lavoro, in quest'ultimo album Malcolm sembra tornare a suoni meno cupi e meno scarni per lasciare spazio ad una spensieratezza e ad una leggerezza nuove. Ed anche se in alcuni testi la vena malinconica di Middleton appare evidente, l'effetto finale è affascinante e per nulla deprimente.
Il risultato è un album completo, ben scritto e splendidamente arrangiato, che mantiene i segni della scrittura folk, da cui Malcolm parte, ma che allo stesso tempo si lascia andare ad arrangiamenti più ricchi e variegati e ad incursioni elettroniche.
www.myspace.com/malcolmmiddleton
Ore 21.30.
Sottoscrizione 12 euro con tessera Arci.


GIO. 24 09 2009 - STECCA - Presentazione primo album "Stecca" + dj set ZURDA
"Stecca" è il disco omonimo d'esordio del cantautore Stefano Bertolani.
Un disco tra il rock e il pop da ascoltare ad alto volume!
Il suono è sincero, potente, un disco finalmente suonato e non editato e patinato all'ennesima potenza.
Le canzoni sono dirette e senza tanti giri di parole si va alla sostanza delle esperienze, dei turbamenti, delle gioie di Stecca, 32 enne della provincia Reggiana che da 10 anni si esibisce in pub e locali italiani ed europei.
Suonato e prodotto da musicisti che hanno fatto la storia della musica rock italiana: Mel Previte, da 15 anni a fianco di Ligabue e Daniele Bagni da sempre con Litfiba e poi Piero Pelù, "Stecca" è stato registrato tra Correggio, Bologna e New York.
All'interno del disco la voce calda e precisa di Stecca sposa gli arrangiamenti rock cesellati da chitarre, basso e batteria.
Alcuni ospiti e il quartetto d'archi "Koinè" di Parma impreziosiscono alcune canzoni regalando atmosfere che si ascoltano con grande piacere.
"Stecca" è un disco che non cambierà la storia della musica, ma è un piccolo/grande viaggio che vi invitiamo a fare. A tutto gas... anzi... a tutto volume!
E' pubblicato da "Divinazione - Terzo Millennio" distribuzione "Self".
www.stecca.info
www.myspace.com/steccamusic
Ore 21.30.
Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci.

VEN. 25 09 2009 - STARDOG - Presentazione nuovo album "Oltre le Nevi di Piazza Vetra" + doppio dj set: CANNONAU + THE BAD & THE UGLY
Un caleidoscopio musicale che fonde eclettismo sonoro ed attenzione alla stesura dei testi, con eleganza e ruvidità. Fili immaginari che s'intrecciano tra gli anni '80 e l'esperienza compositiva tipica della canzone d'autore italiana, come dire: il Duca Bianco a confronto con Luigi Tenco. Nel 2003 inaugurano la loro carriera live, aprendo l'unica data in Italia di Maximilian Hecker e partono in tour, convinti - com'è giusto - che si cresce solo tra la polvere di un palco! Pubblicano nel 2004 l'EP "Venid A Ver La Sangre Por Las Calles", prodotto in collaborazione con il Progetto Sottosuono di Lecco e distribuito da Goodfellas: rock noir, tra il primo Nick Cave e un Chris Isaak uscito a sbronzarsi con David Lynch. Sempre nel 2004 condividono il palco con gli americani El Guapo e con One Dimensional Man. Il loro disco è recensito da tutte le principali riviste musicali, fanzine, webzine, ed apprezzato da molti musicisti, tra cui Howe Gelb (Giant S and) e Chris Eckman (Walkabouts).
Nel 2005 la svolta; la scrittura prende la strada dell'italico linguaggio che sfocia in una decina di brani. Le nuove canzoni vengono fatte ascoltare ad amici musicisti che esprimono giudizi più che positivi, come ad esempio Riccardo Tesio dei Marlene Kuntz, e che convincono la band a proseguire in tale direzione.
In questo periodo, aprono l'unica data italiana di Howe Gelb, e con lui registrano un'intensa versione di "Out On The Weekend" di Neil Young; partecipano al MiAmi; vincono il concorso organizzato dallââ?¬â?¢Arci milanese - "East Is West" - e suonano in apertura del concerto di Bugo. Vedono il loro brano "The Crash" inserito nella compilation allegata alla rivista "Losing Today" e partecipano ad altre due compilation, con il brano "Eva vs Eva". L'anno si chiude in bellezza: a novembre ricevono il Premio M.E.I. 2005 come migliore produzione indipendente, in una serata che vede assegnati riconoscimenti anche ad Afterhours e Offlaga Disco Pax. Nel 2006 proseguono l'attività live: da segnalare l'opening act sulla data milanese di Paolo Benvegnù e la prima esperienza live fuori dai confini italiani, con il concerto allo Shelter Club di Vienna. Sono protagonisti di Cadaveri A Passeggio (www.cadaveriapasseggio.com), progetto auto-prodotto realizzato insieme ad altre sei bands; quest'esperienza si evolve attraverso la registrazione di un nuovo brano che vede in veste di special guest Amaury Cambuzat degli Ulan Bator. L'anno seguente è caratterizzato da una gratificante vita "on the road", che li porta, tra le altre cose anche a condividere il palco meneghino con Morgan (Bluvertigo - X Factor).
E' di questo periodo l'esigenza di registrare una serie di nuove canzoni che segna l'inizio della collaborazione con lo studio Frequenze, di Monza. Il 2008, va ricordato per tre eventi fondamentali nel percorso artistico di Stardog: la vittoria nella finale del nord Italia del concorso City Music Lab Contest; la partecipazione al prestigioso tributo discografico dedicato al cantautore Faust'o, con una versione elettronica del brano "Suicidio"; la collaborazione con Luca Urbani (Soerba & Zerouno), per il brano scritto ed eseguito in duetto, "Sai, Carmelo".
I primi mesi del 2009 sono dedicati allo studio di registrazione, per la produzione del disco d'esordio OLTRE LE NEVI DI PIAZZA VETRA, uscito pochi giorni fa, il 18 settembre 2009, e pubblicato dalla nuovissima label Frequenze Records.
www.myspace.com/stardogband
Ore 21.30.
Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci.

SAB. 26 09 2009 - Doppio dj set: BLIXA + BLESS PARTY!
Ore 22.30.
Ingresso libero con tessera Arci.

DOM. 27 09 2009 - Chiusura
Chiusura.
Ben ritrovati!
Vi ricordiamo che La Casa 139 è un circolo ARCI e l'ingresso è riservato ai Soci possessori della tessera Arci 2009.
Per quanti ancora non fossero Soci e volessero diventarlo, segnaliamo che è possibile compilare il MODULO DI AMMISSIONE CHE TROVATE NEL SITO ARCIMILANO, prima della data dell'evento a cui volete partecipare. Vi preghiamo poi di inviarlo alla mail: crybrezza@hotmail.com per poter ritirare la tessera all'ingresso dopo approvazione del Direttivo e dopo aver versato la quota associativa annuale.
Per il semplice rinnovo della tessera, è sufficiante esibire all'ingresso la tessera precedente e versare la quota associativa per il 2009, senza dover compilare il modulo di ammissione.

Vi preghiamo di aiutarci a seguire questi piccoli passaggi e Vi ringraziamo per la collaborazione.


LUN. 14 09 2009 - JAY BRANNAN
Presentazione nuovo album "In Living Cover"
Nato in Texas ma newyorkese di adozione, Jay Brannan è il nuovo volto del cantautorato americano. E' un nome che a molti suonerà nuovo, ma che altri ricorderanno per la partecipazione a 'Shortbus', film del 2006 di John Cameron Mitchell che fece scandalo fin dalla sua presentazione al Festival di Cannes. In quell'occasione recitava nei panni di Ceth, ex modello e aspirante cantante, e proprio nel film interpretava una sua canzone, 'Soda Shop', poi entrata a far parte della colonna sonora del film. In questi due anni Jay ha abbandonato il cinema per dedicarsi totalmente alla musica e il risultato è l'album di esordio 'Goddamned', prodotto da Will Golden e uscito il 15 Luglio. Nonostante la giovane età, è nato nel 1982 a Houston, Brannan ha da sempre dimostrato coraggio e tenacia, prima accettando un ruolo cinematografico scomodo come quello di Ceth, in seguito al quale si è pubblicamente dichiarato gay, e poi scrivendo testi dai conten uti espliciti, che non risparmiano critiche alla società. Per questo motivo si è guadagnato la copertina del gay magazine inglese AXM, conquistando un pubblico europeo ancora più ampio, vista anche la sua avvenenza fisica. 'Goddamned' è un disco acustico, in cui la sensuale voce di Jay viene accompagnata solamente dalle note della sua chitarra. Già dal primo singolo 'Housewife' sono ben chiare le fonti da cui prende ispirazione, rintracciabili nel cantautorato femminile, da Ani DiFranco a Liz Phair, passando per Tori Amos e Fiona Apple.
Il nuovo lavoro 'In Living Cover' è un disco con due brani inediti e sette cover, tratte dalla discografia di Joni Mitchell, Bob Dylan, Ani Di Franco, The Cranberries e altri...
www.jaybrannan.com
Ore 21.30.
Sottoscrizione 12 euro con tessera Arci.


MAR. 15 09 2009 - VALENTINA DORME
presentazione dell'album "La Carne"


Un rock che è saetta elettrica ma anche sospiro disilluso, sempre con lo sguardo vigile su una realtà non convenzionale. Che la musica di Valentina Dorme sia un'esperienza sensoriale lo dice anche il loro nuovo album "La Carne", liberamente ispirato all'omonimo film del grande regista non allineato Marco Ferreri (cui è anche dedicata una traccia del disco) che vedeva tra i protagonisti Sergio Castellitto e Francesca Dellera. "La Carne" è il terzo album del quartetto guidato da Mario Pigozzo Favero (chitarra e voce) che ha al suo fianco Massimiliano Bredariol (batteria), Mario Gentili (basso), Alberto Scapin (chitarra).
Parole e musica non sono universi scindibili per Valentina Dorme, immagini che si susseguono in un accorato montaggio cinematografico, con i suoni che a volte stridono e altrove conducono ad una pacifica e rasserenata declamazione. Tutto il bagaglio importante del cantautorato italiano, messo però al servizio di una vena più rauca, con una costante ripresa di figure della wave britannica che ne celebrano l'afflato romantico. Ancora per l'etichetta Fosbury Records, "La Carne" è il gesto alto, il rumoroso ed esistenziale suggello discografico di Valentina Dorme, aiutati questa volta in studio dall'esperto ingegnere del suono Giulio Ragno Favero (Teatro Degli Orrori, Zu, One Dimensional Man), così lesto nel fermare su nastro gli umori della band veneta. Che continua - imperterrita - il suo viaggio verso un'interpretazione d'autore, con il sacro fuoco del rock a tener viva un'inossidabile poesia.
www.valentinadorme.it
www.myspace.com/valentinadorme
Ore 21.30.
Sottoscrizione 7 euro con tessera Arci.


MER. 16 09 2009 - STEAD


Folk che può nascere acustico e sembrare persino elettronico senza perdere le sue direttrici più etniche. Il progetto Stead nasce nel 2005 a New York dove si sviluppa e cresce, poco prima di un prematuro ritorno a casa. Stefano Antoci D'Agostino ha poi girato il vecchio continente, dalla Francia alla Svezia, dall'Irlanda a quella Germania che sembra ormai la nuova casa di un'idea che non poteva avere confini. Oggi, smessi i panni del cantastorie solitario e alle porte del tour tedesco del prossimo settembre, presenta la nuova veste a quattro maniche che sancisce la svolta verso un sound più articolato ed armonico. Dopo il concerto di Dusseldorf dello scorso dicembre Andreas Laudwein scrisse: "Lo osservavo. Un uomo d'albero con grandi mani, sempre in piedi, irrequieto e carico di un'energia tanto irrefrenebile quanto semplicemente sincera. E non ti aspetti proprio che, iniziando a cantare, possa inchiodarti e sorprenderti. Lo fa attraverso storie che approcciano l'ascoltatore con ansia e nervosismo, che si trasformano sotto gli occhi di chi siede loro di fronte per divenire speciali ed insinuarsi nella memoria; eco di significati destinati a risuonare a lungo. Una decisa vena di tristezza la sua, questo è vero, ma non quella di chi è affranto ne' sconfitto, non quella di chi piagnucola. In realtà, Stead, è persino ottimista. Ed io credo davvero che 'quell'altro me', in fondo, abbia già vinto da tempo".
Stefano Antoci D'Agostino: voce, piano, chitarra
Francesco Saverio Gliozzi (Sursum Corda): Cello
Marco Tiberini (MHJ): Basso, Piano, Organo, Chitarre, Xilofoni ed Armonica
Mattia Pittella (Rumori dal Fondo): Batteria e Percussioni
"Un'atmosfera intensa e malinconica espressa da un vibrante cantato e da sontuose trame sonore" - RockIt, Federico Linossi
"Canzoni tra Buckley e Rice, la delicatezza di uno stile che ne eredita la lezione" - Il Corriere della Sera
www.stead.it
www.myspace.com/stefanoantocidagostino
Ore 21.30.
Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci.


GIO. 17 09 2009 - LA FONOMECCANICA + dj set MICOL MARTINEZ
"La piccola orchestra suona con strumenti disoccupati d'ogni sorta e fattura: fisarmoniche scampate alla strage del liscio, tamburi rubati alla banda del paese, violini evasi dal conservatorio, chitarre turche e hawaiane senza permesso di soggiorno, contrabbassi in fuga dal jazz, voci di corridoio."
Fonomeccanica nasce a Milano nel 2007 in un tinello, in un'epoca storica regressiva, ricca di nulla e povera di tutto. Dopo una serie di piccoli concerti nell'interland milanese la banda approda al Bloom di Mezzago come gruppo spalla dei californiani Listing Ship. Oltre ai club e i locali la piccola orchestra, data la sua caratteristica artigianalità ricca di strumenti acustici si confronta con la strada, in giro per le vie del sud della Francia, al Busker festival di Ferrara come band 'ecologica' (senza amplificazione), alla 'Festa dei popoli' e 'Cantine aperte' a Morbegno; con il teatro nello spettacolo 'Radio, ovvero l'adunata dei refrattari' con Massimiliano Loizzi al Teatro della Contraddizione di Milano. Tra le collaborazioni più importanti si segnalano quelle con 'Mercanti di storie', Stefano Vergani, Vincenzo Costantino Cinaski e quella con Paolo Rossi che porterà Fonomeccanica ad una assidua collaborazione durante la primavera-estate 2009. Le loro musiche sono state usate per lo spettacolo teatrale 'Gianna' prod. Manifattura scalza.
www.myspace.com/fonomeccanica
Ore 21.30.
Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci.

VEN. 18 09 2009 - THE FILMAKERS - New EP Presentation Tour + doppio dj set: SAVE THE DJ + BLIXA
THE FILMAKERS è uno dei progetti più interessanti nati in Italia in questi ultimi mesi. Nato dal fortunato incontro tra Luca Solbiati (Zeropositivo) e Arno Engelhardt (produttore e polistrumentista olandese), The Filmakers si inserisce nel panorama europeo con brani bellissimi che spaziano dal rock elettronico alla ballad senza mai perdere l'intensità e lo stile unico che contraddistinguono il progetto.
Luca Solbiati (cantante, autore ed ex frontman della band Zeropositivo) inizia a scrivere e a produrre i primi provini di alcune canzoni in lingua inglese spinto dalla sua passione per il connubio musica/cinema. L'incontro tra Luca ed il musicista/produttore olandese Rno Engelhardt (tastierista-programmatore) fa scattare la scintilla da cui nasceranno TheFilmakers.
Cresce l'affiatamento tra i due artisti che decidono di costituire una band che si riunisce nei GravelandStudio, a pochi passi da Amsterdam, per registrare l'album "Chemical Love Crush" da cui viene estratto l'EP che The Filmakers presentano in anteprima al Circolo Arci La Casa 139. 14 canzoni di matrice rock che vengono caratterizzate dalla continua ricerca di diverse suggestioni, dalle ballate pop rock all'elettronica sempre e comunque ricercando l'immediatezza della forma-canzone.
Parallelamente la band e un team di registi e videomakers di mezza Europa lavora alla produzione della parte cinematografica del progetto denominata "music4afilm".
Il concept è da considerarsi come un valore aggiunto all'album e l'idea è, oltre a quella di creare uno spettacolo live dove ogni canzone sarà accompagnata dalla proiezione del suo video-cortometraggio, di arrivare a sfruttare i canali web e i festival del settore per poter promuovere il progetto a 360°.
www.thefilmakersoffical.com
www.myspace.com/thefilmakers
Ore 21.30.
Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci.

SAB. 19 09 2009 - Doppio dj set: MICOL MARTINEZ + DJ PRECISO
Ore 22.30.
Ingresso libero con tessera Arci.

DOM. 20 09 2009 - Chiusura
Chiusura.


LA CASA 139 - Via Ripamonti, 139 - Milano
www.myspace.com/lacasa139
www.lacasa139.com
ARCINFESTA
VENERDI' 26 E SABATO 27 GIUGNO AL CIRCOLO ARCI BITTE
VIA WATT, 37 MILANO
"C'è chi dice no"
Arcinfesta, è la festa dell'Arci e dei suoi circoli, una festa per promuovere cultura, socialità e fare politica.
Per parlare di quello che è successo e sta succedendo a Milano, la continua e progressiva chiusura degli spazi pubblici di aggregazione e la campagna repressiva nei confronti degli spazi privati ad uso sociale e culturale, oltre ad una sostanziale intolleranza nei confronti di tutto ciò che è identificato come "rumore" e disagio per il cittadino.

Da qui la scelta di fare la nostra festa al Circolo Bitte, chiuso per circa un anno e di organizzarci un incontro pubblico preparatorio all'iniziativa che faremo a Monluè (per il 17 luglio), luogo simbolo degli spazi "sottratti" a Milano per la cultura e l'aggregazione libera dei cittadini.
Naturalmente Arcinfesta sarà anche gioco, gioia, musica e divertimento che da sempre sono il "collante" dei nostri Circoli e ci accompagnano nella promozione e rivendicazione di spazi liberi per la cultura e i diritti.

L'ingresso è gratuito con tessera ARCI. Per chi non l'avesse ancora sarà l'occasione per sostenere realmente il Circolo Bitte e tutta l'associazione. Vi invitiamo a compilare la domanda di adesione almeno il giorno prima sul sito del circolo www.bittemilano.com

PER INFO E PRENOTAZIONI:
circoli.mi@arci.it
0254178238/9


VENERDI' 26 06 2009
19.45 -21.00 aperitivo Babbutzi Orchestar (folk balcanico)
Dal campo nomade una balcanica voce raminga smuove l'aria, trasportando con sé una nota che urla: "Cigani!". La Babbutzi Orchestar non è solo musica, colori e ballo. Per capirla, basta abbandonarsi e seguire i suoni di questa roulotte musicale e frenetica per l'aia del Bitte.

20 - 22 Cena gastronomica e cena economica. Per palati raffinati, palate di cibo, cotto crudo e brasato.

21.15 - 21.45 La denuncia, spettacolo teatrale
Il progetto Beat her presenta "la denuncia". Regia di Valeria Morosini con Monica Cervini e Alessandro Gimelli.

22 - 24 Proiezione del Film "Oil" e dibattito intervengono il regista M. Mazzotta e A. Caronia
OIL film documentario sulla raffineria di Sarroch (Cagliari) di proprietà della famiglia Moratti che ancor più oggi assume il tono dell'inchiesta dopo "l'incidente" che ha comportato la morte di tre lavoratori meno di un mese fa. Incontreremo il regista Mazzotta che ci farà da guida e con il quale potremo confrontarci.

24.00 A Mezzanotte circa "Che l'argentino" film + spaghettata
A mezzanotte circa come in vecchio cult degli anni '70 per i nottambuli: il mito del Che (meno male almeno quello resiste), che ci accompagnerà nel buio profondo della notte insieme ad un fumante piatto di spaghetti...


SABATO 27 06 2009


17.00 -18.00 LA STANZA SEGRETA Teatro-Arte Magica di e con Walter Maffei. Atto unico.
"C'è un angolo buio dentro ognuno di noi, una scatola sigillata, una stanza chiusa a doppia mandata. Ma dov'è la chiave? Come liberare le meraviglie racchiuse in questi preziosi anfratti? Solo lasciandoci trasportare dalla poesia di un sogno possiamo scoprire che ogni oggetto ha qualcosa di speciale da rivelarci"

18.00 - 20.00 Milano chiude o si addormenta... c'è ancora chi dice no?
Dibattito sugli spazi pubblici e sugli spazi privati.

19.45 - 21.00 aperitivo Jazz: Tribute to Django (Manouche)
Tribute to Django è un omaggio alla Djangomania. Andrea Rotoli accompagnato da Claudio Pietrucci e Tonino De Sensi ci faranno attraversare il magico mondo del Jazz Manouche di Django Reinhardt attraverso la presentazione del loro ultimo disco.

20 - 22 Cena in multicolour

21.30-23.00 Slam Poetry
Una gara poetica. 8 poeti. Una sfida a colpi di sineddoche rotanti, in una vertiginosa escalation di endecasillabi e grugniti. 3 minuti e 3 round. Una giuria popolare. Una spumeggiante Signorina Buonasera a condurre e un prestigioso maestro Wolf ad accompagnarla. I ritmi di dj Skrim. E Il pubblico. Implacabile.

24.00 A Mezzanotte circa "Che Guerrilla" film + spaghettata

durante i due giorni:
L'ARCI si mette in mostra: corsi, turismo, concerti, benessere, teatro, ballo liscio e sportelli per migranti , banchetti espositivi delle iniziative e delle attività per il futuro e per la prossima stagione a cura dei Circoli.
LUN. 25 05 2009 - iNLIMBO!
A due anni di distanza dall'Ep di esordio "L'Occasione speciale Ep", iNLIMBO! tornano a calcare il palco del Circolo Arci La Casa 139 per presentare in anteprima i brani che faranno parte del loro disco d'esordio, frutto di più di un anno di sperimentazioni nella loro casa studio milanese, "La Filanda".
Forte di un rinnovato approccio compositivo corale, il quartetto lascia sempre più all'elettronica il compito di indicare nuove direzioni e di "vestire" le proprie creazioni.
L'adozione della lingua inglese nei testi, incoraggiata anche da una fortunata se pur breve serie di concerti londinesi nell'estate 2008, sottolinea e meglio si adatta al respiro internazionale del nuovo percorso intrapreso dalla band.
Il disco è anticipato dall'E.p. P.R.E. acquistabile durante la serata, da cui è tratto "The D.J. is dead" primo singolo in download gratuito sul sito del gruppo.
www.myspace.com/noinlimbo
Ore 21.30.
Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci.


MAR. 26 05 2009 - ULTRAVIXEN


Nel 1979 usciva nelle sale "Beneath the Valley of the Ultravixens" per la regia di Russ Meyer, nel 2007 UltraviXen debuttano a Catania, ai Mercati generali, all'interno di un festival organizzato dagli amici di vecchia data di Indigena booking. La viscerale propensione live di UvX era chiara a tutti sin da allora, e come dargli torto visto che negli ultimi 10 anni avevano calcato centinaia di palchi con le precedenti formazioni d'appartenza: Jasminshock (Wallace Records) e Jerica's (Indigena), su e giù per l'Italia e l'Europa, nei centri sociali, locali e festival più interessanti in circolazione!
Negli ultimi due anni gli UvX di Alessio (guitar, theramin, voice N.1), Mr. Nunzio Jamaika (bass, voice N.2) e Carmelo (drums, backing vocals) hanno dato seguito a quel girovagare musicale che li ha portati a pestare tanti stage italiani, e dove chi c'era ha assistito ad un attacco sonico che coinvolge fisicamente, ad un'impronta lirica ironica e dissacrante e ad un sound tanto valvolare quanto contemporaneo.
Le influenze degli UvX sono diverse: garage, punk, wave, noise, blues...
Nel Febbraio '08 gli UltraviXen, con il supporto di Pippo Barresi (sound engineering) e Fabio Magistrali (mixing e artistic production), registrano e producono 9 tracce, lavorando per 10 giorni in uno studio "self made" a Milo (CT) sull'Etna... in piena eruzione magmatica. E così il 10 Gennaio '09 esce il disco Avorio Erotic Movie, ancora per Wallace Records, masterizzato da Bob Weston (Shellac), distribuito in Europa, Nord America e Giappone. Avorio Erotic Movie è un'eruzione vulcanica travolgente, che da subito svela le tre anime di UvX: quella r'n'r, quella post punk e la wave. Gli UvX lo considerano un disco di canzoni d'amore, certo! un amore, però, sporco, sudato, sensuale e sessuale, sfasciato, masturbato.
Da dicembre on stage per presentare al pubblico il debut album e live show in Europa, negli U.S. e in Giappone.
Stay tuned!
www.ultravixenband.com
www.myspace.com/ultravixenband
Ore 21.30.
Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci.


MER. 27 05 2009 - MAXIMILIAN HECKER - opening act: PETER BRODERICK


Finalmente ritorna in Italia MAXIMILIAN HECKER per presentare in un'unica esclusiva data a Milano il nuovo attesissmo album 'One Day', ennesimo gioiello pop melodico, capace di emozionare, come solo il cantautore tedesco sa fare.
Special guest: Peter Broderick, altro genio folk-pop.
Una serata imperdibile per cuori deboli...
www.myspace.com/maximilianhecker
www.myspace.com/peterbroderick
Ore 21.30.
Sottoscrizione 13 euro con tessera Arci.


GIO. 28 05 2009 - ABE VIGODA + BUZZ ALDRIN + dj set BLESS PARTY ROCK'N'ROLL
Michael Vidal, Juan A. Valasquez, Reggie Guerrero e Dave Reichardt - giovanissimi - sono cresciuti a Chino, CA. Poche miglia a est di Los Angeles. Inland Empire, Estados Unidos De América. Dici LA e inevitabilmente pensi a No Age, Health, Mika Miko, Silver Daggers, The Mae Shi. Leggi The Smell e provi ad immaginare questi quattro ragazzini ispanici tra le mura di mattoni dello spazio/club ormai diventato luogo di culto e riferimento assoluto per la scena punk-rock/DIY della West Coast (ma non solo). Pubblicato dalla Post Present Medium di Dean Spunt/No Age (in uscita in Europa su Bella Union all'inizio di ottobre), Skeleton è il terzo LPdegli Abe Vigoda, dopo Sky Route/Star Roof (Not Not Fun Records/Post Present Medium, 2005), Kid City (Post Present Medium, 2007) e diversi singoli, collaborazioni, compilation, cassette autoprodotte e quant'altro. Quattordici tracce in poco più di mezz'ora. Ritmiche incontenibili, chitarre e melodie affilate come lame, liriche abrasive. Un diamante dalle mille sfaccettature, un'esplosione di luce chiusa nello spazio tra i solchi del vinile e la puntina del giradischi: l'incipit furioso di Dead City/Waste Wilderness, l'abbagliante pulizia di Bear Face, le interferenze cupe di Whatever Forever, la danza incontrollata (incontrollabile) su Lantern Lights. Poi. Animal Ghosts ("I love my life/I love my life/I love my life/I love my life") e Live-Long. Il dialogo impossibile tra le chitarre e i ritmi di Hyacinth Grrls, il lungo sospiro ubriaco di Endless Sleeper prima della title-track in chiusura. Un disco luminosissimo. Veloce, tagliente, pieno di spunti e difficilissimo da catalogare. Dicono tropical-punk. Dicono calyps o-noise, afro-pop, gamelan-grunge. "This sort of No Wavey sort of Pop oriented sort of twisted punked 4 piece", dicono. Questo è il suono di Los Angeles, oggi. Il rumore - fatto di strappi in avanti, improvvisi cambi di tempo e direzione, voci e chitarre e melodie limpide e inafferrabili - di una cantina qualsiasi giù a Downtown. Pulito e freschissimo. Lontano da ogni tentativo di definizione. "Is tropical-punk a stupid phrase?" "I don't think so... I think it makes sense with what we sound like. But I definitely don't think that's all we sound like, it's mainly the rhythm section that really has a tropical, dub feel to it." (Michael Vidal intervistato da Kev Kharas su Drowned In Sound).
www.myspace.com/abevigoda
Ore 21.30.
Sottoscrizione NP euro con tessera Arci.

VEN. 29 05 2009 - Doppio dj set: SAVE THE DJ + THE BAD & THE UGLY
Ore 22.30.
Ingresso libero con tessera Arci.

SAB. 30 05 2009 - Doppio dj set: dj CANNONAU + BLESS PARTY!
Ore 22.30.
Ingresso libero con tessera Arci.

DOM. 31 05 2009 - Chiusura
Chiusura.
LUN. 18 05 2009 - CHIARA CANZIAN
E' in rotazione in tutte le radio in questi giorni di maggio il nuovo singolo di chiara Canzian dal titolo Dolce.
Dolce è il nuovo estratto dell'album Prova a dire il mio nome, brano che, oltre a dare il titolo all'intero lavoro è lo stesso con cui la cantante si è presentata quest'anno alla 59 esima edizione del Festival di Sanremo nelle sezione Nuove Proposte.
Il disco Prova a dire il mio nome è uscito il 20 febbraio ed è composto da tredici brani inediti di cui la cantante è autrice di tutte le musiche e di tre testi e verrà presentato questa sera al pubblico del Circolo Arci La Casa 139, accompagnata dalla sua band.
Figlia d'arte, Chiara Canzian (Red Canzian, bassista dei Pooh è suo padre), si è fatta conoscere dal pubblico con il singolo Novembre 96, pezzo uscito ad ottobre del 2008, ed incluso nelle canzoni del nuovo Cd.
www.myspace.com/chiaracanzian
Ore 21.30.
Sottoscrizione 7 euro con tessera Arci.


MAR. 19 05 2009 - EMMY THE GREAT (data unica in Italia!) + MANGE-TOUT + Vitaminic dj set


Lasciate alle spalle le esperienze come corista di Dev "Lightspeed Champion" Hynes e come leadsinger nel singolo "Seattle" dei BPA, Emma-Lee Moss ci introduce First Love, l'album di debutto dove continua a deliziarci con le canzonicine anti-folk e i toni da primavera a cui ci aveva abituati dal singolo Gabriel.
Famosissima nella scena underground londinese, dove circola da parecchi anni nonostante la precoce età (24 anni!), accumunata a Laura Marling e Lily Allen, Emmy porta i suoi testi ironici e agrodolci sul palco, prendendo in giro icone-pop e temi impegnati, mentre la sua voce - che non contraddice decisamente il moniker scelto - costruisce lo sfondo perfetto per sognare in cameretta il nostro primo amore.
"Can you imagine what her second or third album will be like, when she's the same age Leonard Cohen made his first record?" (Drowned In Sound)
"She's the kind of delicate, fragile, girlish creature who makes men involuntarily melt into helpless pools of adoration and women involuntarily itch to dash her brains out against the nearest hard surface." (NME)
www.myspace.com/emmythegreat
Opening act: Mange-Tout
Un EP uscito nel 2008 per l'etichetta bresciana che ci fa battere sempre forte il cuore, la My Honey, in coproduzione con Marsiglia Records, l'accoppiata Genova-Le Havre Germana (la brunette) e Nathalie (la blondinette) sbarca con il suo pop colorato e divertente in terra milanese. Teatime With Mister Who accompagna i nostri pic-nic primaverili con un bedroom pop fatto di casio e glockenspiel e vestitini leggeri a fiori e ci riporta all'adorabile twee pop della scuola di Glasgow e dei BMX Bandits.
E' arrivata l'ora del tè e siamo tutti invitati!
"Il folk acustico che si fonde delicato e soffice come un pan di spagna agli intarsi pop è miracolosamente disarmante." (Nerds Attack!)
"Un piccolo diario dall'animo folk a cui sicuramente non manca l'animo indipendente a noi caro, delicate voci dal sapore d'altri tempi da cui piacevolmente rimanere rapiti." (Extra Music Magazine)
www.myspace.com/lesmangetout
Ore 21.30.
Sottoscrizione 12 euro con tessera Arci.


MER. 20 05 2009 - CRYSTAL STILTS + PHOSPHORESCENT


Solo per la data di Milano di questa sera Crystal Stilts e Phosphorescent, due degli act più interessanti del momento, suoneranno insieme al Circolo Arci La Casa 139.
I Crystal Stilts sono la band che meglio rappresenta la nuova svolta della scena indie, rumorosi e melaconici come un ibrido tra i Cure di 'Pornography' e i My Bloody Valentine.
Phosphorescent ha portato in auge gli stilemmi del country all'interno della scena indie.
Crystal Stilts
'Alight Of Night' è il debutto discografico dei Crystal Stilts, bandiera della nuova scena shoegaze newyorkese. JB Townsend, Brad Hargett, Andy Adler, Miss Frankie Rose e Kyle Forester sono i nuovi divi di Brooklyn e leader della nuova scena indie alternative americana.
L'esordio dei Crystal Stilts dopo essere stato pubblicato alla fine del 2008 nel giro di pochi mesi è diventato il manifesto del nuovo suono indie americano ed uno dei lavori più amati da critica e pubblico degli ultimi dodici mesi.
Non è un segreto che Brooklyn sia casa di alcuni dei fenomeni musicali odierni, tant'è vero che è impresa sempre più ardua emergere nei sotterranei locali ed avere una visibilità capace di oltrepassare i confini nazionali. Spesso sono i dettagli a fare al differenza, la giusta vibrazione ed anche l'opportunità di trovarsi nel posto giusto al momento giusto.
Per i Crystal Stilts valgono un po' tutte queste logiche. Proprio nel momento in cui il rock'n'roll più ibrido - con le sue varianti wave, shoegaze o new romatic - sembra prepotentemente riconquistare terreno, arriva una band che per stile e contenuti spicca con prepotenza nella mischia.
Dal vivo suonano già come una band rodata, e la lunga gavetta della band ne è una conferma a differenza delle tante band che raggiungono il successo nel giro di pochi mesi.
Phosphorescent
Un paio d'anni fa Phosphorescent - nome d'arte di Matthew Houck - aveva imbottito di mescalina Nashville e tirato fuori un album alcolizzato e visionario come 'Pride', un barcone alla deriva guidato da un coro gospel in gita a Woodstock.
Ci saremmo aspettati tutti per il nuovo album qualcosa di simile, invece Houck se ne frega altamente del mercato e spiazza tutti tornando sulle scene con un disco tributo a Willie Nelson - leggenda ultra settantenne del country americano.
Phosphorescent è Matthew Houck, una one-man band indie folk/alternative country spesso paragonata ad Iron and Wine, Bon Iver, Will Oldham, Neil Young. Phosphorescent attualmente vive a Brooklyn, New York ma è nato ad Athens, Georgia, come l'amico Vic Chesnutt e i celebri R.E.M. di Michael Stipe. Gli ultimi dischi di Matthew Houck, alias Phosphorescent, sono stati pubblicati dalla Dead Ocean.
Prima di registrare con il monicker di Phosphorescent, Matthew Houck ha fatto tour ovunque girando l'intero pianeta con il nome di Fillup Shack e pubblicato nel 2001 l'album 'Hipolit'. Houck dopo ha cambiato il nome del suo progetto in Phosphorescent e pubblicato l'album 'A Hundred Times Or More' nel 2003. L'album è stato registrato con l'ausilio dei The Clairvovants and pubblicato attraverso la Warm records, piccola label di Athens, Georgia. Nel 2004 Phosphorescent pubblicò l'Ep 'Weight of Flight', e l'anno seguente l'acclamato 'Aw Come Aw Wry'. Al successo del disco del 2005 seguì nel 2007 'Pride', per Dead Ocean records, che diede a Matthew Houck una grande visibilità e grande fama all'interno della scena indie folk statunitense.
Phosphorescent ha da poco pubblicato, nel 2009, 'To Willie', un album tributo al celebre county folk singer americano Willie Nelson. In 'To Willie' Matthew Houck rilegge in chiave più moderna, ma senza tralasciare il gusto country degli originali, undici perle della discografia di Willie Nelson. I brani scelti non sono i più famosi scritti da Willie Nelson ma quelli che meglio incarnano le similarità con la musica di Phosphorescent.
'To Willie' è un gran disco capace di coniugare la potenza del country americano di Willie Nelson, a cui l'album è dedicato, e l'anima del folk-rock di Neil Young.
Dal vivo Matthew Houck da il meglio se, grazie ad una band affiatata e ripercorre i classici della propria discografia e le reinterpretazioni che hanno reso grande il suo ultimo disco.
www.myspace.com/crystalstilts
www.myspace.com/phosphorescent
Ore 21.30.
Sottoscrizione 12 euro con tessera Arci.


GIO. 21 05 2009 - VANILLINA + dj set ZURDA
I Vanillina questa sera ci presentano in anteprima il loro nuovo disco, la cui uscita è prevista per la metà del 2009.
Il loro sound è un rock duro e graffiante, melodico ed energico.
Anno zero: inizio 2000. Dopo soli quattro mesi di prove i Vanillina danno alla luce il primo lavoro, un mini cd intitolato 220V (Panico Records/Venus), un buon successo di critica e pubblico. Il mensile Rock Sound dedica un'’intervista alla band. Frasi di elogio e concerti in tutta la penisola e nella vicina Svizzera. Nel dicembre del 2001 esce il primo album MR.ORANGE (Avocealta/Self). Dopo il fortunato Mr.OrangeTour a giugno ritornano in studio, per registrare il nuovo minicd SAGOME (Latlantide-Audioglobe), con la produzione artistica di Giulio Favero (ex One Dimensional Man e noto produttore). A settembre dello stesso anno i Vanillina realizzano il loro primo video clip, SAGOME. A novembre suonano al Mei (Meeting delle Etichette Indipendenti) di Faenza e alle fine dell'anno conteranno più di 100 esibizioni live. Il 13 gennaio 2003, esce l'Ep SAGOME. Il video di Sagome viene scelto come video della settimana all'interno del programma "Azzurro" in onda su All Music.
Nell'ottobre 2004 esce "Spine" (Latlantide-Audioglobe), album che segna l'ingresso nella band del nuovo batterista Luca Pozzi. Registrato al BloccoA di Padova sempre da Giulio Favero, che cura la produzione artistica, l'album colpisce la critica per la dimostrazione di maturità musicale data dalla band. Le sonorità virano verso il rock senza tralasciare tentativi di sperimentazione. Anche questo album è accompagnato da un video, Polvere, che entra nelle nomination dell'edizione 2005 del PremioVideoclipItaliano nella categoria "Videoclip Indipendente a basso budget". La band inoltre continua a esprimersi al meglio anche nell'attività live che porta il trio a suonare ancora assieme a gruppi come Marlene Kuntz, Casino Royale,Tre Allegri Ragazzi Morti, etc... Nel gennaio 2006 entra nella formazione il nuovo bassista e dopo la fisiologica fase di integrazione, iniziano le lavorazioni per il Ep raccolta ECLISSE (Latlantide / Audioglobe). Nel 2008 proseguono le esibizioni live in tutta Italia e toccano anche un mini tour per Londra, attualmente sono alla lavorazione del nuovo disco previsto per metà 2009.
www.vanillina.com
www.myspace.com/vanillina
Ore 21.30.
Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci.

VEN. 22 05 2009 - TOXIC TUNA - a seguire doppio dj set: SAVE THE DJ + BLESS PARTY!
Lo ska non è più cool? Chi l'ha detto? Ascoltare TOXIC TUNA per credere!
Con una front woman esplosiva, dopo anni di gavetta a suonare in giro per l'Italia, arrivano al debutto discografico con il loro mix di ska, swing, jazz e rock steady, che guarda in faccia alla lezione dei Selecter, l'unica band al femminile dei tempi d'oro dello ska inglese.
Sul palco del Circolo Arci La Casa 139 presentano il loro album ELEGANTE. Il disco si pone l'obiettivo di mantenere l'eterogeneità dei suoni che da sempre caratterizza il progetto: un mix tra ska, swing, jazz e rocksteady unito a sonorità talvolta rock, guardando al contesto non solo italiano, con particolare riferimento allo ska americano, jamaicano ed europeo.
Da sottolineare però che nonostante i riferimenti stilistici extra nazionali, l'impronta italiana del disco emerge dai testi e dalle sonorità. Altro elemento di richiamo alla tradizione italiana in levare emerge dalla collaborazione con La Dava, storico leader dei Vallanzaska, co-autore del brano Banana Manana y Noche de Cocco.
All'interno di quest'ottica di eterogeneità è presente un particolare attaccamento ai suoni del passato che colorisce di tinte vintage diversi brani; quest'ultimo aspetto è evidenziato anche dalla scelta delle due cover presentate nel disco: Why don't you do right, brano celebre nell'interpretazione dell'artista Peggy Lee, che richiama la musica swing americana degli anni '40, e Nessuno, storico pezzo interpretato da Mina, esempio di forma-canzone e melodia cantautorale italiana tipica degli anni '60.
Nasce così Elegante.
www.myspace.com/toxictuna
www.toxictuna.com
Ore 21.30.
Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci.

SAB. 23 05 2009 - Doppio dj set: dj BLIXA + MADAR DJ a.k.a. ALDO B.
Ore 21.30.
Ingresso libero con tessera Arci.

DOM. 24 05 2009 - Chiusura
Chiusura.
LUN. 11 05 2009 - FLAVIO PIRINI - ospite della serata WALTER LEONARDI
Ultimo giro di waltzer con "ANNI '10", lo spettacolo di "circa intorno quasi teatro canzone" che ha come protagonista il cantautore Flavio Pirini (Festival Gaber 2008).
Al Circolo Arci LaCasa139, da novembre ad oggi, Flavio Pirini ha portato in scena il suo insieme di canzoni, monologhi e letture, ricche di riferimenti alle contraddizioni del vivere e con una forte carica di ironia, confermando di essere un cantautore tra i più interessanti e "anomali", che ama alternare o mescolare sorrisi e contenuti, poesia e leggerezza.
Ogni appuntamento con "Anni 10" è stato arricchito dalla presenza di ospiti (Flavio Oreglio, Rita Pelusio, Cinaski, Carlo Fava, Archimia, Folco Orselli e molti altri) e dalla costante presenza del "comico metafisico" Pasqualino Conti.
Per il gran finale di lunedì 11 maggio sarà "gentile ospite" l'attore Walter Leonardi, noto monologhista e autore di canzoni, che ha fatto della comicità la sua arma dialettica per esprimere la propria visione dell'uomo contemporaneo.
Ci sarà anche la band dei TekaP portatrice di un suono internazionale in lingua milanese, che suonerà dal vivo la sua "te se feliz", che è stata sigla finale per tutti gli appuntamenti di "ANNI '10".
Suoni acustici ed elettrici per questo ultimo appuntamento, grazie anche ai musicisti Mell Morcone (piano), Alfredo Aliffi (basso) e Alessio Russo (batteria).
www.myspace.com/flaviopirini
Ore 21.30.
Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci.


MAR. 12 05 2009 - concerto annullato


Il Circolo Arci La Casa 139 è spiacente di annunciare l'annullamento del concerto previsto per questa sera, dell'artista SOAP&SKIN, per motivi logistici indipendenti dalla volontà del Circolo.
Apertura ore 22.00.
Ingresso libero con tessera Arci.


MER. 13 05 2009 - FABRIZIO COPPOLA


Si intitola La stupidità il nuovo Ep del songwriter milanese prodotto insieme a Simone Chivilò (come per il precedente lavoro in studio di Coppola, Una vita nuova) e pubblicato da Atelier Sonique.
L'Ep contiene 4 brani inediti e mostra un'evoluzione del suono di Coppola, in una direzione sempre più essenziale e diretta. C'è meno rock'n'roll rispetto ai lavori precedenti e una sempre maggiore consapevolezza e misura nella scrittura sia dei testi sia delle musiche e degli arrangiamenti. L'Ep sarà presentato in un tour promozionale che toccherà le maggiori città italiane.
La stupidità, il singolo offerto in free download, è una preghiera laica per combattere il pregiudizio, l'intolleranza e il bigottismo becero di questi tempi barbari e avvilenti; un lamento rabbioso che unisce una ritmica chiaramente ispirata alla Give peace a chance di Lennon, un cantato salmodiante che ricorda i migliori CSI e intrecci chitarristici di matrice blues: su questo tappeto Coppola scandisce un testo ossessivo e incalzante che trova nel lungo ritornello finale il suo momento liberatorio. Scritta di getto, la canzone affronta la frustrazione e lo sconforto di un uomo nei confronti del proprio paese: il razzismo che si affaccia con nuova virulenza, l'ossessione per la sicurezza, la dubbia idea di normalità che domina la nazione, la soffocante presenza della Chiesa nel discorso politico e sociale, l'attaccamento agli oggetti che trasforma le case in fortini blindati, la giustizia fai da te, la violenza...
Il videoclip, girato da Angelo Camba, è dedicato alla memoria di Abdul Salam Guibre, detto Abba, cittadino italiano di colore ucciso a sprangate a Milano alla fine del 2008 per aver rubato un pacco di biscotti. L'operazione è stata realizzata con il consenso della famiglia del ragazzo.
www.myspace.com/fabriziocoppola
Ore 21.30.
Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci.


GIO. 14 05 2009 - JAMIE STUART - opening act: CON_CETTA + dj set LADY VIOLET & VANILLE
Jamie Stewart è il leader degli Xiu Xiu, una delle più interessanti e sperimentali band indie in circolazione, originaria di San Jose, California. Deus ex machina del gruppo, sulle scene Stewart di solito è accompagnato dalla cugina Caralee McElroy, dal percussionista sperimentale Ches Smith, che ha suonato con Tom Waits, Trevor Horn e John Zorn, e occasionalmente da Cory McCullough.
La musica degli Xiu Xiu si dipana tra generi diversi, dal punk rock al noise, passando per la new wave, la musica classica moderna e il folk; nei loro testi e nelle composizioni è possibile rintracciare gli echi di Joy Division, The Cure, Talk Talk, Van der Graaf Generator, David Bowie e Morrisey. Composizione oscure e complesse, che indagano le pieghe più recondite dell'animo e tematiche scottanti, inserite tra le pieghe della forma canzone più tradizionale e del rumorismo più radicale: la musica degli Xiu Xiu è ricca di contrasti, dissonanze e melodia, muri di ritmi frammentati ed esasperati e delicate composizioni. Fin dall'uscita del loro primo album nel 2002, Knife Play, per la 5RC, fino all'ultimo album del 2008, Women as lovers, gli Xiu Xiu si sono contraddistinti per un sound eclettico e originale, che li ha portati a numerose collaborazioni con diversi artisti, come The Paper Chase, Devendra Banhart e Greg Saune dei Deerhoof. Artista poliedrico e complesso, Stewart torna in Italia per un nuovo tour solista, che si preannuncia intenso e coinvolgente. Non si tratta della prima avventura solista di Stewart, che già l'anno scorso si era esibito accompagnato dall'artista folk Devendra Banhart in una lunga tournée che li aveva portati in giro per differenti paesi, tra i quali Serbia, Mexico, Taiwan and Russia. In Italia, inoltre, Jamie ha suonato anche con i Larsen, gruppo storico torinese dell'elettronica italiana (con i quali ha firmato ben due dischi, Ciaustico del 2005 e ¿spicchiology? del 2007)e la violoncellista Julia Kent, membro stabile della band di Antony And The Johnsons.
A Milano Stewart stupirà il suo pubblico con un set ricco e complesso, che spazia tra gli oltre ottanta pezzi dal repertorio degli Xiu Xiu, e le nuove composizioni inedite, preparate per il prossimo disco in uscita nel 2010, Dear God, I Hate Myself. Rispetto a quelli che porta in giro con gli Xiu Xiu il set solista di Stewart risulterà molto più intimo, anche perché sul palco ci saranno soltanto il musicista, la sua chitarra elettrica, uno stilofono e poc'altro ancora. Con la sua musica stralunata e ricca di contrasti, Stewart ci trascinerà in un lungo viaggio sonoro, per chi non ha paura di scoprire i propri lati più cupi e nascosti.
www.myspace.com/xiuxiuforlife
Il concerto di Jamie Stewart sarà aperto da un musicista promosso dall'associazione Basemental, con_cetta, giovane artista italiano che si dedica ai differenti linguaggi della musica elettronica, minimal e gleetch. Al suo attivo con_cetta, acronimo dietro il quale si cela Giuseppe Cordaro, ha due dischi: Micro, primo disco ufficiale rilasciato per l'etichetta inglese Moteer, e Sclerosis, uscito nel 2008 per la netlabel Zymogen, oltre a numerose collaborazioni con Corrado Nuccini e Jukka Reverberi, dei Giardini di Mirò, ed Emidio Clementi. La sua musica spazia nel minimalismo elettroacustico più intimista e avvolgente, commistionato con le calde tonalità mediterranee.
www.myspace.com/concettamusic
Ore 21.30.
Sottoscrizione 10 euro con tessera Arci.

VEN. 15 05 2009 - MARISSA NADLER - Opening Act: GREG WEEKS (ESPERS) + doppio dj set: SAVE THE DJ + MICOL MARTINEZ
Marissa Nadler è una cantautrice americana, originaria di Boston, da molti considerata una delle più interessanti promesse del folk.
Artista eclettica e poliedrica (oltre che musicista è anche scrittrice e pittrice) Marissa ha esordito nel 2004 con Ballads Of Living And Dying, un disco che, nonostante le sole 550 copie stampate per la Empire Records, ha colpito piacevolmente critica e pubblico con le sue ballate romantiche e invernali. La vera e propria consacrazione arriva però dopo altri due dischi di culto su Eclipse, con l'uscita di Songs III: Bird on the Water per Peacefrog (la stessa etichetta, tra gli altri, di José Gonzales): un album intenso, prodotto e suonato con Greg Weeks degli Espers, nominato nella sezione Best Americana Album ai Plug Awards, che le ha permesso di concorrere come migliore artista femminile del 2007.
Nelle composizioni della Nadler è facile ritrovare gli echi dei musicisti che l'hanno influenzata, primo su tutti Leonard Cohen, suo maestro per eccellenza, oltre a Joni Mitchell e Nico. In effetti le sue canzoni ricordano in parte certe atmosfere coheniane, unite a influssi più tradizionali: "Nina Simone, The Band, Nico, Lee Hazelwood, Josephine Foster, Leonard Cohen, Bob Dylan, Leadbelly, Billie Holiday: per me sono tutti una specie di medicina. Mi piace molta musica, in realtà: dall'opera al fado, dal country al folk. Nei miei dischi cerco di ricreare un piccolo amalgama dei miei generi preferiti".
Difatti quello di Marissa Nadler è un folk che guarda sia alla tradizione americana che inglese, intimista e malinconico, fatto di ballate dolci ed eteree, nelle musiche come nella scrittura. Su esso scorre la sua voce, cristallina e morbida, che si sposa perfettamente con le trame oscure e sognanti delle ballate, costruite su ampie aperture melodiche, scarni arrangiamenti e un delicato ed efficace fingerpicking di chitarre, banjo e ukulele.
Da pochissimi mesi è uscito il nuovo disco Little Hells, quarto album in cinque anni, realizzato sotto l'egida della nuova etichetta, la newyorkese Kemado. Prodotto da Chris Coady (Cat Power, Tv On The Radio, Blonde Redhead, !!!) e "Farmer" Dave Scher (fondatore di Beachwood Sparks, All Night Radio e Future Pigeon, e collaboratore di Elvis Costello e Interpol), tra i musicisti che vi hanno partecipato compare anche la figura di Simone Pace, batterista dei Blonde Redhead. Il nuovo album, in perfetto equilibrio tra folk ancestrale e rock etereo, pur partendo da una classica e solida base pop volge il suo sguardo verso certe atmosfere più spiccatamente dreampop e psichedeliche: Little hells appare contraddistinto da arrangiamenti più ricchi, innervati dall'elettronica e da una sezione ritmica più robusta. La vigilia di un sound più corposo ma ugualmente intenso, a cavallo tra poesia e romanticismo.
www.myspace.com/songsoftheend
Il concerto di Marissa Nadler sarà aperto da Greg Weeks, leader degli Espers, gruppo di culto psychedelic folk proveniente da Philadelphia, che presenterà il suo ultimo disco da solista, The Hive.
Weeks, mente creativa degli Espers, ha collaborato anche con altre band interessanti, tra i quali Valerie Project e Mountain Home: nel 2007 ha anche fondato una piccola etichetta discografica, la Language of Stone. La musica di Greg Weeks spazia dal folk più classico al rock progressivo anni Settanta, fino alla psichedelia più visionaria.
www.myspace.com/gregweeks
Ore 21.30.
Sottoscrizione 10 euro con tessera Arci.

SAB. 16 05 2009 - MIRAH + TARAH JANE O'NEIL - a seguire doppio dj set: dj BLIXA + BLESS PARTY!
Accoppiata d'oro per due giovani cantautrici indie, capaci di mescolare passione folk e nuove sonorità.
Mirah
Figlia di artisti, un'infanzia da enfant prodige con una breve partecipazione al programma televisivo "Double Dare Nickelodeon Game Show", dichiaratamente lesbica, ebrea, schierata politicamente a sinistra, pacifista e amante della natura, restia a concedersi al pubblico, a parlare di sé, lasciando il proprio privato là dove deve stare, in una casetta a Portland, Oregon dove convive da qualche anno con la sua fidanzata tra giardinaggio e relax. Questa è Mirah "Yom Tov" Zeitlyn (in ebraico Yom Tov vuol dire "giorno buono"), artista tutta particolare, aliena da mode e da molto altro, ed evidentemente proprio per questo in grado di ritagliarsi un piccolo spazio nel florido mondo del cantautorato femminile. Portando su piazza le sue precarie idee di sintassi musicale ha rispolverato il folk di Liz Phair, il cantautorato adulto e nero di Lisa Germano, e da ultimo i vagheggiamenti tra indie e pop di coetanee come Cat Power.
A tutto questo Mirah ha aggiunto abbondanti dosi di una personalità artistica che è fuori dal comune, ha rastrellato idee dalla pittura, dall'avanguardia, dai libri e dal cinema; ha sintetizzato il tutto come meglio le è riuscito, andando a delineare un approccio musicale che le ha permesso di gironzolare spensierata tra progetti musicali molto diversi tra loro, eppure tanto in linea con l'artista Mirah.
Nel 2009 Mirah si ripresenta con (a)spera, lavoro particolarmente studiato, quasi a rappresentare la definitiva maturità della cantautrice esplosa un lustro prima con C'mon Miracle. Il piatto messo sul tavolo dalla cantautrice americana è particolarmente ricco: si sorseggiano melodie di fingerpicking ("Shells"), incursioni di banjo, accenni di vocal-jazz ("Gone Are The Days") e movenze etniche ("Country of the Future"). Ad aprire il tutto una "Generosity" d'impatto, con accattivanti tocchi di violino e una melodia sincera, che regala uno dei momenti migliori del disco. Disco che chiarisce, se mai non fosse chiaro, quanto forte sia l'amore di Mirah per la musica, la sua realizzazione, gli strumenti e il pentagramma: tra i tanti strumenti che si leggono nei credits (cello, tromba, flauto e tuba) troviamo anche la magnificenza della Kora (apprezzatissimo strumento africano a 21 corde già noto a tutti i frequentatori della musica del Mali).
www.myspace.com/cmonmirah
Tarah Jane O'Neil incarna l'anima più classica del folk, voce e chitarra sullo stile di Jana Hunter e Essie Jain.
www.myspace.com/tjoistarajaneoneil
Ore 21.30.
Sottoscrizione 10 euro con tessera Arci.

DOM. 17 05 2009 - Chiusura
Chiusura.
LUN. 04 05 2009 - LOVE IS ALL
Rock vertiginoso. Rock esaurito.
Insieme al nuovo secondo album "A Hundred Things Keep Me Up at Night" ritornano in Italia i Love Is All.
Chitarra, pianola, batteria, basso e sassofono. Suoni scattanti, marcati, rapidi.
www.myspace.com/loveisall8
Ore 21.30.
Sottoscrizione 10 euro con tessera Arci.


MAR. 05 05 2009 - TEKA P


La musica va per forza etichettata per generi? E' la domanda che ci si pone ascoltando i TEKA P ("t'hee capii?") che hanno scelto il dialetto milanese - per esigenza stilistica e non ideologica - e la commistione di generi come abito da indossare. Vincitrice del Mantova Musica Festival e del premio Suoni di Confine al MEI di Faenza, la band capitanata da Andrea Rodini e Ivo Maghini si è portata di recente all'attenzione del pubblico dopo che Rodini è stato scelto da Morgan come vocal coach in X Factor. Ma TEKA P non è semplicemente una proposta musicale, bensì un concetto: un'idea mai completamente, e volutamente, compiuta. I sei componenti si collocano sui piani indefiniti delle possibilità espressive del canto, dei suoni, della gestualità e dell'azione artistica tutta. I loro concerti sono un coinvolgente mix di musica e teatro: energia rock - arricchita da venature funky e soul - al servizio di testi ironici e divertenti che proiettano la lingua di Milano in una dimensione internazionale.
www.tekapi.it
www.myspace.com/tekap
Ore 21.30.
Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci.


MER. 06 05 2009 - PAN DEL DIAVOLO + PARLOR SNAKES


Inizia con questa data il tour italiano dei Francesi PARLOR SNAKES, accompagnati per l'occasione dallo scoppiettante duo siciliano IL PAN DEL DIAVOLO.
I Parlor Snakes sono un combo franco/americano (due ragazzi, due ragazze) che vive e fa musica tra Parigi e New York.
Le sonorità della band vanno dal Rock'n roll al Blues più sporco, passando per l'Indie ed il Rockabilly, con un'attitudine decisamente cool, un look retrò e un'aggressività punk.
Sono influenzati dalla cinematografia e dalla letteratura, per questo le loro liriche spaziano da violente storie d'amore a bizzarre fiabe noir.
IL PAN DEL DIAVOLO è un imprevedibile duo "folk'n'roll" siciliano che scatena tuoni e fulmini con due chitarre acustiche e grancassa.
A Marzo Il Pan del Diavolo pubblicano un EP prodotto da 800A Records in collaborazione con Malintenti Dischi e distribuito sul territorio nazionale da Jestrai. La risposta della stampa è già entusiasmante: "Sentire Ascoltare" li definisce "Gli anticorpi contro la depressione da anni zero di Vasco Brondi e delle sue luci della centrali elettrica"
Mescalina parla di band che fa "tramortire per poi schiaffeggiare - oltre ogni limite - il labirinto indie con una sola grancassa e due chitarre, riuscendoci alla grande!"
www.myspace.com/parlorsnakes
www.myspace.com/pandeldiavolo
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro con tessera Arci.


GIO. 07 05 2009 - ROBERTA CARRIERI + FRANCESCA LAGO + dj set ZURDA
Doppio live e doppia presentazione di due meravigliosi album questa sera si alterneranno sul palco del Circolo Arci La Casa 139.
Roberta Carrieri
Clown trampoliera, performer in installazioni, vestita da Barbie fetish con frusta e manette in una confezione trasparente, con ostensorio e gomma da masticare in bocca, al limite della provocazione, immobile per ore, addormentata in una valigia rossa come la bambolina di porcellana di un carillon, ama trasformarsi ma soprattutto cantare e scrivere canzoni.
Roberta Carrieri viene da una forte esperienza teatrale e performativa (Teatro Kismet O.perA., Quarta Parete) e questo suo continuo lavorare con le immagini si traduce in una scrittura visiva in cui le parole, usate in modo evocativo e non narrativo, dipingono sensazioni in maniera molto personale, a tratti onirica. Una voce da non dimenticare, personale e potente, trascinatrice e ironica, si inerpica in vorticosi vocalismi da vertigine oppure delinea melodie facili da ricordare ma allo stesso tempo raffinate.
Dal vivo porta questa teatralità, non eccessiva, semplicemente accennata che le è peculiare.
Spesso da sola, voce e chitarra, con la semplicità che le è propria arriva al pubblico in maniera diretta con una schiettezza disarmante.
Canta le sue canzoni che sono pagine di diario, come raccontasse un segreto, ad alta voce o sussurrandolo; a volte invece sono storie immaginate, personaggi che, nel suo trasformismo, ama indossare.
Roberta Carrieri è anche la voce dei Fiamma Fumana, uno dei gruppi più importanti di World Music Italiana. Con loro ha cantato nei più prestigiosi teatri e festival in Europa, Stati Uniti e Canada e ha partecipato al film documentario "Di Madre in Figlia" prodotto da Davide Ferrario, in anteprima al Toronto Film Festival nel 2008 e presentato poi al Torino Film Festival.
Numerose sono anche le collaborazioni con altre realtà musicali, tra queste la partecipazione al disco Maledette Canzoni di Giangilberto Monti (un tributo ai maudits francesi), la performance di interazione fra disegno e musica dal titolo "Tres!" col disegnatore Davide Toffolo (Tre Allegri Ragazzi Morti) e la partecipazione, con la sua versione della bellissima "Labbra Blu", a "Il Dono", tributo ai Diaframma prodotto da Federico Fiumani.
Nel 2009 è prevista l'uscita del suo disco solista.
www.robertacarrieri.com
www.myspace.com/robertacarrieri
Francesca Lago
Con Francesca Lago si viaggia in una terra di voce e acusticità. Per tracciare i confini di questo suo paesaggio sonoro si potrebbe parlare di nufolk e di low-fi, e a guardia di tali confini potremmo metterci PJ Harvey, Björk, Elliott Smith e Billie Holiday.
Ma queste indicazioni non dicono tutto su Francesca Lago, sulla sua voce immediatamente sincera, sui suoi pezzi che giocano irriverenti con le forme tradizionali, sul fascino di libertà che traspare dalle sue linee melodiche.
C'è in lei un'essenzialità che rifugge la ridondanza e che - dal vivo come su disco - vuol essere rappresentativa di un'intera visione del mondo, non solo della materia musicale. Perché troppe parole e troppe note rischiano solo di indebolire esperienze potenzialmente fondamentali.
Francesca Lago è dunque voce e chitarra, con l'aggiunta - ora discreta, ora quasi invadente - del violoncello di Zeno Gabaglio.
In passato ha militato in diverse bands garage-punk, tra cui si ricordano Marmalade e Wrongside, con cui ha realizzato registrazioni e concerti in Italia. All'ultimo concerto dei Wrongside, presso il Rock Planet di Milano, il produttore Mauro Orlandelli le propose di realizzare un disco d'impronta elettronica. Nacque così "Mosca bianca", album pubblicato da Edel nel 1997, prodotto da Morgan, Roberto Vernetti e Casino Royale con la partecipazione di Marc Ribot alla chitarra. I testi (originalmente in inglese) furono tradotti in italiano da Eugenio Finardi, Carmen Consoli ed Edda dei Ritmo Tribale. Dopo la tournée di presentazione del disco (30 concerti in Italia) Francesca Lago si è ritirata in una relativa tranquillità da cui - salvo qualche collaborazione con La Crus e Finisterre - è riemersa nel 2009 pubblicando per l'etichetta svizzera On the Camper Records, il disco "The Unicorn". Con testi in inglese e un'ambientazione decisamente intima il disco è stato sin qui presentato in Italia, Svizzera e a Londra.
La sua voce è immediatamente sincera, i suoi pezzi giocano irriverenti con le forme tradizionali, le sue linee melodiche emanano il fascino della libertà. C'è in lei un'essenzialità che rifugge la ridondanza. Dal vivo è accompagnata dall'eccellente ed eclettico violoncellista svizzero Zeno Gabaglio, per uno spettacolo ricco di forza espressiva.
www.myspace.com/francescalago
Ore 21.30.
Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci.

VEN. 08 05 2009 - FELDMANN + doppio dj set: dj BLIXA + BLESS PARTY!
Feldmann è un progetto di canzoni elettroacustiche. Blues e folk sono la radice delle composizioni che fanno capo a Massimo Ferrarotto e Tazio Iacobacci già attivi in altre band italiane (Loma, Tellaro, Pola, Cesare Basile).
L'esordio discografico è caratterizzato dall'impronta lo-fi e dalla struttura fragile e intima, sempre con richiami al blues e al songwriting americano. Arpeggi minimali, batterie scarne, qualche slide guitar in lontananza creano i paesaggi sonori intimi, che sono il cuore delle canzoni, semplici, ma mai banali.
Il nuovo album Imaginary Bridge, in uscita nei prossimi giorni, frutto della cooproduzione tra la Macaco Records e la Olivia Records, vanta numerose collaborazioni, tra tutti: Marta Collica, Manuela Malfitano, Marcello Caudullo, Sebastiano D'Amico e Andrea Fiorito. La produzione artistica è stata affidata a Hugo Race e gli studi Zen Arcade di Catania hanno fatto da sfondo alle registrazioni.
Lasciati alle spalle i toni intimisti del disco d'esordio, i dodici brani di Imaginary Bridge si accendono di blues, scheletrico e zoppicante come una ballata elettrica dei Califone, romantico e disperato come una serenata d'amore suonata da Captain Beefheart nel cuore della notte. Imaginary Bridge sembra essere il disco della svolta, quello della maturità che fa ben sperare che per i due musicisti catanesi ci sia un riscontro positivo oltre che in Italia anche oltre i nostri confini, come per effetto di quel ponte immaginario che li collega con il songwriting americano.
www.myspace.com/feldmannsound
www.feldmannsouond.com
Ore 21.30.
Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci.

SAB. 09 05 2009 - HANNE HUKKELBERG + doppio dj set: dj CANNONAU + dj PRECISO
Torna in Italia per una data unica Hanne Hukkelberg, per presentare il nuovo album 'Blood From a Stone'.
'Blood From a Stone' è il terzo album dell'eclettica artista Norvegese e sigla un ritorno di Hanne alle sue radici più 'rock' ed in parte alle sue influenze più indie di stampo 80s, ovvero Sonic Youth, Cocteau Twins, Pixies, Einstüerzende Neubauten e P.J. Harvey. Ed in effetti queste derivazioni sono molto presenti in questo album, ma lo sono anche sfaccettature new wave/post punk che richiamano per alcuni aspetti Siouxie and The Banshees. Musicalmente i brani del nuovo album son sempre arricchiti dalla combinazione di strumentazione inusuale come porte di treno, utensili, frigoriferi, gabbiani ed altro. Tutto registrato inpresa diretta e senza troppi tocchi di regia da parte della produzione.
Sin dal debutto del 2005, Hanne è stata la beniamina di larga parte della stampa inglese dal Sunday Times ad Uncut, NME, Guardian etc. Questo è il suo momento della consacrazione.
Hanne Hukkelberg è una giovane cantautrice norvegese dal poliedrico background (va dal free-jazz al metal passando al più classico rock) con una voce d'angelo, scolpita tra i ghiacci delle intemperie scandinave.
La voce e lo stile di Hanne sono state riassunte in una definizione calzante e trasognante come "Bjork che canta Nina Simone", e la definizione da spazio alla sua passione per il jazz e la moderna arte glitch, sensibilità negli arrangiamenti ed il dono di un'ugola unica.
La Hukkelberg è un'artista di livello internazionale, non più una giovane promessa norvegese. La Sony norvegese se ne accorge e la mette sotto contratto, e a seguire la Hukkelberg troverà una disribuzione e promozione globale tramite la Nettwerk (label di Ladytron e Datarock). Ad oggi Hanne Hukkelberg ha pubblicato 3 album: 'Little Things' nel 2004, 'Rykestraße 68' nel 2007 (di cui faceva parte una bellissima cover di 'Break My Body' dei Pixies) e ha appena rilasciato il nuovo e suo miglior lavoro 'Blood From a Stone'. 'Blood From a Stone' è un'epifania di sentimenti espressi con la genuinità dei precedenti album pubblicati da Hanne, ma al contempo non mancano spunti musicali di notevole interesse come il recupero di atmosfere jazzy, che forniscono alle composizioni quel sapore retrò che fa tanto fashion.
Una musica così delicata e innocente era da tempo che non la sentivamo, dagli esordi di Emiliana Torrini. La voce è diafana e le melodie più intelligibili che non si può, suoni essenziali, elettronica disadorna e screziature acustiche che invadono l'etere donandogli colore.
www.myspace.com/hannehukkelberg
www.hanne.hukkelberg.net
Ore 21.30.
Ingresso 10 euro con tessera Arci.

DOM. 10 05 2009 - Chiusura
Chiusura.
LUN. 20 04 2009 - ROBERTO ANGELINI - opening act: ROBERTO DELL'ERA
Cantautore, chitarrista acustico, jazzista, discografico, modellatore di plastilina eclettico... Roberto Angelini è un artista a tutto tondo con diverse forme d'espressione di un talento che non si esaurisce con l'incisione dei suoi dischi, ma spazia anche dalla produzione di altri musicisti all'esecuzione di sculture in plastilina. E i modelli con il pongo non sono fini a se stessi, ma utilizzati per illustrare il suo universo musicale: dalla grafica del sito ufficiale all’animazione "a passo uno" del video del singolo "Dicembre".
Questa sera ci presenta la sua ultima creazione, il nuovo album 'La Vista concessa', uscito lo scorso 30 gennaio 2009.
'La vista concessa' è un'antologia di 14 canzoni raffinate e profonde riflessioni sulla vita, l'amore e la felicità per affermare l'importanza della passione in ogni nostra azione.
www.myspace.com/robertoangelini
Ore 21.30.
Sottoscrizione 8 euro con tessera Arci.


MAR. 21 04 2009 - DAG FOR DAG


In Italia per la prima volta i DAG FOR DAG.
Americani trapiantati in Svezia, si muovono tra Yeah, Yeah, Yeahs e Gossip con un piglio shoegaze che sta conquistando l'underground nord europeo.
A Maggio pubblicheranno il loro primo Ep su Saddle Creek records.
La Svezia è da sempre fucina di giovani promesse, e i DAG for DAG confermano la bontà delle proposte musicali scandinave. Wave, punk, psichedelia e tanta voglia di distruggere i palchi di tutto il mondo con un'attitudine simile a quella di Yeah, Yeah Yeahs e Gossip. Il loro primo album è in uscita su Saddle Creek, label di The Faint, Two Gallants e Ladyfinger (NE), e sarà preceduto dalla pubblicazione di un Ep atteso per Maggio 2009.
I Dag for Dag sono un duo (Sara e Jacob Snavely) che fa musica psichedelica, con forti contaminazioni shoegazer catapultato in avanti dagli anni settanta direttamente nel futuro, in Svezia. I due sono originari degli States ma hanno deciso di trasferirsi a Stoccolma e li dare vita al prorpio progetto musicale. Questi due ragazzi americani/svedesi usciti fuori dal nulla hanno autoprodotto e pubblicato il loro primo "Symmetry of Standing" ep nel 2007. A seguire hanno fatto da opening act per i The Kills in Svezia e preso parte a molti festival in tutta Europa.
I Dag for Dag sono stati definiti dalla stampa estera come un meeting a suon di colpi di eco riverberi e acidità sonora tra Yeah Yeah Yeahs e The Vandelles.
www.myspace.com/dagfordag
Ore 21.30.
Sottoscrizione 7 euro con tessera Arci.


MER. 22 04 2009 - AU REVOIR SIMONE


Annie, Erika e Heather, le Au Revoir Simone, tornano in Italia per promuovere il loro nuovo album 'Still Light, Still Night'. In uscita in tutti i negozi l'8 Maggio 2009.
Le tre dolci Au Revoir saranno nel nostro paese il 22 Aprile al Circolo Arci La Casa 139 di Milano e il 24 Aprile al Circolo degli Artisti di Roma, per la loro prima data nella capitale.
Le Au Revoir Simone sono un gruppo indie pop statunitense nato nel 2003 a Williamsburg, Brooklyn, New York. Il gruppo è formato da tre ragazze: Erika Forster, Annie Hart e Heather D'Angelo.
Con il loro amore per tastiere e drum machine vintage, le Au Revoir Simone sono una delle realtà più interessanti della scena indipendente americana. Ad oggi hanno pubblicato due album, e si preparano a far uscire il terzo capitolo della loro carriera discografica.
Il loro primo album 'Verses of Comfort, Assurance & Salvation' è stato pubblicato dalla Moshi Moshi records (label di Architecture in Helsinki, Hot Chip e Hot Club De Paris) nel 2005, il secondo album 'The Bird Of Music' è stato pubblicato nel 2007. Ora la band si appresta a pubblicare il nuovo album 'Still Light, Still Night' in uscita a Maggio sempre per Moshi Moshi.
Le Au Revoir Simone portano alto il nome della scena casiopop, in un periodo in cui chitarre e ritmi forsennati sembrano farla da padrone. La loro musica ispira passione e raffinetezza, grazie all'immagine dolce che le tre ragazze hanno dato alla band. In molti le paragonano ad AIR e Beck, ma la verità è che le Au Revoir Simone sono una delle realtà più particolari e originali partorite dalla scena indie americana negli ultimi anni.
Tra il 2007 ed il 2008 i francesi AIR le hanno scelte come supporto del loro tour mondiale. Il gioco è fatto e le ragazze si ritrovano a suonare e ad essere adorate ogni sera da platee di oltre tremila persone. Le etichette discografiche major hanno indetto una vera e propria asta per pubblicare il loro prossimo album, mentre il trio è chiuso in studio per registrare.
Dal loro inizio molte cose sono cambiate: un primo viaggio in Europa due anni fa, centinaia di concerti tra America, Canada ed Europa e, di conseguenza, una consapevolezza ed una padronzaza del live sempre maggiore.
Le Au Revoir Simone sono oramai una relatà solida e consolidata all'interno del panoramo mondiale.
www.myspace.com/aurevoirsimone
Ore 21.30.
Sottoscrizione 12 euro con tessera Arci.


GIO. 23 04 2009 - STRANE OFFICINE NIGHT: MICOL MARTINEZ + NEW MARTINI + FABRIZIO POLLIO (IO?DRAMA) - a seguire ZURDA dj set
La serata è organizzata dalla community di StraneOfficine.com in collaborazione con SOTTOSUOLO BRULICANTROPO (www.myspace.com/sottosuolobrulicantropo). Si inizia presto e ci sarà tanta musica dal vivo, quindi non venite tardi!
Alle 21.30 aprirà la serata il concerto della Band più votata sul contest online “La Casa 139” su www.straneofficine.com, venite a scoprire chi è la band più amata dalla community di StraneOfficine, le votazioni online sono iniziate l'8 Aprile e terminate il 15 Aprile.
Alle 22.10 - show case acustico di FABRIZIO POLLIO degli IO?DRAMA.
Alle 22.45 - Concerto dei NEW MARTINI (BAGANA RECORDS).
Alle 23.20 - Concerto di MICOL MARTINEZ.
www.myspace.com/micolmartinez
www.myspace.com/newmartini
www.myspace.com/iodrama
Ore 21.30.
Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci.

VEN. 24 04 2009 - MICAH P. HINSON - opening act CASADOR - a seguire doppio dj set: ground floor DJ BLIXA - first floor THE BAD & THE UGLY
Finalmente di ritorno in Italia MICAH P.HINSON, indiscusso genio del neo-folk americano, che presenterà il nuovo acclamatissimo "Micah P.Hinson & The Red Orchestra", senza dubbio la sua opera più matura che conquisterà definitivamente il suo già folto seguito. Atmosfere intense, piene di emozioni e sofferenza, per un tour che già si preannuncia imperdibile.
www.myspace.com/micahphinson
In apertura il nuovo progetto di Alessandro Raina: Casador.
www.myspace.com/songsofcasador
Ore 21.30.
Sottoscrizione 15 euro con tessera Arci.

SAB. 25 04 2009 - TIGER LOU - opening act: MUSIKA 77 - a seguire doppio dj set: ground floor DJ CANNONAU - first floor DJ PRECISO
La Svezia in quanto a band indie-rock è terra prolifica. I Tiger Lou provengono da lì e a differenza delle altre band svedesi dal suono più "scanzonato" loro hanno una consistenza maggiore, con elementi tipici del rock più articolati. Testi, intonazioni, accordi ritmiche sono un flusso continuio che alterna atmosfere più introspettive a momenti più energigi, il tutto con una buona dose di classe.
La storia dei Tiger Lou si deve al front man Rasmus che senza farsi coinvolgere dalle dinamiche mainstream si confronta in prima persona con il resto del mondo denza intermediazioni, dal rapporto con i fans, alla grafica, alla produzione. Risultato di questo è un album per Sony Music mai pubblicato, che rappresenta la loro integrità nel fenomeno indie.
Influenzato dai The Cure e dai Depeche Mode e affascinato dal mondo punk, Rasmus si trasferisce a Londra a soli 19 dove incontra gli altri componenti del gruppo e nel 2004 pubblicano il primo album.
I Tiger Lou non sono una semplice band indie, ma un esempio da seguire e, per confutare questa tesi, la loro perfomance al Circolo Arci La Casa 139 è imperdibile.
www.tigerlou.net
www.myspace.com/tigerlou
Ore 21.30.
Ingresso 10 euro con tessera Arci.

DOM. 26 04 2009 - GIOVANNI PESCE E LA LOTTA PARTIGIANA A MILANO: Concerto Lezione con: Luigi Borgomaneri, Luca Garlaschelli e la Musikorchestra
Il 25 aprile: in tutta Italia si celebra l'anniversario della Liberazione dagli occupanti nazisti e dal governo fascista. Una pagina importante della storia italiana, che fu scritta grazie ai soldati alleati ma con il contributo determinante degli italiani chiudendo il periodo buio della dittatura e aprendo la strada alla libertà, alla nascita della Repubblica e alla nuova Costituzione.
Il 25 Aprile di quest'anno è il secondo dopo la Liberazione a non vedere la presenza alla celebrazione del Partigiano Giovanni Pesce. Una figura paradigmatica di chi ha vissuto di persona le tragedie e le lotte che hanno caratterizzato gran parte del primo '900. Da queste premesse nasce il progetto di una Spettacolo-Lezione che, raccontando la storia di Giovanni Pesce, si prefigge di condividere con gli spettatori elementi di quello che è stato uno dei periodi più bui della storia del secolo passato attraverso l'uso di parole, di immagini e di musica.
Il progetto si avvale della collaborazione dello storico Luigi Borgomaneri e del musicista Luca Garlaschelli. Inoltre l'Anpi presenterà il video "Incontro con il comandante Giovanni Pesce e la staffetta Nori Brambilla".
Lezione concerto realizzata in collaborazione con Arci La Casa 139, Arci Milano, Anpi, Teatro della Cooperativa, Provincia di Milano.
Per informazioni:
Laila Sage
Arci Milano
02.54178238
Circoli.mi@arci.it
Ore 21.30
Ingresso gratuito con tessera Arci
- AVVISO -
Vi ricordiamo che La Casa 139 è un circolo ARCI e l'ingresso è riservato ai Soci possessori della tessera Arci 2009.
Per quanti ancora non fossero Soci e volessero diventarlo, segnaliamo che è possibile compilare il MODULO DI AMMISSIONE CHE TROVATE NEL SITO ARCIMILANO, prima della data dell'evento a cui volete partecipare. Vi preghiamo poi di inviarlo alla mail: crybrezza@hotmail.com per poter ritirare la tessera all'ingresso dopo approvazione del Direttivo e dopo aver versato la quota associativa annuale.
Per il semplice rinnovo della tessera, è sufficiante esibire all'ingresso la tessera precedente e versare la quota associativa per il 2009, senza dover compilare il modulo di ammissione.

Vi preghiamo di aiutarci a seguire questi piccoli passaggi e Vi ringraziamo per la collaborazione.


LUN. 30 03 2009 - FLAVIO PIRINI - ANNI 10 - ospite della serata CARLO FAVA
Continuano presso il circolo Arci LaCasa139 di Milano gli appuntamenti con "Anni '10", lo spettacolo di "circa intorno quasi teatro canzone" che ha come protagonista il cantautore Flavio Pirini. Ogni quindici giorni, il lunedì, Flavio Pirini (Festival Gaber 2008) porta in scena il suo insieme di canzoni, monologhi e letture, ricche di riferimenti alle contraddizioni del vivere e con una forte carica di ironia. Pirini conferma di essere tra i più interessanti cantautori "anomali", che ama alternare o mescolare sorrisi e contenuti, poesia e leggerezza.
Ogni appuntamento con "Anni 10" è arricchito dalla presenza di un ospite scelto tra artisti che utilizzano nel proprio lavoro una miscela di parola, musica e comicità e che, oltre alla propria esibizione, è "costretto" ad un momento di condivisione della scena con il protagonista Pirini.
Carlo Fava ha da molto tempo attirato l'attenzione del pubblico e della critica per le sue doti di cantautore raffinato e al contempo ironico, pianista e interprete di teatro canzone. Tre album pubblicati e una quantità di spettacoli in tutta Italia testimoniano l'intensa attività di questo versatile artista che fin dall'inizio si affianca a musicisti jazz continuando una tradizione tutta milanese di amore tra jazz e teatro. Sue canzoni sono state cantate da Mina e Ornella Vanoni ed è stato protagonista dei festival italiani più importanti come Recanati, Tenco, Gaber e non ultimo Sanremo dove gli viene assegnato, nel 2006, il premio critica Mia Martini. E' anche l'anima musicale di "Satire Liriche", spettacolo con Antonio Cornacchione attualmente in replica.
www.myspace.com/flaviopirini
Ore 21.30.
Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci.


MAR. 31 03 2009 - WALTER LEONARDI


Nato a Saltillo Mex, il 15/12/66 affronta il teatro come la vita. Con umorismo e ironia. Spirito critico e auto indulgenza. Mettendo in scena uno sguardo cinico e partecipe che coglie tic, dissonanze e ipocrisie di una società che ripete statica i suoi cliché.
Ne nasce un teatro intenso, lucido, divertente, mai banale, attraversato da una ironia disincantata che offre al suo pubblico la responsabilità della consapevolezza.
Protagonista di un percorso artistico completo e articolato ha lavorato in tutti i contesti dello spettacolo con artisti come Paolo Rossi, Serena Dandini, Carlo Mazzacurati, Francesca Archibugi, Giorgio Barberio Corsetti, Mario Martone, Gigi Dell'Aglio.
Ore 21.30.
Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci.


MER. 01 04 2009 - RED LIGHT COMPANY - per la prima volta in Italia


Nel vivace mondo della musica indie-rock in UK, capita spesso di imbattersi in giovani band davvero interessanti. I Red Light Company sono un quintetto londinese, ma i cui membri provengono dai punti più disparati del globo ed escono da un eccezionale tour in compagnia dei The Pigeon Detectives.
A differenza dei più famosi connazionali, loro non danno in escandescenze sul palco, non si producono in danze sfrenate, ma sanno ugualmente fare grande musica. Grande spazio per le chitarre, la voce avvolgente del cantante, il biondo frontman Richard Frenneaux, per un rock melodico di qualità eccezionale. Tra le band ispiratrici, sono evidenti le influenze dei canadesi Arcade Fire, nonché degli U2 e degli Editors, che da ispirati si stanno trasformando negli ultimi anni in un punto di riferimento per le giovani formazioni. I Red Light Company sono in procinto di rilanciare su major, l'album d'esordio dal titolo 'Fine Fascination', e da cui sono stati estratti finora 4 singoli.
Da ascoltare 'Scheme Eugene', arrivato nella UK Chart, e 'Meccano', singoli usciti qualche mese fa.
Se vi piacciono le atmosfere simil-Arcade Fire, tenete d'occhio questa band!
www.redlightcompany.co.uk
Ore 21.30
Sottoscrizione 10 euro con tessera Arci


GIO. 02 04 2009 - MARIPOSA - opening act: A GIRL WITH THE GUN - a seguire ZURDA dj set
Dopo 4 anni dal loro ultimo album Pròffiti Now!, ritorna la "musica componibile" dei geniali Mariposa e prende forma nel progetto (a loro modo) più pop della loro lunga storia musicale.
Gli sgargianti arrangiamenti orchestrali di Enrico Gabrielli, le cui doti di compositore sono state messe in luce recentemente in "Da solo" di Vinicio Capossela, negli ultimi album di Morgan e nelle orchestrazioni de "I milanesi ammazzano il sabato" degli Afterhours, e la presenza eccezionale del padre del Canterbury sound, Daevid Allen (Gong), impreziosiscono un disco che non ti aspettavi dai Mariposa: immediato, diretto, dai colori accesi.
Gli appassionati dell'immaginario del gruppo non rimarranno certo delusi e converranno che nel mondo di questi artisti geniali "le autostrade dei generi sono più che mai aperte al traffico creativo".
Un altro piccolo capolavoro nel catalogo de La Famosa Etichetta Trovarobato!!!
Attivi dal 1999, i Mariposa sono stati sempre considerati un'anomalia all'interno della scena musicale italiana.
Sono un settimino multietnico, con elementi provenienti dal Veneto, dall'Emilia, dalla Toscana e dalla Sicilia: Bologna è il loro punto d'incontro, sede del quartier generale della loro etichetta Trovarobato.
Partiti ibridando forma-canzone, psichedelia, free-form, avant-jazz, elettronica e teatro surreale, sono arrivati, 6 anni dopo, a definire ciò che fanno con l'unico termine possibile: musica componibile.
Autarchici, surreali, provocatori, fieramente indipendenti, hanno all'attivo nove album. L'ultimo loro album di canzoni inedite è stato il doppio "Proffiti Now! Prima conferenza sulla Musica Componibile", uscito per Trovarobato nel 2005.
Spesso richiesti come session man, i singoli componenti dei Mariposa vantano collaborazioni con Vinicio Capossela, Morgan, Marco Parente, Alessio Lega, Afterhours, Lorenzo Brusci, Beatrice Antolini, Amore e molti altri.
I Mariposa:
Valerio Canè - basso e theremin
Enzo Cimino - batteria
Alessandro Fiori - voce e diamonica
Enrico Gabrielli - glockenspiel, cori e strumenti giocattolo, fiati
Gianluca Giusti - piano elettrico e sintetizzatore
Rocco Marchi - chitarra elettrica
Michele Orvieti - tastiere ed orvietronics
www.myspace.com/mariposamusicaband
Ore 21.30.
Sottoscrizione 6 euro con tessera Arci.

VEN. 03 04 2009 - NINA THE BLACK MILL - a seguire doppio dj set: ground floor DJ BLIXA - first floor MADAR_DJ aka ALDO B
"The Black Mill" è un progetto nato dall'incontro tra due artisti di inopinabile talento, Nina, session-woman del blues che vanta collaborazioni da primato (Dario Deidda, contrabassista jazz, Buddy Miles, batterista di Jimy Hendrix, Sandro Oliva, Mau Mau, Tate Nsongan nel suo progetto solista) e Max Zanotti, leader dei Deasonika.
Lei ne è produttrice esecutiva, lui produttore artistico e co-autore di tutti i brani. Un binomio originale ma decisamente efficace nel suo divenire pulsante universo musicale ed emotivo.
Si pensi ad una voce di formazione lirica, con influenze afro-blues, jazz, dark, trip-hop alla Portishead e Massive Attack, che volteggia, si posa e graffia su chitarre Deasonika style, supportate da un drumming visionariamente elettronico.
Il tutto a creare un quadro tinto di splendore, impatto e inequivocabile gusto estetico.
Di connotazione nettamente internazionale e al contempo preziosamente "dentro i confini", "The Black Mill" rappresenta il pezzo unico di un genere che gli autori stessi amano definire, non senza ironia, Trip Rock Wave.
L'atmosfera live è molto ipnotica ed introspettiva.
Il progetto è aggraziato e ruvido al tempo stesso, con il pregio di non cedere mai a banali sentimentalismi, ma di trattare in maniera arguta le tematiche più scabre.
Uno spettacolo dai toni altissimi che le è valso il titolo di CONCERTO del mese su "Il cacofonico", precedendo il concerto del DIAGONAL LIVE CLUB di Forlì. Non resta che ascoltarlo e lasciarlo passare sulla pelle.
www.myspace.com/ninatheblackmill
Ore 21.30.
Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci.

SAB. 04 04 2009 - PONI HOAX – a seguire doppio dj set ground floor SAVE THE DJ – first floor BLESS PARTY!
Dalla Francia ecco i PONI HOAX, indubbiamente una delle novità più fresche ed interessanti degli ultimi anni, prodotti da Joakim, su etichetta Tigersushi. A Milano presenteranno in data unica italiana i brani dell'acclamatissimo ultimo album "Images of Sigrid": un lavoro collettivo che unisce i punti tra pop e avanguardia, rock e musica elettronica, disco e new wave, seguendo l'esempio di illustri predecessori come i Roxy Music, New Order e Joy Division.
www.myspace.com/ponihoax
Ore 21.30.
Sottoscrizione 12 euro con tessera Arci.

DOM. 05 04 2009
Chiusura.
AVVISO -
Vi ricordiamo che La Casa 139 è un circolo ARCI e l'ingresso è riservato ai Soci possessori della tessera Arci 2009.
Per quanti ancora non fossero Soci e volessero diventarlo, segnaliamo che è possibile compilare il MODULO DI AMMISSIONE CHE TROVATE NEL SITO ARCIMILANO, prima della data dell'evento a cui volete partecipare. Vi preghiamo poi di inviarlo alla mail: crybrezza@hotmail.com per poter ritirare la tessera all'ingresso dopo approvazione del Direttivo e dopo aver versato la quota associativa annuale.
Per il semplice rinnovo della tessera, è sufficiante esibire all'ingresso la tessera precedente e versare la quota associativa per il 2009, senza dover compilare il modulo di ammissione.

Vi preghiamo di aiutarci a seguire questi piccoli passaggi e Vi ringraziamo per la collaborazione.


LUN. 16 03 2009 - FLAVIO PIRINI - ANNI 10 - ospiti della serata FABRIZIO CANCIANI e STEFANO COVRI
Continuano presso il circolo Arci LaCasa139 di Milano gli appuntamenti con "Anni '10", lo spettacolo di "circa intorno quasi teatro canzone" che ha come protagonista il cantautore Flavio Pirini. Ogni quindici giorni, il lunedì, Flavio Pirini (Festival Gaber 2008) porta in scena il suo insieme di canzoni, monologhi e letture, ricche di riferimenti alle contraddizioni del vivere e con una forte carica di ironia. Pirini conferma di essere tra i più interessanti cantautori "anomali", che ama alternare o mescolare sorrisi e contenuti, poesia e leggerezza.
Ogni appuntamento con "Anni '10" è arricchito dalla presenza di un ospite scelto tra artisti che utilizzano nel proprio lavoro una miscela di parola, musica e comicità e che, oltre alla propria esibizione, è "costretto" ad un momento di condivisione della scena con il protagonista Pirini.
Fabrizio Canciani (festival Gaber 2007) scrittore, cantautore, comico e Stefano Covri chitarrista jazz e cantautore raffinato, collaborano da diverso tempo a progetti di spettacolo tra il teatro canzone ed il cabaret musicale. Attualmente si susseguono le repliche di "Delitti e canzoni", uno showcase di monologhi e canzoni punteggiatati, tra l'altro, da "gialli in un minuto", che cerca di fondere la canzone d'autore ed il cabaret con le atmosfere noir.
Parallelamente Canciani e Covri fanno un lavoro sul teatro canzone a cavallo tra recupero ed innovazione, tra lo spirito del passato e le nuove realtà metropolitane.
"Non c'è Milano senza lo spruzzo nel Campari / o il vecchio tram che sferraglia sui binari / al bar con i gomiti appoggiata alla Gazzetta / e fuori il ghisa che pedala in bicicletta..." ("Non c'è Milano" - Canciani/Covri)
Non si tratta di un'operazione nostalgica bensì di una rivisitazione moderna di un modo di fare spettacolo che sembra scomparso, inghiottito dai ritmi televisivi. E' un ritorno agli albori del teatro canzone quando la prassi sui piccoli palcoscenici era il racconto in forma di monologo satirico e di canzone d'autore. La forma di teatro canzone assume di volta in volta ritmi pacati, poetici o travolgenti. Senza l'ansia di una ricerca della risata a ogni costo e fine a se stessa.
www.myspace.com/flaviopirini
Ore 21.30.
Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci.


MAR. 17 03 2009 - KAKI KING


Cantautrice, chitarrista e compositrice: tutto il talento della giovane artista di New York!
L'hanno potuta ammirare in pochi, lo scorso 19 Settembre a Milano in versione House Concerts, vero e proprio live unplugged in un'abitazione privata e unica tappa italiana della cantautrice americana.
Kaki King annuncia ora il suo nuovo tour nei club - con sette appuntamenti tra il 13 e 20 Marzo 2009 - che partirà da Roma e terminerà a Modena.
Kaki King, nome d'arte di Katherine Elizabeth King, è la giovane rivelazione del panorama chitarristico internazionale. Nata ad Atlanta e cresciuta a New York, Kaki dimostra già all'età di 4 anni un raro talento musicale che negli anni andrà dividendosi tra chitarra e batteria, due passioni e due attitudini naturali fuse con gusto e maestria in uno stile assolutamente unico che porta Kaki ad essere oggi una vera star negli Usa.
Nata sulla scena del famosissimo Mercury Lounge di New York, Kaki ha calcato i palchi di tutto il mondo conquistando critica e pubblico ed è arrivata con la sua musica fino al grande schermo quando Sean Penn le ha chiesto di comporre parte della colonna sonora di "Into The Wild".
Può già vantare collaborazioni di prestigio del calibro di David Byrne, Marianne Faithfull, Foo Fighters, Mike Gordon, Charlie Hunter, si è esibita al Late Night Show di David Letterman e al Conan O'Brien Show, collezionando una fitta agenda di impegni in tutto il mondo fino ad arrivare alla consacrazione sul prestigioso Acoustic Guitar Magazine che la segnala tra i migliori chitarristi dell'anno. Il suo ultimo album è "Dreaming of Revenge" del 2008.
KAKI KING (voce e chitarra) si esibirà in duo con il batterista MATT HANKLE.
www.kakiking.com
Ore 21.30.
Sottoscrizione 10 euro con tessera Arci.


MER. 18 03 2009 - MANOUK (USA) + GRIMOON


MANUOK Scott Mercado, in arte Manuok è un polistrumentista d'eccezione.
Da oltre quindici anni collabora in studio e dal vivo con prestigiosi gruppi internazionali. Negli ultimi anni ha suonato in particolare con The Black Heart Procession (ultimi tour europei ed americani), Devics (studio e live negli Stati Uniti), The Album Leaf (studio e live), ect.
A novembre 2008 è uscito il suo nuovo album, "No end to limitations": un lavoro intenso, ricco di sfumature, che narra storie d'amore al limite del possibile, che riflette preoccupazioni, angosce, voglia sfrenata di libertà. Un disco che racconta anche di un paese spaccato, gli Stati Uniti, di scelte sbagliate e dell'irreversibile.
Il songwriting di Manuok mescola l'intimismo della canzone d'autore all'audacia dell'elettronica, il folk americano al pop inglese per un disco sorprendente per varietà di suoni e di generi.
Nel suo tour europeo a marzo 2009 presenterà questo nuovo disco accompagnato dalla sua band.
GRIMOON
Tutti i dettagli al posto giusto per dipingere con qualche nota e un po' di immaginazione un mondo surreale in cui muovere oggetti animati, animali parlanti, musiche che raccontano di strani personaggi e un tramonto in otto millimetri in attesa spasmodica della luna. F. Zampighi - sentire ascoltare
Gli italo-francesi Grimoon nascono alla fine del 2003 come progetto musicale e video. Compongono canzoni che danno vita a cortometraggi da loro realizzati. Dal vivo, ogni canzone è accompagnata da piccole storie visive creando così una sorta di concerto-cinema.
Nel 2007, i Grimoon si sono dedicati alle registrazioni del loro nuovo album "les 7 vies du chat", in collaborazione con molti ospiti. Il disco, prodotto da Giovanni Ferrario è uscito in Italia il 14 marzo 2008 (Macaco/Audioglobe).
La musica dei Grimoon è una ricerca oltre i generi, che propone nuovi squarci del mondo esplorando l'immaginario personale, ma anche spesso collettivo. I Grimoon raccolgono sogni, incubi, essenze di subconscio, e come la strega crea le sue pozioni, i Grimoon creano canzoni...
Per la realizzazione del loro nuovo disco, hanno collaborato con numerosi artisti italiani ed internazionali: Tre Allegri Ragazzi Morti, The Black Heart Procession, Lo.mo, Marta Collica, Thibaut Derien, Mariposa, Giovanni Ferrario.
"Les 7 vies du chat" contiene canzoni contaminate, mescola generi e stili, raccoglie il mondo fantasioso del gruppo dove tutto è possibile.
Ore 21.30.
Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci.


GIO. 19 03 2009 - KISS THIS! OFFICIAL SECRETS ACT + LACTIS FEVER + dj set MOSCOVADREAMERS + warming up dj set WISDOM
Per scardarci: WISDOM warming up dj set.
Intro del nuovissimo combo tutto al femminile ai piatti. Mancava a Milano una coppia affiatata di djs così graziose! Ma attenzione Oisin e Laurie ci sapranno sorprendere con l'intensità del loro set, tanto intenso da far pensare che la dance floor sia stata costruita troppo vicino ad un esplosivo vulcano di indie ed electro, tutta nuova, tutta da scoprire.
E' tempo che il pop assuma una nuova dimensione e la grossa responsabilita' è anche sulle spalle di Official Secrets Act, nuova scoperta di One Little Indian. Space age pop dal piglio ricercatissimo, nulla che abbia a che fare con gli stereotipi dell'indie rock e l'immagine imbellettata dei nuovi divi d'oltremanica. Un giornalista influente come Steve Lamacq li ha già indicati come la band più erudita ascoltata da diverso tempo a questa parte, mentre il prestigioso The Guardian ha detto di loro che sono una formazione tutta anima e cuore. Niente calcoli dunque, perché stavolta la classe è innata, è un fattore genetico.
Molteplici le loro influenze, in combinazioni spesso imprevedibili, un piatto ambizioso in cui le loro strutture mobili sono spesso sorrette da armonie delicatissime.
Nascono a Leeds Thomas Charge Burke (voce, chitarra), Lawrence James Diamond (basso, voce) e Alexander Dunlop MacKenzie (batteria, voce) e inizialmente si riuniscono attorno ad un nastro d'epoca di Marquee Moon dei Television ed cominciano a pianificare il proprio futuro. Il quartetto si completa pesto con l'arrivo di Michael Andrew Evans (il polistrumentista del gruppo: chitarra, harmonium, tastiera Roland e batteria). I quattro ragazzi si spostano a Manchester e passano con disinvoltura dall'ascolto dei Talking Heads a quello dei Vampire Weekend, attraverso numi tutelari dell'indie americano come Bright Eyes e Neutral Milk Hotel, influenze che possono fornire un'indicazione di massima sulla loro musica, forse uno degli esempi più fulgidi ed allo stesso tempo sfuggenti di pop contemporaneo. Una vena glam quasi spaziale, una sezione ritmica incalzante che evidentemente non ignora quanto scritto in ambito white-funk, soprattutto in patria. Ed un cantato austero, abbellito dagli intrecci vocali dei 3 uomini dietro al microfono. Tempo di apparire diffusamente sui palchi nazionali e già arrivano le prime conferme da parte di NME, Artrocker e Time Out. Il gruppo divide spesso il palco con altri nastri nascenti della canzone elettrica inglese come Thomas Tantrum e Pete And The Pirates, continuando ad accrescere la propria fama sul territorio. Una continua scalata che li porta a spalleggiare i 'maestri' Gang Of Four all'Offset Festival. Il loro imminente debutto "Understanding Electricity" (in uscita a fine marzo) sarà una scossa, per tutti gli ambienti pop alternative abituati ai soliti pasti precotti.
www.myspace.com/officialsecretsact
opening act: LACTIS FEVER
I Lactis Fever suonano indie pop, leggero leggero, ti entra nelle orecchie senza farti male e puo' essere che domani sia ancora li'.
www.myspace.com/lactisfever
E dopo il concerto: MOSCOVADREAMERS dj set.
Outro tutto da ballare di Moscovadreamers, la nuova realta' ai piatti di quest'anno. Suonano punk-funk,indie rock,electro beats e tanta roba che ci scalda.
Ore 21.30.
Sottoscrizione 8 euro con tessera Arci.

VEN. 20 03 2009 - METROGNOMI + RADIOFIERA - a seguire doppio dj set ground floor DJ BLIXA - first floor BLESS PARTY!
I Metrognomi nascono, nel 2001 tra Treviso e Venezia, dall'incontro casuale tra Beppe Calvi, Andrea Favero, Sergio Menegon e Davide Barbato.
Dopo pochi mesi si unisce il quinto elemento: Andrea Barbato, fratello del bassista Davide.
Decidono subito di registrare un demo "Met" del 2001, partecipando al Q13 di Mestre, classificandosi al terzo posto e aprendo il concerto di Andrea Braido, storico chitarrista di Vasco Rossi.
All'inizio del 2002 comincia una serie di concerti nella provincia di Treviso e di concorsi a livello nazionale. La visibilità dei Met cresce in rete su Rockit.it Rockoff/Rockol.it, Rockon.it, Mescalina.it, Emergenza.net e altri portali dedicati alla musica.
A seguire arrivano le prime recensioni su carta stampata: Rumore e Tutto Musica.
Il 2003 è l'anno di "MediAEvoluzioni", che contiene la prima versione di PR (Porca e Romantica), pezzo trainante del gruppo. Ma è con "Nicotina Sunrise" del 2004 che l'anno in musica dei 5 gnomi metropolitani prende forma. In questo periodo la band apre i concerti di: Skiantos, Estra, Ska-J, Bambole di Pezza, Audiorama. Nel 2005 i Metrognomi riescono ad aprire una serie di concerti importanti, tra cui quello dei Negramaro al Marcon Festival (VE).
E intanto sul sito www.bastardidentro.it il brano PR (Porca e Romantica) raggiunge la soglia dei 50.000 downloads.
Il 2006 è l'anno delle conferme: vincono il concorso "Il Palco di Alice" indetto da Rosso Alice Telecom e Jungle Sound di Milano, con la partecipazione di H2O Music / Sony Bmg.
Ottengono anche il premio della critica da "Tribe Magazine".
Un mese dopo pubblicano subito il singolo "Venezia Elettrica" (H2O/Sony Bmg), reperibile solo in rete, sul sito di Rosso Alice.
Il 2007 inizia con le registrazioni del loro nuovo disco, con la produzione artistica di Simone Chivilò (Fabrizio Coppola, Marian Trapassi, Radiofiera), già premiato al MEI di Faenza 2006 come miglior produttore indipendente.
www.myspace.com/metrognomi
RADIOFIERA
I Radiofiera sono una banda rock che nasce nel 1992 a Treviso. Ad oggi hanno prodotto 7 cd e compaiono in numerose compilations nazionali ed internazionali.
Hanno partecipato ai maggiori festival italiani ed europei.
Nel 2003 hanno vinto il premio al MEI di Faenza come "miglior video clip indipendente" per il pezzo "Stea", girato all'Avana - Cuba.
I Radiofiera sono noti anche per i testi di canzoni in dialetto veneto; testi che hanno gia' conseguito due volte il prestigioso premio internazionale "La Grolla d'Oro", fondato dallo scrittore Giovanni Comisso e dal pittore Luciano Gasper nel 1964.
Nel 2009 uscirà il loro nuovo disco.
I Radiofiera hanno all'attivo piu' di 500 concerti.
www.myspace.com/radiofiera
www.radiofiera.it
Ore 21.30.
Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci.

SAB. 21 03 2009 - BUZZ WITH THE FUZZ
Una serata all'insegna del garage beat, live performance e dj sets per ballare tutta la notte!
Band:
THE FABULOUS FILTERS (Garage Beat-Como)
www.myspace.com/thefabulousfilters
djs:
PETER (Right Track-Roma)
www.myspace.com/therighttrackparty
SCREAMING LORD GAZZA (Lies Club-Milano)
www.myspace.com/screaminglordgazza
BRIAN (Northernmods-Varese)
www.myspace.com/northernmod
HENRY (MilanoMods)
www.myspace.com/henrymilanomods
Ore 22.30.
Sottoscrizione 10 euro con tessera Arci.

DOM. 22 03 2009
Chiusura
LUN. 09 03 2009 - HONEYCHILD COLEMAN e IL MORO E IL QUASI BIONDO
I due gruppi presenteranno questa sera a Milano i loro nuovi album: Halo Inside (Come la luna) e Questa è una parentesi:) (Matteite / Venus). Il disco di HONEYCHILD COLEMAN, Halo Inside (Come la Luna), è uscito a gennaio su Matteite con distribuzione Venus. Musicalmente si muove tra canzone d'autore, sonorità jazz e drum & bass, senza dimenticare il classico stile dub di Honeychild.
Con più di dieci anni d'esperienza alle spalle macinati in studi di registrazione, Honeychild, per Halo Inside (Come la Luna), ha invitato a partecipare: MC NatureBoy Jim KellyTM (New Kingdom), DJ Olive, The Mad Professor, Robin Guthrie (The Cocteau Twins) e Matteo Dainese. Hanno trovato posto nell'album, completando la storia di Halo Inside (Come la Luna), anche registrazioni precedenti realizzate da Molecule (France), Mango Moonpie (AKA So'Lil's Ben Malkin) e I DUB NY (featuring il leggendario produttore reggae Lloyd 'Bullwackie' Barnes).
Honeychild Coleman, artista avant-electro-dub, è stata paragonata a Bjork , Miriam Makeba (Greg Tate, VIBE), Kate Bush e Sarah Vaughn (Teresa Wiltz, The Washington Post). Suonando nella metropolitana newyorkese e lavorando come dj accanto ai nomi più importanti della città si è creata una nicchia all'interno della scena elettronica underground della metà degli anni '90.
Dal 1998 Honeychild ha anche la sua rock band personale (canta, scrive e suona la chitarra) e organizza spettacoli "riott" con i suoi soci documentaristi Sistagrrls & "Afropunk" per tutto l'East Village di NYC.
Produce dischi con l'etichetta di casa sua, la 8RM Records Brooklyn (USA), suona e va in tour (seconda chitarra) con gli Apollo Heights (US / UK / Europa) e mette dischi con lo pseudonimo di DJ Sugarfree.
HONEYCHILD COLEMAN live sono:
Honeychild Coleman (voce)
Ru Catania (chitarra)
Andrea Pierasco (basso)
Matteo "Matteite" Dainese (batteria)
Roberto D'agostin (tastiere e laptop)
IMEIQB live sono:
Lorenzo Commisso (lap top, chitarra e voci)
Roberto D'Agostin (chitarra, clarinetto e percussioni)
Matteo Dainese (batteria)
myspace.com/honeychild8rm
Medesima produzione e distribuzione per Questa è una parentesi:), disco d'esordio de Il Moro e Il Quasi Biondo. Pur essendo da sempre vicini di casa, Il moro e il quasi biondo non erano mai riusciti a registrare un disco, a differenza di molti altri vicini di casa. E lo stesso Questa è una parentesi: ) è nato come colonna sonora di un film intitolato per l'appunto Il moro e il quasi biondo, l'esatto opposto di un film muto. Anche per questo il disco appare come una successione di situazioni paragonabili al procedere di scene e sequenze filmiche, in cui la struttura d'insieme prevale su quella dei brani. Questa caratteristica e la sua genesi sono rese esplicite dall'uso di materiale cinematografico, soprattutto di quel cinema dove ci sono cappelli, pistole, leoni, scarpe da golf, da bowling e da tip tap. A questo si aggiungono frammenti ambientali e materiale televisivo e online, ricreando un ideale zapping quotidiano, coerentemente privo di direzione, dove le voci e le parole assumono sia un valore direttamente musicale sia culturalmente connotativo, o quasi.
Dal vivo Il moro e il quasi biondo sono Lorenzo Commisso (laptop, chitarra, voci), Roberto D'Agostin (batteria, chitarra, clarinetto, glockenspiel), Mario Ruggiero (laptop, chitarra) e Matteo Dainese (batteria). O quasi.
www.myspace.com/ilmoroeilquasibiondo
Ore 21.30.
Sottoscrizione 7 euro con tessera Arci.

--------------------------------------------------------------------------------



MAR. 10 03 2009 - OFFLAGA DISCOPAX + dj set BLESS PARTY!
Arci Milano, con il Patrocinio ed il Contributo della Provincia di Milano presenta:
FACCIAMO PACE - QUATTRO SERATE A INGRESSO GRATUITO PER FAR PACE CON MILANO
Che nessuno osi dare la colpa al maltempo!
Se Milano quest'anno è così fredda, non c'è bisogno di guardare così in alto. Basta guardarsi intorno: i locali chiudono, i centri sociali li chiudono, la gente si chiude. E quando fa freddo ci si chiude in casa.
Milano assomiglia ogni giorno di più a come la raccontano il resto degli italiani. Chi ci ha vissuto per anni sa che non è sempre stato così, sa che Milano in fondo un cuore ce l'ha - e per farlo ripartire ci vuole solo qualche grado in più.
I Circoli Arci sono il posto da cui ripartire e far ripartire Milano. Perché dentro ai Circoli Arci fa caldo.
Merito della gente che li riempie, li anima e li tiene vivi, merito dei concerti, dei libri, delle parole e dei diversi linguaggi che li attraversano e li fanno risuonare, merito di chi ci lavora e ogni giorno cerca di renderli migliori
I Circoli Arci non lucrano - ma non per questo non prosperano.
Non stupitevi di come riescano a garantire un'offerta culturale di alto livello e insieme prezzi accessibili a chiunque. In un Circolo Arci la cassa rimane piena per poco: l'incasso si trasforma subito in nuove occasioni d'incontro, in nuovi spettacoli, in nuovo lavoro e in migliorie strutturali che vengano incontro all'ambiente e riducano al minimo gli sprechi.
Nessuno si arricchisce e tutti diventano più ricchi. Di questo ha bisogno Milano - la città più ricca e più povera d'Italia. Ognuno ha le sue responsabilità - e l'Arci non si tira indietro.
Ma chiede a chi in un circolo Arci non ha mai messo piede di farsi avanti. Per quattro ottimi motivi: Le Luci Della Centrale Elettrica, The Hormonauts, Offlaga Disco Pax e Paolo Benvegnù. Quattro splendide realtà della migliore musica italiana che hanno risposto con entusiasmo al Facciamo Pace di altrettante realtà della migliore Milano - l'Arci Bellezza, il Circolo Magnolia, La Casa 139 e il Biko.
Durante tutto il mese di marzo, quando sta per arrivare la bella stagione. E cerchiamo di farla arrivare insieme - questa bella stagione.
www.myspace.com/odp130
Ore 21.30.
Ingresso libero con tessera Arci.


--------------------------------------------------------------------------------



MER. 11 03 2009 - VEGETABLE G
VEGETABLE G è un progetto inizialmente di musica elettronica nato per volontà di Giorgio Spada nell'anno 2002.
Già nel suo primo anno di vita viene selezionato e partecipa alla prestigiosa rassegna barese di Time Zones (a cui hanno in passato partecipato anche Brian Eno, Pan sonic, Howie B, Phillip Glass etc.) e come esordio già suscita parecchio interesse della critica.
Per questa occasione infatti entra in gioco la prima collaborazione con il chitarrista - bassista d'ispirazione rock wave:
Luciano D'Arienzo.
La performance si arricchisce con le immagini surreali e oniriche realizzate e montate dal fotografo e videomaker Gianni Troilo.
Nel 2003 la Minus Habens di Ivan Iusco produce il suo album d'esordio intitolato "A perfect spring" (ediz. EMI), distribuito da Audioglobe e recensito più che ottimamente dalla critica specializzata.
Nel 2004 partecipa alla rassegna "Modulor" di Recanati e al festival "Distorsonie" presso il Link di Bologna.
Nel 2005/06 Vegetable G realizza il secondo album intitolato "Epic Mono" (ediz. EMI), prodotto da Minus Habens e distribuito da Family Affair anche stavolta con ottimi riscontri da parte critica.
Dall'album viene estratto un brano dal titolo "Capsule of love" che viene inserito, insieme ai brani di altri artisti come Marlene Kuntz, Pilot Jazou e Piccola Bottega Baltazar, nella colonna sonora del film "Che cosa manca" realizzato da dieci registi italiani, tra i quali vi sono registi emergenti e non, e distribuito in Dvd+libro in tutte le librerie d'Italia (Eskimosa-Rai Cinema);
un brano inedito diventa colonna sonora per lo spot del marchio d'abbigliamento Q-OD in onda sulle emittenti televisive Mediaset.
Nel 2006, con l'entrata in gioco anche di un terzo componente, il batterista Maurizio Indolfi, Vegetable G diventa a tutti gli effetti una band intorno alla figura centrale di Giorgio Spada.
La "neo band" suona, registra e arrangia un anno dopo i brani del compositore Ivan Iusco destinati alla colonna sonora del film-cult "Ho voglia di te" del regista Luis Prieto.
Già però nel 2006 inizia l'avventura del terzo album dal titolo "Genealogy" di pura ispirazione pop e sonorità indie-rock, semplicemente come fosse uno sfogo o volontà esplosiva di rivalsa rispetto alle atmosfere scure e intimiste dei precedenti lavori rimasti probabilmente per questo motivo intrappolati nella gabbia dell'underground quasi estremo. L'album, ricco di melodie e sensazioni vintage, viene registrato quasi interamente e volutamente nel giro di una sola settimana estiva in un garage utilizzando metodi di microfonazione panoramica e per la maggior parte in presa diretta lasciando così trasparire le intenzioni puramente rock nonché la spontaneità compositiva e degli arrangiamenti. Esce con molta attesa il 12 ottobre 2007 con Olivia Records - Venus distribuzione srl - iTunes presto recensito magnificamente da tutte le più importanti riviste e webzine specializzate, numerosi e ripetuti anche i passaggi sulle le più diverse emittenti radiofoniche:
Ah! Il brano "Dreamkeeper", pubblicato nel secondo album "EPIC MONO", è stato appena remixato e inserito come colonna sonora per lo spot radiofonico e televisivo di sensibilizzazione voluto dal POGAS (Ministero delle Politiche Giovanili e Attività Sportive) in rotazione massiccia su tutto il network nazionale. Lo spot è andato in onda a breve anche su tutte le emittenti di RAI e MEDIASET.
Al termine del 2008, dopo un ricco bilancio di soddisfazioni e attività, un tour di più di 50 date, tra cui Mi Ami 2008, Six Days Sonic Madness 2008, il Controtour di Controradio 2008 e la brillante apertura dei The Lemonehads al Circolo degli Artisti (Roma), la band inizia un lavoro che li vedrà protagonisti nelle scelte musicali e nella realizzazione della colonna sonora di un film opera prima del giovane regista Graziano Conversano prodotto da RAI CINEMA e distribuito da 01 nelle sale italiane già entro il 2009.
VEGETABLE G:
Giorgio Spada (Rhodes - voce - synth - organ)
Luciano D'Arienzo (chitarre - basso - noises)
Maurizio Indolfi (batteria)
www.myspace.com/vegetableg
Ore 21.30.
Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci.


--------------------------------------------------------------------------------



GIO. 12 03 2009 - JOLLY ROGER - a seguire dj set MAX CRIPTA
I JR si incontrano timidamente e quasi per caso verso la fine del 2002. Quasi per caso cominciano a suonare pezzi propri. I JR registrano, timidamente e quasi per caso, un primo Ep autoprodotto dal titolo Anomalia (2003, Nadir Studio). Quasi per caso partecipano ai primi festival e concorsi (2004, MusicaW con Bugo, Vallanzaska e Yuppie Flu; 2005, Roccalling festival di Roccagorga,vincitori). I JR vincono timidamente e quasi per caso l'edizione 2005 di SanremoRock tenutasi a Ravenna. Quasi per caso decidono di partecipare anche all'edizione successiva di SanremoRock (giuria composta da Walter Sacripanti, Andrea Rosatelli e Giampaolo Rosselli, 2006). Vincono. I JR si esibiscono timidamente e quasi per caso sul palco del MEI di Faenza. Quasi per caso, cominciano a lavorare con la Music Solutions di Daniele Barlocci(LeMani) e Giampaolo Rosselli (SonyBmg). I JR hanno timidamente e quasi per caso più di cento date all'attivo in tutta Italia. Quasi per caso stanno lavorando alla produzione di pezzi nuovi in vista di una prossima uscita discografica. I JR amano quasi per caso il rock e ne fanno timidamente abuso Quasi per caso JR è diventato motivo di orgoglio. I JR sono, timidamente e quasi per caso, Bolo (batteria), Delfo (basso e cori), Gio (Chitarre) e Robin (chitarra e voce).
www.myspace.com/jollyrogerox
Ore 21.30.
Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci.

--------------------------------------------------------------------------------



VEN. 13 03 2009 - KEEP ON DAY - PORTO FLAMINGO - a seguire doppio dj set ground floor DJ BLIXA - first floor BLESS PARTY!
Nato di parto naturale, alimentato di giorni, mesi e anni di ricerca sonora e creativa, cresciuto di chilometri ed esperienze live, coccolato con affetto dalla famiglia UPR, seppur privo della sensazione di aver raggiunto il traguardo, si può comunque dire che dal marzo del 2000 il Porto Flamingo ne ha oramai fatta di strada.
La voglia è ancora quella di provare a succhiare idee ed energie dalla musica che gira intorno, dalle radici della canzone popolare e dai ritmi che giungono fin qui da oltre il confine.
L'intenzione è quella di infilare in brani leggeri e solitamente immediati riflessioni sui ritmi incessanti del vivere quotidiano, descrivere situazioni, immagini, momenti che comunemente si attaccano alla mente, e di farlo col tentativo di dividere con chi ci ascolta la consapevolezza di essere ora e qui, giocando sul senso e l'ironia delle cose.
La speranza è quella di annegare tutto in una festa, coinvolgente e calda, che possa piegare le labbra e scuotere ossa, pelle, polmoni e pensieri... E' forse un po' troppo?... Ma perché porre limiti alla speranza.
Dopo innumerevoli scambi di vedute e di note, cambiamenti di opinione ed obiezioni, si è ritenuto di dare finalmente un nome alla miscela di suoni e di atmosfere emersi in questi anni di fruttuosa convivenza, giungendo alla conclusione che il Porto suona musica a "banda larga con ritmiche prettamente in levare". Il 22 febbraio 2008 è uscito il nuovo album del Porto Flamingo "Fabrizio", nato sotto la produzione artistica di Alessandro Finaz e preceduto da "la tua voglia" nel mese di marzo alle radio.
Il disco prende spunto dallo strano caso dell'amico Fabrizio, il giovane concittadino pratese afflitto da "apatia mutatoria", ancora sotto osservazione e seguito con grande partecipazione dalla band e dalla cittadinanza tutta.
"Fabrizio" contiene 12 pezzi e mezzo di grande spessore artistico, caratterizzati da un linguaggio dei testi moderno e allo stesso tempo "antico", dove il gusto della ricerca e del gioco non perde mai di vista il contenuto.
Attualità, sogni e deliri si mischiano equamente creando uno "stile Porto Flamingo" inconfondibile ed in perenne evoluzione, sicuramente destinato a non lasciare indifferenti.
Ultimo singolo estratto da "Fabrizio" struggente inno "Puro Amor", uscito a dicembre 2008 e di cui è stato realizzato anche un bellissimo video, visionabile, come tutti gli altri su you tube all'indirizzo:
http://www.youtube.com/watch?v=W6bGSgO2XsM
Il Porto Flamingo è composto da:
Andrea Cippa Paganelli: voce, Simon El Grizzo Michelacci: chitarra acustica e cori, Fabio Carlos Fiaschi: chitarra elettrica e cori, Alessandro Homer Mencancini: basso, Fabio Tattabù Bonaccolta: percussioni e cori, Daniele Moschino Furcas: fisarmonica ed Enrico Rodrigo Banci: batteria.
www.portoflamingo.it
Ore 21.30.
Sottoscrizione 5 euro con tessera Arci.

--------------------------------------------------------------------------------

SAB. 14 03 2009 - SCHOOL OF SEVEN BELLS - UNICA DATA IN ITALIA - a seguire doppio dj set ground floor DJ PRECISO - first floor BLESS PARTY!
Finalmente anche in Italia School of Seven Bells, senza dubbio una delle band indie più attese del 2009. Il trio di New York è composto da Benjamin Curtis, ex-Secret Machines, e dalle sorelle Alejandra e Claudia Deheza, ed ha appena pubblicato l'esordio "Alpinism", un delizioso mix di indie pop elettronico in sospeso tra Blonde Redhead, M83, Bat for Lashes e Cocteau Twins.
www.myspace.com/schoolofsevenbells
Ore 21.30.
Sottoscrizione 12 euro con tessera Arci.

--------------------------------------------------------------------------------

DOM. 15 03 2009
Chiusura.
DOMENICA 1 MARZO
apertura straordinaria per il live dei METRONOMY!
Attesissimo ritorno in Italia dei METRONOMY, terzetto di Brighton, già dalle nostre parti come supporto dell'ultimo tour dei Bloc Party, che presenterà il loro acclamato album di debutto "Nights Out", un concentrato electro-pop di eccezionale originalità e creatività che i critici più esperti hanno collocato artisticamente fra Devo e Talking Heads.
www.myspace.com/metronomy
Ore 21.30.
Concerto a sottoscrizione 12 euro con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



e non dimenticate che...
La Casa 139 è un circolo ARCI e l'ingresso è riservato ai Soci possessori della tessera Arci 2009.
Per quanti ancora non fossero Soci e volessero diventarlo, segnaliamo che è possibile compilare il MODULO DI AMMISSIONE CHE TROVATE NEL SITO ARCIMILANO, prima della data dell'evento a cui volete partecipare. Vi preghiamo poi di inviarlo alla mail: crybrezza@hotmail.com per poter ritirare la tessera all'ingresso dopo approvazione del Direttivo e dopo aver versato la quota associativa annuale.
Per il semplice rinnovo della tessera, è sufficiante esibire all'ingresso la tessera precedente e versare la quota associativa per il 2009, senza dover compilare il modulo di ammissione.

Vi preghiamo di aiutarci a seguire questi piccoli passaggi e Vi ringraziamo per la collaborazione.
- AVVISO -
IL CIRCOLO ARCI LA CASA 139 COMUNICA DI AVER RICEVUTO, IN DATA 30 GENNAIO 2009, UN'ORDINANZA DI CESSAZIONE DELL'ATTIVITA' DI PUBBLICO SPETTACOLO DA PARTE DEL COMUNE DI MILANO ATTRAVERSO LA POLIZIA ANNONARIA, CONSEGUENZA DI UN CONTROLLO EFFETTUATO A SETTEMBRE 2008, NEL QUALE LA POLIZIA SOSTIENE DI AVER TROVATO PERSONE, ALL'INTERNO DELL'ASSOCIAZIONE, TESSERATE AL MOMENTO SENZA NESSUNA PRECEDENTE E PARTICOLARE FORMALITA'.

PER QUESTO MOTIVO SI RICORDA A TUTTI I SOCI CHE L'INGRESSO AL CIRCOLO E' CONSENTITO SOLO AI POSSESSORI DELLA TESSERA ARCI 2009, QUINDI SE AVETE INTENZIONE DI PARTECIPARE ALLE NOSTRE ATTIVITA' SOCIALI ED EVENTI MUSICALI E COINVOLGERE CONOSCENTI ED AMICI NON ANCORA TESSERATI, POTETE FAR COMPILARE LORO IL MODULO DI AMMISSIONE CHE TROVATE NEL SITO ARCIMILANO, PRIMA DELLA DATA DELL'EVENTO DI VOSTRO INTERESSE, E INVIARLO ALLA MAIL: crybrezza@hotmail.com PER POTER RITIRARE LA TESSERA ALL'INGRESSO DOPO APPROVAZIONE DEL DIRETTIVO E DOPO AVER VERSATO LA QUOTA ASSOCIATIVA.

PER IL SEMPLICE RINNOVO BASTA ESIBIRE LA PRECEDENTE TESSERA ALL'INGRESSO DEL CIRCOLO IN QUALSIASI MOMENTO.

AIUTANDOCI A SEGUIRE QUESTI PICCOLI PASSAGGI CHE LE ISTITUZIONI STANNO USANDO COME PRETESTO PER UN ACCANIMENTO CONTRO LE ASSOCIAZIONI, POTREMMO CONTINUARE LE NOSTRE ATTIVITA' SOCIALI E DI AGGREGAZIONE E CONTINUARE LA PROGRAMMAZIONE DI EVENTI LIVE DI GRUPPI EMERGENTI (ORMAI RARI IN QUESTA CITTA' CHE STANNO RENDENDO "VUOTA" DI INIZIATIVE CULTURALI!)

CERTI DELLA VOSTRA COLLABORAZIONE IL DIRETTIVO VI RINGRAZIA

LA CASA 139

--------------------------------------------------------------------------------



LUN. 02 02 2009 - FLAVIO PIRINI - ANNI 10 - ospite della serata Franco Visentin
Flavio Pirini (Festival teatro canzone Giorgio Gaber 2008) porta il suo "quasi" teatro canzone a LaCasa139 di Milano. A partire dal 10 novembre e con cadenza quindicinale fino a maggio, Pirini mette in scena un concerto spettacolo dove si alterneranno canzone d'autore, monologhi, letture e canzoni umoristiche. Parte del repertorio è estratto dall'ultimo disco "A pezzi" (River Records 2008) ma vi sarà anche molto materiale nuovo e inedito, sempre secondo la formula che mescola poesia e ironia e che Pirini coltiva da qualche anno.
Ad ogni serata partecipa un ospite diverso. Sono artisti che utilizzano linguaggi differenti, ma affini per ispirazione e per contenuti.
L'intenzione è quella di incontrare le diverse anime, le diverse sfaccettature di una forma di spettacolo, tipicamente milanese, normalmente associata al cabaret o alla canzone d'autore, che unisce musica, poesia e comicità. Anni '10, è un titolo che intende anche richiamare l'attualità dei contenuti proposti, sottolineando la volontà di partecipare con il proprio lavoro artistico alla realtà contemporanea.
www.myspace.com/flaviopirini
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro con tessera Arci.

--------------------------------------------------------------------------------



MAR. 03 02 2009 - MEROLLA
Cosa succede quando un maestro delle percussioni abbraccia l'hip hop? Nasce un lavoro fatto 'con il cuore': "KOKORO". Il vocabolo con cui i giapponesi identificano l'essenza ineffabile dell'anima, la cui musicalità rievoca a perfezione il napoletano "Co' core", è il titolo che Merolla ha scelto per il suo primo album rap. Un'evoluzione stilistica che testimonia l'indole di un musicista da sempre affamato di sapori nuovi, nella più genuina commistione culturale-musicale. Il live è uno show unico e suggestivo dove Merolla accompagnato dalla prima band hip-hop italiana (batteria, basso, tastiere, percussioni...) fonde atmosfere tribali, sound mediterraneo e le rime taglienti del hip-hop.
LINE-UP
Ciccio Merolla - rap e percussioni
Umberto Guarino - batteria
Dario Franco - basso
Lino Vembacher - percussioni
Elisabetta Serio - tastiere
Paola Follero - voce
www.myspace.com/merollaciccio
Ore 21.30.
Ingresso 8 euro con tessera Arci.


--------------------------------------------------------------------------------



MER. 04 02 2009 - GNUT
Nato a Napoli nel novembre del 2002, il progetto ha mosso i primi passi sposando, fin da subito, la causa del folk-jazz d'autore. Il primissimo nucleo della band iniziò ad esplorare il proprio universo creativo basandosi, esclusivamente, sull'unione di strumenti acustici. Una ricerca intrapresa partendo dalle radici del folk e del rock di matrice cantautorale e condotta spingendosi verso melodie in tempi dispari, chiaro riferimento al rock degli anni '70, incontrando, al contempo, la profondità di certe ballads alla Tom Waits. Nel settembre 2003 partecipano e vincono il "Royal Rock Festival" di Caserta, che gli varrà la partecipazione al M.E.I. Fest Tour, insieme alle band vincitrici dei festival del circuito Audiocoop. La giuria assegna a GNUT il titolo di miglior gruppo e, nel novembre 2003, Domestico e soci vengono invitati a suonare al Meeting delle Etichette Indipendenti di Faenza. Nel Marzo del 2004 vincono le selezioni regionali di Arezzo Wave in Campania e vengono scelti a rappresentare la loro regione al festival. Nel Settembre dello stesso anno sono finalisti al Festival "Spazio Giovani", altro prestigioso appuntamento che annualmente si tiene nell'anfiteatro Mediterraneo di Foggia e quindi presenti nella compilation del festival che verrà presentata al M.E.I. '04. Due mesi più tardi (novembre 2004) incidono il demo tape "In vent'ore" e vengono contattati da Guido Andreani, collaboratore di Mauro Pagani alle Officine Meccaniche di Milano, con il quale, nel maggio 2005, registreranno "Divento", il loro album d'esordio.
L'album d'esordio contiene dieci tracce fatte di melodie aeree in continua rivoluzione, tra break e ripartenze, tra chitarre acustiche e sax che entrano e fendono le armonie, tra il vibrare dei violini e un groove pastoso e battente. Claudio Domestico, cantante e autore dei brani considera "DiVento" come un figlio: "nel senso che all'improvviso c'è stata data la possibilità di farlo, noi l'abbiamo progettato, organizzato, cercato, voluto fortemente, ma soprattutto ci siamo divertiti molto a concepirlo". Nel titolo sta la chiave di lettura di un album e di un suono che va al di là delle etichette: "DiVento". Un vento improvviso, così come improvvisa è stata, fino ad oggi, la storia stessa del progetto Gnut che, anno dopo anno, è cresciuto, cambiato "diventato" altro, qualcosa di diverso, nuovo, maturo, cosciente, entusiasta, urgente. Hanno collaborato alla realizzazione di "DiVento" Valerio Mola (contrabbasso); Paolo "Il" Guerriero (sax); Zita Petho (violino) e Piers Faccini (chitarra elettrica nel brano "Delirio"); il tutto orchestrato da Guido Andreani (fonico e produttore artistico). Sono musicisti come Bob Dylan, Nick Drake, Tim Buckley, De Andrè le influenze rintracciabili nel sound della band e nelle liriche di Claudio Domestico, dedito ad una scrittura di getto, che risolve il processo compositivo in pochi minuti. Una scrittura quasi inconscia, che si delinea strada facendo, lasciando emergere lentamente immagini ed emozioni. Gnut è una band difficilmente catalogabile. Non alla voce songwriting, come si è soliti intendere il cantautorato in Italia, non rubricabile come alt-folk, non è jazz, se non applicato.
www.myspace.com/gnutmusic
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro con tessera Arci.


--------------------------------------------------------------------------------



GIO. 05 02 2009 - INTERNO 17 - a seguire dj set MICOL MARTINEZ
Gli Interno 17 sono tornati! La storica rock band fiorentina torna sul palco!
E' il 20 giugno del 1991 quando un gruppo di ragazzi dopo aver suonato nella parrocchia della città e in un centro sociale, decide di insonorizzare la cantina dell'interno 17 e di fare sul serio: nascono così gli Interno17: Massi-Bubu-Dani.
Il gruppo registra il suo primo demo-tape nel 1992 presso Neuromusic studio di Firenze e inizia a suonare nei piccoli locali fiorentini fino al 1994 quando al club055 di Firenze incontrano Pierantonio Gualtieri, talentscout e produttore per la I.R.A Record, storica etichetta dei Litfiba. Inizia così la crescita di questi tre ragazzi fiorentini che a luglio del 1994 supportano i Negrita in alcune date, nel febbraio del 1995 suonano a Rock No War a carpi insieme a Litfiba, Ligabue e altre big band italiane.
Il successo arriva con l'uscita del video del primo Ep HELLO, firmato Francesco Fei, in rotazione per un lungo periodo su MTV e Videomusic.
Nel 1996 il gruppo, forte dei consensi ricevuti dalla critica per il loro esordio discografico, prosegue il tour promozionale iniziato subito dopo la pubblicazione di Hello, con 40 date nei maggiori club italiani, partecipano a numerose trasmissioni radiofoniche e televisive, per arrivare al concerto del 1° maggio a Roma, dove il gruppo viene presentato su Radio2time (radio ufficiale della manifestazione) come miglior gruppo rivelazione dell'anno.
A giugno i ragazzi sono di nuovo in studio per registrare il loro primo Lp Radio, che uscirà a novembre del 1997 e sarà finalista al "Primo Festival Internazionale del Film Musicale" a SanRemo. Nella primavera del 1998 il gruppo entra in studio per registrare il terzo album Liquido (polygram distr. Mercury) che uscirà nei primi mesi del 1999 accompagnato dall'omonimo singolo/video in alta rotazione su MTV.
L'anno 1999/2000 sarà un periodo buio per la band, infatti dopo il quarto video, questa volta interamente prodotto e realizzato dalla Polygram del secondo singolo Tutti in Cerchio, nascono all'improvviso dei contrasti con la discografica (al momento della fusione Polygram-Universal) e con il produttore artistico/management, che portano il gruppo allo scioglimento dividendo Massi, Bubu e Dani tra Milano, Londra e Firenze.
Nel 2002, Massi (chitarra) e Bubu (voce) decidono di ritrovarsi e di tornare sulle scene musicali con un nuovo progetto. Completano dei provini assieme al bassista Giovanni Pinnizzotto, al tastierista Gianluca Mancini ed al batterista Nino Pettineo.
Nell'inverno 2004 il materiale raccolto con l'aiuto di Fausto Punzi, approda nelle sale dell'Acid-Studio nel quale vengono costruite le fondamenta per il nuovo progetto. Esce quindi in Aprile il nuovo singolo Non è Stato Mai Così Difficile (per AcideProduzioni) accompagnato dall'omonimo video, in rotazione su All Music e Rock TV, realizzato da FUCKToRY (www.fucktory.co.uk), contenitore di progetti d'arte (audio, video, fotografia, arti grafiche e visive) a cui gli Interno17 partecipano attivamente.
I cambiamenti per i ragazzi non finiscono qui e nel 2006 la formazione cambia di nuovo: entrano, al basso Gregorio Mureddu, alla Batteria Beppe Cuscito, e alle tastiere Silvano Cibin. Sarà quest'ultima che farà ripartire gli Interno 17 con i live. Oggi il gruppo presenta il quarto disco, Mr Star, che li porterà di nuovo in giro per la penisola.
www.myspace.com/interno17
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro con tessera Arci.

--------------------------------------------------------------------------------



VEN. 06 0122009 - MALAOMBRA - a seguire doppio dj set: ground floor DJ BLIXA - first floor THE BAD & THE UGLY
I MALAOMBRA si formano a Torino nel 2002. Nei primi tre anni di vita del gruppo collezionano un singolo "L'equilibrio" (prodotto da Toast Records) e "Facce strane" (direzione artistica BassVicio dei Subsonica - prodotto da HtsMusica) più un Tour su tutta la penisola "Facce Strane Tour". Nel Febbraio 2005 entra in scena Giuseppe Colledan "LED" il nuovo cantante e a settembre 2006 Alex Colognese "The Teacher" al basso, il cambiamento della Band è radicale: suoni rock, indie, attitude e style Seventy.
All'attivo un Album pubblicato a Marzo 2007 prodotto insieme a Htsmusica con edizioni Decam Tdd, intitolato "SSV" (Sessione, Sinceramente Vostri): otto brani intensi, suonati in una unica e intensa sessione live, che riassumono e svelano, che coinvolgono e restano. Nel Dicembre 2007 sulle ceneri della vecchia Band entrano due nuovi elementi MAX BONSI (chitarra) e ROBERTO CADONI (batteria) che vanno a formare il nuovo quartetto con Led e Alex "The Teacher". Da subito al lavoro per rinnovare la veste della band a Settembre 2008 hanno terminato la preproduzione dei nuovi brani e grazie ad uno di questi a Novembre vengono premiati al M.E.I.come vincitori del contest UPLOVERS (downlovers.it) per il brano più scaricato dal web con la canzone "IL MURO".
Giuseppe Colledan "LED": Voice,acustic guitar
Max Bonsi: Guitar
Alex Colognese "The TEACHER": Bass
Roby Cadoni: Drums
www.myspace.com/malaombraband
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro con tessera Arci.

--------------------------------------------------------------------------------

SAB. 07 02 2009 - Doppio dj set: ground floor SAVE THE DJ - first floor MICOL MARTINEZ
Ore 22.30.
Ingresso libero con tessera Arci.

--------------------------------------------------------------------------------

DOM. 08 02 2009
Chiusura.
--- Corsi di CANTO @ LA CASA 139 ---
Da 9 anni ormai portiamo alle vostre orecchie i concerti di alcuni dei migliori artisti nazonali ed internazionali. Ora vogliamo che, a riempire le pareti del Circolo Arci La Casa 139, siano le note delle vostre ugole. Iniziano i corsi di CANTO alla Casa 139, affidati a quella che, senza dubbio, ha dimostrato di essere una delle voci più incredibili che offra il panorama italiano: NINA.
La Casa apre quindi i suoi spazi per un appuntamento pomeridiano quindicinale che prevede lezioni di due ore per principianti o avanzati. I corsi verranno gestiti in gruppi di max 4 allievi per permettere una gestione ottimale del lavoro sul singolo allievo.
I corsi verranno tenuti al sabato pomeriggio e ogni lezione avrà la durata di 2 ore.
Su richieste verranno effettuate anche lezioni private.
Per informazioni scrivete a club@lacasa139.com
Vi aspettiamo numerosissimi!

--------------------------------------------------------------------------------



--- IL CORSO ---
Il corso si propone di offrire una visione centrata sulla fisicità dello strumento voce.
Con un programma studiato appositamente per rispondere alle esigenze di cantanti, attori, operatori dei media come ai semplici appassionati dell'arte del Canto, questo corso si prefigge di andare ben oltre i pesupposti teorico-ideologici classici.
Il programnma studiato mira a portare gli allievi alla consapevolezza dell'uso della voce e a fornire loro gli strumenti di controllo del più meraviglioso di tutti gli strumenti.
La didattica del corso è finalizzata a soddisfare tali aspettative attraverso un'analisi approfondita dell'atto cantato: dallo strumento-corpo (indagato nella sua struttura ossea e muscolare) alle componenti psico-fisico-emotive che in tale atto intervengono.
Il livello di approfondimento sarà adeguato alle 2 differenti categorie di partecipanti previste: principianti e avanzati.

INTRODUZIONE ALLO STRUMENTO VOCE
ELEMENTI DI ANATOMIA
GLI ORGANI PREDISPOSTI AL CANTO
IL LUOGO DI CREAZIONE DELLA VOCE
L'ASCOLTO (training)
L'ORECCHIO, RICEVITORE DI CONTROLLO (training)
IL CANTO E LA DESTRA (training)
LA TECNICA AUDIO-VOCALE (training)
LE POSTURE DEL CORPO (training)
LA RESPIRAZIONE (training)
LA VOCE OSSEA (training)
LA RISONANZA (training)
DINAMICHE : FORTE, PIANO, PIANISSIMO, FALSETTO (training)
IDENTITA' e UNICITA' DELLO STRUMENTO
LIBERTA' VOCALE
SVILUPPO E RAFFORZAMENTO DELLA VOCE (training)
CONSAPEVOLEZZA, IDENTITA' E UNICITA' (training)
ON STAGE (training)
VOCE IN "RELAZIONE" (training)
MELODIA; ARMONIA; RITMO (training)
PECULIARITA' STILISTICHE (training )
TRAINING AUDIO – VIDEO
WORKSHOP DAYS

Il costo del corso comprende un pacchetto di 6 lezioni bisettimanali con valutazione iniziale.
Per i principianti il costo del pacchetto è di 210,00 euro.
Per gli avanzati il costo del pacchetto è di 240,00 euro.
Vi ricordiamo che i corsi sono rivolti ai Soci Arci, pertanto sarà necessario avere o richiedere la tessera Arci dell'anno corrente.
Per prenotazioni scrivete a club@lacasa139.com

--------------------------------------------------------------------------------



--- NINA RICCI - note biografiche ---
Nata a Civitavecchia (RM), dal 1996 vive tra Torino, Londra e Milano, dove insegna tecnica vocale e interpretazione. Si avvicina allo studio del canto lirico nel 1987 sotto la guida del soprano argentino Carmen Sensaud e del direttore del Teatro di Colon di Buenos Aires, Armando Krieger, con cui debutta, come mezzosoprano solista, ne "La Vedova allegra" di Lehar in occasione dell'estate romana 1988. Mentre si dedica all'attività concertistica continua il lavoro di apprendimento e studio della propria vocalità con il M. Ricci. L'uso coerente e progressivamente più ampio della tecnica vocale la porta ad indagare sempre più vaste espressioni timbrico-stilistiche e spaziare nelle molteplici direzioni della vocalità etnica, in particolare afroamericana. Dal 1997 si occupa anche di studi sull'ascolto, la respirazione e il movimento, tenendo seminari privati o presso associazioni.

Nel 1992 inizia un'intensa attività live, esibendosi in numerosi clubs europei, esplorando le intense radici del jazz e del blues, del funk e del soul, collaborando con i maggiori turnisti italiani e stranieri, fra i quali: Dario Deidda, contrabassista jazz, Buddy Miles, batterista di J. Hendrix, Neenna Freelon, Sandro Oliva nella sua produzione tedesca con il gruppo di F. Zappa, GrandMothers of invention, Matteo Salvatori, Jo Di Cosimo, Gege' Albanese, Giacomo Anselmi, Taté Nsongan, Federico Marchesano, Alessandro Gariazzo (Treves blues band), Joel Soto, Juan Carlos Calderin, Amic Guerra, Alessandro Fea. Nel 2000 presenta al teatro "Piccolo Regio" di Torino "Frutto strano: le ossa", una scrittura originale sulla "gestualità" del suono, sullo sfondo di una profonda ricerca emotiva, dove identificazione e soluzione delle tematiche si traducono in vocalità e movimento; danza, teatro e live music, musiche composte a quattro mani con il batterista dei Mau Mau, Paolo Gep Cucco. Dal 2000 al 2002 è la voce del progetto Kinkoba nei "live" del disco "Etnokult" del musicista camerunense Tatè Nsongan dove lo strumento esplora le infinite possibilità di suoni, rumori e immagini d'Africa. Affianca poi, come vocal leader, con il nome Solekyo, il batterista dei Mau Mau, Paolo Gep Cucco, ora Paco Deluxe, nel suo progetto T:OWN, un live media act, che utilizza dal vivo l'interazione in tempo reale tra video, musica e performance. Altri partecipanti al progetto sono: Delta V, Bunna (Africa Unite), Luca Morino (Mau Mau), Emidio Clementi (scrittore e leader dei Massimo Volume). La parte visiva è affidata ai Softly Kicking, sperimentatori dell'uso del video e firma delle immagini di "Eva contro Eva" dei Subsonica. In questo progetto la voce di Nina si allontana dai virtuosismi afroamericani, si inserisce in un contesto puramente elettronico e trova un linguaggio più essenziale, attento all'uso della parola e alle sfumature timbriche. Il live è stato presentato nella serata conclusiva del festival di Tavagnasco Rock per poi replicare in occasione della manifestazione Piemontegroove e, in seguito, al Glasgow contemporary art Gallery. L'Heineken Jammin' Festival di Imola ne ha visto la partecipazione con tre performances in tre giorni. Con il chitarrista romano Alessandro Fea approfondisce le tematiche emotive dell'evoluzione del linguaggio blues al femminile, partendo da Bessie Smith e Billie Holiday fino a toccare, attraversando il rock & blues con Patty Smith e Janis Joplin, l'R & B con connotazioni fusion di Erykah Badu e Jill Scott e il trip hop targato Portishead e Massive Attack sia in chiave elettrica che acustica.
Nel 2006 il duo ha presentato la sua particolare rilettura acustica della produzione musicale e poetica di Patty Smith al festival 70's Flowers di Urbino, in occasione della giornata dedicata alla vita e alle opere dell'artista americana, riproponendola succesivamente in clubs e teatri.
Nel 2008 è uscito il primo album solista di Nina "The Black Mill" che vede la cantante autrice ed esecutrice della propria musica in compagnia di Max Zanotti (Deasonika) in qualità di co-autore e produttore.
LUN. 26 01 2009 - Concerto annullato
Il concerto previsto per questa sera è stato annullato.
Il Circolo rimane chiuso, a domani!

--------------------------------------------------------------------------------



MAR. 27 01 2009 - MARIAN TRAPASSI - opening act: Guido Maria Grillo
Inizia la sua formazione musicale con gruppi rock nella sua città ai tempi del liceo e negli anni matura numerose esperienze sia nel circuito indipendente che in altri ambiti musicali sviluppando così uno stile personale di interpretazione e scrittura.
Sempre in bilico tra l'arte figurativa e la musica, la sua carriera di cantautrice si definisce con il lungo soggiorno a New York che la porterà a progettare il suo primo album solista: "Sogno Verde" (Self) che uscirà nel 2002 prodotto da Simone Chivilò dove spicca la preziosa ballata "Essere" inserita anche nella compilation "European Roadworks Music" a rappresentanza della musica cantautorale italiana.
Con entusiasmo Marian affronta un lungo tour che la vede protagonista in tutta Italia, in spazi diversi, dai club ai centri sociali, dalle librerie ai teatri (2002/03).
Durante il tour maturano le premesse per un nuovo lavoro, nato dall'esigenza di esprimersi e di proporre la propria versione della vita. L'album, omonimo, "Marian Trapassi" (Novunque/Self) esce a marzo 2004 ed è successo di critica immediato, in particolare vengono apprezzati i brani "Storie" e "La mosca".
Partecipa al concorso "L'artista che non c'era" organizzato dal periodico "L'isola che non c'era" e a dicembre 2004 viene premiata a Livorno in occasione del prestigioso Premio Ciampi come miglior artista.
Un riconoscimento importante che segna un momento di crescita e di consapevolezza per Marian che, con tenacia e passione, torna a fare concerti in giro per l'Italia da febbraio a maggio 2005 chiudendo con la partecipazione alla rassegna Eliseo Notte organizzata dal Teatro Eliseo di Roma.
Nel novembre 2005 Marian viene invitata a cantare in due brani di Ashley Hutchings, leader dei Fairport Convention, storica band del folk rock degli anni '70 inglese, che la vuole presente nel prossimo suo lavoro da solista, progetto curato da Ernesto De Pascale.
Nello stesso periodo Marian partecipa al tributo a Nick Drake prodotto da Musica Continua (Mestre) interpretando i brani del cantautore inglese con assoluta originalità.
Nel 2006 nasce il progetto "Vago e torno" ideato dalla stessa Marian.
Un originale contesto live in cui suoni e immagini e parole interagiscono fra loro.
Il singolo "Viola" precede l'uscita del suo terzo album "Vi chiamerò per nome" (prevista per sia nel circuito di vendita di musica in digitale che nei negozi di dischi il 7 marzo 2008 su etichetta Stay Tuned e con distribuzione Universal Music), che conterrà numerose collaborazioni con altri artisti.
Marian stavolta si propone come narratrice dell'universo femminile.
Canzoni come ritratti di donne e dei loro percorsi di vita.
www.myspace.com/mariantrapassi
In apertura: Guido Maria Grillo
Dopo aver fatto parte dei MADEIRA, come cantante/chitarrista, propone ora in veste solista un pop elettronico contaminato dai più svariati generi.
Nel 2007 ha creato MATERIAoff., laboratorio artistico, circolo culturale, caffè letterario, a Parma.
E' laureato in Filosofia con tesi su La Buona Novella di Fabrizio De Andrè.
www.guidomariagrillo.it
www.myspace.com/guidomariagrillo1
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro con tessera Arci.


--------------------------------------------------------------------------------



MER. 28 01 2009 - MARTA COLLICA - in apertura: Roberta Cartisano
Marta Collica ha cominciato cantare con il gruppo italo-australiano Micevice (1997). Dal 2004 è membro della nuova band di John Parish (produttore di PJ Harvey).
Ha collaborato a lungo con Hugo Race (Sepiatone) e in tour come tastierista e cantante nell'ultima formazione di Hugo Race & True Spirits.
Il suo primo album solista, "Pretty & Unsafe" è uscito nel febbraio 2007 e ha ricevuto una calorosa ed entusiasta accoglienza da parte di pubblico e stampa. Sta lavorando al suo secondo lavoro, a Berlino con Dugald Jayes e Phil Freeborn e in Bristol con John Parish.
La critica l'ha spesso paragonata a Françoise Hardy, Hope Sandoval, Julie Cruise per descrivere il carattere inconfondibile della sua voce. Ha collaborato con "The Dining Rooms", con il progetto elettronico "Pola", e in alcuni dischi di Cesare Basile.
A Berlino, in questo momento sta collaborando con l'artista elettronico Sebastian Meissner.
Oltre a cantare, Marta suona il pianoforte, rhodes, hammond, synth.
www.myspace.com/martacollica
In apertura: Roberta Cartisano
Cantautrice calabrese trapiantata a Milano, propone un indie pop d'autore accompagnandosi al pianoforte e alla chitarra acustica.
Tante le collaborazioni artistiche nate a Milano dove è attiva principalmente nel ruolo di bassista (Lo.mo, Sedna, Stead).
www.myspace.com/robertacartisano
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro con tessera Arci.


--------------------------------------------------------------------------------



GIO. 29 01 2009 - DIVA SCARLET - a seguire dj set BLESS PARTY
Le Diva Scarlet nascono nel 2001 a Bologna dalle ceneri del vecchio gruppo (chiamato Skummer) già impegnato in più di 200 concerti con un mini EP di tre pezzi all'attivo.
Il primo album , "Apparenze", esce per Mescal nel Luglio 2004 e riscuote giudizi positivi dalla stampa e dal web (Mucchio selvaggio, Venerdì di Repubblica, Rockit, Mescalina ecc...).
Il disco viene presentato al Tora!Tora! Festival di Genova e promosso nei rock club di tutta Italia durante il tour promozionale che vede la band suonare in più di 80 date condividendo il palco con Afterhours, Marlene Kuntz, Cristina Donà, Subsonica, Morgan, Massimo Volume, The Vines e tantissimi altri. Il live delle Diva Scarlet è essenziale e potente, la line up è classica: batteria, basso, due chitarre e una voce; il pubblico e la critica non tardano ad apprezzare il loro sound e la loro carica istintiva affiancata da testi in italiano e melodie molto curati.
Conducono due puntate di Database su Rock Tv, partecipano al Roxy Bar e a numerose trasmissioni radiofoniche.
Il tour "Apparenze" termina nel 2006, il gruppo si allontana dalla Mescal e comincia a lavorare al secondo album affidando a Giulio Ragno Favero la produzione artistica.
Il disco viene inciso nel Febbraio 2007 con diverse collaborazioni tra cui quella dello stesso Giulio Ragno Favero e Moltheni.
www.myspace.com/divascarlet
Ore 21.30.
Ingresso 8 euro con tessera Arci.

--------------------------------------------------------------------------------



VEN. 30 01 2009 - EPO - a seguire doppio dj set: ground floor DJ BLIXA - first floor rotation dj's
Gli Epo nascono nel 2000 dall'incontro tra la sensibilità artistica del chitarrista e autore Ciro Tuzzi e le idee del produttore e tastierista Mario Conte, l'intenzione è quella di fornire una chiave di lettura nuova ed attuale a canzoni ispirate e mai banali, nel solco della tradizione del miglior songwriting italiano, e non solo. Con l'ingresso in formazione del batterista Daniele Parascandolo e del chitarrista Pasquale Punzo, gli Epo registrano e danno alle stampe il loro disco d'esordio nell'inverno del 2002. Il mattino ha loro in bocca immediatamente s'impone all'attenzione di un pubblico composto di appassionati ed addetti ai lavori.
Nonostante i lusinghieri apprezzamenti da parte della critica, che nel 2003 danno al gruppo la possibilità di presentare le sue canzoni sul palco del Premio Ciampi e gli valgono il terzo posto al premio Fuori dal Mucchio per il miglior album d'esordio, agli Epo viene a mancare il necessario sostegno da parte della casa discografica, cosa che segna l'inizio di una serie di incomprensioni che si concluderanno con la rescissione del contratto.
Il gruppo accusa il colpo ma, dopo un anno d'assestamento, si ricompatta, e con gli ingressi in pianta stabile di Alessandro Innaro al basso e Peppe Innaro come tecnico del suono acquista un'identità ben definita, diventando una vera e band a tutti gli effetti.
Tra la fine del 2004 e l'inizio del 2005 gli Epo si ritrovano in studio e registrano una nuova versione di Anna per la compilation-tributo a Lucio Battisti allegata al Mucchio Extra dell'estate 2005, che anticipa di poche settimane il ritorno nei negozi del primo lavoro della band. Intitolata semplicemente Epo per volontà del gruppo, che la considera come la prima tappa di un nuovo corso, la ristampa dell'album segna l'inizio della collaborazione tra la band e la blend'r. Dall'estate 2005 il gruppo inizia a lavorare al materiale per il secondo album. Dopo un anno e mezzo di lavoro, speso tra pre-produzione e registrazione, danno alle stampe Silenzio Assenso.
Il nuovo disco è pubblicato il giorno 2 febbraio 2007 dalla blend'r (distribuzione Venus).
Le reazioni di stampa, addetti ai lavori e pubblico al disco sono un'altra volta molto positive.
Il video Sporco, primo singolo estratto, va in rotazione sui maggiori canali musicali. Il gruppo viene invitato da Alex Infascelli a firmare il divano più famoso dell'indie italiano, quello del programma Brand:new.
Ancora più fortuna riceve il videoclip del secondo singolo, In cattività. Il video, girato tra Siviglia, Sagrès e Lisbona, è avvistato molto spesso su MTV, Allmusic e Rock TV. Un successo inaspettato per gli stessi Epo che vengono invitati a partecipare a Total Request Live, la trasmissione di maggior successo di MTV.
Dopo un'estate di Tour per i maggiori festival italiani, tra i quali l'Italia Wave e il Neapolis arriva l'autunno che porta con sé due sorprese. Gli Epo sono invitati dal sito MTV.IT a partecipare ad un live esclusivo. Live in precedenza realizzato da artisti del calibro di Editors, The Styles e Cristina Donà.
Come in tutte le cene che si rispettino, il dolce viene alla fine... il sito MTV.IT pubblica la classifica dei migliori 10 dischi del 2007. A far compagnia a Radiohead, Interpol, Pj Harvey ci sono anche gli EPO.
Ogni arrivo è partenza...
www.myspace.com/epospace
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro con tessera Arci.

--------------------------------------------------------------------------------

SAB. 31 01 2009 - Doppio dj set: ground floor SAVE THE DJ - first floor BLESS PARTY
Ore 22.30.
Ingresso libero con tessera Arci.

--------------------------------------------------------------------------------

DOM. 01 02 2009
Chiusura.
LUN. 19 01 2009 - FLAVIO PIRINI - ANNI 10 - ospite della serata GIGI ROCK
Flavio Pirini (Festival teatro canzone Giorgio Gaber 2008) porta il suo "quasi" teatro canzone al Circolo Arci La Casa 139 di Milano. A partire dallo scorso 10 novembre e con cadenza quindicinale fino a maggio, Pirini metterà in scena un concerto spettacolo dove si alterneranno canzone d'autore, monologhi, letture e canzoni umoristiche. Parte del repertorio sarà estratto dall'ultimo disco "A pezzi" (River Records 2008) ma vi sarà anche molto materiale nuovo e inedito, sempre secondo la formula che mescola poesia e ironia e che Pirini coltiva da qualche anno.
Ad ogni serata partecipa un ospite diverso. Saranno artisti che utilizzano linguaggi differenti, ma affini per ispirazione e per contenuti.
L'intenzione è quella di incontrare le diverse anime, le diverse sfaccettature di una forma di spettacolo, tipicamente milanese, normalmente associata al cabaret o alla canzone d'autore, che unisce musica, poesia e comicità. Anni '10, è un titolo che intende anche richiamare l'attualità dei contenuti proposti, sottolineando la volontà di partecipare con il proprio lavoro artistico alla realtà contemporanea. www.myspace.com/flaviopirini
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro con tessera Arci.

--------------------------------------------------------------------------------



MAR. 20 01 2009 - BLASTEMA
I Blastema tornano a calcare uno dei palchi che più li ama e in cui ritrovano il loro pubblico che da mesi ormai aspetta di ritrovare il quintetto di Forlì e le loro melodie inconfondibili.
Rubati alle sale prove in cui si sono chiusi per terminare il loro nuovo lavoro, i Blastema rompono il silenzio "live" di questi ultimi mesi per un concerto d'eccezione in cui presenteranno grandi novità e riproporranno i brani che li hanno portati, dopo la vittoria a Sanremo Rock, a vincere anche l'ultima edizione del SummerEnd Rock Fest.
Una serata di rock allo stato puro per uno dei gruppi che ha creato maggior scalpore ed entusiasmo e di cui aspettiamo con ansia i prossimi passi.
www.myspace.com/blastemalive
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro con tessera Arci.


--------------------------------------------------------------------------------



MER. 21 01 2009 - EVANGELISTA
Hello, Voyager è il nuovo disco di Evangelista, la band di Carla Bozulich. A licenziarlo è ancora la Constellation, label di culto di base a Montreal che già aveva fatto uscire il precedente album di Carla (intitolato proprio Evangelista) derogando eccezionalmente alla regola di avere nel proprio roster solo artisti canadesi. Proprio della preziosa collaborazione di questi artisti (Godspeed You! Black Emperor e Thee Silver Mt. Zion in testa) Hello, Voyager si nutre e si avvantaggia. Ma su tutto risalta il carisma, la voce, l'ispirazione di Carla Bozulich, una delle più vere e talentuose musiciste in circolazione oggi.
"Nel suo primo album su Constellation, la cantante scrittrice e art performer americana Carla Bozulich ha compiuto la più insolita delle mutazioni della sua pur versatile carriera (vedi l'alt. country eretico dei Geraldine Fibbers), con un pezzo che ha lo stesso fuoco nelle vene delle invocazioni di un Cave o David Tibet, calato però in una ruvida poetica del quotidiano, senza sovrastrutture mitico-religiose. Il titolo di quel brano, Evangelista, è divenuto il nome del gruppo 'aperto' (vi hanno suonato vari musicisti italiani in un tour recente) di questa nuova prova, ricca quanto la bellissima confezione. Se il precedente album ammaliava col suo mix lacerante di poesia e astratti arrangiamenti, qui l'autrice offre difatti un campionario molto più vario e strutturato del proprio talento, disposto a ventaglio attorno a quel nucleo di sublime spleen che è The Blue Room, canzone da tempo in repertorio arrangiata con perfetto cesello d'archi e modulazioni vocali da pelle d'oca. Troviamo quindi schegge di rovente poesia hc punk - è Carla la P. Smith/L. Lunch del nuovo millennio - e spiritato camerismo per quintetto d'archi, diari blues torcibudella e paurose sperimentazioni, fino alla lunga apocalittica declamazione improvvisativa della title-track. Roba da coperina, al pari del nuovo cd degli amici Thee Silver Mt. Zion, che qui abbondantemente collaborano"
www.carlabozulich.com
www.myspace.com/evangelistasounds
Ore 21.30.
Ingresso 10 euro con tessera Arci.


--------------------------------------------------------------------------------



GIO. 22 01 2009 - LA FONOMECCANICA - a seguire dj set by MAX CRIPTA
"Nel 2007 Charlie Chaplin incontrava Sid Vicious sul set di Pinocchio nel tentativo di salvare un burattino che non sarebbe mai voluto diventare un uomo! Provavano la grande impresa nonostante nessuno di loro sospettasse ancora che i potenziali uomini di quei tempi fossero troppo indaffarati in altre faccende impegnative, tipo il guardar l'orologio, per potersi occupare del serio affare di diventar uomini: lo sapeva invece bene il Bimbo delle Scarpine Chicco, che incontravano lungo il tragitto e che subito e senza alcuna esitazione si univa a loro, nonostante ne avesse già fatta tanta di strada!
Tutti insieme si incamminavano per le impervie vie di Milano senza che nessuno di loro sapesse esattamente in che direzione fosse il Duomo e quindi, inevitabilmente, finivano per imboccare la tangenziale, impantanati tra l'orrore dell'obbrobrio e la noia dell'immobilità; ma il peggio era che non sapevano dove portasse!
Fortunatamente trovavano sulla loro (super)strada l'eroico Capitan Uncino che si offriva impavidamente di dargli una mano, nonostante avesse solo quella, conducendoli al primo svincolo disponibile, Viale Forlanini: riusciti a scampare dall'incubo settentrionale si fermavano per prender fiato alla prima piazza che incrociava il loro percorso.
Lì si guardavano sconcertati e si chiedevano ‘E che fare?’…”
La Fonomeccanica è un'orchestra avviata un anno fa, non per diletto ma per necessità, da 5 musicanti part-time, incensurati, reduci dei più disparati angoli musicali. Il progetto nasce dal desiderio di ripartire da zero, mentre il nuovo millennio ci propina un "copia e incolla" dei più venduti stratagemmi musicali.
Lo stile è artigianale e utilizza strumenti tradizionali, non è rock, non è folk, non è pop, non è jazz, non è etnica: è fonomeccanica.
Dal 2007 l'orchestrina ha già avuto l'onore di suonare sia in piazze e strade che in locali e club di rilievo, oltre a collaborare in teatro con la compagnia "Mercanti di storie" con la quale attualmente sta presentando lo spettacolo "Radio".
Orazio Attanasio: violino, chitarra, mandolino, corde vocali
Francesco Arcuri: ukulele, concertina, sega musicale, rumori, carillon
Giovanni Melucci: fisarmonica, diamonica, glockenspiel
Stefano Fascioli: contrabbasso
Marco Casari: percussioni, suoni di legno e ferro
www.myspace.com/fonomeccanica
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro con tessera Arci.

--------------------------------------------------------------------------------



VEN. 23 01 2009 - ZIBBA & ALMALIBRE - a seguire doppio dj set: ground floor SAVE THE DJ - first floor BLESS PARTY
Attivo dal 1992, Zibba, cantautore, si impone tra le più interessanti realtà musicali liguri, affiancato dalla band AlmaLibre. Da questo incontro nasce un sound forte e passionale, tra melodie classiche e ritmiche rock pure, contaminate da musica popolare, jazz, reggae e atmosfere molto particolari. Espressione di una cultura mista tra i membri della band, il loro suono cattura l'anima.
www.zibba.it
www.myspace.com/zibbaone
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro con tessera Arci.

--------------------------------------------------------------------------------

SAB. 24 01 2009 - PORT ROYAL - a seguire doppio dj set: ground floor DJ BLIXA - first floor BLESS PARTY
La band genovese rappresenta uno dei migliori esempi di intelligent dance music degli ultimi anni.
In uno show audiovisual i port-royal anticiperanno alcuni pezzi del nuovo album di prossima uscita.
Capita raramente di ascoltare una band innovativa e di scoprire che questa band arriva dall'Italia, per la precisione da Genova. Stiamo parlando dei Port Royal, stupefacente collettivo elettronico in grado di portare alla mente territori sonori visionari.
I Port Royal hanno pubblicato tre album, Flares nel 2005, Afraid To Dance nel 2007, e Flared Up nel 2008, un disco di remix ad opera di artisti internazionali come Ulrich Schnauss, Manual, F.S. Blumm, Fizzarum, Minamo, Dialect, Stafraenn Hako, tutti pubblicati dall'etichetta inglese Resonant, riscuotendo grandi consensi di critica in giro per tutta Europa, riuscendo anche ad arrivare ad esibirsi in contesti prestigiosi come il festival francese La Route Du Rock a Saint Malò ed essere chiamati direttamente dai Blonde Redhead e da Ladytron per l'apertura dei loro concerti italiani.
Nella musica dei Port Royal risiede la voglia di sperimentare attraverso l'elettronica che entra in contatto con il post-rock, l'ambient e la dance, creando una magmatica onda sonora davvero dal respiro internazionale.
I Port Royal si presentano dal vivo in una veste che li vede protagonisti di uno show audiovisuale tra i più interessanti nel panorama nostrano: infatti, oltre ai musicisti sul palco, c'è anche il visual artist Sieva Diamantakos, di origine Greca, in grado di aumentare l'impatto delle performance sonore della band. Creatisi il loro spazio ormai in tutta Europa attraverso un tour che li ha portati in UK, Francia, Polonia, Russia, Belgio, Austria, Grecia, i Port Royal hanno da poco terminato uno split album con Absent Without Leave, un EP uscito in edizione limitata dal titolo Magnitogorsk, una sorta di omaggio ai freddi territori del Nord Europa, uscito tramite l'etichetta greca Sound In Silence Records.
Port Royal hanno inoltre sonorizzato il progetto di video arte "Dalla Casa all'Abitare" realizzato da Maki Gherzi per Italian Pavillion ed esposto alla Biennale di Architettura di Venezia 2008, visibile su Kalimera.it, sezione Video.
Il gruppo è attualmente impegnato nella stesura del nuovo album, la cui uscita è prevista per metà 2009.
I Port Royal questa sera on stage sono:
Attilio Bruzzone (Italia)
Alexandr Vatagin (Austria, from Tupolev)
Visual by Sieva Diamantakos (Italia/Grecia)
www.myspace.com/uptheroyals
Ore 21.30.
Ingresso 8 euro con tessera Arci.

--------------------------------------------------------------------------------

DOM. 25 01 2009
Chiusura.
LUN. 29 12 2008 - Chiusura
Chiusura.

--------------------------------------------------------------------------------



MAR. 30 12 2008 - Chiusura
Chiusura.


--------------------------------------------------------------------------------



MER. 31 12 2008 - Chiusura
Questa sera il Circolo Arci La Casa 139 resterà chiuso.
Auguriamo a tutti una fantastica notte di San Silvestro!


--------------------------------------------------------------------------------



GIO. 01 01 2009 - BUON ANNO NUOVO!
Anche questa sera il Circolo resterà chiuso.
I migliori auguri di uno splendido 2009 da tutti noi!

--------------------------------------------------------------------------------



VEN. 02 01 2009 - Doppio Dj set: ground floor DJ BLIXA – first floor BLESS PARTY
Ore 23.00.
Ingresso libero con tessera Arci.

--------------------------------------------------------------------------------

SAB. 03 01 2009 - Doppio Dj set: ground floor SAVE THE DJ - first floor BLESS PARTY
Ore 23.00.
Ingresso libero con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------

DOM. 04 01 2009 - Chiusura
Chiusura.
LUN. 22 12 2008 - FLAVIO PIRINI - ANNI 10 - ospite della serata FOLCO ORSELLI
Flavio Pirini (Festival teatro canzone Giorgio Gaber 2008) porta il suo "quasi" teatro canzone al Circolo Arci La Casa 139 di Milano. A partire dallo scorso 10 novembre e con cadenza quindicinale fino a maggio, Pirini mette in scena un concerto spettacolo dove si alterneranno canzone d'autore, monologhi, letture e canzoni umoristiche. Parte del repertorio sarà estratto dall'ultimo disco "A pezzi" (River Records 2008) ma vi sarà anche molto materiale nuovo e inedito, sempre secondo la formula che mescola poesia e ironia e che Pirini coltiva da qualche anno. Ad ogni serata partecipa un ospite diverso. Saranno artisti che utilizzano linguaggi differenti, ma affini per ispirazione e per contenuti. L'intenzione è quella di incontrare le diverse anime, le diverse sfaccettature di una forma di spettacolo, tipicamente milanese, normalmente associata al cabaret o alla canzone d'autore, che unisce musica, poesia e comicità. Anni '10 è un titolo che intende anche richiamare l'attualità dei contenuti proposti, sottolineando la volontà di partecipare con il proprio lavoro artistico alla realtà contemporanea.
www.myspace.com/flaviopirini
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro con tessera Arci.

--------------------------------------------------------------------------------



MAR. 23 12 2008 - KOLON KANDYA presenta CALAFRICANA
"Il blues africano incontra la magia dei suoni mediterranei"
E' nato un magico incontro sui palchi dei festival estivi di Worldmusic. Artisti eclettici e speciali propongono strumenti tradizionali, dall' Africa nera alle sponde italiane del Mediterraneo, il cui fascino si unisce in una jam session di multiculturalità e rispetto delle differenze.
Gli artisti di Kolon Kandyà Burkina Faso ci trasporteranno alla radice del Blues africano, con voci ipnotiche, arpe africane e tamburi potenti che accompagneranno danze tradizionali. Gli artisti del Brigante con i sapori della terra calabrese ci porteranno nella forza viscerale della zampogna dei flauti mediterranei, nella frenesia allegra dei tamburelli a cornice. 1 coinvolgimento unico che afferma senza compromessi quanto la Musica sia entità superiore ed indipendente dalle diverse e svariate declinazioni. La Musica è!
L'associazione culturale Kolon Kandya è una realtà multifunzionale : spettacolo, ricerca artistica e comunicazione che basa la sua filosofia sulla realizzazione di percorsi di cooperazione internazionale.
www.kolonkandya.com
Ore 21.30.
Ingresso 10 euro con tessera Arci.


--------------------------------------------------------------------------------



MER. 24 12 2008 - Chiusura
Questa sera il Circolo Arci La Casa 139 resterà chiuso.
Buona vigilia di Natale a tutti!


--------------------------------------------------------------------------------



GIO. 25 12 2008 - BUON NATALE!
Anche questa sera il Circolo resterà chiuso.
I migliori auguri di uno splendido Natale da tutti noi!

--------------------------------------------------------------------------------



VEN. 26 12 2008 - Doppio Dj set: ground floor DJ BLIXA – first floor DJ PRECISO
Ore 23.00.
Ingresso libero con tessera Arci.

--------------------------------------------------------------------------------

SAB. 27 12 2008 - Doppio Dj set: ground floor MICOL MARTINEZ - first floor BLESS PARTY
Ore 23.00.
Ingresso libero con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------

DOM. 28 12 2008
Chiusura.
Ci rivediamo nel 2009, il Circolo riaprirà la porta di Casa venerdì 2 gennaio.
BUON ANNO!!!
LUN. 15 12 2008 - Chiusura
Questa sera il Circolo è chiuso!

--------------------------------------------------------------------------------



MAR. 16 12 2008 - MASSIMO GHIACCI
Il disco nasce dall'esigenza artistica di pubblicare qualcosa, a quindici anni dall'inizio dell'avventura coi Modena City Ramblers, che assecondi completamente gli stimoli creativi che nel gruppo vengono - giustamente - ricondotti e legati alle caratteristiche del progetto stesso. E di farlo per una volta da solo, libero di perseguire un suono "altro".
Membro storico dei Ramblers e compositore, Massimo ha accumulato canzoni che, per la loro natura o in alcuni casi per scelte artistiche, non sono rientrate nell'alveo della produzione targata MCR ma per le quali permane una sorta di "trasporto emotivo", che necessariamente doveva trovare uno sbocco alternativo. Ecco quindi la scelta di suonarsele, cantarsele e prodursele in proprio, aiutato solo da un piccolo gruppo di amici di vecchia data. Le registrazioni e i missaggi hanno avuto luogo negli ultimi mesi del 2007 nel familiare studio Bunker di Rubiera (RE), con il fido Andrea Rovacchi (collaboratore dei Ramblers da lunghissima data) come tecnico del suono.
Nel disco non c'è spazio per il "combat folk" dei Modena, per le canzoni apertamente militanti, poiché non avrebbe avuto senso sottrarre questo tipo di composizioni al gruppo di cui Massimo continua felicemente a far parte. Piuttosto, ci s’addentra in un viaggio alimentato da visioni, ricordi, sensazioni, riflessioni e, soprattutto,sentimenti personali.
www.myspace.com/massimoghiacci
Ore 21.30.
Ingresso 8 euro con tessera Arci



--------------------------------------------------------------------------------



MER. 17 12 2008 - MOLLA E DJ AMBER + KEIBE – a seguire dj set degli ORANGE + ANTITEQ – nel pomeriggio: WORSHOP "CONNECTING MOBILITY POINT"
Il 17 dicembre al The LAB parte il primo di una serie di incontri del Workshop gratuito, a cura del designer Sandro Danesi.
Durante le giornate del Worshop dal titolo "Connecting Mobility Point", lo scopo dei partecipanti sarà quello di creare dei progetti per ideare uno spazio pubblico interattivo: un'area fisica in cui la comunità virtuale si ritrova per interagire, ma rimane in costante contatto attraverso i dispositivi mobili.
Un punto dove ad esempio inviare e ricevere suoni, immagini e video attraverso il Bluetooth o il wifi del proprio cellulare, come? Con un totem interattivo, una bacheca elettronica, un chiosco multimediale, un’installazione... o altro. Spazio alla creatività!
L'idea è quella di collocare lo spazio in più punti della città, durante un'ipotetica manifestazione.
I progetti verranno presentati in una serata di The LAB e troveranno spazio su nokiatrendslab.it.
Per proporre la tua candidatura, puoi compilare il form nella sezione dedicata sul sito del Nokia Trends Lab:
www.nokiatrendslab.it/the_lab/candidatura_workshop
Il curatore Sandro Danesi:
Designer, tra le aziende con cui collabora: Pupa, SSL Healthcare, Amplyvox, Elitable, Effepi. E' stato selezionato per l'Innovation & Design Award 2007 per una linea di citofoni e videocitofoni ed è tra i vincitori dell'EIMU Office Design Competition con un sistema per l'home office.
www.sandrodanesi.it
Si continua la sera con l'esposizione dei progetti vincitori dell'Nseries Design Award e con il Dj Set degli Orange + AntiteQ e le performance live di due band scelte fra i partecipanti alle Audizioni: Molla e Dj Amber + Keibe.
www.myspace.com/mollaedjamber
www.myspace.com/kbkaossband
Ore 14.00 workshop (previa pre-iscrizione).
Ore 21.30 esposizione + live + dj set.
Ingresso libero con tessera Arci.



--------------------------------------------------------------------------------



GIO. 18 12 2008 - GIUSEPPE RIGHINI – opening act: Mr Brace – a seguire dj set BLESS PARTY
Cantante, autore ed attore, Giuseppe Righini esordisce e milita a lungo nei Sin-é, band cold wave che mescola atmosfere britanniche e lingua italiana.
Una solida attività live porta i Sin-é ad esibirsi con Bluvertigo, Tiromancino e Soerba, mentre la vittoria del Faenza Rock Festival consente al gruppo di dividere il palco con Placebo, Queens of the Stone Age e Incubus al Jamming Festival di Imola.?
A fine 2001 Righini lascia la band e nell'estate 2002 realizza insieme ad Alessandro Bartolucci l'album "Vetro Verde", opera sperimentale in cui s'intrecciano canto, recitazione e una trama sonora acustica, desertica e spigolosa.
Nel 2003 Righini si unisce a The Hype, band di rock retrò con cui realizza "Toys", "Real Echo" e "Zimmer Frei" e apre i concerti italiani per The Others, The Dirty Pretty Things e The Dears.
Dal 2003 al 2007 viene scritta e realizzata per il teatro la trilogia "Melò", "Velò" e "Falò" insieme al pittore e designer Roberto Ballestracci e all'attrice Simona Matteini.
Sempre nel 2007 The Hype collaborano a "X (ics)", l'opera presentata da Motus alla Biennale di Venezia e all'International Festival of the Arts di Santarcangelo.?
Parallelamente, dal 2006, Righini sviluppa un progetto solista in italiano di cantautorato onirico con forti influenze teatrali e narrative.
L'esordio è dello stesso anno nell'ambito di "Addiction", evento che, oltre a Righini, vede la presenza di Andrea Chimenti, Mariangela Gualtieri e Isabella Bordoni.
Sempre nel 2006, esclusivamente per la seconda edizione del festival di musica e letteratura Assalti al Cuore, è la volta di "Ninna Landa", spettacolo scritto e interpretato con Elena Bucci, Marco Mantovani e Mauro Ermanno Giovanardi.?
Dopo queste esperienze nasce "Spettri Sospetti" –selezione premio Tenco 2008- primo lavoro discografico come solista, prodotto da Marco Mantovani, registrato e mixato da Paolo Zavaglia al teatro dimora L'Arboreto di Mondaino.
Con Righini, nell'album, lo stesso Mantovani, Andrea Alessi, Massimo Marches, Diego Sapignoli e la partecipazione del Bluvertigo Andy, Elena Bucci, Andrea Chimenti, Reverend Dave Monkey, Enrico Farnedi, Gianni Giudici, Xabier Iriondo e Vincenzo Vasi.
Il disco, uscito nel maggio 2008, è stato presentato a Rimini il 29 dicembre 2007 in un recital spettacolo inedito scritto da Righini che ha visto come ospiti Elena Bucci e Ivano Marescotti.?
Nelle vesti di attore, Giuseppe Righini recita da tempo nella compagnia teatrale l'Attoscuro. Inoltre i recitals "Dreamland - Pro Loco", con Daniele Maggioli e Remo Remoti all'interno del festival Assalti al Cuore 2007 e "Sguardi" con Zbigniew Zamachowski, protagonista delle pellicole di Krzystof Kieslowski "Decalogo 10" e "Film Bianco".
Recentissime le collaborazioni di Righini con Chico de Luigi, Dany Greggio, Touane, Vincenzo Vasi, Lilli Burlero e Musica da Cucina.
SPETTRI SOSPETTI minima versione.
Una manciata di canzoni dall'album "Spettri Sospetti" -Interno 4 Records/ Goodfellas- e alcuni brani inediti arrangiati in chiave elettroacustica e minimale. Insieme a Giuseppe Righini le chitarre di Massimo Marches. Una occasione per ascoltare le storie ora lievi ora noir dell'autore e guardare sfilare alcuni protagonisti delle sue canzoni con abiti forse più leggeri, certo non meno preziosi.
www.giusepperighini.com
www.myspace.com/giusepperighini
MR BRACE
Mr.Brace è un signore di età indefinita che vive in quasi completo isolamento presso le cascate del Rio Melo nelle campagne riccionesi. Coltiva bottiglie di plastica, fuma sigarette e rimugina sui proverbi e i detti della tradizione contadina fondendoli, confondendoli, reinterpretandoli e regalandogli inediti significati illuminanti nella costante ricerca di nuovi simboli, nuove associazioni di idee che possano ritrovare il solito nuovo antichissimo linguaggio per la modernità.
www.myspace.com/mrbrace
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro con tessera Arci.

--------------------------------------------------------------------------------



VEN. 19 12 2008 - KALWEIT & THE SPOKES a seguire doppio Dj set: ground floor SAVE THE DJ – first floor THE BAD & THE UGLY
Kalweit and the Spokes è il nome del nuovo progetto della cantante di Minneapolis Georgeanne Kalweit, del batterista Leziero Rescigno e del chitarrista Giovanni Calella.
Una sorprendente ricerca del diamante grezzo dei generi musicali, dall'"old school blues" al folk, dall'alt-country al post-punk. Caratterizza il suono ed il mood creato attorno ad voce così intensa e inusualmente profonda come quella di Georgeanne.
Le canzoni sono sentieri intricati, reali o immaginari, talvolta ispirati da personaggi misteriosi e mitici come la diva del film muto Clara Bow (in "Clara Bow") o da quadri di Edward Hopper (come in "New York Movie").
Tutto l'album, registrato a Milano nel Luglio 2008, è stato arrangiato da Leziero Rescigno e Giovanni Calella su testi e melodie di Georgeanne Kalweit.
L'intera opera riflette la situazione socio-politica italiana ed americana, con riferimenti occasionali al "Far-west" come metafora di questi tempi nefasti.
Per quanto I Kalweit and the Spokes provengano da diverse aree della scena musicale italiana (ad esempio La Crus, Amor Fou, Delta V, Vinicio Capossela) l'intesa tra i tre musicisti è stata immediata e le canzoni sono venute alla luce con molta naturalezza.
Grazie all'esperienza dei singoli individui nel campo delle arti visive, il concerto è stato inoltre corredato da proiezioni scelte appositamente per accompagnare l’evocatività della performance, non intese però come supplemento, bensì come ingrediente imprescindibile per portare lo spettatore sempre più all’interno del mondo ricreato da suoni e testi.
"Around the Edges", la canzone che da il titolo all'album, è una confessione d’amore alla terra bruciata e semi-desertica del Salento, che tanto rimanda all’america del South-west.
www.myspace.com/kalweitandthespokes
www.myspace.com/georgeannekalweit
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro con tessera Arci.

--------------------------------------------------------------------------------

SAB. 20 12 2008 - Doppio Dj set: ground floor MICOL MARTINEZ - first floor BLESS PARTY
Ore 22.30.
Ingresso libero con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------

DOM. 21 12 2008
Chiusura.
LUN. 08 12 2008 - FLAVIO PIRINI - Anni 10 - ospiti della serata GIANGILBERTO MONTI e GIANLUCA DE ANGELIS
Flavio Pirini (Festival teatro canzone Giorgio Gaber 2008) porta il suo "quasi" teatro canzone al Circolo Arci La Casa 139 di Milano. A partire dal 10 novembre e con cadenza quindicinale fino a maggio, Pirini mette in scena un concerto spettacolo dove si alterneranno canzone d'autore, monologhi, letture e canzoni umoristiche. Parte del repertorio sarà estratto dall'ultimo disco "A pezzi" (River Records 2008) ma vi sarà anche molto materiale nuovo e inedito, sempre secondo la formula che mescola poesia e ironia e che Pirini coltiva da qualche anno. Ad ogni serata partecipa un ospite diverso. Saranno artisti che utilizzano linguaggi differenti, ma affini per ispirazione e per contenuti. L'intenzione è quella di incontrare le diverse anime, le diverse sfaccettature di una forma di spettacolo, tipicamente milanese, normalmente associata al cabaret o alla canzone d'autore, che unisce musica, poesia e comicità. Anni '10 è un titolo che intende anche richiamare l'attualità dei contenuti proposti, sottolineando la volontà di partecipare con il proprio lavoro artistico alla realtà contemporanea.
www.myspace.com/flaviopirini
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro con tessera Arci.

--------------------------------------------------------------------------------



MAR. 09 12 2008 - Chiusura
Questa sera il Circolo è chiuso!


--------------------------------------------------------------------------------



MER. 10 12 2008 - HAVET
Il loro stile, troppo limitativo definirlo emo e troppo armonico e romantico per essere definito crossover, li porta in una dimensione decisamente gravida di emozioni e passione. Raccolgono omogeneamente diverse influenze: dal crossover al new rock al pop.
Formatisi nel 98 sotto il nome di Guilty Method, hanno un disco all'attivo, Touch.
Hanno trascorso l'ultimo anno e mezzo in tour in tutta Italia, tenendo circa 178 concerti, molti dei quali di spalla a gruppi del calibro di Korn, Him, Life of Agony, Downset, Mudvayne, Nevermore, Soulfly, Finley, Linea 77, Estrema...
Attualmente stanno registrando il loro nuovo album, che potremo ascoltare in anteprima questa sera sul palco del Circolo Arci La Casa 139.
www.myspace.com/havet
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro con tessera Arci.


--------------------------------------------------------------------------------



GIO. 11 12 2008 - THE BELLRAYS - a seguire dj set by FILIPPO SABATINI
The BellRays, ormai sulla scena dai primi anni '90, sono nati in California dall'unione tra la vocalist Lisa Kekaula (che inizialmente si esibiva come cantante jazz) e il chitarrista Bob Vennum. Nel 1996 il batterista Ray Chin e il chitarrista Tony Fate si uniscono al gruppo, portando Bob Vennum a suonare il basso.
Solo un paio di anni prima, ed esattamente nel 1994, la formazione embrionale dei BellRays decide di dar vita a una propria etichetta discografica, la Vital Gestures, che stampa la maggior parte del materiale prodotto dal gruppo.
Esibendosi in lunghi tour che li ha portati in giro per i club di Los Angeles, fino ad approdare al prestigioso South By Southwest Festival nel 1999, i BellRays arrivano finalmente alla pubblicazione del primo album, Let It Blast.
Ispirati dalla musica degli Stooges, MC5 e di James Brown danno alle stampe, nel 2001, Grand Fury, al quale segue la ristampa del loro primo vero esordio, In The Light Of The Sun, originariamente realizzato nel 1993. I Bellrays però non sono l'ennesimo gruppo che tenta di fare il verso a nessuno con un rock bianco più o meno tirato, loro combinano le due anime di Detroit, quella più punk e underground delle band citate e quella più black della Motown. Rock duro e soul, punk e funk potrebbero sembrare una formula azzardata che va per estremi nel tentativo di fare colpo sull'ascoltatore, invece "Have a little faith" è un disco con una sola anima, molto scura.
Merito della voce di Lisa Kekaula che con le sue interpretazioni dà alla scaletta uno spirito davvero black. E merito di un gruppo di musicisti capaci di condensare influenze e intenzioni in un unico suono, vario ma coerente.
Nel maggio del 2002 nei negozi arriva MEET THE BELLRAYS, compilation rimasterizzata dei primi due dischi del gruppo, GRAND FURY e LET IT BLAST. La Poptones di Alan McGee ha deciso di riportare alla luce il meglio dei BellRays, le perle nascoste che in undici anni di carriera erano rimaste inviolate, o quasi, da un pubblico forse poco attento. "Meet the BellRays" unisce brani estratti dai primi due lavori del gruppo californiano, "Grand fury" e "Let it blast", in modo perfetto: non fosse altro che i BellRays sono sempre stati coerenti nelle loro scelte formali, prediligendo la strumentazione classica di chitarra, basso, batteria e voce e dimenticandosi, nemmeno a dirlo, di ogni diabolico congegno moderno che gli studi di registrazione potrebbero offrire, oggi.
Nel 2003 arriva Raw Collection: il loro primo Best Of che visto il grande successo avrà un seguito nel 2005: tutti i pezzi che hanno fatto la storia di questa straordinaria band raccolti in due volumi.
Ma non è finita qui, The BellRays sono più attivi che mai, nel 2004 esce "The Red, white and Black" (Alternative Tentacles) e nel 2006 "Have a Little Faith" (Cheap Lullaby Records).
www.myspace.com/thebellrays
Ore 21.30.
Ingresso 10 euro con tessera Arci.

--------------------------------------------------------------------------------



VEN. 12 12 2008 - PANE - a seguire doppio Dj set: ground floor SAVE THE DJ - first floor BLESS PARTY
Dall'incontro tra Claudio Orlandi (voce) e Maurizio Polsinelli (piano), avvenuto nel 1992, si genera il primo nucleo della formazione. E' proprio a quei primi anni, segnati da diverse collaborazioni, che si deve il consolidarsi di alcuni elementi portanti della musicalità del Pane, l'energia espressiva ereditata da band come Doors e C.C.C.P., o la ricerca di una espressività più rarefatta ed evocativa, infusa da autori come Debussy, Ravel, Bartok. Nel 1994 l'incontro col chitarrista ritmico Vito Andrea Arcomano. Dalla collaborazione dei tre ha inizio l'intensa attività compositiva del gruppo e la realizzazione dei primi demo. Il fecondo incontro poi con l'estroso flautista Claudio Madaudo (1998) provocherà il necessario dilatarsi della musicalità e un immediato arricchimento delle possibilità compositive. La già "strutturata unità" del gruppo, verrà ulteriormente rafforzata in seguito dalla batteria di Ivan Macera (2001). La ritmicità del batterista non ha recato alcun disturbo all'acustica "da camera" del Pane, ma ne ha anzi evidenziato ed esaltato la potenza espressiva e i richiami alla danza. I versi di Claudio Orlandi, quando nati dalla sua produzione individuale, vengono spesso chiamati ad eccitare la creatività dei musicisti in una perfetta dialettica compositiva. In altri casi, è invece dalle linee della musica che si genera l'Idea da seguire per i versi. Il poliedro-Pane è così in grado di dar voce e musica alla varietà di ispirazioni che, nate dalla disposizione ricettiva dei musicisti, premono per esser dette e vissute.
Dopo l'ottimo "Pane" (2003/autoproduzione), che ha raccolto molti consensi di critica e pubblico, nel Marzo 2008 esce per la Lilium Produzioni il disco d'esordio "Tutta la dolcezza ai vermi", distribuito in tutta Italia da Venus.
www.myspace.com/progettopane
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro con tessera Arci.

--------------------------------------------------------------------------------

SAB. 13 12 2008 - Doppio Dj set: ground floor MICOL MARTINEZ - first floor THE BAD & THE UGLY
Ore 22.30.
Ingresso libero con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------

DOM. 14 12 2008
Chiusura.
LUN. 24 11 2008 - EMOGLOBE
Gli Emoglobe si formano a Milano nel 1998: Gianluca Morelli e Francesco Franciosi danno corpo a nuove idee dopo l'esperienza comune negli Exit. La prima comparsa ufficiale è la partecipazione a Soniche Avventure IV (Fridge Records, 1999), storica compilation di rock indipendente, con un brano tratto dal primo demo.
Nel 2000 Alberto de Angeli, già fonico e collaboratore del gruppo, si unisce al duo in veste di chitarrista. Il conseguente EP autoprodotto (2001) riscuote numerosi consensi dalla stampa nazionale e di settore. Nel 2002 Il brano 'Orange' viene inserito nello score di Velocità Massima (Fandango) diretto da Daniele Vicari. Nello stesso periodo la band apre anche per Afterhours e Linea 77.
Il debutto ufficiale arriva nel 2008 con l'omonimo album prodotto da Marco Trentacoste, contenente il meglio dei primi 5 anni di attività, su Red Vision/Sony Music Publishing, distribuito da Self Italia. La band è da poco rientrata da un mini-tour nordamericano che li ha visti esibirsi a New York, Philadelphia e Los Angeles. Nel frattempo è stata selezionata fra le sei band finaliste per il Jack Daniel's Live Tour dopo il recente show con Casino Royale e Persiana Jones.
Nel 2008: Album di debutto per il trio milanese, prodotto da Marco Trentacoste. Il sound degli Emoglobe fonde alternative rock, new wave, elettronica e suoni post-Seattle in equilibrio tra rabbia e melodia.
Gianluca Morelli (basso/voce), Alberto de Angeli (chitarra) e Francesco Franciosi (batteria) dopo anni di lavoro comune sono riusciti a trovare una sintonia che non lascia spazio a cedimenti. Meglio delle parole può servire il video di "Fall", un viaggio nell'oscuro diretto dal regista Francesco Cannito e in anteprima su:
www.emoglobe.com
www.myspace.com/emoglobe
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro con tessera Arci.

--------------------------------------------------------------------------------



MAR. 25 11 2008 - NORDGARDEN
Esce finalmente l'attesissimo terzo disco di Nordgarden intitolato "The Path of Love" – il sentiero dell'amore.
L'album contiene 10 canzoni che parlano non solo di amore, ma anche d'un famigliare perso e mancato, di una Londra colorata dai colori americani, dell'urgenza bruciante di catturare il momento, di un impossibile autostop in Sardegna – c'è perfino una interpretazione di una delle canzoni del gruppo Morphine. Il titolo dell'album deriva dalla canzone omonima "The Path of Love" che fa parte di una trilogia che tratta delle tre fasi d'una storia d'amore – l'inizio, l'incerto e la fine. Ovvero come lo scrisse diversamente Dante – il paradiso, il purgatorio e l'inferno.E' un viaggio fra dolore e piacere, fra fede e dubbio e fra gioia e lutto. E' un Nordgarden sempre più maturo che ci racconta della sua vita.
Stavolta Nordgarden si è immerso nell'ambiente più creativo e vivo che ci sia nella scena musicale Norvegese. Ha registrato la sua musica nello studio Cabin Recorders ad Oslo – dove ha lavorato anche nomi come Jaga Jazzist, Tomas Dybdahl, The National Bank e Rocket To the Sky.
I musicisti nel complesso hanno radici nel blues, jazz e soul. Al basso c'è Lasse Weeden, figlio del leggendario chitarrista jazz, Paul Weeden, Alla batteria c'è Alexander Pettersen, che ha suonato con Vidar Busk e Junior Watson. Alla tastiera c'è Andreas Ulvo, che suona con gruppi jazz notevolissimi come Shining e Mathias Eick Quartet. Poi c'è il trombettista Peder Øiseth, che suona anche nel disco A Brighter Kind of Blue, accompagnato dal trombonista, Erik Johannesen, dei Jaga Jazzist.
Esce fuori un disco ricchissimo di suoni e di atmosfere bilanciate delicatamente grazie ai produttori Audun Borrmann e Even Ormestad, anche lui dei Jaga Jazzist. E' musica pop, però con le radici profondamente nella sua storia, fondata nel jazz, blues e soul.
www.myspace.com/nordgarden
Ore 21.30.
Ingresso 8 euro con tessera Arci.


--------------------------------------------------------------------------------



MER. 26 11 2008 - THE DODOS + BEACH HOUSE + JANA HUNTER
In esclusiva italiana solo per la data di Milano suoneranno insieme tre promesse della scena indie americana. The Dodos, Beach House e Jana Hunter.
THE DODOS
'Visiter' è il secondo album pubblicato dai californiani The Dodos, originari di San Francisco. Folk, pop, rock, punk tutto insieme per un risultato unico ed originale. I The Dodos sono una delle formazioni più interessanti degli ultimi anni, capaci di rifuggire la classificazione di indie e aspirare ad una carriera basata sulla freschezza ed intensità del loro sound. La band è composta da Meric Long e Logan Kroeber ed il loro secondo album 'Visiter' è uscito prima negli states per la French Kiss, storica label di Hold Steady e Les Savy Fav, e dopo ripubblicato in Europa dalla sempre attenta Wichita (Bloc Party e Cribs). Ciò che stupisce della band è come solo in due creino della musica articolata in cui percussioni e chitarre acustiche si sposano con la bellissima voce country alternative di Meric Long.
La musica dei Dodos è unica, folk di nuova fattura dalla città che ha dato i natali alla scena psichedelica degli anni sessanta e ha visto passare per le sue colline i più importanti cantori della passata generazione. Tamburelli, chitarre acustiche e ritmiche sincopate ma nello spirito del presente più che in quello dei Nuggets anni sessanta.
Con 'Visiter' i Dodos sembra abbiano colpito nel segno, partorendo una creatura che la stampa ha adorato e che giorno dopo giorno richiama nuovi fan. I The Dodos sono catchy e moderni, con un sound morbido e differente da quanto fatto in precedenza dalla scuola USA. Se gli Architecture In Helsinki sviluppassero un suono meno elettronico suonerebbero come i Dodos e sarebbero fenomenali.
Non pensate alla musica di Crosby, Stills Nash e Young ma ad una moderna indie rock band che ama suonare seguendo i dettami del folk. Meric Long e Logan Kroeber sono due geni e di loro si parlerà ancora parecchio.
www.dodosmusic.net
www.myspace.com/thedodos
BEACH HOUSE
I Beach House sono un duo americano di Baltimora composto da Alex Scally e Victoria Legrand. Ad oggi hanno pubblicato due album, ed il secondo lavoro 'Devotion' ha reso noto a stampa e pubblico il loro nome.
Le armonie dei Beach House richiamano alla mente le gesta di band del livello di Mazzy Star, Galaxie 500 e Sugar Planet. Con l'ausilio di tastiere, drum machine, una chitarra e la sulfurea voce di Victoria Legrand i Beach House si pongono come uno degli ensemble più interessanti degli ultimi anni.
Minimali e armonici come le Au Revoir Simone degli esordi, ma anche malinconici come gli Air più ispirati e meno elettronici della colonna sonora del film 'Il Giardino delle Vergine Suicide'.
Nel loro secondo e ultimo album scorrono soavi richiami beatlesiani, la spiritualità strumentale di David Gilmour e la poetica di Kate Bush. Mirabile in questo contesto la cover di Daniel Johnston di 'Some Things Last A Long Time', capace di mettere in gioco tutte le influenze e il romanticismo di cui i Beach House sono capaci. Il candore primigenio da gruppo vocale anni 50 plana su "Wedding Bell", "Turtle Island" sino alla tormentosa, devastante "All The Years" inibendosi poi su "Heart Of Chambers" e sulle policromie volubili di "Gila".
"Devotion" è già più d'un mezzo classico, ed i Beach House una band come poche.
www.beachhousemusic.net
www.myspace.com/beachhousemusic
JANA HUNTER
Jana Hunter, giovane ragazza e songwriter proveniente dalla factory di Devendra Banhart che ha da poco inciso il suo secondo album per la GnomoSong (di proprietà di Devendra Banhart e Andy 'Vetiver' Cabic). Il primo album di Jana 'Blank Unstaring Heirs Of Doom' ha fatto parlare dell'artista come di una nuova promessa della scena folk country americana. Ma è stato il suo secondo album 'There's No Home' a proiettarla tra i nomi di spicco dell'underground americano. Dal vivo Jana si presenta sul palco come una rodata e affiatata folk singer in stile anni sessanta armata solo di voce e chitarra, e accompagnerà in tour i Beach House per promuovere il suo secondo album.
www.myspace.com/janahunter
Ore 21.30.
Ingresso 12 + d.p. con tessera Arci.


--------------------------------------------------------------------------------



GIO. 27 11 2008 - RADIO BRASIL - noite da M.P.B. + dj set LUIZINHO
Fuori dai luoghi comuni, una serata per incontrare la musica e la danza brasiliana; espressioni di un paese fatto di poesia e contraddizione, di energia e saudade.
In collaborazione con l'associazione Kolon Kandyà, un percorso per scoprire la vera musica popolare brasiliana e le sue danze e un'intera notte per deliziarvi con l'originale caipirinha brasiliana preparata ad hoc da esperti!
Ore 21.30.
Ingresso euro 10 compresa la vera caipirinha brasiliana! + tessera ARCI.
Dj set Luizinho.

--------------------------------------------------------------------------------



VEN. 28 11 2008 - ANNULLATO il concerto dei WILDBIRDS AND PEACEDRUMS!!! Vi aspettiamo per il doppio dj set: ground floor dj BLIXA - first floor MADAR dj a.k.a. Aldo B.
Ore 22.30.
Ingresso libero con tessera Arci.

--------------------------------------------------------------------------------

SAB. 29 11 2008 - TELEVISION PERSONALITIES + ThePinkRays - a seguire doppio Dj set: ground floor: SAVE THE DJ - first floor: rotation djs
Saranno in Italia per ben tre date gli inglesi TELEVISION PERSONALITIES, storica band attiva da vent'anni capitanata da Daniel Treacy, che ha ridato vita alla scena post-punk contaminandola di psichedelia in una soluzione veramente irresistibile e cupa. Sarà un'occasione unica per rivedere una grande band!
www.myspace.com/tvpersonalities
Special guest in apertura: ThePinkRays!
www.myspace.com/thepinkrays
Dopo il concerto: doppio Dj set: ground floor: SAVE THE DJ - first floor: rotation djs
Ore 21.30.
Ingresso NP con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------

DOM. 30 11 2008
Chiusura.
LUN. 17 11 2008 - SIKITIKIS
Biografia in 20 righe:
DIABLO (voce e rumori)
JIMI (basso)
ZICO (organi e sintetizzatori)
REGIZ (batteria)
DEFINIZIONE: Progetto musicale di sperimentazione e contaminazione delle materie della musica progressiva basata sulle strutture del pop e gli stilemi della musica per il cinema.
4 appassionati di vecchie colonne sonore italiane si incontrano dopo esperienze musicali differenti. E' il 2000, Prendono il nome di SIKITIKIS.
Il lavoro sulle colonne sonore si fonde gradualmente con i vari background dando vita ad un linguaggio musicale ricco di personalità e fortemente caratterizzato dall'assenza di chitarre e da un'inclinazione garage-punk.
Nel corso dei primo anni la band elabora e sviluppa una serie di omaggi al cinema italiano d'autore e di genere.
Nel 2004, con l'omaggio a PETRI & VOLONTE', sono l'unico progetto musicale ad omaggiare Gianmaria Volonté a LO SGUARDO RIBELLE, commemorazione ufficiale ai 10 anni dalla scomparsa dell'attore italiano al teatro Ambra Jovinelli di Roma.
L'esordio discografico arriva nel 2005 per l'etichetta Casasonica con l'album FUGA DAL DESERTO DEL TIKI. Il disco viene ottimamente accolto da critica e pubblico e premiato al Meeting delle Etichette Indipendenti come miglior esordio indie-rock.
Segue un tour di 80 date in tutta Italia che proietta i SIKITIKIS fra le più attive realtà del live nazionale.
Nel 2006 sono chiamati dal regista Enrico Pau a realizzare la colonna sonora del film JIMMY DELLA COLLINA premiato al festival di Locarno nel 2007.
Il secondo lavoro, "B", esce nel marzo 2008.
www.sikitikis.com
www.myspace.com/sikitikis
Ore 21.30.
Ingresso 7 euro con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



MAR. 18 11 2008 - GIULIO CORDA
"SEI + 1" L'ESORDIO DA SOLISTA DI GIULIO CORDA, EX LEADER DEI GIULIODORME
Era il 1998 quando i Giuliodorme, prodotti da Enzo Miceli (produttore di Daniele Silvestri) per la BMG Ricordi, salirono sul palco del Festival di Sanremo per presentare "Non sei Tu" brano tratto dall'album "Venere", album di debutto molto stimato dalla critica musicale.
Con loro, al debutto con il grande pubblico televiso, a gareggiare nella sezione giovani quell'anno tra i tanti anche Alex Britti, Max Gazzè, Quintorigo e Madreblu.
Nel 2002 i Giuliodorme decidono di separarsi e Giulio Corda, voce e leader della band, torna oggi sulle scene con un album tutto suo, una produzione indipendente per la sua etichetta Benka Records, che nel 2005 ha esordito dando luce ad un altro particolare progetto musicale, l'album di Violante Placido, in arte Viola, "Don't Be Shy".
Il titolo dell'album "SEI + 1" ha a che fare con l'Essere e l'unità e di conseguenza con il significato simbolico legato al numero '7' che nella filosofia cinese per esempio rappresenta la 'vita nuova' la 'rinascita' ed il 'ritorno'... la funzionalità della Morte come origine della Vita Nuova. L'album è il racconto di emozioni, l'energia di un artista, il punto d'arrivo di un desiderio e l'inizio di un nuovo cammino che Giulio ha intrapreso con la collaborazione di alcuni amici e colleghi come Paolo Bucciarelli (anche lui ex componente dei Giuliodorme) che del disco ha realizzato insieme a Giulio la produzione artistica, Piero Monterisi (prezioso musicista che ha collaborato tra i tanti con Tiromancino, Raf, Daniele Silvestri e attualmente con Cristina Donà), Marcello Di Leonardo (batterista di Stefano Di Battista), Luca Bulgarelli (contrabbassista di Sergio Cammariere), Molecola (da anni ai suoni dei Tiromancino) che ha realizzato alcune delle registrazioni e il mixaggio 11 tracce con suoni puliti, caldi, avvolgenti e testi che riflettono anni importanti di vita, di emozioni, di interrogativi.
Un sezione di archi per Non Vedi e Finestrino, i fiati per Malattia e l'intervento del terzo Giuliodorme, Andrea Moscianese (uscito anche lui con un nuovo progetto Mughen), alle chitarre nei brani Sette, Sei Tu, Malattia e Finestrino.
E proprio Finestrino è il cameo dell'album: un brano che a differenza degli altri, è suonato dai Giuliodorme, in quanto realizzato su registrazioni originali della band live in studio prima dello scioglimento.
www.benkarecords.com
www.myspace.com/giuliocorda
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro con tessera ARCI.


--------------------------------------------------------------------------------



MER. 19 11 2008 - WIZARD + OCTOPUS feat. NINA
Un'unione straordinaria per una serata irripetibile. Un repertorio che spazia dal funky al blues, passando per il rock, per un concerto unico.
Nina, una delle più belle voci del panorama italiano, si lega per questa speciale serata alle chitarre dei Wizard, progetto di Stefano Verderi, e alle sonorità trascinanti degli Ocopus.
www.myspace.com/ninatheblackmill
www.myspace.com/stefanoverderi
www.myspace.com/octopustrio
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro con tessera ARCI.


--------------------------------------------------------------------------------



GIO. 20 11 2008 - IGLU&HARTLY – a seguire dj set by MICOL MARTINEZ
Immaginate Tom Petty e le Pointer Sisters in un bar karaoke di Tokyo a cantare Tina Turner. La musica degli Iglu & Hartly è un frullato di generi.
I ragazzi si sono incontrati all'Università del Colorado a Boulder. Jarvis Anderson, Sam Martin, Simon Katz. I tre hanno iniziato a fare musica, che alla fine ha formato 'I tre'.
Incapaci di trattenere l'energia e insofferenti di aspettare i diplomi i 3 lasciano la scuola e si trasferiscono a Echo Park, California, ad est di Hollywood, dove iniziano a bussare alle porte dei club per trovare dei concerti sottoponendosi alle fatiche del circuito dei night clubs di Hollywood tra lustrini e sporcizia, la band si fa apprezzare anche a South Bay, una comunità con una forte eredità punk, casa di Black Flag, The Descendents, Circe Jerks e Pennywise.
Lasciate i vostri sogni d'estate di Malibù alla porta o voi che entrate...
Poco dopo essersi trasferiti a Los Angeles, Luis Rosiles si è unito al gruppo come batterista e Michael Bucher come bassista.
Con oltre 200 concerti soltanto nell'area di Los Angeles Iglu & Hartly sono diventati una vera e propria forza sul palco.
Uno spettacolare concerto al SXSW festival a Austin e un tour sold out in Inghilterra hanno creato un grande entusiasmo attorno alla band.
Iglu & Hartly hanno trascorso gli ultimi mesi rinchiusi nella casa che condividono a Echo Park a registrare le canzoni che vanno a comporre l'album And Then Boom in uscita questo autunno, preceduto dal singolo In This City. Ogni canzone trasuda irresistibili spunti pop e assieme ai peculiari rap e ai sintetizzatori lo rendono un disco che farà da colonna sonora dei vostri prossimi mesi.
Benvenuti quindi nel mondo dei Iglu & Hartly. Un mondo di speranza trainata dai sintetizzatori. Un mondo fradicio di birra e sudore, che nasce dal cuore e dall'anima. Senza compromessi, senza controllo, inarrestabili.
Iglu & Hartly sono:
Jarvis Anderson e Sam Martin (voce/tastiere)
Simon Katz (chitarre)
Luis Rosiles (batteria)
Michael Bucher (basso)
www.igluandhartly.com
www.myspace.com/igluandhartly
Ore 21.30.
Ingresso 12 euro con tessera Arci.

--------------------------------------------------------------------------------



VEN. 21 11 2008 - THE WEDDING PRESENT - a seguire doppio dj set: ground floor dj BLIXA - first floor rotation dj's
Formati dai sopravvissuti della indie band Lost Pandas, i Wedding Present emergono come una delle più importanti pop band britanniche. Nati a Leeds, nel 1985, capitanati dal cantautore David Gedge che è sempre rimasto il punto di riferimento della band. Dal loro debutto "George Best", la band ha un'intensa attività che culmina con l'ultimo lavoro "El Ray". Grandi innovatori del pop!.
www.theweddingpresent.co.uk
www.myspace.com/theweddingpresent
Ore 21.30.
Ingresso 15 euro con tessera Arci.

--------------------------------------------------------------------------------

SAB. 22 11 2008 - Doppio Dj set: ground floor: SAVE THE DJ – first floor rotation dj's
Ore 22.30.
Ingresso libero con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------

DOM. 23 11 2008
Chiusura.

--------------------------------------------------------------------------------
LUN. 03 11 2008 - M83
Gli M83 saranno sono in Italia per presentare il terzo album Saturdays=Youth.
Il disco è tutto incentrato sull'adolescenza e la giovinezza, periodo fondamentale per il leader Anthony Gonzalez durante il quale ha scoperto la musica, il divertimento e gli eccessi.
Rispetto agli album precendenti il nuovo segna anche un cambio di sonorità, questa volta sempre molto '80s ma orientate verso suoni più pop. L'album è stato registrato da Ken Thomas (Sigur Ros, Sugarcubes, Cocteau Twins, Suede) e Ewan Pearson (TRacey Thorn, Rapture, Ladytron)
www.ilovem83.com
www.myspace.com/m83
Ore 21.30.
Ingresso 10 euro con tessera Arci.

--------------------------------------------------------------------------------



MAR. 04 11 2008 - MUSICA PER BAMBINI
Musica Per Bambini è lo pseudonimo di Manuel Bongiorni.
Musica Per Bambini (a volte chiamato MusicaPerBambini o MxB) ha pubblicato tre album: Nascondino coll'assassino, Del Superuovo, M__sica.
Nel 2006 ha pubblicato un disco col suo vero nome (Manuel Bongiorni) intitolato Storie per un Re, sponsorizzato dal Parco delle Fiabe del Castello di Groparello. Attualmente sta lavorando al quarto album col nome Musica Per Bambini. Ha collaborato con Radio Deejay producendo la sigla finale di B-Side, programma condotto da Alessio Bertallot. Nel 2007 ha realizzato un brano ispirato da un servizio di Dispenser, programma di Radio2 condotto da Matteo Bordone, Paper Dress. Probabilmente Alessio Bertallot presterà la voce per un brano dell'album in lavorazione. I concerti sono caratterizzati da originali performance teatrali, queste contestualizzano i brani cantati su una base preregistrata o accompagnati da una semplice chitarra acustica. Come una sorta di coverband di sé stesso nei live si fa aiutare dai vari collaboratori: cantanti, attori, mimi e giocolieri, in una formazione sempre cangiante che rende lo spettacolo unico e completamente diverso da tutti quelli precedenti. Questo tipo di esibizioni è stato portato, in forma ridotta, anche in radio (su Radio Deejay a B-Side), e in televisione (su Mtv at Your Noise).
www.musicaperbambini.com
www.myspace.com/musicaperbambini
Ore 21.30.
Ingresso 6 euro con tessera Arci.


--------------------------------------------------------------------------------



MER. 05 11 2008 - PIVOT
Arrivano da lontano i Pivot: come anni (il gruppo nasce in fase embrionale ancora alla fine degli anni '90) e come luoghi (Australia). Ma oggi, nel 2008, sono una delle realtà più immediate e sorprendenti che si possano incontrare. Merito della Warp, da tempo l'etichetta-guida della scena elettronica e in generale delle musiche più coraggiose e innovatrici, che è andata a scovarli dopo aver ricevuto nel 2007 in ufficio un loro demo (corredato da un hot dog, giusto per far colpo). Ma merito soprattutto dei Pivot stessi: la loro combinazione esplosiva di energia da garage rock e cerebralità prog, di elettronica e analogico, di sperimentazione e, come dicono loro, di "gioia apocalittica" li ha posti subito al centro dell'attenzione dei media di mezzo mondo, a partire da quelli anglosassoni. Il loro album uscito ad agosto, "O Soundtrack My Heart", è descrivibile come una specie di incontro/scontro tra le loro varie influenze: partono da Jean-Michel Jarre e Vangelis, passano per la new wave dei primi Talking Heads e arrivano a sfiorare i territori estremi degli Autechre; il tutto condito da molto, molto humour. Dal vivo poi Dave Miller e i fratelli Pike, Laurenz e Richard (con quest'ultimo che era, strano ma vero, la controfigura di Ewan McGregor nell'ultimo "Guerre stellari"), sono una di quelle esperienze davvero da non perdere, in grado come sono di guidare il pubblico in mezzo a groove, distorsioni, architetture storte e colpi di scena sonori. O, come ha scritto NME, di creare l'atmosfera "di una colonna sonora di John Carpenter reinterpretata però dai Battles, lì dove tessiture intricate e puro piacere del party entrano in collisione".
www.pivotpivot.net
www.myspace.com/pivotpivot
Ore 21.30.
Ingresso 12 euro con tessera ARCI.


--------------------------------------------------------------------------------



GIO. 06 11 2008 - LATE OF THE PIER – a seguire dj set
Indie rock, glam, elettronica, Zappa e i Klaxon: questi sono i Late Of The Pier. Il gruppo si forma nel 2005 quando Earl Samuel Dust, Francis Dudley Dance, Red Dog Consuela e Jack Paradise decidono di uscire dalla noiosa vita della provincia inglese (vengono da Castle Donington, paese di 7000 anime) e di tentare il grande salto nel mondo della musica.
Iniziano a registrare i primi brani che di lì a poco trovano spazio in "Zarcorp Demo", reso scaricabile gratuitamente dal loro myspace. Il loro è un indie-rock con un pizzico di sonorità elettroniche anni '80, un po' di glam e una carica unica fa in modo che la band attiri l'attenzione dell'etichetta WayOutWest Records che pubblica il singolo "Space And The Woods" all'inizio del 2007 in sole 500 copie.
A questo punto un incontro cambia la vita del quartetto inglese che entra nelle grazie di uno dei produttori e DJ più cool del momento, ovvero Erol Alkan, che lavora in prima persona al secondo singolo, "Bathroom Gurgle", poi pubblicato per la pretigiosa Moshi Moshi Records (ma sempre con una tiratura limitata di 500 copie).
Anche il brano numero 3 ha una gestazione particolare: "The Bears Are Coming" viene pubblicato solo su 12'' e, ancora una volta, reso scaricabile gratuitamente. Il loro mix di Gary Numan, Brian Eno, Frank Zappa, Devo e Klaxons inizia a riscuotere un notevole successo e, sempre con l'aiuto di Alkan, tra un concerto e l'altro cominciano a registrare il disco di debutto. "Fantasy Black Channel" esce ad agosto del 2008 ed è preceduto dalla ripubblicazione del singolo "Space And The Woods" accompagnato questa volta dal brano inedito "Focker".
www.lateofthepier.com
www.myspace.com/lateofthepier
Ore 21.30.
Ingresso 12 euro + d.p. con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



VEN. 07 11 2008 - LEITMOTIV – opening act: NICODEMO – a seguire doppio dj set: ground floor dj BLIXA - first floor MADAR dj a.k.a. Aldo B.
I LEITMOTIV sono un progetto artistico nato nella provincia ionico-salentina, ma cresciuto raccogliendo stimoli e fermenti lungo tutta la penisola e ben oltre le Alpi.
Le loro canzoni, che coprono i generi più diversi, sono infatti in italiano, francese ed inglese.
E' dall'incontro/scontro del locale con il globale che queste prendono vita e creatività, nelle sonorità e nei contenuti testuali, cercando un difficile trait d'union tra la forza e l'impatto del rock, la tradizione cantautoriale e l'animosità della musica mediterranea.
"L'AUDACE BIANCO SPORCA IL RESTO" è il titolo del loro primo album.
Il disco parte da un concept di base: il tema dell'eroicità e del conseguente sacrificio da essa comportato. L'Eroe (il Bianco) - inteso come colui che porta un cambiamento radicale, nel bene e nel male - è spesso una figura 'necessaria' nella storia, ma frequentemente la sua azione tinge la realtà dei colori del sacrificio (i colori del sangue, reale o figurato), degli altri o del proprio.
I brani sono stati scritti in un periodo lungo tre anni, ognuno è quindi una storia a sé, ma riconducibile allo stesso nucleo compositivo. La sequenza delle tracce definisce un senso d'ascolto, una direzione di lettura, creando un discorso compiuto in cui il primo protagonista è l'umanità in tutti i suoi aspetti. Denso e diverso, solare e scuro, l'album vede la produzione artistica di Amerigo Verardi (già al lavoro con Baustelle e Virginiana Miller), che ha orientato il progetto in direzioni precise, evitando facili barocchismi e dispersione. Le linee da lui tracciate sono l'emozionalità, intesa in un nuovo senso, e l'essere del Sud, ovvero mostrare il diverso vibrare di altre culture (in questo caso, più specificatamente mediterranee).
"L'AUDACE BIANCO SPORCA IL RESTO" è un disco amaro, ma non remissivo.
Ogni brano nasconde una speranza non edulcorata ed il suo ascolto può rivelarsi una sorta di esorcismo, lasciandosi andare, riconoscendo l'oscurità che viene dipinta, non nascondendo i propri timori, ma affrontandoli.
Alla realizzazione dell'album ha collaborato, oltre al già citato produttore Amerigo Verardi, l'ingegnere del suono Maurice Andiloro (Afterhours, Capossela, Bersani, Jovanotti, Perturbazione), che ne ha curato le riprese ed il missaggio presso il Pan Pot Studio di Antonio Bruno a Brindisi a cavallo tra Dicembre '07 e Gennaio '08.
Il mastering è stato eseguito in Marzo al Nautilus di Milano da Claudio Giussani.
Il disco è prodotto dai Leitmotiv in collaborazione con La Fabbrica.
www.leitmotivonline.net
www.myspace.com/leitmotivonline
OPENING ACT: NICODEMO
Autore di testi e musiche, Nicodemo, nella vita reale Nicola Pellegrino, propone uno spettacolo il cui percorso si colora d'intimità, spesso di silenzio (quando assordante), isteria post-esaurimento, voglia di rivoluzione culturale.
La poesia, le trame in versione acustica, le incursioni elettroniche, le immagini rievocative, queste sono le componenti di un intenso momento di musica d'autore. Le canzoni, tutte dedicate a chi cede ai sensi. Un'ora e trenta in cui, l'insieme di ciò che accade, è partecipativo; in cui sono gli eventi a dettare i tempi ed i modi di "conversazione".
I testi, non sempre autobiografici, rispecchiano un po' quelli che sono i tempi in cui viviamo con un accenno nostalgico al passato e, le musiche, spesso concepite con la chitarra sul divano di casa, dal vivo, vengono eseguite in trio. Accanto a Nicodemo, voce, chitarra acustica e microkorg, l'inseparabile Gaetano Maiorano (costola storica del progetto del cantautore) alle chitarre e cori ed Alessandro De Marino al clarinetto elettronico e programmazioni.
Grazie a Fabio Monetti, tutte le canzoni sono "tradotte visivamente" dalla proiezione di immagini elettroniche, una vera e propria mostra fotografica contestuale ai racconti.
Nicodemo... il cantautore postmoderno!
Nicodemo ha recentemente partecipato con il brano "A sud non c’è elettricità" al cd di Teresa de Sio "RIDIMM A SUD" uscito nei negozi il 22 maggio.
www.nicodemocantautore.it
www.myspace.com/nicodemocantautore
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------

SAB. 08 11 2008 - Doppio Dj set: ground floor: SAVE THE DJ – first floor rotation dj's
Ore 22.30.
Ingresso libero con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------

DOM. 09 11 2008
Chiusura.
LUN. 27 10 2008 - DAVIDE ZILLI per VIA LIBERA
Il Circolo Arci La Casa 139 aderisce al progetto Arci VIA LIBERA e presenta Davide Zilli.
Piacentino, insospettabile, occhialuto precario prof di italiano al mattino e cantautore-pianista di sera, Davide "Dada" Zilli si forma con una lunga gavetta di pianista classico nei conservatori di Piacenza e Milano. Alla tenera età di 18 anni, però, dopo una visione di "The Commitments" rimane folgorato dalla musica "incolta", e inizia così il suo apprendistato in vari progetti musicali, spaziando dal soul al punk, dal blues all'indie pop e al jazz. Nel 2001 comincia a comporre e ad esibirsi con canzoni proprie, venendo subito selezionato per i corsi di "Fronte del palco" al Centro Musica di Modena. Qui affina i propri brani e il proprio live sotto la guida di insegnanti come Manuel Agnelli (Afterhours), Sergio Carnevale (Bluvertigo), Alberto Cottica (Modena City Ramblers, Fiamma Fumana), Cristina Donà, Gianni Maroccolo (Litfiba, CSI, PGR). Nell'ambito di questa esperienza si esibisce a Ravenna nello spettacolo "Reload" (con cover riarrangiate sotto la supervisione di Alberto Cottica e Cristina Donà), al MEI di Faenza, e successivamente in vari locali e manifestazioni - ricordiamo "Tendenze Acustico" a Piacenza nel 2004. Da due anni è iscritto, sotto la supervisione di Giampiero Bigazzi, al progetto "Sonda" promosso dalla Regione Emilia Romagna, che vede diversi artisti perfezionare e potenziare il proprio progetto sotto la guida di alcuni valutatori (musicisti e produttori). Ha appena registrato e autoprodotto l'EP omonimo con sei pezzi. Le sue canzoni sguazzano tra tante storie tutte vere: le giornate interminabili o troppo brevi dei nerds di provincia (la sua vaga somiglianza con Simone Cristicchi gli ha peraltro già procurato un adorante pubblico femminile) amori (per lo più finiti o non ricambiati, perché così molta gente ci si rispecchia e si vendono milioni di dischi*) lavori poco pagati (id. come sopra) viaggi (per lo più pendolari, ma non si escludono per il futuro testi più europeisti, amori internazionali, gusto dell'avventura, melodie solari da fischiettare mentre si trotterella nel continente globale, in Erasmus o Inter-Rail) le solite cose, insomma. La musica, come molti autorevoli critici hanno già rilevato, mescola pop e jazz nelle forme più varie, seguendo una linea che va da un certo cantautorato italiano (Conte, Caputo) fino al Joe Jackson di "Night and Day" e all'Elvis Costello più intimista. Ma aggiungiamoci pure, non so, spruzzatine e rivoli di Belle and Sebastian, Gomez, Capossela, XTC, Gino Paoli, Steely Dan, Bersani (Samuele, ma perché no anche Pierluigi), il soul-pop Motown, Sergio Endrigo, e tanti altri (ah, nel frattempo, per amore del vile denaro, non tralascia il papillon e lo smoking, e continua a concertare anche come pianista classico, ha composto musiche spocchiosamente colte, accompagnato svenevoli soprani, tonitruanti tenori, cori oceanico-sinfonici, mozartato e beethoveggiato, ma questa è un'altra storia)
*come da consiglio di un noto produttore di major
www.myspace.com/davidezilli
VIA LIBERA
è una rete di soggetti, prevalentemente circoli, che operano nell'ambito della produzione e della promozione culturale, in particolare rivolta ai giovani. Via Libera nasce dall'esigenza di mettere in rete i circoli, quelli che ospitano spettacoli dal vivo e quelli che producono o promuovono spettacoli e/o artisti, nell'ottica di sviluppare sinergie sempre maggiori all'interno della rete Arci e di offrire a un pubblico sempre più vasto l'opportunità di fruire di eventi culturali. I circoli aderenti hanno sede prevalentemente sul territorio milanese, ma anche in altre province lombarde. Il progetto di costruzione della rete ha avuto inizio nel marzo 2007, grazie anche al contributo della Fondazione Cariplo. Unitamente alla circuitazione di spettacoli nei circoli aderenti (per un totale di 90 repliche), sono stati costruiti strumenti di comunicazione interna ed esterna alla rete, a partire dal sito www.arcivialibera.org, che vuole provare ad essere luogo di incontro molteplice, rivolto ai cittadini, agli artisti, agli operatori del settore e ai circoli stessi.
www.arcivialibera.org
www.myspace.com/arcivialibera
Ore 21.30.
Ingresso libero con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



MAR. 28 10 2008 - CAVOUR + SUPERNOVA
On stage saliranno i Cavour, pop-rock italiano fresco, spensierato e radiofonico.
Prima di loro saliranno sul palco i Supernova, band milanese con un'indole spiccatamente rock, con una chiara impronta seventies.
www.myspace.com/cavourlive
www.supernovaweb.it
Ore 21.30.
Ingresso libero con tessera ARCI.
Serata in collaborazione con The Lab - Nokia.


--------------------------------------------------------------------------------



MER. 29 10 2008 - MILOSH - Opening act: Noise Under Dreaming
Sarà la !K7 (etichetta delle mitiche "K&D sessions" oltre che di Matthew Herbert e Ursula Rucker) a pubblicare il terzo album per il canadese Michael Milosh, nome d'arte semplicemente Milosh. Intitolato "iii" il nuovo lavoro di Milosh, formatosi dal punto di vista musicale come eccellente violoncellista, trasporta l'ascoltatore in un emozionante viaggio attraverso un meraviglioso ed inesplorato paesaggio musicale. I suoni che escono dalle note create da Milosh abbracciano il Pop in tutte le sue sfumature, siano esse glitch, soffici beats, samples e voce in falsetto. Interamente concepito e registrato nell'isola di Koh Smaui in Tailandia, "iii" combina l'elettronica celebrale fatta di delicati beat destrutturati, con l'affascinante e dolcissima voce soul di Michael creando una serie di profonde e melanconici paesaggi veramente suggestivi. Le atmosfere dei precedenti lavori di Milosh hanno spesso richiamato quelle di Radiohead, Cocteau Twins e Brian Eno. Il nuovo lavoro si avvicina moltissimo alle vette toccate da Telefon Tel Aviv, Four Tet, Daedelus, Dntel e Psapp. E proprio a proposito di Telefon Tel Aviv, non è certo un caso che "iii" sia stata mixato da Josh Eustis, che del progetto TTA ne è una delle due metà. I primi due dischi di Milosh sono usciti per la ottima Plug Research (John Tejada, Flyng Lotus...). Come si dice, musica per il corpo e per la mente.
www.milosh-iii.com
www.myspace.com/milosh
Noise Under Dreaming
Noise Under Dreaming nasce nel 2006 nella periferia ovest di Milano. La madre di Noise Under Dreaming si dice fosse una puttana borghese, per questo non gli è mai stata data la possibilità di parlare. L'effetto è una musica che tiene la testa bassa e raramente guarda negli occhi, una musica da ascoltare, o meglio da sentire, da soli. Noise Under Dreaming non mangia ma talvolta assapora. Infatti è magro da far spavento.
Però sorride nell'ombra, guardando gli altri mangiare.
www.noiseunderdreaming.com
www.myspace.com/noiseunderdreaming
Ore 21.30.
Ingresso 10 euro con tessera ARCI.


--------------------------------------------------------------------------------



GIO. 30 10 2008 - GALLON DRUNK – a seguire dj set
L'Inghilterra degli anni 90 non è stata solo la patria di innocue band brit-pop, ma ha sfornato gruppi di culto nell'ambito del rock underground. Tra questi i Gallon Drunk, destinati a prendere il posto dei defunti Birthday Party. Un sound violento, potente, scuro, sporco, malato è quello che offrono James Johnston e soci, dove la parola d'ordine è non risparmiarsi.
I londinesi Gallon Drunk si presentarono sulle scene in un'epoca in cui in Inghilterra stava per esplodere il fenomeno brit e il rock cercava di rinnovarsi incrociandosi con l'elettronica, il funk e l'hip-hop. La proposta era quanto mai demodée: un miscuglio di blues, surf, country e swing, suonato con impeto hardcore e spirito british, con un occhio a Cramps, Tom Waits, Birthday Party e Gun Club. Come uno spettacolo vaudeville ad alto tasso etilico, in cui si è perso il controllo della situazione e gli artisti entrano in scena a sproposito, i Gallon Drunk pescano dal cilindro della tradizione musicale gli ingredienti per ricette improbabili ma efficaci. [...] Quella dei Gallon Drunk è cocktail music per chi dei cocktail ha definitivamente perso il conto ed è ormai allo sbando psico-fisico, voodoobilly per dandy in incognito, colonna sonora per un road-movie notturno." (da SentireAscoltare.com)
www.gallondrunk.com
www.myspace.com/gallondrunk
Ore 21.30.
Ingresso 10 euro con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



VEN. 31 10 2008 - THE DANCING PUMPKIN - FESTA DI HALLOWEEN
La Casa 139 e tutto il suo Clan si preparano a festeggiare la festa più spaventosa dell'anno!
Ma noi le feste le facciamo a modo nostro, come tutto il resto. E allora musica sia: a ritmo di Zucca. In collaborazione con l'associazione Kolon Kandya (www.kolonkandya.com).
Abbiamo affidato alle mani di Andy, Homocaro e Luca Malaspina la regina di Halloween che per la serata diventerà lo strumento capace di farci assaporare luoghi e culture lontani.
Un incantesimo per risvegliare fantasmi e streghe e farli ballare fino allo sfinimento!
Il Circolo Arci La Casa139 e Kolon Kandya vi aspettano!
A seguire dj set by Francesco Dupré.
Ore 22.30.
Ingresso 10 euro con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------

SAB. 01 11 2008 - Doppio Dj set: ground floor: SAVE THE DJ – first floor: BLESS PARTY!
Ore 22.30.
Ingresso libero con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------

DOM. 02 11 2008
Chiusura.
LUN. 13 10 2008 - ELISABETTA CITTERIO
Cantautrice con esperienze musicali di svariato genere, dal canto medioevale al gospel dal mambo anni 50, al punk, esperienze anche in campo teatrale. Attualmente ha preso parte a diverse esibizioni come cantante di Classic Jazz ma Soprattutto si propone da sola, con una chitarra in uno spettacolo di brani originali da lei composti e interpretati con lo stile intenso e raffinato, della sua voce.
I testi, trasformati in musica sono un cocktail, di fantasia, sentimento e lucida ironia, un forte richiamo a ridere, a piangere, ad ascoltare, tra i musicisti, alcuni dei cantautori con cui collabora: Angela Kinczly, Missincat, Flavio Pirini, Stefano Vergani, Naif, Dente.
www.myspace.com/elisabettacitterio
Ore 21.30.
Ingresso libero con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



MAR. 14 10 2008 - THOSE DANCING DAYS – opening act: LE MAN AVEC LES LUNETTES
Dopo l'esibizione sorprendente al Pop Circus Festival lo scorso luglio a Milano, torna la band indie/pop svedese più spigliata e adrenalinica di quest'anno. Saranno infatti in un'unica data italiana THOSE DANCING DAYS, la band composta da giovanissime ragazze che sanno il fatto loro! Con uno stile assolutamente vintage e alcuni accenni di musica Northern Soul le Nostre daranno vita ad uno show divertente e ad alto tasso rock!
www.myspace.com/thosedancingdays
In apertura Le Man Avec Les Lunettes.
www.myspace.com/occhialuto
Ore 21.30.
Ingresso 12 euro con tessera ARCI.


--------------------------------------------------------------------------------



MER. 15 10 2008 - FOU - opening act: MAUVE
Dopo il fortunato Ep promozionale "Inostricostosiobbifeticisti", grazie al quale i Fou si sono fatti conoscere durante il 2007, a fine ottobre verrà pubblicato "Procurarsi guanxi", l'album d'esordio della band milanese - prodotto dall'etichetta discografica Novunque.
I Fou si fanno scegliere da un genere che rielabora o prende in prestito sonorità e stili musicali di un certo pop-rock d'oltreoceano che per antonomasia viene definito indie, assumendo come riferimenti gruppi quali Flaming Lips, Dinosaur jr, Grandaddy, Pavement, Yo la Tengo e simili, senza dimenticare la lezione dei mai dimenticati Scisma.
L'intento - oltremodo spavaldo e pretenzioso - è quello di ottenere una miscela di suoni attraverso la ricerca dei contrasti fra melodie noise e varie altre contaminazioni, il tutto condito con una spiccata attitudine punk.
Scelgono la forma canzone come modalità compositiva ed espressiva privilegiando un italiano libero sgrammaticato licenzioso nella scrittura dei brani il cui mood sempre autoironico ma mai autoassolutorio è quello di raccontare storie di normalità parossistica: studentelli annoiati, alternative riciclate, l'illusionismo del linguaggio dei media in un contesto decisamente contemporaneo e mai nostalgico. Ma i Fou sanno anche fare altro, per esempio il brano "Edmundo", con il fondamentale apporto di Daniele Carretti degli Offlaga Disco Pax.
www.myspace.com/fouband
in apertura: Mauve
Oscillando tra sogno e realtà, tra sfuriate post-rock e delicatezze dream-pop, Kitchen love, l'esordio dei piemontesi Mauve, è uno dei dischi italiani più belli degli ultimi mesi.
Il suono della band mostra una doppia faccia come nella storia del Dottor Jekyll e di Mr. Hyde: da un lato musica strumentale, rumorosa ed evocativa; dall'altro malinconiche canzoni indie-rock. Nell'agosto 2006 viene registrato "Sweet noise on the sofa", un ep di 4 brani che a gennaio esce per l'etichetta milanese Canebagnato records.
Nel 2008 hanno aperto alcune date italiane per Jens Lekman e Picastro, e a maggio hanno pubblicato l’esordio "Kitchen love" su etichetta Canebagnato.
www.myspace.com/feelmauve
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro con tessera ARCI.


--------------------------------------------------------------------------------



GIO. 16 10 2008 - THE RECORD'S - a seguire Cesare Basile "mojo working" dj set
Dopo il mini cd d'esordio Joyful Celebration (Mizar / 2007), che ha riscosso consensi di pubblico e critica, il trio bresciano presenta "Money's on fire", primo disco ufficiale della band, che per l'occasione si avvale della preziosa collaborazione di Giovanni Ferrario in veste di produttore artistico. La miscela fra garage-rock'n'roll e power pop viene così incanalata verso una forma canzone pulita ed efficace, senza mai perdere di vista la vera matrice del progetto: "...Chitarra, basso, batteria, un gran tiro e melodie assassine, questo è Money's On Fire. Per me i Record's hanno capito tutto" (Luca Frazzi-Rumore)
www.myspace.com/therecordsrocks
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



VEN. 17 10 2008 - JAY BRANNAN - a seguire dj set by BLIXA
Nato in Texas ma newyorkese di adozione, Jay Brannan è il nuovo volto del cantautorato americano. Si esibirà per la prima volta in Italia per presentare il suo primo album 'Goddamned' con due appuntamenti autunnali, il 16 e il 17 Ottobre rispettivamente all'Init Club di Roma e alla Casa 139 di Milano.
Jay Brannan è un nome che a molti suonerà nuovo, ma che altri ricorderanno per la partecipazione a 'Shortbus', film del 2006 di John Cameron Mitchell che fece scandalo fin dalla sua presentazione al Festival di Cannes. In quell'occasione recitava nei panni di Ceth, ex modello e aspirante cantante, e proprio nel film interpretava una sua canzone, 'Soda Shop', poi entrata a far parte della colonna sonora del film. In questi due anni Jay ha abbandonato il cinema per dedicarsi totalmente alla musica e il risultato è l'album di esordio 'Goddamned', prodotto da Will Golden e uscito il 15 Luglio. Nonostante la giovane età, è nato nel 1982 a Houston, Brannan ha da sempre dimostrato coraggio e tenacia, prima accettando un ruolo cinematografico scomodo come quello di Ceth, in seguito al quale si è pubblicamente dichiarato gay, e poi scrivendo testi dai contenuti espliciti, che non risparmiano critiche alla società. Per questo motivo si è guadagnato la copertina del gay magazine inglese AXM, conquistando un pubblico europeo ancora più ampio, vista anche la sua avvenenza fisica. 'Goddamned' è un disco acustico, in cui la sensuale voce di Jay viene accompagnata solamente dalle note della sua chitarra. Già dal primo singolo 'Housewife' sono ben chiare le fonti da cui prende ispirazione, rintracciabili nel cantautorato femminile, da Ani DiFranco a Liz Phair, passando per Tori Amos e Fiona Apple.
Durante l'estate Jay Brannan ha attraversato gli Stati Uniti esibendosi in diverse date, per poi approdare in Gran Bretagna insieme alle Bitch, duo noto nell'ambiente 'queer'. Il tour proseguirà in autunno in Australia e Canada e toccherà finalmente l'Italia con due appuntamenti, nei quali si esibirà in veste acustica.
www.jaybrannan.com
www.myspace.com/jaybrannan
Ore 21.30.
Ingresso 8 euro con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------

SAB. 18 10 2008 - Doppio Dj set: ground floor: SAVE THE DJ – first floor: rotation djs
Ore 22.30.
Ingresso libero con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------

DOM. 19 10 2008
Chiusura.
LUN. 06 10 2008 - KAT FRANKIE – opening act: STEAD
"Passionale ma oscura, fragile ma brutale, Splendida e spaventosa."
Il talento Australiano ha sede a Berlino. Katherine Frankie trascorre la giovinezza della sua voce incantevole nei roventi sobborghi di Sidney, dove, dall'attico opprimente abitato con i genitori, scaglia i primi passi di innumerevoli storie in musica. Nel Dicembre 2004 si trasferisce a Berlino, dove si fa presto conoscere per i suoi passionali, incantevoli e dinamici spettacoli. Per il prossimo tour tedesco, Kat porterà on the road la sua band. Sarà la primissima volta in cui aggressivi e ricercati arrangiamenti intrecceranno dal vivo la sua incredibile voce, disegnando l'alternanza di soffici, aggressivi, malinconici e drammatici scenari sonori. Ma prima Kat brucerà le ultime ansie acustiche in solitaria, durante una breve ed intensa discesa italiana con tre date impedibili nel nord del paese culla dell'arte.
Il suo debut album, "Pocketknife" è stato pubblicato in Australia nel Settembre 2007, e in Germania nel Gennaio 2008, ed è stato fortemente acclamato in entrambi i paesi. Tra le sue pubblicazioni anche l'EP "Outside.Now." e decine di apparizioni nelle migliori compilation di musica indipendente australiana e tedesca.
Kat è anche uno dei maggiori protagonisti di BerlinSong, il documentario musicale di Uli Schueppel sul cantautorato Berlinese. Presentato ed acclamato durante lo scorso Film Festival di Berlino, il documentario apparirà presto in tutte le sale cinematografiche tedesche. (Maggiori informazioni sono reperibili su berlinsong.com)
Press quotes:
"Le sue canzoni sono scure ed irascibili, a volte quasi brutali, ma a volte di una grazia e dolcezza disarmante. Il suo cantautorato copre una vastissima gamma di approcci e la sua voce versatile ritrae perfettamente tutta la sua rabbia e sofferenza, tutto il suo amore. **** (4 stars)" Rolling Stone, Germany (translation)
"Le canzoni di Kat Frankie sono meravigliosamente create ad arte sulla forza poetica delle sue liriche, la sua portata vocale è straordinaria." The Age
"Pocketknife è un lavor ricco, spesso quasi perfetto. Questa donna ha talento: Ansima e mormora con il piglio dei migliori, effetto di un disordine "PJHarveyesco" vestito da igegnoso pop alla Aimee Mann (The Tops) miscelato alla grazia di Bic Runga." The Australian
"Kat Frankie mi ha risucchiato, scalciando e urlando in un vortice di emozioni profondissime." Brag
"Passionale ma oscura, fragile ma brutale, splendida e spaventosa." Time Out Magazine
www.myspace.com/soundslikekatfrankie
in apertura: STEAD
Acronimo di Stefano Antoci D'Agostino. Nel 2005 si trasferisce a New York dove inizia ad approcciare la musica folk nella sua forma più acustica attraverso esibizioni su alcuni dei palchi più importanti del Village (The Bitter End, The Sidewalk, The Back Fence, The Cafe Wah e altri). Tornato da questa esperienza il suo sound risulta immediatamente molto lontano dall'aggressività rock degli esordi. Il suo nuovo approccio, influenzato dalla scena musicale cantautorale newyorkese (grazie all'incontro di artisti formidabili quali Andy Clayburn, Jeff Taylor, Julie Loyd, Michael Brunnock), poggia ora "su atmosfere acustiche radicali e profonde sospirati intrecci narrativi talvolta investiti da reminiscenze della sua originaria attitudine rock". Questo secondo capitolo della sua vita artistica lo porta a viaggiare per l'Europa, attraverso nuove influenze e con apparizioni a Nizza, Dublino e Berlino sempre in supporto di affermate realtà musicali quali i danesi Munck/Johnsonn, l'americanoukraina Alina Simone, i tedeschi Poems for Laila e l'irlandese Jaqueline Tuck. Il Tour Europeo previsto per il prossimo Dicembre, supportato dal tedesco Peter Piek, anticiperà e supporterà a livello continentale il suo tanto atteso debutto discografico.
www.myspace.com/stefanoantocidagostino
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



MAR. 07 10 2008 - ASHLEIGHT FLYNN & NO ROLLING BACK - in apertura: J.C. Cinel
"American Dream" di Ashleigh Flynn è "true blue americana"; il nuovo album della cantautrice texana mette le cose in chiaro: Ashleigh è dotata di una voce, naturale e ricca di soul, che la colloca immediatamente tra i nomi di rango nel panorama dei cantautori americani. Ashleigh Flynn torna in Italia, dopo il successo del tour del 2007, per presentare il suo quarto disco, che la sta imponendo all'attenzione della stampa USA, a livello nazionale, come una delle stelle nascenti del genere "Americana", quel mix di country, folk e rock ballads che, con i vari Neil Young, Springsteen, Ryan Adams e Lucinda Williams, è il cuore pulsante della buona musica made in USA.
Più di un critico è stato preso dalla tentazione di vedere in Ashleigh la "Norah Jones" di questo genere musicale.
Nata in Texas, patria di grandi cantautori, come Willie Nelson, cresciuta in Kentucky (la terra del bluegrass) e stabilitasi da qualche anno in Oregon, Ashleigh Flynn è ben lungi dall'essere un'artista locale: ha suonato nei maggiori festival USA, come Bonnaroo e High Sierra, e fa concerti ai quattro angoli dell'America, da San Francisco all'Arizona, dal Kentucky a New York.
Oltre che essere dotata di una splendida voce, Ashleigh scrive brani di spessore, spaziando tra ballads notevoli, rock e bluegrass con una vena pop che potrebbe aprirle in tempi brevi anche le porte del grande pubblico.
Ad accompagnarla, come nei suoi precedenti tour italiani, l'ottimo chitarrista country & bluegrass Ruben Minuto, con la sua band di alternative country i No Rolling Back:
Luca Crippa, slide guitar & lap steel, Luigi Lavermicocca al basso, e, alla batteria, Alex "Tribalex" Marcheschi (cultore dell'American roots music pur militando nella storica rock band italiana dei Ritmo Tribale).
www.myspace.com/ashleighflynn
www.ashleighflynn.net
www.myspace.com/norollingback
Ore 21.30.
Ingresso 10 euro con tessera ARCI.


--------------------------------------------------------------------------------



MER. 08 10 2008 - EGOKID - in apertura: Psicosuono
"Minima storia curativa" è il terzo album dei milanesi Egokid: un disco importante, che segna il passaggio al cantato in italiano e alla label Aiuola (quella di Non Voglio Che Clara e Artemoltobuffa). Cantautorato new wave che si scioglie in dolcezze di rock psichedelico. Tenerezze infantili stropicciate da carezze pop. Tematiche omosessuali raccontate senza nascondersi e con ironia. Francesco Bianconi dei Baustelle ospite alla voce in un pezzo.
Ma non solo.
Gli Egokid sono un gruppo che ha i numeri e dà i numeri: due chitarre che suonano per sei, sei tastiere che suonano per una, due cantanti, perché le disgrazie non vengono mai sole e poi anche le Kessler erano due, dodici canzoni registrate su quaranta, ventotto che sentirete se vi piacciono queste ed altre ventinove già registrate e spalmate sugli album precedenti, che sono due, come i cantanti e come le Kessler. Infine un gruppo con una storia una da raccontare: minima e curativa.
Perché minima storia curativa?
Perché si guarisce dall'anaffettività, dalle crisi sentimentali, dalle difficoltà a reperire e mantenere una propria condizione esistenziale, o forse una identità, dalla finzione, dalla supponenza intellettuale, dall'invadenza dei modelli sessuali e delle icone, dai traumi infantili, dal fallimento dei sogni e dal sesso compulsivo. Si guarisce giocando con suoni che spaziano dalla psichedelia alla new wave, dal brit pop alla dance, dal rock degli anni settanta alla canzone d'autore sofisticata, ma anche pescando in un improbabile immaginario glam metropolitano.
www.myspace.com/egokidit
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro con tessera ARCI.


--------------------------------------------------------------------------------



GIO. 09 10 2008 - AMERICAN MUSIC CLUB – opening act: STEVE DIDELOT – a seguire dj set by ZURDA
Dopo aver pubblicato il nuovo disco "The Golden Age" e dopo essersi riuniti dopo 10 anni di pausa, la band di San Francisco capitaniata da Mark Eitzel torna in Italia nel mese di Ottobre per una serie di show imperdibili. Gli AMERICAN MUSIC CLUB hanno da sempre proposto un genere variegato che incorpora rock, folk, country e punk... e hanno sempre riscosso successo fra gli amanti delle contaminazioni. Non perdete quindi l'occasione di rivederli on stage!
www.americanmusicclub.com
www.myspace.com/americanmusicclub
Ore 21.30.
Ingresso 12 euro con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



VEN. 10 10 2008 - ORANGE BLAKE/E/E/E - a seguire dj set by BLIXA
Doppio concerto per il primo appuntamento con la serata The Lab, in collaborazione con Nokia Trends Lab.
www.myspace.com/orangeso79
www.myspace.com/blake3e
A seguire Dj Set by Blixa.
Ore 21.30.
Ingresso libero con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------

Doppio Dj set: ground floor: SAVE THE DJ – first floor: rotation djs
Ore 22.30.
Ingresso libero con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------

DOM. 12 10 2008
Chiusura.
- AVVISO -
Vi ricordiamo che La Casa 139 è un circolo ARCI, riservato ai Soci.
Per quanti ancora non fossero Soci e volesseri diventarlo, segnaliamo che è possibile inviare una domanda di ammissione, indicando in una mail i vostri dati e gli estremi di un vostro documento di identità, a:
club@lacasa139.com
e ritirare la tessera presso la Sede de La Casa 139, previa approvazione da parte del Direttivo.

--------------------------------------------------------------------------------



LUN. 29 09 2008 - HAYES CARLL + guest
Hayes Carll è un cantautore texano il cui debutto risale al 2002 con 'Flowers & Liquore'. E' annoverato tra gli esponenti del rock americano con venature country e folk, presenti anche nell'album del 2008 'Trouble in my mind', che l'ha fatto conoscere al pubblico internazionale anche grazie alla prestigiosa etichetta per la quale è uscito, la Lost Highway.
www.myspace.com/hayescarll
Ore 21.30.
Ingresso 8 euro con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



MAR. 30 09 2008 - INLIMBO! - Special Guest: ATLETICODEFINA
Inlimbo! trova le biografie alquanto noiose.
Inlimbo! è una band che concentra la sua attività tra Milano e Londra.
Inlimbo! vive, compone, registra in piena autonomia alla Filanda, casa-laboratorio sempre aperta a collaborazioni e sperimentazioni varie. Inlimbo! ha appena terminato le registrazioni di P.R.E., un Ep che anticipa il primo disco della band.
Inlimbo! si scrive con il punto esclamativo.
www.myspace.com/noinlimbo
Special guest della serata: Atleticodefina
www.myspace.com/atleticodefina
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro con tessera ARCI.


--------------------------------------------------------------------------------



MER. 01 10 2008 - MAX MEAZZA BAND – opening act: ERNESTO DE PASCALE
Max Meazza è uno dei cantautori milanesi più internazionali e nei seventies fu forse il primo degli italiani a proporre un sound country-rock in inglese: con i PUEBLO, prodotti dai LABIONDA, firmò successi anche commerciali come MARIPOSA e SONG GIRL. Poi una carriera solista, al fianco dei migliori musicisti che hanno fatto la storia del cantautorato e del rock italiano, proseguita attraverso i decenni con una quindicina di album all'attivo.
Mercoledì al Circolo ARCI La Casa 139 riparte da Milano con un'anteprima del nuovo disco, e i brani dell'album che lo ha riportato ai concerti: West Coast Hotel ha avuto ottime recensioni non solo nel nostro Paese ma anche in USA e Giappone - "un signor disco denso di atmosfere elettroacustiche sognanti, che profumano di California" [Buscadero].
Ad accompagnarlo dal vivo una band eccellente, orchestrata da Fabio Roveroni (piano), con Roby Venturelli alla chitarra, Mirko Giani al basso ed Enrico Ferraresi alla batteria.
Apre il concerto un ospite di eccezione: Ernesto De Pascale, con la sua band, notissimo critico musicale di Firenze, un grande fan di Max Meazza.
www.myspace.com/maxmeazza
Ore 21.30.
Ingresso 10 euro con tessera ARCI.


--------------------------------------------------------------------------------



GIO. 02 10 2008 - EVA MON AMOUR - a seguire dj set MICOL MARTINEZ
"Tre minuti e mezzo di sound elettrico, istintività e sudore. Da qui la scelta di registrare in presa diretta per lasciare intatte sia queste caratteristiche che l'immediatezza dei suoni, come anche il trascorrere a perdifiato del testo, quasi a voler inseguire a parole l'indipendenza nelle sue molteplici manifestazioni."
Così gli Eva Mon Amour hanno recentemente descritto INDI, il loro nuovo singolo.
Pubblicato in maggio, il brano è accompagnato da due bonus track, See you soon e Sempre più spesso. I tre brani, dopo una prima fase di lancio promozionale avvenuta attraverso i canali ufficiali della band, sono disponibili in download esclusivo su iTunes mentre il supporto viene distribuito esclusivamente durante il tour. A poche settimane dalla sua pubblicazione il nuovo singolo è stato selezionato per far parte della compilation che ha rappresentato l'Italia all'Independents Day, la manifestazione di respiro internazionale lanciata dall'associazione WIN in tutto il mondo. I 15 brani italiani sono stati scelti da una speciale giuria formata dagli organizzatori del Mei, dai giornalisti specializzati e dagli operatori del settore.
Il nuovo tour ha preso al via in giugno con la presenza della band all'Heineken Jammin' Festival, nella stessa giornata che ha visto l'esibizione dei Police. Gli Eva Mon Amour sono approdati sul palco di uno dei più prestigiosi eventi live europei, dopo una selezione che ha visto la partecipazione di 2500 band. Il tour è proseguito in estate con ulteriori live in tutta Italia tra i quali va segnalata la partecipazione a Nel Nome del Rock, lo storico raduno rock che ha luogo ogni estate a Palestrina, in provincia di Roma.
A settembre, in concomitanza con la prosecuzione del tour, la band torna in studio per completare la realizzazione del nuovo album. Iniziata già nei mesi precedenti, la produzione del nuovo Lp è frutto di un'importante e laboriosa lavorazione svolta a più riprese e in molteplici location. Senza Niente Addosso, questo il titolo, sarà pubblicato a Novembre 2008 con la produzione esecutiva della 29 Records.
www.myspace.com/evamonamour
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



VEN. 03 10 2008 - PNS – PROGRAMMAZIONE NEUROSONICA – opening act: Arancioni Meccanici - a seguire dj set by BLIXA
Dopo il successo della prima uscita discografica, i PNS pubblicano il nuovo singolo 'L'Equilibrista', che sarà in programmazione nelle principali emittenti radiofoniche italiane a partire dall'8 ottobre 2008 e in vendita dal giorno seguente.
Questa sera il gruppo di Massa Carrara si esibirà in anteprima al Circolo Arci La Casa 139.
In apertura il gruppo Arancini Meccanici.
www.myspace.com/programmazioneneurosonica
A seguire Dj Set by Blixa.
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------

SAB. 04 10 2008 - LOOK SEE PROOF - a seguire: doppio Dj set: ground floor: SAVE THE DJ – first floor: rotation djs
I Look See Proof erano una delle band più attese dalla scena indie europea, e l'intellingente Weekender records (label che ha scoperto e pubblicato i dischi degli Shout Out Louds) ha pubblicato il loro primo album.
I fratelli David e Lee Sells accompagnati da Jason Slender e Jonny Harry sono una vera e propria sorpresa all'interno della scena inglese, e tra le giovani band più promettenti dell'anno. Il loro esordio 'Between Here and There' è un perfetto mix di indie rock alla Bloc Party e post punk di matrice Gang Of Four. La band di Hertfordshire ha aperto i concerti di importanti act come The Fratellis, Rifles, Foals, Dykeenies, Ash, Pigeon Detectives, Good Shoes e Twang senza dimenticare la loro presenza a tutti i più importanti festival estivi della passata estate.
Il loro sound ricorda quello dei primi Bloc Party e dei Futurheads della maturità.
La voce di David Sells sposa appieno la possente ritmica sprigionata dal resto del gruppo, a proprio agio nel cambiare tempo e nel giocare con gli intrecci chitarra, batteria e tastiere che donano all'esordio della band un sound anni ottanta vicino vicino a quello dei Gang Of Four.
I Look See Proof magari non avranno inventato la ruota, ma la fanno girare a duemila giri come poche band al disco d'esordio sono capaci di fare.
www.myspace.com/lookseeproof
Ore 21.30.
Ingresso 10 euro con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------

DOM. 05 10 2008
Chiusura.
LUN. 22 09 2008
Chiusura.

--------------------------------------------------------------------------------



MAR. 23 09 2008 - THE GROOMING
TheGrOOming sono un duo sperimentale ed ecclettico.
Nati dall'interazione tra un artista legato alla poesie delle liriche (P.) e un DJ elettro-minimale (Giackxx). L'incontro tra P., ex-bassista Zeropositivo, e Giackxx fu caratterizzato da un immediato feeling che ha condotto i due artisti ad un'intensa collaborazione fino alla nascita dei TheGrOOming.
La loro musica è un lungo viaggio attraverso il Trip-Hop di Bristol, rock, hip hop e suoni elettronici che guidano l'ascoltatore dentro un mondo ricco di suoni.
TheGrOOming, nelle loro canzoni e nel loro show, utilizzano diverse voci in modo da rendere l'ascolto molto dinamico e muticolore.
Recentemente hanno pubblicato, tramite la netlabel 51Beats (51beats.net), una release in free download con 6 pezzi: "Short Embrace", "Glass Room" e "Darkest Saint" trasmettono la potenza dell'elettronica contaminata con il rock.
"Round A Round" e "Nimber Twa" sono dei brani puramente Trip Hop che emanano una sensazione di relax e calma. Infine "Up to You" è un Hip Trip Hop di grande intensità.
www.myspace.com/thegrooming
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



MER. 24 09 2008 - SOMEONE STILL LOVES YOU BORIS YELTSIN
Un moniker bizzarro e una buona dose di indie-pop di matrice americana, oltre ad essere tutti nativi di Springfield nel Missouri come la nota famiglia Simpson della televisione, ecco a voi i SOMEONE STILL LOVES YOU BORIS YELSTIN.
Attivi dal 2002 ad oggi hanno suonato in lungo e largo per gli States, pubblicando due dischi e dando sfogo alla propria verve creativa tramite il proprio Tape Club, per cui regalano ai fan nuovo materiale ogni mese. La celebre rivista Spin li ha definiti i successori degli Shins, e la stampa europea a visto in loro la risposta moderna agli WILCO.
Due gli album pubblicati ad oggi, 'Broom' nel 2006 ed il nuovo 'Pershing' (Aprile 2008), che hanno fatto parlare della band di Philip Dickey e John Cardwell come della nuova sensation della scena indipendente e degli artisti su cui scommettere per il 2008.
La band sta facendo scalpore negli States e bisogna dire che il merito è del tutto giustificato grazie ad un sound vivace, dinamico ed energico con un songwriting di alto livello.
Grazie ai primi pareri positivi della critica, ma soprattutto al passaparola informatico, la band ha visto crescere esponenzialmente i consensi tra il pubblico e arrivare il contratto con l'attenta Polyvinyl Records (label di Of Montreal e Joan Of Arc).
Dopo il contratto con la Polyvinyl per gli SSLYBY è un susseguirsi di session in studio di registrazione che hanno portato al nuovo gioiellino 'Pershing' e tour in compagnia di Catfish Haven, Mute Math, Sound Tean, of Montreal e Chin Up Chin Up.
LINE UP:
- Philip Dickey - voce, batteria, chitarra
- John Cardwell - voce, chitarra, basso
- Will Knauer - chitarra
- Jonathan James - basso e batteria
www.myspace.com/boris
Ore 21.30.
Ingresso 10 euro con tessera ARCI.


--------------------------------------------------------------------------------



GIO. 25 09 2008 - ARTURO FIESTA CIRCO - a seguire dj set MICOL MARTINEZ
La chitarra canta, il finger style si sente, ma senza prepotenza. Il gruppo (che Freddy , Alfredo del Curatolo, poi chiama 'circo') ha un tocco folle, la sintonia è immediata.
Il Fiesta e il suo Circo raccontano storie di sconfitte annunciate, di una puttana che si toglie il trucco, di due sconosciuti che danzano un tango insieme, del volo di un calabrone, di una mente assopita nel traffico, della deriva dei continenti (con finale catartico da Brianza deragliata).
E insieme porgono, rispettosi ma creativi, omaggi ai signori Robert Johnson, Elmore James, Vinicio Capossela, Bob Dylan, Paolo Conte, per far capire da dove vengono e dove vanno blues e jazz, padri putativi di chi sa costruire arte sulla e della marginalità.
SERGIO ARTURO CALONEGO: voce, chitarra
FABIO GIUSSANI: batteria, percussioni
DAVIDE BORIN: basso
GIUSEPPE MAGNELLI: chitarra, effetti
SARA DENOVA: pianoforte
ARMANDO ILLARIO: fisarmonica
www.myspace.com/arturofiestacirco
A seguire dj set by MICOL MARTINEZ.
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



VEN. 26 09 2008 - MODEY LEMON - a seguire dj set by Blixa
Season Of Sweets è il quarto album per i Modey Lemon, figli prediletti della Pittsburgh rock. Dopo tre anni di assenza dalle scene internazionali – l'ultimo album (Curious City) risale al 2005 ed era stato pubblicato dall'indipendente di lusso Mute – i tre tornano con una formazione invariata che prevede Phil Boyd (chitarra, tastiere e voce), Paul Quatrone (batteria) e Jason Kirker (basso, chitarra e tastiere). Ci sono tutti gli elementi che hanno contribuito ad arricchire il loro suono, dal garage alla psichedelia, dal proto-glam al Seattle sound, fino ad arrivare all'inedita passione per il kraut rock. Season Of Sweets si bagna in chitarre fuzz, sorrette dalle ipnotiche figure alla batteria di Quadrone.
Il gruppo – attivo sin dal lontano 1999 – esordisce come duo per l'americana A-F Records. Il primo incontro con Birdman avviene in occasione di THUNDER AND LIGHTNING, loro secondo parto sulla lunga distanza. Noti per i loro live shows – in cui il batterista Quadrone non fa altro che emulare il mitico Keith Moon degli Who – i nostri arrivano a conquistare la fiducia di Daniel Miller, boss di Mute.
Da quel momento la loro attività live si fa più intensa, soprattutto nel vecchio continente (memorabile una loro apparizione al festival di Glastonbury, sotto un'incessante pioggia), tanto da aprire numerose date per i riformati Dinosaur Jr. di J Macis.
Dopo un periodo di pausa artistica tornano con un disco capace di focalizzare al meglio le loro astruse influenze, in un gioco a incastri che richiama alla memoria i Chrome, gli stessi Who, ma anche mitologiche compagini tedesche quali Guru Guru e Amon Duul I.
www.myspace.com/modeylemon1
A seguire dj set by Blixa.
Ore 21.30.
Ingresso 10 euro con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------

SAB. 27 09 2008 - Doppio Dj set: ground floor: SAVE THE DJ – first floor: rotation djs
Ore 22.00
Ingresso libero con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------

DOM. 28 09 2008
Chiusura.

--------------------------------------------------------------------------------
LUN. 15 09 2008 - AIRìN
"Lei è Irene Maggi, in arte Airìn, Milano, classe 1986.
Dopo vari progetti rock nei quali è coautrice, inizia la sua carriera da solista.
L'incontro con Enrico Gabrielli dona un valore più complesso e ricercato ai suoi pezzi, originariamente fatti solo di voce e piano. Nel dicembre del 2007, registra il primo demo, accompagnata dallo stesso Gabrielli e da musicisti del calibro di Roberto Dell'Era, Valerio Cané, Marco Iacampo e Rocco Marchi. Attualmente sta registrando il primo disco.
I suoi live sono caratterizzati da un'atmosfera intimista e minimale, addirittura estraniante. Catturati dalle sonorità intense del piano di Gabrielli, basta poco per perdersi nei testi dolci-amari di Irene, nei quali l'amore, con tutte le sue sfaccettature, la fa da padrone.
"Ti amo da due giorni" e "Andare a un funerale" ti restano in testa, è quasi impossibile non canticchiarli a fine concerto. Non manca poi l'omaggio a una delle sue artiste preferite, Joni Mitchell, con "Big Yellow Taxi", della quale ci dona un'intensa versione colorata dai bei giochi di voce che la caratterizzano. Alla fine del live l'impressione è questa: prepariamoci all'ascesa di una delle migliori promesse del pop italiano." (Silvia Quattrociocchi)
www.myspace.com/irenemaggi
Ore 21.30.
Ingresso 4 euro con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



MAR. 16 09 2008 - DIAFRAMMA
I Diaframma nascono nello stesso contesto musicale e territoriale dei Litfiba: la Firenze "new wave" dei primi anni 80. Nel 1982, incidono il loro primo singolo, "Pioggia", accompagnato dal b-side "Illusione ottica". Gli splendidi testi del poeta chitarrista Federico Fiumani spingono il gruppo tra i più quotati sulla scena fiorentina dell'epoca. Seguono due singoli, "Circuito Chiuso" (1982) e "Altrove" (Contempo-1983), che confermano le notevoli capacità del quartetto, che vede nel 1984 Gianni Cicchi alla batteria, Leandro Cicchi al basso, Federico Fiumani alla chitarra e testi e Nicola Vannini alla voce. Nel 1984 per l'etichetta indipendente IRA Siberia. Album scarno, diretto ed essenziale, con atmosfere cupe e malinconiche di chiara matrice "post-punk", Siberia riscuote, con 50.000 copie, un grandissimo successo nelle vendite per la neonata etichetta. Assi portanti dell'album sono la splendida "Amsterdam", in seguito duettata con i cugini Litfiba, "Neogrigio" e la title-track, pezzi arricchiti dalle magnifiche liriche di Fiumani, vero leader di una band che cambierà ripetutamente formazione nel corso degli anni. Nel 1986 la new wave è morta, e Tre Volte Lacrime vuole essere un avvicinamento a melodie più solari ed eclettiche rispetto a quelle tenebrose dell'album precedente, con uno dei più fortunati brani di Fiumani, "Marisa Allasio". Resta però dal vivo la dimensione ideale dei Diaframma, molto apprezzati ormai anche fuori Firenze e dominatori indiscussi del circuito underground italiano di quel periodo.
Negli anni 90 i Diaframma continuano su una strada decisamente lontana dal dark-punk dei primi anni e tornano nel circuito underground. Nel 1995 i Diaframma vincono il Premio Ciampi, a definitiva consacrazione della poetica di Fiumani. Nel 1996 la band pubblica l'album "Sesso e violenza", sospeso fra punk ("Endorfina", "Tachicardico"), rock classico ("Metti in moto la macchina") e tenere ballate ("Valzer", "Bella"). Due anni dopo esce "Scenari immaginari". I Diaframma, prodotti dalla Self, ristampano nel 2001 i loro primi lavori, che ormai erano difficilmente reperibili, e inoltre raccolgono in due album ("Albori" e "I Giorni dell'IRA") le sensazioni che avevano portato alla formazione di uno dei gruppi new wave più importanti nel panorama italiano. Dopo diversi avvicendamenti di formazione e genere e dopo un lungo periodo di pausa, i Diaframma, capitanati dall'emblematico Federico Fiumani, tornano in tour!!
www.myspace.com/diaframma
Ore 21.30.
Ingresso 10 euro con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



MER. 17 09 2008 - MARCO CAVANI
Marco Cavani. 34 anni. Genovese. Scrive per altri. La cosa un po' funziona... Si trasferisce a Milano e decide di lavorare ad un suo disco. Un altro cantautore. La fortuna (perché centra sempre la fortuna!) gli fa incontrare Luca Mattioni (produttore, triplo disco di platino e non solo...) e Stefano Clessi (Eclectic Circus). La partnership è fresca fresca e nel prossimo autunno si entrerà in bottega.
Il nostro ha pronti una ventina di pezzi. Si decide, nel frattempo, per un live da poco più di una dozzina. Interessante (da dentro, per lo meno...).
Questa fase si chiama "... se ci penso bene, marco cavani, dal vivo!".
Il palco, la gente. Una fotografia personale delle cose, le abitudini, tu, io.
Riflessioni (neanche troppo amare). Tutto qua.
Alla batteria Alessio Russo, al basso William Nicastro ed alle chitarre Alberto N. A. Turra. Un concerto Pop-Rock, o lì vicino.
www.myspace.com/marcocavani
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro con tessera ARCI.


--------------------------------------------------------------------------------



GIO. 18 09 2008 - GIANMARCO MARTELLONI - in apertura: LA STANZA DI LUCAS - a seguire Mr Boogie Dj
Nasce nel 1975 da madre celtica e babbo etrusco. Una micidiale influenza preadolescenziale lo spinge verso la chitarra, la quale cade a terra rovinosamente. Esce in seguito dal proprio personale medioevo grazie alla scoperta del fatto che nella vita si può anche ridere, ogni tanto.
Tra il 1995 e il 2000 bazzica la scena underground locale.
Nel 2000 intraprende la strada solista alla maniera spartana: senza torce che rischiarino il cammino ma armato di una determinazione che sconfina nell'autolesionismo: contento lui, contenti tutti. Realizza alcune colonne sonore per una compagnia di danza contemporanea.
Raf inserisce la sua canzone "Aria da niente" nell'album "Ouch!", nel 2004.
Firma un contratto editoriale con Warner Chappell, a seguito del quale svolge un lavoro di preproduzione e arrangiamento con Paolo Benvegnù.
Nel 2005 apre il Cornetto Free Music Festival a Roma - in scaletta per la serata Duran Duran, Elisa, Beck, James Blunt e Velvet.
"La superficie del mare", uscito nel Maggio 2008, è il suo primo album.
"Messalina" è il singolo che accompagna l'album, in rotazione attualmente su 26 emittenti radio nazionali e 2 estere.
www.myspace.com/gianmarcomartelloni
in apertura: LA STANZA DI LUCAS
I brani del cantautore Lucas Pavan hanno conquistato Roberto Concina (aka Robert Miles) che ne firma la produzione e ladirezione artistica. Registrato tra i magredi del Friuli, le vallate di Ibiza e il centro di Londra, questo nuovo progetto, che non tarderà a far parlare di sè, sviluppa sonorità pop intrecciate a radici melodiche di ispirazione "bel-cantiane". Lucas traduce in note tutte le emozioni che riesce a riversare nelle corde della sua inseparabile chitarra. Celebro la bellezza, o descrivo ciò che incontro durante il sentiero tra lo smarrimento e il posto in cui ci si sente a casa.
Poi ognuno ci legga ciò che è, in fondo una canzone è preziosa proprio per questo. Lucas.
In anteprima a LaCasa139, un assaggio dell'album di La Stanza di Lucas prossimamente in uscita.
www.myspace.com/lastanzadilucas
A seguire Mr Boogie Dj.
Ore 21.30.
Ingresso 7 euro con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



VEN. 19 09 2008 - MOVIDA - a seguire dj set by Blixa
Li abbiamo rapiti ai loro impegni per avere l'onore di presentarvi un concerto unico e prezioso, un'occasione rara di ritrovare i MOVIDA con tutta l'energia che solo loro sono capaci di trasmettere!
I MOVIDA si formano a Milano nel 1994 per volere di Mario Riso (batteria) e Gianluca Battaglion (chitarra), già membri dei R.A.F. (Royal Air Force) e Silverado, gruppi ben conosciuti nel panorama Rock Italiano.
La formazione si completa con Giovanni Frigo (chitarra), Ivan Lodini (basso) e Alessandro Ranzani.
Dopo diversi mesi di preparazione, registrano il loro primo disco dal titolo "Contro ogni tempo". Viene pubblicato da Spell Record nel novembre del 1995, uscendo contemporaneamente anche sul mercato estero con il titolo "Against it all".
L'edizione estera consacra il gruppo come miglior band al "Concrete Foundation Forum" di Los Angeles. Il singolo "Light Years" ottiene un ottimo airplay su molte radio rock dell'area di Los Angeles e Miami e viene inserito nella colonna sonora del film "Rack Up" ("The Touch").
La critica accoglie molto bene il lavoro, che viene recensito favorevolmente da tutta la stampa. La vendita in Italia raggiunge le 10.000 copie, cifra decisamente buona per un gruppo esordiente. Gli oltre 100 concerti in tutta Italia del "Contro Ogni Tempo Tour 96/97" conferma l'interesse del pubblico per la loro musica, accrescendo notevolmente la loro popolarità.
L'incontro che dà la svolta al progetto del nuovo disco è quello con Franz Di Cioccio che decide di produrre la band per "FERMENTI VIVI", la nuova etichetta di RTI MUSIC. Il disco dal titolo "Frammenti Simili" è stato registrato all'Avant-Gard dal produttore artistico Marks Lepore.
Dopo una serie di concerti per supportare il nuovo album, il gruppo, nel 2002 prende una pausa artistica che si è protratta fino ai giorni nostri...
Ideatore e "motore" del progetto Rezophonic, che raccoglie alcuni tra i nomi più importanti della musica italiana di oggi, Mario Riso calca i palchi di tutta Italia in una serie interminabile di concerti a sostegno dell'associazione AMREF Italia.
www.myspace.com/movidarockband
A seguire dj set by Blixa.
Ore 21.30.
Ingresso 8 euro con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------

SAB. 20 09 2008 - Doppio Dj set: ground floor: SAVE THE DJ – first floor: rotation djs
Ore 22.00
Ingresso libero con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------

DOM. 21 09 2008
Chiusura.
LIVE ACROSS FESTIVAL
Venerdì 12, sabato 13 e domenica 14 settembre 2008
Dal 12 al 14 Settembre varie "case" della musica milanese apriranno le porte a LiveAcross, una vetrina europea di giovani talenti, che riconduce al modello di festival come l'olandese Eurosonic, un appuntamento annuale con le novità più interessanti e le nuove tendenze del panorama musicale europeo. Il programma di LiveAcross è curato da Barley Arts, membro di YOUROPE, il network dei festival europei, e si avvale della collaborazione con ETEP, il programma di scambio internazionale di nuovi talenti.
LiveAcross farà tappa a LaCasa139, al Rolling Stone, ai Magazzini Generali e alla Salumeria della Musica presentando diversi generi musicali ogni sera. In 3 giorni si esibiranno 35 artisti provenienti da 14 paesi diversi, passando dal pop-rock allo ska/reggae, dalla techno all'heavy metal, dal country-folk all'elettronica sperimentale, dal songwrinting cantautorale all'alternative rock di nuova generazione.
L'acquisto di un unico biglietto giornaliero (10 euro) consentirà l'accesso a tutti gli eventi proposti da LiveAcross nei diversi locali, fino ad esaurimento posti.
info: www.liveacross.it
www.musicacross.it
www.myspace.com/liveacross

--------------------------------------------------------------------------------



VEN. 12 09 2008 - Live Across Festival: RUMOREROSA (IT) + MARIE MODIANO (FR) + CORALIE CLEMENT (FR)
RUMOREROSA (IT)
I Rumorerosa nascono nel 2000 nella provincia fiorentina dall'incontro di Margot (voce e chitarra), K (chitarre), Pixie (batteria) e Claude (basso). L'anno seguente vincono un concorso che mette in palio l'apertura del Pistoia Blues 2001 e nel 2002 conoscono il produttore Franco Godi, che li mette sotto contratto con la Best Sound permettendogli di esibirsi all'Heineken Jammin Festival. Il 2003 è l'anno che li vede supporter dei Nickelback a Milano, in seguito al primo EP live 'Solo un errore' per la BMG Ricordi. Passano solo due anni e i quattro pubblicano l'album di debutto 'Piccoli disturbi mentali', firmato Best Sound e distribuito dalla Sony BMG e per presentarlo suonano al Flippaut Festival e a oltre cento concerti in tutta Italia. Nel frattempo esce il secondo singolo 'Teledipendente', il cui video è girato da J AX degli Articolo 31, e il tour si conclude con l'apertura dei concerti del 'Nome e Cognome Tour' di Ligabue a Bari e Pescara. I Rumorerosa sono attualmente in studio di registrazione per preparare il nuovo disco.
www.myspace.com/rumorerosa

MARIE MODIANO (FR)
Marie Modiano è una cantautrice francese di trent'anni, figlia dello scrittore Patrick Modiano. Ha debuttato nel 2006 con 'I'm not a rose', registrato per la Naïve (etichetta indipendente che ha nel suo roster anche Carla Bruni) con la collaborazione del compositore per musiche da film Grègoire Hetzel. Il disco ha riscosso un buon successo in patria sia da parte della critica che del pubblico, grazie all'eleganza delle ballate folk e pop, tutte in lingua inglese fatta eccezione per il singolo 'C'est dur l'amour', venate da un jazz raffinato e malinconico. Marie afferma di rifarsi a Jimmy Cambpell, Bob Dylan, Patsy Cline e Nina Simone, ma ascoltandola il paragone con la voce suadente di Nico o di Beth Gibbons dei Portishead viene naturale. A settembre 2008 vedrà la luce 'Outland', album di dodici canzoni in lingua inglese, di cui è ancora una volta autrice, compositrice ed interprete.
www.myspace.com/mariemodiano

CORALIE CLEMENT (FR)
Dalla Francia arriva la talentuosa Coralie Clement, conosciuta in patria per 'Salles Des Pas Perdus', album che nel 2001 vendette ben 200.000 copie. In quell'occasione, coadiuvata dal già noto autore e fratello Benjamin Bialay, si ispirava alle cantanti francesi degli anni '60. 'Bye Bye Beauty' del 2005 è invece più rock e orecchiabile, pur mantenendo le basi della chanson e del jazz-lounge, con riferimenti che spaziano da Vanessa Paradis a Shirley Bassey. A settembre 2008 è atteso 'Coralie Clement Toystore', che si preannuncia un album poetico nei testi e melodioso come i precedenti, con altrettante venature pop-rock.
www.myspace.com/coralieclement

A seguire: dj set by Blixa.
Ore 21.30.
Biglietto giornaliero che garantisce l'accesso a tutti i locali del Festival Live Across: 10 euro.
Ingresso a LaCasa139 con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



SAB. 13 09 2008 Live Across Festival: PAULO PRACA (PT) + REZOPHONIC (IT)
PAULO PRACA (PT)
Paulo Praca è un compositore, cantante e polistrumentista portoghese, conosciuto per essere stato membro e fondatore di una delle rock band più influenti del Portogallo, i Turbojunkie. Il gruppo si è sciolto nel 2001 e l'anno dopo Paulo ha fondato i Grace, altra formazione di successo, la cui avventura è terminata nel 2004. Lo stesso anno l'instancabile Praca ha firmato il progetto Grace, ottenendo ulteriori consensi e popolarità, finchè nel 2007 ha deciso di intraprendere la carriera solista. 'Disco De Cabaceira' è il risultato di questa decisione e 'Diz a Verdade' il singolo pop-rock che ha ottenuto in patria un consenso e una diffusione senza precedenti.
www.myspace.com/paulopraca

REZOPHONIC unplugged (IT)
Il progetto Rezophonic si sviluppa da un'idea di Mario Riso, batterista noto nell'ambiente musicale italiano e socio fondatore di Rock Tv. Riso scrive dodici brani insieme a Marco Trentacoste e invita amici, artisti e colleghi che l'hanno accompagnato negli anni a partecipare all'iniziativa. Il risultato è un disco i cui ricavati verranno interamente devoluti al progetto idrico di AMREF, una serie di concerti e di partecipazioni in tutta Italia e un singolo in rotazione nelle radio e nelle televisioni musicali, 'L'uomo di plastica'. Ai Rezophonic hanno preso parte decine di artisti della scena alternativa, tra cui Max Zanotti (Deasonika), Cristina Scabbia (Lacuna Coil), Roy Paci, Giuliano Sangiorgi (Negramaro), Morgan, L'Aura e componenti dei Linea77, delle Vibrazioni e dei Negrita.
www.myspace.com/rezophonic

A seguire dj set SaveTheDj.
Ore 21.30.
Biglietto giornaliero che garantisce l'accesso a tutti i locali del Festival Live Across: 10 euro.
Ingresso a LaCasa139 con tessera ARCI.


--------------------------------------------------------------------------------



DOM 14 09 2008 Live Across Festival: LE LUCI DELLA CENTRALE ELETTRICA (IT) + EBERG (IS) + BANG GANG (IS)
LE LUCI DELLA CENTRALE ELETTRICA (IT)
Il ferrarese Vasco Brondi è la mente e la voce del progetto Le Luci della Centrale Elettrica. Il disco d'esordio è 'Canzoni da spiaggia deturpata' (2008), che già nel titolo evoca il malessere sociale e personale che Brondi intende trasmettere con le sue canzoni, dai testi toccanti e insoliti e dalle melodie semplici. Le chitarre acustiche ed elettriche, per certi versi simili a quelle dei CCCP, lasciano molto spazio alle parole e alla voce, riportando alla mente De Andrè e Rino Gaetano. Brondi ha dato prova della sua bravura aprendo i concerti di diversi artisti italiani, tra i quali Vinicio Capossela, Moltheni, Tre Allegri Ragazza Morti e Bugo.
www.myspace.com/lelucidellacentraleelettrica

EBERG (IS)
Dall'Islanda arriva Einar Tönsberg, musicista e cantante conosciuto ai più come Eberg. Il disco d'esordio 'Plastic Lions' risale al 2003 ed è stato distribuito anche nel Regno Unito, così come il secondo lavoro 'Voff Voff' del 2006. Quest'ultimo contiene il singolo 'Inside your hand', che ha fatto il giro del mondo dopo essere stato scelto come colonna sonora di una puntata del telefilm americano 'The OC'. E' seguita quindi la pubblicazione del disco anche negli Stati Uniti, trainata dagli altri due singoli 'Twinkle Tune' e 'I'm moving to Wales', che hanno conquistato la scena elettronica statunitense. Attualmente Eberg è in studio per realizzare il terzo disco che seguirà la scia dream-pop elettronica tracciata dai precedenti album.
www.myspace.com/eberg1

BANG GANG (IS)
Bang Gang non è altro che il nome d'arte utilizzato da Bardi Johannsson, eclettico compositore e cantante islandese che ha debuttato nel 2000 con l'album 'You', cui è seguito nel 2003 'Something Wrong'. Bardi è capace di creare atmosfere magiche e sognanti, in cui la sensibilità pop lascia spazio all'elettronica e al rock malinconico, e questo è il motivo per cui alcune sue canzoni sono state usate in serial tv come 'The OC'. Nel 2008 ha scritto e composto le musiche di tutti i brani contenuti nella nuova fatica discografica 'Ghosts from the past', disco che conferma le sue influenze, da Philip Glass a Jarvis Cocker e Brian Wilson, con quel tocco nordico che lo caratterizza.
www.myspace.com/banggangband

Ore 21.30.
Biglietto giornaliero che garantisce l'accesso a tutti i locali del Festival Live Across: 10 euro.
Ingresso a LaCasa139 con tessera ARCI.


--------------------------------------------------------------------------------




LA CASA 139 - Via Ripamonti, 139 - Milano
www.myspace.com/lacasa139
www.lacasa139.com
-------------------------------------------------------------------------------
MAR. 17 06 2008 - Europei di calcio 2008: FRANCIA - ITALIA
Seguite con noi sul maxischermo le partite degli europei di calcio dell'Italia!
Alle 20.45: Francia - Italia con aperitivo a buffet.
Ingresso libero con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



MER. 18 06 2008 @ CASCINA MONLUE' - Cultura Popolare Festival - II Edizione: MAX ROMEO
Mercoledì 18 giugno riapre la stagione di uno dei palchi più importanti dell'estate milanese: Cascina Monlué.
Saremo noi de La Casa 139 insieme ai ragazzi di Sana Records ad inaugurare l'apertura della stagione estiva con la seconda edizione del mini festival Cultura Popolare.
Questa sera sul palco: MAX ROMEO. Direttamente dalla Jamaica uno degli artisti più importanti del reggae. Personaggio che ha fatto la storia di questo genere di musica, Max Romeo torna in Italia sul palco del Cascina Monlué con un concerto che si annuncia sorprendente!
www.myspace.com/maxromeoepicdub
I concerti iniziano tassativamente alle ore 21.30.
Ingresso 8 euro.
Cascina Monlué
Via Monlué, 70 - Milano
Tangenziale Est uscita Camm - Tram 27.

--------------------------------------------------------------------------------



GIO. 19 06 2008 @ CASCINA MONLUE' - Cultura Popolare Festival - II Edizione: BANDABASSOTTI
Seconda ed ultima serata per il mini festival Cultura Popolare.
Questa sera sul palco: BANDABASSOTTI. storico gruppo combat folk che porta avanti da più di 25 anni la sua musica antagonista.
www.myspace.com/bandabassottiband
I concerti iniziano tassativamente alle ore 21.30.
Ingresso 5 euro.
Cascina Monlué
Via Monlué, 70 - Milano
Tangenziale Est uscita Camm - Tram 27.


--------------------------------------------------------------------------------



Ci rivediamo a settembre!!
LUN. 09 06 2008 - Europei di calcio 2008: OLANDA - ITALIA
Seguite con noi sul maxischermo le partite degli europei di calcio dell'Italia!
Apertura del locale ore 18.00 per aperitivo e partita Romania - Francia.
Alle 20.45: Olanda - Italia con gran buffet.
Ingresso libero con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



MAR. 10 06 2008 - TOM BAXTER
Non potevamo chiudere la programmazione senza portarvi una sorpresa grandiosa.
Tom Baxter presenterà il suo nuovo album: "Skybound"!
Tom Baxter arriva sul palco de LaCasa139 con il suo nuovo hit: Better, una tra le canzoni migliori di questa stagione.
E ogni concerto di Tom è un incredibile concentrato di emozioni, un'esperienza unica durante la quale il cantautore inglese strega con la sua raffinatezza.
Il debutto discografico di Tom risale al 2004, quando uscì 'Father and Stone', disco che conquistò il pubblico inglese. Ora 'Skybound', trascinato dal singolo 'Better', delizioso brano di cantautorato britannico, sta portando il giovane artista a una dimensione internazionale. Una serata di grande musica!
www.myspace.com/tombaxter
Ore 21.30.
Ingresso 15 euro con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



MER. 11 06 2008 - SAMUEL KATARRO
Samuel Katarro è il progetto solista di Alberto Mariotti.
Samuel Katarro predilige la dimensione acustica scarna ed essenziale e la povertà di mezzi tecnici tipica dei primissimi bluesmen e folksingers americani immersa però in un'atmosfera certamente più nevrotica e schizofrenica propria del rock ed in particolare di certa new wave americana della fine degli anni '70 (Pere Ubu, Devo, Talking Heads). Insomma, per lui la musica è una questione un po' evangelica, un po' patafisica ed un po' gastrica...
Vincitore della diciottesima edizione del Rock Contest, organizzato da Controradio di Firenze, Samuel Katarro arriva in breve tempo ad importanti manifestazioni come "Beyond Folk" (direzione artistica di Ernesto De Pascale) e ad aprire concerti di artisti importanti, come quello degli Heavy Trash di Jon Spencer all’Auditorium Flog di Firenze, per approdare poi al palco di Italia Wave ne 2007 ed alle finali di Obiettivo Blues.
Recentemente registra il brano "Diamante grezzo" dei Diaframma su richiesta dello stesso Federico Fiumani. La canzone, nella versione di Samuel Katarro, è stata inserita ne "Il Dono", il tributo al gruppo fiorentino alla quale hanno partecipato anche altri artisti italiani tra cui Marlene Kuntz, Alessandro Grazian, Umberto Palazzo e il Santo Niente, Tre Allegri Ragazzi Morti, The Niro, Zen Circus e Le Luci della Centrale Elettrica.
Il suo primo album, con la co-produzione artistica di Marco Fasolo dei Jennifer Gentle, vedrà la luce nell'Autunno del 2008.
www.myspace.com/samuelkatarro
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro con tessera ARCI.


--------------------------------------------------------------------------------



GIO. 12 06 2008 - FABRIZIO COPPOLA - a seguire dj set di Micol Martinez
Nasce a Milano nel 1974 da famiglia di origini salernitane.
Fin da piccolo si accosta alla musica: il padre Alfredo, professore d'orchestra alla Scala di Milano, lo porta spesso con sé alle prove e agli spettacoli.
Adolescente inquieto e introverso, inizia a scrivere le prime canzoni influenzato dai songwriter americani, trovando nella musica il suo canale privilegiato di comunicazione.
Nel 2003 debutta con La superficie delle cose (Novunque/self), in coproduzione artistica con David Lenci: il suono graffiante, l'impostazione dichiaratamente rock e i testi poetici e ispirati, attraggono la critica, che giudica il disco uno dei migliori esordi rock degli ultimi anni.
Dopo un anno di tour, viene girato il video di Volontà, per la regia di Matteo Bonifazio (Subsonica, Maroccolo, Almamegretta), che entra in rotazione su Mtv Brand New e sui canali satellitari (aprile 2004) e viene seguito da un nuovo tour promozionale.
Nel 2005 esce Una vita nuova (Novunque/Self), realizzato in coproduzione artistica con Simone Chivilò (produttore e collaboratore di Massimo Bubola): un disco sulla disillusione e sull'alienazione, su uomini e donne in lotta per conservare la propria umanità. Sullo sfondo, Milano.
Nel giugno 2006, alla fine del tour di Una vita nuova, pubblica in download esclusivo per il sito musicboom l'ep Live a LaCasa139, registrato durante un concerto tenuto nel club milanese.
L'ep contiene 7 tracce comprese due cover, You've got to hide your love away dei Beatles e State Trooper di Springsteen, totalizzando più di 5000 download.
Nel 2007 parte il tour solo acustico Aspetto la bellezza, con più di 40 date in tutta Italia. Da maggio 2008 torna on the road con una nuova band per rodare e limare il materiale che andrà a comporre il nuovo disco.
www.fabrizio-coppola.net
www.myspace.com/fabriziocoppola
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



VEN. 13 06 2008 - Europei di calcio: ITALIA - ROMANIA - a seguire The Bad and The Ugly dj set
Sul maxischermo venite a seguire con noi Italia - Romania!
Alle 18.00 : Italia - Romania.
Aperitivo, gran buffet e partite di calcetto nelle pause.
E per chi non vuole perdere nemmeno una partita, alle 20.45: Olanda - Francia.
A seguire dj set by The Bad and The Ugly.
Apertura locale ore 17.30.
Ingresso libero con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------

SAB. 14 06 2008 - FESTA DI CHIUSURA ESTIVA
Ci siamo, siamo giunti agli sgoccioli... dopo mesi di concerti, musica, musica, ancora musica e poche pochissime ore di sonno, anche LaCasa139 si prende un breve periodo di vacanza.
A voi che avete condiviso con noi queste nottate e più di un'alba, a voi che avete brindato con noi, a voi che avete applaudito, cantato, ballato con noi, a voi che non avete dato pace al calcetto.
A voi è dedicata questa festa!
Vi aspettiamo x augurarvi buone vacanze e per dirvi GRAZIE, per essere stati con noi!
Al ground floor: "Pretty Girls make Raves" dj set by Blixa!
www.myspace.com/charmingdjs
Ore 22.00
Ingresso libero con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------

DOM. 15 06 2008
Chiusura.
LUN. 02 06 2008 - chiusura
Chiusura.

--------------------------------------------------------------------------------



MAR. 03 06 2008 - chiusura
Chiusura.

--------------------------------------------------------------------------------



MER. 04 06 2008 - MICOL MARTINEZ
Il progetto musicale di Micol Martinez nasce nel 2006, quando, dopo aver collaborato con più artisti, la cantautrice incontra il produttore Paolo Agosta, che comincia a lavorare alle sue canzoni. Rilevante è l'incontro successivo con il musicista cantautore siciliano Cesare Basile che cura arrangiamenti e parte della produzione artistica del lavoro di Micol.
Attualmente il progetto, è in fase di pre-produzione.

Micol è anche attrice (Premio Miglior Opera Prima al Festival di Locarno 2007 con il lungometraggio Tagliare le parti in grigio) e dj in diversi locali milanesi.

Sul palco de LaCasa139, presenterà il suo progetto insieme a:
Tommaso Ferrarese, chitarra;
Alfredo Aliffi, basso;
Alessio Russo, batteria.
www.myspace.com/micolmartinez
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro con tessera ARCI.


--------------------------------------------------------------------------------



GIO. 05 06 2008 - NINA "The Black Mill" - a seguire dj set di Micol Martinez
"The Black Mill" è un progetto nato dall'incontro tra due artisti di inopinabile talento, Nina, session-woman del blues che vanta collaborazioni da primato (Dario Deidda, contrabassista jazz, Buddy Miles, batterista di Jimy Hendrix, Sandro Oliva, Mau Mau, Tate Nsongan nel suo progetto solista) e Max Zanotti, leader dei Deasonika.
Lei ne è produttrice esecutiva, lui produttore artistico e co-autore di tutti i brani. Un binomio quantomeno originale ma decisamente efficace nel suo divenire pulsante universo musicale ed emotivo. Si pensi ad una voce di formazione lirica, con influenze afro-blues, jazz, dark, trip-hop alla Portishead e Massive Attack, che volteggia, si posa e graffia su chitarre Deasonika style, supportate da un drumming visionariamente elettronico. Il tutto a creare un quadro tinto di splendore, impatto e inequivocabile gusto estetico. Di connotazione nettamente internazionale e al contempo preziosamente "dentro i confini", "The Black Mill" rappresenta il pezzo unico di un genere che gli autori stessi amano definire, non senza ironia, Trip Rock Wave.
Non resta che ascoltarlo e lasciarlo passare sulla pelle. Opportunità che verrà concessa in occasione del primo official live di Nina questa sera sul palco de La Casa 139.
NINA, voce
Max Zanotti, chitarre e voce (Deasonika/Rezophonic)
Francesco "Tummy" Tumminelli, chitarre (Deasonika)
Floriano Bocchino, piano e rhodes (L'Aura/Emoglobe)
Gionata Bettini, programmazioni e noise (Mau Mau/La Crus/Emoglobe)
www.myspace.com/ninatheblackmill
Ore 21.30.
Ingresso 7 euro con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



VEN. 06 06 2008 - The Bad and The Ugly dj set
Dj set by The Bad and The Ugly.
Ore 22.00.
Ingresso libero con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------

SAB. 07 06 2008 - DJ SET by BLIXA
"Pretty Girls make Raves" dj set by Blixa!
www.myspace.com/charmingdjs
Ore 22.00
Ingresso libero con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------

DOM. 08 06 2008
Chiusura.
LUN. 26 05 2008 - SIX ORGANS OF ADMITTANCE - in apertura: (r)
In arrivo a LaCasa139 il progetto cult-solista di Ben Chasny, già Comets on Fire e collaboratore di Current 93 e Will Holdam.
Dietro al nome Six Organs Of Admittance si cela la one-man band del chitarrista e cantautore californiano Ben Chasny (dal 2003 membro stabile dei Comets On Fire), oltre ad un fornito gruppo di musicisti che occasionalmente prendono parte ai suoi progetti e tour.
In dieci anni di onorata carriera Chasny ha saputo raccogliere l'eredità della worldmusic cosmica di certo kraut rock (le derive esotico-mistiche dei Popol Vuh) e della psichedelia raga-rock anni 70, incorporandola alle essenziali sonorità folk della sua chitarra acustica fino a diventare quello che è stato definito un maestro cerimoniere dello psyck-folk americano.
Con album come "Dust and Chimes", "Dark Noontide" e "Compathia", Six Organs Of Admittance si evolve negli anni e diviene una delle più influenti e consolidate realtà sonore underground americane.
Nel 2005 Chasny approda alla Drag City, etichetta che ha in catalogo - tra gli altri - Bonnie Prince Billy, Joanna Newsom, Shellac, Silver Jews, e con "School Of The Flowers", affiancato all'organo e alle percussioni dal polistrumentista Chris Corsano (Sunburned Hand Of The Man), crea quel perfetto assemblaggio di melodia, folk e minimalismo noise che lo farà conoscere al grande pubblico. Nel 2006, con "The Sun Awakens", continua ad esplorare i densi e territori del rumore e della stratificazione sonora, ma trova anche il tempo di partecipare alla composizione del celebrato album dei Current 93 "Black Ships Ate The Sky" ed accompagnare in tour Bonnie Prince Billy, in Usa e in Europa.
Arriva a LaCasa139 con "Shelter >From The Ashes", l'ultimo lavoro, rinforzato dalla presenza di Tim Green (Fucking Champs), Elisa Ambrogio (Magik Markers) e Matt Sweeney, con cui torna alle primigenie dilatazioni acustiche e ci racconta, parole sue, "la guerra, la fine del mondo, l'abbandono e la malvagità dei leader che inviano i giovani a morire".
www.myspace.com/sixorgans
in apertura: (r)
Oltre a far parte della cult-band sperimentale torinese dei Larsen, Fabrizio Modonese Palumbo è responsabile con il moniker di ( r ) di elaborazioni audio caratterizzate da distensioni ambientali corrugate da ombre introspettive e tumulti noise.
Il suo ultimo album, In Pink, uscito per Important records e composto nell'arco di due anni, in collaborazione con musicisti quali Baby Dee e Paul Beauchamp (Steve Mc Kay band / Stooges) è un lavoro che spazia tra le atmosfere rilassate care ai primi album a momenti di un energia mai udita prima. Con i Larsen e da solo Fabrizio ha suonato in tutto il mondo. E' stato invitato dal collettivo e-Xplo a un progetto per la Biennale BIG di Torino 2002 e dal leggendario cantante dei Can Damo Suzuki a entrare a far parte del suo network di musicisti.
Le numerose collaborazioni, discografiche e on stage, spiegano la passione e l'importanza del lavoro di Fabrizio: gli Xiu Xiu (con cui assieme ai Larsen ha formato una vera e propria super band chiamata XXL), Damo Suzuki, Davit Tibet/Current 93, Nurse With Wound. Ha lavorato inoltre con Olivier Manchion (Ulan Bator, Permanent Fatal Error, Faust), Bruce LaFountaine (Sword Volcano Complex), Matt Howden (aka Sieben), Spiritual Front, Bill Horist, Baby Dee (Current 93), Ovo e ha suonato assieme a Joseph Budenholzer's Backworld, Jarboe's band, il collettivo Origami e i Matmos.
Di recente formazione il progetto Blind Cave Salamander con Paul Beauchamp assieme a Julia Kent (violoncellista di Antony and the Johnsons, Larsen, Donovan) e il tecnico del suono e producer Marco Milanesio.
www.deathtripper.com
www.myspace.com/fabriziomodonesepalumbo
Ore 21.30.
Ingresso 10 euro con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



MAR. 27 05 2008 - WHY? - a seguire: AMARI dj set!
Nella storia delle modificazioni della musica c'è un nome che di certo ha molto influito nello sviluppo di un certo modo di concepire la mescolanza dei sapori sonori, questo nome è la Anticon, una delle etichette più influenti ed interessanti a livello mondiale e che ha in Why? uno dei suoi artisti di punta.
Anticon significa fondamentalmente abstract hip hop, ovvero una visione differente rispetto all'hip hop fatto di macchinoni e catene d'oro. Anticon è la faccia alternativa della ricerca sonora attraverso il suono hip hop, e Why? è una ed ulteriore riconferma di quanto detto finora, ovvero questa è l'evoluzione urbana del suono hip hop.
Why? è il progetto che vede protagonista Yoni Wolf (che di Anticon è fondatore) ed è la diretta conseguenza di tutto quello che in passato lo stesso Yoni è riuscito a fare attraverso i seminali cLOUDDED, insieme a Dalek e Cannibal Ox, la migliore band di hip hop trasversale uscita da sempre. I cLOUDDED non esistono più e così Yoni ora si può dedicare al 100% al progetto con i Why? che questa sera a LaCasa139 presenteranno il loro terzo album intitolato Alopecia (in Europa distribuito da TomLab mentre in USA sempre su Anticon), un condensato di ritmo ed elettronica che si mescola alle sensazioni dell'indie-rock. Se si dovesse cercare una definizione precisa per la musica proposta da Why? probabilmente quella che maggiormente si avvicina alla realtà è Indietronica, ovvero un mix di indie-rock ed elettronica minimalista. Il segreto e l'originalità di Why? sta però nel proprio background hip hop che ne amplifica la ricerca di ritmi ipnotici e trasuda di cupezze sonore e lessicali.
Why? dipinge quadri astratti in cui le parole si rincorrono su cantilene dall'aspetto oscuro, quasi maligno, mentre i testi parlano di temi tragici come la morte ed il suicidio, il tutto in grado di creare atmosfere al limite dell'inquietante e malato. Lungo le quattordici tracce di "Alopecia" il gruppo spinge i limiti del proprio suono, padroneggiando struttura e modulando emozioni grazie anche alla scrittura cristallina di Wolf.
Yoni Wolf è un polistrumentista di Cincinnati - suona chitarra, basso, piano, tastiere e batteria ed è uno sperimentatore entusiasta di tutto ciò che la moderna tecnologia ha da offrire - assieme al fratello Josiah e a Doug McDiarmid, ha dato vita a Why?, una delle più interessanti invenzioni psichedeliche, guitar pop e folk hop degli ultimi anni. Dopo il celebrato "Elephant Eyelash" (Anticon, 2005), un disco che ha fatto molto parlare di sé con i suoi ritornelli pop assassini incastrati in pezzi hip-hop a loro volta montati in forme-canzone imprevedibili, Why? tornano con l'attesissimo "Alopecia" (2007, Tomlab) e non deludono le aspettative. Il mondo di Why? stupisce su disco ma è dal vivo che i suoni tra digitale e tradizionale riescono a fondersi ancora meglio trascinando l'ascolto attraverso un tunnel buio e fascinoso.
www.myspace.com/whyanticon
a seguire: AMARI dj set!
www.myspace.com/amarinightmembersclub
Ore 21.30.
Ingresso 10 euro con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



MER. 28 05 2008 - MAN MAN
Il quintetto americano dei Man Man annuncia il nuovo album ed un concerto a Milano.
Rabbit Habits è il terzo disco, primo per l'etichetta Anti Anti (dimora ideale per il loro suono gypsy-swamp-rock-carny-soul) uscito il 7 aprile. Secondo Pitchforkmedia.com "la forza dei Man Man non deriva dai generi in cui si imbattono, la luce maniacale dei loro occhi o dal sudore che scende giù dalle loro barbe. E' la tristezza insopportabile nel midollo e come la trasformano, da uomini esistenzialmente provati ma stoici, in una gioia terribile e coraggiosa".
Noti per i loro energici live shows - dove utilizzano una varietà di strumenti tradizionali come l'accordion, il Moog e lo xylofono oltre a pentole, scarpe, estintori e giocattoli, i Man Man hanno conquistato il pubblico in giro per il mondo suonando con Cat Power, Arcade Fire e Modest Mouse.
Nel mese di maggio sono in un tour europeo iniziato al festival ATP vs. Pitchfork in Inghilterra dove hanno suonato con con Of Montreal, Ween e Hot Chip toccando, come data italiana, LaCasa139 a Milano.
http://www.wearemanman.com
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro con tessera ARCI.


--------------------------------------------------------------------------------



GIO. 29 05 2008 - dj set by Zurda
Ore 22.00.
Ingresso libero con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



VEN. 30 05 2008 - CAT CLAWS - in apertura: GOODTIMES GOODTIMES - a seguire dj Cannonau
Il gruppo indie rock più chiacchierato della penisola, sulla bocca di tutti e pronti a farsi strada. Hanno aperto i concerti italiani dell'ultimo tour dei Babyshambles suonando ogni sera di fronte a più di duemila persone e fatto capire a tutti di che pasta sono i CAT CLAWS.
Nel 2001 Marco e Lavinia s'incontrano e, complice l'amore comune per i Sonic Youth, decidono di provare a comporre musica insieme. Quel primo tentativo di gruppo diventa una cosa seria solo tre anni più tardi, con l'arrivo in formazione di Guido (bassista) e, dopo diversi avvicendamenti, Valentina alla batteria. Con questa line up cominciano a farsi notare sui palchi di numerosi locali della capitale e non solo. Suonano ovunque, aprendo per chiunque e facendo crescere in pochissimo tempo la loro fama di live band grazie ad un tour italiano con You Say Party, We Say Die! e concerti con OK Go, The Others, Parenthetical Girls. A gennaio 2008 uscirà il loro album d'esordio, registrato con Francesco Donadello dei Giardini di Mirò e preprodotto in compagnia di Peter T dei MiceCars (loro chitarrista aggiunto, quando capita). Dicono di loro (in realtà lo diciamo noi): "Sono matti come i Liars, ma con le canzoni pop dei Breeders. E Lavinia, ogni tanto, si muove come Blondie". Avete capito qualcosa? Neanche noi. Ma non è quello l'importante.
www.catclaws.org
www.myspace.com/catclawsband
in apertura: GOODTIMES GOODTIMES
Goodtimes Goodtimes è il progetto musicale di Francesco Cinelli. Nato a Roma, ha trascorso la maggior parte della sua vita a Londra. La sua musica nasce dal blues folk & country influenzata dai Dylan, Cash e Steve Earle.
Ha suonato in tutti i tipi di locali a Londra e in tutta l'Inghilterra e negli ultimi due anni ha anche passato parecchio tempo suonando nella East Coast Americana, in particolare a New York City dove, nei locali di Greenwich Village si trovava spesso a fare due o tre concerti a sera nei vari locali, conoscendo tanti personaggi interessanti, alcuni dei quali rivisti e descritti nel primo album di Goodtimes Goodtimes.
Intitolato "GLUE" anche se, registrato in una camera da letto con un 8-track semplicissimo, l'album raccoglie 10 canzoni piene di ottimismo che trovano la loro voce e trasmettono un suono ricco e unico. Lanciato da se, l'album ha ricevuto tante ottime recensioni e le tournée continue , sia con la band che da solista - chitarra e voce - continuano ad essere molto apprezzate.
Goodtimes Goodtimes adesso lavora su un nuovo disco che uscirà in autunno.
www.myspace.com/thisisgoodtimesgoodtimes
www.goodtimesgoodtimes.co.uk
Ore 21.30.
In collaborazione con NokiaTrendsLab.
Ingresso 3 euro con tessera ARCI.
A seguire dj set by Cannonau.

--------------------------------------------------------------------------------

SAB. 31 05 2008 - DJ SET by BLIXA
"Pretty Girls make Raves" dj set by Blixa!
www.myspace.com/charmingdjs
Ore 22.00
Ingresso libero con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------

DOM. 01 06 2008
Chiusura.

--------------------------------------------------------------------------------

LUN. 02 06 2008
Chiusura.
LUN. 05 05 2008 - MAUVE + PICASTRO
MAUVE
Come mettere insieme Sean Connery, Cesare Pavese e il noise? Oppure Edimburgo, Santiago e il Lago Maggiore? Lo fanno i Mauve in Kitchen Love, esordio sulla lunga distanza del trio piemontese dopo i buoni riscontri ottenuti con l'ep "Sweet Noise on the Sofa" del 2007. Prodotto dalla band assieme a Christian Alati (Cods, Don Quibòl, Gatto Ciliegia contro il Grande Freddo nonché "fonico ufficiale" della Canebagnato) presso il suo studio milanese, Kitchen Love è un album "in moto costante", con pochissime pause, in un continuo cambio di ritmo, suoni, atmosfera. Momentaneamente riposte (ma non dimenticate) le sonorità sognanti ed evocative dell'esordio, i Mauve costruiscono un proprio mondo nervoso ed elettrico, ma anche surreale ed ironico, ricco di sfumature, contrasti, chiaroscuri. Il risultato è una melanconia inquieta, frusciante, che pervade arrangiamenti e testi, una sorta di dialogo interiore alla ricerca di un ideale di amore verso cui tendere. Ma allora, what is love? Per i Mauve la risposta può nascondersi in cucina, anche nella più piccola delle tazzine.
www.myspace.com/feelmauve
PICASTRO
"Whore luck" è il ritorno dei Picastro, il trio canadese capitanato dalla voce fosca di Liz Hysen: un album splendido, che spinge ancora più il là gli orizzonti slowcore e post-rock, verso una forma-canzone tormentata e di intensità emotiva senza eguali. La bellezza dei Low e dei Mogwai convivono in dolenti flussi emotivi, in una musica che sposa delicatezza e violenza.
Un slowcore venato di bassa fedeltà ormai maturo per palcoscenici ben più ambiziosi – IL MUCCHIO gennaio 2008
Si nuota. Si va in apnea. Si resta in acqua finchè i polpastrelli non sono intirizziti. E risalire in superficie diventa una scelta come un'altra – BLOW UP gennaio 2008
I Picastro rimangono gli eredi più credibili dei Low – RUMORE gennaio 2008
Un disco di violenta bellezza. Tristissimo e lancinante. Un album da cui non è possibile non uscire esausti. Per questo, da avere. – VITAMINIC.IT
www.myspace.com/picastro
Ore 21.30.
Ingresso 8 euro con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



MAR. 06 05 2008 - JONATHAN RICHMAN - in apertura: Susanne Pieskar
The 'ice-cream man' Jonathan Richman, cantante e leader dei Modern Lovers, torna in Italia per due concerti il 5 maggio a Roma e il 6 maggio a LaCasa139 di Milano per presentarci il suo ultimo album solista "Because Her Beauty is Raw and Wild" uscito lo scorso Marzo.
Jonathan Richman, artisticamente legato a Boston, esordì nei primi anni settanta come cantante, chitarrista e leader dei Modern Lovers, storica garage-band. Il gruppo, nel 1973, si divise per rinascere come progetto acustico realizzando l'album di successo 'Rock'n'roll' (1977) che contiene il brano "Egyptian Reggae" vero e proprio esempio di musica 'roots' sperimentale, che nel giro di poche settimane conquistò le classifiche europee. Nel 1979 Richman continuò come solista e pubblicò una serie di album che spaziavano dal country al garage fino alla musica latina, portando con sé un fedele gruppo di fan. Oggi la sua musica è un folk gioviale e spartano che narra storie semplici in modo originale e con una passione che rende ogni suo disco un piccolo gioiello: il suo ultimo album è "Because Her Beauty is Raw and Wild", il dodicesimo in quasi venti anni di carriera solista. Conosciuto in tutto il mondo per i suoi spettacoli che restituiscono alla musica l'incantevole fascino della semplicità (voce, chitarra e batteria, nient'altro), torna a distanza di due anni nel nostro paese in compagnia del batterista Tommy Larkins (con lui nell'album) per due show d'eccezione.
www.myspace.com/pablopicassowasnevercalledanasshole
Ore 21.30.
Ingresso 10 euro con tesera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



MER. 07 05 2008 - GIANGILBERTO MONTI
Chansonnier e autore di origini milanesi, Giangilberto Monti durante gli studi suona la chitarra acustica e il basso elettrico, componendo le prime canzoni a metà degli anni Settanta. Conosce il produttore Nanni Ricordi e gli artisti legati all'etichetta Ultima Spiaggia: Gianfranco Manfredi, Ivan Cattaneo e Ricky Gianco; si laurea in Ingegneria Chimica al Politecnico di Milano e firma un contratto discografico per la CBS, ora Sony Music.
L'album di esordio, "L'ordine è pubblico" (1978), prodotto e arrangiato dal pianista Alberto Mompellio, contiene testi di impegno civile in bilico tra tristezza e ironia, un sarcasmo che si accentua nel secondo album, "Il giro del giorno" (1979), dove compare tra le altre La persiana, tratta da una poesia di Ghiannis Ritsos. Incontra il musicista Roberto Colombo, che arrangia il suo terzo album, "E domani" (1981), con cui firma Si Milano, dedicato alla comune città d'origine. Intraprende una parallela attività teatrale: studia interpretazione vocale con Cathy Berberian, recita con Dario Fo e Franca Rame, si diploma alla Civica Scuola d'Arte Drammatica di Milano e scrive con Flavio Premoli, tastierista della PFM, la rock-opera Guardie e Ladri (1982), un album che ospita tra gli altri Alberto Camerini, Francesco Di Giacomo del Banco, Anna Oxa e il vocalist Bernardo Lanzetti. Sempre con Premoli scrive canzoni per Fiordaliso e Anna Oxa, firmando con il violinista Mauro Pagani La mia razza (1990), per Mia Martini.
Frequenta l'ambiente dello Zelig di Milano e collabora come autore con i comici Aldo Baglio e Giovanni Storti - del futuro trio Aldo, Giovanni & Giacomo - Marco Della Noce, Cesare Gallarini e i Fichi d'India. Scrive e recita con l'attrice Lella Costa la pièce Videoclip di Coppia (1985), pubblica l'album Il Re del Musical (1986) su musiche di Gaetano Liguori, e porta in scena diversi spettacoli musicali, tra cui Coppie (1991) su musiche di Sergio Conforti, il Rocco Tanica di Elio & Le Storie Tese. E' regista di spettacoli musicali, tra cui Voci del me Milàn (1997), ricerca sulla tradizione lombarda condotta con il critico Sandro Avanzo. Firma lo sceneggiato radiofonico Carissima Lucrezia, prodotto dalla Radio Svizzera Italiana, e scrive con il saggista Vittorio Orsenigo la pièce storica Dreyfus (Greco&Greco,1999). Dopo la pubblicazione del discomix SuperLega (1992), ironica ballata rap in chiave antileghista, e lo spettacolo di cabaret musicale Sul Confine (1994), intraprende una lunga ricerca sull'opera dell'artista francese Boris Vian, poeta, scrittore e autore di canzoni, sintetizzata nel libro curato con Giulia Colace, Boris Vian - Le canzoni (Marcos y Marcos, 1996) e nel CD omonimo pubblicato dal Manifesto (1997). In coppia con la cantante jazz Laura Fedele, presenta il recital di canzoni Il Ballista & La Pianista (1999-2000), sul repertorio musicale di Dario Fo. Nel 2002 mette in scena La Banda Bonnot, storia del bandito anarchico Jules Bonnot su canzoni inedite di Boris Vian; nello stesso anno esce per la Sony Musicalmente scorretto, una raccolta delle sue prime canzoni. E' del 2003 la prima edizione del Dizionario dei Cantautori (Garzanti), scritto con Veronica Di Pietro, dove riassume il mondo del cantautorato dal Novecento ad oggi. L'anno dopo la Radio Svizzera Italiana gli produce La Belle Epoque della Banda Bonnot, radiodramma musicale che vince il Prix Suisse 2004 nella categoria Fiction ed esce come CD doppio in Italia per la FolkClub Ethnousoni. Il progetto Maledette Canzoni, omaggio a Vian, Ferré e Gainsbourg, viene pubblicato su CD Carosello/Warner nel settembre 2006. Tratto dal suo ultimo spettacolo, esce in distribuzione unicamente digitale il nuovo album di Giangilberto Monti, CE N'EST QU'UN DéBUT, ispirato al noto slogan del maggio '68 (Non è che l'inizio). In undici canzoni una riflessione sugli anni Settanta, dalla nascita della contestazione giovanile nella facoltà di Sociologia di Trento alla genesi delle Brigate Rosse, ma anche ricordi, amori, speranze e tanta voglia di futuro.
www.giangilbertomonti.it
www.myspace.com/giangilbertomonti
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro con tessera ARCI.


--------------------------------------------------------------------------------



GIO. 08 05 2008 - GIULIANO DOTTORI - in apertura: Hubèrt Rapisardi - a seguire dj set by Morgana
Nuovo tour e nuova release discografica per Giuliano Dottori. In occasione della pubblicazione in download digitale della special version di "Lucida", prevista per maggio 2008 su etichetta Echophonic con quattro out-takes, Giuliano Dottori torna sul palco. Una formazione quasi minimale che vedrà Giuliano Dottori accompagnato dal contrabbassista Marco Ferrara (già con Cristina Donà, Atleticodefina e Zerouno). Dopo 40 date in tutta Italia nel corso del 2007 e la partecipazione a eventi quali: MiAmi, Six Days Sonic Madness, Senza Far Rumore Fest e Milano Film Festival, a marzo debutterà un live diverso, basato sui nuovi arrangiamenti di "Lucida" e alla presentazione in anteprima di alcuni dei nuovi brani che entreranno nella track list del prossimo album del cantautore milanese.
www.myspace.com/giulianodottori
In apertura Hubèrt Rapisardi, presenterà il suo progetto solista.
www.myspace.com/hubertrapisardi
Ore 21.30
Ingresso 5 euro con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



VEN. 09 05 2008 - PERTURBAZIONE - in apertura: Borde-aux - a seguire dj Cannonau
Ritornano a grande richiesta con un concerto acustico speciale. Un gruppo di classe! Pronti per "Pianissimo Tour".
Dopo aver condiviso il palco in due serate speciali con i Virginia Miller, dopo l'uscita del video di "Nel Mio Scrigno" che ha anticipato il terzo singolo "Un Anno in Più" accompagnato da un video saltato fuori dal cilindro di Tommaso, finalmente, 4 elementi dei Perturbazione, in set Acustico tornano al loro pubblico!
www.perturbazione.com
www.myspace.com/perturbazione
In apertura: Borde-aux
www.myspace.com/bordeauxworld
Ore 21.30.
Ingresso 8 euro con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------

SAB. 10 05 2008 - I COSI - in apertura: Anime in lega leggera - a seguire DJ SET by BLIXA
I Cosi devono il loro battesimo a un ispirato Marco Castoldi, che li presenta con questo nome durante una delle loro prime esibizioni. I Cosi nascono nel Settembre 2004, pur suonando insieme da molto prima con il nome Kubla Khan e avendo base presso le sale prova di via Lombroso a Milano. Dopo anni di musica i Kubla Khan decidono di prendersi un periodo di pausa per poi ripartire con un nuovo progetto fondato sulla qualità del fare musica con uno stile tutto italiano, sulla melodia e sul divertimento. I Cosi ricordano Ennio Morricone che orchestra Adriano Celentano che canta una canzone scritta da Luigi Tenco a quattro mani con i The Hives. Tra il pubblico in sala Bobby Solo, Mina e Ringo Starr. I Cosi: l'unica band perfetta sia per un matrimonio che per un funeral party.
www.myspace.com/icosi
In apertura: Anime in Lega Leggera
www.myspace.com/animeinlegaleggera
Ore 21.30
Ingresso 5 euro con tessera ARCI.
A seguire: "Pretty Girls make Raves" dj set by Blixa!
www.myspace.com/charmingdjs

--------------------------------------------------------------------------------

DOM. 11 05 2008 - SONS AND DAUGHTERS
Finalmente arriva in Italia il quartetto di Glasgow per presentare il nuovo attesissimo album "The Gift", su Domino records, prodotto da Bernard Butler, ex-Suede, per tre date ad inizio maggio che già si preannunciano imperdibili per tutti gli amanti dei suoni britannici tra melodie wave alla Smiths e pop riempipista alla Franz Ferdinand, dei quali aveva supportato con successo l'ultimo tour europeo.
www.myspace.com/sonsanddaughters
Ore 21.30
Ingresso 12 euro con tessera ARCI.
LUN. 28 04 2008 - ARM ON STAGE
Il progetto ARM ON STAGE nasce nel 2007 dall'intreccio di quattro strade soliste avviate da anni.
Claudio Domestico (leader del gruppo GNUT), Folco Orselli, Stefano Piro e Alessandro Sicardi danno vita a costanti improvvisazioni (rinominate improvvisioni) per sette giorni consecutivi in un casolare sperduto tra i monti del passo del Sassello.
Da più di quattro ore di registrato sono nate 9 tracce originali che risentono in maniera nitida dell'influenza di ogni singolo musicista e della particolare libertà espressiva nata da un contesto del tutto inusuale (la lingua inglese, da nessuno utilizzata nei propri percorsi, ne è la diretta testimonianza). Nasce così: "Sun glasses under all stars".
Tornati dal viaggio, hanno deciso di coinvolgere altri due importanti elementi quali Guido Andreani ai gingilli elettrici e Daniele Parascandalo (batterista degli EPO).
www.myspace.com/armonstage
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



MAR. 29 04 2008 - PALCONUDO
I Palconudo iniziano il loro progetto musicale nel Gennaio del 2001 a Genova. Nel 2001 partecipano al concorso nazionale "I migliori che abbiamo" indetto in memoria di Fabrizio De Andre' e vincono come gruppo esordiente con la canzone "La danza dell'illusione". Si esibiscono dunque nella serata al Teatro Carlo Felice insieme a Vinicio Capossela, Cristiano De André, Loredana Berté, Enzo Jannacci, Enrico Ruggeri e molti altri artisti italiani. Nel 2004 vincono il concorso "L.Italy Music Festival", gara tra band genovesi che mette in palio l'incisione di un cd-demo in uno studio professionale. Nel 2005 partecipano al "Festival Internazionale di Poesia" di Claudio Pozzani nell'ambito della competizione musicale che si tiene a Camogli (Concorso nazionale per cantautrici: "Un Mare di Donne") e la giuria assegna loro il premio "Miglior testo" per la canzone "Nel momento". Nell'Ottobre 2005 partecipano, superandole, alle selezioni per Music Village. Nel marzo 2006 partecipano a Macerata alle semifinali del Festival di Recanati. Nel Giugno 2006 i Palconudo si aggiudicano il secondo posto al Premio Lunezia. Sul palco de LaCasa139 vengono a presentare il loro album di debutto: OCCHI MALATI DI BELLEZZA.
www.myspace.com/palconudo
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



MER. 30 04 2008 - NORDGARDEN
Esce finalmente l'attesissimo terzo disco di Nordgarden intitolato "The Path of Love" – il sentiero del'amore - che il cantautore presenterà in un nuovo tour europeo in versione full Norwegian band!
L'album contiene 10 canzoni che parlano non solo di amore, ma anche della scomparsa di una persona cara e della nostalgia che genera, di una Londra tinta dai colori americani, dell'urgenza bruciante di catturare il momento, di un impossibile autostop in Sardegna, fino ad arrivare ad un'interpretazione di una delle canzoni del gruppo Morphine. Il titolo dell'album deriva dalla canzone omonima "The Path of Love" che fa parte di una trilogia che tratta delle tre fasi di una storia d'amore – l'inizio, l'incerto e la fine.
Ovvero, come lo scrisse diversamente Dante – il paradiso, il purgatorio e l'inferno.E' un viaggio fra dolore e piacere, fra fede e dubbio e fra gioia e lutto. E' un Nordgarden sempre più maturo che ci racconta della sua vita.
www.myspace.com/nordgarden
Ore 21.30.
Ingresso 8 euro con tessera ARCI.


--------------------------------------------------------------------------------



GIO. 01 05 2008
Chiusura.

--------------------------------------------------------------------------------



VEN. 02 05 2008 - SIMONE CRISTICCHI - a seguire dj Cannonau
Un cantautore nostrano: originale, stralunato e fuori dagli schemi. Dagli esordi ironici di "Vorrei cantare come Biagio Antonacci" alla canzone impegnata "Ti regalerò una rosa", portata a Sanremo, con la quale si è meritato il primo posto. Simone ritorna con il suo cespuglio in testa, le sue canzoni che parlano di amore, di vita e tutto il resto a confermare che lui sì, è un cantautore vero.
www.simonecristicchi.it
Ore 21.30.
Ingresso 8 euro con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------

SAB. 03 05 2008 - SZ - a seguire DJ SET by BLIXA
Straordinario debutto in Italia del duo francese SZ fondato dai 2 fratelli Frank e Damien Litzler che presentano sul palco de LaCasa139 il loro nuovo album "Autumn leaves Latin comes" (Drunk Dog records) che sarà disponibile dal 10 marzo 2008. Appena finita la tournée francese durata ben due mesi, SZ arriva in Italia con un post rock in cui si dosano perfettamente sonorità elettroniche, samples mixati dal vivo a ricamare le chitarre, le tastiere, la batteria, il metallofono i diversi strumenti che hanno fatto di questo gruppo uno dei fenomeni d'oltralpe! Delicatezza e tensione, sollievo ed esplosione, ed una rara complicità che il duo riesce ad instaurare con il suo pubblico e con chi avrà la fortuna di scoprire la loro musica.
www.myspace.com/szband
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro con tessera ARCI.
A seguire: "Pretty Girls make Raves" dj set by Blixa!
www.myspace.com/charmingdjs


--------------------------------------------------------------------------------

DOM. 04 05 2008 - BLOOD RED SHOES
Finalmente arriva in Italia il quartetto di Glasgow per presentare il nuovo attesissimo album "The Gift", su etichetta Domino records, prodotto da Bernard Butler, ex-Suede, per tre date ad inizio maggio che già si preannunciano imperdibili per tutti gli amanti dei suoni britannici tra melodie wave alla Smiths e pop riempipista alla Franz Ferdinand, dei quali aveva supportato con successo l'ultimo tour europeo.
www.myspace.com/bloodredshoes
Ore 21.30.
Ingresso 12 euro con tessera ARCI.
LUN. 21 04 2008 - THE BRUNETTES
The Brunettes sono una band Neo Zelandese formata nel 1998, composta dal vocalist e producer Jonathan Bree e dalla vocalist e multi strumentalista Heather Mansfield, e da altri artisti che hanno contribuito alla realizzazione dei loro lavori per arrivare a comporre un muro di suoni di grande rilevanza. Ispirati al pop delle ragazze degli anni '60 e al punk degli anni '70, The Brunettes hanno dato vita al loro primo grande lavoro dalle sonorità indie rock dal nome Holding hands, Feedind Ducks, per arrivare ad un più sofisticato e maturo album, l'ultimo "Structure and cosmetics". Il gruppo ha passato molto tempo in tour in giro per l'Australia e l'Inghilterra, per arrivare finalmente anche in Italia. Pronti e ben felici di ospitare un gruppo di fama internazionale, il bel paese si prepara, avido di indie, ad accogliere un altro gruppo del genere alternativo per antonomasia.
www.myspace.com/thebrunettes
Ore 21.30.
Ingresso 10 euro con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



MAR. 22 04 2008 - CONTEST CITY MUSIC LAB
La finalissima! Arrivati al termine di questo avvincente contest, finalmete questa sera verrà decretato il vincitore dell'edizione 2008 del Contest City Music Lab.
per info: Sito di City Music Lab
Ore 21.30.
Ingresso libero con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



MER. 23 04 2008 - YURI BERETTA
Yuri Beretta Presenta porta sul palco della Casa il suo nuovo album!
Dal magico incontro tra Yuri ed Eclectic Circus nasce "La Forza" un nuovo lavoro discografico - con la produzione artistica di Lele Battista. Nessun filtro, nessuno schema, un'ironia pura e schietta per questa forma di "cantautorato allucinato", come lui stesso ama definire la sua musica, un regalo che sorprende e conquista irrimediabilmente! Uno degli spettacoli più divertenti in circolazione. Leader e cantante dei Genialando Minimamente, Yuri Beretta aveva colpito l'attenzione di molti con il disco "Fluori" uscito nel 1998 per CGD. "...un disco pieno di ironia, energia e creatività in cui echi e riverberi di chitarra mutuati dagli anni '80 si sposano a perfezione con melodie elementari e trascinanti, e sul quale ha un buon gioco la voce versatile di Yuri, capace di cambiare scenario di continuo..." come recitava il comunicato di allora.
Noi non li abbiamo mai dimenticati e, un pò per caso, un pò per fato, più di un anno fa - insieme a Stefano Clessi di Eclectic Circus - abbiamo ritrovato Yuri.
Yuri dal 1999 ad oggi ha fatto diverse cose: si è isolato in montagna per qualche anno, ha continuato a lavorare con il teatro realizzando uno spettacolo sulla tragica vicenda della strega di Hansel e Gretel, ha scritto un disco di musica klezmer da camera e ha messo in cantiere una serie di concept album che tiene nel cassetto.
Sul palco de LaCasa139 presenterà spavaldo il suo nuovo album accompagnato da: Nicola Rossetti - batteria, Fabrizio Zitoli - basso, Ale Ponti - chitarra, Giorgio Mastrocola - chitarra, Lele Battista - tastiere e cori, Alberto Grein - didjeridoo, Simona Rotolo - cori.
www.myspace.com/yuriberetta
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro con tessera ARCI.
____________
Comunicato stampa:

MINISTRI e FRATELLI CALAFURIA
live in TREMO AD ALTA VELOCITA’
+ MICOL MARTINEZ dj set

GIOVEDI’ 24 APRILE 2008
@ LA CASA 139 – Via Ripamonti, 139 – Milano
Inizio concerto ore 21.30
Ingresso 5 euro con tessera Arci

La gente non va più a vedere i concerti.
Perché i suoni fanno schifo, perché non si balla, perché non si cucca, perché ci si rompe le palle (vero, vero, vero, vero).
Ma allora perché non chiamiamo solo i dj e facciamo un bel rogo di chitarre, bassi e organetti?
Il perché c'è, semplicemente non ve lo ricordate più – dopo anni di concerti illuminati da una lampadina e tenuti malamente in piedi da chitarre tanto chic quanto scordate e arroganti.
La Saphary Deluxe ve lo ricorderà come si deve.
E ve lo promette – come è uso fare il nostro ritrovato premier con la ricrescita (elettorale, si capisce).
Riabilitare i concerti: un progetto arduo che richiede un nome imponente.
Così sia: la Saphary Deluxe inaugura le sue GRANDI OPERE NIGHTS, che vi promettono volume e casino come non ce lo si ricordava più.
TREMO AD ALTA VELOCITA' è il primo di questi appuntamenti: sul palco, FRATELLI CALAFURIA e MINISTRI – due delle band più rumorose e importanti che Milano abbia partorito negli ultimi dieci anni.
I primi si godono il meritato feedback del loro primo album DEL FREGARSENE DI TUTTO E DEL NON FREGARSENE DI NIENTE (Massive Arts, 2008) che piace ai metallari, a Fiorello e alle signorine. I secondi – nell'attesa di vedere sugli scaffali il loro nuovo Ep, targato Universal – continuano a dimenarsi sui palchi di mezza Italia grazie all'impetuoso hype che ancora accompagna I SOLDI SONO FINITI (Otorecords, 2006), l'album con euro incluso che li ha portati alla ribalta.
Quaranta minuti a testa, non uno di più: se vi sembran pochi, scoprirete – dopo mesi e mesi di soli dj – che bastano, avanzano e lasciano pure fiatone e acido lattico.
Per defaticare ed evitare di svegliarvi coi dolori proprio il giorno dell'anniversario della Liberazione, ecco quindi MICOL MARTINEZ – splendida cantau-attrice che la notte mette i dischi come fosse la sua unica occupazione, forte di selezioni che le altre si sognano e di un background che va dai Kinks a April March.
Appuntamento alla Casa 139 giovedì 24 aprile alle 21.30, ingresso 5 euro con tessera arci.

Links:
www.myspace.com/ministri 
www.myspace.com/fratellicalafuria
www.lacasa139.com 



Daniela Amati
ARCI Saphary Deluxe - Ufficio Stampa
Via Circonvallazione Idroscalo, 41 – Segrate (MI)
phone/fax: 02 70200686
www.sapharydeluxe.it
www.circolomagnolia.it 

--------------------------------------------------------------------------------

GIO. 24 04 2008 - MINISTRI - a seguire: dj set Micol Martinez
La rivelazione indie-rock del 2007: tre disperati vestiti da Napoleone che hanno stupito pubblico e critica con "I Soldi Sono Finiti" (Otorecords) – il primo album della storia con i soldi dentro. Un esordio fulminante che li ha portati a esibirsi su palchi prestigiosi – dal main stage del Miami a quello di Italia Wave – e a collezionare più di cinquanta sudatissimi concerti in pochi mesi. Presuntuosi, iconoclasti e visionari, i Ministri tornano all'attacco con la Saphary Deluxe in attesa del prossimo pericolosissimo album.
www.myspace.com/ministri
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro con tessera Arci.

--------------------------------------------------------------------------------

VEN. 25 04 2008 - I TRENI ALL’ALBA Folk Destroyers - a seguire dj Cannonau
Forte, trascinante, travolgente fino all'inverosimile è Folk Destroyers il primo cd full lenght de I Treni all'Alba, testimonianza dei primi sei anni di live, spettacoli teatrali e sonorizzazioni della band torinese/aostana. Folk Destroyers: intense sonorità a base strumentale, ispirate ai suoni mediterranei, ai colori del deserto messicano, al calore delle tarantelle, alla musica balcanica, all'energia del rock del post-core/progressive. Sonorità scaturite da incredibili intrecci di chitarre, pianoforte e batteria. Soltanto musica. Un'inconsueta musica d'autore.
L'album ha preso vita nello studio Il Cerchio Perfetto di Torino, di Tino Paratore, fonico di Gatto Ciliegia, Gigi d'Agostino, Lalli, Arturo Piazza, nonché sound engineer del punk e del rock alternativo anni Novanta (Fluxus, Marlene Kuntz, Bandamanera Nerorgasmo, C.O.V., Belli Cosi, Kina). Numerosi ospiti e collaboratori hanno affiancato i quattro strumentisti: al basso Andrea Pomini (Disco Drive, Encore Fou, Fichissimi), al contrabbasso Federico Lisfera (Orchestra Sinfonica della Val d’Aosta, Orchestra Filarmonica di Torino, Crunch Torino), alle percussioni Sandro Serra (Alberto Fortis, Dead Elephant, Titor, Le Consuetudini), Andrea Carlotto e Maurizio Tomagra (Mamima Swan). Nella sezione fiati: Giotto Napolitano (Arturo Piazza, Fratelli di Soledad, Tribà ) con la sua cornetta, Alberto Ventrella (Kina, Frontiera) al sax, Romeo Sandri (Acusmatic group, Tempo Zero) con flauto traverso e fisarmonica ed Andrea Buffa al sax (Locomotiv Canarone, Bandaradan), Francesco Parini al trombone (Orchestra Giovanile Italiana) e Marco Ferrara alla tromba. Infine, i Manàcuma sono stati portavoce dei ritmi e delle musiche del sud Italia all'interno del disco. Nove tracce che per l'ascoltatore diventeranno la colonna sonora evocativa di policromatiche sensazioni, le stesse che sono state i carboni che hanno alimentato la fucina creativa del pittore Domenico Sorrenti, che ha curato i disegni delle grafiche interne.
Il cd è prodotto da Smartz Records (www.smartzrecors.org) e da I dischi dell'Amico Immaginario (www.lamicoimmaginario.it), ed è distribuito nei negozi in Italia da Audioglobe. Presso i loro siti è possibile acquistarlo direttamente.
I Treni all'Alba e Folk Destroyers: un'apocalittica e travolgente onda di suoni, ora tangibile nelle vostre mani, un nuovo inizio per un lungo viaggio.
www.myspace.com/itreniallalba
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------

SAB. 26 04 2008 - DJ SET by BLIXA
"Pretty Girls make Raves" dj set by Blixa!
www.myspace.com/charmingdjs
Ore 22.00.
Ingresso libero con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------

DOM. 27 04 2008
Chiusura.
LUN. 14 04 2008 - MARIPOSA + Aìrin
Mariposa, ovvero "farfalla" in spagnolo, è il progetto di un sestetto "aperto" che opera tra Bologna, Verona e Arezzo. Un progetto ambizioso, che combina canzone d'autore italiana, folk, rock e psichedelia, in un'ambientazione surreale dalle tipiche tinte teatrali. Enzo Cimino (batteria e percussioni), Alessandro Fiori (voce e violino), Enrico Gabrielli (fiati), Gianluca Giusti (pianoforte e tastiere), Rocco Marchi (chitarra, basso, moog) e Michele Orvieti (tastiere e pianoforte) danno vita a una sorta di bizzarro "grammelot" in cui si fondono liricità e umorismo, rumorismo e straniamento. "Il nostro proposito - spiegano i Mariposa - è di combinare spazi e dimensioni propri di mondi apparentemente lontani, quali la musica da camera e l'elettroacustica tipica del rock".
Violini, flauti, sax, chitarre e piano si inseguono, partorendo atmosfere acustiche che si alternano ad improvvisi sprazzi noise, a schizzi di jazz, contaminazioni klezmer e filastrocche sonore.
Ore 21:30.
Ingresso 5 euro con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



MAR. 15 04 2008 - LOMBROSO
Dario Ciffo ed Agostino Nascimbeni sono i Lombroso. Inseparabili dal 2004, se non per gli impegni di Dario con gli Afterhours di cui è violinista da anni, i ragazzi sono al loro secondo album. L'omonimo "Lombroso" li ha consacrati nella scena dell'underground milanese ed ha consolidato questa coppia davvero unica. I due con il nuovo lavoro "Credi di conoscermi" sono riusciti ad aprirsi un varco nella musica italiana in genere ed ora sono in giro per il bel paese a presentare i nuovi pezzi e brani del precedente indimenticabile album. Le esibizioni live della band sono sempre coinvolgenti e trascinanti grazie alla potenza e alla tecnica del batterista Agostino e grazie alla grinta, alla voce e chitarra di Dario. Le sonorità arrivano chiare e coincise dai mitici e intramontabili anni sessanta e settanta, dalla musica beat, in una parola, dal rock and roll. E pensare che tutto era nato per gioco, da un improvvisazione di Dario ed Agostino su un palco qualunque.
www.myspace.com/duolombroso
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



MER. 16 04 2008 - CONTEST CITY MUSIC LAB
Eccoci arrivati alla seconda fase delle semifinali giuria, che vedrà affrontarsi sul palco de La Casa 139 gli altri gruppi più votati dalla giuria durante le fasi eliminatorie.
Per questa prima semifinale giuria si sfideranno sul palco questa sera:
- 6 Ore Dopo
- Sfere Cristalline
- Fonktion
- Lunaa
- Stardog
per info: Sito di City Music Lab
Ore 21.30.
Ingresso libero con tessera ARCI.


--------------------------------------------------------------------------------



GIO. 17 04 2008 - THE BROKEN FAMILY BAND (UK) - a seguire: dj set Micol Martinez
75% Cambrige e 25% Londra: questa la composizione dei THE BROKEN FAMILY BAND, una giovane band che ha però all'attivo già quattro album. L'ultima fatica di questi energetici ragazzi inglesi si chiama 'HELLO LOVE' (distribuito in Italia da Goodfellas), registrato con Brian O'Shaughnessy (Primal Scream e My Bloody Valentine) in 12 giorni e altrettante notti e che ha ottenuto grande spazio su tutti i media europei. La loro musica è un mix di rock, country e pop, che canta l'amore e con ballate che restano nelle orecchie. E' uno di quei gruppi che si divertono sul palco e che sanno coinvolgere il pubblico con la loro energia. Insomma, si tratta di un sound che non lascia indifferenti!
www.myspace.com/thebrokenfamilyband
www.thebrokenfamilyband.com
Ore 21.30.
Ingresso 10 euro con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



VEN. 18 04 2008 - MARCO NOTARI & MADAM - a seguire dj Cannonau
Ha appena ultimato alle Officine Meccaniche di Mauro Pagani la realizzazione del nuovo album che uscirà fra qualche mese. Torna dal vivo dopo un tour d'esordio che ha oltrepassato il numero delle 100 date, e che ha portato Marco e la sua band a partecipare ai più prestigiosi Festival e in moltissimi live club, con blasonate aperture, vincendo al MEI di Faenza il premio come miglior tour esordiente, sia da parte del pubblico che della critica.
In questo tour sono state presentate le canzoni del primo album "Oltre lo specchio", prodotto da Giulio Casale (Artes/Mescal-Emi), che entrò subito come miglior new-entry italiana nelle classifiche ufficiali di vendita fino alla 37^ posizione, per ricevere poi ottime recensioni da tutta la stampa specializzata, fino al Premio Italiano per la musica indipendente, come rivelazione dell'anno. Singoli e video in alta rotazione, la vittoria della Indie Music Like hanno confermato il consenso di tutti verso le canzoni di Marco.
Insieme ai Madam proporrà le canzoni di un disco assolutamente eclettico: un concept-album in cui chitarre elettriche, pianoforti vintage, moog, elettronica, ospiti e giocattoli vari vi condurranno attraverso un mondo magico e sconosciuto.
www.marconotari.it
www.myspace.com/marconotari
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------

SAB. 19 04 2008 - DJ SET by BLIXA
"Pretty Girls make Raves" dj set by Blixa!
www.myspace.com/charmingdjs
Ore 22.00.
Ingresso libero con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------

DOM. 20 04 2008
Chiusura.
LUN. 07 04 2008 - ZIBBA E ALMALIBRE
Attivo dal 1992, Zibba, cantautore, si impone tra le più interessanti realtà musicali Liguri, affiancato dalla band AlmaLibre. Da questo incontro nasce un sound forte e passionale, tra melodie classiche e ritmiche rock pure, contaminate da musica popolare, jazz, reggae e atmosfere molto particolari. Espressione di una cultura mista tra i membri della band, il loro suono cattura l'anima.
www.zibba.it
Ore 21:30.
Ingresso 5 euro con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------

MAR. 08 04 2008 - SòFA
I Sòfa vengono da Torino e sono un gruppo che fa da sfondo ad una voce a dir poco incantevole. Stanno suonando nei club per promuovere il loro nuovissimo album, e già ci auguriamo che sia il primo di una lunghissima serie. Le sonorità e gli arrangiamenti ci riportano ai gloriosi e nostalgici anni '60 - '70. Anni in cui ancora non ci si vergognava di essere romantici, sentimentali e capaci di innamorarsi. Forse l'Italia non sarà capace di sfornare voci alla Amy Winehouse, ma non dimentichiamoci che noi abbiamo avuto e sempre avremo una cantante come Mina. Gema non si allontana molto dallo stile e dall'estensione di voce di quest'ultima, con la differenza negli acuti, di essere leggermente più graffiante e dai risvolti più rock. Perché i Sòfa suonano pop, ma hanno un'anima sensibilmente rock che si affaccia soavemente in ogni brano come chiedendo permesso. Il loro è un sound dolce, che al momento giusto sa rivendicare la forza e la potenza di uno spirito profondo, che sa emozionare, unendo arrangiamenti ricercati, delicati, e una voce da brivido capace di prenderti per mano e farti volare. I Sòfa trasudano purezza, autenticità, grazia. Un gruppo, tra i pochi, orgoglioso di descrivere cosa è capace di sentire un cuore ancora in grado di battere.
www.myspace.com/bandsofa
Ore 21.30.
Ingresso libero con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------


MER. 09 04 2008 - CONTEST CITY MUSIC LAB
Eccoci arrivati alla prima fase delle semifinali giuria, che vedrà affrontarsi sul palco de La Casa 139 gli altri gruppi più votati dalla giuria durante le fasi eliminatorie.
Per questa prima semifinale giuria si sfideranno sul palco questa sera:
- Palconudo
- Quadriphonia
- Neropiuma
- Touch
- Kobayashi
per info: Sito di City Music Lab
Ore 21.30.
Ingresso libero con tessera ARCI.


--------------------------------------------------------------------------------

GIO. 10 04 2008 - THE BISHOPS - a seguire: dj set Micol Martinez
Se siete alla ricerca del nuovo fenomeno 2008 targato UK, è presto detto. Si chiamano "The Bishops", vengono da Londra e sono la migliore band del momento! Il gruppo è capitanato dai gemelli Mike Bishop (voce e chitarra) e Pete Bishop (voce e basso) e sostenuti dallo scozzese Chris McConville alla batteria. Il loro primo album intitolato semplicemente "The Bishops", prodotto sotto l'occhio esperto di Liam Wilson (produttore dei White Stripe) è un concentrato di tutto il meglio degli anni '60, compresi frangia e vestito nero. E' sempre sorprendente vedere un giovane gruppo capace di riprodurre alla perfezione le sonorità di un'epoca che non ha mai conosciuto. The Bishops suonano alla maniera dei Beatles e dei Kinks al loro inizio. Melodie accattivanti, pop nervoso, chitarre garage, parole semplici; un aggressività giovanile che esplode nelle canzoni che superano raramente i 2 minuti. Più di 200 concerti in giro per il mondo, un'energia vintage che non sa di naftalina. Imperdibili!
www.myspace.com/thebishopsuk
www.thebishopband.com
Ore 21.30.
Ingresso 10 euro con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------

VEN. 11 04 2008 - RATTI DELLA SABINA - a seguire dj Cannonau
I Ratti della Sabina sono un gruppo musicale nato nel 1996 e formato da elementi provenienti dalla provincia di Rieti: il loro nome deriva dal noto evento storico conosciuto come "ratto delle sabine". Il nucleo del gruppo si origina dall'incontro di Roberto Billi (ideatore anche del noto logo triangolare) con Stefano Fiori: i due iniziano subito a scrivere testi e musiche, e nel giro di pochi mesi raccolgono attorno a sé gli altri ratti, i quali contribuiscono con i propri strumenti ed idee alla crescita del progetto ed al suo consolidamento. Da allora, i Ratti sono rimasti sempre gli stessi: Roberto, Stefano, Eugenio, Alessandro, Alberto, Paolo, Valerio e Carlo. Già dagli esordi, la dimensione live è lo strumento principale attraverso cui il gruppo riesce a stabilire un legame stretto ed autentico con il pubblico. Dopo i primi anni passati a girare tra Roma e i paesi della Sabina, i Ratti cominciano a varcare i confini del Lazio, percorrendo l'Italia da Nord a Sud, isole comprese. Inoltre, suonano per diversi anni anche "giù dal palco", come musicisti di strada, sin dagli esordi nelle piazze romane, per poi partecipare al Carnevale Liberato di Poggio Mirteto (di cui sono ospiti fissi da ormai 10 anni), fino ad arrivare al Ferrara Busker Festival. Il sound gruppo si è evoluto moltissimo negli anni: prettamente folk agli inizi, ha saputo evolversi e maturare, con gradualità, verso sonorità più rock, senza mai trascurare l'aspetto cantautoriale, soprattutto nei testi. Vero punto di forza dei Ratti continua ad essere, a distanza di oltre dieci anni, il rapporto intenso e caloroso con il pubblico, con il quale il gruppo spesso si intrattiene, prima e dopo i concerti (a volte anche durante!): ne è dimostrazione il Rattoforum, popolato punto di ritrovo virtuale di tutti gli appassionati dei Ratti che, sparsi in tutta Italia, si organizzano per incontrarsi durante i concerti, e non solo.
www.myspace.com/rattidellasabina
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------

SAB. 12 04 2008 - iLiKETRAiNS - a seguire DJ SET by BLIXA
Gli iLiKETRAiNS sono il futuro del post rock, questo sembra essere l'urlo della stampa. Nessun giornalista è riuscito a trovare note negative nella musica di Dave Martin e soci, solo applausi e odi per questo oscuro quintetto di Leeds che si è confermato come una delle più interessanti realtà dell'attuale panorama post rock.
Ad oggi gli iLiKETRAiNS hanno pubblicato un album, Elegies of Lessons Learnt su Beggars Banquet, ed un EP, Progress Reform su Fierce Panda, facendo parlare molto di sé.
Il loro è un sound debitore del post punk gothic di Joy Division e Bauhaus e della scena post rock di Jesus and Mary Chain e My Bloody Valentine, ed influenzato dalla passione per l'immaginario decadente dell'Inghilterra Vittoriana.
Violenti fatti di cronaca, ammutinamenti e tragiche storie d'amore documentate da diari e giornali depoca sono alla base delle colte lyrics degli iLiKETRAiNS, insieme alla passione per le divise della British Railways che la band sfoggia quando suona dal vivo e nelle foto promozionali. Dal vivo Dave Martin, Guy Bannister, Alistair Bowis, Ashley Dean e Simon Fogal creano uno show unico grazie all'ausilio di due screen su cui vengono proiettate immagini di reportorio legate alle loro oscure lyrics ed in sincro con la musica.
www.myspace.com/iliketrains
Ore 21.30.
Ingresso 10 euro con tessera ARCI.
A seguire: "Pretty Girls make Raves" dj set by Blixa!
www.myspace.com/charmingdjs

--------------------------------------------------------------------------------

DOM. 13 04 2008
Chiusura.
LUN. 31 03 2008 - LAURA MARLING - CONCERTO ANNULLATO!
A causa di una forte influenza il concerto di Laura Marling in programma per questa sera è stato annullato. Laura è molto dispiaciuta e spera di poter venire presto a suonare in Italia. Il rimborso dei biglietti potrà essere richiesto presso il punto vendita in cui è stato effettuato l'acquisto entro e non oltre il 5 aprile.
La Casa 139 questa sera sarà comunque aperta.
Ore 23:00.
Ingresso libero con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



MAR. 01 04 2008 - BABY DEE (Drag City, US)
Baby Dee è una cantante, pianista, arpista e fisarmonicista di Cleveland.
Si forma artisticamente nelle strade e nelle chiese di New York, dove si trasferisce nel 1972. Inizia come orso-arpista a Central Park, poi l'arpa la carica su un triciclo altissimo con cui percorre le strade della lower Manhattan. E' per anni organista e direttrice musicale di una chiesa cattolica del Bronx. Si esibisce in seguito come performer circense transgender con il Coney Island Sideshow e il Blindestiff Circus, in patria, e poi con il Kamikaze Freaks Show in Europa. Torna a Cleveland nel 2000, diventa scalatrice di alberi, e comincia a scrivere canzoni.
Nel frattempo è diventata una donna a tutti gli effetti.
E' sua l'arpa che si ascolta nel primo album di Anthony and The Johnsons, e proprio l'amico di vecchia data Anthony la mette in contatto con David Tibet (Current 93), che fa uscire per la sua etichetta Durtro i primi album, Little Window, nel 2000, seguito da un EP di quattro canzoni nel 2001 e da Love's Small Song nel 2002. Esce anche una raccolta, The Robin's Tiny Throat, nel 2006. Nello stesso anno figura tra i molti ospiti dell'ultimo album dei Current 93, Black Ships Ate The Sky, e accompagna in tour il gruppo suonando l'arpa e il piano.
Con Safe Inside the Day, uscito nel gennaio di quest'anno per la Drag City, Baby Dee da ufficialmente l'addio alla nicchia, con un lavoro che è la naturale maturazione delle scarne ballate degli esordi. Messa da parte l'arpa, la voce androgina di quest'elegante interprete si appoggia a una strumentazione acustica esile, violoncello, chitarra e pianoforte, e canta l'infanzia perduta passando dalla malinconia alla burla, dalle più cupe atmosfere brechtiane al jazz d'avanguardia, indulgendo in divagazioni pop d'autore e in toni orchestrali.
Collaborano al terzo disco di Baby Dee un esercito di musicisti, oltre ai produttori Superwolf (Matt Sweeney e Will Oldham), Andrew W.K., Robbie Lee, Max Moston (Antony and the Johnsons), Bill Breeze (Psychic TV), John Contreras (Current 93), James Lo (Chavez), and Lia Kessel.
www.myspace.com/theonlybabydee
Ore 21.30.
Ingresso 10 euro con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



MER. 02 04 2008 - MASSIMO GIANGRANDE - in apertura: Francesco Forni
Per chi finora è riuscito ad emozionarsi solo ascoltando gruppi stranieri, "Apnea" di Massimo Giangrande rappresenta una miracolosa scoperta. Undici tracce in italiano ma dal fascino internazionale, per le quali stavolta vale la pena scomodare modelli di riferimento come Radiohead, Jeff Buckley, Nick Drake: influenze innegabili, dalle quali però il cantautore romano si è saputo staccare sviluppando una propria, riconoscibile identità. Le atmosfere acustiche del disco, speziato di rock e jazz, chiudono l'ascoltatore nell'intimità di una stanza mentre i testi, sussurrati da una voce avvolgente, lo lasciano affondare e risalire nell'oceano dell'insoluto. Tutto gira attorno alla condizione di precarietà esistenziale e generazionale, alla perdita dell'equilibrio, alla distorsione della realtà attraverso le gocce di un naufragio. La fatica del natante in apnea si esprime in "Il mestiere di vivere", la tensione a librarsi in "La teoria del volo", il respiro strappato in "Lieve come l'aria", la sospensione e la paralisi emotiva in "Come il cuore leggero", primo singolo in uscita, accompagnato da un video di animazione.
Apnea è un disco difficilmente catalogabile, esteso in melodie e generoso di parti strumentali, semplice all'ascolto eppure ricco di sofisticazioni, composto da tante piccole accortezze nascoste dietro grandi aperture e percettibili solo in momenti successivi. Un disco non da consumare in un boccone come il mercato ordina, ma con cui bagnarsi labbra e anima negli anni.
Biografia
Massimo Giangrande cantante e chitarrista del panorama indie, forma nel '98 il progetto Punch & Judy con il quale realizza nel 2004 l'album "La cura migliore" per l'etichetta In Out.
Nel 2001 è produttore artistico del disco "Orchidea Porpora" di Lara Martelli, realizzato ai Southern Tracks Studios di Atlanta, con la quale è ospite nel 2002 al Jeff Buckley tribute tenutosi al Metro di Chicago.
Nel 2005 partecipa, come bassista, alla realizzazione del disco "Acqua, Luce e Gas" del cantautore Pino Marino.
E' autore di colonne sonore per il teatro ed ha lavorato nel corso di questi anni con alcuni tra i più interessanti registi ed attori del circuito italiano: Paola Cortellesi, Angelo Orlando, Massimiliano Bruno, Claudio Santamaria.
Attualmente è impegnato nel suo esordio discografico dal titolo Apnea, per l'etichetta indipendente Fiorirari, e come parte attiva dell'Orchestra Mobile Collettivo Angelo Mai, con la quale ha realizzato alcuni dei brani (La neve e Il mestiere di vivere) presenti all'interno del recente album auto prodotto "Collettivo Angelo Mai vol. 1".
www.myspace.com/massimogiangrande
in apertura: Francesco Forni
www.myspace.com/francescoforni
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro con tessera ARCI.


--------------------------------------------------------------------------------



GIO. 03 04 2008 - DELORENTOS - a seguire: dj set Micol Martinez
Il loro primo album, "In Love With Detail", pubblicato nell'aprile 2007, è stato uno dei debutti più attesi e chiacchierati degli ultimi anni e non a caso, visto che è diventato rapidamente disco di platino in Irlanda. Ispirato e composto da sonorità che devono molto a band come Pixies, The Cure, The Clash e Arcade Fire, l'album è composto da 12 brani diretti, semplici ma altrettanto affascinanti e coinvolgenti, tanto da conquistarsi un proprio marchio di fabbrica, il "Delorentos Sound", grazie all'originalità della proposta. Dopo un primo tour invernale, ritornano nel nostro paese per essere protagonisti nei maggiori club italiani.
www.myspace.com/delorentos
www.delorentos.net
Ore 21.30.
Ingresso 10 euro con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



VEN. 04 04 2008 - CESARE BASILE - a seguire dj Cannonau
Felicemente definito l'accordo tra l'artista catanese e la Urtovox per la pubblicazione del suo prossimo album dal titolo "Storia di Caino", in uscita proprio oggi, il 4 aprile. Ancora una volta confermata la crew che ormai da diversi anni accompagna Cesare Basile nella realizzazione dei suoi album e delle sue tournée.
L'album risulta denso di collaborazioni di altissimo calibro quindi, che ne fanno una raccolta di storie nelle quali una rinnovata ed assai intensa ispirazione definiscono la crescita del percorso artistico di uno dei più apprezzati autori italiani.
Il disco infatti è stato registrato da Gabriele Ponticiello all'URS Studio di Villa Minozzo (RE) con la produzione artistica di John Parish ( P.J. Harvey, Sparklehorse, Giant Sand, Tracy Chapman, Eels, Goldfrapp) che oltre a Mixare l'intero album, in talune tracce ha anche suonato il piano e la chitarra elettrica.
www.myspace.com/cesarebasile
Ore 21.30.
Ingresso libero con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------

SAB. 05 04 2008 - DJ SET by BLIXA
"Pretty Girls make Raves" dj set by Blixa!
www.myspace.com/charmingdjs
Ore 22.00.
Ingresso libero + tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------

DOM. 06 04 2008
Chiusura.
LUN. 24 03 2008
Questa sera siamo chiusi!

--------------------------------------------------------------------------------



MAR. 25 03 2008 - SHOUT OUT LOUDS
Finalmente ritornano in Italia gli amatissimi SHOUT OUT LOUDS per presentare il nuovo acclamato "Our Ill Wills" (Merge/Homesleep). Cinque svedesi alla conquista del pianeta, nel segno della migliore tradizione indie pop-rock. Senza dubbio una delle rivelazioni del 2008... Assolutamente da non perdere!!
www.myspace.com/shoutoutlouds
Ore 21:30.
Ingresso 12 euro + tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



MER. 26 03 2008 - CALIBRO 35
Milano, studio di registrazione, interno giorno: il gruppo di musicisti inizia a suonare. I temi sono quelli dei grandi maestri delle colonne sonore italiane, il tutto riarrangiato, attualizzato e improvvisato mantenendo vivo l'insano spirito '60s.
Massimo Martellotta (Stewart Copeland, Eugenio Finardi, Mauro Pagani) è alle chitarre e alle lapsteel, Enrico Gabrielli (Afterhours, Mariposa, Morgan) su organi e fiati, Fabio Rondanini (Pino Marino, Roberto Angelini, Collettivo Angelo Mai) alla batteria, Luca Cavina (Transgender, Lindo Ferretti, Beatrice Antolini) al basso elettrico e Tommaso Colliva (Muse, Franz Ferdinand, Arto Lindsay) ai controlli in regia. Quattro musicisti nella stessa stanza; chitarre fuzz, organi distorti, bassi ipnotici e funky grooves riempiono l'atmosfera. Il primo capitolo della saga, dedicato alle musiche di polizieschi e action thriller, prende il nome di "Calibro35".
La selezione comprende temi famosi così come tracce più oscure: dal classico Morricone di "Indagine su un Cittadino al di Sopra di Ogni Sospetto" ai temi di Micalizzi ("Italia a Mano Armata") e Cipriani ("La Polizia Sta a Guardare") scelti anche da Tarantino per i suoi ultimi film; da "Milano Calibro9" di Luis Bacalov alla sperimentale "Giornata Nera per l'Ariete" (Morricone). "La Mala Ordina", il capolavoro di Armando Trovajoli i cui nastri sono andati perduti più di trent'anni fa, rivive con una nuova esecuzione dei titoli di testa mentre "Gangster Story" dei fratelli DeAngelis riporta la nostra immaginazione agli inseguimenti di "Roma Violenta" e di "La Polizia Incrimina, La Legge Assolve".
www.myspace.com/calibro35
Ore 21:30.
Ingresso 5 euro + tessera ARCI.


--------------------------------------------------------------------------------



GIO. 27 03 2008 - PILAR - a seguire: dj set Micol Martinez
Pilar (Ilaria Patassini), cantante romana eclettica e dalle grandi capacità interpretative, artisticamente ha già una storia ricca di esperienze che la stanno portando verso la definizione di uno stile personale, e soprattutto una grande curiosità musicale e intellettuale che la rendono una realtà davvero promettente del panorama della musica italiana. Dal 2004 inizia l'esperienza di Pilar come autrice al fianco di Franco Piana (musica) e Fabio Stassi (testi) con un repertorio che spazia dal jazz al popolare alla musica leggera. Alla luce di questo sodalizio musicale nel maggio 2005 l'artista vince il premio "L'artista che non c'era" indetto dalla rivista "L'isola che non c'era" patrocinato dal Club Tenco e raggiunge i primi posti del "Premio Demo" di Radio Uno. Vince anche il Premio Audizioni 2006 Musicultura di Macerata come migliore interprete. Recentemente ha lavorato con il compositore Louis Siciliano per le colonne sonore di alcuni film. A febbraio 2007 per la VCM/01 è uscito il suo primo album dal titolo Femminile Singolare. Nel giugno 2007 conquista lo Sferisterio aggiudicandosi il Musicultura 2007 ed anche il Premio della Critica.
www.pilar.it
Ore 21:30.
Ingresso 5 euro + tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



VEN. 28 03 2008 - TINTURIA - a seguire dj Cannonau
I Tinturia sono un gruppo musicale siciliano. Il loro genere musicale, da loro etichettato come "sbrong", è in realtà una fusione eterogenea di pop, rock, folk, ska, funk, rap e reggae.
I Tinturia nascono a metà anni '90, un gruppo formato da musicisti di primissima qualità, collaudato e affiatato, in grado di spaziare senza difficoltà dal pop al reggae, dal funk al rap, con un pizzico di folk innato nelle loro radici sicule ormeggiate nel mare agrigentino.
Numerose le collaborazioni collezionate negli anni, tra le quali quella con i corregionali comici Ficarra e Picone, che per il loro film d'esordio hanno goduto della loro musica per la colonna sonora.
I loro concerti rappresentano la vera forza del gruppo, che fin dagli esordi propone dei veri e propri spettacoli fatti di immagini che suonano e suoni che si immaginano.
Benvenuti nel mondo dei Tinturia. Buona visione, buon ascolto.
www.tinturia.it
Ore 21:30.
Ingresso 10 euro + tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------

SAB. 29 03 2008 - DJ SET by BLIXA
"Pretty Girls make Raves" dj set by Blixa!
www.myspace.com/charmingdjs
Ore 22.00.
Ingresso libero + tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------

DOM. 30 03 2008
Chiusura.

--------------------------------------------------------------------------------



LA CASA 139 - Via Ripamonti, 139 - Milano
www.myspace.com/lacasa139
www.lacasa139.com
--------------------------------------------------------------------------------
LUN. 17 03 2008 - SIRENS ON SAND
Un capitolo dell'Ulisse di Joyce, The Sirens, accompagna le parole del diario di Bobby Sands combattente repubblicano Nordirlandese detenuto nel blocco H del carcere di Long Kesh.
Sands muore il 5 Maggio 1981 dopo sessantasei giorni di sciopero della fame intrapreso per protestare contro la violenza del sistema carcerario del governo di occupazione inglese e ottenere il riconoscimento dello stato di detenuti politici per i militanti repubblicani.
The Sirens, pensato e scritto da Joyce con esplicito riferimento alle otto parti regolari di una "fuga per canonem", rotola su un'improvvisazione per chitarra elettrica e batteria mischiandosi al racconto della Passione di Sands.
Joyce e Sands confondono le loro diverse e irlandesi anime per celebrare un Giorno di San Patrizio fuori dai luoghi comuni.
Dave Muldoon - James Joyce
Cesare Basile - Bobby Sands
Lorenzo Corti - chitarra elettrica
Cristiano Calcagnile - batteria
Ore 21:30.
Ingresso 8 euro con tessera ARCI .

--------------------------------------------------------------------------------



MAR. 18 03 2008 - GIANFRANCO FORATTINI - in apertura Fiori di Bach
Producer, vocalist, speaker radiofonico e dj di alcuni tra i club più famosi del mondo, Gianfranco nasce in Olanda, ma non ha mai perso la sua indole di "italianissimo". Appassionato di musica da quando era piccolo, alterna studi che definisce "insegnamenti antichi" ed attività di dj in club e radio che lo stimolano a fondere sonorità e generi musicali molto diversi tra loro. Ne risulta, anche se sarebbe più corretto dire che ne "esplode", un sound pop rock divertente, poliedrico ed originale, una freschezza rara ed irresistibile!
La sua esperienza sui palchi di tutta Europa come vocalist con dj Jad (Articolo 31), fa di Gianfranco Forattini un vero fenomeno da palco che diverte, trascina e conquista il pubblico in pochi secondi.
Il suo album solista, "Sarò Franco", sarà in uscita questa primavera.
sensibile, generoso, ecologico, divertente, divertito, romantico, energetico, testardo, insonne, goliardico, tecnologico, estroverso, elegante, impegnato, scanzonato, sognatore, stupito, sensuale, tenero, disilluso, umile, profondo, ricercato, naufrago, multietnico, cosmopolita, innamorato, italiano, Gianfranco, Forattini.
www.myspace.com/gianfrancoforattini
www.gianfrancoforattini.it
In apertura i Fiori di Bach.
www.myspace.com/fioridibachband
Ore 21:30.
Ingresso 5 euro con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



MER. 19 03 2008 - IL GENIO
Serata all'insegna dell'electropop!
Maschile e femminile, Il Genio sono Gianluca De Rubertis, già tastierista degli Studiodavoli, voce, chitarra, tastiere, e Alessandra Contini, voce, basso.
Il Genio suona electro-pop, attraversando atmosfere retrò, canta in italiano e francese. Enigmatici intrecci di parole, profonde, cupe, sottili, alte.
Ogni brano rivela leggerezza e profondità, sfugge linee rette, avvolgendosi in spirali sensualmente cariche di suggestioni, evocatrici di pulviscoli sospesi e tenui, intensamente carichi di vissuti, di ironici equilibrismi.
Presentano il loro primo, omonimo album, che uscirà il 21 marzo 2008, su etichetta Disastro Records, nuova label della storica Cramps.
www.myspace.com/ilgenio
Ore 21:30.
Ingresso 5 euro con tessera ARCI.


--------------------------------------------------------------------------------



GIO. 20 03 2008 - FLAVIO PIRINI - in apertura Emyl - a seguire: dj set Micol Martinez
Flavio Pirini ha realizzato fino al 2006 quattro opere discografiche (60min demotape - 1997, Bradipo Squattrinato - 2001, Romancinismo - 2005, Polittico - 2006) che ha tenuto perlopiù segrete, (ma i suoi amici lo sapevano). Nel 2007 registra il nuovo disco "A pezzi", eseguito per chitarra e voce con l'inserimento anche di pezzi in forma di prosa. E' tra i fondatori del Caravanserraglio, progetto molto originale e creativo di musica d'autore attivo a LaCasa139 di Milano fino al 2006. Segnalato in concorsi e festival, ha realizzato musiche per spettacoli teatrali, lavorato come cantautore e attore nonché presentatore in molti spettacoli comici con il gruppo Scaldasole, compreso lo "Scaldasole night live", in onda per oltre tre anni sulle frequenze di Radio Popolare, e "Cinici comici acrobatici", con la anarcoregia di Paolo Rossi. Dal 2002 collabora con l'attore Walter Leonardi ed il regista Paolo Trotti con i quali ha scritto e interpretato gli spettacoli "Come un frigo", "Moleskine", "Milano70 all'ora", oltre a numerosi recital e canzoni tra cui l'attuale sigla della trasmissione "Mente locale" in onda su Radio Popolare. Con Walter Leonardi si è esibito in molti teatri milanesi (Greco, Libero, Filodrammatici, Ciak, Pim, Binario 7, Guanella, Cooperativa) e italiani, partecipando inoltre ai festival teatrali di "Calamandrana" e "Granara". Collabora anche con il poeta Vincenzo Costantino Chinaski, "disturbando" i suoi reading con testi e canzoni. Con Chinaski e l'attore Gianluca De Angelis replica "Serata di incontinenza romantica", dedicato e su testi del giornalista scrittore Beppe Viola. Molte anche le partecipazioni ad eventi. E' stato ospite di Flavio Oreglio, di Debora Villa, di Franco Visentin, del Festival di Valdi, della festa di Radio Popolare e di quella di Radio Onda d'Urto, di Appunti Partigiani e di una quantità di altre iniziative di intrattenimento o beneficenza. Dal 2006 replica lo spettacolo, di cui è autore e interprete, di monologhi e canzoni "Polittico - pretesti di protesta" dove abbandona la consueta formula del concerto di musica d'autore per quella del teatro-canzone. Non contento, a volte si improvvisa DJ.
www.myspace.com/flaviopirini
in apertura: Emyl
www.myspace.com/emyl
Ore 21:30.
Ingresso 5 euro con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



VEN. 21 03 2008 - THE WIZARD & THE KUKU'S CLOCK (WKC) + CARNERA - a seguire dj Cannonau
The Wizard & The Kuku's Clock (WKC) è il side-project di Stefano "The Wizard" Verderi, chitarrista de Le Vibrazioni, che qui si diverte nel suonare e cantare brani originali, in inglese, ripercorrendo un po' tutte le sue influenze Rock; con la preziosa collaborazione di Marco Cucuzzella detto "Kuku" (ex Sotto Pressione) alla batteria e Giorgio Cuccurugnani, per l'occasione detto "Kuku" (ex Magazzini della Comunicazione) al basso, e l'integrazione alle tastiere dell'amico Leonardo Angelicchio.
Chitarrista e tastierista delle Vibrazioni. Stefano Verderi, è soprannominato "Wizard" (stregone) dal bassista Marco Castellani perché sà stupire per la sua bravura. Comincia la sua carriera suonando in diversi gruppi minori, soprattutto cover band, nei locali del milanese, specie nella zona dei Navigli. Nel 1999 conosce Francesco Sarcina e Alessandro Deidda con i quali, insieme a Marco Castellani fondano Le Vibrazioni. Chitarrista rock di stampo classico, avvicina il suo stile a Eric Clapton, con forti influenze blues. Strumentista poliedrico è anche il tastierista della band, autore principale degli arrangiamenti musicali del complesso. Nel 2007 partecipa insieme a Francesco Sarcina al Festival della Canzone Italiana di Sanremo come special guest cantando insieme ai Velvet.
Carnera
Dallo storico pugile Primo Carnera deriva il nome di questo side project in lingua inglese di Filippo Graziani e nessun altro nome poteva calzare meglio data la natura aggressiva ma armoniosa del suono. Un suono più che mai internazionale e deciso, prendendo spunto da gruppi come Stooges, Queens of the Stone Age, Kyuss e dal grande rock classico.
La band è composto da Filippo Graziani (voce e chitarra), Tommy Graziani (batteria), Marco Battistini (basso) e Peppe Bonomo (chitarra).
L'intento principale è di scrivere musica senza compromessi e, pur cantando in inglese, di mantenere salde e visibili le radici italiane.
Ore 21:30.
Ingresso 5 euro + tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------

SAB. 22 03 2008 - DJ SET by BLIXA
"Pretty Girls make Raves" dj set by Blixa!
www.myspace.com/charmingdjs
Ore 22.00.
Ingresso libero + tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------

DOM. 23 03 2008
Chiusura.
LUN. 10 03 2008
Questa sera siamo chiusi!

--------------------------------------------------------------------------------



MAR. 11 03 2008
Il concerto è stato annullato, anche questa sera siamo chiusi!

--------------------------------------------------------------------------------



MER. 12 03 2008 - PINO FORASTIERE
La musica di Forastiere nasce da una solida formazione in ambito classico, contemporaneo e rock, e sfugge ad una precisa definizione di genere. Considerato come uno dei più interessanti chitarristi compositori nel panorama internazionale, virtuoso ex classico con la sei e la dieci corde, Forastiere si è rapidamente affermato anche nel mondo della chitarra acustica per la novità nella scrittura delle sue composizioni e una tecnica esecutiva davvero straordinaria. Grazie alle più moderne tecniche avanzate, soprattutto di matrice americana (tapping, strumming, accordature alternative, armonici) combinate con il fraseggio classico, Forastiere si distingue per un uso fortemente percussivo dello strumento e per il fascino della melodia, recuperata come elemento distintivo della tradizione musicale italiana. Anche i ritmi di alcune composizioni talvolta si ispirano alle danze popolari del sud, alle tarante e ai forrò; accanto a questi, ma non in contraddizione, il rock e il blues. Allergico alla rigidità di qualsiasi schematizzazione, accademica e non, Forastiere professa la fede della sintesi piuttosto che della contaminazione, in una scrittura molto personale, fuori da tutti i recinti. Di lui, il "guru" della critica musicale newyorkese John Schaefer ha detto: "La sua musica è un mix di pattern ritmici incrociati di Steve Reich che incontrano le tecniche di Michael Hedges, il tutto ammirando Eddie van Halen".
Lucano ma ormai romano d'adozione, oltre che in Italia Forastiere suona regolarmente per festival e stagioni musicali negli Stati Uniti e in Canada, dove radio e stampa musicale gli hanno dedicato diversi speciali. Dopo i due album "Rag Tap Boom" (2003) e "Circolare" (2005), Forastiere sta lavorando al suo terzo disco solista, del quale anticiperà alcuni brani in concerto.
Ore 21:30.
Ingresso 7 euro con tessera ARCI.


--------------------------------------------------------------------------------



GIO. 13 03 2008 - THE FLAWS - a seguire: dj set Micol Martinez
'ACHIEVING VAGUENESS'
Italian Tour
Arrivano per la prima volta a Milano THE FLAWS, direttamente dall'Irlanda una delle giovani promesse del panorama indie europeo.
Provenienti da Dublino, questa giovanissima band sta facendo parlare molto di sé in tutta Europa e dopo aver collezionato riconoscimenti e premi ovunque, oltre ad un crescente seguito di pubblico, sono pronti a sbarcare in Italia con la pubblicazione del loro debut album "Achieving Vagueness" (Novunque/Self) ed un tour club nel nostro paese. I THE FLAWS esprimono un crogiolo di sonorità che prende spunto da certa new wave dei primi anni '80 e dall'abrasione del punk che incontra le melodie del pop, è sorprendente l'estrema facilità con la quale le canzoni di questo album rimangono impresse dopo un solo ascolto e che rende i THE FLAWS come fra i migliori interpreti della scena indie internazionale.
www.myspace.com/theflawsmusic
www.theflaws.com
Ore 21:30.
Ingresso 10 euro con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



VEN. 14 03 2008 - JOHN GOMM - a seguire dj Cannonau
Jon Gomm è uno tra i più apprezzati songwriter inglesi, cantante ed eccellente chitarrista solista; quando suona, riesce a creare contemporaneamente suoni percussivi, linee di basso e affascinanti melodie.
Con voce soul esprime un'originale vena compositiva, influenzata trasversalmente da Robert Johnson ai Radiohead, da Roni Size a Joni Mitchell; il nuovo Michael Hedges inglese.
Ha partecipato a numerosi festival, e si esibisce principalmente in Inghilterra in oltre 200 concerti l'anno e ha collaborato con artisti del calibro di Tommy Emmanuel (Australia), Nick Harper e Bob Brozman (U.S.A.).
www.jongomm.com
www.myspace.com/jongomm
Ore 21:30.
ingresso 5 euro con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------

SAB. 15 03 2008 - DJ SET by BLIXA
"Pretty Girls make Raves" dj set by Blixa!
www.myspace.com/charmingdjs
Ore 22.00.
Ingresso libero + tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------

DOM. 16 03 2008
Chiusura.
VEN. 07 03 2008 - ADELE - concerto ANNULLATO!
La Casa 139, con grande delusione, vi comunica che il tanto atteso concerto di ADELE è stato annullato.
Vi riportiamo qui il testo del Comunicato Stampa ricevuto in data odierna dall'agenzia che ha organizzato l'evento.

-----------------------------------
Con grande rammarico ADELE comunica che, per un impegno improrogabile legato alla pubblicazione americana del suo album, si trova costretta ad annullare la data di Milano (venerdì 7 marzo a la casa139) dovendo partire per gli Stati Uniti.
L'Artista si scusa con tutti i fans che hanno acquistato il biglietto dello spettacolo e spera di poter recuperare il concerto comunicando al più presto una nuova data.

La D'Alessandro e Galli è spiacente dell'accaduto ed informa che i biglietti potranno essere rimborsati presso le prevendite d'acquisto entro il 28 marzo.

Per informazioni 0584.46477
LUN. 03 03 2008 - GIRLS IN HAWAII - in apertura: FARMER SEA
Sono passati 4 anni dal sorprendente album di debutto che ha portato il gruppo belga in giro per tutta l'Europa e gli Stati Uniti. Dopo essere tornati a casa i Girls si sono chiesti a lungo se tornare in studio per un nuovo album. Stremati da un tour sfiancante e infinito i sei belga temevano di aver perso la loro spontaneità e freschezza ma dopo qualche mese di dubbi e domande la band si è improvvisamente sentita pronta a tornare al lavoro ed ha ritrovato l'energia e l'entusiasmo per tornare in studio. Presi i sacchi a pelo si sono rinchiusi in un vecchio casale abbandonato a Pussemange, un villaggio semi deserto nelle Ardenne francesi. Qui nel silenzio e in un proficuo isolamento hanno scoperto che la loro innocenza era rimasta perfettamente intatta. Il tour li aveva resi più sicuri delle loro possibilità e più esperti senza però danneggiare la loro spontaneità.
Così Plan Your Escape ha preso forma lentamente. Tutto ciò che avevamo amato nell'album di debutto si ritrova anche in questo secondo lavoro: le melodie inzuppate di malinconia, ma mai disperate, le mille influenze pop e la massa di bellissimi dettagli che si svelano solo dopo numerosi ascolti. Ma in questo album c'è anche di più: nel corso del loro tour i Girls hanno imparato il segreto per il brano pop perfetto, apparentemente innocente che non riesci levarti dalla testa, arricchito da sontuosi arrangiamenti e da voci armoniose e dolci.
Ma il risultato non è mai banale, I Girls improvvisano, sperimentano e riescono a dare l'impressione che le cose accadano per caso, quasi magicamente, riuscendo così a stupire e sorprendere con un'innocenza e una purezza estremamente rare.
www.girlsinhawaii.be
www.myspace.com/girlsinhawaii

Farmer Sea
Tastierine casio, maracas, xilofono, theremin, pad elettronici e sequencer, oltre - of course! - ai tradizionali chitarra-basso-batteria, sono solo alcuni degli strumenti usati a rotazione da tutti i componenti del gruppo, ricreando così un indie-pop dal tono corale, spensierato ma anche caratterizzato da una sottile vena malinconica: emozionalmente contrastanti e indefinibili, come quando fuori piove, ma c'è il sole.
Vincitori dell'Heineken Jammin Festival 2007, hanno suonato in altri contesti prestigiosi tra cui Six Day Sonic Madness, Nuvolari libera tribù, finale regionale di Arezzo Wave, finale nazionale di MusicalBox a Urbino, per un centinaio di date in tutta Italia in circa tre anni di attività live. Nata nel 2004 a Torino, la band si è fatta notare con due ep autoprodotti, "Where People Get Lost And Stars Collide" ed "Helsinki Under The Great Snow" (su esclusivo supporto cd 3''), che sono valsi loro recensioni unanimemente positive da parte delle migliori testate nazionali ed internazionali (Losing Today UK, Rockit, Sentireascoltare, Indiepop, Rocksound, ecc) oltre ad una segnalazione sul prestigiosissimo New Musical Express come una delle migliori new breaking bands nel settembre 2006.
La band è attualmente in studio insieme a Maurizio Borgna (producer e sound-engineer per Fine Before You Came, Perturbazione, Northpole, Zen Circus, Disco Drive, Settlefish, Teatro degli orrori e altri) per la registrazione del primo album. Il primo singolo dal disco ("Teenage Love") sarà accompagnato da un videoclip realizzato da Tommaso Cerasuolo (Perturbazione) e Marco Fantozzi con la collaborazione di Zenith Audiovisivi ed El Barrio.
www.myspace.com/farmersea
In collaborazione con Nokia Trends Lab.
Ore 21:30.
Ingresso 12 euro + d.p. con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



MAR. 04 03 2008 - CONTEST CITY MUSIC LAB
Eccoci arrivati alla seconda fase delle semifinali, che vedrà affrontarsi sul palco de La Casa 139 gli altri gruppi più votati dal pubblico durante le fasi eliminatorie.
Per questa seconda semifinale pubblico si sfideranno sul palco questa sera:
- Lunaa
- Messuria
- Neropiuma
- Esteria Diva
per info: Sito di City Music Lab
Ore 21.30.
Ingresso libero con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



MER. 05 03 2008 - CUT COPY
Tappa milanese per gli australiani di Melbourn Cut Copy, all'interno di un tour mondiale che toccherà Australia, Europa e Stati Uniti. Arrivano per la prima volta in Italia per presentare il loro secondo album "In Ghost Colours": uno straordinario mix di musica elettronica orecchiabile e raffinata. La band electro-pop , guidata e creata da Dan Whitford, frontman del gruppo e DJ, si è formata nel 2001 e in questi anni ha pubblicato un album di pezzi inediti come "Bright Like Neon Love" (2004) e una compilation per la serie "Fabric Live".
Ci sono voluti poi un paio di anni per formare una band completa, ma nel 2005 era finalmente pronto per andare in tournée. I Cut Copy hanno suonato accanto a gruppi come i Franz Ferdinand, Daft Punk, Bloc Party e Junior Senior.
www.myspace.com/cutcopy
Ore 21:30.
Ingresso 12 euro con tessera ARCI.


--------------------------------------------------------------------------------



GIO. 06 03 2008 - DUEMINUTIEMEZZO - a seguire: dj set Micol Martinez
Due minuti e mezzo, il tempo di un'incisione radiofonica. Loro sono Walter Conte (Voce e Chitarra acustica), Antonio Polidoro (Batteria), Antonio Trapani (Basso), Annabella Di Pasquale (Cori), Stefano Schiavo (Chitarra, Cori, Percussioni).
Le canzoni sono semplici e dirette, dai ritmi beat e shuffle che ricordano quella leggerezza e ironia degli spensierati e sorridenti anni '60: da Celentano alla Caselli, da Jimmy Fontana a Rino Gaetano. L'omonimo album "dueminutiemezzo" è stato pubblicato dall'etichetta Terzo Millennio / Divinazione Milano. Un benvenuto al Beat Pop all'italiana!
www.myspace.com/dueminutiemezzo
Ore 21:30.
Ingresso 5 euro con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



VEN. 07 03 2008 - ADELE - a seguire dj Cannonau
ADELE, nuova rivelazione pop-soul inglese, sarà in Italia a marzo per uno show acustico sul palco de La Casa 139.
Adele Adkins è una giovane cantautrice di Tottenham. Pochi mesi fa è uscito il suo primo singolo, "Hometown Glory", in edizione limitata per l'etichetta indipendente Pacemaker Recordings di Jamie T. Allora era conosciuta soprattutto su internet. In pochissimo tempo le cose sono molto cambiate. E' stata indicata dai critici come una delle artiste da tenere d'occhio quest'anno ed il suo nuovo singolo, "Chasing Pavements", (XL Recordings), è già al secondo posto nella classifica inglese dei singoli. Il brano parla delle speranze su una relazione ormai terminata, di quelle che senti quando ci sei dentro ma di cui senti la mancanza una volta finite. Con la sua voce calda ed espressiva Adele ci regala una bella canzone pop profonda e con un'anima soul.
www.myspace.com/adelelondon
Ore 21:30.
Ingresso 12 euro + d.p. con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------

SAB. 08 03 2008 - DJ SET by BLIXA
"Pretty Girls make Raves" dj set by Blixa!
www.myspace.com/charmingdjs
Ore 22.00.
Ingresso libero + tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------

DOM. 09 03 2008 - TUNNG
I britannici Tunng propongono un'ipnotica miscela di folk acustico ed elettronica che riesce a sintetizzare con incredibile originalità due fra le più interessanti correnti musicali del momento e che ha catturato l'attenzione del pubblico più attento alle novità. Freschi di pubblicazione del loro ultimo album, Good Arrows (SpinGo), i Tunng si esibiranno nuovamente in Italia dopo l'ottima performance del loro precedente tour estivo che li ha visti tra i protagonisti di Italia Wave 2007.
Si arricchisce di un nuovo capitolo la bella storia dei Tunng, band inglese nata nel 2003 e guidata da Mike Lindsay e Sam Genders che si è ormai ritagliata uno spazio di primo piano nel panorama di quel genere musicale noto come folktronica.
Alla base di questo gruppo, che forse faremmo meglio a chiamare collettivo, sta infatti l'unione riuscitissima tra Folk e Elettronica.
Dopo Mother's Daughter And Other Songs e Comments Of The Inner Chorus, che li aveva portati sotto i riflettori del pubblico e della critica e li aveva condotti in tour con King Creosote, Josè Gonzales e con Vashti Bunyan, è uscito da pochi mesi Good Arrows, il loro album più maturo che vede per la prima volta la partecipazione di tutti i membri del collettivo.
La struttura dei brani rimane folk sporcata di field recordings e inserti elettronici, ma il tutto appare più compiuto e ancorato ad una forma canzone più pop e lineare in cui gli accenti melodici sembrano molto più marcati - non che manchino i momenti dadaisti, surreali e vagamente freak, ma l'impressione finale è di maggiore essenzialità, compiutezza e maturità.
Dominano la chitarra e il piano ma diffuso è l'uso di strumenti come l'arpa, il dulcimer, oltre ovviamente a effetti, campionamenti, mai troppo invadenti, e ad oggetti improbabili come la sirena di un'ambulanza. La cifra stilistica dei Tunng rimane dunque la leggerezza, l'ironia, la naturalezza e insieme la capacità giocosa e geniale di unire tecnologia e essenzialità, passato e presente.
www.tunng.co.uk
In collaborazione con Nokia Trends Lab.
Ore 21:30.
Ingresso 12 euro + d.p. + tessera ARCI .
LUN. 25 02 2008 - ETTORE GIURADEI
Alle spalle un centinaio di date e un album "Panciastorie" (vincitore del Premio Nuova Canzone d'Autore al MEI 2006) che non ha lasciato indifferenti: una nuova alchimia di folk, rock e canzone d'autore, capace di evocare un'atmosfera fuori dal tempo. Intrecci di parole a creare situazioni sospese, intime ma sempre legate ad una realtà che non viene mai tralasciata. Racconti che si snodano attraverso abbandoni e ripartenze, in un caleidoscopio di emozioni che non può che coinvolgere e trascinare. Un concerto insieme vicino e distante, sanguigno e raffinato, in cui Ettore Giuradei mette il proprio istrionismo al servizio dell'accompagnamento, minimale eppure pieno ed avvolgente, di Marco Giuradei.
"...Un grande talento a metà strada tra lo sbraco di Paolo Rossi, la gigioneria di Capossela e l'imbarazzo di un talentuoso ma timido commediante al primo provino: il passaparola continua, il secondo album non ci coglierà impreparati stavolta..." Rockit.
"...Giuradei è la vera grande sorpresa di "Rock Island": in poche parole, immaginatevi un "Vinicio Capossela bresciano meno snob" che canta con quel tono noir e quel fare sornione e teatrale. Calcolando che non ha nemmeno trent'anni e che regge benissimo il palco, è facile pronotisticare per lui un futuro roseo nell'ormai canuto universo del cantautorato italiano. Dategli più d'un ascolto e, sono sicuro, non ne rimarrete delusi." Rockit – Mario Panzeri.
In arrivo nei prossimi mesi anche il secondo album di Ettore Giuradei (Mizar Records/Novunque).
www.myspace.com/ettoregiuradei
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



MAR. 26 02 2008 - CONTEST CITY MUSIC LAB
Eccoci arrivati alla prima fase di semifinali, quella che vedrà affrontarsi sul palco de La Casa 139 due dei gruppi votati dal pubblico durante le fasi eliminatorie e due gruppi più votati sul sito di City Music Lab.
Per questa prima semifinale pubblico e si sfideranno sul palco questa sera:
- Kobayashi
- Touch
- Compagnia del Rumore
- Kuadra
per info: Sito di City Music Lab
Ore 21.30.
Ingresso libero con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



MER. 27 02 2008 - MARIAN TRAPASSI
Ani Di Franco, Susan Vega e Tori Amos sono i suoi punti di riferimento compositivo e interpretativo. Marian Trapassi è una cantautrice rock che canta un mondo intimo e privato, di riflessioni e momenti di vita e che ha maturato il suo stile assorbendo la musica in modo istintivo dove l'esigenza di esprimersi diventa urgente ed immediata.
Marian va oltre, alla ricerca di melodie, canzoni e suoni. Il territorio musicale in cui muoversi è sempre il rock, dove tutto può succedere: aggressività e dolcezza al tempo stesso, canzoni semplici ma che ad un secondo ascolto nascondono ancora qualcosa.
www.myspace.com/mariantrapassi
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro con tessera ARCI.


--------------------------------------------------------------------------------



GIO. 28 02 2008 - ANNIE HALL - in apertura: BiRò - a seguire: dj set Micol Martinez
Pop Soundtracks for Folk Stories.
Annie Hall, "a nervous romance", così sottotitolava il manifesto del film di Woody Allen: una storia d'amore newyorkese, di chiaro taglio europeo e di marcato stampo anti-hollywoodiano.
Arrivano all'LP d'esordio dopo tre anni di militanza nel sottobosco indie; il loro stile mescola malinconia ed ironia pescando tra i cardini del song-writing anglofono, le cavalcate west-coastiane e il pop anni '60. Vengono dalla provincia bresciana per proporci il loro Cloud Cukoo Land. Melodie per un dolce viaggiare tra suoni di chitarre acustiche, banjo, basso, batteria ed un filo di elettronica, solo quando serve.
www.anniehall.it
www.myspace.com/unclepig
Ore 21:30.
ingresso 5 euro con tessera ARCI

--------------------------------------------------------------------------------



VEN. 29 02 2008 - PEDRO XIMENEX - a seguire dj Zurda
"Abbandonati come se" è il nuovo disco dei Pedro Ximenex.
Dopo le sonorità ruvide e variegate del disco d'esordio "Che fretta c'era" (Shinseiki Audioglobe), che si è avvalso della produzione artistica di Lorenzo Corti (Nada, Cesare Basile, Cristina Donà, Delta V), la band assesta il sound in quel territorio piacevolmente italiano a metà tra pop-retrò e songwriting. Il disco è stato registrato nell'aprile 2007 presso il Bonsai Recording Studio di Andrea Mescolini a Orvieto, e quasi interamente scritto (questa la vera novità rispetto al primo che era quasi un "best of") nei primi mesi dell'anno.
Anche l'aspetto live del gruppo è cambiato: basato ora più sull'interplay e l'interpretazione che sulla fedele riproduzione delle tracce del disco.
I Pedro Ximenex hanno fatto dal 2000 più di 100 concerti sparsi in tutta la penisola con un repertorio che conta ormai una ottantina di brani originali. Hanno suonato in apertura a Diaframma, Statuto, Giardini di Mirò, Babalot, Jennifer Gentle e molti altri.
Vincitori Arezzo Wave nel 2004, hanno preso parte a varie Compilations: Underground Parade 2005, Standing Ovation 2003, Ephebia 2003, Mr.T 2004, Arezzo Wave 2004.
www.myspace.com/pedroximenex
Ore 21.30.
Ingresso libero con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------

SAB. 01 03 2008 - DJ SET
Ore 22.00.
Ingresso libero + tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------

DOM. 02 03 2008
CHIUSURA
LUN. 18 02 2008 - CONTEST CITY MUSIC LAB
Quinta ed ultima fase di eliminatorie per il contest City Music Lab. Ancora una serata di alta tensione per la sfida tra cinque bands, davanti ad una giuria e ad un pubblico che potrà, con il suo voto, far arrivare la propria band preferita alle prossime selezioni: le semifinali!
Questi i gruppi in gara questa sera:
- Stra79
- Eteria Diva
- 6 Ore Dopo
- Yoida
- Primodraft
per info: Sito di City Music Lab
Ore 21.30.
Ingresso libero con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



MAR. 19 02 2008 - INVITRO
Si formano nel 2001 nelle mitiche sale prova di Via Lombroso a Milano e dall'anno dell'odissea fanno gli esperimenti con le canzoni.
Il suono InVitro è un pop elegante, raffinato e strutturato come un vino fermentato in barrique. I testi di deSad, autore romantico e surreale, sono come linee sottili intessute su ricchi arazzi sonori che sembrano ricamati a quattro mani dal Paul McCartney di Rubber Soul e da Chris Martin dei Colplay o a anche da un Lucio Battisti fine '70 in combutta col Brian Wilson di Pet Sounds.
Nel 2008 gli InVitro usciranno col loro primo disco intitolato "Canzoni Egregie EP" (Tomobiki Music/Kiver). Ospite d'eccezione, Lele Battista (ex La Sintesi) che duetta con deSad nel brano intitolato Edonè.
La sera del 19 febbraio gli InVitro terranno uno show case a La Casa 139, per presentare il nuovo disco e la Pop Cuisine mania, una vera e propria performance futurista che ti insegna come cucinare in meno di cinque minuti un piatto di gamberetti in Re Maggiore.
www.invitro.it
www.myspace.com/audiostradeperdute
Ore 21.30.
Ingresso libero con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



MER. 20 02 2008 - JEREMY
"Cuore Valvolare" (Venus 2007) è il disco d'esordio dei Jeremy che esce per la "Sciopero Records", non a caso, l'etichetta discografica specializzata nel dare voce alle tracce di musica spontanea che non trovano spazio nell'italico panorama discografico: la band piemontese ha saputo trasformare i propri pensieri e riflessioni in canzoni, senza porsi limiti nella composizione, ma facendosi guidare dall'istinto e dall'emozione, con un risultato profondamente autentico dal ritmo rock. Canzoni che sgorgano leggere come acqua di fonte, ma che hanno in sé la forza per dissetare e muovere il pensiero, canzoni che profumano di futuro e di sogno, ma hanno dentro il sapore agrodolce del presente.
"Suggestivo. Le sonorità ricordano i primi Marlene Kuntz e gli ultimi Afterhours, con una produzione degna di questo nome..." (Rocksound).
www.myspace.com/italiajeremy
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro + tessera ARCI.


--------------------------------------------------------------------------------



GIO. 21 02 2008 - MONADE (LAETITIA SADIER/stereolab) + TYNI MASTERS OF TODAY (RUSSEL SIMINS/Blues Explosion) - a seguire: dj set Micol Martinez
Monade è il nome d'arte dietro cui si cela Laetitia Sadier quando non è impegnata con gli Stereolab. Nato come progetto di registrazioni casalinghe, Monade è cresciuto nel tempo ed è diventata una band che oltre alla Sadier (impegnata al moog e al trombone, oltre che a cantare) vede coinvolte la bassista Marie Merlot, Nicolas Etienne alle tastiere e Xavier Chabellard alla batteria.
Il disco d'esordio, Socialisme Ou Barbarie, del 2003, etichettato come 'The Bedroom Recordings', raccoglie i suoi primi lavori solisti e ben riflette la natura autoprodotta del materiale sonoro.
Nel 2005 la Too Pure - mitica etichetta degli Stereolab e delle Electrelane - ha pubblicato A Few Steps More, secondo disco e primo ad essere registrato e mixato in un vero e proprio studio, quello degli Stereolab a Bordeaux.
Nonostante una naturale affinità con il suo lavoro negli Stereolab, Monade è il risultato di un diverso approccio di Laetitia Sadier: grazie a arrangiamenti più liberi e essenziali, A Few Steps More è un disco ambiguo e avventuroso, che si avvale appieno delle potenzialità di una band completa.
L'inconfondibile stile vocale della Sadier, si presta a picchi emotivi sempre differenti, in contrasto con le percussioni minimali e le atmosfere soffuse della band, grazie anche al calore degli strumenti analogici e al trombone suonato dalla stessa, affascinante chanteuse.
www.toopure.com/monade
www.myspace.com/monade
Tiny Masters of Today (Usa - Mute Rec)
I Tiny Masters of Today sono un incredibile duo di fratellini, Ivan e Ada, che quando iniziarono a suonare nel 2004 avevano dieci e otto anni!
Il terzo è Russel Simins, il geniale primo batterista di Blues Explosion.
Il loro è un lo-fi garage punk apparentemente primitivo ma con un'attitudine da paura degno della Courtney Love più in palla, melodie accattivanti e ritornelli a presa rapida, canzoncine da un minuto fresche fresche (beh, qua partono in vantaggio) ma già di una innata sapienza. Abba più Ramones, si dice di loro tra le tante cose. E poi menano a destra e a manca che è un piacere, President Bush compreso (in Bushy). Nel loro sito in homepage subito spicca un pezzo dell’NME, Teenage Riot, che parla di questa scena infanta che sta rimescolando le carte grazie naturalmente alla rete e a myspace, il che permette anche agli under age in USA e UK di conoscere e farsi notare nel mondo del pop anche se ancora non possono per legge andare a un concerto nei club e fare la vita maggiorenne. E infatti hanno suonato all'Underage Festival (14-19 anni) lo scorso agosto al Victoria Park di Londra. Ivan e Ada in tour presentano il loro disco d'esordio, "Bang Bang Boom Cake", etichetta Mute.
Ascoltarli è davvero una rivelazione.
www.myspace.com/tinymasters
Ore 21.30.
Ingresso 13 euro + tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



VEN. 22 02 2008 - BLASTEMA + Sòfa - a seguire dj set
Il termine Blastéma, dal greco germoglio, ha una molteplice valenza semantica: in botanica viene utilizzato per identificare "l'embrione vegetale"; in anatomia denota "la sostanza amorfa, liquida o semiliquida, da cui si formano le cellule del tessuto"; in musica, per il pubblico che li segue, significa soprattutto, emozione, potenza, spettacolo. Una miscellanea di suoni e stili dalla consistenza analogica, ancorata a groove semplici e lineari; sostanze di suoni articolate in parole e musica a sancire l'incontro tra contenuto ed espressione entro i confini della forma.
I Blastema sono: Matteo Casadei (voce), Alberto Nanni (chitarra), Luca Agostini (basso), Daniele Gambi (batteria), e Michele Gavelli (piano, hammond).
"Ecco veramente un bell'esempio di 'rock all'italiana', di quello che riesce a bilanciare testi e musica, e a essere melodico senza rinunciare alla profondità e solidità dei suoni." Rockit
www.myspace.com/blastemalive
In apertura i torinesi Sòfa, influenze anni '60 e la voce avvolgente di Gema.
www.myspace.com/bandsofa
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro + tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------

SAB. 23 02 2008 - MARI X (special guests Giovanni Gulino e Cesare Basile) - a seguire: DJ CANNONAU
Tre grandi musicisti siciliani, Gianfranco Marino, Fabrizio Vittorietti e Alessandro Gruccione danno vita nel 2001 al progetto Mari X. La musica che ne nasce è un mix di influenze che spaziano dal garage alla psichedelia moderna. Fermi sostenitori dell'autoproduzione pubblicano due album "New Trippers" nel 2001 e "Due" nel 2003.
Dopo avere girato la penisola suonando al fianco di gente come Blonde Red Head, Xiu Xiu e Marta Sui Tubi, tornano nel 2008 con un nuovo album "Miracle Bicth Squit", appena pubblicato dalla loro etichetta Indioma e un nuovo tour italiano.
Il loro concerto è uno dei migliori rock show in circolazione.
Sul palco de La Casa 139 saliranno anche ospiti d'eccezione, loro conterranei, Giovanni Gulino (voce dei Marta sui Tubi) e Cesare Basile.
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro + tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------

DOM. 24 02 2008
CHIUSURA

-------------------------------------------------------------------------------
LUN. 11 02 2008
La Casa è chiusa stasera!

--------------------------------------------------------------------------------



MAR. 12 02 2008 - LATO
Lato è una nuova avventura musicale, iniziata con Roberto Fappani e Filippo Pavesi. Le voci, le melodie, i testi e le chitarre si fondono insieme, con un tocco di elettronica e di ritmi psichedelici.
"Out of the Dark" (Echophonic Records) è l'album d'esordio di questo ensamble che uscirà nei primi mesi del 2008.
Pasquale Defina (Volwo e Atleticodefina), figura di spicco della scena musicale milanese, ci mette del suo, con la sua chitarra, partecipando alle registrazioni dell'album e non è detto che non faccia una apparizione proprio sul palco della Casa 139.
Insieme a Roberto Fappani (tastiere, synth) e a Filippo Pavesi (voci, chitarra) suoneranno Tommaso Tofanetti (basso), Alessandro Pastorelli (batteria), e Stefano Pavesi (chitarra).
www.myspace.com/latosounds
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro + tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



MER. 13 02 2008 - LEO PARI E PIER CORTESE + special guests
Due grandi musicisti romani insieme sul palco per un impedibile doppio live:
Leo Pari: la sua musica è un misto di rap, cantautorato, elettronica, rock e pop. Da alcuni anni suona in diversi locali romani e nel 2006 inizia la sua collaborazione con LifeGate, etichetta e radio di Milano. Nell'ottobre 2006 viene pubblicato il suo primo album intitolato "lp". Nel 2005 scrive con Simone Cristicchi "Vorrei cantare come Biagio Antonacci" e nel 2007 collabora alla realizzazione del nuovo album di Cristicchi "Dall'altra parte del cancello" firmandone 3 brani (uno dei quali "Non ti preoccupare Giulio" interpretata proprio insieme a Pier Cortese e Marco Fabi).
www.myspace.com/leopari

Pier Cortese è cresciuto sotto l'influenza di alcuni cantautori e compositori come Paul Simon, James Taylor, Ivano Fossati e Sakamoto. Nel 1999 esce il suo primo singolo Il Clown per la BMG. L'anno dopo partecipa al Giffoni Music Concept, sezione musicale del Giffoni Film Festival, piazzandosi al secondo posto con la canzone Meglio Breve. Nell'estate del 2000 apre i concerti del tour del trio Consoli-Gazzé-Turci riscuotendo un significativo consenso di pubblico e un importante riconoscimento del valore della sua musica da parte di molti addetti ai lavori. Infatti, nell'estate 2001 sarà riconfermato da Max Gazzé per le aperture del suo tour estivo. L'anno successivo, Pier è di nuovo ai primi posti del Giffoni Music Concept partecipando questa volta in trio con Simone Cristicchi e Marco Fabi. Insieme a loro collabora e suona da molti anni per un progetto live che li ha visti protagonisti in numerosi importanti club. Il 27 Maggio è uscito il singolo Souvenir, il primo singolo con l'etichetta indipendente OPM2000 distribuito Universal, già in Top Ten della classifica di Demo Rai.
www.myspace.com/piercortese
Ore 21.30.
Ingresso 7 euro + tessera ARCI.


--------------------------------------------------------------------------------



GIO. 14 02 2008 - INLIMBO! + Marco Iacampo - a seguire: DJ MICOL
Inlimbo! è un collettivo aperto o, se volete, un blob sempre ansioso di (r)aggiungere la sua nuova forma. E' forse per questo motivo che non ha una formazione fissa ma ruota attorno ad un nucleo più o meno stabile in cui si condensano e raccolgono esperienze e sensibilità diverse. Negli anni hanno collaborato al progetto, tra gli altri, in e per tempi diversi: Luca Sabbatino (Chitarre), il gruppo artistico "Flames" nelle persone di Sara Corti e Alberto Messaggi, BiRò (voce e strumenti strani o suonati in maniera strana), Roberto Dell'Era (basso e Surrealismo danzante), Massimiliano Ficara, ostetrica d'eccezione nel parto del loro primo disco. Quello che a qualcuno che passasse di qui, e, volendo dire la sua non richiesta, potrebbe sembrare sintomo di precarietà e di prossima estinzione, è in realtà il motore di questo progetto.
Sul palco: Alessandro Rinaldi (voce e chitarra), Luca Bresciani (pianoforte, sinth), Vincenzo Calandrino (chitarra) e Stefano Contini (batteria).
In apertura: Marco Iacampo. Per cinque anni frontman degli Elle, per altri quattro anni lo abbiamo conosciuto come GoodMorningBoy, Marco stasera presenta alcuni brani nella sua nuova veste solista.
www.myspace.com/noinlimbo
Ore 21:30.
Ingresso 5 euro + tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



VEN. 15 02 2008 - EL TRES - a seguire: DJ CANNONAU
Grande serata live con EL TRES, travolgente band torinese che propone un viaggio nella rivoluzione musicale del folk'n'roll.
Non parliamo di avanguardia ne' di sperimentazione, ma di un tuffo nelle sonorità del secolo scorso, però arricchite da coinvolgenti percussioni e da un'architettura ritmica di prim'ordine. E poi ci si diverte. Tanto. Specie di fronte a canzoni ironiche, di passaggio tra amori disperati, racconti adolescenziali, piantine di maria da salvare. E di ballate piene di passione, scritte ricordando l'Italia del '53: con Mario Congiu e Roberto Bovolenta alle voci e alle chitarre, Luca Mangani al basso e Vito Miccolis alle percussioni.
www.eltres.it
www.myspace.com/eltres1
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro + tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------

SAB. 16 02 2008 - DAVIDE ARNEODO e MARTA MATTALIA - a seguire: DJ BLIXA
Nato a Cuneo nel 1982, Davide Arneodo si diploma al conservatorio di Torino in violino dove studia anche pianoforte, viola, musica da camera, orchestra e in seguito musica elettronica, mentre parallelamente frequenta gruppi folk e rock suonando in formazioni della scena alternativa piemontese come SURISCOT TRIO, A FIL DE CIEL e INSTRUMENTAL QUARTER.
Inizia a collaborare a diversi progetti fino a che nel 2002 conosce Vittorio de Scalzi dei NEW TROLLS con cui suona per 2 anni in "Concerto Grosso Live".
Dopo queste esperienze, che lo portano a suonare in tutta Italia, Europa e Stati Uniti, nasce il desiderio di un progetto personale ed inizia così a lavorare su composizioni che filtrano tutte le esperienze vissute ma allo stesso tempo ne sono slegate, come sono lontane da ogni genere e definizione.
Silvio Pautasso, colpito da questo stile, lo chiama a comporre la colonna sonora di un cartone animato di produzione italiana, e forte di questa proposta, musica anche un cortometraggio suonandolo poi dal vivo in un concerto tenuto ad Aosta con un ensemble da lui fondato.
Presto viene l'esigenza di registrare i brani che nel frattempo continua a comporre e inizia così a lavorare in studio assieme a MARTA MATTALIA, voce e anima poetica del progetto, invitando in seguito ospiti di livello internazionale come RICCARDO TESI e FEDERICO SANESI.
La musica che esce da questi anni di lavoro si rispecchia in composizioni in cui si odono echi di folklore, musica minimalista, influenze progressive, post rock, e tutto giocato su accostamenti timbrici e ritmici particolari in cui si incontrano strumenti di ogni tipo come piano, chitarra elettrica, violino, percussioni, strumenti giocattolo, tutti suonati da un unico esecutore e usati come diversi colori per dipingere una tela che appartiene a un mondo totalmente personale... o a un vecchio film girato su pellicola 8mm.
Nel 2007 collabora con L'AURA (tastiere, strumenti giocattolo e violino nell'ultimo album Demian) e con IG, il progetto di GIANNI MAROCCOLO e IVANA GATTI.
Attualmente suona con i MARLENE KUNTZ.
Sul palco: Davide Arneodo (piano, violino, chitarra, toy piano, strumenti giocattolo), Marta Mattalia (voce, melodica, electronics, parole).
www.myspace.com/davidearneodo
Ore 22:00.
Ingresso 5 Euro + tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------

DOM. 17 02 2008
CHIUSURA
LUN. 04 02 2008 - THE NIRO
Sono anni che va avanti così: canzoni scritte col cuore, una voce tenera e lacerante, concerti in piccoli locali, nei centri sociali, poi quella pagina su MySpace con i primi brani in rete, infine l'America. Il sogno poteva anche finire lì, dopo i sette concerti a New York, la scorsa estate. Invece il passaparola genera un fenomeno, di The Niro s'incomincia a parlare nel mondo, Francia, Germania, finché anche la grande industria alza le orecchie. I 35 mila che l'hanno ascoltato su MySpace (Liar e Marriage sono canzoni che restano incollate addosso come "Grace" di Jeff Buckley) non si sono fatti molte domande sulle origini del cantautore. Il suo inglese non desta sospetti, l'architettura musicale è insieme umile e grandiosa, l'onestà dell'artista fuor di dubbio. Alla Universal di Londra si parla del lancio internazionale dell'italiano che canta in inglese. Negli uffici di Milano hanno stilato il contratto, lui ha già belle e pronte le dodici canzoni dell'album d'esordio, "An Ordinary Man", in uscita il 25 gennaio.
www.myspace.com/theniro
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



MAR. 05 02 2008 - CONTEST CITY MUSIC LAB
Ancora una serata di alta tensione per la sfida tra cinque bands, davanti ad una giuria e ad un pubblico che potrà, con il suo voto, far arrivare la propria band preferita alle prossime selezioni.
Questi i gruppi in gara questa sera:
- LA TORRE DELL'ALCHIMISTA
- NEROPIUMA
- LSP
- THE MOOD
- SFERE CRISTALLINE CONCENTRICHE
per info: Sito di City Music Lab
Ore 21.30.
Ingresso libero con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



MER. 06 02 2008 - "LIBRO DI NOTE LIVE!": lo spettacolo tra reading, dj set e spettacolo teatrale.
Ritorna lo spettacolo teatrale nato da un ex programma radiofonico di Antenna Uno Rockstation, e prossimamente in programmazione sulle frequenze di Radio Città del Capo di Bologna.
Tra teatro, dj set e reading, il palco allestito come un salotto dal quale le parole prendono vita, il pubblico vivrà il divertentissimo romanzo di Gianluca Morozzi, edito da Guanda: "L'era del porco".
"Ti chiamano Lajos, e hai tre modi per dannarti la vita. Sfortunatamente, le imbocchi tutte e tre. Per prima cosa, pubblichi il tuo primo romanzo per un editore che si chiama Ubermensch Belasco. Poi suoni la chitarra in un gruppo, i Sickboys, che ha la maledizione di cambiare un bassista al mese (e con te ci sono i tuoi improbabili amici di sempre: la Betty, Lobo e l'Orrido). Infine, ti innamori della glaciale chitarrista delle Lingueveloci, un gruppo garage tutto al femminile. Lei si fa chiamare La Strega. Io prevedo guai, caro Lajos..."
"Tento l'improbabile: fare uscire il suono dalle pagine"
Ore 21:30.
Ingresso 4 euro + tessera ARCI.


--------------------------------------------------------------------------------



GIO. 07 02 2008 - EFTERKLANG + Peter Broderick - a seguire: DJ MICOL
Parades è l'attesissimo secondo album dei danesi Efterklang dopo il successo underground Tripper, uscito nel 2004.
Gli amici d'infanzia Casper Clausen, Mads Brauer e Rasmus Stolberg sono cresciuti nella piccola isola danese di Als, vicino al confine con la Germania. Spinti dall'ambizione giovanile, i tre si spostano poi Copenhagen dove incontrano Rune Mølgaard e Thomas Husmer e formano gli Efterklang; siamo nel dicembre del 2000.
Già prima di allora, però, il gruppo aveva promosso un metodo di lavoro autosufficiente che tuttora mette in pratica: i ragazzi scrivono, registrano, producono e organizzano ogni elemento della loro musica e delle loro esibizioni nel loro bunker nella capitale danese.
Con l'uscita di Tripper nel 2004, un disco che mescolava voci stratificate, ritmi elettronici ed arrangiamenti al servizio di movimenti orchestrali emotivamente importanti, il gruppo si consolida come band che può vantare uno stile personalissimo.
Il lavoro su Parades è iniziato nel 2005 con una serie di semplici abbozzi di canzone, abbozzi che piano piano si sono sviluppati. La sola registrazione si è protratta per 18 lunghi mesi di intenso lavoro e ha coinvolto più di 30 musicisti tra cui un quartetto d'archi, un quintetto di fiati e tre diversi cori.
Il gruppo descrive la propria scrittura e il proprio metodo di registrazione come un "lungo processo di scultura; si aggiungono, si forzano e si sottraggono pezzi da ogni canzone alla ricerca delle melodie giuste."
Diversamente dai passati lavori, il gruppo ha fatto meno affidamento sulle tecniche digitali, optando per un suono solenne ottenuto registrando in stanze molto grandi. Un coro di ragazzi e un organo sono stati registrati in una chiesa mentre il suono di altri strumenti è stato catturato nel bagno dello studio e nel corridoio; altri ancora in una camera d'eco.
Gli Efterklang porteranno il loro incredibile live show (con otto persone sul palco!) in un tour mondiale questo autunno, tour che continuerà fino a 2008 inoltrato con numerose presenze ai festival estivi.
www.myspace.com/efterklang
In apertura: Peter Broderick
www.myspace.com/peterbroderick
Ore 21:30.
Ingresso 10 euro con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



VEN. 08 02 2008 - GRANDI ANIMALI MARINI + Nadàr Solo - a seguire: DJ CANNONAU
Un nome originale e inconsueto per una nuova rock band italiana. Nome che da solo potrebbe dire già molto sull'attitudine del gruppo; basti pensare che i suoi quattro giovani componenti sono di Milano, una città che il mare lo sogna o lo vede in televisione. Eppure questo non è un limite invalicabile per chi come loro ha voglia di "vedere" cose che non ci sono, di inseguirle, di raggiungerle e metterle in musica trasformandole in emozioni pure. Cercano di affinare uno stile proprio, nel quale una inequivocabile vena "pop" (immediata conseguenza di uno sviscerato amore per i Beatles) si unisce ad un rock molto attuale, fatto di arrangiamenti essenziali, ritmiche serrate e chitarre "nervose". Il tutto costantemente al servizio della melodia e dei testi, diretti, un po' impertinenti, nitidissimi. I GAM partecipano alla 57esima edizione del Festival della Canzone Italiana di Sanremo presentando il brano "NAPOLEONE AZZURRO". Proprio a ridosso del Festival, il 2 marzo 2007, esce il loro album d’esordio "GRANDI ANIMALI MARINI".
Il 23 novembre 2007 esce in 150 sale italiane il film "Lezioni di cioccolato", con protagonisti del calibro di Neri Marcoré, Violante Placido, Luca Argentero e Hassani Shapi, di cui la canzone "Splendidamente pazza" dei Grandi Animali Marini è la colonna sonora.
www.myspace.com/grandianimalimarini
Ore 21:30.
Ingresso 5 euro con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------

SAB. 09 02 2008 - DJ BLIXA
Ore 22:00.
Ingresso libero con tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------

DOM. 10 02 2008 - Vitaminic Night: DATAROCK + Le Charme - a seguire VITAMINIC DJ SET!
Duo Norvegese assolutamente originale, i DATAROCK compaiono nel 2003 con un primo debut EP, 'Computer Camp Love'. Le influenze sono tutte rivolte ai gloriosi 80's ed alla cultura di quegli anni, l'attitudine 'live' della band li ha poi portati a numerose apparizioni e concerti. Il nuovo 'Datarock' è un passo in avanti verso un sound rivisitato che va da Devo a Talking Heads ed NME lo ha già messo in lizza tra i migliori dell'anno. La hit 'Fa-Fa-Fa' è proprio contagiosa e fa da apripista.
www.myspace.com/datarock
In apertura il live electro pop de Le Charme.
www.myspace.com/lecharme
Dopo il successo della serata al Covo Club di Bologna che ha visto sul palco gli anglo-nipponici Asobi Seksu e dietro la consolle editore e redattori, Vitaminic.it replica l'esperienza ed è orgogliosa di presentare la VITAMINIC NIGHT #1 nella cornice de La Casa 139.
Dopo il concerto dei DATAROCK restate per il Vitaminic Dj Set! a cura di Tommaso Belletti (umanuvem.blogspot.com), Mauro del Rio (Buongiorno), Marina Pierri (Blow Up Magazine + Covo Club, Bologna) ed Enzo "Polaroid" Baruffaldi (polaroid.blogspot.com + Radio Città del Capo, Bologna).
Contest, news ed aggiornamenti su www.vitaminic.it
Ore 21:30.
Ingresso concerto 12 euro + prevendita + tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



LA CASA 139 - Via Ripamonti, 139 - Milano
www.myspace.com/lacasa139
LUN. 28 01 2008 - CONTEST CITY MUSIC LAB
Altre quattro bands questo lunedi' si sfideranno a suon di decibel sul palco de LaCasa139, davanti ad una giuria d'eccezione!
Questi i gruppi in gara questa sera:
- FUNKTION
- LUNAA
- TUM
- MESSURIA
per info: Sito di City Music Lab
Ore 21.30.
Ingresso libero + tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



MAR. 29 01 2008 - STEFANO PIRO
Un percorso iniziato con una band, i Lythium, e interrotto nonostante alcuni risultati lusinghieri (Sanremo e il tour di supporto a Vasco Rossi) . Poi esperimenti sotterranei e suburbani, tanghi e milonghe, giri a vuoto nella pancia della notte e molto fumo.
Alla fine, Stefano Piro ha iniziato la carriera solista, consapevole di essere artisticamente autosufficente: oltre a cantare e suonare pianoforte e tastiere, infatti, e' autore di parole e musica di tutte le sue canzoni. Stefano Piro è uscito dalle nebbie di quattro anni con in mano un disco d'esordio, "Notturno Rozz" (2006), ricco di buone idee, di sonorita' fra Tenco e Conte, di tuffi nel moderno e di buone parole (buone anche quando fanno male).
www.stefanopiro.it
www.myspace.com/stefanopiro
Ore 21:30.
Ingresso 5 euro + tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



MER. 30 01 2008 - LIGHTSPEED CHAMPION
Altra giovane promessa della scena indie inglese e' quella legata al nome dei Lightspeed Champion. Domino Records (label di Arctic Monkeys e Franz Ferdinand) punta tutto su di loro e proprio a gennaio prima di scendere in Italia pubblicheranno il loro album d'esordio.
www.lightspeedchampion.com
www.myspace.com/lightspeedchampion
Ore 21:30.
Ingresso 10 euro + tessera ARCI.


--------------------------------------------------------------------------------



GIO. 31 01 2008 - EDOARDO CEREA - a seguire: DJ MICOL
Il piacentino Edoardo Cerea e' stato per molti anni una blues voice, ma un passo alla volta ha costruito un proprio repertorio musicale originale che spazia tra rock e immagini d'autore: delle sue canzoni si parla sempre come di qualcosa di speciale.
Edoardo interpreta con voce dolce e roca le sue ballate, raccontando attraverso le esse sensazioni e immagini di vita quotidiana che appena ascoltate entrano subito nel cuore. E' un rocker di casa nostra, sincero e diretto come pochi. Il suo primo album "Come se fosse normale" è un esempio di come sia possibile proporre qualcosa di valido senza troppi riferimenti o debiti artistici verso chicchessia. Perche' le sue canzoni parlano di una crisi che è epocale e ci riguarda un po' tutti, ma facendolo attraverso storie semplici e parole che vogliono farsi capire.
Edoardo Cerea, con questa sua genuinita', presentera' sul palco della Casa 139 il nuovo disco DISPERANZA.
www.myspace.com/edoardocerea
Ore 21:30.
Ingresso 5 euro + tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



VEN. 01 02 2008 - HENRY HUGO + LO.MO - a seguire: DJ CANNONAU
Doppio concerto, frutto della collaborazione tra i varesini LO.MO, e il poliedrico musicista argentino Henry Hugo.
Presenteranno brani tratti dai rispettivi ultimi lavori discografici, "Camere da Riordinare" prodotto dall'ex Nick Cave and the Bad seeds Hugo Race (True Spirits, Sepiatone), e "Henry streets & revisited songs" in uscita a gennaio.
Henry Hugo ha 13 album all'attivo con i gruppi The electric company prima e Kindred souls successivamente, svariate colonne sonore e produzioni tra Argentina, California, Spagna e Francia. E' un'autore capace di miscelare stili diversi: country western, folk, blues, oscure dark ballads intense e malinconiche che colpiscono al cuore.
I LO.MO rappresentano uno dei piu' creativi gruppi emersi dalla scena alternativa italiana degli ultimi anni, con due album capaci di raccogliere consensi unanimi di critica. Un suono dalle forti tinte noir, capace di oscillare tra ballate malinconiche e scarni blues urbani, tanto vicino alla canzone d'autore italiana quanto al post-punk.
www.myspace.com/henryhugoofficialsite
www.myspace.com/lomo2007
Ore 21:30.
ingresso 5 euro + tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------

SAB. 02 02 2008 - DJ BLIXA
Ore 22:00.
Ingresso libero + tessera ARCI.
LUN. 21 01 2008 - CONTEST CITY MUSIC LAB
Cinque bands si sfidano a suon di decibel sul palco de LaCasa139, davanti ad una giuria d'eccezione!
Questi i gruppi in gara questa sera:
- GALIMATIA
www.myspace.com/galimatia
- KUADRA
www.myspace.com/kuadra
- WHITE MOSQUITO
www.myspace.com/whitemosquitoband
- QUADRIPHONIA
www.myspace.com/quedriphonia
- PUNTACANA
www.myspace.com/puntacanamilano
Ore 21.30.
Ingresso libero + tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



MAR. 22 01 2008 - ATLETICODEFINA - opening: IORI'S EYES
Atleticodefina e' il progetto di Pasquale Defina che, conclusa l'avventura con i Volwo e dopo un periodo di ricerca musicale e numerose collaborazioni, ritorna da protagonista sulla scena italiana. TUTTI AMANO TUTTI, il secondo album della band, e' uscito nell'Aprile 2007 ed ha conquistato immediatamente tutta la stampa di settore con grande successo di critica e pubblico, per poi essere selezionato al MEI 2007 tra i 10 Miglior Album Indipendenti.
L'idea di TUTTI AMANO TUTTI rispecchia l'incontro/scontro di musicisti caratterizzati da personalita' prorompente e da stili diversi e inconfondibili. Una alchimia musicale nata dall'amicizia e dalla collaborazione con: Giorgio Prette (alla batteria, Afterhours), Saturnino (basso), Pepe Ragonese (tromba), Roberto Romano e Valentino Finoli (sax), Giuliano Dottori (chitarre).
In occasione del live a LA CASA 139 Pasquale Defina si esibira' sul palco insieme a Giorgio Prette (batteria), Massimo Martellotta (chitarra), Giuliano Dottori (chitarra), Marco Ferrara (basso), Pepe Ragonese (tromba) e Roberto Romano (sax).
Vibrazioni elettriche e tutte le emozioni del grande rock.
www.myspace.com/atleticodefina
In apertura i giovanissimi Iori's Eyes, autori di un promettente indie-rock, tra atmosfere rarefatte di alcuni passaggi quasi 'space rock' e le tonalita' piu' sanguigne di altri brani.
www.myspace.com/ioriseyes
Ore 21:30.
Ingresso 5 euro + tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



MER. 23 01 2008 - TERJE NORDGARDEN
La storia musicale di Nordgarden, cantautore norvegese, comincia con i modi usuali per molti altri musicisti. Scuole di musica, le prime rockbands con amici o compagni di classe; i concertini nelle scuole, accompagnato dalla sua chitarra acustica, sognando di essere il nuovo Nick Drake o il discendente diretto della famiglia Buckley e magari duettare un giorno con Neil Young.
E' soprattutto dal vivo che Terje riesce a sviscerare le due "anime" che stanno a fondamento del suo modo di essere e di sentire: la spontaneità dello scambio e della comunicazione, e quella che lui definisce la "magia" del renderti partecipe dei suoi umori, delle sue proprie emozioni, senza pudore, dritto al cuore. Il suo ultimo disco, intitolato "A Brighter Kind of Blue" (Stoutmusic/Audioglobe, 2006) rappresenta un deciso passo in avanti per Terje, capace di convogliare il suo talento in tutte le canzoni che profumano di Elliott Smith e Nick Drake. Il disco è stato accolto con grande calore dalla stampa e dal pubblico italiano ed e' stato seguito da un tour (tutt'ora in corso) di oltre 40 date nel nostro paese.
"Un lavoro maturo e convincente" - Rolling Stone, 2007
www.myspace.com/nordgarden
Ore 21:30.
ingresso 8 euro + tessera ARCI.


--------------------------------------------------------------------------------



GIO. 24 01 2008 - EDISON WOODS - a seguire: DJ MICOL
Uno dei gruppi più raffinati della scena newyorkese, diretto dalla vocalist Julia Frodahl e composto, tra gli altri, da musicisti di Antony & The Johnsons, Elysian Fields, Cocteau Twins, The Big Lazy. Atmosfere sognanti, testi poetici e voci di misteriosa bellezza fanno degli Edison Woods un'autentica rivelazione acclamata dalla critica d'oltreoceano. La loro è una musica di difficile definizione: suggestiva, evocativa, prevalentemente acustica, ma anche visuale, che da' vita ad una performance artistica che suggerisce all'ascoltatore visioni ed immagini. Hanno all'attivo tre album: l'acclamato dalla critica "Seven principles of leave no trace" realizzato nel 2003 per la Glitterhouse Records, il piu' recente "Nest of machines", del giugno 2006 per Habit of creations di New York, e realizzato musiche per gli spettacoli del direttore/coreografo Katie Workum, del danzatore/coreografo Niki Jarulewicz ed il filosofo, aritsta e regista Mimmo Paladino. Una line up (da urlo) per il tour italiano Julia Frodhal (voce, piano), David Berger (batteria e chitarra) Maxim Moston (violino), Jason Dimatteo (basso), Christian Biegai (reeds) e una guest d'eccezione: Noe Venable (voce, chitarra).
www.edisonwoods.net
www.myspace.com/edisonwoods
Ore 21:30.
Ingresso 10 euro + tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



VEN. 25 01 2008 - HOLLOWBLUE - a seguire: DJ CANNONAU
Le stelle si schiantano nel mio giardino: e' questa l'immagine che titola il nuovo disco dei livornesi Hollowblue, in uscita il 15 gennaio per Midfinger. Musiche che guardano alle tenebre ovattate di Nick Cave, Tindersticks e The National, e collaborazioni eccellenti: lo scrittore Dan Fante (figlio del più celebre John) e la voce suadente di Lara Martelli...
Gli Hollowblue hanno pubblicato il loro primo disco su Suiteside Records alla fine del 2004. Hanno Collaborato con Anthony Reynolds del gruppo inglese Jack e con Lara Martelli nel secondo disco che Midfinger Records pubblicherà alla fine del 2007.
Hanno avuto recensioni entusiastiche sia per il primo disco che per la loro partecipazione (insieme a Luca Faggella) al tributo a David Bowie uscito nel Gennaio 2007 per i suoi sessant'anni.
Sono stati finalisti al Mei con il video della canzone "Io bevo" e finalisti (34 gruppi su 2273) per le selezioni dell'edizione 2007 dell'Heineken Jamming Festival.
www.hollowblue.com
www.myspace.com/hollowblue
Ore 21:30.
Ingresso 5 euro + tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------

SAB. 26 01 2008 - MOKA - a seguire DJ BLIXA
L'ironia e l'eclettismo sono le principali caratteristiche che accompagnano l'ascolto di "Fai Tu", il disco di esordio dei Moka, band dell'area milanese che ha la testa persa nei viaggi tra Stati Uniti e Londra, tra Francia e Germania, tra avventure e contagi musicali, ma senza dimenticare la particolare tradizione della musica di casa nostra, quella degli anni '60, sbarazzini ma altrettanto raffinati.
Tante influenze e tanti ingredienti si sono mescolati per preparare il piatto che Moka ha voluto servire con "Fai Tu". C'e' il rock, il folk, il kraut-rock, il tiro funk. E poi ci sono i Beatles, i Rolling Stones, Celentano. E anche Nicola Di Bari e Modugno.
Il piatto e' ricco e presentato da uno chef decisamente creativo che con buongusto ha seminato spezie e sapori nelle 13 canzoni che compongono "Fai Tu".
Il primo singolo estratto dal disco e' Los Fabulosos Paranoias, brano ritmato, contagioso e funkeggiante che ai tempi sarebbe stato definito dai deejay come ballabile... ballabile o meno questo e' il brano che lascia intravedere l'energia che si nasconde dietro al quartetto che dopo parecchia gavetta sui palchi e' riuscito a trovare il modo di pubblicare ufficialmente i suoi brani attraverso l'etichetta Speakerbox, label che lavora in parallelo con Midfinger.
I Moka sono:
Chris Lavoro: voce, chitarre, basso, piano, synth, samplers, armonica
Matteo Bassi: basso, contrabbasso, programmazione, cori, samplers
Cesare Nolli: batteria, basso, percussioni
Davide Rossi: piano, vocoder, synth
www.casamoka.com
www.myspace.com/mokaspace
Ore 22:00.
Ingresso 5 euro + tessera ARCI.
Ai primi dieci: disco gratis!
LUN. 14 01 2008 - MAURO MERCATANTI BAND
Si formano a metà dei '90 con il suggestivo nome di "Giovedì Non Posso". Fanno il rock, il pop e altre sciocchezze. Dopo un concerto d'addio si reinventano, esplorandolo, il teatro canzone, per dar retta ai deliri di onnipotenza del logorroico front-man quando cantare non gli basta più. Quindi tra un brano e l'altro inseriscono monologhi, siparietti e ragionamenti ad ampio respiro, passando dai club ai teatri. Nel 2003 pubblicano un disco con l'etichetta Novunque, "La Fretta di Noè". Il loro brano più famoso, "I soldi di Inzaghi", un delirante riadattamento della gloriosa "Dune Buggy", finisce in radio e TV in heavy rotation per un anno e mezzo (senza autorizzazione degli aventi diritto). Due anni dopo pubblicano il secondo album, "Infedele alla linea", e in un anno e mezzo lo richiedono circa 2500 persone.
www.myspace.com/mauromercatanti
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro + tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



MAR. 15 01 2008 - CONTEST CITY MUSIC LAB
Cinque bands si sfidano sul palco de LaCasa139, per le eliminatorie del Contest targato City Music Lab.
Oltre alla giuria, anche il pubblico presente in sala potrà votare la sua band preferita, partecipate!
Queste le bands in gara per questa serata:
- Los Lopez
- Baroque
- Palco Nudo
- Compagnia del rumore
- Touch
Ore 21.30.
Ingresso libero + tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



MER. 16 01 2008 - AT SWIM TWO BIRDS
"Returning to the scene of crime..." è il ritorno di Roger Quigley, voce e autore delle canzoni dei Montgolfier Brothers. Nel suo ritorno, Roger pesca a piene mani dal debutto solista e – dopo aver preso in prestito il nome d'arte da un romanzo di culto dello scrittore irlandese Flann O'Brien – ricanta quelle canzoni con lievi tocchi di pianoforte e chitarra. Un disco intimo, crepuscolare, intriso di sublime.
www.myspace.com/atswimtwobirds
Ore 21:30.
Ingresso 6 euro + tessera ARCI.


--------------------------------------------------------------------------------



GIO. 17 01 2008 - SELTON - a seguire: DJ MICOL
"Banana à milanesa" è il disco d'esordio della band brasiliana Selton. Pensato e registrato a Milano negli studi dell'Istituto Barlumen, è un ponte diretto tra la capitale lombarda e il Brasile: si tratta, infatti, di una raccolta di cover di Enzo Jannacci e Cochi e Renato più due originali ("Banana à milanesa" e "La cosa rosa").
Si tratta di un omaggio alla tradizione surreale degli anni '60 e '70 con classici come "Ho visto un re", "E la vita l'è bela", "Giovanni telegrafista", "La gallina" e "Vengo anch'io" risuonati in chiave rock e tradotti in portoghese. I Selton sono polistrumentisti e una straordinaria live band: lo testimoniano centinaia di barcellonesi entusiasti (la loro storia comincia infatti al Parc Guell di Barcellona, dove i quattro amici si esibiscono per i turisti cantando e suonando le canzoni dei Beatles) e la considerevole cifra di 1500 cd demo venduti al Parc Guell in poco più di un anno.
www.myspace.com/seltonselton
Ore 21:30.
Ingresso 5 euro + tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



VEN. 18 01 2008 - LUCA NESTI - a seguire: DJ CANNONAU
Luca Nesti è un cantautore disincantato che non ha paura di rimettersi in gioco e rischiare ancora. Dopo le colonne sonore, l'attività d'autore e un'intensa attività live il 2005 segna il ritorno di Nesti con un disco solista ruvido e aggressivo. Rock, canzone d'autore, suggestioni cinematiche, tenere ballate e ipnotici j'accuse entrano nella centrifuga di un disco che fin dal titolo racchiude il senso di una vita: "Ho cambiato idea". Con un unico slogan che parte dalla musica e arriva nella vita di tutti i giorni: solo chi è pronto a rivedere le sue posizioni può camminare a testa alta.
Luca ha spaziato dall'underground alla musica popolare fino alla realizzazione di colonne sonore per film come Mediterraneo, Ragazzi Fuori, Donne con le Gonne e Occhio Pinocchio oltre a collaborazioni con la Scuola di cinematografia di Monaco e la Box Film di Berlino. E' stato autore per artisti e produttori quali Anna Oxa, Mina, Peppe Barra, Riccardo Tesi, Giancarlo Bigazzi e molti altri.
www.myspace.com/lucanesti
Ore 21:30.
ingresso 5 euro + tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------

SAB. 19 01 2008 - LEITMOTIV - a seguire: DJ BLIXA
Vengono dalla Puglia e ne trasportano calore e poesia, ma sembrano avere la cittadinanza in tutta Europa per la straordinaria vitalità con cui intrecciano stili e culture in una formula musicale eccentrica. Inglese, francese, italiano. Rock, folk, pop. Canzoni teatrali, schizofreniche e cariche di un'espressività assolutamente imprevedibile. La formazione attuale si è costituita nell'estate 2001 - ma il nucleo è nato qualche anno prima sulle spiagge dello Ionio, all'incrocio con la terra del Salento. Da qui, il progetto artistico è cresciuto raccogliendo stimoli e fermenti lungo la penisola e ben oltre le Alpi. Le loro canzoni, che coprono i generi più diversi, sono infatti in italiano, francese ed inglese: è dall'incontro e dallo scontro del locale con il globale che la loro musica prende vita e creatività , nelle sonorità e nei contenuti testuali, cercando un difficile trait d'union tra la forza e l'impatto del rock, la tradizione cantautorale e l'animosità della musica mediterranea.
www.myspace.com/leitmotivonline
Ore 22:00.
Ingresso 5 euro + tessera ARCI.
LUN. 07 01 2008 - HOTEL ZUPER
Hotel Zuper e' edificio metafisico che si trova nella proteica mente di Gianmarco Bozzoli. Lo spettacolo teatrale è composto da una sequenza incalzante di brevi sketch pensati per divertire e stimolare il pubblico attraverso un forte impatto multidisciplinare tra arti visive, danza, disegno animato e parola. Gianmarco Pozzoli presenta questo ambizioso progetto a cavallo fra ironia e sperimentazione, creatività e audacia. Dopo le esperienze di Colorado Cafe' e Zelig Circus, l'attore propone con Hotel Zuper un appuntamento ogni primo lunedì del mese, per uno spettacolo multiforme con videoproiezioni, monologhi, rave party e tutto ciò che puo' uscire dalla mente contaminata di un uomo per cui la definizione di "comico" va decisamente stretta.
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro + tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



MAR. 08 01 2008 - PLASTICA
Nascono a Milano nell'Aprile 2003 spinti dalla curiosita' e stimolati dallo scambio e dalla condivisione delle emozioni, si ispirano a gruppi come 99 Posse, Subsonica, Casino Royale, Planet Funk e BluVertigo. In tre, polielettrostrumentisti, al normale setup acustico alternano la loro fase compositiva davanti ai monitors, supportandosi a vicenda in fase di programmazione. Si slegano da progetti vissuti attraverso una fitta esperienza live che ha percorso molte strade, anche europee, sino al palco dei Dire Straits in Amburgo o al prestigioso New Morning di Parigi e da una realtà più vicina alle produzioni Dance. Nel 2004 remixano per l’etichetta Blackmoon "Notte Rosa" di Umberto Tozzi, che diventa una hit estiva diffusa nelle piú grandi discoteche della riviera romagnola. Un anno dopo viene presentata la pre-produzione di Plastica, che trova i suoi primi consensi vincendo il San Marino festival.
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro + tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



MER. 09 01 2008 - GNUT
Tour di presentazione in anteprima del loro primo album, che uscira' a febbraio ma che sara' possibile trovare gia' al concerto, per coloro che amano arrivare prima in tutto. La base del loro progetto ha radici nel folk rock di matrice cantautorale (Dylan, Drake, Tim Buckley, De Andre') con riferimento talvolta al rock degli anni '70.
Il nome GNUT e' stato utilizzato quasi per gioco in occasione di un contest, quasi impronunciabile, gutturale, come per voler esorcizzare l'estetica che regna in questi anni, anche nei nomi e nei marchi.
La formazione sul palco della Casa139 sara' al completo:
Valerio Mola - contrabbasso
Paolo Guerriero - sax
Marco Sica - violino
Carlo Maria Graziano - batteria
Piero Battiniello - chitarra acustica, basso e "core"
Claudio Domestico - voce e chitarre
www.myspace.com/gnutmusic
Ore 21:30.
Ingresso 5 euro + tessera ARCI.



--------------------------------------------------------------------------------



GIO. 10 01 2008 - AMORE - a seguire: DJ MICOL
Nel 2004 in seguito ad una visione mistica, Alessandro Fiori (Mariposa) contatta Samuele Bucelli (ex-Baustelle) e Gionni Dall'Orto (ex Articolo31, ex Paolo Benvegnu', ex Marco Parente, Soundabout) per dar vita ad un nuovo progetto. In dicembre la prima temeraria apparizione alla Flog di Firenze con il mitico Pig-malione: ed è subito amore, ospite Massimo Fantoni (Pippo Kennedy Show band, Andrea Chimenti, Paolo Benvegnu', Marco Parente) entra nel vortice e tra un concerto e l'altro registrano il loro primo EP "I tendaggi del primo semestre", senza etichetta. Nel marzo del 2006 gli Amore vincono le selezioni toscane per ArezzoWave2006 ed inaugurano il festival sul palco centrale. Sull'onda di ArezzoWave gli Amore inanellano una serie di spettacoli memorabili su e giu' per l'Italia. Nel Giugno 2007 esce il nuovo album "Tarzan contro l'IBM", per l'etichetta Aiuola Dischi.
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro + tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



VEN. 11 01 2008 - ANIME IN LEGA LEGGERA - a seguire: DJ CANNONAU
Il progetto ALL nasce dall’incontro tra tre siciliani: Vincenzo Calandrino (Voce-Chitarra) Alfredo Aliffi (Basso-Voce) ed Alessio Russo (Batteria), tutti provenienti da diverse esperienze musicali. Inizia una prolifica produzione di pezzi, generalmente indirizzati al pop rock inglese ed influenzati dalle sonorità grunge d'oltre oceano. La band, prima ancora dell'uscita del primo album attira già l'attenzione di case editrici (tra le altre BMG-Sony, che si accaparra le edizioni di due pezzi inediti), e dei locali più esperti del panorama indipendente milanese e calca palchi di crescente prestigio. Attualmente in cerca di produttore la band vanta già collaborazioni importanti ed un pubblico entusiasta. L'incontestato talento dei componenti del gruppo fa delle Anime in Lega Leggera una delle promesse più interessanti di questo periodo, in bilico tra rock melodico e atmosfere pop.
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro + tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------

SAB. 12 01 2008 - DJ BLIXA
Ore 22.00.
Ingresso libero + tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------

LA CASA 139 - Via Ripamonti, 139 - Milano
www.myspace.com/lacasa139
www.lacasa139.com 
MAR. 01 - MER. 02 - GIO. 03 01 2008
Chiusura.

--------------------------------------------------------------------------------

VEN. 04 01 2008 - MONTECARLO FIRE - a seguire: DJ CANNONAU
I Montecarlo fire nascono a Roma nel 2002. Le loro influenze spaziano dal brit pop fino ad arrivare ad un sound più "indie". La loro musica è una sapiente alchimia tra il "melodico" della tradizione inglese '60 e '70 e il distorto del rock. Agli inizi del 2003 cominciano a partecipare ad alcuni festival di musica fino ad assumere una credibilità sempre più spiccata. Nel 2004 registrano il loro primo demo, firmando un contratto per un importante di progetto a partire nel giugno 2005. Partecipano ad alcune trasmissioni televisive e qui riescono ancora ad ottenere buone critiche. Nel 2005 cominciano la registrazione per il loro primo progetto musicale e nel 2006 esce il primo EP.
www.myspace.com/montecarlofire
Ore 22.00.
Ingresso 5 euro + tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------

SAB. 05 01 2008 - ALESSANDRO GRAZIAN - a seguire: DJ BLIXA
Il cantautore trentenne Alessandro Grazian presenta in anteprima le canzoni del nuovo disco di prossima uscita. Un concerto acustico in cui particolare attenzione sarà riservata alle nuove composizioni del musicista padovano. Sul palco ad accompagnare Grazian ci saranno ai fiati Enrico Gabrielli (Afterhours, Mariposa), al violino Nicola Manzan (Bologna Violenta, Quartetto C.Bow), al violoncello G.Tornielli e al contrabbasso A. Arcuri. Alessandro Grazian ha ricevuto numerosi riconoscimenti musicali: l'ultimo il 5 maggio 2006 vincendo il premio per la migliore interpretazione musicale al Mantova Musica Festival. Il suo disco d'esordio s'intitola "Caduto" ed è uscito nel 2005.
www.myspace.com/alessandrograzian
Ore 22.00.
Ingresso 4 euro + tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------

DOM. 06 01 2008
Chiusura.
LUN. 17 12 2007
Chiusura.

--------------------------------------------------------------------------------



MAR. 18 12 2007 - MIKAH SYKES
Folk-blues, cantautorato in stile Portland. Il fingerpicking di stile country, del delta del Mississippi, e classico brasiliano di Mikah Sykes e' una rarita' da non perdere. John Frusciante ha registrato personalmente il suo primo disco, "Little Twos". Mikah e' ora in tour con il nuovo "Bad Feelings".
www.myspace.com/mikahsykesmusic
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro + tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



MER. 19 12 2007 - CONTEST CITY MUSIC LAB
Cinque band si sfidano sul palco de LaCasa139 per questo primo appuntamento del contest organizzato da City Music Lab.
Questi i nomi delle bands:
- Stardog;
- Kobayashi;
- Fresh Air of Hiroshima;
- Lost 4 found;
- Bradam.
Ore 21.30.
Ingresso libero + tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



GIO. 20 12 2007 - EX-OTAGO
Sono gia' una cult-band, vengono da Genova e propongono un difficilmente catalogabile mix di pop e follia, catturato nel loro secondo album "Tanti Saluti" (Riotmaker/Warner), uscito lo scorso giugno, e negli irresistibili video di "Giorni Vacanzieri" e "Amato The Greengrocer".
Negli energici concerti degli Ex-Otago puo' veramente succedere di tutto: sono capaci di unire pure gemme pop e stagediving!
www.myspace.com/exotago
Ore 21.30.
Ingresso 8 euro + tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



VEN. 21 12 2007 - DJ CANNONAU
Ore 22.00.
Ingresso libero + tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



SAB. 22 12 2007 - DJ BLIXA
Ore 22.00.
Ingresso libero + tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



DOM. 23 - LUN. 24 - MAR. 25 - MER. 26 12 2007
Chiusura.
BUON NATALE!!!

--------------------------------------------------------------------------------



GIO. 27 12 2007 - FOLCO ORSELLI
Folco Orselli da sempre canta e suona la chitarra e il pianoforte ma, soprattutto sa scrivere grandi canzoni. Prima di essere solo "Folco Orselli" e' stato leader di varie formazioni, tra cui un gruppo rock con cui ha aperto i concerti di Zucchero e le date italiane di Tina Turner, imparando ad affrontare le grandi folle.
Chiusa questa prima fase rock della sua carriera Folco si e' concentrato sulle sue canzoni che ha cantato per cinque lunghi anni nei club di tutta Italia, insieme al suo rodatissimo gruppo dando vita ad uno show profondo, comunicativo e teatrale, in cui si racconta di vita e si riflette sulla stessa. Il suo e' un blues che narra di avventori, di osterie perdute nel tempo, di giocatori e di bari, di donne procaci, di disavventure e storie finite male. Scenario: la citta' di Milano, sovente omaggiata, spesso criticata.
Dopo i primi due album "La stirpe di Caino" (2002) e "La Spina" (LifeGate, 2004) album che contiene il passato e il futuro di Folco Orselli, esce nel 2007 "MilanoBabilonia" (Lifegate/Venus): contaminazioni e arrangiamenti che hanno il graffio del funk, del blues e del pop, pervasi tutti da un'energia solare, che fanno di questo lavoro un album vissuto fino in fondo.
www.myspace.com/folcoorselli
Ore 21.30.
Ingresso 8 euro + tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



VEN. 28 12 2007 - DJ CANNONAU
Ore 22.00.
Ingresso libero + tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



SAB. 29 12 2007 - DJ BLIXA
Ore 22.00.
Ingresso libero + tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



DOM. 30 - LUN. 31 - MAR. 01 - MER. 02 - GIO. 03 01 2008
Chiusura.
BUON ANNO NUOVO!!!
La programmazione riprende venerdi' 4 gennaio 2008.
LUN. 10 12 2007 - ST. VINCENT + ALELA DIANE
Annie Clark, la bella fanciulla americana che si cela sotto lo pseudonimo di ST.VINCENT, sarà a Milano per un unico concerto per presentare lo splendido album d’esordio “Marry Me” che ci svela il suo enorme talento, imponendola come una delle artiste americane più ispirate, originali e complete in circolazione. Difficile da definire la musica dell’eclettica polistrumentista: pop cinematico ed epico, ironico e raffinato al tempo stesso, che a tratti rimanda ad atmosfere da Parigi anni ’20; o ancora un’orchestra di pura modernità, una nuova musica americana, formatasi sul jazz, sul blues, sul gospel e sul southern folk ma basata su una solidissima composizione classica. Il risultato è assolutamente geniale: un diluvio artigianale di chitarre, basso e beat pulsanti, caldi ed immediati, affiancati alla voce da soprano classico.
www.myspace.com/stvincent
Ore 21.30.
Ingresso 15 euro + prevendita // 18 euro alla porta + tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



MAR. 11 12 2007 - JACKIE-O-MOTHERFUCKER + MUSICA DA CUCINA
Adorati da Sonic Youth e Mogwai, coccolati dalla stampa specializzata (the Wire su tutti, che non a caso li ha invitati a partecipare il mese scorso alla serie di concerti londinesi che celebravano i suoi 25 anni) i
Jackie-O Motherfucker sono uno dei pochi gruppi che potrebbe stare contemporaneamente in un volume dell'Anthology Of American Folk Music come pure in una raccolta della Knitting Factory. Il loro approccio è avanguardistico ma il suono è indissolubilmente legato alle radici della musica americana: ne viene fuori quanto di più psichedelico si possa ascoltare nel panorama musicale odierno, pura musica "da viaggio", con tutti i significati possibili che questa definizione comporta.
L'andamento dei loro brani, soprattutto nella versione dal vivo, è quello,
tipicamente nomade, dei Grateful Dead: chitarre che suonano come sitar, percussioni, tape loops, xilofoni, voci, concorrono a creare
un magma sonoro che alterna malinconiche dilatazioni ambientali a concitati slanci rumoristici, blues tribali e digressioni free-jazz. John Fahey, Ornette Coleman, il Tom Waits di Bone Machine, i citati Dead, e Sun Ra, sono solo alcuni dei riferimenti possibili per un gruppo di culto,
alfiere di un'estetica musicale all'insegna della libertà espressiva e della contaminazione tra generi. Dopo le affollate date dello scorso anno, i nostri tornano per un tour più lungo in Italia e presenteranno "Valley of Fire", il nuovo lavoro in uscita in questi giorni per la francese Textile (che già aveva pubblicato l'ottimo "Change"): a detta dello stesso Tom, l'album con "le più dolci parti vocali" mai sentite nei lavori dei JOMF
www.myspace.com/jomf
In apertura:
MUSICA DA CUCINA
... i suoni della cucina,
intimità ed atmosfera
del tintinnio dei bicchieri
e del fischio del bollitore
www.myspace.com/musicadacucina
Ore 21.30.
Ingresso 10 euro + tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



MER. 12 12 2007 - ROBERTO DELL'ERA
Cantante, autore, polistrumentista, noto a molti come bassista degli Afterhours, Roberto Dell'Era propone sul palco de LaCasa139 il suo progetto solista, un alternarsi di suoni british e melodie ammalianti, come la dolce ballad "Ami lei o ami me", da subito successo radiofonico. Saranno con lui sul palco Enrico Gabrielli (polistrumentista - Afterhours e Mariposa), Sandro Mussida (fender rhodes), Alessio Russo (batteria) ed ospiti d'eccezione.
Ricordiamo che l’uscita del suo primo album è prevista per l'inizio del prossimo anno.
www.myspace.com/delleraspace
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro + tessera ARCI.


--------------------------------------------------------------------------------



GIO. 13 12 2007 - MOLTHENI + DJ MICOL
Graditissimo ritorno di Moltheni ad AcusticaMente. Ad un anno dall'uscita dell'ultimo album "Toilette Memoria", Moltheni è tornato nei negozi a settembre con un EP completamente inedito: “Io Non Sono Come Te” (La Tempesta/Venus). Il disco, registrato in Svezia, è interamente acustico ed anche il concerto che terrà a LaCasa139 avrà un'atmosfera raccolta, e vedrà Moltheni accompagnato sul palco da Pietro Canali (piano Wurlitzer) e Carmelo Pipitone dei Marta sui Tubi alla seconda chitarra.
Sarà una emozionante rivisitazione del repertorio di Moltheni, classici compresi!
www.myspace.com/moltheni
Ore 21.30.
Ingresso 8 euro + tessera ARCI.


--------------------------------------------------------------------------------



VEN. 14 12 2007 - PARK AVENUE + REALIA + DJ CANNONAU
I Park Avenue nascono ufficialmente nel Gennaio 2006 a Novara (Italia) e i primi 6 mesi di lavoro insieme portano alla realizzazione di Not a marionette, CD demo con cui i ragazzi iniziano a proporsi alla gente. Vincitori di Alza il Volume 2007, Emergenza Italia 2007, Giovani Espressioni 2007, che li hanno portati a suonare in Germania e al famosissimo Sziget Festival di Bucarest la scorsa estate, i quattro ragazzi di Novara stanno continuando la loro intensa marcia verso il professionismo nella musica. Si ispirano al sound e al linguaggio di stampo english rock degli ultimi anni, con particolari riferimenti alla grande tradizione rock anni sessanta.
www.myspace.com/gcpamusic
In apertura:
REALIA
"Vivere l'arte significa rinnovare giorno per giorno ogni sensazione, anche quella resa sbiadita dalla monotonia. Plasmare attraverso un'idea tutto, anche dal nulla, partorire musica da emozioni di esperienze vissute, questo è quello che ci fa sentire vivi, e che ci rende unici. Nella nostra musica, tutto questo, si sposa indissolubilmente con tastiere pop anni ‘80 e chitarre new metal; sonorità , che secondo noi, meglio descrivono i lati estremi delle esperienze di vita: gioia e dolore; ognuna delle due esiste e prende importanza grazie all’altra. Il desiderio è che il risultato del nostro lavoro possa trasmettere tutta l'energia e le emozioni che proviamo ogni volta che suoniamo."
www.myspace.com/realiaitalia
Ore 21.30.
Ingresso 5 euro + tessera ARCI.


--------------------------------------------------------------------------------

SAB. 15 12 2007 - DJ BLIXA
Ore 22.00.
Ingresso libero + tessera ARCI.


--------------------------------------------------------------------------------

DOM. 16 12 2007 - PROIETTILI BUONI
Marco Parente - Paolo Benvegnù - Andrea Franchi - Gionni Dall'Orto
Si riforma la band che a cavallo del 1999 ed i primi anni del 2000 ha attraversato come un fulmine la scena musicale italiana. In questa band ci sono 2 tra i più importanti songwriter della attualmente in circolazione: Marco Parente e Paolo Benvegnù. Assieme a loro Andrea Franchi e Gionni dall'Orto, rispettivamente batterista e bassista la cui carriera è indissolubilmente legata ai due. Nuovamente assieme per una manciata di date ripercorreranno le canzoni di Marco Parente di quel periodo, molte delle quali inedite, e diversi cavalli di battaglia.
Dal 1° dicembre sarà possibile ascoltare 9 di queste canzoni inedite (3 ogni 15 giorni) sul Myspace di Parente:
www.myspace.com/marcoparente
E' il momento di frugarsi in tasca e vedere in faccia ciò che si è tralasciato in questi anni. Riscoprendo così pezzi di storie, che se ascoltati prima avrebbero potuto cambiare il corso dei propri eventi... ma come sempre la storia non è fatta di "se".
Queste "canzoni ritrovate" niente hanno a che spartire con la nostalgia, ma pittosto con la resurrezione; un occhio onesto a un passato che non è mai stato e che per andarsene in pace adesso vivrà il suo momento lampo, che arriva, brucia veloce e altrettanto veloce se ne va. Le canzoni sono pezzi di persone,in particolare di chi le ha scritte e suonate. Di qui l'urgenza di ricomporre fedelmente oltre che queste canzoni mancate, anche i suoi suonatori originali.
Fisicamente! così si ritrovano, di nuovo insieme come nel '99 Marco Parente, Paolo Benvegnù, Gionni Dall'Orto e Andrea “Druga” Franchi, sotto il nome di "Proiettili Buoni", tutti ugualmente al servizio di questi "scheletri nel cassetto" di Marco Parente, tra inediti e versioni molto alternative ritrovate tra il primo "eppur non basta" fino a "trasparente".
Si può finalmente riparlare legittimamente di "Work in regress", solo con alcune eccitanti differenze: per l'occasione si riforma una band con le ore contate, si suonano canzoni fantasma dando vita a un potenziale disco che di fatto non è mai esistito e non sarà mai. Insomma la breve vita di un proiettile armato di buone intenzioni, mai esploso e mai arrivato a alcuna destinazione. Non è cosa di tutti i giorni potersi permettere "la messa in scena di una Sospensione"... per questo l'unico modo che viene in mente per affrontarla è una "sana e selvaggia Leggerezza".
marco, paolo, gionni, andrea
www.myspace.com/marcoparente
www.myspace.com/benvegnupaolo
Ore 21.30.
Ingresso 10 euro + tessera ARCI.


--------------------------------------------------------------------------------

LA CASA 139 - Via Ripamonti, 139 - Milano
www.myspace.com/lacasa139
www.lacasa139.com 
MER. 05 12 2007 - GLI SWAMI - special guests: LOMBROSO & OCTOPUS
Gli Swami a 360 gradi, dalle immagini del nuovo videoclip “ERA”, alla mostra fotografica del backstage di Elisa Paiola del “OnFire Studio” di Verona. Il tutto accostato ad un live del gruppo che promette grandi sorprese. Ospiti d’eccezione sul palco.
www.myspace.com/gliswami
Ore 21.30.
Ingresso libero + tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



GIO. 06 12 2007 - HAUSCKHA - JUKKA REVERBERI (Giardini di Mirò) + DJ MICOL
Serata decisamente sperimentale per AcusticaMente che vedrà un doppio concerto. Ci sarà Hauschka: musicista tedesco proveniente da Dusserdolf, specializzato nel suonare il pianoforte preparato. Hauschka lavora sul proprio strumento alternandone i suoni di base. Per fare ciò inserisce sulle corde del pianoforte materiali che vanno dalla plastica, all'alluminio, fino a scelte più estreme. L'esito è sorprendente. Il pianoforte acquisisce nuove coloriture, suoni e profondità. Dopo l'album "The prepared piano" (2005) pubblica un secondo disco di remix dove vede la partecipazione di tutti i nomi dell'avanguardia tedesca. Nel 2007 pubblica "Room to Exapand" sulla prestigiosa eticheta inglese Fat Cat, insieme a nomi come mum e sigur ros.
Poi ci sarà Jukka Reverberi, chitarra/voce dei Giardini di Mirò, con il suo progetto Die Stadt Der Romantische Punk: una sciabolata ambient-noise che si rifà alla musica contemporanea all'isolazionismo. Non sono da escludere collaborazioni tra i due artisti.
www.myspace.com/hauschka
www.myspace.com/romantischepunks
Ore 21.30.
Ingresso 10 euro + tessera ARCI.

--------------------------------------------------------------------------------



VEN. 07 12 2007 - FABIO MERCURI + DJ CANNONAU
Indierock sul confine del blues, in quella terra a tratti inesplorata che mischia culture, lingue e suoni senza seguire facili scorciatoie. Dopo varie esperienze come chitarrista con Tricarico, Gianni Resta, Luca Gemma e attualmente con il cantautore Diego Mancino, ritorna sulle scene con il suo nuovo progetto. Line up: Fabio Mercuri voce e chitarra, Alfredo Aliffi al basso, Vincenzo Calandrino chitarra e Alessio Russo alla batteria.
www.myspace.com/fabiomercuri
Ore 22.00.
Ingresso 5 euro + tessera ARCI.


--------------------------------------------------------------------------------



SAB. 08 12 2007 - SPECIAL PARTY + DJ BLIXA
Non possiamo dire di più…
Ore 22.00.
Ingresso libero + tessera ARCI.


--------------------------------------------------------------------------------



DOM. 09 12 2007 - NINA HYNES WITH FABIEN LESEURE
“Come farsi un giro con Nico e Blondie a casa dei Nouvelle Vague” - Mongrel magazine 2007.
Nata a Dublino ma ora di stanza a Berlino, Nina Hynes fa musica da quando aveva sette anni. Insieme alla sua band “The Husbands” – Ivan Birthistle, Peter Cheevers e di recente il musicista a sound engineer francese Fabien Leseure – ha creato un suono unico che può essere definito come indie pop atmosferico e sognante.
I suoi concerti spesso prevedono sampling e loop creati al momento usando pedali per chitarra, come anche costumi e proiezioni montate dal vivo insieme alla musica. Al college ha studiato sound engineering a music technology e ora scrive canzoni e musica su chitarra, piano, arpa, computer o qualsiasi altro strumento le capiti a tiro.
Dopo l’esordio solista acclamato dalla critica nel 1999, “Creation” (votato #44 nella top 100 album dell’anno di Amazon.com) e dopo “Staros” nel 2002, Nina Hynes presenta il suo primo album per la prestigiosa etichetta tedesca Kitty-Yo, “Really Really Do”.
Ore 22.00.
Ingresso 8 euro + tessera ARCI.
12-11-2007 - Hotel Zuper
Hotel Zuper è dove abitano ragionamento e creatività e se pensiamo che questo edificio metafisico si trova nella proteica mente di Gianmarco Pozzoli, possiamo stare certi che nelle stanze non troveremo solo salviette pulite e un comodi letti dove riposare, ma tutto ciò che riempie ed alimenta la nostra coscienza. Lo spettacolo teatrale è composto da una sequenza incalzante di brevi sketch pensati per divertire e stimolare il pubblico attraverso un forte impatto multidisciplinare- tra arti visive, danza, disegno animato e parola. Gianmarco Pozzoli dopo le esperienze di Zelig Circus e Colorado Cafè, continua il lavoro di ricerca sull'estetica del pensiero e dell'immaginazione comica con un progetto in continua evoluzione. Ogni primo lunedi del mese a partire dal 1 ottobre alla Casa 139, via ripamonti 139 Milano

--------------------------------------------------------------------------------



13-11-2007 - Cinaski vs Capossela
Martedì 13 Novembre a La Casa 139 via Ripamonti 139 h.22:00 Serata di Clandestinità ,poesia e musica.Mr PALL incontra Mr MALL Vincenzo Costantino Cinaski Vs Vinicio Capossela Numero chiuso. Arrivate presto....

--------------------------------------------------------------------------------



17-11-2007 - Charming Djset
Charming Dj, musica dell'amore e delle danze, dagli anni ottanta al domani: Indie Italiano, Wave e HappyMusic, dal rock all' electropost. PRETTY GIRLS MAKE RAVES!!
05-11-2007 - Caravanserraglio + cannonight
CARAVANSERRAGLIO Sono ormai passati quasi due anni dall’ultima apparizione del Caravanserraglio sulle scene Milanesi in occasione del suo 'funerale'. Ma come si sa…le cose buone a volte ritornano,si è deciso di ufficializzare il saluto il 5 Novembre a La Casa 139 estendendolo a tutto lo staff, alle mura e a tutta quella gente che lo ha sostenuto e fatto in modo che per 5 anni fosse una delle realtà milanesi più belle. Allora nelle figure dei fondatori(Concetto Serranò,Folco Orselli,Vincenzo Costantino Chinaski,Flavio Pirini,Gianni Resta e Stefano Tessadri) insieme agli amici di sempre dello Scaldasole e a tutti gli amici che si uniranno (tanti da non poterli nominare tutti) Il Caravan ritorna per una sola sera,per ringraziare salutare e tornare in camerino dopo aver spento le luci….. E’stato bello…..sarà bellissimo! Ingresso 10 euro con tessera ARCI

--------------------------------------------------------------------------------



06-11-2007 - The Early Years
THE EARLY YEARS showcase 6 novembre 2007 MILANO @ LA CASA 139 Finalmente in Italia per uno showcase il gruppo "sponsorizzato" da Brian Eno, il cui nuovo album omonimo mostra talento compositivo ed inclinazione tanto alla sperimentazione quanto alla melodia. guarda e ascolta: clicca qui alcune quotes sull'album omonimo "Il gruppo ha indovinato dieci canzoni...Brit al midollo, fragoroso, moderno e psichedelico." [7/10] - RUMORE, 7/10 "...un doppio dal sapore antico, onirico e fluttuante, che sorprenderà per le atmosfere che riesce a creare e per i repentini cambi di ritmo toccanti....suonano davvero bene. Non lascerà indifferenti all'ascolto" - BEAT MAGAZIEN, 8 /10 "A brilliant album" 8/10 ROCKSOUND "Fantastic drone-rock debut with moments of great beauty" 4/5 UNCUT "Psychedelic swirls of noise...with tunes!" NME "A debut album of wickedly ambitious invention that belies it's makers' tender years. Truly wonderous." 4.5/5 THE FLY "The Twenty First Century doesn't get more challenging, interesting or better than this. Album of the week" - 4.5/5 MANCHESTER EVENING NEWS "A Brilliant Debut" 4.5/5 THE INDEPENDENT ON SUNDAY

--------------------------------------------------------------------------------



07-11-2007 - I Like Trains
addentrarsi nei meandri nel post-rock non è cosa facile. Spesso si rischia di far nascere un prodotto con grandi idee ma sostanzialmente non convincente. Il vero merito degli iLiKETRAiNS è quello di avere creato un disco ambizioso e allo stesso tempo incantevole. In tutte le sette canzoni riecheggia il sound dei Godspeed You Black Emperor! (naturalmente un confronto non facile da reggere!), a cui si aggiunge la voce profondissima di David Martin che più che cantare parla, racconta delle storie. Il disco è intensissimo grazie al continuo supporto degli archi, agli arpeggi da attacco di cuore e alle chitarre che vengono portate in progressione fino all'infinito. In classico stile post-rock ogni canzone è costituita da una prima parte calma in cui i tastiera, violini ed arpeggi la fanno da padroni e da secondi momenti di forte intensità in cui cassa, crash, e soprattutto chitarra elettrica emergono fino quasi a soffocare tutto il resto. Un esordio di altissima qualità , che arriva facilmente al cuore e non si schioda più. Obbligatoria la sua presenza nelle varie lists di fine anno.ingresso 10 euro

--------------------------------------------------------------------------------



09-11-2007 - OLD MAN RIVER + cannonight
OLD MAN RIVER È di nuovo il continente australiano a regalarci grandi emozioni con il giovane Ohad Ried alias Old Man River, artista agli esordi ma già in rapida ascesa nel panorama internazionale. Sarà in Italia in Novembre: prima tappa a La Casa 139 di Via Ripamonti a Milano il 9 novembre, a seguire al Corallo Club di Scandiano il 10, al JAILBREAK di Roma il 14 e al Barfly di Ancona il 16. A questi quattro concerti si aggiungono due apparizioni come special guest nel tour teatrale dei Negarmaro, la prima a Ferrara Lunedì 12 e la seconda a Piacenza il giorno seguente, a coronamento di un rapporto artistico nato dietro le quinte del Festivalbar. Old Man River ha appena pubblicato il suo primo album 'Good Morning'. Il singolo apripista, 'LA', che Wind ha voluto come colonna sonora della sua recente campagna pubblicitaria, vanta già dieci settimane di permanenza nella Top 10 e ha permesso al cantautore di essere tra i protagonisti assoluti dell’ultima edizione del Festivalbar, ma soprattutto 'LA' è la canzone simbolo del sound gioioso dell’artista che in proposito racconta: ' LA è stato scritto in un giorno di sole durante un incontro di terapia musicale nella periferia occidentale di Sidney con un gruppo di giovani mentalmente disabili o, meglio, come mi piace definirli- con capacità davvero speciali'. Questa energia musicale ‘collettiva’ costituisce in realtà il cuore e l’essenza del sound di Old Man River, che prende corpo fra ritmi decisi e strumentazioni esotiche. Old Man River oltre ad essere compositore e musicista di talento, è un cantastorie, un viaggiatore d’altri tempi, che ha fatto tesoro dei suoi viaggi fra Israele e India, come anche a New York. Con la sua musica rievoca i profumi più puri e più semplici della terra, della natura, trasmette gioia e voglia di vivere. I suoi pezzi parlano di amore, di vita, di musica e di sogni mentre le sue melodie sono una dolce fusione di folk e rock’n’roll. Il senso della collettività è da sempre al centro della sua musica e della sua vita, un attitudine che lo vede impegnato in progetti per l’infanzia basati sull’utilizzo della musica. Anche i suoi concerti hanno come punto di forza il desiderio di mescolare musica e idee con altri artisti. La band che solitamente lo accompagna è costituita di componenti dei Gelbison, un gruppo pop-rock di Sidney che annovera fra l’altro un’interessante collaborazione con Luke Steele di The Sleepy Jackson, per il progetto Nations by the River. Old Man River, dopo aver accompagnato in tour artisti come Damien Rice, The Sleepy Jackson e Violent Femmes, è attualmente impegnato in una serie di concerti in Australia, prima dell’atteso debutto in Italia per quattro show: VENERDì 9 NOVEMBRE – MILANO – LA CASA 139 Ingresso 12€ +10€ tessera ARCI info e prenotazioni www.barleyarts.com

--------------------------------------------------------------------------------



10-11-2007 - Charming Djset
Charming Dj, musica dell'amore e delle danze, dagli anni ottanta al domani: Indie Italiano, Wave e HappyMusic, dal rock all' electropost. PRETTY GIRLS MAKE RAVES!!
QUESTA SETTIMANA




Data: 29 10 2007
Evento: SELTON
Abstract: open h.21.30 ingresso 5 euro
Testo: COMUNICATO STAMPA SELTON LUNEDÌ 29 OTTOBRE IN CONCERTO A LA CASA 139 Inizio del concerto ore 22.30 Ingresso: 5,00 Euro Per informazioni: club@lacasa139.com I SELTON, band brasiliana composta da quattro ragazzi di Porto Alegre, suoneranno lunedì 29 ottobre a La Casa 139 (Via Ripamonti, 139 - Milano) dove proporranno uno spettacolo che raccoglie un repertorio formato da rivisitazioni in portoghese dei brani che hanno segnato la storia della musica contemporanea. Presenteranno, inoltre, al pubblico milanese cover in portoghese di canzoni storiche della comicità milanese di Enzo Jannacci e Cochi e Renato insieme ad alcuni brani originali contenuti nell’album d’esordio “Banana à milanesa”, in uscita a gennaio. “Banana à milanesa”, disco d’esordio della band brasiliana SELTON (pensato e registrato a Milano negli studi dell’Istituto Barlumen), è un ponte diretto
tra la capitale lombarda e il Brasile: si tratta, infatti, di una raccolta di cover dei “classici” di Enzo Jannacci e Cochi & Renato, più due brani originali. I SELTON nascono a Barcellona nel settembre del 2005 dall’incontro di Ricardo Fischmann, Eduardo Dechtiar, Ramiro Levy e Daniel Plentz, quattro ragazzi originari di Porto Alegre che condividono, oltre alla città d’origine, la passione per la musica. La band comincia a suonare cover dei Beatles su una panchina del Parc Guell di Barcellona e dopo solamente un mese di esibizioni incidono un demo CD che è in vendita durante gli show al parco. Alla fine di settembre 2006 i SELTON vengono in Italia, a Milano, dove registrano molto del materiale nato da un intenso periodo passato a comporre, suonare e registrare, ma anche canzoni italiane tradotte in portoghese e riarrangiate che fanno parte del loro primo album “Banana Ã
milanesa” (con Enzo Jannacci e Cochi e Renato). Milano, 25 ottobre 2007 Ufficio Stampa Selton: Parole & Dintorni (rif. Anna Domaneschi - tel. 02.20404727)
Foto:



Data: 31 10 2007
Evento: Yellow Capra + halloween night by Cannonight
Abstract: open h 21.30 ingresso 4 euro
Testo: YELLOW CAPRA Chez Dedé Gli Yellow Capra sono nati a Milano alcuni anni fa, cambiando line up strada facendo e aggiungendo nuovi musicisti, fino a ritrovarsi in sette. Il progetto e' incentrato sul comporre brani influenzati dal potere delle immagini, e così le esibizioni live sono sempre accompagnate da filmati e collage di foto preparati e montati dal gruppo. Il loro suono e' il risultato di approcci e studi differenti che uniscono il rock, in tutte le sue molteplici forme, e la musica classica. Il gruppo si è dedicato anche a creare musica per il cinema e il teatro, attivando numerose collaborazioni con registi e compagnie. Ha composto le musiche per il cortometraggio “The Screen” di Valerio Orlando (co-prodotto da Sky C inema), per il corto “Divini Incontri d'Orgasmo” (Divine Meetings of Excitement)” e per lo spot della Lancia Y - Traffic Jam” prodotto da
Lightbulb Production, oltre ad aver presentato le musiche composte sul mediometraggio “The Coastline (1979-85)” di Peter Greenaway. Inoltre ha composto ed eseguito musiche per il lavoro teatrale “Il respiro” di Thomas Bernard, diretto da Luigi Guaineri. Nel 2003 il gruppo partecipa alla split series PO Box della Wallace Records, per poi accasarsi nel 2005 presso Piloft Recordings con cui realizza il 10” split “Elkloft”, condiviso con la band di Glasgow Projekt A-KO, e per lavorare a “Yc”, il suo primo full-lenght che esce nel 2006. Parallelamente ai concerti continuano a sviluppare nuovo materiale che trova posto in "Chez DéDè". Gli Yellow Capra hanno suonato in diverse edizioni del Milano Film Festival e all'International Theatre & Dance Festival a Bregenz (Austria), oltre a condividere i palchi con gruppi come Calla, Arab Strap, Giardini di Mirò, Ronin, Madrigali
Magri, Ultraviolet Makes Me Sick, Hogwash.

Data: 02 11 2007
Evento: Cannonight
Abstract: open 23.30 ingresso gratuito
Testo: CANNONIGHT CANNONIGHT per ballare tutto quello che non pensavi ancora si potesse ballare... Dal rock allo ska dal funky al soul, poi reggae beat e blues.. Dagli anni 50 ad oggi.... . naturalmente by DJ CANNONAU
Foto:



Data: 03 11 2007
Evento: Fanfarlo + A Class Education
Abstract:
Testo: MAPLE SYRUP GIGS presenta: Fanfarlo per la prima volta in Italia in tour assieme agli A Classic Education! Giovedì 1 Novembre - Locomotiv Club – Bologna (www.myspace.com/locomotivclub ) Venerdì 2 Novembre - Bus Del Colvera - Frisanco (PN) (www.myspace.com/knifeville ) Sabato 3 Novembre - La Casa 139 - Milano (http://www.lacasa139.com ) Domenica 4 Novembre - Mattatoio - Carpi (MO) ( www.myspace.com/mattatoyocultureclub ) A Novembre 2007 arriverà per la prima volta in Italia la band inglese dei Fanfarlo, e ad accompagnarli ci saranno gli A Classic Education, impegnati nel loro primo mini-tour italiano. I Fanfarlo sono un sestetto guidato da Simon Aurell, svedese trapiantato a Londra. Lontani dal clichè "guitar rock" in pochi anni hanno definito il loro suono aggiungendo strumenti come violino, tromba, mandolino e glockenspiel, creando piccole gemme di indie-pop con un piglio
dance e corale. Come dicono loro sono una "band scolastica da marcette che si è persa nel bosco ed ha deciso di mettere su una discoteca". David Bowie in persona, sul Sunday Times, li ha definiti una delle sue nuove band preferite e ha scritto una entusiastica recensione del loro secondo singolo (http://playlouder.com/news/+fanfarlos-fan-fr/ ) Senza avere ancora pubblicato un album, i Fanfarlo hanno già fatto uscire tre 45 giri per alcune delle più quotate etichette indipendenti inglesi: Fortuna Pop, Label Fandango e White Heat Records (promotrice anche di una delle più esclusive club-night londinesi). Negli ultimi mesi la band ha registrato sessions per BBC Radio 1, Radio 4, BBC 6 Music e XFM, ed è inoltre stata in tour con Architecture In Helsinki, Tunng e Voxtrot. www.fanfarlo.com www.myspace.com/fanfarlo A Classic Education è un progetto nato da poco che ruota intorno a
Jonathan Clancy, Luca Mazzieri e Paul Pieretto. In poco tempo la formazione è arrivata a sei elementi con l'introduzione di Giulia Mazza, Federico Oppi e Stefano Roveda. Suono riverberato e orchestrale portato all'eccesso, senza dimenticare "la qualità pop che rende le canzoni indimenticabili": questo il dogma che si è dato la band. Dopo appena una manciata di date dal vivo, gli A Classic Education hanno avuto l'opportunità di aprire per gruppi del calibro di Modest Mouse, Arcade Fire e Giardini Di Mirò. Già al terzo concerto la band è stata chiamata al White Heat, prestigiosa serata di Londra dove ha conosciuto e suonato con i Fanfarlo, e dove è nata l'idea del tour italiano assieme. Il live più recente è stato in occasione di uno speciale invito al Milano Film Festival. Hanno già parlato degli A Classic Education alcuni dei più importanti blog americani ed inglesi, quali
SixEyes, The Music Slut e Indie-Mp3. Il loro primo fan all'estero è stato Sir Alistair Fitchett, redattore di Tangents.co.uk e "curatore/padrino spirituale" delle compilation indie-pop di Rough Trade. In Italia sono stati elogiati per le loro live performance dalle riviste "Il Mucchio Selvaggio", "Rumore" e da numerosi blog. www.aclassiceducation.com www.myspace.com/aclassiceducation Per qualsiasi info, mp3, foto e altro: email: jonathanclancy@gmail.com tel. +339 5345232 Il tour è supportato da: www.vitaminic.it http://it.myspace.com/
23-10-2007 - Polly Paulusma
23/10 POLLY PAULUSMA (CYCPROMOTIONS): http://www.myspace.com/pollypaulusma Polly Paulusma è la songwriter inglese che ha avuto un clamoroso successo con il suo album d'esordio " Scissors in My Pocket " raccogliendo recensioni entusiastiche, diversi sold-out nei concerti italiani, la copertina del Mucchio, 2 brani in 2 diverse pubblicità televisive (Opel e Gioielli Bliss) e molto altro. A giugno 2007 è uscito il suo secondo, attesissimo, disco: 'Fingers & Thumbs' (One Lttle Indian/Goodfellas) che ha consolidato il successo ed il seguito di questa splendida artista. Dopo l'indimenticabile ed emozionante concerto a Bologna in piazza Verdi dello scorso luglio, Polly Paulusma torna ad ottobre per un lungo solo tour che la riporterà nel nostro paese, con tappa alla Casa139 per AcusticaMente eccezionalmente di martedì! 'Le canzoni sono avvolte da un'intimità commovente' **** XL Maggio 2007 Video The Woods: http://www.youtube.com/watch?v=hTDlmvY7MKM ingresso 10 euro

--------------------------------------------------------------------------------



24-10-2007 - Paolo Benvegnù / part three
10,17,24/10 PAOLO BENVEGNU' in "14-19 Tour" http://www.myspace.com/benvegnupaolo "Miglior tour dell'anno": questo è il premio dato dal MEI 2005 di Faenza a Paolo Benvegnù per il tour (oltre 150 date) di "Piccoli Fragilissimi Film" (Stoutmusic-Santeria/Audioglobe), mentre l'album viene considerato un capolavoro capace di unire canzone d'autore e indie-rock. Dopo un'intenso lavoro come produttore artistico per molti artisti (come i Perturbazione) ed un'attività live non convenzionale (come con lo spettacolo "Idraulici" che si è tenuto in abitazioni private) è in arrivo per ottobre il nuovo, attesissimo, EP di Benvegnù intitolato "14-19" , che verrà seguito da date decisamente particolari. Si tratterà di una serie di 3 concerti in 3 mercoledì consecutivi alla Casa139. Le esibizioni saranno completamente diverse l'una dall'altra e riserveranno non poche sorprese. Presto i dettagli. ingresso 10 euro, abbonamento x le 3 serate a 20 euro.

--------------------------------------------------------------------------------



25-10-2007 - DENTE+LE LUCI DELLA CENTRALE ELETTRICA
25/10 DENTE+LE LUCI DELLA CENTRALE ELETTRICA (AcusticaMente) http://www.myspace.com/amodente http://www.myspace.com/lelucidellacentraleelettrica Ci sono annate che più di altre sanno regalare esordi discografici che lasciano il segno e rilanciano in tavola le carte della cosidetta musica d'autore. Ecco, il 2007 è proprio una di quelle annate e, tra quelli che ci hanno colpitomaggiormente ci sono sia "Dente" che "Le Luci della Centrale Elettrica". Entrambi autori di canzoni acustiche, malate e sbilenche. Non similia ma complementari. Come un pugno nello stomaco ed un tuffo al cuore. Contemporaneamente. Ingresso 5 Euro.

--------------------------------------------------------------------------------



26-10-2007 - EDWOOD -- charming Dj set
Tra le quattro mura di una camera davanti ad una chitarra acustica, una tastiera ed un video nasce il progetto edwood, poco dopo quando la temperatura sfiora i 40, arriva anche il nome, preso a prestito, da colui che è stato definito un 'cult'. Esperienze fatte di sudore e lavoro hanno portato la band in studio a registrare alla fine del 2003 alcune canzoni, elettriche, elettroniche e fatte di sentimenti e vita vissuta, per l'album di debutto "Like A Movement", pubblicato da Fosbury nel 2004. Quando il rock europeo chiama, anche edwood provano a rispondere, dando una loro interpretazione alla melodia e alle partiture sintetiche. I beeps fanno da sfondo a strofe e ritornelli rendendo atipica la forma canzone, nell’era informatica, quando la musica alterna la sua presenza tra le bobine analogiche e i file glaciali di un software, edwood si muovono.. L'insieme di contaminazioni si scopre nel lavoro della band: si avverte una ricercata struttura chitarristica, mescolata al freddo nord Europa contemporaneo e alla forte radice del primo amore che non si scorda mai, quei Cure malinconici, senza dimenticare un'autentica venerazione nei confronti Smiths. L’indietronica e il post-rock hanno fatto il resto. Chi ha ascoltato la band dal vivo parla di un contatto ipnotico e caloroso, a volte delicato che lascia di buon umore l'ascoltatore. Il divertimento e l’approccio alla musica hanno regalato felici momenti di serenità , consigliamo l’ascolto della musica degli edwood alla sera, di notte oppure durante il primo freddo, quando le foglie diventano gialle o quando rinasconono. Note a 360°. Il nuovo album degli edwood verrà pubblicato nel 2006 e sarà una coproduzione Midfinger / Ghost Alessandro Balotta, Fabio Campetti, Michele Campetti, Pierpaolo Peter Lissignoli, StefanoStefanoni ------------------------------------------------------------------ Charming Dj, musica dell'amore e delle danze, dagli anni ottanta al domani: Indie Italiano, Wave e HappyMusic, dal rock all' electropost. PRETTY GIRLS MAKE RAVES!!

--------------------------------------------------------------------------------



27-10-2007 - Giovanni Caruso--CANNONIGHT dj set
Giovanni Caruso torna ad esibirsi alla Casa139 proponendo un repertorio arricchito di nuove canzoni vestiste per l’occasione dalle abili mani sartoriali di Stefano Brandoni alle chitarre e Marco Genovese al piano e sorrette e guidate in raffinati passi di danza dalla sessione ritmica composta da Alfredo Aliffi e Alessio Russo, rispettivamente al basso e alla batteria. Passando dalle atmosfere rarefatte al pop-rock, dalle ballate folk all’initmità dei brani chitarra e voce, la cura e l’attenzione rivolte al testo rimangono le costanti fondamentali nel progetto dell’artista siciliano. Il disco, che attualmente è in fase di registrazione, raccoglie i brani di una maturazione che si sta compiendo lentamente ed intelligentemente passando per la grande tradizione cantautorale ed accogliendo nuove influenze musicali che si divincolano attraverso il personalissimo filtro di una sensibilità artistica che si va affilando lasciando intravedere spiragli di grande respiro. ------------------------------------------- CANNONIGHT Un'atmosfera del genere si assaporava solo ai tempi del Naked, chi c'era se ne ricorda ancora, chi no venendo qui la pu?.... scoprire..... CANNONIGHT per ballare tutto quello che non pensavi ancora si potesse ballare... Dal rock allo ska dal funky al soul, poi reggae beat e blues.. Dagli anni 50 ad oggi.... . naturalmente by DJ CANNONAU
01-09-2007 - Hotel Zuper
Hotel Zuper è dove abitano ragionamento e creatività e se pensiamo che questo edificio metafisico si trova nella proteica mente di Gianmarco Pozzoli, possiamo stare certi che nelle stanze non troveremo solo salviette pulite e un comodi letti dove riposare, ma tutto ciò che riempie ed alimenta la nostra coscienza. Lo spettacolo teatrale è composto da una sequenza incalzante di brevi sketch pensati per divertire e stimolare il pubblico attraverso un forte impatto multidisciplinare- tra arti visive, danza, disegno animato e parola. Gianmarco Pozzoli dopo le esperienze di Zelig Circus e Colorado Cafè, continua il lavoro di ricerca sull'estetica del pensiero e dell'immaginazione comica con un progetto in continua evoluzione. Ogni primo lunedi del mese a partire dal 1 ottobre alla Casa 139, via ripamonti 139 Milano

-------------------------------------
03-09-2007 - Barbara Cavaleri
Barbara Cavaleri torna alla casa con un progetto semi elettronico. L’artista ha cominciato la sua carriera come protagonista ai musical ‘Annie’ ed ‘Anything goes’. Nel 2002 incontra Leziero Rescigno (La Crus), Lagash (La Crus) e Ugo De Crescenzo con il quale collabora a diversi progetti musicali come cantante e autrice di testi: dalla loro collaborazione nasce l’album ‘Ad un passo dal sogno’. Tra i primi a notare Barbara Cavalieri è stato Alessio Bertallot, conduttore del programma radiofonico B-Side su Radio Deejay, che l’ha trasmessa spesso ed ha inserito il brano ‘Perche’‘ nella compilation ‘Altrisuoni italiani’.

---------------------------------------
04-09-2007 - MY AWESOME MIXTAPE
04/10 MY AWESOME MIXTAPE http://www.myspace.com/wearemyawesomemixtape Questa nuova stagione di AcusticaMente inaugura con un concerto speciale. Non si tratta di un nome affermato ma di una grande promessa: i My Awesome Mixtape. Con un demo, myspace ed una manciata di esibizioni (tra le quali una al MIAMI) sono riusciti a catalizzare un'attenzione senza precedenti. Che ora li ha portati ha pubblicare l'album d'esordio "My Lonely and Sad Waterloo" (L'Amico Immaginario/Audioglobe). Qui ci sono canzoni che nascono al piano o con l'acustica e si contaminano con l'elettronica e mille altri rumori per creare gioelli fatti di melodie bellissime e mai banali. Canzoni che siamo sicuri piacerebbero anche a Beck!! Quindi AcusticaMente riparte con una serata difficilmente classificabile ma sicuramente intrigante. Vi aspettiamo quindi a questo "Party" di inaugurazione! ingresso 5 euro DOPO CONCERTO < is this rock?> dj set Set che attraversa impertinente il contraddittorio e variegato cammino del Rock. Chitarre surf, ritmi billy, sfuriate punk e hardcore mischiate al groove degli anni settanta fino al cuore delle più recenti ondate indipendenti.

------------------------------------------

05-09-2007 - CANNONIGHT
CANNONIGHT Un'atmosfera del genere si assaporava solo ai tempi del Naked, chi c'era se ne ricorda ancora, chi no venendo qui la pu?.... scoprire..... CANNONIGHT per ballare tutto quello che non pensavi ancora si potesse ballare... Dal rock allo ska dal funky al soul, poi reggae beat e blues.. Dagli anni 50 ad oggi.... . naturalmente by DJ CANNONAU

-----------
06-09-2007 - Charming Dj set
Charming Dj, musica dell'amore e delle danze, dagli anni ottanta al domani: Indie Italiano, Wave e HappyMusic, dal rock all' electropost. PRETTY GIRLS MAKE RAVES!!

------------

07-09-2007 - Euros Child
Grinding Halt Concerti Info: 06 45436599 www.grindinghalt.it davide@grindinghalt.it EUROS CHILDS Domenica 7 Ottobre Milano @ Casa 139 Euros Childs is a mercurial talent. Having barely turned 30, he released his first album, as a founding member of Gorky’s Zygotic Mynci, back in 1993 and now, since they called time ten years later, he is about to release his third solo album. That’s a mere three albums in two years, each one different in character, each one both an expected and unexpected delight. First up was last year’s delightfully dilettante Chops; then, earlier this spring, the Welsh language pop album Bore Da; and now, come August, The Miracle Inn. Euros is certainly showing no signs of slowing down: 'I thought by now I’d have started running out of ideas but it’s the opposite. You can get stuck into a way of thinking that you only record once a year…now, having recorded two, I want to get into the studio again and record a fourth one by Christmas.'
25-09-2007 - Joanna Newsom
JOANNA NEWSOM + guest The Moore Brothers 25 settembre @ La Casa 139 Via Ripamonti, 139 - Milano Ingresso: 15 euro con tessera arci Per la prima volta in italia per presentare il suo nuovo disco 'Ys'. Voce di bambola in una bolla di vetro. La tradizione che collassa nella modernità , producendo avanguardia pop. È giovane, Joanna Newsom, ma nella sua musica vibrano antichi tremori. Venticinque anni, californiana, arpista, viso e smorfiette da attrice, l'impressione di vivere in un mondo tutto suo. Un album, "The Milk-Eyed Mender", delizioso, sorprendente, acclamato. L'aggettivo che più si trova in riferimento è childish. Lei non gradisce, ma si coglie nel segno. "Ys", questo il nome dell'opera seconda, vive una lunga gestazione. Il primo lavoro è la stesura, per voce ed arpa, e il primo nome pesante speso è quello di Steve Albini. Il secondo è l'orchestrazione (per la quale verranno usati trenta elementi), affidata all'immenso maestro Van Dyke Parks, al quale la Newsom presenta direttive e idee, soprattutto riguardo il mood. Infine, il terzo, dopo la registrazione, è il missaggio, affidato a Jim O'Rourke. Filtrano i nomi, inizia il chiacchiericcio: finisce che "Ys", la cui uscita è prevista per novembre, diviene reperibile online sin da settembre. Per informazioni al pubblico: 06 47823484 info@dnaconcerti.com 
11-06-2007 - Filippo Gatti
Filippo Gatti in viaggio In questo suo primo viaggio 'sentimentale' , Filippo Gatti, si porta dietro la sua chitarra, lo accompagna Cristiano De Fabritiis a vibrafono e batteria, e tiene in tasca qualche copia della sua antologia illegale. 'Canzoni 1996-2007', è il necessario compendio di un percorso artistico che, anche a partire da questo viaggio, vuole acquisire una nuova chiave di lettura. L’esigenza è quella di mettere un punto, di tirare le fila di canzoni che non hanno ancora esaurito il loro calore. E forse non lo esauriranno mai. Mescolare queste alle cose nuove, la storia al viaggio, per affrontare e condividere una ricerca personale. Esigenza che prende la forma di uno spettacolo composto da alcune delle sue canzoni più significative, attingendo da esperienze di culto come i suoi Elettrojoyce (omonimo del ’98 e Illumina del 2000, entrambi per SonyBMG), e il suo primo disco solista (2003 Tutto Sta Per Cambiare, sempre per SonyBMG) ma anche e soprattutto le nuove canzoni, il tutto mettendo in evidenza aspetti di continuità e l’ansia di mettersi in gioco su nuove vie e nuovi progetti. Filippo Gatti, si accende in Scozia la prima sigaretta, studia la raccolta delle olive in Maremma, respira l’aria inquinata di Pechino e si disseta spesso alle fontane pubbliche di Roma. Musicista e autore, lavora dalla prima metà degli anni novanta trovando una strada personale e contemporanea nel territorio della canzone italiana. Muovendosi tra rock, tradizione e ricerca, concentrandosi nel proprio stile di scrittura ed interpretazione. Pubblica, ad oggi, quattro album: tre in gruppo (Elettrojoyce '96'-'98'-'Illumina 2000') e uno solista (con il gruppo Diaz Ensemble 'Tutto sta per cambiare' 2000). Tra i prossimi lavori spicca il progetto di 'Fiato', il disco pensato con la poetessa Elisa Biagini a partire dalle sue poesie da cantare. Ma soprattutto Filippo è al lavoro per il nuovo album: 'Viaggio Sentimentale'.

---------------------------

15-06-2007 - CONCERTO - TEATRO – CANZONE
CONCERTO - TEATRO – CANZONE di e con Rafael Didoni & Germano Lanzoni In 'Niente in ordine, tutt’a post!' ' Un’ora e mezza di canzone d’autore comica' Forse è un genere musicale che non esiste. Forse non esiste più. Forse non esisterà mai. Forse esiste ma non c’interessa che esista. Forse invece non esistiamo noi. Ma cosa esiste e cosa no? Un concerto che solleverà dubbi mostruosi…forse. LA ' TUTT’A POST ' BAND: - Germano Lanzoni: Testi e Voce - Marco Casari: Percussioni - Orazio Attanasio: Basso, strumenti a corde e corde vocali - Rafael Didoni:Testi, voce e chitarra acustica - Vanja Bagnetti: Batteria
04-06-2007 - Atleticodefina
Atleticodefina è il nuovo progetto di Pasquale Defina, che dopo la meravigliosa avventura con i Volwo e due anni di ricerca musicale e collaborazioni ritorna da protagonista sulla scena italiana. Il progetto nasce nel 2004 e si concretizza nel 2005 con la pubblicazione dell’album 'Atleticodefina' (Venus/Lucente). Registrato alle Officine Meccaniche di Mauro Pagani e al Maitai Studio di Gianluca Mancini, vede la prestigiosa partecipazione di Giorgio Prette (alla batteria, già con Afterhours), Gianluca Mancini (pianoforte), Marco Ferrara (basso), Giuliano Dottori (chiatarra slide) e Andrea Viti (basso, già con Afterhours). Mixaggio e produzione sono affidati a Taketo Gohara. Il nuovo album di Atleticodefina è 'TUTTI AMANO TUTTI' (Venus/Lucente). Questo secondo lavoro, da poco chiuso alle Officine Meccaniche e la cui uscita è prevista per marzo 2007, vede la presenza di Giorgio Prette (nei ruoli di batterista e co-produttore), Saturnino (basso), Pepe Ragonese (tromba), Roberto Romano e Valentino Finoli (sax), Giuliano Dottori (chitarre). Tra i camei: Cesare Basile (dobro), Massimo Martellotta (steel guitar) e Gianluca Mancini (fender Rhodes). Proprio da queste collaborazioni che nasce l’idea di 'TUTTI AMANO TUTTI' come 'prova d’amore, di amicizia, di rispetto '. L’incontro/scontro di musicisti caratterizzati da una personalità prorompente e da stili diversi e inconfondibili dà origine a un’alchimia musicale che trova un trait d’union nell’amore e nell’amicizia, nell’umanità , con tutti i suoi pregi e difetti, dando vita a un unico progetto potente e nuovo. Pasquale Defina ha suonato con Cristina Donà nel tour per il primo album 'Tregua". Ha realizzato insieme a Maurizio Raspante (Santa Sangre) la produzione artistica ed esecutiva del singolo "Un amore lungo un giorno". Ha suonato in Italia nel live set di Steve Piccolo (Lounge Lizard). Ha partecipato nel 1998, alla registrazione live di "Angels move too fast to see" di Rhys Chatam. Tra il 1999 e il 2000 ha collaborato al successo della performance, tra reading e spoken word, degli Agnelli-Clementi (Manuel Agnelli degli Afterhours ed Emidio Clementi dei Massimo Volume). Nel 2002 è uscito 'Viva Vittoria', l’unico disco dei Volwo, band molto amata e rimpianta della scena underground italiana.

----------------


05-06-2007 - Roberto Angelini
Roberto Angelini torna dal vivo alla Casa139 per presentare in anteprima il nuovo disco in uscita a novembre per la CaroselloRecords. Il disco, coprodotto dai Planet Funk, riporta il cantante romano vicino alle atmosfere del suo esordio (Il sig. Domani, 2001) e sarà anticipato dal singolo "dicembre". Lo accompagneranno sul palco Rodrigo D'Erasmo al violino, Alfredo Aliffi al basso, Fabio Rondanini alla batteria, massimo Giangrande (che aprirà il concerto) alla chitarra e mr koffee al piano. www.myspace.com/robertoangelini

---------------------
06-06-2007 - Giobia + Emyl
Usciti dalla mischia del revival indierock degli anni 90 i Giobia sono una band nata nell’underground milanese. Stefano Basurto (canto, chitarra), Paola Di Francesco (violino, tastiere), Paolo Basurto (basso, voce) e Stefano Betta (batteria,voce). La musica dei Giobia è alla ricerca della liaison naturale, fra la cultura dell'eccesso hippy e la cultura dell'eccesso punk. Un suono dissonante e allucinato che trasforma il rumore di una chitarra in una sorta di esercizio spirituale. I Giobia costruiscono il loro sound attraverso riff di chitarra e violino che si intrecciano a figure di basso e batteria dai ritmi ossessivi e sincopati. Il tutto accompagnato da liriche simboliche e allegoriche ispirate a quelle di Bob Dylan e di Jim Morrison ma filtrate attraverso un surrealismo più decadente.

--------------------------
07-06-2007 - Blastema + Bordeaux
Il termine Blastéma, dal greco germoglio, ha una molteplice valenza semantica: in botanica viene utilizzato per identificare "l'embrione vegetale"; in anatomia denota "la sostanza amorfa, liquida o semiliquida, da cui si formano le cellule del tessuto"; in musica, per il pubblico che li segue, significa soprattutto, emozione, potenza, spettacolo. Una miscellanea di suoni e stili dalla consistenza analogica, ancorata a groove semplici e lineari; sostanze di suoni articolate in parole e musica a sancire l'incontro tra contenuto ed espressione entro i confini della forma. BORDEAUX La band nasce nell’estate 2002 a Monopoli in Puglia grazie ad un’idea del cantante/chitarrista Angelo Dibello. L’anno successivo i Borde-aux intrattengono una serie di concerti in molteplici Pubs e locali Pugliesi, riscontrando enorme interesse ed apprezzamento da parte di pubblico e critica. Successivamente la band decide di auto-produrre la realizzazione di un videoclip tratto dal brano 'Drama in Technicolor', il quale partecipa al concorso indetto dalla Fandango 'Video kills the radio star'. A Dicembre del 2004, dopo essersi trasferiti definitivamente a Milano, i Borde-aux sono invitati dalla Lotus Records a suonare come band esterna ai gruppi del 'Lotus Tour', aprendo l’anteprima del nuovo album di Moltheni 'Splendore Terrore'. Tra il 2005/2006 l’attività live dei Borde-aux, componente essenziale per i membri del progetto, risulta essere particolarmente produttiva. Suonano in numerosi locali tra Milano e hinterland, dando inoltre vita a due demo autoprodotte. Mantenendo inalterata l’originaria matrice pop/rock, il gruppo incomincia a sperimentare non solo sonorità più Indie ma altresì minimalismi elettronici attraverso l’utilizzo dei loops. Tra gli eventi sicuramente più significativi dell’ultimo anno rientrano la classificazione al secondo posto del concorso torinese Ritmika, che li porterà ad aprire il concerto dei Marlene Kuntz a Moncalieri (TO), e la qualificazione come finalisti del concorso BandRace di Pavia. Nel Novembre 2006, grazie alla neonata etichetta indipendente Envelope Records, i Borde-aux entrano in studio per dare alla luce il loro primo album: Radio Motel, in uscita a maggio 2007 in tutti i negozi di dischi sotto distribuzione Goodfellas. Registrato in soli 9 giorni, Radio Motel risulta essere un vero e proprio viaggio interminabile, sospeso, ciclico all’interno della vastità dell’universo Borde-aux. Si susseguono infatti, all’interno del disco, non solo episodi di chiara matrice elettrica, dotati di quell’aggressività rock che è sempre stata alla base del concetto Borde-aux, ma altresì brani caratterizzati da una tormentata visionarietà e inquietudine, di crampi allo stomaco e dolore alla mente, di tempo senza tempo, in cui è possibile smarrirsi più che esserne investiti.

-----------------------------------

08-06-2007 - Anime in Lega Leggera
'Anime in lega leggera' Presentazione in acustico del progetto nato durante l'estate 2004 dalla collaborazione di tre musicisti siciliani cresciuti artisticamente a Milano, Vincenzo Calandrino, Alfredo Aliffi e Alessio Russo. La prima produzione della band è attualmente in lavorazione, dove le radici grunge del trio si fondono a melodie e sonorità del nuovo pop/rock.
28-05 2007 - Jam Session Filosofica
Lunedì 28 maggio 2007,ore 22,00 al Bar dell ’Eterno Ritorno, presso LA CASA 139 www.jamsessionfilosofica.it La Casa 139 – Lunedì 28 maggio – h..22 – ingresso 5 euro con tessera ARCI.. Via Ripamonti 139,Milano,www.lacasa139.com Se una sera,come tutte le sere,Marx,Nietzsche e Freud, entrassero in quel bar,sempre quel bar,per la dispera- zione del barista … Performance teatral-filosofica ideata e interpretata da Alfio Colombo (Marx), Antonio Premoli (Nietzsche)e Marcello Santini (Freud).Al banco un barista d ’eccezione: l ’antimetafisico Flavio Pirini. Una serata folle ed irriverente,ma basata su solidi fondamenti e letture di testi filosofici ,in cui si parlerà di sesso e di repressione,di morte di Dio e di liberazione,di dittatura del proletariato e di alienazione. Non mancheranno irruzioni musicali,martellate (reali e ideali),provocazioni e funambolismi filosofici.Ogni sofisma sarà ben accetto,soprattutto se scorretto. Uno spettacolo alternativo a qualsiasi alternativa. Shake your mind!

--------------------------------------------------------------------------------



29-05 2007 - Questa musica l'ho suonata domani.(Bastian Contrari)
29 maggio 2007, ore 22.00 Questa musica l'ho suonata domani. Tempo percepito vs tempo suonato. Concerto del quintetto jazz Quarto (Daniele Moretto - tromba; Michele Monestiroli - sax; Enzo Messina - pianoforte; Silvio Verdi - basso; Leif Searcy - batteria) con la partecipazione di mc Vaitea e Davide Lorino. L'occasione per parlare del tempo e dei contrasti legati alla sua percezione nella musica ci arriva da un libro di Julio Cortázar, Il Persecutore, omaggio sentito alla figura di Charlie Parker, e da una serie di ricordi legati alle biografie dello stesso Bird e di Miles Davis. Il quintetto "Quarto", caratterizzato da un repertorio di jazz funk, affronterà brani di Charlie Parker, Miles Davis e Dizzy Gillespie fino alle sperimentazioni anni '70 dove le linee armoniche si fanno più essenziali. Anche l'hip hop, come il jazz, rappresenta una particolare variazione sul tempo musicale e raggiunge il suo apice massimo nell'improvvisazione; in questo senso, la presenza della mc Vaitea approfondirà la nostra indagine.

--------------------------------------------------------------------------------

30-05 2007 - Se muovi le tue idee...tra moderno e antico.(Bastian Contrari)
mercoledì 30 maggio 2007, ore 22.00 Se muovi le tue idee...tra moderno e antico. Concerto di IG (Ivana Gatti & Gianni Maroccolo) con la partecipazione di Michele Di Toro e Dome Bulfaro A pochi giorni dalla presentazione del loro primo album Bastian Contrario, Ivana Gatti e Gianni Maroccolo si presentano alla Casa 139 per affermare l'intima essenza di IG, un progetto in profonda evoluzione che ama il contrasto e la sperimentazione. Il sodalizio artistico tra questi due artisti rappresenta appieno il senso di questa rassegna, ribadendo quanto il contrasto di retaggi e vedute possa portare a risultati densi di ricchezza e ispirazione. La storia musicale di Ivana Gatti e l'esperienza di musicista indipendente di Gianni Maroccolo si moduleranno sul contrasto tra moderno e antico, anche grazie all'apporto musicale del pianista Michele Di Toro, che proporrà Mozart in un'inedita versione jazz, e alle incursioni poetiche di Dome Bulfaro. Punti di partenza distanti capaci di creare un'atmosfera fatata e fuori da ogni genere, dove le reciproche vite creano un suono unico e compartecipe. Durante la serata, allestita come le precedenti da Alessandra Contini, verranno presentati i filmati di Fabio Massimo Iaquone e Luca Attilii, ispirati alle canzoni di Bastian Contrario.

--------------------------------------------------------------------------------
31-05 2007 - MOLTHENI
Festa/concerto di chiusura della rassegna AcusticaMente alla Casa139 con il concerto di Moltheni accompagnato dalla sua band al completo. L'uscita del suo ultimo album "Toilette Memoria" (La Tempesta/Venus) è stata accolda da un grande successo di stampa e pubblico; Il disco vede Moltheni creare un personalissimo mondo di folk venato di psichedelia dove le sua inconfondibile voce è in grado di emozionare come mai prima d'ora. E' in rotazione il video del nuovo singolo "Nella mia bocca", visionabile anche su Youtube a questo link: http://www.youtube.com/watch?v=r18EqsNgGYI ingresso 8 euro.

--------------------------------------------------------------------------------

01-06 2007 - SONDRE LERCHE
Pochi artisti contemporanei hanno saputo conquistare l'attenzione del pubblico internazionale con una sola canzone come il norvegese Sondre Lerche grazie al singolo "Two Way Monologue", canzone che in effetti e' l'espressione di un songwriting di livello superiore e che ha catalizzato l'interesse di pubblico e critica anche sul resto dell'eccellente omonimo album. Indicato dagli addetti ai lavori come artista candidato in futuro a un successo planetario, Sondre dividera' buona parte del suo tour mondiale con un mostro sacro come Elvis Costello. ingresso 10 euro.
26 03 2007 - Siamo aperti..dalle 22.00 

28 03 2007 - Siamo aperti ..dalle 22.00
--------------------------------------------------------------------------------

29 03 2007 - Paolo Saporiti
29/03 PAOLO SAPORITI www.paolosaporiti.com Cantautore dalla formula folk classica (chitarra acustica e voce) Paolo Saporiti compone intrecci raffinati disegnando atmosfere intime e piene di fascino, forte di uno stile prezioso ed elegante e di una voce profonda ed enfatica. Nel 2006 dodici delle sue canzoni vanno a formare lo splendido "The Restless Fall" (canebagnato records), album asciutto ed intenso, che riscuote ampi consensi di critica. ingresso 5 euro

--------------------------------------------------------------------------------

30 03 2007 - Kessler + Atman
KESSLER arriveranno ad invadere le vostre orecchie con TEORIA DEL VUOTO, tratto dall' album UN ALTRO GIORNO D'AMORE prodotto da Riccardo Tesio dei MARLENE KUNTZ, recensito ottimamente da tutte le riviste di settore e su cui han messo le mani gente del calibro di Simon Heyworth, tecnico del suono dei DEPECHE MODE e il genietto Madasky.

---------------------------------------------------------------------- ATMAN Attivi sin dal 1995 gli Atman si sono esibiti in più di 200 concerti in Italia e all’estero (Svizzera, Francia e Olanda) divenendo una fra le alternative-rock band più apprezzate del paese. Dopo due EP autoprodotti giungono nel 2002 alla label Risingworks/Self con cui pubblicano'The Life I’ve Never Had', acclamato dalla critica specializzata come uno dei migliori album di debutto dell’anno e distribuito in seguito in tutta Europa. Da sottolineare la partecipazione nell’estate 2005 a manifestazioni di grande importanza quali l’Heineken Jammin’ Festival e l’Arezzo Wave Love Festival (rappresentanti della testata musicale 'Rockerilla'). La band ha inoltre prodotto 3 videoclip ('Joyful', 'No Compromise', 'Oh No!') scaricabili dal web e diffusi nei canali specializzati. • L’alternative-rock degli Atman è unico e riconoscibile, appassionante e intelligente… si distingue soprattutto per la chiara bellezza delle composizioni, per i testi poetici ed introspettivi (in inglese) e per la splendida unione di melodia ed aggressività in un sound diretto e avvolgente. Il tutto infine è impreziosito dalla splendida e sognante voce di Devid Winter, che riesce a trasmettere emozioni forti e sincere.
--------------------------------------------------------------------------------
31 03 2007 - Vanillina
Anno zero: inizio 2000. Dopo soli quattro mesi di prove i Vanillina danno alla luce il primo lavoro, un mini cd intitolato 220V (Panico Records/Venus), un buon successo di critica e pubblico. Il mensile Rock Sound dedica un’intervista alla band. Frasi di elegio e concerti in tutta la penisola e nella vicina Svizzera. Nel dicembre del 2001 esce il primo album MR.ORANGE (Avocealta/Self). Rock Sound, Rumore, Rockerilla, Freakout, Music Club, Radio Lupo Solitario e Rock FM spingono la band facendo conoscere ed apprezzare i Vanillina nel panorama della musica underground italiana. Il Mr.OrangeTour consente ai Vanillina di suonare nei migliori club della penisola, quali Velvet (Rimini), Binario Zero, Rainbow, New Age, Hiroshima, Ex-Magazzini, TempoRock, Cencio’s Club, dividendo spesso il palco con alcune delle più affermate band italiane (Verdena, Linea 77, Giardini di Mirò, One Dimensional Man e Marlene Kuntz). A giugno ritornano in studio, precisamente al Red House Studio di Senigallia, per registrare il nuovo minicd SAGOME (Latlantide-Audioglobe), con la produzione artistica di Giulio Favero (ex One Dimensional Man e noto produttore). A settembre dello stesso anno i Vanillina realizzano il loro primo video clip, SAGOME, girato da Matteo Murru con protagonista Giada, la ragazza del video dei Subsonica "Nuova Ossessione". A novembre suonano al Mei (Meeting delle Etichette Indipendenti) di Faenza e alle fine dell’anno conteranno più di 100 esibizioni live. Il 13 gennaio 2003, esce l’Ep SAGOME. Il disco raccoglie recensioni più che buone. Il video di Sagome, proposto in due versioni differenti, ottiene diversi passaggi su Rock Tv, Match Music, All Music. La prima versione, pubblicata anche all'interno del minicd, viene scelta come video della settimana all'interno del programma 'Azzurro' in onda su All Music. La band viene ospitata su Rock Tv all'interno dei programmi Database e MorningGlory. Nel mese di aprile 2003, viene realizzato il video del brano 'Tirza', che come il precedente entra in rotazione su RockTv, MatchMusic, AllMusic e conquista spazio anche su Mtv. Anticipato dal brano Ninfa, pubblicato all'interno della Compilation IDBOX.IT Vol.1, nell'ottobre 2004 esce 'Spine'(Latlantide-Audioglobe), album che segna l'ingresso nella band del nuovo batterista Luca Pozzi. Registrato al BloccoA di Padova sempre da Giulio Favero, che cura la produzione artistica, l'album colpisce la critica per la dimostrazione di maturità musicale data dalla band. Le sonorità virano verso il rock senza tralasciare tentativi di sperimentazione. Oltre alle varie recensioni su Rumore, Rockstar e sui principali portali musicali, a questo lavoro viene dedicato molto spazio sulle riviste Rock Sound (il singolo Polvere viene inserito nel sampler allegato) e All Music, con interviste e approfondimenti. Anche questo album è accompagnato da un video, Polvere, che entra nelle nomination dell'edizione 2005 del PremioVideoclipItaliano nella categoria 'Videoclip Indipendente a basso budget'. Polvere piace anche alle tv e si infila nella rotazione di Mtv all'interno di SuperRock e di All Music all'interno di Azzurro, I Love Rock n Roll ed Extra. La band partecipa nuovamente a Database e MorningGlory, in onda su RockTv e continua a esprimersi al meglio anche nell'attività live che porta il trio a suonare ancora assieme a gruppi come Marlene Kuntz e su palchi come l'Alcatraz di Milano. Nel gennaio 2006 entra nella formazione il nuovo bassista e dopo la fisiologica fase di integrazione, iniziano le lavorazioni per il Ep raccolta ECLISSE (Latlantide/Audioglobe). ingresso 5 euro

26 02 2007 - Flavio Pirini
Flavio Pirini Il percorso artistico di Flavio Pirini inizia come quello di molti altri musicisti: gruppi vari (cover e originali) in giovane età e un po' di studio, serate nei locali, festival e concorsi. Poi tanto tempo da solo a cercare un proprio uso della voce, concepita spesso più come strumento libero che com'elemento al quale affidare la linea melodica e il testo. Con questi presupposti realizza nel '97 un primo lavoro ('60m demotape') a tratti 'sperimentale' e visionario. Nello stesso periodo tenta una prima proposizione dei propri brani d'autore esibendosi in duo con il chitarrista Antonio Gavassino. Lavora poi in un trio gospel con Daniela Panetta e Michela Martelli e successivamente nella cover band 'Giuseppina Funk', a dimostrazione della sua naturale vicinanza alla musica nera americana. Accumula anche una certa esperienza come presentatore di serate di spettacolo e come "spalla musicale" soprattutto a fianco dei comici del gruppo Scaldasole, imparando da loro un modo 'leggero' di stare sul palco e di rapportarsi al pubblico. Il ritorno alla musica italiana avviene con la formazione del trio Asciscia, gruppo che propone musica d'autore in maniera originale sia negli arrangiamenti sia nella scelta del repertorio. Contemporaneamente ritorna con forza l'esigenza di esprimere musica originale, con testi in italiano e si delinea più chiaramente il suo ruolo di cantautore. Realizza quindi nel 2001 'Bradipo squattrinato'. Undici canzoni (più una ghost-track interamente vocale) influenzate dalla musica nera e pop ma nelle quali il testo italiano diventa determinante. Vi è una ricerca della propria anima malinconica e romantica come di quella ironica e leggera. Il lavoro non viene però mai pubblicato. Decisivo è poi l'incontro con il gruppo del Caravanserraglio. Il gruppo, formato da cantautori e altri artisti, diventa elemento di stimolo e riconoscimento d'identità comune nonché luogo di scambio artistico e umano. Negli anni successivi molti sono i concerti anche su palchi importanti e il lavoro si concentra sul miglioramento dello spettacolo. Il suono diventa più raffinato e incisivo, si esalta l'aspetto testuale e teatrale. Scrive anche molti nuovi brani e nel dicembre 2003 inizia a lavorare alla realizzazione del suo 'secondo' disco. Flavio Pirini affianca alla propria attività musicale, la collaborazione con i comici del gruppo Scaldasole, ed è attualmente impegnato nello spettacolo comico di monologhi e canzoni (del quale è coautore e coprotagonista) 'Come un frigo, ovvero vuoto' di e con Walter Leonardi.

--------------------------------------------------------------------------------

27 02 2007 - Brazilian Girl
I Brazilan Girls sono una vera e propria illusione sin dal nome. Una illusione raffinatissima come i disegni di Escher, psichedelica come i sogni di Andy Warhol, infida come le promesse di Mick Jagger. Intanto nessuno dei quattro componenti del gruppo è brasiliano e di girl ne troviamo solo una (ma si potrebbe dire che fa per tre): la intrigante Sabina Sciubba, romana trapiantata a New York, dove si muove con leggiadro gusto della provocazione fra la scena downtown e le produzioni multi-etniche. Gli altri tre componenti dei Brazilian Girls sono il tastierista argentino Didi Gutman, il bassista Jesse Murphy e il batterista Aaron Johnston, entrambi americani, il primo californiano, il secondo del Kansas.

01 03 2007 - Devastations
Negli ultimi due anni i Devastations , oltre a riscuotere l'ammirazione di personaggi storici come Roland S. Howard e Nick Cave (insieme nella prima formazione dei Birthday Party) e Alexander Hecke degli Eisturzende Neubauten, hanno aperto i concerti di Cat Power, Black Heart Procession, Dirty Three e Tindersticks, tutti artisti stilisticamente vicini alle sonorità offerte dai Devastations. ll recente e secondo album, 'Coal' (Beggars Banquet) ha riscosso ottimi riscontri di critica in Europa e non solo. Il loro primo ed omnimo album fu insignito della palma di disco dell'anno da Rolling Stone Germania, oltre a ricevere ovazioni da parte di tutti gli addetti ai lavori. Il primo concerto europeo della band, nel 2003, fu in occasione della rassegna musicale tedesca Bada Bing di cui Alexander Hecke degli Einsturzende Neubauten era curatore, nella prestigiosa venue berlinese The Big Eden. La dimensione live dei Devastations è toccante: quei dettagli che su disco sono impliciti e appena accennati diventano il fulcro di un'esperienza fisica, reale e avulsa da ogni blando stereotipo. In seguito all'uscita del loro primo disco i Devastations si sono tenuti impegnati con svariati side-projects, tra questi la realizzazione della colonna sonora del lungometraggio tedesco "Sehn Sucht" in collaborazione con lo stesso Hecke dei Neubauten, e l'esperienza come backing-band di Roland S. Howard per un 7" dal titolo "Autoluminescent/Ocean".

--------------------------------------------------------------------------------

02 03 2007 - Fabrizio Coppola
SOLO ACUSTICO TOUR Cresciuto musicalmente con i cantautori e il rock americano, Fabrizio Coppola ha una lunga storia alle spalle, fatta di concerti e incisioni autoprodotte sia in solitaria, sia con diverse formazioni. Se il punto di partenza iniziale è di chiara matrice folk e alt country, lentamente il suono si sposta verso ambientazioni più elettriche e contemporanee. Ed è questo il suono che caratterizza il disco d’esordio, La superficie delle cose, registrato nell’inverno 2002 in coproduzione artistica con David Lenci. Il disco viene pubblicato un anno dopo, nel giugno 2003, su etichetta Novunque con distribuzione Self. I maggiori punti di forza del disco, il suono graffiante e ruvido, l’impostazione dichiaratamente rock e le liriche poetiche e ispirate, attraggono subito l’interesse della critica, che giudica La superficie delle cose come uno dei migliori dischi del 2003. 'Ecco come dovrebbe essere fatto un lp d’esordio per convincere, subito, anche i palati più esigenti…' (Francesco Casuscelli – Alias / Il Manifesto); 'Le nove canzoni di questo disco vanno a costituire un’opera quantomai coraggiosa, che trasuda rock’n’roll come poche e sa essere straordinariamente vera' (Faustiko – Rockit); 'Nove grandi pezzi rock, suonati senza fronzoli' (Giovanni Distaso – idbox); 'Onore a Fabrizio Coppola e giù la testa di fronte a queste nove canzoni' (Christian Verzelletti – mescalina). Dopo un anno di tour in club, festival estivi e showcase di presentazione, viene girato il video di Volontà , primo singolo estratto dal disco, per la regia di Matteo Bonifazio (Subsonica, Maroccolo, Almamegretta), che entra in rotazione su Mtv Brand New e sui canali satellitari (aprile 2004). Con un nuovo tour promozionale a seguito del successo del videoclip si conclude il lavoro sul primo disco e si comincia a pensare al seguito. Lavorando lungamente su un suono che mette insieme i cantautori americani, un atteggiamento melodico ai confini del soul e arrangiamenti che non nascondono accenti betlesiani, Fabrizio entra in studio a febbraio del 2005 coadiuvato da Simone Chivilò come coproduttore artistico, già produttore e collaboratore di Massimo Bubola. A luglio il primo assaggio del disco, Radici, un brano dal suono teso e profondo, imperniato su un impasto di Fender Rhodes e chitarre elettriche. Il pezzo viene offerto in free download e diventa presto uno dei brani più scaricati da Rockit, grazie anche ai numerosi passaggi nel circuito radiofonico indipendente. Il disco, intitolato Una vita nuova, contiene 14 episodi e viene pubblicato a fine ottobre su etichetta Novunque con distribuzione Self. Poco dopo parte un tour promozionale nei club di tutta Italia insieme agli showcase nel circuito Fnac e Feltrinelli. Il videoclip di Cerco ancora te, girato sul ponte che collega Marghera a Venezia, a novembre entra in rotazione su Rock Tv e Match Music.

---------------------------------------------------
03 03 2007 - Akkura + Piccola Compagnia Instabile
Insieme dal 2000 gli Akkura (che in dialetto Palermitano significa fate attenzione) portano avanti un genere tutto loro che chiamano ..musica da crociera.., una mistura di folk,rock,musica da banda e feste di paese che portano i cantautori fuori da nicchie preziose. Nel corso di questa ..traversata.. hanno inciso un primo cd, adesso alla sua seconda ristampa, hanno vinto diversi premi ricevendo riconoscimenti di pubblico e critica; sono anche stati inseriti nel CD ..Caterpillar vol.7.., edito dalla trasmissione omonima di Radio RaiDue, vengono inseriti nella raccolta ..The Best of.. Demo Rai, della omonima trasmissione su Radio RaiUno, nella compilation di gruppi siciliani prodotta da Balarm e distribuita con la rivista musicale ..Blow-up.. e nella raccolta ..Sonica 2002.. distribuita della rivista musicale ..Mucchio Selvaggio... Approdando su lidi del tutto insoliti, hanno pure composto, prodotto e arrangiato musiche per cartoni animati della Grafimated Cartoon per i videogiochi della Elventech Software House e per lo spettacolo teatrale ..Italia-Brasile 3-2.. di Davide Enia, registrando così più di 450 repliche, nei teatri di tutta Italia (alcune delle quali trasmesse dalla Rai). Rinunciando a gettare l'ancora, hanno poi aperto i concerti di Giuliano Palma, Teresa De Sio, Caparezza e Negramaro e stanno attualmente lavorando al nuovo concerto che porterà in giro "Zaùn".

------ ------------------------------------------------------------------- La Piccola Compagnia Instabile si regge su un filo leggero,inconsistente, invisibile... la P.C.I. stessa è quel filo sottile. Non sono lontani i tempi in cui questo gruppo di spavaldi uomini sottili si divertiva ad aprire i concerti di bandabardò, e apres la classe, e folkabbestia e ne condivideva un palco, una birra, il pubblico... E vinceva tre quattro festival per band emergenti sù e giù per la penisola (l'ultimo, la scorsa estate nelle Marche dovrebbe garantire il passaggio radiofonico di un nostro pezzo per un pò di mesi in radio ...), e poi finali e finaline ad arezzo wave e poi concerti ogni tre giorni, E poi in rassegne con gang, pippo pollina, claudio lolli, Marco parente e tanti altri grandi nomi del panorama cantautorale emergente, e poi il CONTROFESTIVAL di Mantova, e poi la finale a Sulmona nel concorso intitolato ad augusto daolio (leggenda dei NOMADI) e tanto altro ancora... adesso il LITERE (come mi chiamano gli amici...) ha appeso i fogli al chiodo e le penne ha cominciato a riusarle per fare calcoli da ingegnere... Ma la poesia non muore stanotte. La compagnia tornerà a far ballare tra un pò (presto sistemeremo anche la pagina concerti...), e a farvi arrabbiare (presto raccoglieremo anche il vostro malcontento...), e a farvi sognare (se ci riuscirà ancora...). Nè muore domani. No, domani no...ho da fare... Bel guestbook della band su www.piccolacompagniainstabile.it 

12 02 2007 - Philosophy in the house
> Comunicato stampa 23 gennaio 2007 PUO’ LA MUSICA ROCK ESSERE LA BASE > PER UNA DISCUSSIONE PSICO-FILOSOFICA? SI E PUO’ DAVVERO DIVERTIRE > QUANTO STUPIRE! Il > 12 Febbraio 2007 c/o La Casa 139 (Milano) JAM SESSION FILOSOFICA in > PHILOSOPHY > KARL MARX, FRIEDERICH NIETZSCHE E SIGMUND FREUD. I tre filosofi > incontrano e si scontrano con il pubblico in una imperdibile jam > session rock-psicologica. Uno spettacolo unico nella sua originalità > ed intelligenza. Il 12 di febbraio arriva lo spettacolo Jam Session > Filosofica approderà per la prima volta alla Casa 139. Da questo > incontro non poteva che nascere un happening:davvero originale, la > serata Philosophy in the house, in cui per la prima volta > s’incontreranno filosofia e improvvisazioni musicali. A partire dalle > ore 22.00, sul palco solitamente calcato da 'semplici' artisti della > musica ci saranno, Karl Marx, Friederich Nietzsche e Sigmund Freud. I > tre filosofi interpretati da tre attori/professori universitari > daranno vita a una battaglia dialettica senza precedenti. I tre > celebri maestri del sospetto si sfideranno coinvolgendo e provocando > il pubblico, in una serata folle e divertente, ma basata su solidi > fondamenti filosofici. Si parlerà di Super – Io, volontà di potenza, > materialismo storico, sesso e tabù, morte di Dio, alienazione e > nichilismo. Tutti i sofismi saranno ammessi, anche i più scorretti. > Non mancheranno irruzioni musicali, ipnosi praticata sul pubblico, > martellate (reali e filosofiche) e altre sorprese. Una sfida teatrale > o concerto rock ma anche musica dance selezionata da un dj con i tre > filosofi in persona a fare da supervisori del tutto… insomma qualcosa > di inedito per davvero. Jam Session Filosofica è uno spettacolo > teatralfilosofico- cabarettistico scritto e interpretato da Alfio > Colombo (Marx), Antonio Premoli (Nietzsche) e Marcello Santini (Freud), sotto la regia di Andrea Scarabelli. L’allestimento scenico è curato da Andrea W. Castellanza. Altre informazioni sullo spettacolo: > www.jamsessionfilosofica.it Inizio spettacolo h. 22.00 – ingresso: 5 > euro Per informazioni di pubblico e media: LA CASA 139 – Via Ripamonti > 139, Milano www.lacasa139.com contatti: club@lacasa139.com

--------------------------------------------------------------------------------

13 02 2007 - HOWE GELB
Electric Priest e Basemental presentano: uno dei cantautori americani più prolifici e rispettati degli ultimi 20 anni in un concerto unico ed intimo per solo pianoforte e chitarra HOWE GELB in concerto Martedì 13 febbraio - h.21.30 c/o La Casa 139 – C.so Riapmonti 139 - Milano Ingresso 10 euro con tessera Arci Howe Gelb è conosciuto principalmente per essere da lungo tempo il leader dei Giant Sand, band che raggiunge il suo apice con il capolavoro Chore Of Enchantment (Thrill Jockey, 2000), proprio prima che John Convertino e Joey Burns decidono di dedicarsi interamente al progetto dei Calexico. Ma Howe, oltre ad aver fondato una personale etichetta discografica ed aver suonato con gli OP8 e diversi altri side-projects (dai The Band of Blacky Ranchette ai Friends of Dean Martinez) incide dischi solisti da almeno 15 anni: il suo ultimo ’Sno Angel Like You (Thrill Jockey, 2006) è stato registrato in Canada con un coro gospel, e nonostante non presenti i temi ed i modi canonici della musica gospel, introduce un importante elemento di novità nel suo suono. In Europa per un breve tour nelle maggiori città , il folk-singer di Tucson (Arizona) si esibirà alla Casa139 con chitarra acustica e pianoforte per presentare il repertorio della sua recente discografia solista. Le collaborazioni prestigiose con John Parish e PJ Harvey dimostrano la sua caratura artistica e fanno di Howe un autore a tutto tondo, pronto ad assorbire le più diverse contaminazioni musicali senza però perdere in originalità e freschezza. <> (da SentireAscoltare.com) www.giantsand.com www.howegelb.com 

--------------------------------------------------------------------------------

14 02 2007 - Pelle Carlberg + Stop the wheel
La svedese Labrador continua a confermarsi come una delle migliori case europee nell’universo indie-pop. Non fa eccezione neppure 'Everything, Now!', illuminato debut album solista di Pelle Carlberg, già cantante degli Edson, band con una storia quasi decennale alle spalle. Imparata a memoria la lezione di Belle & Sebastian, Magnetic Fields e Smiths, Carlberg ci mette del suo e confeziona undici ballate fresche ed intense, nelle musiche come nei testi, caratterizzati da una squisita vena ironica: si ascoltino per tutte Bastards Don’t Blush, How I Broke My Foot And Met Jesus o soprattutto l’ineffabile Telemarketing, autentico specchio di un’epoca. Ed è quasi impossibile, alla fine del disco, non canticchiare i ritornelli appena ascoltati. Il pop è in crisi? Ce ne fossero di album come questo… grazie a MAURIZIO MARINO

--------------------------------------------------------------------------------
15 02 2007 - Alibia
Vincitori di importanti rassegne a carattere nazionale quali Arezzo Wave, Rock Targato Italia, Sonica, Tendenze, scelti da Musica ! di Repubblica come ' migliore Band emergente del 2003', gli ALIBìA hanno esordito nel 2004 con 'Confini' , album particolarmente apprezzato dalla stampa, album che li ha proiettati tra le sorprese del 2004 nel panorama indipendente nazionale. . La pubblicazione di 'Tra tutto e niente' è stata preceduta dall’EP promozionale 'Va tutto bene' (5 brani + videoclip) la cui uscita risale alla fine di ottobre 2006. Presentato in ANTEPRIMA su 'Va tutto bene' viene programmato anche da oltre ad essere ripetutamente per l’ironica lettura del mondo dei Reality Show. L'uscita del secondo lavoro, intitolato "TRA TUTTO E NIENTE" e prodotto in collaborazione con Giacomo Fiorenza (Yuppy Flu, Giardini di Mirò, Moltheni, Offlaga Disco Pax, Paolo Benvegnù, Marco Parente, etc), è già fissata per venerdì 26 gennaio 2007 Il singolo d’anteprima 'Va tutto bene' ha proiettato gli ALIBìA nelle playlist di circa 150 radio nazionali, proprio mentre il videoclip omonimo otteneva riconoscimenti e premi quale vincitore di Animaclip del GiffoniFilmFestival, di Musicanimata e quale come miglior video di animazione dell'anno al M.E.I. 2006. MTV.it, ALL MUSIC - Extra, MATCH MUSIC, MUSICBOX, ROCKTV, ICEBERG TV, BLOB (RAI3) inserito in

--------------------------------------------------------------------------------

16 02 2007 - CasaBaccano
CasaBaccano In collaborazione con la casa 139, Gianni Resta presenta: Casabaccano In una sorta di radio libera clandestina degli anni 70, rigorosamente dal vivo, Gianni Resta con la sua band e la complicità di Paolo Maggioni, speaker di Radio Popolare Network, si ritrovano ogni secondo venerdì, del mese alla casa 139 in via ripamonti 139 a Milano, per dare vita a uno spettacolo imprevedibile, divertente, ricco di canzoni, di sano e vecchio Rochenroll, improvvisazione, ospiti e satira sociale. Per culminare in un contest musicale dove il pubblico sarà chiamato ad esprimere il suo gradimento. Gianni Resta, mattatore della serata, proporrà le canzoni del suo repertorio e soprattutto i nuovi brani contenuti nell'album di prossima pubblicazione. Inizio spettacolo ore 22 Ingresso 5 euro Al termine dello spettacolo : CANNONIGHT Un'atmosfera del genere si assaporava solo ai tempi del Naked, chi c'era se ne ricorda ancora, chi no venendo qui la può.... scoprire..... CANNONIGHT per ballare tutto quello che non pensavi ancora si potesse ballare... Dal rock allo ska dal funky al soul, poi reggae beat e blues.. Dagli anni 50 ad oggi.... . naturalmente by DJ CANNONAU Le date fino a dicembre: Venerdì, 13 Ottobre Venerdì, 10 Novembre Venerdì, 22 Dicembre
08 02 2007 - Marco Parente
Marco Parente - solo set 8/2/07 'Neve Ridens' è il nome del progetto composto da due album usciti a distanza di 6 mesi l’uno dall’altro. Due dischi che hanno fatto gridare al miracolo per la canzone d’autore italiana e hanno visto Marco Parente girare l’Italia in lungo ed il largo prima con lo spettacolo rock con formazione a 5 elementi poi con 'Il Rumore dei Libri', un concerto dedicato alla fusione tra le canzoni di Parente e il mondo della poesia sonora, tra musica, letteratura e sperimentazione. Il tutto ha portato a Parente il premio MEI 2006 come 'Miglior solista'. Marco Parente torna alla Casa139 (che ha coprodotto il dvd live uscito a dicembre 2006 su Mescal/EMI) per presentare un'inedito solo set: pianoforte, chitarra e voce che, come sempre con Parente, saprà stupire ed emozionare. Ingresso 8 euro.

--------------------------------------------------------------------------------



09 02 2007 - Giuliano Dottori
Giuliano Dottori Lo stile di Giuliano Dottori si basa su un songwriting piuttosto classico di matrice americana che si sposa con un gusto anglosassone per la melodia ed una delicatezza tutta italiana che si riflette anche nella grande cura per i testi: sonorità acustiche che non disdegnano suggestioni elettriche ed una full immersion in atmosfere poetiche e malinconiche in un continuo intrecciarsi di influenze e richiami spesso contrastanti come i chiaroscuri che scaturiscono dalle canzoni. Giuliano nasce a Montreal poco dopo la metà degli anni settanta ma il Canada per lui è solo una scritta sulla carta d'identità . Dall'età di tre anni vive infatti a Milano, città che non ama ma da cui non riesce ad allontanarsi e che, all'età di dieci anni, lo porta ad avvicinarsi allo strumento che avrà poi modo di approfondire, amare e studiare a lungo negli anni seguenti: la chitarra. Dal 2 Dicembre 1989, giorno in cui calca per la prima volta le assi di un palco, per qualche anno Giuliano passerà attraverso diverse bands e svariate esperienze musicali finché, nel 1999, partecipa con gli oltreConfine alla compilation "Operazione Musica" organizzata dal Jungle Sound: inizia così un periodo fortunato che porterà il gruppo ad aprire concerti di Moltheni, Marina Rei e Vasco Rossi ma soprattutto a registrare un album allo studio Larione10 di Firenze. Il disco non vedrà mai la luce in quanto la band, per problemi interni alla formazione e di rapporti con la produzione, si scioglierà nel febbraio 2005 con le registrazioni terminate ed il disco solo da masterizzare. Nonostante avesse iniziato già dal 1997 a scrivere canzoni da solo, è solo con lo scioglimento degli oltreConfine che Giuliano matura l'idea di tentare la strada solista, grazie anche all'incontro con Gianluca Mancini (ex Vallanzaska e ora titolare del Mai Tai Studio a Milano) e Pasquale De Fina (ex chitarrista di Cristina Donà e mente creativa dei Volwo) che lo spinsero a produrre un demo di 4 pezzi già nel 2003. Nel frattempo, mentre continua a scrivere il materiale destinato a far parte del suo album d'esordio ed inizia a far girare il proprio demo fra le etichette indipendenti, Giuliano collabora come chitarrista con diverse realtà come gli Atletico Defina o Daniele Tenca (che prosegue come solista il percorso degli oltreConfine) e, verso la fine del 2005, le strada di Giuliano Dottori incrocia quella de Ilrenonsidiverte: pochi mesi dopo nascerà la collaborazione fra il cantautore milanese e la piccola etichetta lombarda che porterà alla produzione del primo album, "Lucida", la cui uscita è prevista per Febbraio 2007.

--------------------------------------------------------------------------------

10 02 2007 - ELISIR
Elisir nasce nel novembre del 2002 da ispirazioni poetiche e musicali provenienti dal mondo degli chansonniers parigini, dall'atmosfera culturale e musicale francese degli anni 30, ma soprattutto dalla canzone d'autore italiana 'alla Paolo Conte'. Gli Elisir sono un quintetto composto da Paola Donzella (voce), Paolo Sportelli (clarinetto), Alessandro Bianchi (pianoforte), Daniele Petrosillo (contrabbasso), e vantano la prestigiosa partecipazione di Walter Calloni alla batteria (storico batterista di De André, PFM, Eugenio Finardi, Mia Martini, etc...). Il 2005 è l’anno del loro primo disco 'Il Cane che fuma': canzoni originali con testi intriganti firmati da Paola Donzella e musiche di Paolo Sportelli, direttore artistico del progetto. Si può descrivere la loro musica come una miscela di deliziose atmosfere retrò-swing d'ispirazione francese, ma non mancano poesia e intimità in seducenti tanghi e valzer o racconti ironici, immagini e personaggi pittoreschi in un presente e passato in cui echeggiano sonorità orientali. Nel corso di questi anni hanno partecipato a festival e rassegne quali: "Brianza Open Jazz Festival", "Lago Maggiore Jazz Festival", "Jazz in Metrò", "Jammin in the Garden", oltre che essersi esibiti in rinomati locali del nord Italia.
22 01 2007 - Burlesque +ospite speciale Marco Carena
BURLESQUE Rompere i taboo sorridendo è questo il segreto del burlesque .. Si tratta di uno spettacolo poliedrico in cui si fondono ma soprattutto interagiscono le arti fondamentali della comunicazione:cinema,teatro comico,poesia, musica live , dj set e magia. si alternano artisti tanto surreali quanto corrosivi. Il punto di partenza è il palcoscenico, il punto di arrivo a volte è il bancone del Bar ,a volte è l’Inconfessabile! Da un idea di Vincenzo Costantino 'Chinaski' e Rafael Didoni nasce questo show che non ha niente di unico ma è unico nel non pretendere niente. Compagni di viaggio e amici da palco Walter Maffei,Germano Lanzoni,Flavio Settegrani,Angelo Ciccognani PersixPersi per gli intenditori del genere burleskue....ci scusiamo per non aver performance di streep teese ,ma ad una citta' rimasta in mutande non ci sentiamo di chiedere di piu`! ing 5 euro

--------------------------------------------------------------------------------

23 01 2007 - ENRICO NASCIMBENI
ENRICO NASCIMBENI Presentazione nuovo album a LA CASA 139 il 23 Gennaio 2007, ore 22.00 con numerosi ospiti illustri Il cantautore Enrico Nascimbeni presenterà il suo sesto album solista a La Casa 139 di Via Ripamonti a Milano il prossimo 23 GENNAIO 2007. Il concerto inizierà alle ore 22 circa (ingresso libero con tessera Arci). Il cantautore (già autore con Francesco Baccini, Roberto Vecchioni, Tom Waits, Suzanne Vega, Paola Turci, Syria, Mango, etc...) si esibirà in uno showcase semiacustico con ospiti d’eccezione. Confermata la presenza dell’amico di sempre Francesco Baccini che duetterà con Enrico in alcune canzoni. Ma le sorprese non finiscono qui. Tutta la stampa è invitata ad intervenire ed a farsi accreditare. 'Male di amare' di Enrico Nascimbeni è pubblicato da Molto Pop e distribuito da Self.

--------------------------------------------------------------------------------

24 01 2007 - Mark Gardener
MARK GARDENER (ex RIDE) in concerto Mercoledì 24 gennaio 2005 – ore 22.00 LA CASA 139 – Via Ripamonti 139 – Milano UNICA DATA ITALIANA Un gradito ritorno per tutti coloro che amano l’indie-guitar rock britannico. Dopo quasi quindici anni dall’unico concerto italiano dei Ride, band di Oxford che, insieme a My Bloody Valentine, Lush, Slowdive, Swervedriver (ovvero la scena shoegazer dei primi anni ’90) ha aperto la strada a gruppi di oggi quali Sigur Ros, Lali Puna, Notwist, The Secret Machines e molti altri, Mark Gardener, voce e chitarra della band in coabitazione con Andy Bell (ora bassista degli Oasis) torna a Milano per una particolare serata che lo vedrà solista in acustico. Dopo lo scioglimento dei Ride e l’esperienza degli Animal House, Mark Gardener proporrà in concerto in anteprima italiana i pezzi del suo primo album solista 'These Beautiful Ghosts' insieme ad alcuni degli intramontabili pezzi dei Ride. 'These Beautiful Ghosts', prodotto dallo stesso Mark e da Bill Racine, sarà distribuito in Italia a partire da febbraio 2007 (via Diamondtraxx/Spin-go!). Unica data italiana a Milano mercoledì 24 gennaio presso La Casa 139, ingresso 8 € + tessera ARCI. Per informazioni/contatti: Roberta Accettulli Muccablù Management and Public Relations Tel. 347.5374780 – e-mail roberta@muccablu.it http://www.markgardener.com/ http://www.myspace.com/markgardener http://www.lacasa139.com/

--------------------------------------------------------------------------------
25 01 2007 - PECKSNIFF
25/01 PECKSNIFF www.myspace.com/pecksniff Sono due gli aggettivi che accompagnano da sempre i Pecksniff: giocosi e sgangherati. Seppure da qualche parte debba esserci il vecchio dizionario dei sinonimi, tanto vale arrendersi. Sono così. Hanno un immaginario e una cura deliziosa che te li fanno apprezzare ancor più dei loro innegabili meriti: confetti folk indie pop degni delle vostre migliori ricorrrenze. I Pecksniff sono di Parma e arrivano ad AcusticaMente per presentare il nuovo album "Honey, you're murdering me": undici brani di squisita artigianalità , efficaci nell'accostare trame vellutate e asprigne, approccio lo-fi e notevole studio dei suoni, strumenti veri e giocattoli, intriganti alternanze/fusioni di voci maschile e femminile. Ci sono chiare reminiscenze folk, nello stile della band, ma non mancano pure soluzioni di sapore new wave. Sicuramente una delle band di cui si parlerà di più nel 2007. ingresso 5 euro

--------------------------------------------------------------------------------

26 01 2007 - LA NUIT GALORE
sabato 6 gennaio LA NUIT GALORE - from indiewave to electropost giradischi sexy e miscelazioni sghembe: indiepop, brit, new wave, electropop, newromantic, garage, punk, glam, e un po' di sano belcanto. a cura di Charming djs - aka dj Blixa & dj MyFriendGoo http://www.myspace.com/charmingdjs h.23.30 ingresso gratuito

--------------------------------------------------------------------------------

27 01 2007 - Barbara Cavaleri
È un esordio di gran classe quello di Barbara Cavaleri che pubblica l’album ‘Ad un passo dal sogno’, nei negozi di dischi da venerdì 13 ottobre. 'Questo disco è sicuramente il raggiungimento di un sogno inseguito da tempo — spiega l’artista — Credo che la sua qualità stia nel connubio tra forma, canzone tradizionale e mondi arrangiativi nuovi per il panorama italiano. È un disco che spero possa far parlare di sé a lungo'. L’artista ha cominciato la sua carriera come protagonista ai musical ‘Annie’ ed ‘Anything goes’. Nel 2002 incontra Leziero Rescigno (La Crus), Lagash (La Crus) e Ugo De Crescenzo con il quale collabora a diversi progetti musicali come cantante e autrice di testi: dalla loro collaborazione nasce l’album ‘Ad un passo dal sogno’. Tra i primi a notare Barbara Cavalieri è stato Alessio Bertallot, conduttore del programma radiofonico B-Side su Radio Deejay, che l’ha trasmessa spesso ed ha inserito il brano ‘Perche’‘ nella compilation ‘Altrisuoni italiani’.
04 12 2006 - BURLESQUE
BURLESQUE Rompere i taboo sorridendo è questo il segreto del burlesque .. Si tratta di uno spettacolo poliedrico in cui si fondono ma soprattutto interagiscono le arti fondamentali della comunicazione:cinema,teatro comico,poesia, musica live , dj set e magia. si alternano artisti tanto surreali quanto corrosivi. Il punto di partenza è il palcoscenico, il punto di arrivo a volte è il bancone del Bar ,a volte è l’Inconfessabile! Da un idea di Vincenzo Costantino 'Chinaski' e Rafael Didoni nasce questo show che non ha niente di unico ma è unico nel non pretendere niente. Compagni di viaggio e amici da palco Walter Maffei,Germano Lanzoni,Flavio Settegrani,Angelo Ciccognani PersixPersi per gli intenditori del genere burleskue....ci scusiamo per non aver performance di streep teese ,ma ad una citta' rimasta in mutande non ci sentiamo di chiedere di piu`! ing 5 euro

--------------------------------------------------------------------------------



05 12 2006 - Hotel Zuper !
Hotel Zuper ! Ritorna dopo il grande successo del mese scorso. Hotel Zuper! Ospiti di queste traballanti camere: videoproiezionii, monologhi, rave party e tutto ciò che può uscire dalla mente contaminata di un uomo la cui definizionedi "comico" va decisamente stretta. Di Gianmarco Pozzoli scritto con Alessio Tagliento. Video installazioni: Paolo Sala ing 5 euro

--------------------------------------------------------------------------------



06 12 2006 - Simona Salis
Simona Salis La ricerca e la sperimentazione sono l’ingrediente fondamentale di questo particolare trio che accompagna la cantautrice Simona Salis nella presentazione live del suo albun d’esordio Chistionada de mei ….Un set tutto da scoprire…Il suono caldo e antico della chitarra classica di Santi Isgro’ e quello ricercato della chitarra eletrica di Stefano Brandoni si fondono armoniosamente con il mondo percussivo creato da Ivan Ciccarelli che con i suoi interventi di melodica, tong drum, metallofono e hang, rende l’amalgama a tratti eterea e rievocatrice…. Lacasa139, ore 22:00 via Ripamonti, 139 Milano info@simonasalis.com

--------------------------------------------------------------------------------



07 12 2006 - Grimoon+Guignol
7/12 Grimoon+Guignol Doppio concerto il 7 dicembre per AcusticaMente. Ci saranno gli italo-francesi Grimoon con il loro nuovo disco: “la lanterne magique” prodotto da Giovanni Ferrario (Micevice, Hugo Race and the True Spirit, Morgan, ect.). I Grimoon nascono alla fine del 2003 miscelando rock, pop, folk, canzoni, atmosfere romantiche e intime, cantando quasi sempre in francese. Accanto al progetto musicale si è sviluppato un progetto di autoproduzione di video arte che affianca tutte le canzoni del gruppo. Dopo performance in Italia e all’estero (Sziget Festival di Budapest, Berlino e Vienna, ecc.), i Grimoon arrivano ad AcusticaMente. L'altra metà della serata è affidata ai Guignol, che mescolano influenze blues, folk a echi di chansonnier francesi e italiani. In seguito dell'intensa attività live, avviene l’incontro con Giancarlo Onorato che maturerà in un ‘intensa collaborazione, sfociante nella produzione del primo album “Guignol” (Lilium/Venus), pubblicato a dicembre 2005. Pubblicato nel dicembre 2005, “Guignol” rappresenta una visione insieme interiore e lucidamente critica del vivere il presente in una realtà urbana decaduta come quella di Milano e più in generale del Paese. Nel luglio 2006 partecipano al festival “ArezzoWave” , presso lo Psycho Stage. In seguito all’ottimo riscontro di critica per l’omonimo album , i Guignol riceveranno un riconoscimento tra le rivelazioni cantautoriali , al prossimo MEI di Faenza. ingresso 5 euro

--------------------------------------------------------------------------------



08 12 2006 - Kill the Music / Funky night (dj Kleopatra)
KILL THE MUSIC Progetto nato durante l’estate 2004 dalla collaborazione di tre musicisti siciliani cresciuti artisticamente a Milano, Vincenzo Calandrino, Alfredo Aliffi e Alessio Russo; trio smaccatamente rock che si avvale della produzione e collaborazione anche live di Maurizio D’Aniello (Sony music). Il concerto mostra in anteprima l’imminente produzione di 'Love songs without love', prima produzione della band attualmente in lavorazione, dove le radici grunge del trio si fondono a melodie e sonorità del nuovo pop/rock inglese.

--------------------------------------------------------------------------------



09 12 2006 - CANNONIGHT
Un'atmosfera del genere si assaporava solo ai tempi del Naked, chi c'era se ne ricorda ancora, chi no venendo qui la può.... scoprire..... CANNONIGHT per ballare tutto quello che non pensavi ancora si potesse ballare... Dal rock allo ska dal funky al soul, poi reggae beat e blues.. Dagli anni 50 ad oggi..... naturalmente by DJ CANNONAU. ing GRATUITO
20 11 2006 - BURLESQUE
BURLESQUE Rompere i taboo sorridendo è questo il segreto del burlesque .. Si tratta di uno spettacolo poliedrico in cui si fondono ma soprattutto interagiscono le arti fondamentali della comunicazione:cinema,teatro comico,poesia, musica live , dj set e magia. si alternano artisti tanto surreali quanto corrosivi. Il punto di partenza è il palcoscenico, il punto di arrivo a volte è il bancone del Bar ,a volte è l’Inconfessabile! Da un idea di Vincenzo Costantino 'Chinaski' e Rafael Didoni nasce questo show che non ha niente di unico ma è unico nel non pretendere niente. Compagni di viaggio e amici da palco Walter Maffei,Germano Lanzoni,Flavio Settegrani,Angelo Ciccognani PersixPersi per gli intenditori del genere burleskue....ci scusiamo per non aver performance di streep teese ,ma ad una citta' rimasta in mutande non ci sentiamo di chiedere di piu`! ing 5 euro

--------------------------------------------------------------------------------



21 11 2006 - ANDY WHITE
ANDY WHITE 'Garageband' (Floating World / distribuzione italiana esclusiva I.R.D.) DATA DI PUBBLICAZIONE ITALIANA: 14 NOVEMBRE 2006 Riapre il garage di ANDY WHITE Dunque… attenzione… da dove è meglio partire? Stiamo parlando di Andy White, ovvero un eroe degli anni ’80 e ’90… Stiamo parlando di Rave on Andy White e Kiss the Big Stone... ovviamente su musicassetta! Stiamo parlando della prima volta che avete ascoltato il singolo Religious Persuasion... e avete fatto 'ohhhh'. Mi seguite? In breve: Andy White è uno dei grandi singer-songwriters irlandesi, e pubblica ora il suo nuovo album Garageband – missato da John Leckie nello studio di Luciuano Ligabue – su etichetta Floating World (distribuzione italiana esclusiva I.R.D.)

--------------------------------------------------------------------------------



22 11 2006 - Marco Notari
Il progetto di Marco Notari nasce nel 2000 e il suo primo demo, autoprodotto, gli vale la partecipazione alla trasmissione televisiva Help nell'aprile del 2001. A partire dal 2002 diventa sempre piu' stretta la collaborazione con i suoi musicisti, i Madam, amici e compagni di esperienze artistiche precedenti, che li porta ad un'intensa attivita' live. All'inizio del 2003 viene cosi' invitato da Manuel Agnelli (Afterhours) a partecipare alla tappa di Nizza Monferrato del Tora!Tora! Festival, il piu' importante festival itinerante italiano. L'esibizione al Tora! Tora! gli vale l'opportunita' di essere chiamato al Festival Contro della canzone d'impegno come gruppo spalla degli stessi Afterhours e ad altri importanti festival con Feel Good Production, Loma (Paola Maugeri), Subsonica, Marlene Kuntz e altri. Tra maggio e dicembre 2004, sulla base di queste esperienze, nascono i brani cha andranno a comporre la sua seconda autoproduzione, a cui partecipano alcuni ospiti illustri quali Matteo Curallo (Modho) e Giampiero Malfatto (Mau Mau). Intanto Radio Torino Popolare, Radio Flash ed altre radio del circuito underground iniziano a trasmettere il brano "Ninfee".

--------------------------------------------------------------------------------



23 11 2006 - Sepiatone
Sepiatone (Marta Collica & Hugo Race) www.sepiatone.net Il suono dei Sepiatone è frutto della collaborazione tra la cantautrice e tastierista siciliana Marta Collica ed il produttore, cantautore e performer australiano Hugo Race. La carriera artistica di Hugo nasce con i primissimi 'Bad Seeds' di Nick Cave e si sviluppa attraverso i dodici albums realizzati a suo nome assieme al collettivo True Spirit. Marta invece esordisce in veste di songwriter nel primo disco dei Micevice di Giovanni Ferrario. Ora collabora attivamente con i True Spirit di Hugo, e suona nella band del producer e cantautore inglese John Parish (P.J. Harvey, Giant Sand, Eels). Ad AcusticaMente proporranno l'affascinante ed emozionante album "Dark Summer": canzoni struggenti e malinconiche che riportano alla mente i migliori Portishead. ingresso 8 euro

--------------------------------------------------------------------------------



24 11 2006 - Riotmaker
Riotmaker presenta: Riotmaker Nights a la Casa 139. Riotmaker sbarca in quel di Milano per una scoppiettante iniziativa. Grazie alla collaborazione ed all’ospitalità della Casa 139, Riotmaker organizza tre splendide serate con il meglio del suo roster più alcuni amici, per una resident night mensile da non perdere. Venerdì 24 novembre 2006: Carnifull Trio live: la musica per fighetti all’assalto di Milano. Tutto il groove e il rumore del trio capitanato da Luka Carnifull per la delizia delle vostre orecchie. Dal soul al noise in pochi e danzerecci passi. Fare Soldi dj set: Santana Pasta e Luka Carnifull vi condurranno nei meandri di un mondo fatto di esagerazioni, ai limiti del buongusto. Quando la cafonaggine griderà il vostro nome mentre starete ballando, non esitate a risponderle.

--------------------------------------------------------------------------------

25 11 2006 - VERTICAL GROOVE
VERTICAL GROOVE From jazz to future sounds Per gli amanti delle sonorità nu jazz, brasilian e broken beatz, si riparte sabato 14 ottobre con la one night Vertical Groove, sempre nelle mura della Casa 139. Dopo il successo riscosso dalla precedente stagione, anche quest'anno gli organizzatori e djs residenti ospiteranno numerosi artisti internazionali della scena nu jazz, afro, soul e rare groove. Ad aprire la serata saranno i resident djs Piergiorgio Capozza e Nicola Perri, entrambi impegnati anche in produzioni internazionali per diverse label tra cui l'italiana la Scenario Records, la tedesca Pulver e la francese Ice&Spice, per cui uscirà a novembre It Becomes Infectious una raccolta in edizione limitata che ha l'obbiettivo di promuovere giovani artisti e di riunire diversi stili musicali all'insegna dell'eclettismo.

--------------------------------------------------------------------------------

26 11 2006 - YOU SAY PARTY! WE SAY DIE!
YOU SAY PARTY! WE SAY DIE! You Say Party! We Say Die! si formano nel 2004 e la prima uscita è stata un EP autoprodotto " dansk wad". L'EP viene scritto e registato dai membri originali della band Krista Loewen, Becky Ninkovic, Stephen O'Shea, Jason Nichols e Carissa Ropponen. Nel Febbraio 2005 la Sound Document propone di pubblicare il primo LP full-length, Hit The Floor!,che fu realizzato nel Settembre successivo in Canada e ad Ottobre negli USA. L'album di debutto "Hit the Floor" è un album energizzante, spasmotico, un'intelligente collisione di battiti sintetici e di melodie che esplodono in tracce ballabili ed inni punk. Il primo singolo "the Gap" è stato realizzato dalla Cheesedream Records nel Giugno 2006 ed è stato in heavy rotation su XFM e BBC Radio1 così come il video su MTV2. Il secondo singolo ,un doppio side A che comprende "You Did It!" e " Love in The New Millennium", sarà pubblicato l'11 su Sink And Stove Records. Uk. Un ibrido di punk, disco, mod-rock e musica da coro, si può dire di questo album e di questa band. Subito dopo l'uscita di Hit The Floor! i Party/Die iniziano i concerti due tour Canadesi, un cost to cost Americano fino al SXSW meeting internazionale divenuto una delle vetrine mondiali delle nuove e vecchie realtà musicali, poi Inghilterra, Germania, ed ora si stanno preparando per il secondo tour Europeo : showcase a Reading e Leeds, un' esibizione live alla BBC con Steve Lamacq e un opening act per The Yeah Yeah Yeahs all'arena di Vienna in Austria. Seguirà un tour completo del nord America ed in Febbraio la band sarà in Giappone ed Astralia.